Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘progettazione’

Una “nuova” risorsa per l’Italia: i fondi europei

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 novembre 2017

europa comunitaria1Roma Venerdì 10 Novembre 2017, ore 15:00 Dipartimento di Scienze Politiche, Aula 1D via G. Chiabrera, 199 Nell’ambito delle attività promosse dal corso di perfezionamento in ‘Progettazione e finanziamenti europei’, operatori del settore dei fondi europei, rappresentanti istituzionali e docenti del corso, discuteranno delle possibilità di rilanciare l’utilizzazione dei fondi europei da parte dei soggetti pubblici e privati italiani.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

IDS&Unitelm ha scelto In-Site per la progettazione del suo Data Center inaugurato a Roma

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 dicembre 2016

idsunitelmIn-Site, società di ingegneria integrata specializzata nella progettazione e realizzazione di infrastrutture tecnologiche complesse, annuncia oggi di essere stata scelta da IDS& Unitelm, per la progettazione del proprio Data Center, appena inaugurato a Roma. La storia di IDS&Unitelm testimonia la capacità dell’azienda di operare ed evolvere in un settore dinamico e stimolante come l’ICT. Alle sollecitazioni del mercato e al rapido mutamento delle tecnologie IDS & Unitelm risponde con visione di prospettiva e con un’elevata capacità di integrare progetti, infrastrutture, piattaforme e linguaggi.
L’approccio di lungo termine, la passione per “il far funzionare le cose” e la fiducia dei clienti spinge IDS&Unitelm a superare le logiche di fornitura e a stabilire partnership durature. Tra le specificità di mercato, vanno senz’altro citati i progetti d’eccellenza con pubbliche amministrazioni, università, network editoriali e le numerose iniziative con la Conferenza Episcopale Italiana e le chiese locali, diocesi e parrocchie, che si sono tradotte negli anni in progetti di rilievo nazionale e migliaia di referenze sul territorio.
E’ proprio per queste capacità di crescere, evolvere ed innovare che IDS&Unitelm ha intrapreso e sviluppato l’idea sfidante di realizzare un Data Center di ultima generazione nella sede di Roma, per dotarsi di un’infrastruttura evoluta in grado di ridurre la criticità e garantire il necessario livello di continuità, di razionalizzare l’esistente e ottimizzare i consumi energetici, di modificarsi nel tempo. Il nuovo Data Center ha consolidato l’ambiente IT del sito di Roma per poter meglio pianificare il futuro e la crescita, creando un’infrastruttura che garantisca stabilità, coerenza e livelli di affidabilità molto elevati, un luogo che continui ad essere un laboratorio tecnologico in continua evoluzione e implementazione.In linea con queste esigenze, IDS&Unitelm ha trovato un partner tecnologico privilegiato in In-Site, azienda capace di coniugare l’universo dell’ingegneria con quello dell’architettura. L’azienda, fondata nel 2006 da Pietro Matteo Foglio, si è distinta negli anni per l’approccio illuminato ed eterogeneo con il quale ha sempre interpretato la progettazione dei data center: oggetti architettonici dalla forte valenza estetica e simbolica che, oltre a garantire l’utilizzo di tecnologie di ultima generazione, ambiscono a comunicare all’esterno l’identità dell’azienda e l’attenzione riservata alla salvaguardia dei dati. A completamento di questo approccio, una visione umanistica che punta a riportare al centro l’uomo, la qualità del suo lavoro e gli spazi in cui opera ogni giorno. Il risultato è un Data Center che non è più soltanto un contenitore di macchine, ma diventa uno spazio che contiene delle macchine, che comunica con l’uomo, che comunica internamente a IDS&Unitelm, che serve a IDS&Unitelm per comunicare con il mondo esterno.
Il Data Center di Roma: Il progetto punta ad armonizzare la concezione tecnologica, che mette al centro ridondanza, sicurezza e business continuity, con la capacità di trasferire nello spazio, reinterpretandole, le esigenze infrastrutturali IT e la comunicazione dell’identità stessa dell’azienda.L’intero Data Center è pensato per le persone che lavorano al suo interno: per questo motivo, gli spazi sono resi riconoscibili grazie all’utilizzo di una forte impronta grafica e cromatica. Anche l’accurato studio dell’illuminazione, così come l’attenzione alla qualità dei materiali utilizzati contribuiscono a rendere vivibili gli spazi di lavoro. Spazi, questi ultimi, progettati con un approccio flessibile, in vista di eventuali sviluppi futuri in alta densità. L’infrastruttura di Roma è caratterizzata dalla separazione degli ambienti e dalla creazione di percorsi specifici, realizzati allo scopo di evitare che le attività di manutenzione degli impianti interagiscano con la normale gestione IT del Data Center. Quanto poi alla specifica qualità degli impianti (di trattamento, riscaldamento e raffreddamento dell’aria e dell’acqua, elettrico, idraulico, allarme, antincendio, sicurezza ecc.), si tratta di sistemi di nuova generazione che ottimizzano i costi di gestione e manutenzione, interagendo con gli utenti in maniera precisa, semplice e intuitiva.
In-Site è una società di ingegneria integrata specializzata nella progettazione e realizzazione di infrastrutture complesse in cui la componente tecnologica assume un ruolo centrale. Fondata a Milano nel 2006 da Pietro Matteo Foglio, l’azienda ha come core business la progettazione integrata di Data Center, settore nel quale In-Site ha sviluppato una profonda esperienza, gestendo nel corso degli anni l’intero processo realizzativo di queste complesse infrastrutture e rivestendo spesso anche il ruolo di General Contractor. In-Site inoltre opera con successo in ambito workplace – avvalendosi al proprio interno di professionisti in psicologia ambientale e del lavoro – e nel settore dell’healthcare, progettando spazi a forte valenza tecnologica come, ad esempio, sale chirurgiche, radiologie o unità di terapia intensiva cardiologica. Per ulteriori informazioni, si prega di visitare il sito: http://www.in-site.it
A proposito di IDS&UnitelmIDS&Unitelm è l’azienda nata nel 2008 dalla fusione di IDS Informatica (1987), insieme a Unitelm (1986) e Guix (1999), per proseguire l’ultraventennale impegno nel mercato dell’Information e Communication Technology. L’offerta IDS&Unitelm abbraccia oggi diversi ambiti ICT: governo dei sistemi informativi, reti, consulenza e integrazione dei sistemi, produzione software, presenza e sicurezza internet, comunicazione su nuovi media, editoria elettronica. Del Network di IDS&Unitelm fa parte la società SEED Edizioni Informatiche, controllata al 100%, che opera dal 1996 ed è specializzata nella progettazione e nella realizzazione di progetti di editoria digitale, siti internet, portali, sistemi intranet e software gestionali web-based. Enti pubblici e privati, enti ecclesiali e realtà del settore no-profit, aziende e network, istituzioni formative e gestori di beni culturali sono i Clienti – Partner con cui si progettano e realizzano iniziative innovative, solide e di medio-lungo periodo. Tra questi i principali Partner sono la Conferenza Episcopale Italiana, la Provincia di Bologna, la Clinica COT – Messina, l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Lombardia e dell’Emilia Romagna, lo Stato Città del Vaticano. In particolare IDS&Unitelm è partner tecnologico dell’Ufficio Nazionale per i beni culturali ecclesiastici della CEI.
Per ulteriori informazioni visitare il sito: http://www.idsunitelm.it

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Viasat Group ha rilevato il pacchetto di maggioranza della belga Emixis

Posted by fidest press agency su domenica, 11 settembre 2016

viasatViasat Group – azienda leader nella progettazione e produzione di sistemi elettronici automotive con applicazione di tecnologie telematiche satellitari – annuncia oggi l’acquisizione del pacchetto di maggioranza delle azioni della società belga Emixis. L’operazione di M&A, a pochi mesi di distanza da un’operazione analoga conclusa in Polonia con la società CMA Monitoring, conferma la vocazione internazionale del gruppo nato in Italia nel 1974 su iniziativa del suo fondatore e Presidente, Domenico Petrone.
Il Gruppo si presenta oggi in 35 mercati geografici tra Europa, Africa, Medio Oriente e America Latina, 7 dei quali presidiati con società controllate, quali Italia, Spagna, Portogallo, Romania, Polonia, Belgio e Regno Unito.“Una crescita significativa – ha commentato Marco Petrone, responsabile del Corporate Development – soprattutto se si pensa che in meno di tre anni siamo passati da un piccolo fatturato del 3% realizzato sui mercati esteri, all’obiettivo del 20%. In valore assoluto siamo passati da meno di 1 milione di euro, ai 12/15 milioni che ci aspettiamo per questo 2016. I dipendenti da 250 a oltre 500”.“L’aspetto più significativo – prosegue Petrone – non è però tanto nei numeri, quanto piuttosto in ciò che questi testimoniano. Viasat, direttamente o indirettamente, presidia oggi tutta l’Europa, e rafforza pertanto il proprio posizionamento nell’arena competitiva tra quei pochissimi Telematics Service Providers che possono seriamente proporre i propri servizi ai grandi clienti che operano nei settori della logistica, delle costruzioni, dell’automotive e delle assicurazioni. Un provider paneuropeo per clienti paneuropei”.Grazie a quest’ultima operazione, che certamente qualifica Viasat tra gli acquisitori seriali che stanno consolidando il mercato della telematica, il parco di veicoli collegati ai sistemi del Gruppo ha superato le 630.000 unità, di cui oltre 100.000 per servizi di gestione flotta. La società belga Emixis aggiunge, inoltre, un ulteriore tassello alla proposizione commerciale del Gruppo: quella dei sistemi telematici per il così detto Workforce Management, ossia la gestione e sicurezza della forza lavoro al di fuori del luogo di lavoro, così come la polacca CMA Monitoring aveva aggiunto i servizi di Sicurezza Stabili, ossia uffici, impianti produttivi ed abitazioni private.“Siamo sempre lieti e orgogliosi di annunciare queste novità. – ha concluso il Presidente Domenico Petrone – Il nostro è un sogno nato oltre 40 anni fa, condiviso dai nostri dipendenti, collaboratori esterni, clienti, tutti protagonisti dei successi che abbiamo potuto raccogliere in questo arco di tempo. Molte sfide ancora ci attendono per far entrare il Gruppo Viasat nell’Olimpo degli operatori a livello planetario”.”La partecipazione di Viasat rappresenta un’opportunità di crescita per Emixis” sottolinea Didier Bennert, CEO di Emixis. “Oltre a rafforzare la nostra base in Europa e nel continente africano, possiamo avvicinarci ai promettenti sviluppi della telematica assicurativa. Questa nuova partecipazione offre un’opportunità unica per promuovere e esportare il nostro know-how belga all’interno di un forte gruppo europeo “.“Con questa operazione il Gruppo Viasat raggiunge un’altra pietra miliare nel proprio piano di espansione europea e dimostra la capacità di gestire più processi M&A in parallelo – ha dichiarato Giovanni Panigada, Amministratore Delegato di Nash Advisory, e consulente di Viasat nella campagna di acquisizione – La pipeline di nuove opportunità di M&A è ricca e altre transazioni potrebbero essere annunciate entro la fine del 2016.”

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La Scuola di Architettura e Design Unicam ospita il workshop internazionale di progettazione urbana “Equinox 2016”

Posted by fidest press agency su domenica, 11 settembre 2016

Ascoli Piceno piazza del_Popolo.PNGAscoli Piceno La Scuola di Architettura e Design di Unicam ospiterò dal 12 al 23 Settembre nella sede di Sant’Angelo Magno ad Ascoli Piceno, il workshop internazionale di progettazione urbana “Equinox 2016”, che quest’anno avrà come tematica la rigenerazione urbana di tre aree della Città di Ascoli Piceno, comprese tra il Quartiere Monticelli e l’area Industriale/Commerciale di Castagneti.
Parteciperanno circa 50 studenti e più di quindici docenti provenienti Scuola di Architettura e Design di Unicam, dalla Sapienza Università di Roma, dall’Universidade Estadual do Maranhao in Brasile, dall’Universitè Paris est Marne la Vallèe in Francia e dall’Università di Belgrado in Serbia.Il workshop, basato sul concetto della didattica ponte, prevede una full-immersion di due settimane degli studenti-progettisti in una esperienza di “learning by doing”, dove l’attività progettuale sarà integrata da lezioni mirate di docenti ed esperti sui temi della rigenerazione urbana e dal confronto diretto con la popolazione locale, con i portatori d’interesse (commercianti, associazioni sportive, imprenditori) e con l’Amministrazione Comunale.
L’attività progettuale, caratterizzata da un accentuato approccio transdisciplinare tra urbanistica e architettura, ha l’obiettivo di favorire il dialogo e il trasferimento di esperienze tra giovani studenti di nazionalità diverse e prevede una presentazione finale delle proposte progettuali. All’iniziativa, organizzata dalla Scuola di Architettura e Design “E. Vittoria” dell’Università di Camerino e dalla Facoltà di Architettura dell’Università Sapienza di Roma, hanno dato il loro patrocinio la Regione Marche, il Comune di Ascoli Piceno, il Consorzio Universitario Piceno. Il Workshop ha ottenuto la sponsorizzazione del BIM Tronto, della Piceno GAS Srl, del Rotary Club San Benedetto Nord. (foto: fonte Wikipedia)

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Risorse infrastrutture e progetti qualità

Posted by fidest press agency su sabato, 19 settembre 2015

università bocconi60 miliardi di € dai fondi di coesione 2007-2013; 44 miliardi di € da nuovi fondi europei; 315 miliardi di € previsti dal Piano Junker, senza dimenticare le enormi disponibilità di investimento di fondi infrastrutturali, assicurativi, pensionistici e di private equity.
• Troppo spesso l’enorme disponibilità di risorse finanziarie non viene utilizzata a causa non solo delle opposizioni locali e della burocrazia, ma anche di una scarsa capacità di proporre Progetti di Qualità, cioè socialmente ed economicamente utili, realizzabili nel rispetto dei tempi e dei costi, finanziariamente sostenibili e bancabili.
• Modificare questa situazione è centrale per garantire lo sviluppo del Paese.
• La nuova Unit di Ricerca “Quality Project Lab – QPLab”, presieduta dal prof. Andrea Gilardoni dell’Università Bocconi e diretta dal dott. Stefano Clerici di Agici Finanza d’Impresa, sviluppa modelli e proposte per impostare e gestire efficacemente le procedure di pianificazione e progettazione.
Tali temi saranno discussi nel Workshop del 30 settembre 2015 a Roma ove verranno presentate anche possibili soluzioni per progettare con qualità.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Premio di fotografia “Arturo Ghergo”

Posted by fidest press agency su martedì, 13 gennaio 2015

Ghergo-2Montefano (MC), 18 aprile – 27 settembre 2015 Premio di fotografia “Arturo Ghergo” Presentazione a Roma mercoledì 14 gennaio 2015 ore 12.00 Presso Associazione Civita Piazza Venezia 11 – Sala Gianfranco Imperatori. Ad Arturo Ghergo, fotografo di dive e divi, di stile e seducente bellezza, Montefano, amata città natale, dedica un premio di fotografia, il PREMIO ARTURO GHERGO, che aspira a far rivivere l’interesse per l’Invenzione meravigliosa proprio in quei luoghi che il grande fotografo lasciò da giovane, spinto da un’ostinata e favolosa passione. Il 14 gennaio ne viene presentata a Roma, la prima edizione, promossa nell’ambito del progetto Regionale del Distretto Culturale Evoluto delle Marche, A.M.A.M.I. di cui l’UNICAM – Università di Camerino è capofila. Il progetto A.M.A.M.I. si distingue per la sua Strategia di sviluppo territoriale, costituita dalla opportunità di sperimentare la contaminazione di esperienze innovative superando l’idea di una “progettazione locale” in favore di una “co-progettazione multilocalizzata”.
Promotore del progetto è il Comune di Montefano con la collaborazione di Civita Cultura per la parte organizzativaIl Premio “Arturo Ghergo” vuole aprirsi al mondo della fashion photography che riesce ad interpretare e ad esprimere un punto di vista sul mondo. La linea tematica per questa prima edizione sarà “la strada”, a sua volta intesa come il set fotografico in cui muovere i fili di una rappresentazione tra realtà e finzione.
Nella prima metà del XX secolo, il fotografo marchigiano lasciava Montefano e giungeva a Roma dove, ben presto, conobbe la seduzione del cinema, delle sue luci e delle sue finzioni. In pochi anni il suo sguardo si distinse per l’ideale di bellezza e di eleganza che riusciva a comunicare sulla messa in scena o dietro le quinte di un film, dove i volti e le pose assumevano la raffinatezza del glamour. La visione che Arturo Ghergo fece propria riuscì a diffondersi come una leggenda, perché leggeva negli animi della gente e interpretava i gusti e la cultura di un’epoca.Lo stile modernista e corposo dei suoi ritratti, unito alla sapienza del tratto pittorico di una fotografia ancora analogica e “artigianale”, esprimevano un’estetica nuova che apparteneva ad una società progredita e sofisticata, in cui la donna diveniva il simbolo di una cultura visiva tutta italiana.In questo senso, le fotografie di Arturo Ghergo hanno contribuito a modellare e a diffondere quel gusto e quello stile che ben presto avrebbero distinto la moda italiana nel mondo, a partire dai primi anni Venti.Ed è in onore di tale sapiente contributo che il Premio di fotografia “Arturo Ghergo” si rivolge, da un lato, ai nuovi talenti dell’arte fotografica (sezione “fotografia emergente”) e, dall’altro, a noti e affermati artisti fotografi (sezione “riconoscimento alla carriera”).
Il settore di riferimento, dunque, sarà quello della fotografia di moda e più in particolare di quelle produzioni ambientate in esterno, per strada, nelle città, nei vicoli e nelle piazze, dove lo shooting di moda si fonde con l’ambiente urbano.
Ciò che si intende premiare è senza dubbio la capacità della fotografia e dei suoi migliori e più promettenti autori di fondere la società contemporanea insieme ai valori etici ed estetici, propri della moda.In questo senso, il più grande riferimento di questo specifico genere fotografico lo ritroviamo nel lavoro di William Klein, il fotografo “di strada” che più di tutti colse la vita americana negli anni del boom economico, lavorando come fotogiornalista prima, e come fotografo di moda poi. I suoi scatti per la rivista Vogue, ironici e irriverenti contro le regole allora imposte dalle istituzioni del fashion, hanno composto l’immaginario moderno dello stile e dell’eleganza, aprendo le prospettive di una nuova fotografia di moda, fresca e dinamica. Uno stile visivo che abbandona gli studio per trovare nella “strada” lo scenario ideale e ricco di nuovo fascino.
Altri autori di riferimento, che unirono la seduzione della strada con il fascino della moda furono Lisette Model, Frank Horvat, Walde Hut, Willi Maywald, Dennis Stock e Martin Munkácsi all’estero, Federico Garolla e più recentemente Ferdinando Scianna in Italia. Di quest’ultimo, ad esempio, rimarranno sempre vive le fotografie scattate per la prima campagna di lancio del marchio Dolce e Gabbana, ambientate per le strade della Sicilia.Il premio è curato da Denis Curti ed è strutturato attraverso la formula “ad invito”.
I vincitori del premio saranno invitati ad esporre a Montefano dal 18 aprile al 27 settembre 2015.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ingegneri Riuniti spa: tempi di progettazione ridotti e maggiore produttività grazie alle soluzioni per il BIM di Autodesk

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 settembre 2013

Milano. Ingegneri Riuniti spa, società di ingegneria modenese che si occupa di progettazione per il settore edilizio e delle infrastrutture, sia per la parte architettonica, strutturale ed impiantistica, ha scelto di passare alle soluzioni per il BIM (Building Information Modeling) di Autodesk per aumentare i livelli di efficacia della propria progettazione, ridurre tempi e risorse, e affrontare così anche le nuove sfide in ambito internazionale.Ingegneri Riuniti lavora da molti anni con tecnologia Autodesk, inizialmente con AutoCAD, per passare nel 2012 ad Autodesk Building Design Suite Premium, una soluzione software per la progettazione architettonica che offre sia strumenti CAD sia strumenti BIM per svolgere le attività di progettazione, visualizzazione, simulazione e programmazione della costruzione, in modo integrato e quindi più efficiente.“Ci occupiamo di progettazione a 360 gradi della parte architettonica, strutturale e impiantistica, oltre che di reti acquedottistiche, fognarie, e di progetti stradali o di urbanizzazione connessi, per clienti che operano sia in ambito privato che pubblico.” – Ha dichiarato Giovanni Tenti, socio della Ingegneri Riuniti spa – “Da due anni siamo passati al BIM e già durante la fase di formazione abbiamo iniziato ad utilizzarlo sui nuovi progetti; ci siamo resi conto subito delle potenzialità nel poter disporre di un modello 3D dinamico, in cui tutte le fasi di progettazione sono integrate, e la correzione degli errori è immediata e impatta su tutte le discipline coinvolte, con un ritorno significativo in termini di riduzione di tempo, aumento della produttività e di conseguenza maggiore controllo sui costi del progetto.”L’utilizzo del BIM Autodesk è stato particolarmente efficace in alcuni progetti di edilizia residenziale che Ingegneri Riuniti ha sviluppato dopo il terremoto dell’Emilia; come anche nella realizzazione dell’edificio polifunzionale per AMIU Genova S.p.A. ubicato all’interno dell’impianto di smaltimento per i rifiuti non pericolosi del Comune di Genova; o per un edificio scolastico vicino a Modena (Unione Terre d’Argine) dove è stata sviluppata tutta la parte impiantistica e in particolare la distribuzione delle canalizzazioni dell’aria con lo studio degli ingombri, dei passaggi e dei canali e della verifica in 3D di tutto il progetto impiantistico.L’utilizzo delle soluzioni Autodesk per il BIM non ha migliorato solo il workflow progettuale ma anche la comunicazione e l’impatto del lavoro sul cliente che si trova di fronte un modello 3D più chiaro da interpretare in tutti i suoi elementi e sempre aggiornato in tempo reale.L’utilizzo del BIM rappresenta per la società anche un’opportunità per proporsi a nuovi clienti con una tecnologia avanzata e in grado di affrontare non solo il mercato nazionale ma di spingersi ad affrontare sfide progettuali internazionali.“Attualmente lavoriamo sul mercato nazionale ma il BIM può rappresentare per noi un punto di svolta per poter espandere la nostra attività ai mercati esteri, dove questo tipo di progettualità è già utilizzata in modo più esteso e poter quindi affrontare gare internazionali dove ne viene richiesto obbligatoriamente l’utilizzo.” – Conclude Tenti – “Per noi quindi rappresenta un vantaggio competitivo sui clienti nazionali e la condizione necessaria per affrontare nuove sfide su mercati diversi dal nostro.”Per passare al BIM Ingegneri Riuniti si è avvalsa della collaborazione di Cad&Cad Group, rivenditore ufficiale Autodesk.
Società di progettazione indipendente con sede a Modena, nasce nel 1965, ed opera nel settore edilizio e delle infrastrutture sia per la parte architettonica, strutturale ed impiantistica per clienti privati e pubblici.Vanta un team di circa 40 addetti tra personale dipendente e collaboratori esterni, rappresentati da ingegneri, architetti, tecnici, disegnatori progettisti, staff commerciale e amministrativo.
Certificata per il Sistema di Qualità secondo la norma ISO 9001:2000 e successivi fino alla ISO 9001:2008, è socia del Green Building Council Italia e di AUDIS, Associazione Aree Urbane Dismesse.
Nel 2003 fonda Leonardo – Consorzio Europeo per l’Ingegneria e l’Architettura – a cui partecipano altre sei società di progettazione distribuite sul territorio nazionale. Risale al 2009 la partnership con Politecnica per la costituzione di AFEA s.r.l., società di ingegneria che progetta impianti di termovalorizzazione ed affini nel settore della produzione di energia.Nel 2012 crea una struttura indipendente per la validazione dei progetti fino a 20 milioni di euro. Sempre nel 2012 viene costituita la società Ingenia-Progetti Integrati con sede a Taranto e il Consorzio Leonardo apre una filiale con sede a Sofia che opera sul mercato bulgaro, serbo e macedone. Sito internet (www.ingegneririuniti.it).

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Come si progetta un megayacht

Posted by fidest press agency su martedì, 29 marzo 2011

Ancona 29 marzo alle 16,30 in Aula 150/1 a Ingegneria dell’Università Politecnica delle Marche un incontro riguardante il settore navale, per scoprire come l’ingegneria viene applicata nella progettazione di megayacht. L’incontro con l’ingegnere Daniele Pascutti Engeneering Department Manager della CRN spa, introdotto dal professore Dario Amodio, docente di Progettazione meccanica, s’intitola “L’ingegneria nel mondo della nautica”.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’umanesimo del lavoro

Posted by fidest press agency su domenica, 17 ottobre 2010

Non credo proprio che una manifestazione come quella di ieri possa risultare producente per la classe operaia. E’ emerso il vetusto scontro tra capitale e lavoro, quindi, detta in soldoni, tra il più forte e il più debole; si conosce già l’esito, sancito ormai da secoli. Fin quando la classe operaia non prenderà coscienza di essere esclusiva proprietaria di se stessa e di possedere il proprio patrimonio nella potenzialità del lavoro, non potrà esserci sviluppo concreto nè potrà esserci progettazione futura.  Il capitale-denaro e il capitale-lavoro hanno un destino comune, serve solamente  equilibrare adeguatamente il rapporto, con conseguente reciprocità di dignità. L’uomo-capitalista e l’uomo-lavoratore hanno questo comune denominatore che li assimila, ma vengono tenuti separati da interessi corporativi che nulla hanno a che vedere con le reali esigenze delle parti. La finanza creativa inventata da questo governo, unitamente alla programmazione liberista, fatta per dividere e mai per unire, ha fornito tutti i mezzi possibili alla finanza improduttiva mortificando il lavoro con la precarietà. Ha generato una ignobile “asta pubblica” del lavoro, ma al ribasso, per sfruttare ulteriormente lo stato di necessità, che impone e obbliga di accettare le condizioni più vessatorie, pur di poter lavorare. La collaborazione tra le classi non deve restare nel limbo delle intenzioni o delle ipotesi astratte, ma deve diventare la meta da perseguire: l’umanesimo del lavoro. La Democrazia   trova  nella società civile e democratica la fonte della sua convinzione che il lavoro costituisce una fondamentale dimensione dell’esistenza umana sulla terra. Nel nostro tempo diventa sempre più rilevante il ruolo del lavoro umano, come fattore produttivo delle ricchezze immateriali e materiali; diventa, inoltre, evidente come il lavoro di un uomo si intrecci naturalmente con quello di altri uomini. Oggi più che mai lavorare è un lavorare con gli altri e un lavorare per gli altri: è un fare qualcosa per qualcuno. Il lavoro è tanto più fecondo e produttivo, quanto più l’uomo è capace di conoscere le potenzialità produttive della terra e di leggere in profondità i bisogni dell’altro uomo, per il quale il lavoro è fatto. Nel progetto della Democrazia ogni uomo è chiamato al suo sviluppo, e, coerentemente lo sviluppo umano di ciascun uomo costituisce e deve costituire il progresso, che resta così vincolato allo sviluppo.
Dotato d’intelligenza e di libertà, l’uomo è responsabile della sua crescita, così come del suo sviluppo. Aiutato, e talvolta impedito, da coloro che lo educano e lo circondano, ciascuno rimane, quali che siano le influenze che si esercitano su di lui, l’artefice della sua riuscita o del suo fallimento: col solo sforzo della sua intelligenza e della sua volontà, ogni uomo può crescere in umanità, valere di più, essere di più, affermarsi sul suo essere, senza lasciarsi condizionare dalle parvenze dell’apparire. L’attività umana individuale e collettiva, ossia quell’ingente sforzo col quale gli uomini nel corso dei secoli cercano di migliorare le proprie condizioni di vita, considerato in se stesso, corrisponde al disegno dell’uomo, alla sua storia, al suo destino.
L’uomo deve soggiogare i mezzi di produzione e non restarne soggiogato, la deve dominare il progresso, perché non arrivi a contrastare lo sviluppo.   Come persona, l’uomo è quindi soggetto del lavoro. Come persona egli lavora, compie varie azioni appartenenti al processo del lavoro; esse, indipendentemente dal loro contenuto oggettivo, devono servire tutte alla realizzazione della sua umanità, al compimento della vocazione ad essere persona, che gli è propria a motivo della stessa umanità. L’uomo deve lavorare per riguardo agli altri uomini, specialmente per riguardo alla propria famiglia, ma anche alla società, alla quale appartiene, alla nazione, della quale è figlio, all’intera società umana, di cui è membro, essendo erede del lavoro di generazioni e insieme co-artefice del futuro di coloro che verranno dopo di lui nel succedersi della storia. Tutto ciò costituisce l’obbligo morale del lavoro, inteso nella sua ampia accezione. Quando occorrerà considerare i diritti morali di ogni uomo per riguardo al lavoro, corrispondenti a questo obbligo, si dovrà avere sempre davanti agli occhi l’intero vasto raggio di riferimenti, nei quali si manifesta il lavoro di ogni soggetto lavorante. (Rosario Amico Roxas)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | 2 Comments »

L’auto da 1.000 sterline

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 agosto 2010

Il Los Angeles Auto Show Design Challenge di quest’anno chiede agli studi di progettazione di immaginare un’auto da 1.000 sterline, una vettura 2 + 2 comoda e sicura, che offra al contempo prestazioni di guida soddisfacenti senza sacrificare il rapporto emotivo e la ricerca estetica prediletta dai consumatori. Per la prima volta, gli studi di progettazione non solo statunitensi, ma anche tedeschi e giapponesi, si sfideranno per mettere in mostra il proprio talento. Gli studi di progettazione di General Motors, Honda, Hyundai, Mazda, Mercedes-Benz Germania (Smart), Mercedes-Benz Giappone (Maybach), Mercedes-Benz Stati Uniti, Nissan, Toyota e Volvo esploreranno nuove idee nella progettazione automobilistica sfidandosi in questo prestigioso premio annuale di progettazione.
Il progetto vincitore sarà annunciato il 18 novembre, nel corso della conferenza di Design Los Angeles al Los Angeles Auto Show. I criteri di giudizio saranno basati non solo sul rispetto del limite di peso (un massimo di 1.500 libbre compresi gli occupanti), ma anche su estetica, comfort, unicità della progettazione, efficienza su strada, sostenibilità, prestazioni e la facilità d’uso del veicolo.  I progetti saranno giudicati da Tom Matano, direttore di Design industriale presso l’Academy of Art University di San Francisco; Imre Molnar, preside del College for Creative Studies di Detroit; Stewart Reed, presidente della facoltà di Transportation Design dell’Art Center College of Design di Pasadena e Clive Hawkins, presidente di Aria Product Development.
Design Challenge fa parte della conferenza dei progettisti di Design Los Angeles che si tiene ogni anno nel corso delle giornate dedicate alla stampa del Los Angeles Auto Show, il 17-18 novembre 2010. Ogni anno, negli ultimi sette anni, si sceglie un nuovo tema per la sfida di progettazione e i più importanti studi di progettazione automobilistica mettono in mostra il proprio talento, sfidandosi per provare la propria creatività ed esplorare ulteriormente nuove idee nella progettazione automobilistica. La conferenza Design Los Angeles offrirà inoltre ai progettisti accesso ai leader dell’industria del design e l’opportunità di affrontare problemi comuni a tutto il settore. Il concorso ha ricevuto recensioni entusiastiche dalla stampa e notevole copertura da parte dei media in Asia, Europa e nelle Americhe. Ulteriori informazioni, tra cui immagini, sono disponibili all’indirizzo http://www.LAAutoShow.com/DesignChallenge.html.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Bilancio capitolino

Posted by fidest press agency su martedì, 27 luglio 2010

Roma. “Attraverso l’iter di approvazione del Bilancio capitolino entriamo nel vivo di una manovra finanziaria partecipata e condivisa fino in fondo, così come richiesto dal sindaco Alemanno. E’ necessario assicurare l’ottimale espletamento delle funzioni interessanti settori di maggior impatto sociale e direttamente fruibili dai cittadini”. Lo dichiara in una  nota Fabrizio Santori (PdL), consigliere comunale di Roma, che presenterà “una serie di emendamenti a favore di maggiori  investimenti che incrementino le disponibilità per la manutenzione stradale e del verde, i servizi sociali, gli asili nido e la sicurezza urbana, grazie a ulteriori e significative modifiche agli impegni di spesa per il periodo 2010 – 2012”. “Attraverso rilevanti riduzioni di spesa sulle consulenze, progettazioni, rilevazioni campionarie e  trasferimenti ad altri enti – afferma Santori – sarà possibile destinare più fondi alla manutenzione stradale e al decoro, così come abbattendo i costi dei servizi vari ai nomadi, già ampiamente considerati da questa Giunta, ci saranno maggiori disponibilità economiche per interventi a sostegno delle famiglie indigenti, dei minori, dei diversamente abili e dei programmi sul disagio sociale. Per quanto concerne la sicurezza urbana, è necessario incrementare le disponibilità per potenziare il controllo del territorio da parte della Polizia Municipale, grazie ai tagli da apportare all’organizzazione di manifestazioni culturali e mostre. Auspichiamo, quindi, così come previsto dalle linee programmatiche del sindaco Alemanno, – conclude Santori – di approvare un bilancio maggiormente mirato ai servizi al cittadino e alle necessità del territorio, seguendo criteri di riduzione delle spese che, in tale contesto sociale ed economico, appaiono secondarie”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rischiare lo sviluppo

Posted by fidest press agency su martedì, 6 luglio 2010

Milano 15 luglio 2010 ore 18.00 a, via Lombardini 22 ingresso libero su prenotazione avrà luogo la prima delle tre conversazioni previste all’interno di un percorso di analisi e riflessioni che quest’anno la società milanese di architettura ha dedicato al tema della “paura”.  Iniziato nell’aprile di quest’anno con la mostra Fantasmi Urbani dell’artista Roberto Cambi – in corso fino al 31 ottobre presso gli spazi di Via Lombardini 22 – il progetto di approfondimento di questo tema si è sviluppato in un ciclo di incontri con esponenti della cultura, dell’informazione e della progettazione, con l’obiettivo di proporre una visione nuova, consapevole e costruttiva delle idee e delle energie che attraversano e animano la città contemporanea.  Gli appuntamenti prendono avvio con il tema “Rischiare lo sviluppo”, al quale sono stati invitati a partecipare Severino Salvemini (Professore Ordinario di Organizzazione aziendale all’Università Bocconi di Milano) e Cesare Ferrero (Amministratore Delegato di INPARTNER Investitori & Partner Immobiliari SpA). Coordinate da Virginio Briatore (Filosofo del Design e studioso dei linguaggi contemporanei), le conversazioni proveranno a mettere in contatto il mondo delle idee e quello del fare, per arrivare a prefigurare nuovi scenari urbani, fertili di idee e nuovi stili di vita. Gli incontri, che poi riprenderanno nell’autunno  si rivolgono a professionisti, aziende e istituzioni.
Fantasmi Urbani, a cura di Lombardini22 – società di architettura e ingegneria con un organico di sessanta persone, dedicata ai mercati del terziario, del retail e dell’ospitalità e già promotrice di altri appuntamenti culturali, è un progetto site specific dell’artista Roberto Cambi. La grande installazione, posta nella corte di via Lombardini 22, è composta da centocinquanta fantasmi in ceramica di quattro dimensioni diverse con caratteristiche espressive e morfologiche differenti. Ognuno di loro è un pezzo unico, realizzato artigianalmente dall’artista ed è munito di luce interna (a basso consumo) affinché possano essere visibili durante le ore notturne. “L’idea del fantasma appartiene all’immaginario collettivo da sempre, così come la paura di tutto ciò che concerne il mistero” – dice Roberto Cambi – “l’immateriale esercita un grande fascino e sollecitare l’immaginazione e provocare emozioni è l’obiettivo di questa operazione. Il fantasma rappresenta simbolicamente le paure dell’uomo, l’inesplorato, il soprannaturale, l’incertezza che oggi più che mai è presente nella nostra società”.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Seminario “Accogliere e integrare”

Posted by fidest press agency su sabato, 5 giugno 2010

Milano 22 giugno 2010, 9.30-12.50Sala Convegni Regione Lombardia Via Pola 12/14,  Il seminario è rivolto a tutti coloro che sono impegnati nella progettazione e nella realizzazione di interventi per l’accoglienza e l’integrazione degli stranieri. Questa mattinata di lavoro si inserisce a conclusione di un percorso di sperimentazioni regionali realizzate con una rete di partner territoriali. È questa una preziosa e rara occasione di riflessione e di confronto su temi fondamentali riguardanti la costruzione e l’attuazione di interventi per l’inclusione sociale quali: il sistema delle reti, i modelli e gli strumenti di intervento, i metodi di comunicazione in una prospettiva interculturale. Inoltre, l’autorevole presenza del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali consentirà di avere una visione nazionale sugli approcci e sulle tematiche connesse all’integrazione. Nel corso dell’iniziativa sarà distribuito il volume a cura di A.Vergani, F.Locatelli e V.Riniolo, Tra inserimento sociale e sostenibilità dei flussi migratori. Una sperimentazione in Lombardia, che contiene i contributi degli enti attuatori del programma regionale: Asl di Milano Città, Associazione Soleterre Onlus, Comune di Pavia, Cooperativa Sociale Crinali, Cooperativa Sociale Progetto Integrazione, Fondazione Ismu, Ufficio Scolastico Provinciale di Brescia e Ufficio Scolastico Provinciale di Milano.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lazio: sicurezza stradale

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 Mag 2010

L’Adiconsum Lazio, sempre in prima linea sul fronte della sicurezza stradale, esprime soddisfazione per la decisione della Giunta ma, affinchè si realizzi nei fatti un vero cambio di rotta, è necessario vigilare sull’esecuzione dei lavori e sulla loro qualità.  Debbono essere ridotti al minimo i rattoppi continui anche se prodotti da aziende di interesse collettivo per la posa e sostituzione di tubi e cavi, che riducono strade appena realizzate in campi di battaglia. Occorre una maggiore capacità di progettazione, coordinamento e dialogo con tutti i soggetti che operano sulle nostre strade. Servono nuovi approcci operativi per la realizzazione dei servizi che impediscano il continuo ripetersi di interventi in superficie. Occorre risolvere definitivamente la normalizzazione della segnaletica stradale: ripetitiva, scaduta, contrastante, deturpante, ingannevole, nascosta, inutile, inadatta. Realizzazione di una anagrafe della segnaletica che possa individuare non solo gli impianti ed il significato, ma anche l’approssimarsi alla data in cui è necessario ricorrere alla sostituzione della stessa in quanto, non tutti lo sanno, la segnaletica ha una scadenza proprio come gli alimenti, conservarne l’efficienza significa in molte occasioni salvare una vita. Adiconsum Lazio chiede al Comune di Roma un incontro al fine di poter rappresentare le proprie osservazioni e proposte. Adiconsum Lazio proseguirà comunque il suo lavoro di monitoraggio anche su segnalazione dei cittadini, riportando sul proprio sito le aree più a rischio per la sicurezza dei cittadini.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’anno “nero” delle famiglie italiane

Posted by fidest press agency su mercoledì, 28 aprile 2010

San Benedetto del Tronto 28 aprile, alle ore 16.00, il presidente nazionale delle Acli Andrea Olivero presenta l’indagine su “L’anno nero delle famiglie italiane” nell’ambito del 34° Convegno nazionale delle Caritas diocesane. “L’agenda delle famiglie italiane nell’anno della crisi” è un’indagine periodica realizzata dall’Iref, l’istituto di ricerca delle Acli, in tre rilevazioni campionarie nei mesi di maggio 2009, settembre 2009 e febbraio 2010, per un totale di 4500 interviste telefoniche. In mattinata, sempre in tema di crisi, è previsto l’intervento del prof.Mauro Magatti su “Imparare dalla crisi: accompagnare, interpretare e comunicare le nuove sofferenze sociali”.  Si parlerà anche di progettazione sociale, anno europeo di lotta alla povertà, comunità  e forme di partecipazione.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Coniolo fiori”

Posted by fidest press agency su martedì, 16 febbraio 2010

Coniolo (AL), 15 e 16 maggio 2010 nelle splendide colline del Monferrato Casalese, decima edizione della manifestazione florovivaistica specializzata incentrata sul mondo della rosa. La rosa sarà la nostra protagonista in tutte le sue espressioni: a cespuglio, strisciante, in miniatura, ad alberetto, a ombrello, a spalliera, ad arco e a pozzo.  Questi colorati e profumati arbusti, verranno esposti e messi in vendita, lungo le vie del paese dove si snoderà la consueta Mostra mercato florovivaistica con anche tantissimi altri esemplari di piante da giardino, frutti di stagione, articoli da giardinaggio ed oggetti con tema floreale. Il concorso di progettazione Angelo Tosi denominato “La rosa nell’arredo urbano”   sarà rivolto ai partecipanti al Master in “Progettazione del Paesaggio e delle Aree Verdi” della Facoltà di Agraria dell’Università degli studi di Torino, coordinato dalla professoressa Elena Accati. Gli studenti, abbinati a sei città delle regioni del Piemonte, Valle d’Aosta e Liguria avranno il compito di progettare e  poi allestire nella piazza verde del Paese,  denominata Moncravetto, bellissimi roseti, ricreando le sagome delle  suddette regioni. L’effetto scenografico sarà strepitoso. I florovivaisti, a loro volta, parteciperanno al concorso “La rosa piu’ bella” creando alcune aree verdi, con i loro migliori esemplari di rose.  Domenica pomeriggio alle ore sedici si terranno tutte le premiazioni dei concorsi di Coniolo fiori 2010.  Durante le due giornate momenti di folklore, gruppi musicali, intrattenimenti per bambini, passeggiate a cavallo e  mostre di dipinti completeranno la kermesse. La Manifestazione si colloca all’interno dell’evento denominato “Riso & rose in Monferrato”, che durante il mese di maggio vedrà celebrare la coltura del riso e dei fiori, coinvolgendo più comuni che accoglieranno appuntamenti ed intrattenimenti di vario tipo. http://www.coniolofiori.com (coniolo fiori)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Preconsuntivo Gruppo Itway

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 febbraio 2010

Ravenna. Itway SpA – a capo del Gruppo leader nella progettazione, produzione e distribuzione di soluzioni di e-business –  rende noto, in via preconsuntiva, che nel primo trimestre dell’esercizio fiscale 2009-2010 (1 Ottobre – 31 Dicembre 2009) ha realizzato un Volume di Ricavi a livello aggregato pari a 40,6 milioni di Euro, registrando una crescita del 15,3% rispetto allo stesso periodo dell’esercizio precedente (35,2 milioni di Euro).  La crescita a due cifre dei Ricavi aggregati nel trimestre riflette l’andamento positivo del volume d’affari, riconducibile principalmente ai risultati conseguiti nella virtualizzazione e nella sicurezza informatica, in cui il Gruppo negli ultimi sei mesi ha siglato accordi per un valore stimato di 18 milioni di Euro su base triennale (Comunicato Stampa del 14.09.2009 relativo agli accordi siglati con FalconStor e con VKernel e Comunicato Stampa del 30.11.2009 relativo agli accordi con Hitachi Data Systems e Trend Micro), consolidando la sua leadership nella distribuzione di tali soluzioni in Italia e in Europa, oltre che al miglioramento della congiuntura economica.  Il Consiglio di Amministrazione di Itway S.p.A. per l’approvazione della Resoconto Intermedio di Gestione al 31 dicembre 2009 (1° trimestre dell’esercizio 2009-2010) si riunirà il prossimo 12 febbraio 2010.
Itway fondata a Ravenna il 4 luglio 1996, quotata in Borsa Italiana dal 4 luglio 2001 (segmento AllStar), Itway SpA è oggi a capo di un Gruppo che opera nel settore dell’Information Technology attraverso la progettazione, produzione e distribuzione di soluzioni di e-business. Il Gruppo Itway opera come Value Added Distributor (VAD) di tecnologie software per l’e-business in Italia, Francia, Grecia, Spagna, Portogallo e Turchia ed è, in tale area di business, leader di mercato in Italia. I clienti di Itway VAD sono “system integrator” e “value added reseller”, che vendono i prodotti agli utenti finali. Tra i principali prodotti distribuiti da Itway VAD in Italia: Acronis, Arkoon Network Security, Check Point, Citrix, Falconstor, Fortinet, Hitachi Data Systems, Ipswitch, Kaspersky, McAfee, Novell, Oracle, Pelco, PlateSpin, Red Hat, SonicWALL, Stonesoft, SUN Microsystems, Symantec, Trend Micro, Vasco, VMware, Websense.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Convegno Federcongressi

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 novembre 2009

Torino (via Nizza 294) 20 novembre, dalle ore 14.30 alle 18.00 Centro Congressi Lingotto Fiere La delegazione regionale Federcongressi del Piemonte, coordinata da Mauro Dolla, ha organizzato il secondo convegno regionale della federazione, dopo quello tenutosi a Torino nel luglio 2007. Il convegno intende approfondire il tema, di grande attualità, della riduzione delle emissioni di anidride carbonica nell’ambito della progettazione e della realizzazione di fiere, congressi e mostre: in una parola, di eventi eco-sostenibili. All’evento interverranno; Luigi Bistagnino, docente di Disegno industriale al Politecnico di Torino, che parlerà di design sistemico; Cristian Campagnaro, anch’egli docente di Disegno industriale al Politecnico, che illustrerà l’approccio sistemico applicato agli eventi; Franco Fassio, dell’Università degli Studi di Scienze gastronomiche, che parlerà del Salone Internazionale del Gusto e Terra Madre 2008. Ci sarà anche uno speech di Marco Grimaldi, consigliere comunale di Torino. L’evento sarà concluso da una tavola rotonda, moderata da Mauro Dolla, dal titolo Organizzare eventi a ridotto impatto ambientale: quale futuro? Parteciperanno Luigi Bistagnino, Guido Bono (Expopiemonte), Andrea Vernier (Lingotto Fiere), Marcella Gaspardone (Torino Convention Bureau), Vittorio Bo (Festival della scienza di Genova), Roberto Burdese (Slow Food), un rappresentante della Regione Piemonte e uno della Città di Torino. La delegazione regionale del Piemonte è composta, oltre che da Mauro Dolla e dalla stessa Marcella Gaspardone, anche da Maria Teresa Moro e Andrea Zacchera. Ricordiamo che le delegazioni regionali di Federcongressi sono preposte a mantenere i rapporti con le istituzioni locali per diffondere una corretta informazione sull’attività del comparto, e, soprattutto, per affiancarle nell’individuazione delle scelte strategiche e dei piani di azione a favore del territorio in ambito di turismo congressuale. Visitate il sito http://www.federcongressi.it!
Federcongressi è la federazione delle associazioni della meeting & incentive industry operanti in Italia. È organizzazione senza fine di lucro che nasce nel 2004 per dare voce e rappresentanza unitaria a un settore che ha rilevante importanza economica in termini di fatturato, di posti di lavoro e di indotto generato. La compongono le seguenti associazioni: AIMP (Associazione italiana meeting planner – Professionisti dei convegni, aderente a Confturismo-Confcommercio), Apicef (Associazione professionisti e imprese congressi e fiere), Italcongressi-PCO Italia (Associazione nazionale imprese dell’industria congressuale, aderente a Federturismo-Confindustria), Meet in Italy (network delle località congressuali italiane), MPI Italia (capitolo italiano di Meeting  Professionals International) e SITE Italy (capitolo italiano della Society of Incentive Travel Executives).

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La tecnologia può creare comunità

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 settembre 2009

Il tema è come fare ciò, soprattutto senza creare dicotomie. Il virtuale ed il reale non devono essere contrapposti, sono due aspetti complementari del nostro modo di porci. Per conseguire questi risultati occorre dotarsi di discipline autenticamente non dogmatiche e multidisciplinari. Le tecnologie digitali interagiscono con moltissimi aspetti della nostra vita e non possono essere comprese da un “semplice” tecnologo o da un uomo di marketing o da uno psicologo. Esiste una nuova disciplina che alcuni chiamano “human-centered design”, che sta per “design centrato sull’uomo”, e che sarà la nuova frontiera della progettazione di servizi. Non è tanto il vecchio design che introduceva la dimensione estetica o ergonomica, ma è una disciplina articolata che considera anche la dimensione cognitiva. Diciamo che oggi il computer non è ancora uno strumento realizzato a misura d’uomo. La futura progettazione dovrà essere fondata sull’uomo, sulle sue esigenze, tenendo in opportuna considerazione i suoi costi cognitivi e le sue paure. Se ciò non verrà fatto, cresceranno le potenzialità tecnologiche, ma la gente ne userà solo una frazione, per di più con un diffuso sentimento di angoscia. Dobbiamo, quindi, entrare nell’ordine di idee che la tecnologia possa servire ogni individuo in maniera separata.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cantiere didattico nel Parco Nazionale Gran Paradiso

Posted by fidest press agency su martedì, 21 luglio 2009

Iniziano i lavori per la realizzazione dell’area attrezzata di Perabacù, nel Parco Nazionale Gran Paradiso, a cui parteciperanno un gruppo di studenti della II Facoltà di Architettura del Politecnico di Torino, sede di Mondovì.  I lavori si svolgono nell’ambito del progetto di  “A piedi tra le nuvole”, che da sette anni vede coinvolto il Parco con le amministrazioni locali per promuovere forme di mobilità e fruizione sostenibile nell’area del Colle del Nivolet.  Nel corso dell’anno accademico 2007-2008 nel Laboratorio di progettazione architettonica II, tenuto dal Prof. Barello, è stata proposta e affrontata come esercitazione  la progettazione  dell’area attrezzata e relativo parcheggio,  nel Comune di Ceresole Reale  all’interno dell’area protetta del Parco del Gran Paradiso.  Gli studenti, dopo aver effettuato un sopralluogo con tecnici del Parco, nel corso del quale sono stati sottolineati particolarmente  alcuni temi fra i quali  l’attenzione al contesto ambientale e la scelta di  materiali eco-compatibili,  hanno elaborato alcune soluzioni progettuali per le diverse aree, come la zona pic-nic, l’area gioco e  l’area parcheggio.  Le idee iniziali sono state sviluppate dagli studenti, sotto la guida del docente e dei suoi assistenti. Attraverso il confronto con l’ufficio tecnico del Parco, sono state successivamente approfondite da professionisti incaricati, che ne hanno elaborato un progetto complessivo e curato i dettagli costruttivi.   In occasione dell’inizio dei lavori otto studenti parteciperanno in prima persona al cantiere didattico e costruiranno, con l’aiuto di operai qualificati e di due tutor, uno degli elementi progettati nel corso dell’anno: un “percorso ludico” consistente in un piccola struttura  in legno.  La collaborazione tra Politecnico di Torino e Parco Nazionale Gran Paradiso risale al 2003, anno in cui è stata firmata una convenzione che prevede la possibilità di svolgere tirocini ed attività formative nell’area protetta. L’opportunità di partecipare in prima persona alla realizzazione di una struttura da loro progettata, migliorando così la conoscenza delle problematiche di cantiere, può costituire un elemento fondamentale nel bagaglio formativo degli studenti che si apprestano ad intraprendere la professione di architetto.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »