Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 344

Posts Tagged ‘progetti’

Videomapping contest FUTURE+CITY

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 novembre 2019

Teramo. Si terrà il prossimo 30 novembre in Piazza Martiri della Libertà a Teramo il videomapping contest FUTURE+CITY, promosso dall’Associazione Tetraktis – Istituto di cultura urbana, ed organizzato dalla Scuola di Architettura e Design di Unicam, sede di Ascoli Piceno, con il coordinamento scientifico del prof. Daniele Rossi.In occasione dell’inaugurazione della mostra sui progetti presentati al concorso di idee per la progettazione della cittadella della cultura a Teramo, che nascerà dal recupero dell’Ex Ospedale psichiatrico Sant’Antonio Abate, l’Istituto di cultura urbana Tetraktis ha voluto promuovere una riflessione sul tema della cittadella della cultura e sul futuro della città di Teramo. Più in generale, il tema della città del futuro è stato d’ispirazione per tutti i concorrenti.
Mediante i contenuti audiovisivi proiettati, i partecipanti al contest, studenti, giovani laureati e professionisti, avranno l’opportunità di raccontare la propria idea di futuro della città e di città del futuro.
A partire dalle ore 19.00 sulla facciata del Duomo di Teramo saranno proiettati i video di tutti gli iscritti. La premiazione avverrà al termine delle proiezioni ed i vincitori saranno decretati dalla commissione composta da un membro dell’Istituto di cultura urbana Tetraktis, e dai rappresentanti della Facoltà di Scienza delle Comunicazioni dell’Università di Teramo e della Scuola di Architettura e Design di Unicam, che valuteranno sia l’aspetto tecnico che quello artistico.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Due progetti dell’Università di Parma finanziati dalla Regione Emilia-Romagna

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 settembre 2019

Parma Il progetto eBIM, coordinato dall’Università di Parma e dal Centro Interdipartimentale Misure-CIM, e la Summer School “After the damages”, di cui l’Ateneo di Parma è partner, rientrano tra i sei progetti e programmi nel settore della ricerca e dell’innovazione nell’ambito delle costruzioni e del restauro, finanziati dalla Regione Emilia-Romagna con risorse regionali ed europee “POR-FESR 2014-2020” per un ammontare complessivo di 3,7 miliardi di euro.
Per il progetto eBIM (Building information modeling), del quale Chiara Vernizzi, delegata del Rettore all’Orientamento, è responsabile scientifico per il CIM, è stato disposto un contributo regionale complessivo di 799.946,40 euro. Il progetto punta a supportare l’innovazione nell’implementazione, condivisione e fruizione di modelli 3D del patrimonio costruito esistente. Questo attraverso la costruzione di archivi informatizzati, digitali e integrati consentendo, in virtù della disponibilità di tecnologie e dei risultati accessibili della ricerca, nuove forme di collaborazione per l’innovazione di prodotti e servizi. L’obiettivo è quello di realizzare un approccio inclusivo all’applicazione degli strumenti della digitalizzazione, quali gli strumenti di Building information modeling, nei processi di intervento e gestione del costruito esistente, favorendo la collaborazione tra tutti gli attori della filiera. La Summer School “After the damages, prevention and safety solutions through design and practice on existing built environment. The Italian experience” è il progetto di alta formazione triennale promosso dalle Università di Parma, di Ferrara e di Modena e Reggio Emilia per la formazione di esperti internazionali, tecnici e policy maker, sulla riduzione e gestione del rischio correlato agli impatti di eventi catastrofici naturali e provocati dall’uomo sul patrimonio culturale.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Presentazione dei progetti DigLogs e Transpogood

Posted by fidest press agency su mercoledì, 4 settembre 2019

Venezia lido venerdì 6 settembre, dalle ore 10.00 alle 11.30, presso lo spazio permanente della Regione Veneto all’Hotel Excelsior Lido di Venezia. La componente culturale e comunicativa dei programmi europei nella cooperazione Interreg Italia-Croazia. E’ il tema su cui verterà l’incontro, rivolto principalmente ai media, organizzato dal segretariato del programma Interreg Italia-Croazia 2014-2020.
Affrontando il Programma Interreg 2014-2020 che ha fra i propri obiettivi tematici l’innovazione blu, la sicurezza e resilienza, l’ambiente e patrimonio culturale, il trasporto marittimo, si vuole far conoscere attraverso brevi racconti e testimonianze il funzionamento della progettazione comunitaria e presentare alcuni progetti finanziati dal Programma. Tra questi, verranno illustrati DigLogs – Digitalising Logistics processes, che verte sui temi dell’innovazione, dei flussi, dell’ambiente e territorio, e Transpogood – TRANSPOrt of GOODs platform, che attraverso una piattaforma online punta al miglioramento della qualità, della sicurezza e della sostenibilità ambientale del trasporto marittimo nell’area di programma.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: nuova Mappatura dei progetti didattici del Campidoglio

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 agosto 2019

L’Assessorato alla Persona, Scuola e Comunità solidale, l’XI Commissione Capitolina Scuola e il Dipartimento Servizi Educativi e Scolastici hanno collaborato anche quest’anno alla stesura di una Mappa dei progetti per l’anno scolastico 2019-2020. Il processo di raccolta e selezione delle proposte si è appena concluso e ora la nuova Mappatura, ricca di 84 progetti, sarà diffusa presso scuole ed insegnanti.
Istituzioni, associazioni, enti e le altre realtà indicate nell’avviso pubblicato a fine maggio, erano state invitate ad inviare entro il 5 giugno una o più proposte didattico-formative per integrare l’attività didattica delle scuole. Destinatari gli studenti di ogni ordine e grado con famiglie e docenti.L’anno scolastico 2018-2019 ha registrato un aumento nel numero di progetti proposti, 78 nelle aree tematiche Diritti, Ambiente, Arte e Cultura, Intercultura, Stili di vita, Storia e Memoria. All’esito positivo delle attività progettuali (con una più ampia offerta tematica e la partecipazione di più di 61.000 studentesse e studenti rispetto ai 48.000 dell’anno scolastico precedente), l’Amministrazione ha voluto attuare una nuova ricognizione per individuare le realtà aggregative e le iniziative attive sul territorio.Quest’anno si darà maggior spazio alle aree tematiche scientifiche e ad un’area innovativa, “Roma la mia città”. I ragazzi potranno approfondire temi e formazione individuale attraverso laboratori e altre forme di apprendimento esperienziale. Ad ottobre si svolgerà un Open Day per promuovere l’incontro tra studenti, famiglie, docenti e proponenti.“Lo scopo è “aprire” la scuola, renderla parte integrante della vita della comunità intera” sottolinea l’Assessora alla Persona, Scuola e Comunità solidale Laura Baldassarre. “I ragazzi avranno la possibilità di esprimere le loro potenzialità, creare, condividere, confrontarsi, essere coinvolti in una città che vogliamo sempre più inclusiva e partecipativa”.

Posted in Roma/about Rome, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Molise: “Dai progetti faraonici della politica agli empori della Caritas”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 luglio 2019

“Mentre c’è chi, in politica, continua a ventilare promesse irrealizzate e irrealizzabili, ad ipotizzare faraonici progetti, compreso l’approdo di imprenditori italiani e stranieri in Molise, e a distribuire prebende ai soliti noti, gli stessi che hanno non poche responsabilità per la condizione sempre più disastrosa di questo territorio, emerge con chiarezza che tanti altri molisani hanno bisogno di ben altre iniziative, come quelle solidali che sta promuovendo la diocesi di Isernia-Venafro in tandem con l’ufficio fondi della Caritas di Roma”.E’ quanto evidenzia l’associazione “Forche Caudine” di Roma, sottolineando la bontà dell’Emporio solidale della Caritas, nato a Roma a Ponte Casilino nel 2008 ed oggi presente in 180 località italiane, a breve Molise compreso. L’associazione ringrazia in particolare l’amico Gennaro Di Cicco, responsabile dell’ufficio fondi della Caritas, romano che onora in questo modo le origini molisane.
“Lo spaventoso aumento delle famiglie molisane in difficoltà, specie nella provincia di Isernia, insieme alla ripresa del dissanguamento migratorio, conferma il fallimento delle politiche adottate da molti amministratori regionali negli ultimi anni, incapaci di guardare oltre ai ristretti steccati del feudo elettorale. Cultura e solidarietà dovrebbero invece costituire i binari per il rilancio, anche in termini di coesione e di crescita, del territorio. Plauso, quindi, alla diocesi e alla Caritas che con l’apertura dell’emporio in corso Risorgimento ad Isernia metteranno in atto un aiuto finalmente concreto per i molisani”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Al via un nuovo progetto per avvicinare le future generazioni all’archeologia

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 giugno 2019

All’ingresso degli scavi di Pompei ed Ercolano, ad un anno di distanza dalla sua prima visita, ritorna Geronimo Stilton, il topo giornalista più amato dai bambini, per presentare le nuove mappe e la guida dedicata ai più piccoli del sito Unesco che comprende Pompei, Ercolano e Torre Annunziata. Alfonsina Russo, Direttore ad interim del Parco Archeologico di Pompei, dichiara : “Esplorare nuovi canali comunicativi per avvicinare le nuove generazioni all’archeologia, così come all’arte ed ai beni culturali, in generale, resta un obiettivo di grande importanza per tutti gli attori che si occupano di conservazione, tutela e promozione del patrimonio culturale italiano. In questa chiave, l’iniziativa di proporre percorsi guidati e mappe specifiche, utilizzando un personaggio cosi’ amato dai giovanissimi, come Geronimo Stilton, risulta essere un interessante passo avanti”.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Investire nell’educazione dei giovani

Posted by fidest press agency su domenica, 2 giugno 2019

La CELI sostiene due progetti sociali per l’infanzia nel comune di Ercolano. Alimentazione sana, momenti di svago in compagnia, imparare le regole dello starbene insieme, di rispetto dell’altro e la possibilità di passare dei momenti spensierati in un ambiente sano e bello sono importanti per lo sviluppo di un bambino. Garantire queste esperienze però non è sempre facile, soprattutto in un territorio a rischio che presenta spiccate criticità sociali. La Chiesa Evangelica-Luterana in Italia, CELI, il 31 maggio ha sottoscritto una convenzione per il sostegno di due progetti sociali per l’infanzia nel comune di Ercolano da realizzare nell’anno scolastico 2019/20.A fine agosto partiranno 50 bambini di Ercolano, ancora da individuare tramite un bando, per un summercamp della durata di un minimo di sette giorni. Questo il primo progetto sociale con un budget di 24.400 euro. Il secondo progetto invece, di un valore di 28.800 euro, prevede di garantire durante tutto l’anno scolastico una prima colazione sana ed ecologica agli ottanta bambini iscritti alla scuola d’infanzia del Comune di Ercolano.
La convenzione è stata sottoscritta dalla vicepresidente del concistoro della CELI, Cordelia Vitiello e dal sindaco di Ercolano, l’avv. Ciro Bonajuto. “Questa iniziativa sostituisce il nostro pluridecennale impegno per la scuola Gesù di Nazareth a Torre del Greco, sostiene Cordelia Vitiello, e sono molto felice che abbiamo potuto individuare un progetto valido rimanendo nello stesso territorio e rimanendo sempre in ambito scolastico-educativo. Con la merenda ecologica, continua Vitiello, corrispondiamo inoltre all’impegno finale del nostro sinodo di aprile 2019, a favore della sostenibilità e dell’ecologia.” Questo progetto poi è solo uno di tre che verranno attualizzati sempre nella stessa area geografica.Il sindaco di Ercolano, Ciro Bonajuto, ringrazia la CELI per queste due opportunità: “La prima di consentire ai ragazzi più disagiati di poter vivere un momento di svago.” Ercolano è un comune con un altissimo tasso di disoccupazione (giovanile) e con tante famiglie che vivono una situazione di grande disagio. “Lo snack ecologico nelle scuole d’infanzia poi ha un valore particolare in un ambiente sociale come Ercolano, l’educazione ad un‘alimentazione sana è un valore aggiunto. Passare una settimana di ferie in un ambiente sano è inoltre un fatto importante per la crescita di questi ragazzi, un investimento nel loro futuro.” Il sindaco ha tenuto molto a ringraziare Cordelia Vitiello e la CELI per aver scelto il comune di Ercolano e per la serietà con la quale hanno portato avanti questa iniziativa.La Chiesa Evangelica-Luterana in Italia, CELI, dal 1993, l’anno in cui ha sottoscritto l’Intesa con lo Stato Italiano, è riconosciuta come chiesa italiana e di conseguenza ha diritto ai fondi 8xmille. Tanti italiani anche senza essere membri esprimono anno per anno la loro fiducia alla chiesa luterana. L’impegno diaconale della CELI copre vasti ambiti, con un particolare riguardo all’infanzia e soprattutto anche là dove per vari motivi si presentano situazioni di disagio.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Progetti allo studio per SACE SIMEST negli Emirati Arabi Uniti

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 aprile 2019

Nel corso della missione, è stato firmato un importante accordo di riassicurazione con la export credit company emiratina (ECI), che consentirà a SACE BT, società operativa del Polo specializzata nell’assicurazione del credito a breve termine, di mettere a disposizione delle aziende italiane e delle loro controllate operanti negli Emirati Arabi Uniti, le proprie soluzioni assicurative a tutela del fatturato e di un’efficace gestione dei flussi di cassa.“Con Etihad Credit Insurance abbiamo costruito da tempo una partnership strategica, lavorando insieme per rafforzare il sostegno agli investimenti e all’interscambio tra i nostri Paesi, aumentando le opportunità e mitigando i rischi a cui si espongono le aziende italiane che operano (e opereranno sempre più) su questo importante mercato – ha dichiarato Alessandro Decio, Amministratore delegato di SACE – Con questo accordo, riusciremo a raggiungere in modo ancora più efficace le aziende Italiane e le loro controllate e partecipate attive negli Emirati con soluzioni utili a proteggere il loro business e migliorare concretamente la gestione dei flussi finanziari”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Attivare fondi e progetti per la ripresa

Posted by fidest press agency su martedì, 16 aprile 2019

Non si può essere soddisfatti di riconoscere che l’economia italiana è fortemente peggiorata nei passati mesi, come ammette lo stesso Documento di economia e finanza appena presentato. Sarebbe, però, ancora più preoccupante se, di fronte a questa triste ed evidente realtà, il governo volesse continuare a “vivere sulle nuvole”, spargendo illusioni e promesse insostenibili. Palazzo Chigi ha messo nero su bianco che per il 2019 l’aumento del pil dovrebbe passare dall’1% allo 0,2% e che di conseguenza il deficit di bilancio dovrebbe crescere dal 2,04% al 2,4%. Sono stime ancora troppo benevoli che non tengono conto, purtroppo, degli effetti negativi a spirale che solitamente accompagnano la recessione economica. Di ciò siamo fortemente preoccupati, anche perché il confronto politico è soprattutto di natura ideologica ed elettorale e, a volte, anche di rivalsa. Riequilibrare il bilancio dello Stato richiede decisioni chiare e tempi medi poiché si basa sulla ripresa degli investimenti, della produzione, dell’innovazione e dell’occupazione nei settori dell’economia reale. Perciò, mantenere a tutti i costi le promesse fatte durante le campagne elettorali potrebbe sembrare positivo ma, in verità, non fa parte delle leggi che regolano il sano andamento e lo sviluppo dell’economia, sia nella teoria che nella prassi. Vale per tante iniziative, a cominciare dalla flat tax che ha fatto capolino nel Def. Per ora è una semplice enunciazione.Per serietà e credibilità, portare come esempio da seguire nel nostro paese il modello ungherese della flat tax, che sarebbe la ragione del buon andamento dell’economia di Budapest, è un errore.
Per chiarezza è opportuno ricordare, invece, che la recente ripresa economica dell’Ungheria si basa su tre condizioni convergenti: il contributo a fondo perduto di ben 3,5 miliardi di euro annui da parte dell’Unione europea, l’intensa partecipazione economica e industriale della Germania verso i paesi dell’Europa centrale e il basso costo della mano d’opera ungherese, con una qualifica tecnologica mediamente elevata, che ha attirato notevoli investimenti. Tutte condizioni che in Italia non ci sono.Ovviamente, il documento del Def non contempla aumenti nella tassazione: sarebbe una clamorosa ammissione di totale fallimento. Per i prossimi mesi, però, il governo dovrà dimostrare come “bilanciare” l’aumento delle uscite con le minori entrate. Naturalmente, per il bene degli italiani ci si augura che lo sappiano fare. Ma è indubbio che dal prossimo gennaio possa scattare l’aumento delle aliquote Iva. A nostro avviso la priorità dovrebbe essere la ripresa degli investimenti pubblici in infrastrutture per l’effettiva apertura dei cantieri, a partire dal Mezzogiorno dove la situazione economica e occupazionale è a dir poco disperata. Secondo varie stime, oltre ai fondi recuperabili dall’enorme evasione fiscale, ci sarebbero 140 miliardi di euro già stanziati nei bilanci degli anni passati per svariati progetti.
Attraverso un accordo già operativo con la Banca europea per gli investimenti essi potrebbero diventare subito spendibili. Il vero problema sono le lungaggini delle burocrazie statali, regionali e locali. Secondo l’Associazione nazionale costruttori edili (ANCE) si tratterebbe, tra l’altro, di 60 miliardi del Fondo investimenti e sviluppo infrastrutturale, di 27 miliardi del Fondo sviluppo e coesione, di 15 miliardi di Fondi strutturali europei, ecc. Se si riuscisse a spendere in tempi ragionevolmente brevi i soldi in questione, sarebbe una leva per la ripresa economica. Si ricordi che l’Istat sostiene che ogni euro pubblico investito nelle infrastrutture possa generare una crescita di investimenti diretti e indiretti di 3-4 volte. E’ il Comitato interministeriale per la programmazione economica (CIPE), presso Palazzo Chigi, responsabile della gestione delle risorse sopra menzionate, che non ha svolto un’effettiva azione incisiva nei confronti degli enti e delle amministrazioni beneficiari dei progetti. Bisogna accelerare i processi decisionali, snellendo il codice degli appalti e affidando, contemporaneamente, alle autorità anti corruzione il compito di prevenire e colpire le infiltrazioni malavitose e le mazzette legate ai lavori pubblici. La situazione, nella sua complessità e urgenza, non può ancora essere lasciata alle lentezze burocratiche. Serve, invece, una chiara e netta assunzione di responsabilità da parte del governo e delle altre istituzioni. Il paese non può più aspettare. (Mario Lettieri già sottosegretario all’Economia e Paolo Raimondi economista)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Open Studios: Real Academia de España. Presentazione dei progetti degli artisti residenti

Posted by fidest press agency su mercoledì, 20 marzo 2019

Roma Giovedì 21 Marzo 2019 Ingresso libero per il pubblico ore 17.00 – 19.00 Ingresso su appuntamento per addetti ai lavori ore 10.00 – 17.00 Real Academia de España en Roma Piazza S. Pietro in Montorio 3 per un open day dedicato a mostrare in anteprima i nuovi progetti dei residenti dell’Accademia della stagione 2018/2019.
Gli Open Studios saranno ancora una volta l’occasione per incontrare e conoscere da vicino, proprio all’interno degli atelier dei residenti, le singole realtà e le espressioni dei singoli linguaggi prescelti, che vanno dall’arte figurativa alle performance, dalla storia dell’arte alle tecnologie multimediali, mettendo in mostra la creatività dei vincitori del Concorso del Ministero degli Affari Esteri spagnolo, nel cui bando viene richiesto agli artisti un progetto in sinergia con il panorama artistico e culturale italiano e romano in particolare.
La giornata del 21 marzo (unica data in cui saranno aperti gli studi) sarà l’occasione per conoscere i 23 progetti, ancora in divenire, che saranno successivamente presentati il 20 giugno, in occasione dell’inaugurazione della mostra dedicata ai Borsisti. Durante la giornata sarà inoltre possibile vedere anche alcuni dei luoghi dell’Accademia solitamente chiusi al pubblico, come il chiostro, i giardini, la terrazza, il giardino romantico, il salone dei ritratti e la sala da pranzo del piano nobile.
La Real Academia de España en Roma, istituzione dipendente dell’Ambasciata di Spagna in Italia, che festeggia quest’anno il suo 146º anniversario, a partire dalla sua fondazione avvenuta nel 1873, svolge da sempre un ruolo fondamentale e strategico per la politica culturale spagnola all’estero nella formazione di numerose generazioni di artisti e intellettuali spagnoli, italiani e iberoamericani. Piattaforma culturale e centro di produzione e innovazione artistica di riferimento per stimolare alla produzione sia delle promesse che degli affermati talenti, ha come obiettivo primario quello di proiettare e diffondere la cultura creativa a livello internazionale.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuovi progetti di valorizzazione del patrimonio museale di Roma

Posted by fidest press agency su giovedì, 28 febbraio 2019

Grazie alle piccole donazioni in denaro, che dal 2016 i visitatori possono effettuare attraverso appositi raccoglitori situati negli 8 Musei Civici gratuiti (Museo Napoleonico, Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco, Museo Carlo Bilotti, Museo Pietro Canonica, Museo delle Mura, Museo di Casal de’ Pazzi, Villa di Massenzio, Museo della Repubblica Romana e della Memoria Garibaldina), sono stati realizzati dall’Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza capitolina ai beni culturali in collaborazione con Zètema Progetto Cultura i primi interventi di valorizzazione del patrimonio museale di Roma Capitale e sono in partenza i nuovi progetti.È un risultato dovuto alla generosità di cittadini e turisti, che hanno aderito con entusiasmo all’idea di contribuire concretamente e in prima persona alla valorizzazione del museo visitato, con una crescente partecipazione che è testimoniata da un notevole aumento delle somme donate. Se nel 2016 si è arrivati alla cifra di circa 30.000 euro raccolti, nel 2017 le donazioni hanno raggiunto i 50.000 euro, mentre nel 2018 la somma ottenuta è stata di circa 55.000 euro.
All’interno dei musei sopra menzionati sono posizionati degli appositi raccoglitori dotati di una doppia chiave: una di esse viene custodita presso l’Ufficio Tesoreria di Zètema e una all’interno della cassaforte in dotazione al museo e gestita dal personale di Sovrintendenza incaricato. Con cadenza mensile viene verificato l’importo dal personale Sovrintendenza e Zétema e viene effettuato il versamento nel conto indicato nel contratto di affidamento di servizi tra Roma Capitale e Zètema Progetto Cultura. Le somme raccolte sono espressamente destinate dall’Amministrazione capitolina a interventi di valorizzazione del patrimonio museale, archeologico e storico-artistico della città di Roma e, per restituire ai cittadini un segnale concreto e tangibile del loro utilizzo, si è deciso di adoperare le somme donate nell’ambito degli stessi spazi museali che le hanno ricevute.
Con i fondi raccolti nel 2017 e nel 2018 sono in procinto di partire nuovi progetti finalizzati prevalentemente a effettuare interventi permanenti di miglioria e di valorizzazione degli spazi museali.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“PRIMA – Initiative Partnership for Research and Innovation in the Mediterranean Area”

Posted by fidest press agency su sabato, 5 gennaio 2019

Parma L’Università di Parma è tra i partner di due progetti vincitori di “call” all’interno del programma europeo “PRIMA – Initiative Partnership for Research and Innovation in the Mediterranean Area”, mirato a sviluppare soluzioni innovative e multidimensionali in materia di agricoltura, industria alimentare e uso dell’acqua e a promuovere la loro concreta applicazione da parte degli utenti finali.
I due progetti “MED4Youth” e “SAFFROMFOOD” sono focalizzati su alimentazione e nutrizione e sono realizzati da partnership internazionali. L’ente finanziatore per i partner italiani è il Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca – MIUR, che per le attività di ricerca di entrambi assegnerà all’Università di Parma circa 640 mila euro. Coordinatore per l’Ateneo è Daniele Del Rio, Professore associato di Nutrizione al Dipartimento di Scienze Medico-Veterinarie e Presidente della Scuola di Studi Superiori in Alimenti e Nutrizione.A far parte di entrambe le cordate europee è, per l’Università di Parma, il gruppo di ricerca di Nutrizione Umana, con i proff. Daniele Del Rio, Francesca Scazzina, Furio Brighenti e Nicoletta Pellegrini. Per il progetto “SAFFROMFOOD” sono coinvolti anche i proff. Erasmo Neviani, Camilla Lazzi e Valentina Bernini del gruppo di Microbiologia degli Alimenti del Dipartimento di Scienze degli Alimenti e del Farmaco. Ai docenti vanno aggiunti anche numerosi giovani ricercatori: i Post-Doc Pedro Mena, Daniela Martini, Donato Angelino, Letizia Bresciani, Margherita Dall’Asta e Alice Rosi e i dottorandi e borsisti di ricerca attivi nei laboratori del gruppo.Per il progetto “MED4Youth” sono poi coinvolti anche il Dipartimento di Scienze Matematiche, Fisiche e Informatiche, con il prof. Federico Bergenti dell’Unità di Intelligenza Artificiale, e il Dipartimento di Medicina e Chirurgia, con il prof. Carlo Caffarelli dell’Unità di Clinica Pediatrica.
Lo scopo principale del progetto “MED4Youth – Mediterranean Enriched Diet for tackling Youth Obesity” è rafforzare le conoscenze relative alla relazione esistente tra dieta mediterranea e salute in termini di riduzione dell’obesità infantile, grazie all’identificazione degli effetti positivi riscontrati dopo il consumo di una dieta mediterranea che includa prodotti salutari tipici del bacino del Mediterraneo. A tal fine, una delle attività centrali di “MED4Youth” sarà la conduzione di uno studio multicentrico basato sulla dieta mediterranea e sull’utilizzo di strumenti tecnologici (ICT), su un target di popolazione adolescente obesa di Italia, Spagna e Portogallo. L’Università di Parma costituirà il centro italiano di riferimento per la conduzione di questo studio d’intervento, mirato anche a comprendere, mediante l’utilizzo di tecniche omiche, se e come la dieta mediterranea possa essere coinvolta nella modulazione del microbiota (le comunità batteriche che risiedono nell’intestino) e nella produzione di specifici metaboliti colonici. Questo approccio multidisciplinare permetterà di aumentare le conoscenze relative ai benefici della dieta mediterranea nella prevenzione dell’obesità e di fattori di rischio cardiovascolare nella popolazione giovanile europea. Nel progetto sono coinvolti altri due centri di ricerca europei: Fundació Eurecat (Spagna – ente coordinatore) e Universidade de Coimbra (Portogallo). Nella partnership anche tre piccole e medie imprese: NOVAPAN S.L. (Spagna), Shikma Field Crops (Israele) e Scientific Food Centre (Giordania).
“SAFFROMFOOD – Valorisation of saffron and its floral by-products as sustainable innovative sources for the development of high added-value food products” ha come principale obiettivo quello di ideare e sviluppare prodotti a elevato valore nutrizionale utilizzando materiali di scarto provenienti dalla lavorazione dello zafferano vero (Crocus sativus), ottimizzando un processo produttivo eco-sostenibile. Lo zafferano è una pianta diffusamente coltivata nei paesi del bacino mediterraneo sia per finalità alimentari sia per scopi medicinali e la sua produzione prevede enormi quantità di materiale di scarto contenenti ancora una notevole frazione di composti bioattivi. Scopo del progetto è quello di recuperarli per creare un nuovo mercato fatto di integratori, di aggregati per la cosmetica, di composti per fortificare alimenti e numerose altre applicazioni. Il progetto prevede la sinergia di altri 8 partner: centri di ricerca come il Centre de Recherche Scientifique et Technique sur les Régions Arides (Algeria), il Max Rubner-Institut (Germania), l’INRA-Nutri Neuro (Francia), l’Instituto de Biologia Experimental e Tecnológica (Portogallo), industrie come Activ’Inside (Francia) e atenei come l’Universidad de Murcia (Spagna), l’Université Abderrahmane Mira de Béjaia (Algeria) e l’Universidad Miguel Hernandez (Spagna – ente coordinatore).

Posted in Spazio aperto/open space, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Progetti didattici integrativi

Posted by fidest press agency su domenica, 23 settembre 2018

Roma 26 settembre 2019 dalle ore 11.00 alle ore 17.00 Galleria delle Vasche de La Pelanda in piazza Orazio Giustiniani 4 l’Amministrazione capitolina propone, anche per l’anno scolastico 2018-19, una mappa di progetti educativi e formativi gratuiti finalizzati a integrare l’attività didattica a partire dalla Scuola dell’Infanzia fino alla Scuola Secondaria di II Grado.
le realtà associative che hanno aderito con successo all’avviso pubblico illustreranno i progetti che sono stati declinati all’interno di 6 aree tematiche: Ambiente e Scienza; Arte e Cultura; Diritti; Intercultura e Pace; Stili di Vita; Storia e Memoria. Previsto anche un intermezzo musicale di studenti ed ex studenti delle classi di flauto del Conservatorio romano di Santa Cecilia.“I progetti riguardano sia l’orario scolastico che extrascolastico. La nostra azione politica è infatti mirata a rendere le scuole un punto di riferimento per le famiglie sui territori, con attività e proposte nel corso di tutta la giornata. L’Open Day rappresenta un’opportunità di confronto e di condivisione per tutte le realtà e le persone che ogni giorno vivono e fanno vivere le scuole. Si tratta di un evento che abbiamo introdotto, per la prima volta, lo scorso anno a cui garantiamo continuità per mettere a sistema proposte e contributi”, spiegano l’Assessora alla Persona, Scuola e Comunità Solidale Laura Baldassarre e la Presidente della Commissione capitolina Scuola Maria Teresa Zotta.

Posted in Roma/about Rome, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Milleproroghe: Campidoglio, confermati i 18 mln per progetti periferie

Posted by fidest press agency su sabato, 11 agosto 2018

Nessuno stop per i progetti di Roma Capitale dedicati alle periferie della città. Così in una nota il Campidoglio in merito al Decreto Milleproroghe e ai finanziamenti previsti dal Governo.
Roma Capitale usufruirà dei 18 milioni di euro previsti per attuare il progetto “De.Si.Re. – Decoro, Sicurezza, Resilienza” che prevede azioni che puntano a ricucire il tessuto urbano. In particolare, tra gli interventi previsti, e già annunciati, vi è la riqualificazione e il restauro conservativo dell’edificio Ex GIL di Ostia.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Emofilia: Bayer assegna a Italia, Stati Uniti e Colombia i premi per i migliori progetti

Posted by fidest press agency su domenica, 27 Mag 2018

Alessio Branchini, Italia, ricercatore dell’Università di Ferrara; Clay Cohen, Stati Uniti, ricercatore del Baylor College of Medicine di Houston, Texas; Jenny Margarita Palma Romero, Colombia, caregiver del Vihonco IPS (Institución Prestadora de Salud).Questi i nominativi ai quali Bayer ha assegnato tre premi nel corso del Convegno Mondiale della World Federation of Hemophilia (WFH 2018), che si è chiuso a Glasgow, in Scozia.I riconoscimenti, selezionati da un comitato indipendente tra i 55 progetti ricevuti da tutto il mondo, fanno parte del Bayer Hemophilia Awards Program (BHAP), uno tra i più grandi programmi di finanziamento della ricerca clinica e formazione che sostiene le nuove cure e la gestione delle persone affette da emofilia.
Il Dottor Alessio Branchini ha ricevuto l’Early Career Investigator Award per il suo progetto che ha come scopo quello di sviluppare una nuova proteina di fusione tra il fattore IX e l’albumina con un migliorato profilo di emivita.Al Dottor Clay Cohen è andato il premio Fellowship Project Award per la sua proposta di ricerca per determinare l’attività del fattore VIII e del fattore IX in un nuovo modello di coagulazione basato su cellule endoteliali.Jenny Margarita Palma Romero ha ottenuto il Caregiver Award per la sua proposta che mira a fornire lo spazio formativo e lo sviluppo del modulo di formazione per 10 professionisti che si occupano di pazienti con emofilia.
“Quest’anno – ha affermato il Professor Mannucci, membro del comitato valutatore – il BHAP riveste un ruolo davvero importante, poiché una parte del Premio si è tinta dei colori del nostro Paese. E’ fondamentale che anche l’Italia concorra nella formazione di professionisti della cura dell’emofilia, supportando le opzioni di cura e trattamento di prossima generazione”.
Nei 16 anni di storia del BHAP, Bayer ha assegnato oltre 290 premi a medici e operatori sanitari di 33 Paesi, per un totale di 35 milioni e ha contribuito a più di 400 pubblicazioni, presentazioni di poster e altre comunicazioni scientifiche da parte dei premiati.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

SACE (Gruppo CDP) con IMM per nuovi progetti a Istanbul

Posted by fidest press agency su domenica, 6 Mag 2018

Si è tenuto presso la sede di Milano di SACE, il primo incontro di business matching tra la Istanbul Metropolitan Municipality, la maggiore delle trenta municipalità metropolitane e principale centro economico e finanziario della Turchia, e circa 50 imprese italiane attive nel settore delle infrastrutture, interessate alle opportunità offerte dall’ampio piano strategico di IMM che prevede 2,75 miliardi di euro di investimenti.All’evento hanno partecipato rappresentanti di IMM che hanno presentato nel dettaglio il piano strategico della società, e rappresentanti di SACE SIMEST che hanno presentato gli strumenti assicurativo-finanziari del Polo dell’export e dell’internazionalizzazione del Gruppo CDP, utili a sviluppare in sicurezza il business in Turchia e offerto una panoramica dei rischi e delle opportunità per chi vuole operare nel Bosforo. All’evento è intervenuto anche il responsabile dell’ufficio ICE in Turchia, Aniello Musella, offrendo linee guida pratiche per muoversi su questo mercato.L’incontro di oggi è frutto di un impegno più ampio e incisivo di SACE nei confronti di IMM: un impegno riconducibile a Push Strategy, il programma avviato con il nuovo Piano Industriale attraverso cui SACE fa da apripista all’export italiano in mercati ad alto potenziale.Nell’ambito di questo programma, SACE ha garantito alla società turca una linea di credito da 100 milioni di euro destinata al finanziamento del suo piano investimenti da 2,75 miliardi di euro, che prevede la realizzazione di opere infrastrutturali nella città di Istanbul (inclusa la costruzione della linea ferroviaria metropolitana Eminönü-Alibeyköy) e di altri progetti nel settore dello smaltimento rifiuti / waste to energy e del trattamento acque, con l’obiettivo di “spingere” l’assegnazione di commesse – in questo e altri progetti – a PMI italiane che, da sole, difficilmente riuscirebbero a entrare in contatto con una realtà come IMM.Attraverso questo programma, per favorire l’acquisto di beni e servizi italiani o rafforzare rapporti commerciali esistenti, SACE mette a disposizione di importanti controparti estere linee di credito a medio-lungo termine (fino a 10 anni) a un tasso competitivo e crea occasioni di business matching tra le aziende beneficiarie del finanziamento e le potenziali fornitrici italiane (spesso PMI che, da sole, non riuscirebbero a intercettare la domanda di grandi gruppi esteri). Le risorse allocate a questa operatività dal Piano Industriale ammontano a 4,5 miliardi di euro.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nuovi progetti di Retake Milano in difesa dei beni comuni della città

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 marzo 2018

Milano. Presentati i nuovi progetti di Retake Milano in difesa dei beni comuni della città e per la creazione di una consapevolezza civica condivisa. Attiva da dodici anni nel capoluogo lombardo, l’associazione di volontari Retake Milano nel 2018 concentrerà ancora una volta le proprie energie sulla prevenzione e la difesa diretta dei BENI COMUNI.
Fra i partner di Retake Milano attivi sul territorio, ci sarà quest’anno anche Fondazione Deutsche Bank Italia che, grazie al lavoro di 100 dipendenti volontari, si concentrerà su due progetti di riqualifica nella zona che da quindici anni ospita il quartier generale della Banca, tra Greco e Bicocca. Il primo riguarderà la COLLINA DEI CILIEGI, una collinetta artificiale di 25 metri d’altezza, ricavata dai detriti di scavo della ristrutturazione della Pirelli, le cui parti di cemento, che delimitano l’area verde e il parcheggio, sono al momento completamente ricoperte da scritte vandaliche. Il secondo progetto sarà invece dedicato alla SALA PROVE del Teatro alla Scala ABANELLA: dopo l’inaugurazione del 3 dicembre scorso del murale realizzato sulla facciata dell’ex cinema Abanella dagli studenti del Politecnico di Milano, i volontari di Deutsche Bank Italia lavoreranno a un nuovo murale, posto sul retro dell’edificio, anche questa volta utilizzando una vernice che contribuisce a ridurre le polveri inquinanti (Airlite).
In aggiunta alle attività previste dal piano di volontariato aziendale, Fondazione Deutsche Bank Italia sosterrà anche alcune iniziative di Milano Fuoriclasse che, insieme a Retake Milano, coinvolgerà quasi trecento ragazzi di scuole medie e superiori in percorsi alla scoperta della storia e della difesa del territorio. “Da aprile a maggio, ogni settimana, abbiamo previsto un intervento per Milano – afferma il Presidente di Retake Milano, Andrea Amato – e con due nuovi progetti in arrivo arriveremo a coinvolgere un migliaio di cittadini già nel primo semestre del 2018. Un numero importante per una realtà piccola come la nostra, ma è un elemento straordinario che evidenzia la grande voglia di prendersi cura dei beni comuni da parte dei cittadinanza.

Posted in Cronaca/News, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Grant for Fertility Innovation (GFI) 2017. Merck assegna 1,25 milioni di euro a progetti di ricerca

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 luglio 2017

AwardswinnersDarmstadt, Germany. Merck, azienda leader in ambito scientifico e tecnologico, ha confermato oggi il suo impegno, attraverso il Grant for Fertility Innovation (GFI) 2017, ad assegnare 1,25 milioni di euro a progetti di ricerca nel campo della fertilità, per sostenere il progresso della scienza medica. Lanciato nel 2009 come primo dei Premi Merck per l’Innovazione, il GFI di Merck incentiva l’innovazione e sostiene gli scienziati a realizzare progetti che potrebbero potenzialmente condurre a prossime decisive scoperte nel campo dei trattamenti per la fertilità. Quest’anno la Cerimonia di Premiazione ha visto anche l’introduzione del Premio alla Carriera Merck nell’Innovazione della Fertilità.Per ribadire quanto Merck creda nel progresso attraverso l’innovazione, i vincitori del GFI sono stati annunciati nel corso di una cerimonia al Congresso Annuale della European Society of Human Reproduction and Embryology (ESHRE) in corso a Ginevra, Svizzera. I progetti vincitori riflettono la natura globale del programma, che spazia dalla ricerca in Italia a quella in Awardswinners1Brasile. Il Professor Bruno Lunenfeld, relatore alla cerimonia di premiazione del GFI 2017, è stato insignito del Premio alla Carriera Merck per il suo lavoro rivoluzionario dal 1954 nel campo della fertilità. Alla cerimonia ha fornito una panoramica sulla scoperta delle gonadotropine umane, inizialmente estratte dalle urine di donne in post menopausa. “I risultati pionieristici del professor Lunenfeld nel campo della fertilità sono una grande ispirazione per noi in Merck. È altamente motivante considerare la portata dei suoi contributi. Da oltre 60 anni, la sua competenza e la sua esperienza hanno contribuito notevolmente ai nostri sforzi per migliorare la qualità della cura del paziente”, ha dichiarato Belén Garijo, membro dell’Executive Board di Merck e CEO Healthcare, nel conferire il Premio alla Carriera Merck al Professor Lunenfeld.Gli investimenti in ricerca attraverso il GFI sono il nucleo della strategia di innovazione dell’attività biopharma di Merck e della mission di aumentare i tassi di successo dei trattamenti per la fertilità. Nel GFI di quest’anno, due progetti vincenti sono stati selezionati da 46 proposte globali con l’obiettivo comune di favorire i progressi nel campo della fertilità. Il GFI è stato lanciato nel 2009 ed è finalizzato a trasformare innovativi progetti di ricerca traslazionale sulla fertilità in soluzioni reali con l’obiettivo di migliorare i risultati dei trattamenti di fertilità. Merck ha annunciato con orgoglio i vincitori del GFI del 2017 durante la cerimonia:
· Endometrial Notch pathway as a novel target for improving implantation efficiency; D.ssa Luisa Campagnolo, PhD
· Pharmacogenetic algorithm for individualized controlled ovarian stimulation (iCOS) in assisted reproductive technology cycles; Dr. Caio Parente Barbosa, PhD, MS e Dr. Matheus Roque. (foto: Awardswinners)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Oltre 3 milioni di euro alle Reti di imprese per sostenere le piccole aziende

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 luglio 2017

Roma. Dal rilancio dei mercati rionali con l’ausilio delle nuove tecnologie a iniziative per trasformare le edicole in centri polifunzionali al servizio di turisti e cittadini. E ancora, azioni per l’efficientamento energetico e per ridurre l’impatto ambientale, condivisione di strumenti di comunicazione e promozione, valorizzazione dell’artigianato locale e delle sue produzioni. Sono alcune delle azioni previste nei trentadue progetti di Reti di imprese sostenuti dall’Amministrazione capitolina e dai Municipi, e selezionati per l’assegnazione dei fondi regionali nell’ambito del bando per le Reti di Impresa per le attività economiche su strada. Il bando era aperto agli esercizi di vicinato, bar, ristoranti, attività artigianali, mercati, medie e grandi strutture di vendita alimentari e non, alberghi, musei, cinema, teatri, attività professionali destinate ai servizi per i cittadini e per le imprese con iniziative promozionali e di marketing territoriale.In totale i progetti, finanziabili ciascuno fino a un massimo di 100 mila euro per 12 mesi, riceveranno per la realizzazione delle azioni 3,4 milioni di euro così suddivisi: 2,9 milioni circa destinati ai 27 progetti di filiera presentati dai Municipi e 500 mila euro per quattro progetti sostenuti dall’Assessorato allo Sviluppo economico, Turismo e Lavoro e uno dall’Assessorato alla Crescita Culturale.Tra i progetti selezionati, “Mercati in rete” punta alla valorizzazione dei mercati e dei prodotti tipici anche mediante lo sviluppo di una app dedicata che consentirà di offrire servizi innovativi agli utenti. “Rete Edicole” propone la sperimentazione di strumenti per promuovere la lettura e i temi legati all’ecologia. “Rete Green economy” propone la riqualificazione energetica delle attività attraverso l’adozione di una piattaforma tecnologica comune.“Crediamo fortemente nelle Reti di impresa come strumento di promozione del commercio, soprattutto a vantaggio delle aziende più piccole o a conduzione familiare che hanno maggiori difficoltà ad autopromuoversi, spesso perché si trovano in aree commerciali esterne al Centro. Da questi progetti, elaborati dagli stessi operatori e quindi pensati da chi ogni giorno è impegnato a dare più forza alla propria attività commerciale, scaturiranno strumenti per garantire servizi più moderni ed efficaci alle imprese”, dichiara l’assessore allo Sviluppo economico, Turismo e Lavoro Adriano Meloni.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Progetti di apprendimento automatico basati sul genoma e salvare vite umane

Posted by fidest press agency su sabato, 1 luglio 2017

inovaPALO ALTO, Calif. Cloudera, Inc. (NYSE: CLDR), fornitore globale della piattaforma di analisi, gestione dei dati e apprendimento automatico basata sulle più recenti tecnologie open source, annuncia che l’Inova Translational Medicine Institute (ITMI), un importante istituto di ricerca medica mondiale, ha implementato Cloudera Enterprise per analizzare in modo sicuro un’ampia raccolta di dati clinici e genomici in modo rapido e su scala senza precedenti al fine di innovare più velocemente nell’ambito della ricerca della medicina traslazionale.
Come parte del Centro Inova per la Salute Personalizzata (ICPH), il team di scienziati, ricercatori, analisti e collaboratori leader di ITMI utilizza algoritmi di apprendimento automatico su terabyte di informazioni cliniche e genomiche con l’obiettivo di identificare i legami genetici con le malattie. Realizzano scoperte dalle informazioni sui dati e, in collaborazione con il medico curante, sviluppano piani di trattamento personalizzati per i pazienti. Questo approccio è anche conosciuto come medicina di precisione e ha il potere di aiutare i pazienti a vivere più a lungo e ad avere una vita più sana.La genetica svolge un ruolo importante nella maggior parte delle principali cause di morte negli Stati Uniti, tra cui malattie cardiache, cancro e diabete. L’Istituto raccoglie dati clinici da migliaia di pazienti di Inova di oltre 110 Paesi. Il DNA unico di una sola persona contiene sei miliardi di bit di informazioni. La mappatura dei codici DNA degli individui nelle sequenze genomiche aiuta gli scienziati a determinare la causa delle malattie e scoprire le terapie trasformative. Come parte di questo processo, l’ITMI sta assemblando quello che si prevede sarà uno dei più grandi database di sequenze di genomi di tutto il mondo collegato alle informazioni sui pazienti in un sistema sanitario.
La piattaforma di Cloudera ha permesso a ITMI di ottimizzare l’analisi dei dati genomici a fini diagnostici. Questa analisi dei dati genomici consente a uno scienziato di bioinformatica di studiare le correlazioni genomiche di persone con condizioni come l’artrite, le malattie autoimmuni o il cancro. In passato, data l’enorme dimensione di genomi completi, il completamento di questo processo poteva richiedere a ITMI fino a due mesi. Utilizzando Cloudera, ITMI è in grado di eseguire l’analisi end-to-end dei dati in una settimana. Per il futuro ITMI prevede di eseguire queste analisi dei dati in poche ore.Lavorando con Cloudera, ITMI ha creato un’infrastruttura bioinformatica globale per la raccolta di dati dei genomi dell’Istituto – sempre più consistente –contrapposta agli archivi clinici. L’infrastruttura è stata progettata per archiviare ed elaborare questa convergenza di dati biologici, in velocità e in modo scalabile, oggi e anche in futuro.
Considerando che un genoma è pari a più di tre miliardi di coppie di base di DNA, ITMI attualmente tiene traccia di circa 9.000 genomi completi sequenziati, con una previsione di crescere a 15.000 in futuro. Il moderno database analitico di Cloudera, alimentato da Apache Impala (in fase di progettazione), fornisce analisi SQL ad elevate prestazioni per i big data. Con la flessibilità, la scalabilità e la velocità offerta dalla soluzione Cloudera, il team ITMI applica la contemporaneità multiutente e analisi ad alte prestazioni dei dati genomici acquisiti da madri, padri e bambini partecipanti a diversi studi familiari di base. Per esempio, ITMI è stata in grado di sfruttare la sua esperienza nell’analisi clinica e genomica per aiutare a individuare anomalie congenite precedentemente non diagnosticate nei bambini. Si tratta di un processo iterativo che richiede tempo ma, grazie a strumenti come Cloudera, ITMI prevede di accelerare ancora di più il processo di diagnosi per aiutare le famiglie. (foto: inova)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »