Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘problematica’

Furti auto in Italia

Posted by fidest press agency su sabato, 26 marzo 2011

Nel 2010 i furti di veicoli hanno confermato di costituire una problematica di primo piano per il nostro Paese: sono state, infatti, rubate ben 124.197 vetture, 38.783 motocicli e 2.908 automezzi pesanti. Lo scorso anno ogni giorno sono state rubate oltre 340 autovetture, circa 14 ogni ora, e una ogni 4 minuti: un bollettino per nulla rassicurante per i possessori di auto, nonostante la diminuzione del numero assoluto dei veicoli sottratti ai legittimi proprietari, passati dagli oltre 222mila annui del 2000 agli oltre 124mila del 2010. Aumenta il numero dei veicoli di cui ogni anno si perde traccia. I dati emergono dal Dossier Furti 2010 curato da LoJack Italia, azienda leader nel rilevamento e recupero dei veicoli, sulla base dei dati forniti dal Ministero dell’Interno

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Formazione iniziale degli insegnanti

Posted by fidest press agency su sabato, 22 Mag 2010

Intervento Associazione Italiana Genitori all’audizione della commissione parlamentare: “Lo Schema di Decreto sottoposto all’attenzione della Commissione, per l’argomento che è proprio di associazioni professionali e sindacali, parrebbe incrociare solo incidentalmente i temi usualmente sostenuti da un’associazione di genitori. In realtà, incontra direttamente una costante e motivata domanda delle famiglie: più di tutti i moduli organizzativi, più di ogni sottolineatura contenutistica, ai genitori ed agli studenti sta particolarmente a cuore la qualità dell’insegnamento e degli insegnanti. Riteniamo che oggi, di fronte alla complessità del sistema scolastico italiano e al susseguirsi di norme che via via ne hanno modificato parzialmente alcuni aspetti, sia necessario che la problematica dei docenti venga analizzata e normata in un quadro complessivo che preveda criteri ed obblighi relativi a – formazione iniziale – immissione in servizio (affrontando e risolvendo l’annosa questione del precariato) – formazione in itinere (non escludendo strumenti di flessibilità quali l’anno sabbatico, presente in altri paesi europei) – sviluppi di carriera ed incentivo economico non solo per automatismo (anzianità), ma per successivi gradi di valutazione dell’insegnante (su titoli conseguiti in seguito ed eccellenza didattica e relazionale dimostrata) – valutazione complessiva del sistema, delle scuole e degli insegnanti, temi sui quali il consenso nel Paese e nella scuola stessa sta crescendo, poiché non può che essere il riconoscimento delle buone esperienze già presenti, spesso offuscate da minoritarie manchevolezze o incompetenze. Desideriamo, in questa sede, chiosare, chiedendo ulteriori approfondimenti nell’articolato finale, l’articolo 2 dello Schema, che stabilisce gli obiettivi della formazione. Le competenze richieste sarebbero, secondo l’articolo 2, di tipo disciplinare, psico-pedagogico, metodologico-didattico, organizzativo e relazionale. Non possiamo che concordare, sottolineando che, oltre al necessario possesso di competenze disciplinari, al docente è sempre più chiesto di lavorare in modo cooperativo, di avere conoscenze avanzate nella pedagogia e nella psicologia (psicologia sociale e psicologia dell’età evolutiva), di essere capace di gestire la complessità e l’usura della quotidianità, spesso ripetuta. La complessità del nostro tempo induce senza dubbio il fatto che l’insegnante debba avere una forte motivazione al proprio lavoro, che è di tipo educativo. Pensiamo, infine, a quale sforzo, anche economico, la comunità debba sostenere per accompagnare o curare i docenti inadatti al loro ruolo, caduti in burn out, patologia che richiede assistenza medico-psicologica, ma spesso non riconosciuta. Ci permettiamo, inoltre, di segnalare che già anni fa l’E.P.A. (Associazione europea delle Associazioni di Genitori) aveva elaborato moduli formativi, anche finalizzati alla formazione iniziale dei docenti, relativi alla partnership fra insegnanti e genitori. È da notare che la formazione di docenti capaci di partnership richiede disponibilità nei docenti, poiché mette in discussione modelli, superati ma ancora persistenti, basati sullo status sociale: in un rapporto di partnership, infatti, vengono messi in discussione i tradizionali rapporti di potere. A seguito di ciò, parrebbe opportuno nel Regolamento oggi in esame citare esplicitamente fra le competenze richieste al docente la gestione e l’attuazione del Patto di Corresponsabilità Educativa fra Scuola e Genitori, introdotto nella scuola italiana modificando lo Statuto delle Studentesse e degli Studenti, con D.P.R. 21 novembre 2007, n. 235 pubblicato in Gazzetta Ufficiale 18 dicembre 2007, n. 293. Condividendo particolarmente alcuni passaggi dello Schema, quali la ineludibile necessità di competenze nella lingua inglese e nell’informatica, ma anche la previsione di percorsi specialistici sia per i docenti della scuola primaria che della secondaria (è ancora da superare una vetusta concezione piramidale della docenza, per orientare, auspicabilmente, all’introduzione della “docenza unica”, con “reversibilità” degli insegnanti fra i diversi gradi scolastici), poniamo all’attenzione della Commissione la necessità di un maggiore e diretto coinvolgimento delle istituzioni scolastiche nella gestione dei tirocini formativi.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Regionali Lazio: Alemanno scrive a Napolitano

Posted by fidest press agency su lunedì, 1 marzo 2010

“Mi rivolgo a Lei, massima autorità della nostra Repubblica, per manifestarLe la mia profonda preoccupazione per la situazione che si sta determinando nella città di Roma.  Come Lei sa, a causa di una vicenda controversa – su cui sono stati presentati esposti alla Procura della Repubblica – interpretata in chiave puramente formalistica dalle autorità preposte, vi è il concreto rischio che la lista del Popolo della Libertà non venga ammessa alle elezioni regionali del Lazio nella circoscrizione della provincia di Roma. Poiché il Popolo della Libertà è il partito che riscuote più consensi a Roma e nel Lazio, la sua esclusione determinerebbe l’impossibilità per un numero elevatissimo di cittadini della Capitale di esprimere compiutamente la propria scelta elettorale.  L’esclusione di quarantuno candidati, rappresentativi di un partito in grado di raccogliere almeno il quaranta per cento dell’elettorato, rischia di generare un vertiginoso aumento dell’astensionismo e una distorsione irrimediabile della composizione del Consiglio regionale del Lazio. La Regione Lazio è una istituzione democratica troppo importante per essere guidata da un Presidente, chiunque esso sia, eletto senza la piena partecipazione di tutti i cittadini.  Anche il Consiglio di Stato, che è il massimo organo giudicante in materia, ha stabilito in più occasioni che il diritto costituzionalmente garantito di poter esprimere liberamente il proprio voto, debba prevalere su ogni eventuale problematica formale o burocratica”

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gli immigrati in Lombardia

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 gennaio 2010

Milano 27 e giovedì 28 gennaio 2010 Centro Congressi della Fondazione Cariplo Via Romagnosi 8  Presentazione Rapporto ORIM su dieci anni di immigrazione in Lombardia. Il Convegno si articolerà in due giornate nel corso delle quali sono presentati gli esiti delle attività dell’Orim , con un’attenzione specifica alla ricostruzione storica di dieci anni di immigrazione in Lombardia relativamente ai suoi diversi aspetti (demografia, scuola, salute, lavoro, normativa, tratta, casa e accoglienza, progetti territoriali). Saranno inoltre affrontati i nodi critici e le problematicità connesse al processo migratorio, ma anche analizzate le possibili soluzioni e le buone pratiche presenti sul territorio, nella prospettiva di costruire un modello di integrazione lombardo. Il convegno si propone inoltre come momento di approfondimento con workshop tematici su aspetti specifici legati al tema migratorio (scuola e formazione, salute, famiglia e ricongiungimenti, tratta, integrazione abitativa, lavorativa e linguistica) e sarà ulteriormente arricchito da testimonianze su storie di migrazione e percorsi di integrazione.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Buste supermercati a pagamento

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 Mag 2009

“Ora basta, la misura è colma, non possiamo permettere che questa vergognosa consuetudine permanga, nel silenzio delle istituzioni e nell’assuefazione dei cittadini”. Questo il commento di Antonello De Pierro, presidente del movimento Italia dei Diritti, a proposito dell’iniziativa da lui lanciata per sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema delle buste della spesa a pagamento. Qualche mese fa De Pierro aveva deciso di occuparsi attivamente di questa problematica, lanciando un’azione di tutela dei consumatori che prevedeva la pubblicazione sul sito dell’Italia dei Diritti e sul portale d’informazione Italymedia.it,  da lui diretto, di una lista dei supermercati virtuosi, disponibili a risparmiare ai propri clienti questo ennesimo esborso. “I risultati del monitoraggio da noi avviato – ha poi aggiunto il presidente De Pierro –  ci hanno restituito un’immagine desolante della grande distribuzione capitolina. In città, non c’è esercizio che sfugga a questa furbesca prassi. Noi come Italia dei Diritti saremo in prima linea nel progettare e realizzare iniziative di boicottaggio e denuncia, per sollecitare anche il varo di una legge che impedisca l’imposizione di  questa assurda gabella. E’ illogico che gli esercenti facciano pubblicità a se stessi a spese della gente. Se proprio vogliono far pagare i sacchetti di plastica, tolgano il logo pubblicitario della catena. Sono alquanto sconcertato di fronte all’immobilismo delle istituzioni nell’accettare passivamente questa ignobile pratica che contrasteremo avvalendoci di tutti i mezzi a nostra disposizione. Annuncio fin d’ora che presto inizierò una serie di incatenamenti quartiere per quartiere di fronte ai supermercati che in media incassano in questo modo 60.000 euro all’anno”.

Posted in Cronaca/News, Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Arriva in rete www.lamiaaria.it

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 aprile 2009

Un click e sai cosa respiri.  Informare i cittadini con dati oggettivi elaborati grazie ad un evoluto sistema di modellistica atmosferica su una problematica d’interesse quotidiano per tutti come la qualità dell’aria che respiriamo. Con questo obiettivo Take Air srl dà il via al nuovo sito http://www.lamiaaria.it,  uno strumento gratuito unico in Europa per quanto riguarda la ricchezza e l’accessibilità ai dati sull’inquinamento atmosferico.  Il sito è stato presentato ieri a Roma in una conferenza stampa, moderata da Renato Nunziata della redazione Rai Gr Parlamento,  presso l’Hotel Nazionale in piazza Montecitorio 131.  Punto di forza del nuovo servizio la previsione quotidiana sulla qualità dell’aria per cinque giorni per ognuno degli 8.100 Comuni d’Italia. Lo strumento vuole essere il trait d’union tra le organizzazioni istituzionali che si occupano del controllo atmosferico sul territorio e i cittadini, “traducendo” in termini di salubrità dell’aria la molteplicità di dati che  riguardano le diverse sostanze inquinanti. Con un semplice click ogni giorno chiunque potrà verificare se l’aria che respira è salubre.  L’iniziativa arriva in un momento in cui il “respiro” in quanto tale è sotto osservazione. Strettissima infatti la correlazione tra qualità dell’aria e patologie respiratorie e cardiovascolari. Non a caso l’ultima Giornata Meteorologica Mondiale che si è tenuta a Ginevra il 23 marzo scorso aveva come tema di dibattito “Il tempo, il clima e l’aria che respiriamo” ponendo in evidenza come i gas e le sostanze che vengono emessi nell’atmosfera abbiano una influenza diretta sulla salute della popolazione, le condizioni meteorologiche e il clima. Anche l’Organizzazione Mondiale della Sanità, con la visione di “un mondo in cui tutti respirino liberamente” ha creato la Global Alliance against Chronic Respiratory Diseases. Lamiaaria.it vuole essere uno strumento al servizio delle famiglie, delle mamme dubbiose se portare a spasso i propri bimbi nei parchi e nelle strade delle città, dei cittadini delle grandi aree metropolitane come delle piccole comunità territoriali, delle quali troppo spesso non si parla ma che purtroppo non sempre sono esenti da problemi di inquinamento dell’aria.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Regione Lazio. Problematiche disabili

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 marzo 2009

“Fa bene il presidente Marrazzo – dichiara Maria Antonietta Grosso, capogruppo del PdCI alla Pisana – ad annunciare che bisogna fare qualcosa per i disabili. Per farlo, caro Presidente, ed io mi rendo disponibile ad accompagnarla per mano, bisogna intanto uscire dalla splendida casa di vetro che si è costruito, liberarsi di nutrite scorte di cui è circondato, rinunciare a pensarsi, utilizzando anche il proprio personale per privilegi personali ed esclusivi, onnipotente e ricordare che in realtà, in questi quattro anni, per la disabilità, si è fatto poco o niente e la situazione per tutti coloro che vivono questo problema non è molto diversa da quella che abbiamo ereditato, anzi in alcuni casi è peggiorata. Sono incontabili le comunicazioni arrivate al suo indirizzo attraverso “dillo a Marrazzo” e che sicuramente non avrà mai letto e, dulcis in fundo, quando si è trattato di sostenere la legge per i disabili definita CAUD, che ha trovato in aula l’unanimità di tutti i consiglieri e che è frutto di un lavoro paziente che ha coinvolto tutti coloro che lavorano ed operano su tale problematica, si sono riservate per la stessa solo alcune briciole rendendola di fatto faticosamente realizzabile. E lo sa, caro Presidente, spero che qualcuno lo abbia messo al corrente, che solo alcune delle “sue” ASL hanno la presa in carico del disabile adulto lasciando la gran parte di essi sospesi nel “limbo”? Ho l’impressione – aggiunge Maria Antonietta Grosso – che dopo il silenzio e scelte non sempre oculate da parte della nostra Regione noi non si abbia bisogno di mirabolanti dichiarazioni ma di cose concrete. Ci aspettiamo, dunque, nonostante il lungo ritardo, che alle buone intenzioni si dia seguito intervendo a trecentosessanta gradi su tutta la materia, dando risposte, controllando i centri esistenti, garantendo un servizio efficiente e funzionale, valorizzando chi opera nel settore e in primis le stesse famiglie dei disabili evitando, soprattutto, che il dramma della disabilità non sia un ulteriore “affare” per alcuni ma un problema di tutta la collettività ed una delle priorità di chi intende governare dalla parte dei cittadini”.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »