Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Posts Tagged ‘procida’

La Capitale Italiana della Cultura 2022 sarà Procida ma per Trapani il sogno continua

Posted by fidest press agency su mercoledì, 20 gennaio 2021

Trapani. L’ufficialità è stata data in diretta sul canale YouTube del MiBACT dal ministro dei Beni e delle attività culturali e del turismo Dario Franceschini al termine dei lavori della giuria di selezione. Il sindaco Tranchida è stato menzionato dal presidente della giuria Stefano Baia Curioni. Durante il collegamento online è stata comunque elogiata la proposta della città di Trapani, avanzata durante l’audizione, di premiare tutte le dieci città finaliste a Capitali della Cultura, in seguito alla particolare condizione dettata dalla pandemia.«Abbiamo realizzato un progetto di rilancio e di rivoluzione culturale con passione e impegno, siamo arrivati in finale, a dimostrazione della credibilità e serietà del lavoro fatto. Faremo comunque tesoro del metodo di lavoro che ci ha portato a disegnare un progetto unitario e con questa nuova visione territoriale del Patto per la cultura Trapanese realizzeremo ugualmente il progetto che abbiamo pensato. Vorremmo che il 2022 fosse l’anno del rilancio del sistema Italia, della bellezza del Paese. Nei prossimi giorni verranno invitate in un webinar Procida in primis e tutte le città finaliste per mettere insieme il filo rosso della cultura e siglare il Patto per l’Italia della cultura» – così dichiara Giacomo Tranchida, sindaco di Trapani. «Trapani possiede un’energia creativa. Il traguardo raggiunto è già motivo d’orgoglio per tutti noi. Abbiamo creato il “Patto per la cultura” e continueremo a lavorare per il futuro del nostro territorio. La chiave della comunicazione da oggi sarà “Trapani, custodi del passato, cultori del futuro”» – così continua Rosalia D’Alì.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

A 50 anni dalla pubblicazione de “Il mondo salvato dai ragazzini”

Posted by fidest press agency su giovedì, 31 Maggio 2018

Procida 1 e 2 giugno località Terra murata Piazza Marina Grande cerimonia conclusiva per il primo anno di attività svolte a Procida da un progetto culturale e sociale corale continuativo, nel nome di Elsa Morante. La presentazione è stata aperta da un applaudito reading di Rosaria De Cicco e Nello Mascia, tratto da Il mondo salvato dai ragazzini di Elsa Morante, ispiratrice di questo progetto: realizzato in collaborazione anche con il mensile «Andersen – il mondo dell’infanzia» diretto da Barbara Schiaffino, l’ente di formazione Agita Teatro, tutta la comunità educante (coordinata da Pina Cucurullo, segretario della Giuria Tecnica del Premio) e le due librerie dell’isola, Graziella e Nutrimenti, con il supporto iniziale della Fondazione Banco di Napoli. «L’azione culturale dell’Associazione Kolibrì è garanzia di qualità nel campo della civiltà dell’infanzia, in piena sintonia con lo spirito della Fondazione, laboratorio che intende creare armonia tra le manifestazioni culturali, educando alla lettura e alla bellezza» afferma il Presidente Ciruzzi. «Perciò – continua – la Fondazione Premio Napoli accoglie questo sodalizio, che aprirà anche le nostre iniziative al riconoscimento condiviso delle migliori voci della letteratura giovanile, nel segno di una cultura partecipata e dell’interazione con i giovani che è il miglior antidoto all’orrore dilagante che pensa di sconfiggere l’illegalità con la repressione. Non c’è sicurezza senza crescita culturale, investimento nel welfare e una educazione precoce alla bellezza».
«Questo progetto – aggiunge il sindaco di Procida Raimondo Ambrosino – sottolinea e rafforza lo storico legame tra l’isola e Napoli, con un omaggio a Elsa Morante che celebra la partecipazione attiva dei nostri bambini, in una condivisione culturale più ampia della nostra piccola realtà di provincia». Una «piccola isola ma con una grande scuola» gli fa eco la dirigente Martano, napoletana da tre anni a Procida, che grazie a questa esperienza si è annoverata tra i «Felici Pochi» morantiani. Un’isola che conta, infatti, quasi 1500 bambini e ragazzi «i quali, contraddicendo gli stereotipi degli adulti Infelici Molti – ironizza Martano – amano, e come, leggere: ma solo quando trovano proposte di senso, di interesse e accattivanti come questa».
«Questo progetto – dice Lubrano Lavadera – ci ha fatto sognare con il suo respiro controcorrente di fraternità e di educazione alla pace. Un grande sogno che ne contiene un altro: l’auspicio di restituire alla fruizione pubblica i locali dell’opificio dell’ex Carcere Borbonico a Terra Murata, sito che vorremmo destinare alla Casa delle Arti dei Bambini e Ragazzi». In questo senso, aggiunge Trotta illustrando le tappe del progetto, «Procida salvata dai ragazzini è anche una sfida, un cammino condiviso, una fucina di idee in movimento che aspira a creare ponti con altre realtà, nel segno dei più giovani e dei beni relazionali». Di qui il primo gemellaggio con i ragazzini della Comunità Montana di Vico Equense (I.C Caulino), che con la guida di Guadagnuolo apriranno le manifestazioni conclusive sull’isola, mettendo in scena una parte de Il mondo salvato dai ragazzini. «Sono i primi “vascelli vagabondi” che suggellano una straordinaria esperienza formativa partecipata dal basso, che ha registrato da subito un entusiastico riscontro nei bravi docenti e allievi dell’isola».

Posted in Cronaca/News, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il modo di intendere il turismo nei Campi Flegrei”

Posted by fidest press agency su lunedì, 21 settembre 2015

Marina SgamatoSi è conclusa la X edizione di Malazè, l’evento enoarcheogastronomico dei Campi Flegrei. Nell’arco di dieci giorni (dal 5 al 15 settembre) si sono svolte iniziative culturali, visite guidate, cene a tema, spettacoli, rappresentazione teatrali e tanto altro nei siti archeologici, siti naturali e locali dei comuni di Pozzuoli, Quarto, Bacoli, Monte di Procida, Procida e Napoli. L’edizione 2015 è stata un’occasione per riflettere sul passato e proiettare Malazè verso il futuro, accompagnando i Campi Flegrei a strutturare un’economia basata sulla cultura e sul turismo sostenibile. Grande partecipazione a tutti gli eventi.Successo per la Mostra di Design Humandesignforfood curata nelle sale di palazzo Migliaresi al Rione Terra dalla Adi Campania e patrocinata dalla Fondazione Città della Scienza, da Slow Food Campania, della Seconda Università di Napoli. Oltre alla presentazione della Guida Slow Food, quest’anno hanno riscontrato molta partecipazione di pubblico gli eventi a cui hanno partecipato i pizzaioli Enzo Coccia e Franco Pepe; l’evento Una Dea al Tempio di Ciro Coccia è stato l’evento che in assoluto ha avuto più presenze: quasi 400 persone.L’associazione organizzativa Campi Flegrei a Tavola in questa edizione è stata affiancata dalla società Ravello Creative Lab insieme alla quale sono stati organizzati quattro eventi speciali: Giorgio Albertazzi che ha recitato “Memorie di Adriano” nella stadio Antonino Pio di Pozzuoli, l’apertura dopo 2000 anni del Macellum-Tempio di Serapide a Pozzuoli, il concerto di Pietra Montecorvino a Monte di Procida e lettura dell’Eneide di Peppe Lanzetta al Castello di Baia a Bacoli. Le iniziative sono patrocinate del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali – Polo Museale regionale della Campania e Soprintendenza Archeologia della Campania e finanziate da Sviluppo Campania – Piano Campania SiCura iniziative per il rilancio del comparto agroalimentare della Campania.Nell’ambito di Malazè si sono svolti due concorsi. La prima edizione del concorso fotografico “Premio Campi Flegrei” con tema “Terra Madre, i colori della terra” a cura di Flegrea Photo ha registrato questi risultati: premio all’autore (ex aequo): Mauro Cangemi di Napoli e Giorgio Cappiello di Casapulla di Caserta; primo premio alla migliore foto (ex aequo): Antonio Cunico di Vicenza e Anna Pane di Napoli; secondo premio migliore foto: Giuseppe Mazzeo di Pozzuoli. Menzioni speciali ai napoletani Marzia Bertelli, Alessandra Cardone, Elisabetta Cartiere, Francesca De Caro, Ciro Iacobelli e Viviana Rasulo. L’evento è stato organizzato con il patrocinio della Federazione Italiana Associazioni Fotografiche. La giuria era composta da Antonio Biasucci, Chiara Reale, Enzo Buono e Francesco Soranno.Per la terza edizione de “La Grande Abbuffata”, concorso di cortometraggi a tema enogastronomico, la giuria, composta da Giulia Cannada Bartoli (giornalista enogastronomica), Lorenzo D’Amelio (regista), Patrizio Rispo (attore), Antonella Stefanucci (attrice) e Johanna Wand (Goethe Institut Napoli), ha assegnato il premio come miglior cortometraggio a “Primera Comunion”, di Chiara Sulis e la menzione speciale a “Il Quaderno”, di Valentina Capone e a “Sassywood”, di Antonio Andrisani e Vito Cea. Il Premio del Pubblico, messo in palio da Tenuta Matilde Zasso, viene attribuito a “Sassywood”, di Antonio Andrisani e Vito Cea. Secondo classificato “Il Quaderno”, di Valentina Capone. Terzo classificato “Naples: the art of food”, di Alfonso Postiglione. La rassegna “La Grande Abbuffata” è curata dal festival internazionale di cortometraggi al femminile A Corto di Donne e si avvale della direzione artistica dello storico del cinema Giuseppe Borrone e della regia tecnica di Maria Di Razza.”Con la X edizione – ha affermato Rosario Mattera, ideatore ed organizzatore di Malazè – è stata la conferma della bontà del nostro progetto. Quello che dicevamo dieci anni fa è stato confermato in tutti questi anni. Fin dal primo momento abbiamo puntato ad un target medio-alto: il che non significa aver puntato solo su chi ha più possibilità di spendere, ma abbiamo puntato sul tipo di mentalità. Quest’anno abbiamo registrato numerose presenze straniere che hanno scelto di visitare l’area flegrea in questo periodo di Malazè. Per la prima volta circa cento turisti americani che pernottavano in Costiera Amalfitana hanno deciso di visitare i Campi Flegrei attratti da Malazè. Quest’anno abbiamo lanciato anche la prima Guida Enogastronomica targata Malazè dando risalto ai nostri partner. Pubblicheremo anche una guida online in lingua inglese e danese. Siamo una rete e continueremo a lavorare in questo modo. Presto ci saranno importanti novità per lanciare i nostri prodotti con marchio tipicamenteflegreo”. (foto: Marina Sgamato)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »