Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 348

Posts Tagged ‘procure’

Gerarchizzazione delle procure?

Posted by fidest press agency su domenica, 15 ottobre 2017

tribunale“Mi unisco alle preoccupazioni di una “deriva autoritaria” espresse da Autonomia e Indipendenza a causa di una circolare che il Csm starebbe mettendo a punto sulle Procure. Gerarchizzarle completamente, rafforzando i poteri del procuratore e togliendo ulteriormente autonomia ai pm sarebbe un errore gravissimo. Sarebbe auspicabile, invece, un’inversione di tendenza dopo l’errore fatto anni fa di accentrare i poteri nelle mani dei Procuratori della Repubblica. Mi auguro che il Csm rifletta bene e voglia difendere e rafforzare l’indipendenza dei singoli pubblici ministeri”. È quanto dichiara Edmondo Cirielli, deputato di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale, responsabile del Dipartimento Giustizia del partito.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Dimitte voces accipe sensum

Posted by fidest press agency su lunedì, 12 settembre 2011

Ginger and Cinnamon

Image via Wikipedia

Tralascia la parola, cogli il senso. E’ questa la regola d’oro tra quanti ascoltano il “vociare” della politica, fatta di promesse, di bugie, di disinformazione, di provocazioni e chi più ne ha più ne metta. Abbiamo tante, tantissime parole in libera uscita che è arduo dare loro un ordine, una misura, una spiegazione logica. E’ che, come nel detto latino, dobbiamo abituarci, per vederci chiaro, a capire ciò che si nasconde dietro il paravento delle parole. La recente finanziaria è un campione di parole vendute al vento, raccolte dagli ingenui, smerciate dai furbi e dagli opportunisti delle opposte fazioni per gli usi di comodo. Se fossimo andati diritto alle riserve mentali che opportunamente nascondevano e ne avessimo colto il senso, con molta probabilità oggi saremmo più arrabbiati di prima, più offesi nei confronti di chi ha carpito la nostra buona fede, per aver fatto mercimonio delle nostre idee e principi. Lo stesso dovremmo dire per le note vicende del nostro presidente del Consiglio. Sfido chiunque a voler negare che si tratti non di un caso raro ma unico. Lo hanno attraversato 49 indagini delle procure, alcuni sono stati rinvii a giudizio seguiti da processi e per tutta questa mole di atti che ci dicono le parole? Che è tutto un accanimento giudiziario, che sono tutte invenzioni dei giudici brigatisti, eversivi, persecutori di vittime innocenti. Sono state intercettate telefonate a dir poco compromettenti per fissare appuntamenti con escort, passate per signorine di buona società in visita al premier per farsi emendare dai loro traviati costumi e che qualcuno vi abbia pure speculato per trarne illeciti profitti ricattando il padrone di casa. E noi, anche questa volta, ci siamo fermati alle parole. E sono sempre le parole che generano applausi convincendoci che tutto è normale, tutto è conforme allo spirito degli italiani, donnaioli, seduttori, cacciatori di avventure erotiche, guardoni. Ma sono sempre e solo parole. Possibile che non siamo tanto maturi da andare oltre e fermarci a coglierne il senso? (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Confronti/Your and my opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Bomba al tribunale di Reggio Calabria

Posted by fidest press agency su lunedì, 4 gennaio 2010

“Quanto accaduto a Reggio Calabria ha dell’inquietante che non può essere sottovalutato”. A dirlo è Franco Maccari, Segretario Generale del Coisp – il Sindacato Indipendente di Polizia, riferendosi all’attentato dinamitardo perpetratosi al Tribunale di Reggio Calabria, che per fortuna non ha avuto conseguenze gravi per le persone. “Il Coisp – afferma Maccari – esprime tutta la sua solidarietà ai Magistrati che lavorano nelle Procure “di confine” ed assicura che le Forze dell’Ordine non faranno mai mancare il proprio appoggio per portare avanti indagini, a volte delicatissime, intese a sgominare pericolose bande di delinquenti”. “Nessuno – continua il Segretario Generale del Coisp – può pensare di intimidire la giustizia o peggio ancora di colpirla al cuore. Però – conclude Maccari – questo episodio deve suggerire al Governo, così come ha anche sottolineato oggi dal Procuratore Grasso, che l’intelligence investigativa istituzionale deve essere rinforzato con uomini e mezzi, compresa la tecnologia adatta, e non attraverso scorciatoie che non assicurano sicurezza ma consentono di distogliere l’attenzione mentre, una delinquenza senza scrupoli, alza il tiro”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »