Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 316

Posts Tagged ‘private banking’

The new WealthTech100 list announces the FinTech companies transforming wealth and investment management and private banking

Posted by fidest press agency su sabato, 23 aprile 2022

The WealthTech sector has experienced huge growth in recent years as the surge in online usage and customer demand for best-practice digital experience have accelerated innovation. The global WealthTech market is projected to reach $11.9bn by 2030.The process to identify the 100 WealthTech innovation leaders was more competitive than ever this year and over 1,200 companies were considered for inclusion. A panel of analysts and industry experts voted for the 100 finalists by assessing the impact those companies are making by using technology to solve a significant industry problem, or to generate efficiency improvements across the investment value chain.According to Richard Sachar, a director of FinTech global, “The rise of digital distribution channels and online financial products has opened new client segments for investment firms and financial advisors. Businesses that fail to keep up with the latest technologies and innovation will be less competitive and lose market share over time. The WealthTech100 list helps senior decision-makers filter through all the vendors in the market by highlighting the leading companies in areas such as client acquisition, financial planning, portfolio management and digital brokerage.”

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

XVII Forum del Private Banking

Posted by fidest press agency su martedì, 23 novembre 2021

Mercoledì 24 novembre, dalle 10:00 alle 13:00, si terrà il XVII Forum del Private Banking, un appuntamento digitale (è possibile iscriversi al link http://www.forumprivatebanking.it) denso di ospiti e momenti di confronto. Il Forum si pone l’obiettivo, quest’anno, di tracciare gli elementi in comune tra Rinascimento e Private Banking: cultura, con lo sviluppo di un nuovo modo di guardare al futuro, attraverso le scelte di investimento; progresso con l’innovazione dei processi, per una transizione verso un’economia sostenibile; competenze, attraverso investimenti nell’educazione e nella formazione, per una nuova generazione di professionisti. Aprirà il dibattito sul contributo del private banking al Rinascimento dell’economia italiana, Paolo Langé, Presidente AIPB. Paolo Magri, Vice Presidente Esecutivo e Direttore dell’Istituto per gli Studi di Politica Internazionale (ISPI), invece, interverrà su un tema di stretta attualità, le previsioni oltre il G20 e la COP26. Spazio al rinnovamento culturale nelle scelte di investimento con Giuseppe Russo, Direttore del Centro Einaudi che presenterà il report AIPB/Einaudi. Nel report si indaga su come sia cambiato, dopo la crisi, il comportamento delle famiglie private in relazione al patrimonio, agli investimenti, agli obiettivi di investimento e alle aspettative verso il modello di servizio degli intermediari finanziari. Inoltre, si analizza la cultura finanziaria delle famiglie private e l’impatto sull’economia reale e sociale del Paese, attraverso lo studio delle loro scelte finanziarie e propensione verso gli investimenti innovativi e responsabili. Ne discuteranno Sergio Dompé, Presidente Dompé, in conversazione con Paolo Langé, Pier Marco Ferraresi, Università di Torino, Centro Einaudi e Paolo Federici, Vicepresidente AIPB. A seguire, sarà Claudio Torcellan, Partner Oliver Wyman, a cercare di dare risposte sulla centralità dell’industria finanziaria nella transizione verso un’economia sostenibile. Domande che trovano risposte nel report AIPB/Oliver Wyman, commentato insieme a Saverio Perissinotto, Vicepresidente AIPB. Peter Andersson, Head of Savings & Advisory Transformation Swedbank porterà una best practice internazionale. Numerosi sono gli aspetti presi in esame nel report, dal livello di ambizione e la promessa al cliente in ambito ESG, all’orientamento al lungo periodo per definire gli ambiti di valore dell’integrazione dei criteri ESG nel processo di investimento, dalla qualità dei dati per misurare la rilevanza dell’informativa non finanziaria delle emittenti, all’evoluzione delle competenze del settore e l’innalzamento della cultura finanziaria della clientela in ambito ESG. Chiude i lavori la tavola rotonda sulla centralità delle competenze a cura di Paolo Mieli, con la partecipazione di Paola Musile Tanzi, Docente Master AIPB, Università degli Studi di Perugia, e Ugo Rigoni, Docente Master AIPB, Università Ca’ Foscari di Venezia.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Private Capital e Private Banking

Posted by fidest press agency su martedì, 5 ottobre 2021

AIPB (Associazione Italiana Private Banking) ha presentato, in occasione della Conferenza promossa in collaborazione con Neuberger Berman dal titolo: “Il contributo del Private Banking nella crescita degli investimenti in PMI”, le principali evidenze del Progetto di ricerca: “PRIVATE CAPITAL E PRIVATE BANKING, il rapporto fra Private Banking e finanziamento dell’Economia Reale attraverso impieghi illiquidi e alternativi”.Condotto da Vincenzo Butticé Assistant Professor al Politecnico di Milano (Dipartimento di Management, Economia e Ingegneria Gestionale), proprio perché innovativo, il progetto di ricerca aveva ottenuto nel maggio 2020 l’assegnazione del Bando AIPB dedicato a ricercatori di dipartimenti economico–finanziari di Università italiane nel maggio 2020. La borsa di ricerca nasceva, infatti, dal desiderio dell’Associazione di veder sviluppare maggiormente la ricerca applicata in ambito universitario in materia di Private Banking & Wealth management ad oggi ancora poco diffusa sia a livello internazionale che nazionale.Il quaderno di ricerca del Politecnico di Milano indaga la dimensione quantitativa e qualitativa del risparmio gestito dal Private Banking nel finanziamento delle PMI italiane attraverso i fondi di investimento alternativi (FIA) ponendo l’attenzione sulle imprese non finanziarie. I risultati di ricerca mostrano come, soprattutto in anni recenti, il risparmio gestito dal Private Banking abbia finanziato operazioni di aumento di capitale e debito privato attraverso la selezione di FIA con impatti molto significativi sulla crescita delle imprese. Lo studio evidenzia la capacità degli operatori private di individuare i fondi con più alto potenziale di crescita e il valore dell’industria Private, quale leva strategica per permettere in futuro alle PMI di raggiungere gli obiettivi di patrimonializzazione e di sviluppo.Occorrerà, però, da una parte, che il mercato e i gestori riconoscano le peculiarità del “target market” di investitori individuali serviti dal Private Banking, facilitando il loro accesso a prodotti e strategie specializzate in economia reale italiana. Dall’altra, naturalmente, sarà necessario dare continuità alle politiche economiche e fiscali volte ad agevolare gli investimenti in questi strumenti assicurando al mercato finanziario ed agli investitori sia nazionali sia internazionali un respiro almeno decennale alle iniziative messe in atto dalle istituzioni. Sarà anzi fondamentale rimuovere gli ultimi ostacoli che permangono ancora in termini di interpretazione delle normative fiscali nazionali e di coerenza regolamentari tra le diverse Direttive Europee dedicate alla tutela degli investitori, per creare un ecosistema stabile e favorevole a sostegno degli investimenti dell’economia reale. All’incontro saranno presenti anche le Istituzioni con interventi dell’Onorevole Massimo Ungaro, membro VI Commissione Finanze della Camera, e Stefano Cappiello, Dirigente Generale del MEF, VI Direzione Sistema Bancario e Finanziario Dipartimento del Tesoro, che hanno affiancato al tavolo dei relatori, il Presidente AIPB Paolo Langé e Antonella Massari, Segretario Generale di AIPB, Marco Avanzo Barbieri, Head of Client Group – Italy di Neuberger Berman, e Renato Miraglia, Head of Private Banking sales & advisory di Unicredit.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Pandemic prompts private-banking clients to turn to ESG for positive impact and risk management, Deutsche Bank survey finds

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 Maggio 2021

Private-banking clients are increasingly taking environmental, social and governance (ESG) factors such as biodiversity into account as the COVID-19 pandemic has raised their desire to invest in line with their values and to manage potential risks in their portfolios, according to a major survey by Deutsche Bank.Three quarters of the 2,130 clients surveyed around the world by the Chief Investment Office (CIO) of Deutsche Bank’s International Private Bank (IPB) said their investments should have a positive impact and 57 percent said the pandemic had contributed to that view.Just over half – 51 percent – said that investing based on ESG can help manage risk in their portfolios and 74 percent said the pandemic has highlighted the importance of managing risk.While biodiversity loss was highlighted by just 11 percent of respondents as the most important environmental factor, dwarfed by climate change, around half recognised the need to incorporate it into their investment decision-making due to its likely role in exacerbating ocean depletion and land degradation, and accelerating climate change.“ESG has become more and more important in investment decision-making,” Christian Nolting, Chief Investment Officer, wrote in a report on the survey and the role of biodiversity risk in investments. “Biodiversity underpins many environmental, social and governance systems and biodiversity loss is therefore likely to be an increasing focus of public and investor concern.” Other findings of the survey include that women were more likely to say their investments should have a positive impact and to focus on the social pillar of ESG; millennials tended to be more focused on ocean pollution than their older counterparts; and while 54 percent of small- and medium-sized enterprises regard climate change as the main ESG issue in their business only 26 percent have a dedicated ESG strategy. The online survey of IPB clients aged 26 to 70 was conducted in April 2021. It included respondents from 10 countries or regions around the world: Belgium, Germany, Hong Kong, India, Italy, Singapore, Spain, Switzerland, the UK and the US.Please click here to read the full report, entitled: “Biodiversity loss: recognising economic and climate threats: Survey of investor attitudes to ESG”. The report was released a day after Deutsche Bank announced that it has become the first bank to join the Ocean Risk and Resilience Action Alliance (ORRAA) as a full member, creating a partnership dedicated to bringing financial expertise and innovation to protect the ocean and the communities that depend on it. This Thursday, May 20, Deutsche Bank holds a Sustainability Deep Dive, a three-hour virtual and interactive event where senior managers will give details on the bank’s sustainability strategy. It will include presentations by Chief Executive Officer Christian Sewing and the business heads, along with sessions with bank experts on topics such as ESG performance management, taxonomy, climate risk management, diversity and inclusion. For more information and to register, visit the Sustainability Deep Dive site.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Deutsche Bank Private Banking & Wealth Management: un ingresso di peso per il Centro Sud

Posted by fidest press agency su domenica, 18 aprile 2021

Prosegue con il Centro Sud il percorso di crescita e rafforzamento della squadra italiana del Private Banking & Wealth Management (PB&WM) di Deutsche Bank: nel team guidato dal Sector Head PB & WM Centro Sud Francesco Vigorita arriva Andrea de Angelis, con il ruolo di Senior Banker HNWI.Professionista con 20 anni di esperienza nell’ambito del wealth management, de Angelis proviene da da BNL-BNP Paribas Private Banking, dove era Vice President del team PB&WM Italy. Nato a Napoli, classe 1980, ha lavorato in alcune fra le principali realtà internazionali del settore, fra le quali UBS e Santander, ricoprendo diversi ruoli. Specializzato nell’approccio olistico con gli imprenditori e con forte vocazione all’origination, de Angelis contribuirà allo sviluppo di un’offerta integrata con i colleghi della divisione di business banking. Deutsche Bank offre servizi e prodotti di banca commerciale, banca d’investimento, transaction banking, asset e wealth management ad aziende, governi ed enti pubblici, investitori istituzionali, piccole e medie imprese, famiglie e privati. Deutsche Bank è la banca leader in Germania, con un forte posizionamento in Europa e una presenza significativa nelle Americhe e nell’area Asia Pacifico. L’Italia rappresenta il suo primo mercato europeo, dopo la Germania. Con 3.500 dipendenti, oltre 500 punti vendita sul territorio nazionale e 1.100 consulenti finanziari, l’Istituto è tra i più importanti gruppi internazionali presenti in Italia.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Primo Master post-universitario in Private Banking & Wealth Management

Posted by fidest press agency su sabato, 22 febbraio 2020

Milano giovedì 5 marzo, presso la sede di AIPB (Associazione Italiana Private Banking) in Via San Nicolao 10, una giornata di orientamento in cui verrà presentato il primo Master post-universitario in Private Banking & Wealth Management (www.master.aipb.it) una nuova iniziativa pensata per giovani neolaureati e laureandi.La giornata di Open Day prevede tre momenti distinti, uno la mattina (dalle 10.00 alle 11.30) e due nel pomeriggio (dalle 14.30 alle 16.00 e dalle 17.00 alle 18.30) durante i quali verranno presentate le opportunità, le caratteristiche e le specificità del programma.Gli aspiranti iscritti devono soddisfare i seguenti requisiti ed essere:
Neolaureati alla magistrale in Economia o Ingegneria Gestionale con votazione minima pari a 99/110Laureandi alla magistrale in Economia o Ingegneria Gestionale che abbiano ultimato tutti gli esami prima della decorrenza del Master (4 maggio 2020) con una votazione media che consenta di conseguire il voto minimo finale pari almeno a 99/110 e si laureino entro l’anno 2020
Nati non prima del 1993 (incluso)La figura professionale del Private Banker richiede un giusto equilibrio fra competenze tecniche, costante aggiornamento e preparazione, unite a capacità relazionali, a partire da una profonda dedizione e passione.Oggi sono circa 16.000 i private Banker in Italia con un’età media di 49 anni (fonte AIPB).

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Dario Maggioni entra in banca Finnat

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 febbraio 2019

Dario Maggioni entra a far parte del team di private banking di Banca Finnat, uno dei maggiori operatori di Piazza Affari, specializzato nella prestazione di servizi di investimento rivolti al Private Banking e alla clientela istituzionale e corporate.
In Banca Finnat Maggioni va a ricoprire il ruolo di Consulente all’interno della Direzione Commerciale.Con l’ingresso di Maggioni si consolida ancora di più la strategia di sviluppo del private banking di Banca Finnat nel nord Italia, dopo l’arrivo lo scorso anno di Daniele Piccolo (oggi responsabile del private banking nel nord Italia) e Simone Bordoni (direttore del Family Office nel nord Italia).Dario Maggioni è laureato all’Università di Statale e ha un Master in SDA Bocconi in Banking & Finance, ha iniziato la sua carriera presso l’ufficio cambi e derivati in Banca Commerciale Italiana. Successivamente ha iniziato la sua professione nel private banking in Banca Popolare di Verona, BCC Carate Brianza ed infine in Banca Cesare Ponti.Banca Finnat è quotata al segmento Star di Borsa Italiana ed è fra le realtà bancarie più solide con un Cet 1 Capital Ratio del 29,7%. La Banca ha un’ampia articolazione di servizi in grado di fornire alla clientela di alta gamma una risposta completa e professionale alle loro necessità.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Eugenio Periti è il nuovo responsabile del Private Banking di Deutsche Bank in Italia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 febbraio 2018

Eugenio PeritiDeutsche Bank SpA annuncia la nomina di Eugenio Periti come nuovo Responsabile del Private Banking, il Canale dedicato alla gestione dei grandi patrimoni. Nel suo nuovo incarico Periti riporterà a Silvio Ruggiu, Head of Advisory Clients, la nuova business proposition che, all’interno della Divisione Private & Commercial Clients dell’Istituto, guidata da Mario Cincotto, offre servizi di banca “Premium” e consulenza evoluta al segmento Private e PMI. Eugenio Periti, 46 anni, proviene da Monte dei Paschi di Siena dove dal gennaio 2017 ricopriva il ruolo di Head of Private Banking, Family Office and Wealth Management e dove era già stato Responsabile dell’Area Private Banking.
Periti vanta una lunga esperienza nel Private di diverse primarie realtà bancarie. Entrato nel Gruppo Credem nel 1990, dove negli anni ha ricoperto vari ruoli di responsabilità, nel 2001 ha assunto l’incarico di Direttore Marketing, con delega al commerciale, di Banca C. Steinhauslin & C, realtà specializzata nel comparto Private Banking del Gruppo Montepaschi. Nel 2004, con la fusione di Banca Steinhauslin in Banca MPS, ha assunto la responsabilità della struttura di Marketing Private e successivamente del Mercato Private Banking del Gruppo bancario MPS. In Deutsche Bank Periti avrà l’obiettivo di sviluppare ulteriormente il Canale Private in Italia, puntando su un modello di servizio che, grazie alle sinergie con gli altri Canali e la diffusa expertise dell’Istituto, permette ai Private Banker una gestione attiva dei bisogni di clienti sempre più sofisticati, consapevoli delle proprie scelte d’investimento e della necessità di tutelare e far crescere il proprio patrimonio, personale e aziendale. Ed è proprio per rispondere al meglio alle nuove esigenze di questi clienti che è nata la proposition “Advisory Clients”, che unisce in un’unica piattaforma la competenza dei Consulenti Finanziari di Finanza & Futuro a quella dei Private Banker e dei Business Banker e che nei primi mesi di attività ha già raggiunto risultati molto positivi, chiudendo il 2017 con circa 600 milioni di crescita netta di nuove attività.
Eugenio Periti subentra a Sandro Daga, responsabile della divisone dal 2012 che nel corso di questi anni ha contribuito alla ridefinizione del modello di business, allo sviluppo della consulenza avanzata, alla progettazione di percorsi formativi all’avanguardia per l’aggiornamento professionale dei Private Banker, all’implementazione di novità e strumenti digitali per migliorare la gestione della clientela Private. Sandro Daga assume a pieno titolo la responsabilità della Regione Advisory ‘Milano’, un’area territoriale tra le più grandi d’Italia e cruciali nella strategia della Banca. (foto: eugenio periti)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Toccano i 763 miliardi di Euro le masse servite da Private Banking

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 settembre 2017

graficoÈ di 763 miliardi di euro il valore delle masse servite da Private Banking, un volume in crescita del 5% rispetto ai 726 miliardi di euro del 2015: il dato è stato rilevato da AIPB – l’Associazione degli operatori del Private Banking, che dal 2004 riunisce i principali player del settore – nell’analisi annuale dedicata al “Mercato Servito dal Private Banking in Italia”.La ricerca – che si pone come obiettivo quello di analizzare le dimensioni, la distribuzione, la segmentazione e l’evoluzione del mercato servito dal Private Banking in Italia – studia la gamma di offerta che le banche hanno pensato e dedicato esclusivamente a un target di clientela individuato come Private (tendenzialmente con patrimoni superiori ai 500 mila euro) e il profilo del cliente finale con le sue preferenze di investimento.Il 5% di aumento delle masse registrato da AIPB al 31 dicembre 2016 (763 mld di euro vs 726 miliardi di euro) è il frutto della raccolta sviluppata dalle reti commerciali al netto di masse in uscita (raccolta netta +1,5%) e dell’andamento dei mercati che ha prodotto un effetto negativo pari a -1,9%. La complessiva crescita del sistema Private è frutto di ulteriori flussi in entrata (5,4%) che sono confluiti nel mondo Private grazie ad una migliore identificazione della clientela Private alla quale le banche offrono un modello di servizio dedicato. Nel corso del 2016 è cresciuto di conseguenza anche il numero di professionisti che banche e istituti hanno dedicato esclusivamente al segmento “private”, con 14.856 private banker rispetto ai 13.433 del 2015 (+10,6%).
Dalla ricerca emerge che il 49% delle masse Private sono gestite attraverso un servizio di consulenza non a pagamento, a cui si aggiungono il 18% degli asset affidati a servizi di gestione patrimoniale e l’12% al servizio di consulenza a pagamento; di contro solo il 10% delle masse sono destinate a servizi di execution only, con una iniziativa diretta del cliente senza servizio di consulenza. Il restante 11% è destinato al servizio di deposito e custodia.
Un ultimo dato della ricerca, infine, riguarda la “collocazione geografica” delle masse.Da questo punto di vista, la regione che detiene la maggior quota di asset sul totale si conferma la Lombardia con il 33,2% (in crescita rispetto al dato 2015), seguita da Emilia Romagna (12,2%), Piemonte (10,9%), Lazio (10,4%), Veneto (8,8%), mentre chiudono la classifica Sardegna e Trentino Alto Adige (0,6%), Calabria (0,5%), Valle d’Aosta (0,2%), Molise e Basilicata (0,1%) (foto: grafico)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

BPM e Legg Mason annunciano un accordo per il collocamento dei prodotti Martin Currie in Italia

Posted by fidest press agency su lunedì, 8 giugno 2015

banca popolare milanoBanca Popolare di Milano e Legg Mason Global Asset Management, gestore globale con 703 miliardi di dollari di asset in gestione, rafforzano la loro collaborazione per ampliare l’offerta di prodotti distribuiti sul mercato italiano.Grazie a questo nuovo accordo infatti BPM diventa il primo collocatore in Italia dei fondi Martin Currie, l’ultima arrivata tra le società affiliate del gruppo Legg Mason, specializzata nella gestione azionaria attiva, con sede nel Regno Unito. Attraverso BPM gli investitori potranno accedere in particolare al fondo Legg Mason Martin Currie GF European Absolute Alpha, fondo azionario europeo gestito con una strategia long/short.Marco Negri country head Italia di Legg Mason, ha dichiarato: “Siamo molto lieti di questo nuovo passo in avanti con Banca Popolare di Milano. Si tratta infatti del rafforzamento di una collaborazione avviata lo scorso settembre, quando abbiamo reso disponibili alcuni nostri prodotti di punta attraverso questo storico marchio della distribuzione in Italia. Le sinergie che siamo riusciti a costruire con la rete di Private Banking hanno ricevuto riscontri fortemente positivi in breve tempo e abbiamo quindi deciso, di comune accordo, di affidare a BPM il lancio sul mercato italiano dell’ultima casa di gestione acquisita dal gruppo Legg Mason lo scorso anno, che propone un approccio assolutamente innovativo sul mercato azionario europeo. Crediamo molto nel prodotto di punta della nostra nuova affiliata, il Legg Mason Martin Currie GF European Absolute Alpha, un fondo azionario europeo long/short che mira a generare alfa tramite la selezione di posizioni lunghe e corte sui singoli titoli e con un processo di analisi macroeconomica volto a ridurre il rischio complessivo di portafoglio”.Gianfranco Venuti, Responsabile Private Banking e Wealth Management di Banca Popolare di Milano, aggiunge: “Per Banca Popolare di Milano si tratta di un accordo che conferma la strategia di perfezionamento e di diversificazione dell’offerta ai nostri clienti, parte di un disegno di più ampio respiro che vede il franchise BPM Private quale leva di crescita nel Piano Industriale. Attualmente il nostro servizio può contare su di una rete composta da 70 gestori (che diventeranno 150 a orizzonte di Piano) organizzati in 10 team in altrettanti headquarter fisici sul territorio, che si occupano di consigliare gli investimenti migliori, assistendo circa 10 mila clienti. Aver scelto Legg Mason Global Asset Management testimonia la forte spinta all’ottimizzazione della gestione di portafogli flessibili finalizzata a generare rendimenti assoluti. Questo tipo di approccio consente di far leva sulla differenziazione anche degli asset, così da offrire le migliori soluzioni di investimento alla nostra clientela. Puntiamo alla capacità di selezione delle best expertise gestionali di mercato, per essere dei manager-of manager capaci di dare al cliente una consulenza continuativa e qualificata. La collaborazione con Legg Mason ci consentirà di realizzare al meglio il rafforzamento della gamma prodotti, in ottica multi-brand”.Banca Popolare di Milano è una banca cooperativa con sede a Milano. Fondata nel 1865 e quotata in Borsa Italiana dal 1994; BPM conta 117 mila azionisti, di cui circa la metà sono anche soci. Con circa 7.700 dipendenti, un’articolata struttura distributiva presente sul territorio nazionale e formata da oltre 700 punti vendita, il Gruppo BPM è al servizio di un milione e 400mila clienti. Grazie ad un portafoglio di clientela nelle aree più produttive del paese e alla combinazione ottimale tra presidio di territorio ed eccellenze di prodotto, il Gruppo punta a divenire Banca di riferimento nel sistema.
Legg Mason è una società di gestione patrimoniale che opera su scala globale, con attivi in gestione (AUM) pari a 703mldUSD al 31 marzo 2015. Legg Mason offre soluzioni di gestione attiva degli asset presso numerosi centri d’investimento presenti in tutto il mondo. La sede ufficiale si trova a Baltimora, Maryland, e le azioni ordinarie della società sono quotate alla borsa di New York (simbolo: LM).

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »