Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 29 n° 327

Posts Tagged ‘progetti’

Grant for Fertility Innovation (GFI) 2017. Merck assegna 1,25 milioni di euro a progetti di ricerca

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 luglio 2017

AwardswinnersDarmstadt, Germany. Merck, azienda leader in ambito scientifico e tecnologico, ha confermato oggi il suo impegno, attraverso il Grant for Fertility Innovation (GFI) 2017, ad assegnare 1,25 milioni di euro a progetti di ricerca nel campo della fertilità, per sostenere il progresso della scienza medica. Lanciato nel 2009 come primo dei Premi Merck per l’Innovazione, il GFI di Merck incentiva l’innovazione e sostiene gli scienziati a realizzare progetti che potrebbero potenzialmente condurre a prossime decisive scoperte nel campo dei trattamenti per la fertilità. Quest’anno la Cerimonia di Premiazione ha visto anche l’introduzione del Premio alla Carriera Merck nell’Innovazione della Fertilità.Per ribadire quanto Merck creda nel progresso attraverso l’innovazione, i vincitori del GFI sono stati annunciati nel corso di una cerimonia al Congresso Annuale della European Society of Human Reproduction and Embryology (ESHRE) in corso a Ginevra, Svizzera. I progetti vincitori riflettono la natura globale del programma, che spazia dalla ricerca in Italia a quella in Awardswinners1Brasile. Il Professor Bruno Lunenfeld, relatore alla cerimonia di premiazione del GFI 2017, è stato insignito del Premio alla Carriera Merck per il suo lavoro rivoluzionario dal 1954 nel campo della fertilità. Alla cerimonia ha fornito una panoramica sulla scoperta delle gonadotropine umane, inizialmente estratte dalle urine di donne in post menopausa. “I risultati pionieristici del professor Lunenfeld nel campo della fertilità sono una grande ispirazione per noi in Merck. È altamente motivante considerare la portata dei suoi contributi. Da oltre 60 anni, la sua competenza e la sua esperienza hanno contribuito notevolmente ai nostri sforzi per migliorare la qualità della cura del paziente”, ha dichiarato Belén Garijo, membro dell’Executive Board di Merck e CEO Healthcare, nel conferire il Premio alla Carriera Merck al Professor Lunenfeld.Gli investimenti in ricerca attraverso il GFI sono il nucleo della strategia di innovazione dell’attività biopharma di Merck e della mission di aumentare i tassi di successo dei trattamenti per la fertilità. Nel GFI di quest’anno, due progetti vincenti sono stati selezionati da 46 proposte globali con l’obiettivo comune di favorire i progressi nel campo della fertilità. Il GFI è stato lanciato nel 2009 ed è finalizzato a trasformare innovativi progetti di ricerca traslazionale sulla fertilità in soluzioni reali con l’obiettivo di migliorare i risultati dei trattamenti di fertilità. Merck ha annunciato con orgoglio i vincitori del GFI del 2017 durante la cerimonia:
· Endometrial Notch pathway as a novel target for improving implantation efficiency; D.ssa Luisa Campagnolo, PhD
· Pharmacogenetic algorithm for individualized controlled ovarian stimulation (iCOS) in assisted reproductive technology cycles; Dr. Caio Parente Barbosa, PhD, MS e Dr. Matheus Roque. (foto: Awardswinners)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Oltre 3 milioni di euro alle Reti di imprese per sostenere le piccole aziende

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 luglio 2017

Roma. Dal rilancio dei mercati rionali con l’ausilio delle nuove tecnologie a iniziative per trasformare le edicole in centri polifunzionali al servizio di turisti e cittadini. E ancora, azioni per l’efficientamento energetico e per ridurre l’impatto ambientale, condivisione di strumenti di comunicazione e promozione, valorizzazione dell’artigianato locale e delle sue produzioni. Sono alcune delle azioni previste nei trentadue progetti di Reti di imprese sostenuti dall’Amministrazione capitolina e dai Municipi, e selezionati per l’assegnazione dei fondi regionali nell’ambito del bando per le Reti di Impresa per le attività economiche su strada. Il bando era aperto agli esercizi di vicinato, bar, ristoranti, attività artigianali, mercati, medie e grandi strutture di vendita alimentari e non, alberghi, musei, cinema, teatri, attività professionali destinate ai servizi per i cittadini e per le imprese con iniziative promozionali e di marketing territoriale.In totale i progetti, finanziabili ciascuno fino a un massimo di 100 mila euro per 12 mesi, riceveranno per la realizzazione delle azioni 3,4 milioni di euro così suddivisi: 2,9 milioni circa destinati ai 27 progetti di filiera presentati dai Municipi e 500 mila euro per quattro progetti sostenuti dall’Assessorato allo Sviluppo economico, Turismo e Lavoro e uno dall’Assessorato alla Crescita Culturale.Tra i progetti selezionati, “Mercati in rete” punta alla valorizzazione dei mercati e dei prodotti tipici anche mediante lo sviluppo di una app dedicata che consentirà di offrire servizi innovativi agli utenti. “Rete Edicole” propone la sperimentazione di strumenti per promuovere la lettura e i temi legati all’ecologia. “Rete Green economy” propone la riqualificazione energetica delle attività attraverso l’adozione di una piattaforma tecnologica comune.“Crediamo fortemente nelle Reti di impresa come strumento di promozione del commercio, soprattutto a vantaggio delle aziende più piccole o a conduzione familiare che hanno maggiori difficoltà ad autopromuoversi, spesso perché si trovano in aree commerciali esterne al Centro. Da questi progetti, elaborati dagli stessi operatori e quindi pensati da chi ogni giorno è impegnato a dare più forza alla propria attività commerciale, scaturiranno strumenti per garantire servizi più moderni ed efficaci alle imprese”, dichiara l’assessore allo Sviluppo economico, Turismo e Lavoro Adriano Meloni.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Progetti di apprendimento automatico basati sul genoma e salvare vite umane

Posted by fidest press agency su sabato, 1 luglio 2017

inovaPALO ALTO, Calif. Cloudera, Inc. (NYSE: CLDR), fornitore globale della piattaforma di analisi, gestione dei dati e apprendimento automatico basata sulle più recenti tecnologie open source, annuncia che l’Inova Translational Medicine Institute (ITMI), un importante istituto di ricerca medica mondiale, ha implementato Cloudera Enterprise per analizzare in modo sicuro un’ampia raccolta di dati clinici e genomici in modo rapido e su scala senza precedenti al fine di innovare più velocemente nell’ambito della ricerca della medicina traslazionale.
Come parte del Centro Inova per la Salute Personalizzata (ICPH), il team di scienziati, ricercatori, analisti e collaboratori leader di ITMI utilizza algoritmi di apprendimento automatico su terabyte di informazioni cliniche e genomiche con l’obiettivo di identificare i legami genetici con le malattie. Realizzano scoperte dalle informazioni sui dati e, in collaborazione con il medico curante, sviluppano piani di trattamento personalizzati per i pazienti. Questo approccio è anche conosciuto come medicina di precisione e ha il potere di aiutare i pazienti a vivere più a lungo e ad avere una vita più sana.La genetica svolge un ruolo importante nella maggior parte delle principali cause di morte negli Stati Uniti, tra cui malattie cardiache, cancro e diabete. L’Istituto raccoglie dati clinici da migliaia di pazienti di Inova di oltre 110 Paesi. Il DNA unico di una sola persona contiene sei miliardi di bit di informazioni. La mappatura dei codici DNA degli individui nelle sequenze genomiche aiuta gli scienziati a determinare la causa delle malattie e scoprire le terapie trasformative. Come parte di questo processo, l’ITMI sta assemblando quello che si prevede sarà uno dei più grandi database di sequenze di genomi di tutto il mondo collegato alle informazioni sui pazienti in un sistema sanitario.
La piattaforma di Cloudera ha permesso a ITMI di ottimizzare l’analisi dei dati genomici a fini diagnostici. Questa analisi dei dati genomici consente a uno scienziato di bioinformatica di studiare le correlazioni genomiche di persone con condizioni come l’artrite, le malattie autoimmuni o il cancro. In passato, data l’enorme dimensione di genomi completi, il completamento di questo processo poteva richiedere a ITMI fino a due mesi. Utilizzando Cloudera, ITMI è in grado di eseguire l’analisi end-to-end dei dati in una settimana. Per il futuro ITMI prevede di eseguire queste analisi dei dati in poche ore.Lavorando con Cloudera, ITMI ha creato un’infrastruttura bioinformatica globale per la raccolta di dati dei genomi dell’Istituto – sempre più consistente –contrapposta agli archivi clinici. L’infrastruttura è stata progettata per archiviare ed elaborare questa convergenza di dati biologici, in velocità e in modo scalabile, oggi e anche in futuro.
Considerando che un genoma è pari a più di tre miliardi di coppie di base di DNA, ITMI attualmente tiene traccia di circa 9.000 genomi completi sequenziati, con una previsione di crescere a 15.000 in futuro. Il moderno database analitico di Cloudera, alimentato da Apache Impala (in fase di progettazione), fornisce analisi SQL ad elevate prestazioni per i big data. Con la flessibilità, la scalabilità e la velocità offerta dalla soluzione Cloudera, il team ITMI applica la contemporaneità multiutente e analisi ad alte prestazioni dei dati genomici acquisiti da madri, padri e bambini partecipanti a diversi studi familiari di base. Per esempio, ITMI è stata in grado di sfruttare la sua esperienza nell’analisi clinica e genomica per aiutare a individuare anomalie congenite precedentemente non diagnosticate nei bambini. Si tratta di un processo iterativo che richiede tempo ma, grazie a strumenti come Cloudera, ITMI prevede di accelerare ancora di più il processo di diagnosi per aiutare le famiglie. (foto: inova)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Investimenti nel trasporto UE: la Commissione propone 2,7 miliardi di euro per 152 progetti

Posted by fidest press agency su lunedì, 26 giugno 2017

european commissionBruxelles. La Commissione europea propone oggi di investire 2,7 miliardi di euro in 152 importanti progetti di trasporto che sostengono la mobilità competitiva, pulita e connessa in Europa.La Commissione tiene così pienamente fede al suo piano di investimenti per l’Europa e al suo impegno per migliorare la connettività europea, compreso il recente programma “L’Europa in movimento”. I progetti selezionati contribuiranno all’ammodernamento delle linee ferroviarie, ad eliminare le strozzature e migliorare i collegamenti transfrontalieri, all’installazione di punti di rifornimento di carburanti alternativi e all’attuazione di soluzioni di gestione del traffico innovative. L’investimento è realizzato nell’ambito del meccanismo per collegare l’Europa, vale a dire il meccanismo di sostegno finanziario dell’UE per le reti infrastrutturali, e permetterà di sbloccare 4,7 miliardi di euro di cofinanziamento pubblico e privato. Tali investimenti non solo modernizzeranno la rete di trasporto, ma stimoleranno anche l’attività economica e la creazione di posti di lavoro. Quest’anno, su un totale di 2,7 miliardi di euro, la Commissione ha stanziato 1,8 miliardi di euro per i 15 Stati membri ammissibili al sostegno del Fondo di coesione [1], al fine di ridurre ulteriormente le disparità infrastrutturali.Violeta Bulc, Commissaria UE per i Trasporti, ha dichiarato: “La domanda di investimenti nelle infrastrutture di trasporto è enorme. Questa nuova ondata di investimenti si concentra su progetti digitali puliti e innovativi volti a modernizzare la rete di trasporto europea. Abbiamo fatto un altro passo in avanti verso una vera Unione dei trasporti, che soddisfi i bisogni dei cittadini, stimoli l’economia e crei posti di lavoro. Guardando al futuro, invito le parti interessate a fare il miglior uso possibile dei fondi rimanenti, utilizzando meccanismi di blending al fine di massimizzarne gli effetti e mobilitare tutte le risorse possibili.”I progetti selezionati si concentrano principalmente sulle sezioni strategiche della rete di trasporto europea (la “rete centrale”) al fine di assicurare i maggiori effetti e il più elevato valore aggiunto a livello europeo. La maggior parte dei finanziamenti sarà destinata a sviluppare la rete ferroviaria europea (1,8 miliardi di euro), a decarbonizzare e ammodernare il trasporto su strada e a sviluppare sistemi di trasporto intelligenti (359,2 milioni di euro), e a realizzare sistemi di gestione del traffico aereo (311,3 milioni di euro).
Azioni selezionate comprendono iniziative faro quali l’ammodernamento degli oltre 100 km della tratta ferroviaria Białystok-Ełk in Polonia; l’ammodernamento dei sistemi di gestione del traffico aereo negli Stati membri dell’UE; la piena espansione del tunnel stradale delle Caravanche tra la Slovenia e l’Austria; lo sviluppo di una rete di ricarica rapida dei veicoli elettrici in Svezia, Danimarca, Germania, Francia, Regno Unito e Italia.Tutti i progetti sono stati selezionati per il finanziamento mediante inviti a presentare proposte concorrenziali fatti il 13 ottobre 2016. Sono state ricevute 349 domande per un totale di quasi 7,5 miliardi di euro di richieste di cofinanziamento.
Ciò ha consentito alla Commissione di selezionare i progetti migliori, garantendo nel contempo una distribuzione equilibrata dal punto di vista geografico e dei modi di trasporto. Il contributo finanziario dell’UE è costituito da sovvenzioni, con un tasso di cofinanziamento tra il 10% e il 50% dei costi ammissibili del progetto, a seconda del tipo di quest’ultimo e dell’invito (fino all’85% nell’ambito della dotazione per la coesione).
Prossime tappeGli Stati membri dell’UE rappresentati in seno al comitato di coordinamento del meccanismo per collegare l’Europa devono ora approvare formalmente la proposta di decisione di finanziamento in occasione della riunione del 6 luglio 2017. L’adozione della decisione formale da parte della Commissione è attesa per la fine di luglio 2017. L’Agenzia esecutiva per l’innovazione e le reti (INEA) della Commissione preparerà e firmerà quindi convenzioni di sovvenzione con i beneficiari dei singoli progetti nella seconda metà del 2017.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Rivisitazione di progetti centrosinistra più funivie, manca scelta strategica anello ferroviario”

Posted by fidest press agency su domenica, 18 giugno 2017

meleoRoma. “L’assessore Meleo continua a fare annunci spot sul piano della mobilità mentre assistiamo all’aggravarsi delle criticità del TPL. La campagna elettorale è terminata da un anno e l’annuncio odierno sul PUMS altro non è che uno spot con la rivisitazione di progetti già descritti dalle giunte di centrosinistra cui sono state apportate alcune modifiche nelle denominazioni, come nel caso della metro di superficie di Tor Vergata. La novità se così vogliamo definirla è rappresentata dalle funivie. Ma a parte le facili ironie che possono essere alimentate dall’audacia di certe scelte, invitiamo l’assessore alla mobilità a confrontarsi in Assemblea Capitolina sulle strategie per la mobilità futura della capitale. Per esempio vorremmo capire innanzitutto le intenzioni reali sul progetto relativo al prolungamento delle metro C per attestarla a piazzale Clodio e sulla B verso Casal Monastero. Soprattutto al di là delle intenzioni vorremmo conoscere le modalità di realizzazione di metro e tranvie ed altre ulteriori infrastrutture. Infine, prima di avventurarci in ulteriori dibattiti sulle migliori alternative infrastrutturali per ammodernare la capitale del futuro, siano esse funivie o tranvie, avvierei un’analisi approfondita per realizzare la chiusura dell’anello ferroviario, si tratta di un’opera strategica fondamentale che se realizzata potrebbe ridisegnare realmente la mobilità pubblica, su ferro e green dell’intera area metropolitana di Roma.” Così in una nota la capogruppo del PD Michela Di Biase.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Primo festival di teatro interattivo e d’improvviso

Posted by fidest press agency su mercoledì, 31 maggio 2017

Processed with VSCO with p9 presetRoma Fonderia delle Arti, via Assisi 31, Martedì 6 e Mercoledì 7 giugno, ore 20.30 e 22.00 Dopo una stagione di successi e sold out al Teatro dell’Orologio, Teatro Lo Spazio e Fonderia delle Arti, con centinaia di spettatori che nel 2017 si son lasciati trasportare e coinvolgere nel grande gioco del teatro interattivo e dell’improvvisazione teatrale, lo Stabile della SITI diretto da Giorgia Mazzucato e Maria Beatrice Alonzi, insieme a Fringe Italia, propone a Roma il primo Festival di Teatro interattivo e d’improvviso: “Il Teatro Straordinario”. Due giornate per scoprire l’arte del teatro interattivo, in cui lo spettatore in maniera “immersiva” diventa parte integrante dello spettacolo, con due progetti che si creeranno sul palco della Fonderia delle Arti nell’immediato della messa in scena: “Tempo”, con il suo provocatorio viaggio nella storia e nel futuro, e “Love_Me”, una storia d’amore perfetta o sbagliata… al confine tra teatro e vita.Spettacoli che ogni volta si trasformano in esperienza per lo spettatore e l’attore, in un’inedita e reciproca attività esercitata l’uno sull’altro: nessun confine tra platea e palcoscenico, solo la voglia di vivere una nuova storia senza sovrastrutture.E quindi “Benvenuti a teatro. Dove tutto è finto ma niente è falso”, come disse il Maestro Gigi Proietti.
TEMPO con Marco Allegretti, Maria Beatrice Alonzi, Paolo Berini, Simone Congedo, Simona Faustino Ventapane, Valerio Flamini, Sara Fraietta, Pasquale Guerrera, Silvana Lagrotta, Maria Teresa Robusto, Mauro Vottari. Regia di Giorgia Mazzucato, musiche dal vivo di Dario Giuffrida Il Viaggio nel tempo, il sogno, il desiderio: come raggiungerlo? Immaginate di poter scegliere tra un cast di attori, quello che più vi piaccia. Immaginate di poter scegliere il protagonista dello spettacolo e potergli far fare quello che avreste sempre voluto fare: un viaggio nel tempo, il vostro, deciso da voi. Avete inoltre deciso come il vostro eroe sia in grado di muoversi tra le epoche, e man mano che la storia si sviluppa e vi affezionate a lui, la possibilità di decidere in quale secolo farlo viaggiare. Medioevo? Futuro? Preistoria? Impero romano? Quello che vorrete, accadrà davanti ai vostri occhi.LOVE_ME con Stefano Buffa, Paola Campagna, Camilla Gerormini, Cristiano Marazzi, Francesca Mareggiato, Nancy Mazzella, Vincenzo Pesce, Francesca Pieraccioli, Giovanni Salvatori, Andrea Vannini. Regia di Giorgia Mazzucato, aiuto regia di Silvana Lagrotta, musiche dal vivo di Dario Giuffrida Due di loro sono in procinto di sposarsi. Ma perchè? Immaginate di poter decidere i loro pregi, i loro difetti, le loro paure. Come si sono conosciuti? Immaginate di potere creare, passo passo, insieme ai protagonisti, la loro storia d’amore. Con quale canzone si sono innamorati? Come è andata la proposta? La storia d’amore che volete vedere. Perfetta o sbagliata. Dipende tutto da voi. Interagendo con gli attori sul palco e determinando con loro le sorti dei loro personaggi. E alla fine… si sposeranno davvero? Biglietto unico per una serata (comprensivo di due spettacoli): 13 euro. Abbonamento ad entrambe le serate del Festival (comprensivo di quattro spettacoli): 18 euro. (foto: teatro straordinario)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Frongia: 700mila euro per lo sport a Roma

Posted by fidest press agency su sabato, 22 aprile 2017

daniele-frongiaRoma “Un aiuto concreto allo sport romano da parte di Roma Capitale, abbiamo riattivato il finanziamento per i progetti promossi da associazioni sportive, società sportive e federazioni che da oltre due anni non veniva erogato. Sono stati stanziati circa 700.000 euro per la promozione dell’attività sportiva. Fino al 30 aprile è possibile presentare i progetti per iniziative e manifestazioni sportive da realizzare nel 2017, mentre per il 2018 il termine ultimo è il 31 ottobre 2017. Tutti i dettagli sul sito del Dipartimento Sport di Roma Capitale”. Così in una nota l’Assessore allo Sport, Politiche Giovanili e Grandi Eventi di Roma Capitale Daniele Frongia.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Oltre 330 i progetti candidati per bando “Roche per la Ricerca”

Posted by fidest press agency su venerdì, 23 dicembre 2016

rocheSono arrivate da tutta Italia le oltre 330 candidature per la prima edizione del bando “Roche per la Ricerca” che ha visto l’assegnazione di 8 premi da 100.000 euro ciascuno per la ricerca scientifica indipendente nell’ambito della medicina di precisione. Da ricordare, infatti, che ciascun Ente partecipante al bando manterrà l’esclusiva titolarità di ogni invenzione o diritto generato nell’ambito del progetto di ricerca, senza alcuna partecipazione, diritto o facoltà in capo a Roche e, per assicurare l’assenza di conflitti d’interesse nel supporto e nella selezione delle iniziative, sono stati esclusi dal bando tutti i progetti di ricerca clinica sui medicinali.
L’iniziativa che ha preso il via a giugno 2016 è arrivata alla conclusione con l’assegnazione di 4 premi per l’area Oncoematologia, 2 all’area Neuroscienze ed uno ciascuno per la Reumatologia e le Malattie Polmonari.“Siamo davvero soddisfatti per il risultato di questo primo bando. Come Roche abbiamo fatto una scelta coraggiosa decidendo di impegnare risorse importanti per stimolare e finanziare la ricerca indipendente ed ora possiamo dire che la prima scommessa è vinta. L’attenzione e il plauso riscossi dal concorso sono la riprova che lo sforzo di Roche è stato apprezzato e riconosciuto da chi si impegna quotidianamente per cercare nuove soluzioni per la salute, quello che anche Roche fa da sempre. La palla adesso passa ai soggetti promotori, speriamo che grazie al finanziamento possano emergere risultati importanti per il sistema salute. – ha commentato Maurizio de Cicco Presidente e Amministratore Delegato di Roche S.p.A. – Un grande ringraziamento inoltre va a tutti i membri del Comitato per il prezioso contributo, la professionalità e l’attenzione con cui hanno valutato le oltre 330 candidature ricevute”.La garanzia di totale indipendenza nella valutazione ma anche la dimostrazione di apprezzamento è stata rafforzata infatti sin dalla composizione del Comitato che ha valutato tutti i progetti e scelto i vincitori. Ne hanno fatto parte Nicola Normanno in rappresentanza dell’Associazione Italiana di Oncologia Medica, Massimo Massaia per la Società Italiana di Ematologia Sperimentale, Carlo Riccardi per la Società Italiana di Farmacologia, Diego Centonze per la Società Italiana di Neurologia, Luca Richeldi Professore di Medicina Respiratoria e preside della facoltà di Interstitial Lung Disease di Southampton (UK), Ignazio Olivieri per la Società Italiana di Reumatologia e Antonio Gaudioso per Cittadinanzattiva. A presiedere il Comitato il Presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, Walter Ricciardi che ha così commentato l’esperienza: “Il numero e la qualità dei progetti arrivati alla commissione sono andati al di là di qualunque aspettativa. Penso di interpretare il pensiero di tutti i membri dicendo che è stato un piacere contribuire a rendere possibile il finanziamento di progetti che ci aspettiamo possano davvero aggiungere un nuovo tassello al sapere medico scientifico nell’interesse di tutti i pazienti. La ricerca anche in Italia può giocare un ruolo di primo piano e Roche ha meritoriamente dimostrato che con il contributo di tutti tale possibilità non è solo teorica ma diventa anche realtà”.
Con sede centrale a Basilea, in Svizzera, Roche è leader nell’area salute, dove opera nei settori farmaceutico e diagnostico con un forte orientamento alla ricerca. Roche è la più grande azienda biotech al mondo con medicinali in oncologia, ematologia, immunologia e neuroscienze. Roche è anche leader mondiale nella diagnostica in vitro, nella diagnostica oncologica su tessuti ed è all’avanguardia nella gestione del diabete. L’impegno di Roche nella medicina personalizzata mira a fornire medicinali e strumenti diagnostici capaci di portare miglioramenti tangibili della salute, della qualità di vita e della sopravvivenza dei pazienti.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Dal Dipartimento Pari Opportunità 5 mln di euro per progetti rivolti agli studenti

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 novembre 2016

UCBM - Studenti ed edificio di sfondoUn avviso pubblico del Dipartimento per le Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri per sensibilizzare gli studenti e le studentesse ai temi legati alla prevenzione e al contrasto della violenza sessuale e di genere. In totale verranno investiti 5.000.000 di euro per finanziare progetti su tutto il territorio nazionale.La chiamata pubblica è rivolta a scuole singole o organizzate in reti, e anche in partenariato con associazioni e/o organizzazioni, soggetti pubblici e privati che abbiano maturato esperienze e competenze specifiche in materia di prevenzione e contrasto alla violenza contro le donne. I soggetti che vorranno partecipare alla selezione dovranno presentare il proprio progetto entro le 23.59 del 5 dicembre di quest’anno. Ogni progetto approvato riceverà un finanziamento non superiore ai 150.000 euro.L’avviso pubblico soddisfa la progettualità prevista dal “Piano di azione straordinario contro la violenza sessuale e di genere” che al punto 5.2 prevede azioni volte all’educazione alla parità e al rispetto delle differenze, in particolare per superare gli stereotipi che riguardano il ruolo sociale, la rappresentazione e il significato dell’essere donne e uomini, ragazze e ragazzi, bambine e bambini nel rispetto dell’identità di genere, culturale, religiosa, dell’orientamento sessuale, delle opinioni e dello status economico e sociale, sia attraverso la formazione del personale della scuola e dei docenti sia mediante l’inserimento di un approccio di genere nella pratica educativa e didattica.
Le proposte progettuali presentate dovranno prevedere azioni e interventi mirati a: promuovere il rispetto reciproco; sensibilizzare ed educare le nuove generazioni per prevenire fenomeni di violenza, aggressività, bullismo e cyberbullismo; promuovere l’apertura al dialogo per conoscere e superare i conflitti interpersonali; realizzare contenuti innovativi e sperimentali per prevenire e combattere il fenomeno della violenza nell’ambito scolastico e tra le nuove generazioni in generale; favorire la creazione di una rete di scuole per implementare lo scambio e il confronto di conoscenze ed esperienze sviluppando ulteriormente l’educazione al rispetto del prossimo; favorire il benessere nelle relazioni interpersonali attraverso un ambiente accogliente e inclusivo.
IL BANDO È CONSULTABILE AL SEGUENTE LINK:
http://www.pariopportunita.gov.it/index.php/archivio-notizie/2761-avviso-per-la-realizzazione-di-iniziative-educative-in-ambito-scolastico-per-lattuazione-del-punto-52-educazione-del-piano-dazione-straordinario-contro-la-violenza-sessuale-e-di-genere-

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Concorso a cattedra: partiti con il piede sbagliato

Posted by fidest press agency su lunedì, 2 maggio 2016

cassazioneLa materia è disciplinata dall’articolo 12 del Dpr 9 maggio 1994 n. 487 che prevede che le commissioni esaminatrici, alla prima riunione, stabiliscano i criteri e le modalità di valutazione delle prove concorsuali, da formalizzare nei relativi verbali, al fine di assegnare i punteggi relativi alle singole prove. Sul punto la giurisprudenza è consolidata: anche la Suprema Corte di cassazione a sezioni unite con la sentenza n.14896 del 21 giugno 2010 ha ribadito che “la commissione esaminatrice è tenuta per legge a far precedere la correzione e le singole valutazioni da una sintesi delle proprie ipotesi valutative”.
Marcello Pacifico (presidente Anief): pure il decreto ministeriale che regola il concorso, pubblicato a fine febbraio, ha ribadito che i docenti devono fornire agli alunni, in maniera chiara e trasparente, su cosa saranno valutati. Ma il caos organizzativo potrebbe ancora non aver toccato il fondo: perché se il giudice d’appello dovesse dar ragione ai tanti docenti ricorrenti, laureati, Itp, con diploma magistrale linguistico e altre tipologie ancora, per il Tar Lazio sarà inevitabile mutare il precedente orientamento negativo e ordinare, di conseguenza al Miur, la partecipazione degli esclusi.

Posted in Cronaca/News, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Alle origini della Turchia contemporanea

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 febbraio 2016

maxxxIRoma venerdì 19 febbraio, ore 18.30 Alle origini della Turchia contemporanea MAXXI Galleria 1 Via Guido Reni, 4/A ingresso € 5,00 – 3 incontri € 10,00 – gratuito per i titolari myMAXXI incontro dal titolo Alle origini della Turchia contemporanea.
Ne parleranno Marco Ansaldo, giornalista inviato speciale, Docente di Giornalismo Estero Università LUISS di Roma; Lucio Caracciolo Direttore di Limes, Rivista Italiana di geopolitica; Hou Hanru Direttore Artistico MAXXI e curatore della mostra; Giovanna Melandri Presidente Fondazione MAXXI.Dice Lucio Caracciolo: “Dalla crisi migratoria alla guerra di Siria, dalla lotta al terrorismo al futuro dell’Unione Europea, il ruolo della Turchia è sempre più rilevante per il nostro presente e per il nostro futuro. Cominciamo ad

maxxIa

Roma 29 04 2015, Museo MAXXI. InaugurazioneIstanbul Passion Joy Fury. ©Musacchio&Ianniello diritti riservati

esplorarne storia, identità, culture e progetti, senza pregiudizi e con curiosità”.Nel suo intervento, Marco Ansaldo si concentrerà sul momento difficile che stanno vivendo in Turchia la società civile e i media: “La Turchia oggi costituisce un grande problema internazionale, che coinvolge molti aspetti: politici, economici, diritti umani, libertà di espressione”. E si chiede: “Possiamo continuare a fidarci del Sultano?”.
Secondo appuntamento: venerdì 1 aprile con l’incontro dal titolo La nuova Istanbul tra neoliberismo e processi di gentrificazione in cui vengono analizzati i processi urbanistici e le nuove forme di auto – organizzazione degli abitanti di Istanbul e della Turchia più in generale.Terzo appuntamento venerdì 29 aprile con l’incontro Le sfide economiche della Turchia il cui tema centrale è il rapporto tra l’idea tradizionale e contemporanea di “capitale” e i diversi modelli di produzione esistenti in Turchia come il passaggio dalla tradizione artigiana e manifatturiera, all’attuale comparto industriale e terziario avanzato. Istanbul: un laboratorio per il presente è organizzato in collaborazione con Limes (foto maxxi)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Convegno sulla Prevenzione FICT

Posted by fidest press agency su martedì, 3 novembre 2015

basilica san giovanni romaRoma 5 Novembre 2015 presso la Sala dell’Unicef di via Palestro 68, dalle ore 9,30 alle ore 16,00, Convegno: “Prevenzione nel nulla chimico… E se la chiamassimo educazione e promozione della connettività sociale?” in collaborazione con l’Istituto Superiore Universitario di scienze psicopedagogiche e sociali “Progetto Uomo” affiliato all’Università Pontificia Salesiana di Roma. La Federazione Italiana Comunità Terapeutiche da sempre pone al centro di ogni sua azione la centralità della persona e la promozione del benessere come azione preventiva. Tramite i suoi 44 centri federati riesce a mettere in campo in Italia un’ampia capillarità di interventi, coinvolgendo la famiglia, la scuola, gli oratori, le periferie, i luoghi di aggregazione giovanile e il mondo dello sport.
Come si legge dall’ultima Relazione annuale sulle tossicodipendenze al Parlamento, sebbene il momento preventivo sia riconosciuto come vitale, nel corso degli ultimi 8 anni, in Italia, si evidenzia una rilevante riduzione delle sue attività, passando dal 55,5% del 2007 fino al 18% nell’anno 2014. Altro dato significativo: gli istituti scolastici, che hanno attuato progetti di prevenzione all’uso di sostanze psicoattive, passano nel corso degli anni dal 58% nel 2008, al 50% nel 2011, a circa il 46% nel 2014. Mentre la prevalenza di cannabis, nell’ultimo anno, riferita dagli studenti, passa dal 23% nel 2007 al 26,4% nel 2014, come anche rilevante è l’uso di alcol e di psicofarmaci senza prescrizione medica nella popolazione studentesca. Il trend degli utenti in trattamento rileva un costante aumento delle persone tossicodipendenti assistite dai servizi pubblici del sistema sanitario nazionale. L’età media dei nuovi utenti è di 34 anni, di cui meno del 9% ha un’età compresa tra i 15 e i 19 anni. La diagnosi precoce, il riconoscimento tempestivo dei sintomi, l’anticipo dell’accesso ai Servizi rappresentano sicuramente importanti obiettivi preventivi. Ma, come riportato anche all’interno del titolo scelto per il convegno, nel nostro presente fatto di “nulla chimico”, una prevenzione attenta deve trascendere l’approccio esclusivamente medico, per connotarsi di aspetti educativi e formativi. Inoltre, nell’attuale realtà sociale va considerato che occuparsi di prevenzione significa non solo fare riferimento alle forme di dipendenza, ma anche di altre situazioni di disagio, che rappresentano i nuovi bisogni sociali emergenti: il contrasto all’illegalità, l’immigrazione, la protezione delle vittime di tratta, l’inclusione sociale, l’inserimento lavorativo.
Il Convegno approfondirà gli aspetti peculiari dell’azione educativa nel territorio, presentando alcuni modelli di riferimento e prassi operative consolidate. Spiega la dr.ssa Maria Calabrese, coordinatrice della Rete sulla prevenzione FICT: “Il metodo preventivo, la struttura e la professionalità degli operatori sono chiari; tuttavia, gli interventi di prevenzione dipendono per la quasi totalità da progettazioni a termine. La mancanza di continuità negli interventi realizzati rischia di vanificare il lavoro svolto, creando interventi spot, piuttosto che servizi stabili e verificabili nel tempo. Dal punto di vista territoriale, esistono grandi differenze sul nostro territorio nazionale, sia nel servizio pubblico che nel privato, creando un’eterogeneità nelle possibilità di intervento ed una struttura a macchia di leopardo. Le Associazioni che operano nella prevenzione sono costrette, a volte, a rispondere alle esigenze e alle richieste dei propri territori adattandosi alle possibilità offerte e alle esigue risorse; oltre che agendo innanzitutto in forme di volontariato e di gratuità. Per questo è fondamentale creare reti territoriali in cui le istituzioni, le associazioni e i servizi dialoghino e si confrontino a livello nazionale e locale, in cui diventi centrale anche il contributo di una visione politica. Una prevenzione alle dipendenze che basa tutte le sue intuizioni e le sue azioni attraverso il solo paradigma della cura e rimane orfana di una visione politica, intesa come attenzione al ben-essere della popolazione – afferma – è una visione riduttiva del senso di partecipazione sociale alla comunità. Pertanto, lo scopo di questo incontro è di far nascere domande che aprano a nuovi modi di pensare e di leggere i bisogni emergenti per tracciare possibili risposte metodologiche, culturali, educative e politiche di promozione alla salute.” Interventi:
Saluti: Consigliere Patrizia De Rose – Dipartimento Politiche Antidroga , Sac. Mimmo Battaglia – Presidente FICT e il prof. Nicolò Pisanu – Presidente Istituto Progetto Uomo. Relatori: Marica Ferri – EMCDDA, Osservatorio Europeo delle droghe e delle tossicodipendenze, Lisbona, Franca Olivetti Manoukian – Psicosociologia, consulente di organizzazione dei servizi – Studio APS, Milano, Francesco D’Angella – Psicosociologo Studio A. P. S. di Milano. Ci sarà inoltre una tavola rotonda dal titolo: “Dove sta andando la prevenzione? Pre-visioni, pre-testi e pre-supposti” a cui parteciperanno: Maria Calabrese – FICT; Mario Dondi – Istituto Progetto Uomo; Leopoldo Grosso – Gruppo Abele; Riccardo De Facci – CNCA; Franco Taverna – EXODUS. Prenderà parte alla tavola rotonda anche la dr.ssa Filomena Rocca, Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione, MIUR.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

SACE Missione Mozambico e Congo, oltre 1 miliardo di progetti allo studio

Posted by fidest press agency su martedì, 1 settembre 2015

congoIn Mozambico SACE ha allo studio nuove operazioni a sostegno di export e investimenti per un valore totale di 1 miliardo di euro in una varietà di settori: dall’oil & gas alle costruzioni, dall’agroindustria alle altre tecnologie industriali.
Il dato riflette il forte dinamismo di un’economia in crescita costante – a tassi superiori al 7% annuo negli ultimi quattro anni – capace di offrire importanti opportunità sia per le grandi imprese che per le Pmi italiane grazie a nuovi ingenti investimenti in progetti infrastrutturali (energetici ed edili) e minerario-estrattivi. Secondo le previsioni di SACE, che prenderà parte alla Fiera multisettoriale in questi giorni a Maputo (Facim), nei prossimi quattro anni l’export italiano in Mozambico riuscirà a mettere a segno una crescita del 5% medio annuo, trainata prevalentemente dalla meccanica strumentale nei suoi diversi comparti. Prospettive positive provengono in particolare dalle recenti scoperte di giacimenti di gas naturale al largo delle coste nazionali: riserve di gas per 100 trilioni di metri cubi con investimenti attesi per oltre 50 miliardi di dollari, pari a tre volte il Pil del Paese, che potrebbe accreditarsi come nuovo hub australe del gas. In Congo SACE conferma la piena disponibilità a sostenere l’export el’internazionalizzazione verso questo mercato in cui i profili di rischio sono ancora elevati. Il contesto operativo, piuttosto complesso ed esposto al ciclo delle commodity, è tuttavia capace in prospettiva di offrire buone opportunità in una gamma differenziata di settori.
Secondo le stime di SACE, l’export italiano verso la Repubblica del Congo potrebbe mettere a segno una crescita pari a circa 80 milioni di euro tra il 2015-2017, se riuscisse a cogliere a pieno il trend della domanda di beni da importare espressa dal Paese.
Driver principale delle opportunità per le imprese italiane è il piano di investimenti pubblici varato dal governo per sviluppare una rete di infrastrutture di base, trasporti ed energia. Vi è inoltre un buon potenziale per i settori delle costruzioni e del turismo anche sulla scia degli All-Africa Games, le olimpiadi africane, ospitati a Brazzaville proprio in questi giorni. Iniziative che rientrano tutte in una strategia di maggior diversificazione dell’economia congolese, con l’obiettivo primario di ridurne la vulnerabilità rispetto all’andamento delle materie prime e colmare gap socio-economici nella popolazione.
A Brazzaville, la delegazione visiterà il “cantiere” di Kintelé, il più grande progetto immobiliare e urbanistico del Congo, che coinvolge anche una filiera di aziende italiane (grandi e Pmi).
La missione governativa, la quarta in Africa sub-sahariana negli ultimi due mesi, conferma l’attrattività di questa Regione per le imprese italiane e trova riscontro nelle operazioni assicurate da SACE a sostegno di export e internazionalizzazione, in crescita del 63% nel primo semestre 2015.Per cogliere questo potenziale, SACE ha avviato il programma Frontier Markets, dedicato soprattutto alle Pmi: oltre ad offrire l’assistenza degli uffici SACE di Johannesburg e Nairobi, mette a disposizione delle imprese linee di credito garantite a sostegno di operazioni con controparti locali; servizi di advisory, per valutare i settori merceologici a maggior potenziale, i profili di rischio sottostanti (di credito, politici, normativi, ambientali) e le soluzioni finanziario-assicurative a supporto delle singole transazioni commerciali e d’investimento; seminari e incontri di business matching e approfondimento sul territorio.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Missione in Azerbaigian: SACE, 500 milioni di progetti allo studio

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 aprile 2015

SACE partecipa alla Missione del Ministro dello Sviluppo Economico Federica Guidi in Azerbaigian e conferma la crescente attenzione verso un mercato a elevato potenziale di business sia per le imprese di dimensioni più grandi che per le Pmi.
“Nel Paese SACE ha allo studio nuove operazioni per oltre 500 milioni di euro destinate a sostenere export e investimenti italiani – ha dichiarato Giovanni Castellaneta, Presidente di SACE –. Un dato che ben esprime il potenziale offerto dall’Azerbaigian e dall’intera regione caucasica che sta diventando un bacino di domanda sempre più importante per merci, macchinari, impianti e know how Made in Italy”.
Driver di queste opportunità sono le abbondanti riserve energetiche di cui il Paese dispone che, insieme alla collocazione geografica strategica, al trend socio-demografico positivo e al contesto operativo sostanzialmente stabile, fanno dell’Azerbaigian un mercato di riferimento fondamentale all’interno della regione caucasica, sebbene l’economia abbia risentito del forte calo dei prezzi del petrolio degli ultimi mesi. Oltre ai giacimenti petroliferi (l’Italia è il maggiore partner commerciale per l’Azerbaigian da cui acquista principalmente greggio), importanti prospettive sono connesse allo sfruttamento dei giacimenti gasieri: quello di Shah Deniz potrebbe diventare la maggiore fonte di approvvigionamento per il gas destinato all’Europa attraverso il progetto TAP (Trans Adriatic Pipeline).
Evidenze confermate anche dall’andamento dell’export italiano. Nel 2014 ha raggiunto i 600 milioni di euro (+15%) trainato dai diversi comparti della meccanica strumentale (soprattutto nelle tecnologie e impianti per l’oil&gas), ma con interessanti performance anche per i settori tradizionali del Made in Italy quali arredamento, tessile & abbigliamento. In prospettiva, le migliori opportunità per le vendite italiane proveranno dai settori agricolo e delle infrastrutture, in cui il governo ha varato un consistente piano di investimenti: rete dei trasporti urbani (metro di Baku) e ferroviari, ma anche infrastrutture sanitarie e per il trattamento delle acque e del suolo.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Insediato il nuovo comitato scientifico dell’Irccs Frisoni: sempre più specializzati e più giovani

Posted by fidest press agency su lunedì, 9 febbraio 2015

ospedale bresciaUn Istituto di ricerca fortemente specializzato e sempre più giovane. Giovanni Battista Frisoni l’ha presentato così l’Irccs San Giovanni Di Dio – Fatebenefratelli di Brescia. Il direttore scientifico ha illustrato il centro ai componenti del nuovo Comitato tecnico-scientifico che si è insediato oggi a Brescia. “Stiamo scommettendo sui giovani talenti in modo concreto – ha spiegato –: abbiamo già affidato agli under 40 delle unità operative ed abbiamo appena creato un incubatore che consenta di sviluppare i progetti dei giovani ricercatori, che stanno dando risultati importanti in termini di impact factor”.
L’impact factor è il metodo più diffuso per valutare la ricerca scientifica e i numeri dell’Irccs bresciano sono incoraggianti: un’ottantina di lavori scientifici ma soprattutto un impact factor normalizzato tra i più alti d’Italia (8° sui 48 Irccs italiani), buoni indici di qualità dei progetti (16°), una media di citazioni invidiabile (13°) e un ottimo posizionamento nella classifica dei finanziamenti vinti dai progetti dei giovani ricercatori (7°). “Performances ragguardevoli, anche perché stiamo parlando di un Istituto che lavora sulle “cenerentole” della medicina, cioè sulla psichiatria e sulle demenze – ha detto fra Marco Fabello, direttore generale dell’Irccs –. Voglio ricordare che gli indici non dicono tutto: ad esempio, in questo campo si ha una bassissima mobilità per molteplici ragioni ma anche perché, diversamente da altre patologie, l’unica persona che non ha diritto di scelta è il malato psichiatrico, il quale non può andare dove desidera ma va a curarsi dove lo mandano”. Fra Fabello ha ricordato la mission dei Fatebenefratelli, rimarcata anche da Frisoni: “l’obiettivo non è la ricerca fine a se stessa ma è dare cure migliori ai pazienti”. In tal senso è stato posto l’accento sull’orientamento traslazionale di tutte le attività dell’Istituto. La giornata è proseguita con la presentazione delle attività dell’Istituto ai nuovi componenti del comitato tecnico scientifico, che sono – oltre a Frisoni, a Mariagrazia Ardissone (direttore amministrativo) e a Mariangela Biasio (direttore sanitario) – Stefano Cappa (Scuola Superiore Universitaria Iuss di Pavia), Gian Vittorio Caprara (Università La Sapienza), Giuseppina Costantino (Camera di Commercio di Brescia), Ludovica Teresa De Grada (Associazione Pazienti Diversamente), Mario Maj (Seconda Università di Napoli), Silvana Morson (Associazione Malattia Frontotemporale), Gianfranco Clemente Negri (Argis), Panteleimon Giannakopulos (Università di Ginevra), Fabrizio Oleari (già Iss), Alessandro Padovani (Università di Brescia), Marco Salvatore (Università Federico II), Fabrizio Tagliavini (Irccs Besta), Mariachiara Tallacchini (Università Cattolica), Antonio Vita (Università di Brescia).

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

BW semina il futuro

Posted by fidest press agency su lunedì, 19 gennaio 2015

HPIM0158L’obiettivo del piano triennale è stato raggiunto nei tempi e nei modi prestabiliti: una riduzione del 20% delle emissioni di CO2 negli ultimi tre anni, questo l’importante dato di “green assessment” raggiunto da Best Western Italia con l’adesione al progetto STAY FOR THE PLANET, sviluppato da LifeGate per diffondere, anche nel settore del turismo, un modello di business in armonia con l’ambiente.
Un piano ambizioso che ha posizionato Best Western Italia quale primo gruppo alberghiero anche per i risultati del suo impegno nei progetti di sostenibilità ambientale: il programma è la concreta testimonianza di quanto anche i soggiorni in albergo possano rivelarsi momenti fondamentali per “fare cultura ambientale”. STAY FOR THE PLANET coinvolge sia l’universo degli albergatori, promuovendo comportamenti sostenibili per ridurre l’impatto socio-ambientale delle proprie attività, sia gli ospiti, offrendo un’esperienza di soggiorno che rispetti l’ambiente e una mappa del territorio che possa aiutare i “viaggiatori eco consapevoli” nella scelta dei propri viaggi e delle vacanze.Già dal 2011, anno di inizio del progetto, STAY FOR THE PLANET ha promosso una serie di iniziative che hanno concretamente mutato i comportamenti in hotel, coinvolgendo progressivamente tutte le strutture Best Western, che sono passate dalle 87 del 2011 alle attuali 176.La fotografia che emerge dall’assessment 2014, a confronto dell’anno precedente, evidenzia una realtà attiva nei molteplici ambiti oggetto di analisi (Energia, Acqua, Rifiuti, Acquisti e Comportamenti) e significativi miglioramenti a livello genera (foto saline di Trapani)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Accesso al mercato dei mini bond

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 ottobre 2014

mini bondSecondo l’analisi, sono almeno 7.892 le società di capitali con i requisiti che potrebbero potenzialmente consentire loro di accedere al mercato dei mini-bond e, più in generale, delle obbligazioni, con la possibilità di raccogliere risorse integrative o complementari al credito bancario per sostenere i propri progetti di sviluppo. Circa l’80% di queste ha un fatturato inferiore a 50 milioni di Euro e il 78% delle società si caratterizza per un trend di fatturato in crescita o comunque stabile negli ultimi 2 anni. Entrando nel dettaglio della ricerca, i macro settori più rappresentati sono quello dei servizi (con 1.541 imprese selezionate), e in particolare il comparto degli studi professionali/di consulenza (con 550 imprese) e quello dell’attività di trasporto e magazzinaggio (384 imprese), unitamente alla meccanica (con 1.215 imprese) e all’industria chimica farmaceutica (con 1.004 imprese). Seguono i settori costruzioni (659), gli altri settori del manifatturiero (619) e quello metallurgico (601).Per quanto riguarda la distribuzione per macro-aree Nielsen, emerge che il Nord-Ovest è l’area nella quale opera quasi un’impresa su due (più precisamente il 45% del target), seguito in termini di rappresentatività dal Nord-Est (con il 29%).Nelle regioni del Centro, invece, è ubicato il 17% delle imprese che potenzialmente potrebbero accedere al mercato dei mini-bond, seguite da quelle del Sud e Isole, con il 10%.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Diversamente politici

Posted by fidest press agency su domenica, 3 marzo 2013

Scrive Rosario Amico Roxas: “Non basta il voto degli elettori per fare di persone dotate di buona volontà anche dei buoni politici. La loro vocazione di servire la democrazia si scontra frontalmente con l’imposizione del capo che non tratta, non discute, non collabora, e non permette che si possa trattare, discutere, collaborare. Lo slogan è “tutti fuori” e per ottenere tale risultato non c’è nulla di meglio che esaltare la ingovernabilità e paralizzare un paese già palesemente claudicante di suo. I giovani che hanno creduto, gli adulti che hanno voluto protestare, si ritrovano adesso nell’alveo di un fiume dopo un furioso temporale, mentre esondano i margini e la piena dilaga travolgendo ciò che resta.
Non c’è un rimedio che viene proposto,valutato, ipotizzato, ma solo il peggio che dovrebbe rigenerarsi e modificare, per inerzia, la storia della nazione. L’idea di distruggere per poter ricostruire al meglio è vecchia, ed ogni tentativo di proporla è stato causa di immani tragedie, perché la storia può essere indirizzata a progetti di sviluppo e di progresso, ma non certo di riedificazione dopo aver raso al suolo l’immagine stessa della storia. Così tanti giovani fiduciosi sono stati ridotti a “diversamente politici”, asserviti alla assurda logica del “tanto peggio tanto meglio”; è stata carpita la loro buona fede, la loro fiducia, senza dare loro nulla in cambio se non la promessa di distruggere ciò che ancora rimane. Senza speranza non c’è futuro.”
E’ a mio avviso un argomentare interessante e condivisibile se non vi fosse un ma. Ebbi già modo alcuni mesi fa di parlare del Movimento Cinque stelle e vi intravidi la possibilità che potesse funzionare da grimaldello per aprire la porta e farvi entrare aria nuova. Aggiunsi, tuttavia, che per essere completo il successo il movimento avrebbe dovuto ottenere almeno il 35% dei consensi. Non è stato così e me ne rammarico perché lo schiaffo ricevuto dai partiti non è stato da Ko e ora cercano di correre ai ripari adottando i soliti sistemi di corruzione, di seduzione, di disinformazione.
Per quanto si possa dire male di Grillo egli è stato il solo capace di renderci consapevoli di quello che siamo e che potremmo non essere se solo lo volessimo. Qui parliamo di un terzo, o quasi, degli italiani che ha votato Berlusconi completamente dimentichi di ciò che è stato e continua a essere e dei danni che ha provocato con il suo Governo. Qui parliamo di un altro terzo degli italiani, o giù di lì, che ha votato il Pd dimentico che è stato il partito responsabile dell’ascesa di Berlusconi, di averlo favorito non affrontando la legge sul conflitto d’interessi e sui tanti processi che se non hanno avuto la loro naturale conclusione lo si deve alle diverse leggi ad personam che gli hanno permesso di stravolgere il sistema giudiziario italiano. Non dimentichiamo, inoltre, che Bersani durante tutta la recente campagna elettorale è stato un “timido interlocutore” di fronte all’arroganza di un mattatore della taglia del cavaliere. Si percepiva quasi la voglia di favorire Berlusconi e di portarlo a governare di nuovo il paese come se nulla fosse. E ora ci meravigliamo che almeno una parte degli italiani abbia avuto la consapevolezza che esisteva ed esiste una sola forza capace di spezzare questi inciuci e d’offrire agli italiani un’alternativa scompaginando gli orditi di palazzo? Per quanto possa sembrare surreale a taluni il successo, sia pure parziale dei grillini, esso è diventato la sola e unica speranza degli italiani, di quelli, per intenderci, come Rosario, che credono nei valori della democrazia, della giustizia e della libertà. Abbiamo toccato il fondo? Forse, ma vi era un’alternativa diversa? Non credo sic stantibus rebus. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Pdl: nuovi progetti “salvifici”

Posted by fidest press agency su venerdì, 25 maggio 2012

“Si parla di proposte choc, alleanze da riesumare e accordi da raggiungere, di progetti entusiasmanti e di nuova responsabilità in questa nuova fase di rinnovamento del Popolo della Libertà. Senza un’adeguata credibilità, o meglio senza assicurarsi che i cittadini ascoltino le nostre proposte, anche i progetti più belli tramonteranno sulla linea della sfiducia che oggi l’elettorato nutre verso la classe dirigente e la politica in generale” – lo dichiara in una nota Fabrizio Santori, consigliere Pdl di Roma Capitale.“Il problema è quindi evidentemente comunicativo – prosegue la nota – se ci presentiamo con le solite facce a dire anche cose sensate, costruttive e vicine alle esigenze della cittadinanza, difficilmente riusciremo a trasmettere tale nuovo afflato. Non voglio essere pessimista, ma credo che sul rinnovo della classe dirigente e sulla permuta dell’attuale classe dirigente siamo arrivati oramai a un punto di non ritorno. E’ evidente che tale problema non esista solo nel Pdl e ritengo che sia alquanto necessario un nuovo patto generazionale tra le migliori giovani energie, in grado di comunicare efficacemente, produrre nuove idee, elaborare progetti innovativi e trovare soluzioni all’avanguardia” conclude Santori.

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La festa della donna si celebra con una tavola rotonda a Rivanazzano Terme

Posted by fidest press agency su domenica, 26 febbraio 2012

Rivanazzano Terme sabato 10 marzo, alle ore 9,30 Biblioteca Civica Popolare “Paolo Migliora” “Oltrepò Pavese: paesaggio, cultura e imprenditoria femminile” è il titolo dell’incontro. L’apertura dei lavori è prevista con il saluto delle autorità: Laura Disperati, Consigliere Comunale delegata alla Cultura del Comune di Rivanazzano Terme, Emanuela Marchiafava, Ass. Provinciale con delega Politiche per lo sviluppo economico, Formazione professionale, Turismo e Semplificazione Amministrativa della Provincia di Pavia, e Laura Barbieri, Direttore Biblioteca Civica Popolare “Paolo Migliora”. Prenderanno quindi la parola le organizzatrici della giornata Silvana Garufi, Responsabile Nodo Nord_Ovest Associazione R.U.R.A.L.I.A. e Piera Selvatico, imprenditrice, titolare del Ristorante Selvatico di Rivanazzano Terme. Alla tavola rotonda, moderata da Mirella Vilardi, giornalista e scrittrice, caporedattrice della rivista “Oltre”, parteciperanno imprenditrici ed artiste del territorio: Giovanna e Caterina Brazzola dell’Az. Agr. Montelio, Silvia Stringa, contitolare Az. Agr. Stringa Gianluigi Laura e Silvia, Laura Stringa, presidente UNICA Srl, Viviana Vignandel, titolare dell’Az. Agr. Vignandel, Maddalena Carini, titolare della Libarna Gas, Elisa Gastaldi, titolare delle Edizioni La Ricotta, Daniela Passuello, artista e Chiara Onida dell’Az. Agr. Il Boscasso.Anche quest’anno il Ministero per i Beni e le Attività Culturali partecipa alla Festa della donna rendendo omaggio all’universo femminile. Nella giornata dell’8 marzo sarà consentito l’ingresso gratuito a tutte le donne all’interno dei musei, ville, monumenti, aree archeologiche, archivi e biblioteche statali. L’iniziativa nasce con l’intento di sensibilizzare il pubblico nei confronti delle opere d’arte, che da sempre hanno messo in risalto la figura femminile, in qualità di musa ispiratrice, ma vuole soprattutto valorizzare le donne che hanno dato e continuano a dare il loro prezioso contributo all’arte.
R.U.R.A.L.I.A., Occasioni di Festa e Agenzia Promoemozioni per dare risalto alle donne che operano fattivamente in un territorio ricco di bellezze artistiche, paesaggistiche e culturali, hanno organizzato “Oltrepò Pavese: paesaggio, cultura e imprenditoria femminile”, una tavola rotonda di confronto tra amministratrici ed imprenditrici del territorio in merito alle problematiche incontrate e risolte delle relatrici, attraverso la cura nella conservazione del paesaggio e nella realizzazione delle aziende, coniugando innovazione e mantenimento delle tradizioni, nonché nella costituzione di progetti sostenibili e condivisibili. La manifestazione è patrocinata dal MIBAC e dal Comune di Rivanazzano Terme.
La partecipazione alla tavola rotonda e le visite alle aziende sono gratuite, il pranzo prevede un contributo di 20.00 euro per persona e deve essere confermato entro il 6 marzo all’Associazione Occasioni di Festa – tel. 0383 944720.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »