Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘pro vita’

Parlamentari pro vita: pillola 5 giorni dopo è abortiva

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 aprile 2012

L’associazione parlamentare “Intergruppo per il valore della vita”, formato da 85 esponenti di tutti i gruppi politici, denuncia le potenzialità abortive della pillola dei cinque giorni dopo da poche settimane in commercio anche in Italia. E annuncia, in una conferenza stampa bipartisan promossa ieri dal senatore del Pdl Stefano De Lillo, un’interrogazione al ministro Balduzzi e un esposto all’Antitrust. Il farmaco, sostengono i parlamentari del gruppo, è in contrasto con la legislazione italiana vigente: «È in contrasto, infatti, con la legge 194, che è a tutela della maternità» ha spiegato De Lillo «ed è in contrasto con la legge 405 sui consultori e a tutela del prodotto del concepimento». Secondo il senatore la pillola «è in vendita come contraccettivo di emergenza ma in realtà questa pillola è potenzialmente abortiva poiché impedisce all’eventuale embrione di annidarsi in utero e agisce, in pratica, uccidendolo. Chiediamo quindi al ministro della Salute Balduzzi che venga data a tutte le donne una conoscenza esatta del meccanismo di funzionamento di tale farmaco; un anticoncezionale deve infatti intervenire prima del concepimento mentre i dati dimostrano che ulipistral può intervenire anche a concepimento avvenuto». De Lillo ha quindi annunciato la presentazione di un esposto all’Autorità garante per la concorrenza e il mercato «affinché venga data una corretta informazione alle donne che voles sero utilizzare tale farmaco». L’esposto ha reso noto De Lillo è stato presentato dall’avvocato Gian Franco Amato, presidente dell’associazione “Scienza e Vita” di Grosseto.(fonte farmacista33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Berlusconi: “condono pro vita e post mortem”

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 luglio 2010

“Ci sentiamo particolarmente generosi e abbiamo deciso di fare un regalo al Governo, sebbene non lo meriterebbe. Vi diamo la ricetta per risolvere tutti i problemi della giustizia italiana. Una sola legge, la chiameremo “Condono pro Silvio pro vita e post mortem”. Un solo articolo che reciti più o meno così. “Qualunque cosa abbia fatto Silvio Berlusconi da 1 anno di vita in poi, ad esempio rubare la marmellata, alzare la gonna alla compagnella di scuola, imbrogliare ad asso piglia tutto, qualunque cosa, tutto ma proprio tutto, gli verrà condonato. E la legge resterà in vigore anche 10 anni dopo la morte ufficiale del Presidente del Consiglio, così, se magari gli scappa la marachella lassù, è coperto”.  E’ questa la provocazione lanciata da Franco Maccari, Segretario Generale del COISP – il Sindacato Indipendente di polizia, rispetto alle modifiche proposte dal Pdl per il Lodo Alfano. “Ora noi vorremmo essere seri su un argomento del genere. Ma non ci riusciamo proprio perché è il Governo che ogni volta  che discute di un provvedimento riduce tutto a una pantomima, una barzelletta”. – Dice ancora Maccari – “Noi non vogliamo far polemica a tutti i costi, però se tra un lodo e un altro, tra un modo di impedire a Premier e Ministri di presentarsi dinanzi al giudizio della corte, tra un legittimo impedimento ed un viaggio, magari ci si potesse occupare dei problemi che riguardano milioni di italiani.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , , | 2 Comments »