Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 25

Posts Tagged ‘prima edizione’

Tempo di Libri chiude la prima edizione

Posted by fidest press agency su mercoledì, 26 aprile 2017

maroniMilano. Chiude con 60.796 presenze in Fiera, cui se ne aggiungono 12.133 nelle 100 sedi del Fuori Fiera, la prima edizione di Tempo di Libri, la Fiera dell’Editoria Italiana organizzata da La Fabbrica del Libro e che ha animato i padiglioni 1, 2 e 4 di Fiera Milano Rho dal 19 al 23 aprile. Diversi appuntamenti della Fiera sono stati inoltre seguiti con oltre un milione di visualizzazioni in streaming fra Tempo di Libri, Corriere.it e Repubblica.it. Inaugurata dal Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo Dario Franceschini, insieme al Presidente di Regione Lombardia Roberto Maroni, al sindaco di Milano Giuseppe Sala, con Roberto Rettani, Presidente Fiera Milano, Federico Motta, Presidente Associazione Italiana Editori e Renata Gorgani, Presidente La Fabbrica del Libro, Tempo di Libri ha conquistato gli editori con i suoi spazi innovativi e accoglienti, una logistica funzionale e un design originale che ha conferito personalità a tutti gli stand, dimostrando una volta di più il livello di avanguardia delle strutture di Fiera Milano e della sua efficienza organizzativa.
Il mondo delle storie attraversate dall’alfabeto si è dipanato su 35mila mq e ha visto la partecipazione di 552 editori, grazie ai quali personaggi, racconti, testimonianze e voci si sono distribuiti in 720 eventi con 2.000 ospiti in Fiera e oltre 100 appuntamenti Fuori Tempo di Libri, tra Milano, Rho, Sesto San Giovanni e Monza.
Soddisfazione da parte degli organizzatori: “Dopo oltre 60 anni è avvenuto un altro ‘Miracolo a Milano’: gli editori e i lettori si sono trovati a Tempo di Libri, che è già una realtà nella vita culturale della città. Di qui la volontà di impegnarsi ancora di più e fin da subito per la seconda edizione, che si svolgerà nella primavera 2018, sempre nei padiglioni di Fiera Milano Rho. Le date saranno comunicate entro fine maggio, coerentemente con i colloqui avuti con il Ministro Dario Franceschini e con la Sindaca di Torino Chiara Appendino”.
Nelle 16 sale adibite agli incontri (più lo Spazio Education e l’auditorium) chiamate con i nomi di alcuni font che hanno scandito la storia della tipografia – Arial, Bodoni, Calibri, Cambria, Courirer, Futura, Garamond, Georgia, Gotham, Gothic, Helvetica, Optima, Tahoma, Verdana, i laboratori Papyrus ed Elephant – si sono alternati alcuni grandi nomi della letteratura contemporanea internazionale e i più rappresentativi del panorama nazionale, sia nella narrativa che nella saggistica, come Adonis, Simonetta Agnello Hornby, David Almond, Brit Bennett, Gianrico Carofiglio, Sveva Casati Modignani, Aidan Chambers, Javier Cercas, Mauro Covacich, Guy Delisle, Tom Drury, Ildefonso Falcones, Marcello Fois, David Grossman, Mohsin Hamid, François Jullien, Sophie Kinsella, M.G. Leonard, Carlo Lucarelli, Maurizio Maggiani, Valerio Magrelli, Marco Malvaldi, Melania Mazzucco, Michela Murgia, Edoardo Nesi, Edna O’Brien, R.J. Palacio, Patrizia Paterlini-Bréchot, Francesco Piccolo, Roberto Piumini, Massimo Recalcati, Clara Sánchez, Roberto Saviano, Luis Sepúlveda, Walter Siti, Licia Troisi, Andrea Vitali, Irvine Welsh, Abraham Yehoshua. Non sono inoltre mancate le presenze istituzionali come il Presidente del Parlamento Europeo Antonio Tajani, il Presidente della Camera dei Deputati Laura Boldrini, il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Valeria Fedeli.
L’Alfabeto è stato declinato in tutte le sue 26 lettere (più la @ del digitale) attraversando come una mappa il programma generale, curato da Chiara Valerio, quello a cura di Pierdomenico Baccalario dedicato a bambini, ragazzi e scuole (per le quali è stato siglato anche un patto di alternanza scuola-lavoro con il mondo del libro – AIE, AIB e ALI – alla presenza del Sottosegretario del MIUR Gabriele Toccafondi), il palinsesto professionale elaborato da Giovanni Peresson e il programma sulla Cittadinanza Digitale a cura di Nina Klein. Tempo di Libri ha offerto anche una finestra sulle attività e i contenuti di alcuni festival che si sono raccontati in Fiera: il Festival Isola delle Storie di Gavoi, il Festival della Mente di Sarzana, pordenonelegge, le Lezioni di Storia, Letterature Festival Internazionale di Roma, scrittorincittà, Leggermente, Liberodiscrivere e #FLA Pescara Festival. Un ricco filone di appuntamenti ha coinvolto anche giornali, riviste letterarie e siti web come la Lettura Corriere della Sera, Robinson la Repubblica, TuttoLibri La Stampa, Rivista Studio, Pagina99, Nuovi Argomenti, Il Post, Lercio.it, Donna Moderna, Panorama, Icon, Icon Design, Focus, TheFLR. Sono stati inoltre presenti con propri spazi e numerosi appuntamenti le testate RAI, Corriere della Sera, Robinson di la Repubblica, ilLibraio.it, Radio Popolare e Radio Radicale. Nell’ambito del programma ragazzi, fondamentali sono state le partnership tra la Fiera e Lucca Comics & Games e i laboratori in collaborazione con Focus Junior, Sale&Pepe e con la redazione di Topolino.
È stata un grande successo la prima edizione del MIRC – Milan International Rights Center (dal 19 al 21 aprile nel padiglione 1): oltre 500 partecipanti, da 34 Paesi, e più di 6.500 appuntamenti. I 170 operatori stranieri e gli oltre 330 italiani hanno avuto agende fitte e numerose occasioni di consolidare rapporti già avviati ed esplorare nuove opportunità di business. I 700 mq di Tempo di Libri A Tavola, dedicati al mondo dell’enogastronomia, con showcooking e laboratori per tutti, editoria di settore, incontri con gli chef e degustazioni sono stati molto frequentati.
Fra i tanti appuntamenti che hanno scandito Fuori Tempo di Libri, molto seguito il ciclo di eventi Milano ad alta voce, dal 19 al 22 aprile, in collaborazione con, e presso, il Teatro Elfo Puccini e la trasmissione Ad alta voce di Radio3, dedicati a quattro romanzi “milanesi” d.o.c.: I milanesi uccidono al sabato di Giorgio Scerbanenco, Il Ponte della Ghisolfa di Giovanni Testori, Adalgisa. Disegni milanesi di Carlo Emilio Gadda e Totò il buono di Cesare Zavattini (da cui Vittorio De Sica ha tratto il film Miracolo a Milano). Da venerdì 21 a ieri, Tempo di Libri e RadioCity si sono incrociati e si arricchiti a vicenda, con appuntamenti in Fiera e nell’UniCredit Pavilion (in piazza Gae Aulenti, con strutture realizzate grazie al contributo di Fiera Milano), tra cui due grandi eventi in esclusiva per la prima edizione della Fiera che si sono svolti sabato 22, Diego Bianchi “Zoro” con il suo Zoro Live con tutta la banda di Gazebo di Rai3 e Webnotte condotto da Ernesto Assante e Gino Castaldo, con ospiti scrittori e cantanti, e la festa finale di ieri sera, in occasione della Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore, 23. Resistenze. Come la radio e i libri aiutano a resistere, una grande maratona di letture con scrittori e dj musicate in diretta da Saturnino, dedicata a tutte le forme di resistenza, come quella delle popolazioni del centro Italia colpite dal terremoto, che sono state rappresentate dal Sindaco di Amatrice.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Prima edizione dell’India Film Fest

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 giugno 2016

casa del cinemaRoma dal 16 al 18 giugno, alla Casa del Cinema di Roma Largo Marcello Mastroianni 1, si terrà la prima edizione dell’INDIA FILM FEST: 3 giorni di cinema, a ingresso libero, con circa 30 ore di proiezioni, per offrire uno sguardo sull’India, raccontata attraverso film di recente produzione ancora inediti in Italia, documentari e grandi classici della cinematografia indiana.Giovedì 16 giugno alle ore 16:00 aprirà la rassegna il film “Viaggio in India” che accompagnerà il pubblico alla scoperta del subcontinente indiano, affascinante, colorato e intenso, anche con le sue contraddizioni.La pellicola che inaugurerà ufficialmente la manifestazione alle ore 18:30 è il film d’azione spettacolare “Bang Bang”, un’anteprima assoluta, a inviti, introdotta dal distributore italiano Angelo Bassi (Mediterranea Production), con protagonisti due famosi attori di Bollywood: Hrithik Roshan e Katrina Kaif (alle ore 21:30 lo stesso film sarà replicato ad ingresso libero per il pubblico).
casa del cinema1Un’interessante panoramica sul cinema e sulla cultura indiana: da Bollywood, con i suoi colori e le sue musiche trascinanti, a quello sguardo contemporaneo sempre più maturo in termini narrativi e stilistici. L’India Film Fest è anche un’occasione per conoscere ancora di più il mercato cinematografico indiano e le sue grandi opportunità.Contemporaneamente alle proiezioni, nel Teatro all’aperto di fronte al Bar della Casa del Cinema tutti i pomeriggi si potranno seguire classi di Kundalini Yoga, come insegnato dal Maestro indiano Yoghi Bhajan. Lo spazio yoga sarà aperto dalle 17 alle 21 il 16 e 17 giugno, e dalle 17 alle 19 l’ultimo giorno.Gli insegnanti del Centro Olistico Acrsd Victory proporranno sequenze, esercizi e meditazioni adatte a chi vuole accostarsi con semplicità a questa nobile disciplina. Il contributo richiesto è di euro 10 una tantum per tutte lezioni. Mantra, asanas (posizioni del corpo) e Mudra (posizioni delle mani) invaderanno con la loro antica saggezza la Casa del Cinema, portando nell’arte e nella cultura occidentali la sapienza e la profondità dell’India.
Venerdi 17, sarà anche Il giorno dedicato a uno dei più grandi mercati cinematografici del mondo con il focus “Cultura, cinema e mercato dell’audiovisivo in India e in Asia”. Alle ore 11.00 in Sala Volontè, interverranno produttori, esperti del mercato indiano, cinese, autori internazionali e rappresentanti delle istituzioniSempre venerdì alle ore 15:00 un classico della cinematografia indiana “Monsoon casa del cinema2Wedding” della regista Mira Nair, Leone d’oro al miglior film alla 58ª Mostra del Cinema di Venezia. A seguire, alle ore 15:30 in sala Kodak, la prima pellicola dedicata allo yoga “Finding Happiness – Vivere la Felicità” con la presentazione del suo produttore italiano Marco Bessi. Quindi, alle ore 17:45, il film “Lunchbox”, presentato alla Settimana Internazionale della Critica al Festival di Cannes 2013 vincendo il Critics Week Viewers Choice Award e poi al Toronto International Film Festival. Una donna che combatte contro l’ingiustizia sociale sarà la protagonista del film “Gulaab Gang” che verrà presentato, alle ore 18:00 in sala Kodak, dal produttore indiano Anubhav Sinha. Alle ore 19:30, il regista Italo Spinelli introdurrà “Gangor”, presentato al Festival del Cinema di Roma, vincitore di un nastro d’argento, film di denuncia sulla condizione della donna in India. In sala Kodak alle ore 21:00 sarà proiettato il documentario “Visitindia”, introdotto dalla regista Patrizia Santangeli, uno spaccato sulla comunità di indiani Sikh di Sabaudia.La pellicola “Tezz”, action thriller hindi che dimostra quant’è ormai forte la cinematografia di Mumbai, chiuderà le proiezioni della giornata alle ore 21:30.
Sabato 18 alle ore 15:00 verrà proiettato il documentario “Bollywood – The greatest love story ever told”, presentato al Festival di Cannes, sui film in lingua Hindi prodotti a Mumbai, vera “chicca” per gli appassionati del genere “Bollywood”.
A seguire, il “focus” sulla regista indiana Deepa Metha con due proiezioni, alle 17:00 il film “Water – Il coraggio di amare”, ultimo della trilogia degli elementi dopo “Fire” e “Earth”, premiato al Toronto International Film Festival e candidato all’Oscar come miglior film straniero, e alle 21:30 “I Figli della Mezzanotte” tratto dall’omonimo romanzo del famoso scrittore indiano Salman Rushdie, che ha partecipato anche alla sceneggiatura del film, che chiuderà la giornata e la manifestazione. (foto: casa del cinema)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Continua a Tbilisi l’emozionante prima edizione di Giffoni Georgia

Posted by fidest press agency su domenica, 18 ottobre 2015

TbilisiFino al 19 ottobre la capitale del Paese caucaico ospiterà 500 ragazzi dall’ Italia, Armenia, Azerbaijan e Croazia, di età compresa fra i 13 e i 18 anni.Il festival segue il modello del Giffoni Experience con proiezioni film e dibattiti. Tra le attività collaterali: “Sukhishvili” masterclass, una performance dello Amiran Shalikashvili Mime Theater e tanti workshop sui videogiochi, la pittura, l’animazione e il teatro.Tra gli ospiti di rilievo: i registi georgiani Zaza Urushadze, Giorgi Ovashvili, Kakhi Kavsadze, Nino Kasradze. Lo scopo del progetto è la promozione della cultura cinematografica della libertà di espressione tra i giovani dell’area. In giuria sono presenti, infatti, molti giovani provenienti dalla Gola di Pankisi, da Nikozi e Ergneti villaggi vicino alla linea di confine e Tskhinvali (Ossezia del Sud).Prevista la presenza dell’autore Rati Amaghlobeli, del filologo Levan Berdzenishvili, del regista candidato all’Oscar Zaza Urushadze.”L’attività del Giffoni Experience in Georgia – sottolinea il managing director Claudio Gubitosi – segue il percorso intrapreso già da molti anni per coinvolgere in modo molto attivo i nostri giurati internazionali. La nostra presenza sarà anche formativa per permettere ai giovani di questi paesi di organizzarsi, promuoversi e integrarsi a pieno titolo in Europa. Giffoni Voyager, questo il progetto che da anni portiamo avanti, non solo esporta un brand che nel 2015 ha raggiunto risultati strabilianti ma anche un nuovo concetto di interazione con le giovani generazioni di diverse aree del mondo. Dopo la Georgia e dopo la terza edizione di Giffoni Macedonia, Giffoni Experience sarà in Albania, in Brasile e a Doha, in Qatar”.“A Nana Janelidze, direttrice del Georgian National Film Center – continua Gubitosi – e a tutto il suo staff con in testa Irma Janjgava vanno i miei complimenti per l’organizzazione di questa edizione”.L’evento è sostenuto dal Ministero dei Beni Culturali italiano, dal Ministero della Cultura della Georgia e dal Comune di Tbilisi.

Posted in Cronaca/News, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »