Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Posts Tagged ‘presidio’

La farmacia come presidio cardiologico

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 settembre 2016

cardiology congress-2016Roma. Le malattie cardiovascolari hanno un’elevata prevalenza ed incidenza e sono generalmente associate con un alto rateo di mortalità e ospedalizzazione, inoltre in molti casi il tempo diventa un fattore cruciale e per molti soggetti è necessario un monitoraggio continuo per una corretta prevenzione primaria e secondaria. “Al dipartimento di cardiologia dell’università di Brescia” – spiega Leonardo Bolognese – Direttore Cardiologia ospedale di Arezzo e Local Press Coordinator ESC – “hanno messo a punto un progetto che aveva lo scopo di valutare l’efficacia del monitoraggio remoto tramite tecnologie di telemedicina e trasmissione dati. Il monitoraggio prevedeva l’uso di un elettrocardiogramma, monitoraggio della pressione arteriosa e holter ECG come prevenzione primaria per sottoporre a screening soggetti sani o controllare pazienti a rischio come soggetti con diabete, ipertensione o dislipidemia e anche effettuare una prevenzione secondaria i pazienti che avevano già avuto un evento cardiovascolare”. In cooperazione con il dipartimento di cardiologia hanno partecipato allo studio l’Associazione Nazionale Italiana Federfarma e l’Health Telematic Network che ha installato in 1.916 farmacie distribuite sul territorio del paese un network telematico connesso ad una piattaforma di telemedicina in cui un team di cardiologi era disponibile H24 per il consulto telefonico. Tutte le farmacie aderenti al progetto erano state equipaggiate con i macchinari per poter effettuare le indagini.

Interno farmacia

Lo studio, durato dal 1 gennaio 2015 al 31 dicembre dello stesso anno, ha visto utilizzare il network telematico da 14.733 donne e 13.549 uomini (con un età media di 57 anni più o meno 13). I soggetti hanno utilizzato gli strumenti disponibili nelle farmacie per una serie di sintomi come palpitazioni, sincope, dolore toracico atipico, testare la risposta alla terapia antiipertensiva e individuare ipertensione o ipotensione. I cardiologi nell’arco di 12 mesi hanno analizzato oltre 28.000 esami (18.087 ECG, 5094 ABPM, 5101 ECG Holter).
L’importanza di un’implementazione dei sistemi di telemedicina nel nostro paese dove ancora stentano a decollare” sottolinea Michele Gulizia – Direttore Cardiologia Ospedale Garibaldi di Catania e Local Press Coordinator di ESC – “Specialmente in cardiologia la possibilità di utilizzare strategie di prevenzione primaria e secondaria potrebbe non solo accelerare la diagnosi e il trattamento ma diminuire le cosiddette “morti evitabili” con un impatto positivo sui costi sanitari. Recentemente ANMCO e Fondazione per il tuo cuore hanno introdotto in Italia il Progetto di Prevenzione Cardiovascolare denominato “Banca del Cuore”. Si tratta di una banca digitale dei dati cardiologici, clinici e anagrafici più rilevanti di un soggetto, cui si accede da un qualunque accesso internet (pc, tablet o smartphone) e in qualsiasi parte del mondo, grazie alla propria password criptata contenuta nella card ”BancomHeart” consegnata al cittadino in occasione della visita cardiologica nella Cardiologia aderente”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Aumentare il presidio della legalità a tutela degli agricolti e della salute dei cittadini

Posted by fidest press agency su mercoledì, 22 giugno 2016

agricolturaI sigilli posti dalla Guardia di Finanza di Foggia a un opificio clandestino – dichiara il presidente nazionale Confeuro, Rocco Tiso – conferma l’esigenza di mantenere alto il presidio della legalità all’interno del comparto agricolo.I sequestri di 58 tonnellate di alcool puro, di 4 tonnellate di oli vegetali, di vari macchinari per l’imbottigliamento e l’etichettatura del prodotto, oltre a un’evasione di accisa per migliaia di euro – prosegue Tiso – dimostrano ancora una volta i molteplici rischi di infiltrazioni illecite nell’ambito di un settore che rappresenta l’immagine dell’Italia nel mondo, e in più i tanti danni che da condotte di questo tipo possono essere arrecati alla reputazione dell’intero sistema paese.In un perdio delicato come quello che stiamo vivendo, in particolare con l’arrivo del periodo estivo, quando queste pratiche si intensificano – conclude Tiso – è bene che il governo incentivi il prezioso e imprescindibile lavoro svolto dalle forze dell’ordine, mettendo a loro disposizione gli strumenti più idonei per salvaguardare gli interessi degli agricoltori onesti e la salute dei cittadini.

Posted in Cronaca/News, Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mattarella a Campobasso: presidio lavoratori

Posted by fidest press agency su giovedì, 21 aprile 2016

campobasso comuneIn occasione della visita del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che il 22 aprile si recherà a Campobasso presso l’UNIMOL, l’USB Molise ha organizzato un presidio davanti alla sede universitaria, dalle ore 10.00 in via Scardocchia. Con questa iniziativa l’Unione Sindacale di Base intende sensibilizzare il Presidente sulle istanze della petizione VOGLIO LAVORO E STATO SOCIALE, promossa dall’USB nei luoghi di lavoro, nei territori ed on line. Al Presidente Mattarella, che parteciperà alla cerimonia di inaugurazione del Centro di Ricerca sulle Aree Interne e gli Appennini dell’Università degli Studi del Molise, l’USB intende così mettere in evidenza i temi prioritari per il Paese: la difesa del lavoro, del welfare, contro le privatizzazioni e per lo sviluppo dell’occupazione.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Presidio in solidarietà alle vittime della guerra

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 novembre 2015

terrorismoRoma venerdì 20 Novembre h 18:00 Piazza di Santa Maria in Trastevere. In seguito agli attacchi terroristici attuati dall’ISIS a Parigi, Bourj, Ankara e in tante zone della terra. Riteniamo sia necessario non restare in silenzio di fronte alla risposta pronta e violenta dei bombardamenti francesi su Raqqa. Intendiamo far sentire la nostra voce contro una guerra che non ci appartiene, contro fondamentalismi e strumentalizzazioni razziste! Infatti, mentre i popoli piangono le vittime delle guerre, i potenti del mondo al G20 di Antalya, fingendo cordoglio per l’attentato di Parigi, stringono le mani al presidente Erdogan -complice degli attentati ad Ankara e della guerra dell’Isis contro il popolo curdo- e si preparano per nuovi attacchi e nuove incursioni in medioriente. Questa mattina arriva la conferma definitiva dell’appoggio unanime dei paesi dell’Unione Europea alla guerra all’Isis in Siria portata avanti dalla Francia. Riteniamo, tuttavia, che l’unica vera opposizione militare all’Isis sia quella portata avanti dal popolo curdo che ogni giorno combatte contro e si difende tanto dalle truppe del’Isis, quanto dalle minacce delle democrazie occidentali, costruendo una società dove si pratica il rispetto e l’uguaglianza.
I nostri governi pretendono di esportare la “democrazie occidentali”, oramai profondamente in crisi e pronte a destinare le risorse pubbliche per guerre e armamenti. Tutto ciò avviene in nome della sicurezza, ma come tragicamente è emerso a Parigi nessuna efficacia nel difendere i cittadini, gli unici effetti sono controllo e pacificazione sociali nei quartieri popolari. Pensiamo che le risorse pubbliche debbano servire per finanziare la sanità, l’istruzione, le abitazioni e per garantire una vita dignitosa a tutti e tutte. Una vita dignitosa anche per i migranti che arrivano nei nostri paesi a causa delle guerre che i nostri governi decidono di intraprendere e portare avanti. In Italia, in cui i partiti collusi hanno sperperato migliaia di euro alle nostre spalle, imponendo un modello di sviluppo che amplifica le disuguaglianza sociali, pretendiamo che le risorse vengano redistribuite e destinate a un miglioramento delle condizioni di vita della popolazione.
Per questo Venerdì 20 Novembre ci incontreremo in un presidio a Piazza di Santa Maria in Trastevere in solidarietà di tutte le vittime di una guerra voluta dall’alto e per dimostrare che c’è un opposizione reale a questo sistema che genera violenza, sfruttamento e guerra. Un’opposizione che rifiuta fermamente i razzisti e i fascisti che, sciacallando su una tragedia, portano acqua al loro mulino, alimentando volutamente una guerra tra poveri sempre più rischiosa. Di fronte a tutto ciò non possiamo rimanere in silenzio.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

Patti lateranensi: niente da festeggiare

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 febbraio 2012

Italiano: Il Presidente Giorgio Napolitano sal...

Image via Wikipedia

Roma 16 febbraio, dalle ore 16, Radicali Italiani terranno a Roma un presidio anticoncordatario in concomitanza con le celebrazioni per l’anniversario della firma del Patti Lateranensi e del Concordato del 1984. Mentre Governo e leader politici italiani, tra cui Alfano, Bersani e Casini, si riuniranno per festeggiare questa ricorrenza infausta tanto per
lo Stato quanto per la Chiesa, Radicali Italiani sarŕ davanti all’ambasciata italiana presso la Santa Sede (via delle Belle Arti, 2) a riaffermare l’urgenza dell’abolizione del Concordato e della denuncia del Trattato lateranense. Per affrancare la nostra Repubblica dal peso economico e civile di uno Stato assoluto e confessionale, per assicurare finalmente il diritto a una vera libertŕ religiosa. Al presidio prenderanno parte il segretario di Radicali Italiani Mario Staderini, il tesoriere Michele De Lucia, parlamentari, dirigenti e militanti radicali.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma: presidio sindacato

Posted by fidest press agency su martedì, 13 settembre 2011

Piazza Monte Citorio, Roma, Italia

Image via Wikipedia

Roma, 13/9/2011 Prosegue a davanti alla Camera dei Deputati, il presidio dell’Unione Sindacale di Base e dei movimenti contro la manovra. Dopo lo sciopero generale e generalizzato del 6 settembre scorso, la tendopoli in piazza Navona, il corteo dal Senato alla Camera, l’assemblea di ieri pomeriggio in piazza di Monte Citorio, USB continua a “tallonare” i lavori parlamentari e rinnova l’appuntamento a domani, in concomitanza con il voto di fiducia sulla manovra alla Camera, con presidio a partire dalle ore 15.00.

Posted in Cronaca/News, Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Birgi: presidio comunista

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 marzo 2011

Birgi (Trapani) 24 Marzo alle ore 15.30, di fronte la base Nato  si terrà un presidio regionale contro la guerra in Libia, si fa appello a tutte le forze politiche, sindacali e pacifiste siciliane alla mobilitazione e alla partecipazione. Il partito della rifondazione comunista – federazione di Trapani -giovani comunisti/e – giovani comunisti/e Trapani – considerano l’autorizzazione dell’Onu alla “No fly zone” come l’inizio di una guerra nel cuore del mediterraneo, una guerra dai risvolti imprevedibili con la morte certa di decine e decine di civili inermi. La guerra non darà risposte alle legittime aspirazioni di libertà e democrazia del popolo libico ed autorizza invece l’inizio di una nuova escalation militare in Medio Oriente che con carattere escusivamente neocoloniale. Le basi Nato in Italia – Birgi e Sigonella- svolgeranno un ruolo fondamentale nell’offensiva alla Libia, tattica e strategia nella posizione diplomatica del Governo italiano sono oscure l’opinione pubblica, tuttavia, le dichiarazioni dei ministri La Russa e Frattini risultano essere nel contempo gravi ed imbarazzanti: nessuna chiarezza sulla modalità di partecipazione dell’Italia alla missione, nessuna chiarezza sull’ormai “passato” trattato di amicizia Italia – Libia.Il partito della rifondazione comunista – federazione di Trapani – giovani comunisti/e – giovani comunisti/e Trapani – sostengono in risposta alle decisioni internazionali i processi diautodeterminazione, indipendenza e sovranità che hanno animato in questi mesi tutta l’area del Maghreb, temendo che l’intervento delle forze neo-imperialiste sia fatto in nome della”stabilizzazione” dei processi politici in atto e con la spartizione delle principali risorse naturali ed economiche tra i partecipanti all’attacco libico.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Arcore: presidio poliziotti

Posted by fidest press agency su domenica, 13 marzo 2011

Arcore 14 marzo p.v., il COISP effettuerà un presidio, nei pressi della residenza del Presidente del Consiglio on. Berlusconi, per sensibilizzare l’opinione pubblica sul comportamento irresponsabile e vergognoso tenuto dall’attuale Governo nei confronti degli operatori di Polizia. Lo smantellamento della sicurezza pubblica deciso attraverso le ultime politiche finanziarie con tagli di circa 2 miliardi e mezzo di euro in tre anni, la decisione di mortificare i Poliziotti imponendo il tetto salariale del 2010 al triennio 2011-2013, la conseguenziale negazione di corrispondere, oltre tale tetto, anche le indennità dovute in ordine allo svolgimento di lavoro straordinario, alle progressioni di carriera, alle indennità per servizio esterno, missione, etc.., impongono al Sindacato di proseguire la protesta iniziata sin dai primi mesi del 2010 e soprattutto di non credere alle continue promesse, finora mai concretizzatesi, di porre in essere provvedimenti volti a rimediare alle citate umiliazioni. Noi scrivemmo che giovedì 29 luglio 2010 era una data che i Poliziotti avrebbero dovuto ricordare sempre in quanto quel giorno la Camera dei Deputati, con l’ennesimo voto di fiducia da parte del Governo, ha approvato in via definitiva il disegno di legge di conversione del decreto‐legge 31 maggio 2010, n. 78, recante misure urgenti in materia di stabilizzazione finanziaria e di competitività economica, applicando una serie di misure vergognose nei riguardi del personale in divisa.Ebbene, anche altre giornate non possono essere dimenticate e sono quelle di tutte le volte in cui il Governo ha promesso di restituire dignità ai Poliziotti e poi non l’ha più fatto, rimangiandosi le proprie affermazioni. Non potrà però  il Governo dimenticare tutte le volte in cui il personale della Polizia di Stato ed il Sindacato hanno espresso pubblicamente ed in maniera forte il proprio disappunto e la propria denuncia contro una politica finalizzata a colpire chi ha il compito di garantire la Sicurezza di tutti i cittadini. Ci prepariamo quindi a riprendere la mobilitazione in maniera ancora più forte di quanto abbiamo sinora fatto.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

P.A.: 18 febbraio giornata di mobilitazione nazionale

Posted by fidest press agency su mercoledì, 16 febbraio 2011

A Roma presidi sotto Ministero della Difesa, via XX Settembre – dalle ore 9.00 e Ministero della Funzione Pubblica, Corso Vittorio Emanuele – dalle ore 12.00 l’Unione Sindacale di Base darà vita ad una giornata nazionale di mobilitazione del lavoro pubblico contro l’accordo del 4 febbraio scorso, che avrà il suo culmine nel presidio a Roma, sotto al Ministero della Funzione Pubblica, dalle ore 12.00. “L’accordo del 4 febbraio ha provocato, se possibile, ancora più indignazione tra i pubblici dipendenti per effetto delle continue ‘invenzioni’ del ministro Brunetta, sostenuto da sindacati complici disposti a firmare qualsiasi pezzo di carta pur di sopravvivere”, dichiara Daniela Mencarelli, dell’Esecutivo nazionale USB Pubblico Impiego. Ma possibile – incalza Mencarelli – che non ci si accorga come i problemi della pubblica amministrazione e dei suoi dipendenti siano altri rispetto ad una riforma di facciata che aiuta solo lo smantellamento della P.A.? Bisogna invece sbloccare subito i contratti nazionali, bloccati dal DL 78/2010, per garantire la ripresa della contrattazione nazionale ed integrativa e l’utilizzo pieno del salario accessorio; rigettare la misurazione della performance individuale come strumento di controllo, divisione e repressione dei lavoratori; ripristinare – prosegue la dirigente USB – la piena trattativa sulle materie contrattuali quale l’organizzazione del lavoro; valorizzare la professionalità acquisita attraverso progressioni economiche e di carriera; investire risorse per il rilancio della P.A. e dello Stato Sociale; modificare il regolamento elettorale ed indire immediatamente le elezioni RSU per il ripristino di una vera democrazia sindacale nei posti di lavoro”.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Presidio davanti al Ministero delle Infrastrutture

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 gennaio 2011

Roma, 21 gennaio, Piazza Porta Pia n. 1 – ore 10.00 AS.I.A USB ed i Movimenti per il diritto all’abitare hanno indetto un presidio davanti al Ministero delle Infrastrutture, in Piazza Porta Pia 1, alle ore 10.00, in cui notificheranno al ministro Matteoli un’ordinanza di sgombero per manifesta inadempienza nella tutela del diritto alla casa.  Prima del presidio si terrà un picchetto in via Nomentana 175 (tra via Cagliari e viale Regina Margherita) per difendere dallo sfratto una signora di 75 anni. Nel decreto Milleproroghe, in esame al Parlamento, è del tutto assente ogni provvedimento sulla casa e per giunta è stata eliminata la proroga degli sfratti per le categorie protette. In questo quadro Roma è capitale anche degli sfratti, visto che nel 2009 ha registrato il maggior numero di esecuzioni  (8.729, di cui il 78% per morosità).
AS.I.A-USB, i Movimenti per il diritto all’abitare e l’inquilinato organizzato contro gli sfratti e le dismissioni selvagge (Enti privatizzati, casse, assicurazioni), chiedono invece una moratoria di tutti gli sfratti, degli aumenti degli affitti e delle vendite speculative, ritenendo che sia il Comune che la Regione, insieme alla Prefettura di Roma, possano emanare un provvedimento tale da consentire l’avvio dei piani necessari per affrontare immediatamente l’emergenza abitativa e programmare politiche alloggiative adeguate.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Milano presidio davanti rappresentanza U.E.

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 gennaio 2011

Milano. 29 gennaio 2011 dalle 10 A.M. manifestazione pacifica di fronte alla sede della Rappresentanza a Milano della Commissione europea, corso Magenta n° 59, L’iniziativa intende sollecitare le istituzioni dell’Unione europea a impegnarsi per la liberazione dei profughi ancora nelle mani dei predoni del Sinai e a rendere effettivo un piano di accoglienza e reinsediamento per i prigionieri liberati dai trafficanti e per i rifugiati africani aventi diritto a protezione internazionale. No ai respingimenti, ai muri e al filo spinato, ai patti scellerati con i regimi antidemocratici finalizzati alla persecuzione dei migranti, alle leggi razziali (i pacchetti-sicurezza), alla propaganda razzista. Partecipano le rappresentanze dell’Associazione Profughi Eritrei della Lombardia, del Gruppo EveryOne, del Gruppo Facebook “Per la liberazione dei prigionieri nel Sinai”, del movimento antirazzista milanese. Aderiscono inoltre: Global Crisis Solution Center, Christian Solidarity Worldwide, Gruppo Watching The Sky, Eritrean People’s Democratic Party, Comitato Europeo Antidiscriminazioni.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Militari e polizia manifestano a Torino

Posted by fidest press agency su lunedì, 10 gennaio 2011

Torino 13 gennaio davanti al Tar del Piemonte e l’Ordine dei Giornalisti. Militari e Polizia di nuovo in piazza dopo la manifestazione del 2 dicembre davanti il ministero della Difesa e il Comando generale dell’Arma dei Carabinieri. La manifestazione è organizzata dalle segreterie locali del Partito Sicurezza e Difesa e del Coisp (Coordinamento per l’Indipendenza Sindacale delle Forze di Polizia).
L’evento è stato organizzato per sensibilizzare gli organi competenti sull’attuale situazione di oscuramento dei diritti dei dipendenti pubblici del comparto Difesa e Sicurezza. In particolar modo si intende portare a conoscenza l’opininone pubblica, mediante un presidio con attività di volantinaggio, delle oscure manovre poste in essere da alcuni vertici militari con il beneplacito di parte della dirigenza politica delle FF. AA.,  i quali vorrebbero, attraverso mistificazioni e diaboliche interpretazioni del dettato normativo, svilire se non addirittura annullare i diritti politici che la Costituzione e le leggi attribuiscono anche a chi indossa una uniforme. Ad esempio, sebbene il precedente ordinamento prevedesse, conformemente al dettato costituzionale, che il militare, fuori dal contesto di servizio e in abiti civili, potesse esercitare liberamente il diritto di svolgere attività politica, sia nella forma passiva che attiva (così come anche il nuovo ordinamento militare, entrato in vigore il 9 ottobre di quest’anno) come sancito dall’art. 49 della Costituzione,  alcune gerarchie militari e parte dell’entourage politico della Difesa si ostinano a non riconoscere di fatto ciò che invece è previsto dalla legge e, anzi, continuano a perseguire alcuni militari ma solo quelli che, stranamente,  non sono dello stesso colore politico del Ministro della Difesa. L’aspetto più grave della discriminazione politica in atto, perché di questo si tratta, è che finora soltanto alcuni membri del PSD sono stati perseguiti per aver esercitato questo sacrosanto diritto costituzionale, mentre altri militari, per esempio del PDL di cui guarda caso uno dei coordinatori a livello nazionale si identifica nell’attuale Ministro della Difesa,  non sono stati nemmeno presi in considerazione dalle autorità gerarchiche che invece sono state inflessibili, secondo un protocollo ed ordine di batteria, nei confronti dei responsali del PSD. Pur essendo alle prime avvisaglie anticostituzionali, ad opera di alcuni settori della P.A. sarà adesso l’organo giurisdizionale, come sempre, che farà certezza del diritto e si conta proprio nella Giustizia Amministrativa, adesso adita, che il 13 potrà  riaffermare, in modo incontrovertibile, l’attribuzione dei diritti costituzionalmente previsti e tutelati anche per i cittadini in uniforme.
Il 13 si manifesterà unitamente al Coisp poiché, anche se in maniera molto più blanda, pure il comparto Sicurezza risente indirettamente di tale nefasta azione portata contro i militari; infatti esiste un altro caso in cui si è tentato la medesima via anticostituzionale per limitare i diritti di alcuni appartenenti alla Polizia di Stato in Lombardia.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Presidio “speakers’ corner”

Posted by fidest press agency su sabato, 20 novembre 2010

Torino 20 novembre 2010  – Ore 15.00 Via Garibaldi/Piazza Castello Presidio “speakers’ corner”  con i lavoratori delle aziende in crisi  In occasione della campagna di mobilitazione nazionale (“La pazienza è finita. Per giorni migliori. Rimbocchiamoci le maniche”) indetta dal Partito Democratico per i due week end del 20/21 novembre e del 27/28 novembre, il Partito Democratico del Piemonte ha organizzato per sabato 20 novembre 2010, dalle ore 15.00, in via Garibaldi angolo Piazza Castello, a Torino, un presidio “SPEAKERS’ CORNER” con i lavoratori delle numerose aziende in crisi del nostro territorio.  Saranno presenti Gianfranco MORGANDO (Segretario regionale PD Piemonte), Paola BRAGANTINI (Segretario provinciale PD Torino), i Parlamentari e i dirigenti locali del PD.
Il 20 e 21 novembre i militanti e i dirigenti del PD saranno nelle piazze e nei mercati di tutto il Piemonte con gazebo e volantinaggi mentre il 27 e il 28 novembre è in programma un PORTA A PORTA per illustrare ai cittadini la visione del PD punto per punto.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ambasciata britannica: presidio radicale

Posted by fidest press agency su sabato, 2 ottobre 2010

Roma 3 ottobre  dalle ore 17 manifestazione presidio di fronte all’ambasciata britannica a Roma Via XX settembre 68/b (PortaPia) in concomitanza con Tony Blair che sarà ospite della trasmissione “Che tempo che fa”, negli studi della Rai di Milano, in corso Sempione, per presentare il suo libro. L’esilio di Saddam era possibile ma Bush e Blair scelsero la guerra. E’ un’occasione unica per denunciare le gravissime corresponsabilità dell’ex premier britannico, insieme a Bush e Berlusconi, nell’affossamento dell’unica concreta alternativa di pace alla guerra in Iraq. E’ necessario e urgente manifestare per chiedere che emerga la verità su quei fatti tragici e che, in questo modo, le democrazie possano tornare ad essere legittimate in quanto tali.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Da Parma Storia e memoria: otto settembre ‘43

Posted by fidest press agency su lunedì, 6 settembre 2010

Parma. Incominciamo il 15 luglio 1943 con le dimissioni di Mussolini, annunciata dai microfoni dell’EIAR. Il 26 luglio: si forma un corteo che proveniente da via D’Azeglio diretto in piazza ma trova l’accesso bloccato dalla forza pubblica, direttosi verso via Garibaldi si incrocia con un secondo corteo qui viene improvvisato un comizio, ma la forza pubblica disperde l’assembramento lasciando alcuni feriti. I dimostranti si ricomposero in piazza ove l’avvocato Giuseppe Barbieri tentò di tenere un comizio ma viene arrestato. Il 27 luglio: il comandante di presidio, colonnello Francesco Sebastiani, ordina il coprifuoco secondo le disposizioni impartite ai comandi dell’esercito.  Il 20 agosto: il PCI affida l’incarico del lavoro politico a livello della provincia a Remo Polizzi, suoi collaboratori sono Giordano Cavestro e Tonino Chiari.  30 agosto: un manifestino del Comitato antifascista di Parma che, preso spunto dal tentativo insurrezionale fascista a Roma, invita i lavoratori “a rintuzzare ogni tentativo del genere, preparatevi a difendere la vostra libertà contro tutto e contro tutti”. 2 settembre: viene diramata ai comandi la memoria 44.OP in cui si allertano i comandi italiani senza parlare dell’imminente armistizio. 3 settembre: avviene la firma dell’armistizio a Cassibile 4 settembre: i tedeschi sono informati della firma dell’armistizio da un informatore che lavorava presso il Comando Generale dell’Aereonautica. 6 settembre: viene diramata la memoria 45 OP che non parla ancora di armistizio ma riporta la frase “ad atti di forza reagire con forza”.
8 settembre: alle 17,30 Eisenhower annuncia l’armistizio da Radio Algeri, alle 19,45 Badoglio legge per la prima volta il proclama alla radio che, registrato, verrà ripetuto più volte. Tra le 17 e le 18 Radio Londra diede notizia dell’armistizio ed i parmigiani si riversano per le strade.
9 settembre: alle ore 1.00 scatta l’operazione Nordwind tesa a disarmare e catturare tutte le unità italiane. La prima operazione militare tedesca è quella operata dalle truppe del colonnello Hansen per assicurarsi il controllo del ponte di Casalmaggiore, successivamente, lo stesso reparto, inizia a procedere all’occupazione della Bassa Parmense. I reparti tedeschi, a differenza di quelli italiani, sono dotati di buona mobilità accompagnata dalla massima potenza di fuoco ottenibile. Per la conquista di Parma era stata approntata una colonna costituita da: 1° battaglione del 1° Reggimento Granatieri corazzati SS rinforzato da diversi plotoni delle compagnie reggimentali: 800 uomini 1° Gruppo del 1° Reggimento Corazzato SS con 3 battaglioni: 450 uomini
1ª Compagnia del Battaglione trasmissioni: 150 uomini 1° Plotone del Battaglione anticarro equipaggiato con 2-3 Marder III da 75 mm.
Il colonnello Frey si presenta al comando di Presidio intimando al resa al generale Moramarco con la minaccia di bombardare la città, il comandante di Presidio accetta la proposta del tedesco chiamando i comandanti del 33° e del 19° e comunicando loro le modalità della resa, agli altri reparti le modalità di resa sono comunicate dall’aiutante maggiore capitano Augusto Tonelli. Il comandante tedesco abbandona il presidio e si recò al suo posto di comando alla testata del ponte Umberto dal lato di viale Basetti. Dopo l’allontanamento del comandante tedesco il comandante di presidio si pone in contatto con il comando di zona di Piacenza, comandato dal generale Assanti, che ordina di resistere con tutti i mezzi a disposizione. Vengono prese, tardivamente, tutte le misure di mobilitazione necessarie alla difesa della città. Ma nonostante innumerevoli atti di eroismo la città deve cedere alle preponderanti e ben armate forze tedesche. Si tenta in extremis una sortita con le uniche forze ancora in campo sono costituite dalla colonna del 433° Battaglione complementi carri M costituito da volontari al diretto comando del maggiore Venceslao Rossi. Alle 5,30 la colonna parte da Fidenza con velocità di 25 km orari con l’obiettivo di raggiungere il ponte Caprazucca. L’ordine è di reagire al fuoco di qualunque provenienza. I tedeschi sono pronti per l’imboscata agli italiani. Un plotone munito di mitragliatrice è sistemato dietro un muretto fra viale dei mille e via Volturno, un secondo plotone munito di cannone anticarro è posizionato tra via Villetta e via Solari mentre un terzo gruppo con un cannone anticarro è posizionato di fianco a Ponte Umberto. I carri sfilano a Barriera Bixio diretti per viale Caprera in formazione da esercitazione. I due ufficiali in motocicletta hanno visto i cannoni, Cornini si dirige verso via Solari, ma deve tornare indietro perché è preso di mira dai tedeschi, Riservato prosegue la perlustrazione verso Ponte Italia ma qui è catturato dai tedeschi. Alle 7,30 salta l’autocarro delle munizioni, alle 8 cessa lo scontro. L’ultima azione di disarmo operata dai tedeschi è quella contro l’aeroporto che poco dopo le otto viene sorpreso da due camionette della Wehrmacht ed il col. Sisti dà l’ordine della resa. L’episodio è ricordato da Mons. Loris Capovilla, allora tenente cappellano dell’aeroporto: “Ancora mi punge il ricordo dell’umiliazione dei nostri ufficiali, sottufficiali e avieri inquadrati in divisa, senza armi, in cammino verso la cittadella. Ma quante porte, specialmente in strada Massimo D’Azeglio, si aprirono ed inghiottirono numerosi ragazzi. Nelle case dei parmigiani, dal cuore grande come il mare, vennero rivestiti alla bell’e meglio da borghesi e salvati dall’internamento”. http://www.8settembre.it/index.html Storia e Memoria (Tratto da: Mario Zannoni, Parma 1943, 8 settembre, Parma, PPS editrice, 1997) e segnalato da Carletto Nesti e tratto in sintesi)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Presidio lavoratori P.I.

Posted by fidest press agency su mercoledì, 30 giugno 2010

Roma, 1/7/2010 ore 11.00 Palazzo Vidoni, A novembre scadranno le Rappresentanze Sindacali Unitarie in tutti i comparti del Pubblico Impiego, ma ARAN e sindacati non hanno ancora avviato le procedure necessarie per dare vita a questo importante momento di espressione democratica, in cui milioni di dipendenti sono chiamati a scegliere i propri rappresentanti nei luoghi di lavoro.  “Perché Cgil, Cisl Uil e tutte le altre organizzazioni concertative vogliono rinviare le elezioni?” si interroga Paola Palmieri, della RdB-USB P.I.. “Hanno forse  paura di un risultato elettorale che  nel Pubblico Impiego segnerebbe  una loro drastica perdita di consenso? A noi la democrazia non mette paura, e crediamo che non si debba esercitare solo quando fa comodo: a Pomigliano, dove con una pistola alla tempia i lavoratori hanno votato un referendum sulla distruzione dei diritti, e non invece alle RSU del Pubblico Impiego, in cui i lavoratori potrebbero esprimersi liberamente”. Aggiunge Palmieri: “La democrazia poi si esercita pienamente quando tutti hanno pari dignità.  Non vorremmo dunque trovarci a votare a novembre con un accordo chiuso a settembre, dovendo così competere in una campagna elettorale di neppure 60 giorni. Per tali ragioni, a sostegno del diritto alle RSU per tutti dipendenti pubblici, la RdB-USB P.I. ha indetto per il domani, 1° luglio, un presidio davanti Ministero della Funzione Pubblica ed ha chiesto un incontro al Ministro”, conclude la dirigente RdB-USB P.I.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Presidio precari

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 giugno 2010

Roma 24 giugno  Ore 10,30 Via Ulpiano 11 (Angolo Lungotevere)   presidio davanti al dipartimento della protezione civile. Mentre i precari storici di tutto il Pubblico Impiego vedono bloccate piante organiche e turn over, col Dl 195/2009 Bertolaso predispone l’assunzione di circa 145 precari nella Protezione Civile.  RdB-USB P.I. organizza pertanto una “staffetta precaria”, che giovedì 24 giugno presidierà la sede del Dipartimento di Protezione Civile in via Ulpiano a Roma, per chiedere al Sottosegretario Bertolaso l’ “adozione” di tutti i precari della Ricerca (ISS, ISPRA, CRA, CNR, ENEA, INEA, INRAN, ISFOL, INGV, INFN), di quelli della Croce Rossa, degli Enti Locali e della Scuola.  “Una ristretta enclave sta resistendo alla scellerata distruzione dello Stato Sociale: la Protezione Civile!”, ironizza Bruno Stramaccioni, del Coordinamento Nazionale RdB-USB Pubblico Impiego. “Mentre questo Governo ha bloccato i diritti del personale precario, questi diritti vengono stranamente riconosciuti alla Protezione Civile. Ma è tutto il Pubblico Impiego ad aver necessità di stabilizzare i precari che quotidianamente forniscono servizi alla cittadinanza”.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Iniziative lotta lavoratori giudiziari

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 marzo 2010

Nessun passo indietro da parte del Ministero della Giustizia sul Contratto Integrativo firmato dalla minoranza delle organizzazioni sindacali. Vengono pertanto confermate le iniziative di lotta dei lavoratori giudiziari annunciate da RdB P.I., FPCGIL, UILPA e FLP: dal 15 al 20 marzo applicazione rigorosa dei regolamenti sull’accesso agli atti processuali ed osservanza rigida delle mansioni in tutti gli uffici; a fine mese astensione dallo spoglio delle elezioni regionali. Al tavolo ministeriale i rappresentanti di RdB P.I., FPCGIL, UILPA e FLP si sono presentati mostrando cartelli con su scritto: “Lavoratori in lotta contro lo sfascio della Giustizia”. Un identico striscione è stato srotolato fuori alla sede di Via Arenula, dove a sostegno della vertenza si è svolto un presidio di lavoratori, alcuni dei quali si sono incatenati alla cancellata dell’edificio. Un altro gruppo di lavoratori, a fronte della presenza in sede del Ministro Alfano, ha chiesto di essere ricevuto senza ottenere alcuna risposta dal Ministro. “Siamo consapevoli delle possibili ripercussioni della nostra lotta sulla prossima tornata elettorale – afferma Pina Todisco, della Direzione Nazionale RdB Pubblico Impiego – ma è l’Amministrazione a scegliere lo scontro con i lavoratori. Di fronte alla conferma dello scempio di questo contratto integrativo, noi non possiamo far altro che continuare a stare dalla parte dei lavoratori e della Giustizia”, conclude la dirigente RdB P.I..

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ricerca: giornata di mobilitazione all’Isfol

Posted by fidest press agency su martedì, 16 febbraio 2010

Roma, 26 febbraio Via Veneto  – ore 10.00-13.00 Sciopero e  presidio davanti al Ministero del Lavoro La giornata sarà caratterizzata al mattino da un’assemblea-presidio in via Veneto davanti  alla sede del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, il Ministero vigilante dell’ISFOL, e culminerà con l’astensione dal lavoro, dalle ore 13.15 alle 15.15. La piattaforma con cui USI/RdB chiama i lavoratori alla mobilitazione tocca questioni di fondamentale importanza per il futuro dell’Istituto e dei suoi lavoratori: l’immediato rilancio della mission e riordino dell’Ente definendo con puntualità e trasparenza i processi organizzativi interessati dal riordino e gli strumenti operativi utilizzati rendendone partecipi tutti i lavoratori; la ridefinizione del Piano Triennale (2010-2012), che contempli strutture e strumenti idonei ad attuare la strategia di rilancio dell’Istituto e che preveda reali opportunità di stabilizzazione per i 268 lavoratori precari; l’ avvio di un piano di straordinario di assunzioni a Tempo Indeterminato secondo quanto previsto dall’art. 5 del CCNL 2002/2005. “A tali richieste – prosegue Mari – aggiungiamo l’avvio delle procedure necessarie ad effettuare il ricambio dell’attuale Collegio dei Revisori, che nella vicenda all’approvazione dell’integrativo 2009 ha assunto posizioni a dir poco dilatorie le quali stanno oggettivamente compromettendo le opportunità di sviluppo professionale di una parte consistente di lavoratori già penalizzati da anni di sottoinquadramento. In occasione del prossimo Consiglio di Amministrazione dell’Istituto, convocato per domani, 11 febbraio, accoglieremo i membri del CdA in istituto con un presidio di massa di lavoratori e lavoratrici: saranno obbligati a darci delle risposte, il tempo dell’attesa è scaduto”, conclude l’esponente Usi/RdB.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Manifestazione presidio per i disabili

Posted by fidest press agency su domenica, 10 gennaio 2010

Roma 11 gennaio 2010 dalle 15,30 alle 18,30 in Piazza Santi Apostoli l’Associazione Luca Coscioni  e l’Associazione Genitori Utenti Disabili-Onlus, con l’adesione di Radicali Italiani, chiederanno  al Prefetto di Roma, Giuseppe Pecoraro, di intervenire per ripristinare al più presto la legalità nei sei centri gestisti dal Consorzio Ri.Rei. Inoltre invitano tutti i cittadini ad unirsi ai genitori dei disabili e ai lavoratori dei centri ex Anniverdi / Ri.Rei che in questi anni hanno lottato per restituire dignità e rispetto ai disabili e ai loro operatori,  a partecipare numerosi.  Mentre l’assistenza ai disabili psichici ospitati continua ad essere inefficiente, presso il Tribunale di Civitavecchia è in corso un procedimento intentato dal Consorzio Ri.Rei (presidente Raimondo Pietroletti e vice-presidente Rossana Varrone) contro i rappresentanti dell’Associazione Genitori Utenti Disabili Angelamaria Contona e Mirella Biferali Rossetti, per aver denunciato pubblicamente le condizioni di vita dei disabili ospitati nel centro ex Anniverdi di Santa Severa gestito per la Ri.Rei. dalla Cooperativa UNISAN-LEGACOOP della sig.ra Rossana Varrone e del dott. Sebastiano Capurso. La Ri.Rei chiede alle due rappresentanti dell’Associazione 5 milioni di euro a testa, quale indennizzo per presunti danni arrecati, con l’imputazione di diffamazione a mezzo stampa. Saranno presenti Mario Staderini, Segretario di Radicali Italiani, Marco Cappato, già deputato europeo radicale, segretario dell’Associazione Luca Coscioni, Simonetta Dezi della Direzione dell’Associazione Luca Coscioni e Angelamaria Contona, presidente dell’Associazione Genitori Utenti Disabili – Onlus.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | 2 Comments »