Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Posts Tagged ‘professionalità’

Disponibilità, professionalità, confronto, ascolto e aiuto

Posted by fidest press agency su sabato, 25 aprile 2020

Ecco le cinque parole chiave del servizio ‘Ido con Voi’, che l’Istituto di Ortofonologia ha sviluppato all’interno di una più ampia cornice progettuale del Ministero dell’Istruzione, in collaborazione con la Società italiana di pediatria. È un servizio gratuito di supporto, rivolto principalmente alle famiglie di minori in condizioni di disagio e/o disabilità, attivo 7 giorni su 7. Il genitore interessato potrà contattarlo tramite email o messaggi telefonici (sms e whatsapp), ma a chiedere aiuto sono stati anche tanti insegnanti ed educatori. Da una settimana il servizio dell’IdO si è arricchito di una importante novità: “Dall’esperienza di oltre un mese di ‘Ido con Voi’ e dal confronto costante tra gli operatori coinvolti- racconta Elena Vanadia, neuropsichiatra infantile dell’IdO- è nata l’idea dello spazio in videoconferenza ‘Esperti e famiglie’, rivolto a gruppi di genitori e operatori per l’infanzia che condividono uno stesso argomento di interesse e necessità”.
In totale sono sei gli spazi messi a disposizione e focalizzati su aree tematiche differenti: la gestione della rabbia e dell’aggressività; la gestione delle emozioni nella fascia d’età 0-6; la difficile esperienza genitoriale in tempo di pandemia; le difficoltà di apprendimento; i disturbi dello spettro autistico; le famiglie adottive; infine, le famiglie di bambini e ragazzi con plusdotazione intellettiva. “Sono spazi di ascolto attivo, di incontro e confronto, e anche di risignificazione- spiega la neuropsichiatra- spazi di aiuto reciproco da parte di esperti che in co-conduzione portano avanti ciascun gruppo per tre incontri”.
Alla luce della tradizione e dell’esperienza dell’IdO con le attività gruppali e con le situazioni di emergenza, “abbiamo voluto attualizzare e innovare la proposta di supporto- chiarisce Vanadia- per rispondere alla situazione contingente che ci obbliga a ripensare l’assistenza e la riabilitazione, investendo sulle risorse umane e relazionali familiari”. L’IdO mette a disposizione degli italiani una equipe multiprofessionale, per garantire un’assistenza globale che avviene a distanza e nel rispetto dei percorsi eventualmente già intrapresi, nonché delle situazioni specifiche.
“Nell’emergenza ci sono azioni che vanno attivate tempestivamente secondo protocolli preesistenti, come ci insegnano i colleghi dei reparti di emergenza-urgenza, rianimazione e le istituzioni come la protezione civile; poi ce ne sono altre che devono essere pensate e pianificate solo in rapporto all’analisi del bisogno specifico. A queste bisogna rispondere con serietà, rigore e dinamicità, sempre nel pieno rispetto dell’individualità e della complessità, che oggi riguarda l’esperienza nuova e per molti aspetti drammatica dei bambini, dei ragazzi e dei loro genitori”.
Vanadia segue il gruppo per la gestione delle emozioni 0-6. “È composto da due coppie di genitori, una mamma, un’insegnante di sostegno, un’educatrice di nido e una pedagogista. È condotto da un neuropsichiatra e una logopedista con particolare esperienza in questa fascia d’età. Il primo incontro è stato chiaramente un primo momento di conoscenza, ma già subito anche di condivisione e confronto. Da prospettive differenti è stato possibile osservare la sfera emozionale dell’infanzia- racconta la neuropsichiatra infantile dell’idO- ed è stato interessante il movimento che si è creato, che ha portato le mamme a sentirsi unite nella difficoltà e, quindi, non sole in un periodo che impone isolamento e solitudine. i genitori si sono confrontati con gli educatori e viceversa- continua Vanadia- per capire ciascuno le difficoltà e le esigenze e le proposte reciproche. Tutti noi siamo stati portati ad arricchire quello spazio personale, peripersonale e sociale dentro cui, se non diamo residenza alle esperienze personali che stiamo vivendo- conclude- sarà difficile svolgere in modo costruttivo il proprio ruolo e rimanere quello stabile punto di riferimento di cui i più piccoli hanno bisogno, ora più che mai”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Scuola – Pacifico (Anief): “Bisogna aumentare i compensi

Posted by fidest press agency su domenica, 25 agosto 2019

Il personale della scuola italiana lavora di più e guadagna di meno rispetto a gran parte dei lavoratori europei dello stesso settore. “Ha ragione la Ragioneria dello Stato – sottolinea il presidente nazionale di Anief, Marcello Pacifico, intervistato da Italia Stampa. – nel senso che tra i dipendenti pubblici i più poveri sono i lavoratori della scuola. Sembra incredibile ma è così, piuttosto che valorizzare chi insegna ai nostri figli, si continua a svilirne la professionalità. In media, rispetto ai colleghi europei, guadagnano tremila euro in meno all’anno, e bisogna tener conto che molti precari hanno il compenso iniziale. Tutto questo, da dieci anni, a causa del blocco degli stipendi, che si sono slegati dall’inflazione, sono ben dieci punti sotto, nonostante gli aumenti dell’ultimo contratto”.Invertire la rotta è possibile, occorre arrestare l’emorragia, prima che sia troppo tardi. Il giovane sindacato autonomo lo spiega da parecchio tempo, ma a orecchie sorde a questo tipo di sollecitazioni. L’auspicio è che un eventuale nuovo esecutivo, dopo la caduta del governo Conte, si decida ad ascoltare i consigli di Anief.
“Avevamo portato le nostre proposte – ricorda Pacifico, nell’intervista radiofonica a Italia Stampa – per aumenti di stipendi grazie ai risparmi della legge 133/2008, senza ulteriori oneri per le casse dello Stato. Sarebbero 200 euro di aumento a testa, un minimo per ripartire, anche se non colmerebbe il distacco con l’Europa. È stato dimostrato che i nostri insegnanti lavorano di più e tuttavia guadagnano meno, ad esempio quasi la metà dei colleghi tedeschi. Speriamo che il prossimo governo ascolti la nostra voce, ritoccare io compensi è un provvedimento da fare presto, col rinnovo del contratto, saremmo disposti a firmarlo subito se ci fossero gli aumenti che auspichiamo per tutto il personale della scuola”. (dall’intervista del presidente nazionale di Anief ai microfoni di Italia Stampa)

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Solidarietà e professionalità per il futuro dei giovani

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 luglio 2019

Roma Giovedì 11 luglio 2019, alle 10.30, in via degli Aldobrandeschi 190, si terrà l’Open Day dell’Università Europea di Roma, giornata di accoglienza e di orientamento dedicata a chi desidera conoscere l’ateneo. I docenti dell’Università Europea di Roma illustreranno i Corsi di Laurea in Economia, Giurisprudenza, Psicologia, Turismo e Valorizzazione del Territorio e Scienze della Formazione Primaria, con una specifica attenzione agli sbocchi professionali.L’Università Europea di Roma, nell’Open Day, offrirà anche uno spazio dedicato ai genitori, affinché possano meglio conoscere la struttura che accoglierà i loro ragazzi.Gli elementi fondamentali del progetto formativo dell’Università Europea di Roma sono la qualità accademica, i servizi di tutoring, che permettono di studiare in maniera efficace e laurearsi nei tempi previsti, le attività di formazione necessarie per sviluppare le qualità umane, le esperienze all’estero per qualificarsi maggiormente e approfondire la conoscenza delle lingue e il servizio di Job Placement, che avvicina gli studenti alla realtà lavorativa del territorio. Tutto questo rende il progetto formativo in grado di formare professionisti con valori umani, capaci di incidere positivamente nella società.L’Università Europea di Roma, infatti, ha tra i suoi obiettivi principali la formazione della persona: una formazione che consenta non solo l’acquisizione di competenze professionali, ma che orienti anche i giovani ad una crescita personale e sviluppi uno spirito di servizio per gli altri.Per questa ragione gli studenti sono chiamati a partecipare per un anno ad attività di responsabilità sociale, che sono un servizio volto a promuovere i valori della convivenza e dell’accoglienza.Il servizio per gli altri è un’opportunità di formazione che l’Università Europea di Roma ha voluto offrire ai giovani fin dalla sua fondazione, per aiutare i più bisognosi con spirito di amicizia e di solidarietà.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Voli aerei: Muoversi in un ginepraio tra business, maleducazione, furbizie e anche umanita’ e professionalita’

Posted by fidest press agency su lunedì, 7 agosto 2017

aeroporto leonardo da vinciL’aereo e’ uno dei mezzi piu’ importanti della mobilita’ individuale, sicuramente e’ il piu’ importante per i lunghi tragitti. E la comparsa delle compagnie low cost, con la ricaduta concorrenziale anche su chi low cost non e’, sta portando sempre piu’ viaggiatori a preferire questo mezzo di trasporto ad altri, essenzialmente in sostituzione di navi, treni e autobus a lunga percorrenza.
Un fenomeno importante per la nostra crescita culturale ed educativa, che presenta -pero’- alcune pecche (talvolta voragini) organizzative ed umane. Le prime (organizzative) perche’ le esigenze di risparmio di spese da parte di gestori di aeroporti e vettori aerei, non sempre sono in linea con qualita’ e sicurezza del servizio. Le seconde (umane) perche’ molti non sono ancora abituati ad usare questo mezzo di trasporto e -forse la considerazione piu’ pregnante- l’essere umano e’ tale in ogni ambito; specialmente quando deve socializzare, condividere e seguire istinti e culture ed educazioni: infido, perfido, imprevedibile, egoista, furbo, disonesto, opportunista, maleducato e -nel contempo- fidato, buono, prevedibile, altruista, schietto, onesto, coerente, educato. Il compito di chi e’ prestatore di un servizio (pubblico o privato che sia) e’, in questa consapevolezza, essere in grado di prestare la propria opera perche’ nessuno si faccia male e ognuno ottenga il giusto servizio per cui ha pagato. Piu’ facile a dirsi che a fare, ma noi dell’Aduc, ci proviamo ad aiutare ognuno a rimanere se stesso, a migliorare o, almeno, a ridurre il danno del suo impatto con gli altri utenti e i prestatori di servizi. Per accertarsene basta collegarsi al sito: http://www.aduc.it.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Formazione per favorire l’occupazione”

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 gennaio 2012

Sono aperte le pre-iscrizioni per l’anno formativo 2012-2013 ai corsi professionali triennali che il Comune di Roma organizza nei nove Centri di Formazione Professionale dislocati nel territorio cittadino. Il termine di scadenza per le pre-iscrizioni è il 31 marzo, mentre l’anno formativo inizierà a settembre 2012. I Centri offrono ai ragazzi dai 14 ai 18 anni la possibilità di completare l’obbligo formativo attraverso corsi interamente gratuiti nei quali saranno formate figure professionali di natura tecnico-pratica che verranno poi sostenute nell’inserimento del mondo del lavoro. I corsi proposti spaziano da operatore grafico informatico a operatore hardware, da elettricista montatore a meccanico, da estetista a operatore della ristorazione.I corsi prevedono sia lezioni teoriche in aula sia lezioni pratiche nei laboratori. L’insegnamento delle materie professionali viene svolto nei laboratori dei Centri e, attraverso i tirocini, presso le aziende sotto la guida di un tutor. Al termine del percorso formativo si sostiene un esame finale per ottenere un attestato di qualifica professionale e quindi inserirsi nel mondo del lavoro anche aprendo un’attività autonoma.
“L’offerta formativa di Roma Capitale – spiega l’Assessore alle Attività Produttive e al Lavoro Davide Bordoni – rappresenta un anello fondamentale delle politiche attive del lavoro e, insieme all’orientamento e all’inserimento lavorativo, offre ai cittadini opportunità di crescita personale e professionale, dando le stesse possibilità anche alle fasce deboli e svantaggiate. Attraverso i Centri di Formazione Professionale è possibile ampliare le opportunità di formazione sia nel settore delle nuove professionalità che in quello dei mestieri tradizionali”.Le pre-iscrizioni effettuate entro il 31 marzo dovranno essere confermate da parte dell’Amministrazione di Roma Capitale nel mese di luglio. Per ulteriori informazioni ci si può rivolgere all’URP di via dei Cerchi al numero 06 67106046 -3494; telefonare al Chiama Roma allo 060606 oppure consultare il sito http://www.comune.roma.it nell’area del Dipartimento Attività Economico-Produttive, Formazione e Lavoro.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sanità Sicilia: qualità assistenza

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 febbraio 2011

Partinico (Pa) 28 febbraio a partire dalle ore 11 presso l’ospedale “missione a Partinico e l’audizione dei responsabili dei distretti di Corleone e delle Madonie fa seguito alle richieste arrivate da parte di rappresentanti delle istituzioni locali e dei cittadini e si collega alle denunce di presunti errori sanitari su cui la Commissione ha avviato approfondimenti, ovvero episodi che segnalano il pericolo che in Sicilia, a causa di anomalie organizzative o funzionali, alcune strutture sanitarie periferiche si possano trasformare in mortificazione delle professionalità medica e, talora, in vere e proprie trappole per i cittadini”. Così il Presidente della Commissione parlamentare d’inchiesta sugli errori sanitari e le cause dei disavanzi sanitari regionali, l’on. Leoluca Orlando, ha commentato la presenza della delegazione della Commissione – composta, oltre che dal Presidente Orlando, dal Vicepresidente Giovanni Burtone e dall’on. Benedetto Fucci e che incontrerà i Direttori Generali dell’ASP di Palermo, Salvatore Cirignotta, e dell’Asp di Trapani, Fabrizio De Nicola, nonché dei manager dei distretti di Partinico, Corleone e Petralia: Giuseppa Scarpello, Salvatore Vizzi e Filippo Grippi.  “L’audizione del Direttore Generale della ASP Palermo – ha concluso Orlando – sarà, altresì, un’occasione per fare il punto sulle criticità del Servizio sanitario nella provincia di Palermo e, in particolare, sulla gravissima situazione del bilancio della Azienda, pesantemente censurato e ritenuto non approvabile, e tuttora non approvato, dai Revisori dei Conti”. Alle 15, nei locali dell’ospedale, la delegazione incontrerà i giornalisti in conferenza stampa.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Congratulazioni a Saponaro

Posted by fidest press agency su mercoledì, 21 luglio 2010

«Desidero esprimere le mie congratulazioni a Francesco Saponaro per l’elezione a neo presidente della XII commissione Piccola e media impresa, commercio e artigianato del Consiglio regionale del Lazio». Così in una nota l’assessore alle Politiche sociali del Comune di Roma, Sveva Belviso.  «Ho avuto l’occasione di conoscere di persona Francesco  – spiega Belviso – durante la scorsa campagna elettorale, e ho avuto modo di apprezzarne sia lo spessore politico sia la grande umanità. Sono sicura che anche in questo nuovo incarico saprà portare la sua grande esperienza e professionalità, qualità che l’hanno sempre contraddistinto».

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mediazione civile

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 aprile 2010

Potenziare la professionalità e gli organici in tempo di crisi. E’ possibile? La crisi, per i professionisti che investono nella conciliazione e nell’arbitrato, può essere un’occasione di affermazione e crescita sul mercato globale, ha affermato, il presidente dell’A.N.P.A.R. Giovanni Pecoraro, all’assemblea dei soci,  riunita per l’approvazione del Bilancio 2009.  “Valorizzare i conciliatori specializzati con A.N.P.A.R., è  l’obiettivo primario, della nostra associazione”.  L’A.N.P.A.R., da 2 dipendenti assunti nel 2007 a tempo parziale ha oggi un organico composto da 8 unità lavorative altamente qualificate, a tempo indeterminato  e nel rispetto dei C.C.N.L., oltre l’intero direttivo  composta da cinque professionisti. Tra questi, anche conciliatori specializzati, che  hanno voluto mettere a disposizione dell’Organismo  la loro professionalità rifiutando come già accade per l’intero  direttivo all’esercizio di attività conciliativa. In un periodo di crisi economica globale, molti sono stati gli studi professionali, obbligati a ridurre i costi, o a chiudere lo studio (30.000 chiusure nel solo anno 2009  e i dati del 2010 sono ancora più preoccupanti). Giovani talenti professionali, fuori dal mercato del lavoro? Non è una scelta che a me  piace, dice il presidente Pecoraro,  lo sviluppo delle libere attività professionali si rende oggi necessario anche in considerazione della minore disponibilità di capitale umano nella fascia giovane rispetto a vent’anni fa (secondo dati ISTAT nel 1988 la classe demografica dei ventenni contava 980.000 persone, scesi a 670.000 nel 2008 con solo il 9% di laureati all’interno di questa fascia di popolazione). La patria del lavoro  è ovunque si sta bene,  e se ci si guarda  attorno,  forse, l’Italia , almeno per l’esercizio della libera professione  è una patria dove il professionista dovrebbe trovarsi bene. Certo la nascita del nuovo istituto giuridico della  mediazione civile  ha allargato le possibilità di lavoro per  quel  9%  di  laureati che  attraverso un percorso formativo  altamente specializzato e breve  possono essere chiamati a  risolvere controversie  in materia di tutela di diritti disponibili  del cittadino. Ottimismo e speranza contro il pessimismo di quelli le cui parole non fanno più notizia. (Ufficio stampa –Giornalista A. Bove)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La banca degli occhi

Posted by fidest press agency su martedì, 16 marzo 2010

Roma “Continua lo sviluppo della Banca degli occhi del Lazio – dichiara Luigi D’Elia, Direttore Generale dell’Azienda ospedaliera San Giovanni – Addolorata – i cui risultati raggiunti nel 2009 la collocano ai livelli più alti tra le Banche degli occhi esistenti in Italia ed anche in Europa. Dal 2005 al 2009 le cornee esaminate sono passate da 530 a 1197 con un incremento del 126%, le cornee prelevate da 530 a 1197 con un incremento del 126% e le cornee trapiantate sono passate da 308 a 551 con un incremento del 79% tanto da consentire di ampliare l’attività fuori dai confini regionali. L’avere in partnership ospedali dell’Abruzzo, del Molise, della Campania e della Basilicata – prosegue D’Elia – rende merito alla professionalità degli operatori del Complesso ospedaliero. La Banca degli occhi avrà entro l’anno una nuova sede e laboratori nel Presidio ospedaliero Britannico, facente parte del Complesso ospedaliero San Giovanni – Addolorata, in cui l’Azienda – conclude D’Elia – ha riunite tutte le attività oftalmologiche sul piano clinico, della ricerca in collaborazione con la “Fondazione Bietti” e dell’attività ambulatoriale con la presenza del Centro per lo studio delle maculopatie che, istituito nel 2008, sempre in collaborazione con la “Fondazione Bietti”, nel solo anno 2009 ha effettuato 4326 prestazioni ambulatoriali e 98 interventi in D.H.”.
L’attività della Banca degli occhi dell’Azienda ospedaliera San Giovanni – Addolorata, infatti, è una realtà consolidata della sanità laziale, quale “Centro di Riferimento Regionale” per l’organizzazione dei prelievi di cornee, l’esame, la selezione, l’eventuale trattamento, la conservazione e consegna delle cornee oltre ad essere la seconda in Italia per l’attività che svolge è, ormai, anche un punto di riferimento sicuro per altre regioni del Centro sud oltre che avere solidi contatti con le più qualificate banche europee. La Banca degli occhi dell’Azienda ospedaliera San Giovanni – Addolorata svolge, inoltre, attività di promozione e sensibilizzazione per lo sviluppo delle donazioni e compiti di ricerca.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pon: Scuola matrigna

Posted by fidest press agency su venerdì, 5 marzo 2010

La scuola quando ha l’occasione di concretizzare i suoi propositi formativi si rivela allo stato dei fatti “matrigna”. Infatti nell’esplicazione dei PON (Programmi Operativi Nazionali), finanziati con risorse della Comunità Europea, alle istituzioni scolastiche è consentito di reclutare personale esterno all’amministrazione al fine di realizzare gli obiettivi previsti da tali progetti.  Le linee guida dei suddetti programmi operativi prevedono che i dirigenti scolastici, di concerto con il collegio dei docenti ed il consiglio di istituto, indichino idonei criteri di scelta per graduare i curricula richiesti agli esperti esterni mediante bandi pubblici.  Le attività degli esperti consistono in prestazioni di docenza inerenti al tipo di progetto realizzato, che richiede la partecipazione di varie professionalità esperte nelle discipline compatibili al raggiungimento degli obiettivi previsti dalla Comunità Europea.  Nulla quaestio per quanto riguarda i bandi richiedenti figure professionali del mondo socio-economico, atteso che la gara si svolge regolarmente fra giovani che mettono in bella mostra i loro curricula, articolati con l’indicazione dei master e dei vari stage svolti. Giammai un capitano di industria penserebbe di partecipare ad una gara pubblica, ostentando la sua lunga esperienza lavorativa, per la modica cifra di €. 80,00 (lordo onnicomprensivo) per ogni ora di docenza; lascia giustappunto tale opportunità ai nostri giovani laureati. Mentre così non è per quanto riguarda i bandi per gli incarichi di docenza di discipline del mondo scolastico in senso proprio (matematica, lingue, Italiano, latino ecc…), considerato che tali bandi hanno visto la partecipazione di una miriade di docenti in pensione che hanno pensato bene di partecipare e “vincere facile” approfittando del criterio di scelta dell’esperienza lavorativa.   Tali determinazioni non solo conferirebbero nuova linfa vitale al sistema dell’istruzione, ma consentirebbero agli operatori scolastici di realizzare concretamente ciò che la scuola dell’autonomia auspica:la realizzazione del cittadino  socialmente idoneo. (Giovanni D’Agata)

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il Meridione verso una brutta china

Posted by fidest press agency su domenica, 24 gennaio 2010

Di Nunziante Minichiello. Le statistiche rilevano che a migliaia giovani laureati sono costretti da ancestrale arretratezza, a lasciare la loro terra: l’inospitalità del Sud è di solito addebitata alla malavita, la quale comunque resta figlia legittima della società civile, obbligata a correggerla ed a portarla sulla giusta strada, sterilizzando l’habitat che la genera. Democrazia non nega difesa di propri interessi neanche a mediocrità a volte nociva e chiama tutti a gestire la cosa pubblica proprio per poter avere risultato migliore da maggior scelta di intelligenze, poiché una società si qualifica proprio per quello che sa produrre: poche e scadenti professionalità da bassa e rara scolarità non possono aspirare che a meschino risultato, tipico di società degradate. Politiche di destra, di centro e di sinistra non sono mai state in grado, vanterie solite a parte, non solo di risolvere, ma neanche di avviare a soluzione il problema del Mezzogiorno d’Italia, che non è un problema di latitudine, di economia o di natura, ma di cultura in senso lato e di cultura di governo in senso stretto: tranne quelle degli emigranti Filangieri e De Sanctis, tutte le culture orientano a godersi mare e cielo, che non rendono quello che possono, su di una terra, che non produce come può e che in genere è ostile al rinnovamento ed amica della peggiore conservazione, quella fondata sulla ignoranza e sul bisogno da asservimento, la quale permette libertà di emigrare e consente arte di arrangiarsi, tenendo aperte le  porte, in nome della propria sopravvivenza ed alla insegna di “uno ci deve comandare”, a qualsiasi dominazione. Chi ricopre cariche pubbliche nel Meridione non può esaurire la sua attività politica chiedendo solo e sempre sostegno al governo centrale, che forse non avverte neanche di impegnare i contributi per creare vero sviluppo, ma deve far tesoro dei contributi per utilizzare al meglio le risorse e le opportunità del Mezzogiorno, il quale non vincerà mai le sue miserie con l’ignoranza, con la impreparazione e con la superficialità, che mamma raccomandazione potrà solo infiocchettare, ma mai cancellare: religiosamente coltivati i migliori intelletti restino a casa. Le pubbliche istituzioni non facciano parlare più di sottosviluppo: competenza e solerzia siano d’esempio e di incoraggiamento al progresso, che la disponibilità di tanta conoscenza, ora irresponsabilmente avviata all’estero, renderà più facile: anche se forse non perseguibile penalmente, il crimine più grosso che si va consumando nei sottosviluppi in genere è proprio il negare la giusta istruzione a tutti, aggravato nel Sud dal privarsi di professionalità e dal conseguente  ridursi ad abitato di vecchi e di ignoranti. La malavita, implicata, come si dice e si legge, in affari, in pratica in imprese, sarà costretta a capire che non può continuare all’infinito senza avere in famiglia le conoscenze necessarie a gestire attività nella legalità ed al livello dei tempi: buon senso consiglierebbe a chiunque, quindi anche ad
elementi definiti malavitosi, di arricchirsi senza temere l’arrivo della legge a vanificare fatiche, rischi e pure reati. Allora chi non si preoccupa di formare e di impiegare migliori energie, indispensabili a reggere il confronto con altre società e ad emergere, cioè a crescere ed a progredire? chi non sa utilizzare e chi non vuole utilizzare laureati come gli ottantamila emigrati negli ultimi cinque anni, abbandonando, coscientemente od incoscientemente, il Sud al suo destino? Si lascino da parte realismo e pragmatismo e ci si preoccupi di rispettare la Costituzione: chi non giova alla comunità, per non soddisfacenti pil, occupazione, emigrazione e vivibilità,  lasci la carica a norma dell’articolo 54 della Costituzione, per non aver svolto l’officium con disciplina e con onore: si può concedere pure  contentino, la carica però passi di mano. Una volta s’andava da Cincinnato a dirgli che la res publica aveva bisogno di lui: oggi le cariche pubbliche sono costose aste per prescelti da grandi capi  per motivi, che, stando ai risultati, hanno poco a che vedere con gli interessi del popolo, che, coinvolto, tifa e vota. http://www.minichiello.it (Nunziante Minichiello)

Posted in Confronti/Your and my opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Formazione e rilancio

Posted by fidest press agency su mercoledì, 30 dicembre 2009

“Il ruolo primario della formazione – scrive l’Unci (Unione Nazionale Cooperative Italiane) in una nota inviata al Ministero del Lavoro è oggi sottolineato da più parti, ma concretamente continua ancora a mancare una reale iniziativa di rilancio. Occorre ridisegnare la politica formativa partendo dalle esigenze del mondo del lavoro mediante percorsi formativi per figure professionali che hanno scarse possibilità di trovare sbocchi occupazionali”. Sulla formazione, infatti, l’Unci propone di prestare particolare attenzione agli Enti Bilaterali costituiti fra le organizzazioni imprenditoriali e dei lavoratori finalizzati a progettare o gestire direttamente gli interventi necessari alle istanze di cambiamento dei profili e delle conoscenze professionali. L’acquisizione di professionalità richieste dalle imprese deve avvenire con un’alternanza scuola/lavoro che consenta di avere uno stretto collegamento fra i due comparti. Per quanto riguarda, nello specifico, il settore economico cooperativo e le relative professionalità da formare l’UNCI ritiene importante la diffusione dei principi cooperativistici già a partire dal livello scolastico, con veri e propri progetti mirati di cultura cooperativa. Solo attraverso il conseguimento dell’obiettivo di un apprendimento continuo mediante la formazione mirata è possibile prevenire e combattere il fenomeno delle cooperative spurie.Infine, l’Unci auspica un rifinanziamento della legge 127/71 in quanto vede nella formazione cooperativa lo strumento in grado di affermare i reali principi cooperativistici, incentivando la collaborazione tra imprese, università e centri di ricerca e la creazione di associazioni e consorzi specifici.

Posted in Università/University, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Riconoscimento professionalità personale nidi

Posted by fidest press agency su lunedì, 14 dicembre 2009

Roma. La RdB del Comune di Roma accoglie positivamente le dichiarazioni dell’assessore Laura  Marsilio in merito al riconoscimento della professionalità del personale educativo e della capacità di coinvolgimento dei  genitori nei processi di cura extrafamiliare. Non si riesce invece a comprendere in cosa si concretizzi l’attenzione verso la qualità dei nidi da parte del Comune di Roma, visto che in questi anni le politiche all’infanzia sono state caratterizzate da pesanti tagli agli organici tali da mettere in crisi tutto il modello educativo. E’ evidente che l’assessore dimentica le numerose proteste del personale e degli utenti che, proprio a causa di questi tagli, vivono  situazioni costantemente emergenziali. Da tempo la RdB denuncia la situazione drammatica in cui versano i nidi della capitale, denunce recentemente avvalorate anche dall’ Ente di controllo della Qualità dei Servizi del Comune di Roma. Inoltre, nei nidi in convenzione, il monitoraggio sulla qualità è del tutto inesistente. I 200 funzionari educativi in servizio, a cui viene demandato il controllo di oltre 670 strutture, sono infatti in numero decisamente insufficiente a garantire qualsiasi forma di controllo o di eventuale correttivo. Secondo la RdB, ai bambini e alle lavoratrici dei nidi, più che le altisonanti parole espresse dall’assessore Marsilio, sarebbe sicuramente più utile un numero adeguato di educatrici e di funzionari tale da realizzare concretamente le buone pratiche educative

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Primo master di specializzazione post diploma

Posted by fidest press agency su venerdì, 4 dicembre 2009

Marghera (Venezia) venerdì 4 dicembre 2009, prima edizione del Master di Specializzazione post – diploma “L’attività degli studi dei commercialisti e degli esperti contabili” promosso dall’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Venezia.  Le lezioni si svolgeranno presso a Marghera presso la sede dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Venezia in via Jacopo Salamonio 3. Il corso, che rappresenta un’iniziativa pilota in questo settore, si prefigge l’obiettivo di formare una figura qualificata che sia in grado di supportare ed assistere, con competenza e professionalità, le attività all’interno degli studi professionali.  Il Master, rivolto a quindici studenti selezionati dagli Istituti di Ragioneria della Provincia di Venezia tra i diplomati dell’anno accademico 2008/2009, terminerà a marzo 2010.  300 le ore didattiche fra teoria e stage presso studi professionali dove i ragazzi saranno affiancati da un tutor che li seguirà nell’applicazione pratica delle nozioni apprese in aula. Durante le lezioni verranno analizzati temi quali la predisposizione delle principali dichiarazioni, contabilità, la sicurezza sui luoghi di lavoro, le procedure telematiche ed i rapporti con gli enti, norme antiriciclaggio, gestione amministrativa dello studio, privacy.Al termine del corso, patrocinato dalla Provincia di Venezia, verrà rilasciato un attestato di frequenza previo test e colloquio finale.  Per Massimo Miani, Presidente dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Venezia “ Il Master ha l’obiettivo di sviluppare profili in grado di affrontare subito, e con successo, l’attuale scenario competitivo mediante la formazione di una solida cultura tecnico – professionale. Il mondo produttivo è sempre più attento a queste figure, ed il nostro percorso formativo con ben 150 ore di stage presso studi altamente qualificati è in grado di dare concrete opportunità di lavoro e di carriera ai giovani che terminano la scuola secondaria”.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Presidio di protesta

Posted by fidest press agency su giovedì, 3 dicembre 2009

Roma 3 dicembre 2009 dalle ore 9.30 alle ore 13.30 in via Ulpiano,11 sede del dipartimento della protezione civile, si terra’ un presidio di protesta contro la trasformazione della protezione civile in societa’ per azioni, per la salvaguardia dei dipendenti, della loro professionalità e del ruolo fondamentale di una protezione civile pubblica nel nostro paese.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ugl Sanità: 3° Congresso Nazionale

Posted by fidest press agency su sabato, 21 novembre 2009

Roma 23 alle ore 15,00  e il 24 novembre Centro Congressi Villa Aurelia, in Via Leone XIII, 459 terzo congresso nazionale di UGL Sanità.  L’appuntamento per i media è per l’apertura dei lavori, che saranno tenuti dal Segretario Nazionale Paolo Capone e dal Segretario Generale dell’UGL Renata Polverini. Nel corso del congresso saranno anche presentati alla stampa i dati del rapporto UGL sull’opinione degli operatori della sanità sulla sanità italiana e laziale.  L’Ugl Federazione Nazionale Sanità associa i lavoratori della sanità pubblica, della sanità privata e della area contrattuale socio sanitaria. Da sempre impegnata nella difesa dei diritti dei lavoratori del settore ha qualificato la sua azione sul riconoscimento delle professionalità sanitarie, sulla necessità di equiparare i lavoratori della sanità privata e pubblica e più in generale sul riconoscimento della dignità di chi presta la sua opera per consentire ai cittadini/utenti l’esercizio del diritto costituzionale alla salute.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Agitazione educatrici nidi romani

Posted by fidest press agency su sabato, 3 ottobre 2009

Roma. «I servizi educativi di qualità sono una priorità per questa amministrazione». Lo dichiara in una nota l’assessore alle Risorse umane Enrico Cavallari, in merito agli scioperi del personale educativo che si stanno verificando in questi giorni in alcuni asili comunali. «Il Campidoglio ha infatti dato il via da tempo ad un modello organizzativo che punta alla stabilità e alla professionalità degli educatori con il duplice scopo di perseguire il benessere dei nostri dipendenti e di offrire all’infanzia della città servizi educativi organizzati e non certo parcheggi. Infatti – continua Cavallari – nonostante la grave difficoltà economica, sono state già stabilizzate 938 educatrici precarie mentre questo mese sono stati inaugurati tre nuovi nidi e altri due sono prossimi all’apertura: ciò determinerà l’assunzione di ulteriori 58 educatrici dalla graduatoria appena approvata delle 150 unità che verranno assunte entro il 2010. Si tratta di personale la cui professionalità è garantita dal superamento delle prove selettive che va colmare vuoti d’organico offrendo stabilità ai gruppi educativi e figure di riferimento certe per le bambine e i bambini».  «E c’è di più – continua Cavallari – è in fase di attuazione il nuovo corso-concorso per ulteriori 900 posti che permetterà di garantire la sostituzione di assenze lunghe (superiori a cinque mesi) in modo da offrire alle famiglie interlocutori stabili, mentre abbiamo già avviato la costituzione di nuove graduatorie municipali che permetteranno di reperire personale per le sostituzioni delle assenze brevi. Inoltre, rispetto al taglio nell’organico di due unità previsto dalla precedente amministrazione, abbiamo provveduto al reintegro di un’educatrice ed è tuttora in corso un tavolo di trattativa con le parti sociali per conciliare le richieste dei lavoratori del settore con quelle dell’utenza e dell’amministrazione». «In questo contesto – aggiunge Cavallari – la protesta delle educatrici dei nidi organizzata da Rdb-Cub risulta incomprensibile ed esclusivamente politica e non fa che penalizzare gravemente l’utenza in un momento delicato come quello dell’inserimento dei bimbi che necessita più che mai della presenza della figura di riferimento». «Ritengo – conclude Cavallari – che l’ottimizzazione delle risorse e tutte le questioni correlate alla qualità del sistema educativo e alle condizioni di erogazione del servizio siano da affrontare con spirito di raccordo e collaborazione, lontano da proteste infondate che non vogliono tenere conto della realtà in atto».

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Finanziaria 2010: togliere il blocco alle pensioni

Posted by fidest press agency su martedì, 22 settembre 2009

La CIU ha partecipato all’incontro Governo – Parti sociali sulle linee guida per la finanziaria 2010. Il Presidente della CIU Corrado Rossitto ha dichiarato di condividere, in generale, l’impostazione relativa alle linee guida della Finanziaria 2010. In particolare quelle che corrispondono alle politiche comunitarie in termini di innovazione, qualità, formazione continua, ricerca, mobilità. La CIU auspica un’azione di Governo volta ad innovare le regole del lavoro rispetto a quelle dell’era fordista. “Dobbiamo aver presente – ha sottolineato Rossitto – che l’Unione Europea (CEDEFOP) prevede che tra il 2008 e il 2020 il 31.5% del lavoratori dipendenti o assimilati sarà costituito dalle alte professionalità (attività manageriali, professionali e tecniche), dal 50% delle qualifiche a livello medio mentre il livello delle professionalità minori scenderà al 18.5% calando di 1/3 dal 1996. Alla luce di quanto dianzi la CIU chiede: Che i benefici fiscali riferiti al merito vengano elevati come tetto dai 30.000 ai 50.000 euro lordi in quanto il regime attuale esclude quadri, professionisti dipendenti, dirigenti, etc., cioè coloro che hanno la responsabilità di realizzare i risultati di produttività. Non si condivide la detassazione della tredicesima mensilità. Che venga eliminato il blocco alla indicizzazione del costo della vita per pensioni superiori ai 2.500 euro circa (cifra 8 volte superiore al minimo) portando il tetto a 10.000 – 15.000 euro mensili (non toccando così le cosiddette “pensioni d’oro”)”

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Il master è una moda?

Posted by fidest press agency su martedì, 25 agosto 2009

Ora che si è consolidato il percorso delle lauree brevi  ci chiediamo se questo calo di “professionalità” nel conseguimento di un titolo di laurea, non favorisca ancora di più il proliferarsi dei master che da un calcolo approssimativo già raggiungono in Italia oltre i mille per anno. Non sarebbe bene che la sola università se ne assumesse il carico favorendo la possibilità per i giovani provenienti dalle lauree brevi di accedere a corsi specialistici di concerto con il mondo imprenditoriale localmente espresso? La verità è che questi master così come sono oggi articolati sono per lo più sedicenti. Ci sono master che durano un solo giorno ed altri interi mesi a tempo pieno o si svolgono di sera o due o tre giorni la settimana o per i fine settimana. In pratica i giovani che vi aderiscono dovrebbero diventare in un week-end esperti di logistica, personal trainer e practitioner. Ora ci sono anche i master di economia domestica, per coppie in crisi, per gli aspiranti sposi, per chi vuole cambiare sesso o ne fa troppo e via di questo passo. Di là delle stravaganze che hanno i loro limiti e si giudicano da sole si avverte la necessità che vi sia una autorità indipendente che sia in grado di valutare la serietà del master e di certificarne la loro validità ai fini didattici e di accesso al lavoro. Per essere, se non altro, un po’ più rispettosi non tanto e non solo del mercato ma anche e soprattutto degli utenti e delle famiglie che ne pagano il prezzo.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Percorso Diagnostico Terapeutico “Diabete”

Posted by fidest press agency su domenica, 26 luglio 2009

L’Azienda USL di Bologna persegue costantemente il miglioramento dell’appropriatezza delle cure. I percorsi diagnostico terapeutico assistenziali rappresentano, da questo punto di vista, uno strumento particolarmente prezioso. I percorsi diagnostico terapeutico assistenziali favoriscono una maggiore equità di trattamento, sistematicità organizzativa, oltre che razionalizzazione dell’impiego delle risorse. L’elaborazione, condivisione e implementazione di un PDT struttura una visione integrata del processo di cura che coinvolge professionalità, ambiti di cura e tecnologie differenti secondo un approccio ritenuto ormai indispensabile per garantire risposte a bisogni di salute prioritari. L’accordo punta sul rafforzamento di un corretto approccio alla cura del diabete, malattia ad elevato tasso di prevalenza e incidenza nella popolazione generale, con interessamento multi sistemico, spesso associata a complicanze invalidanti e ad altre malattie di rilevante interesse clinico. Un approccio che non può che essere basato sul coinvolgimento, in maniera coordinata, dei Centri Specialistici di Diabetologia (CSD), dei Medici di Medicina Generale (MMG) e degli specialisti delle diverse branche coinvolte. Questi obiettivi si possono raggiungere attraverso la prevenzione primaria, la diagnosi precoce, una corretta terapia che comprenda l’educazione e la responsabilizzazione del diabetico, la prevenzione delle complicanze metaboliche e croniche della malattia. Queste ultime rappresentano, oggi, le cause più frequenti dello scadimento della qualità di vita del diabetico e rappresentano, peralro, le principali responsabili degli elevati costi economici e sociali della malattia stessa. La gestione del paziente diabetico di tipo 2, non insulino trattato, in assenza di complicanze, da parte del proprio medico di medicina generale è da considerarsi ormai definitivamente consolidato nell’ambito delle politiche assistenziali territoriali. L’obiettivo principale, per questa parte dell’Accordo, è di ampliare ulteriormente  il numero dei pazienti diabetici regolarmente seguiti, oltre che di rendere più omogeneo, ancora una volta, il percorso di presa in carico dei pazienti. Considerate le dimensioni epidemiologiche del problema, che indicano una prevalenza totale del diabete del 5,7% della popolazione (0,2% diabete di tipo I, 1,8% diabete di tipo 2 complicato o insulinotrattato, 3,7% diabete tipo 2 non complicato e non insulinotrattato), si ritiene di aumentare la percentuale di pazienti presi in carico fino al 3%, raggiungendo così più del 50% della popolazione interessata.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »