Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 151

Posts Tagged ‘progetto’

Università: Progetto Opinion Leader 4 Future

Posted by fidest press agency su sabato, 14 Maggio 2022

Da sempre infatti il progetto Opinion Leader 4 Future, accanto all’attività di ricerca, porta avanti un percorso di valorizzazione di una nuova coscienza e consapevolezza sul panorama informativo. In quest’ottica è nata l’idea di creare una piattaforma di dialogo e dibattito continuativo e costante, sotto forma di newsletter con cadenza mensile. Di mese in mese si indagherà l’attualità informativa ma anche tematiche che incidono nelle scelte di vita quotidiana come salute, ambiente, società, educazione e finanza.Nello specifico, la prima uscita del mese di maggio apre con un approfondimento dedicato alla copertura informativa, in questo periodo di grande disorientamento, tra crisi internazionale e protrarsi dell’emergenza sanitaria. Il tema sarà inquadrato a partire dall’analisi di alcuni dati relativi al percepito di un campione di 450 soggetti, tra i 25 e i 75 anni, e sarà approfondito attraverso le considerazioni della Professoressa e Direttrice dell’Alta Scuola in Media, Comunicazione e Spettacolo (ALMED)-Università Cattolica, Mariagrazia Fanchi, e di Marco Lombardi, Direttore del Dipartimento di Sociologia dell’Università Cattolica. Più in dettaglio dalla ricerca emergono le principali priorità informative del campione intervistato: salute e prevenzione sono oggetto di attenzione per l’83% del campione, seguiti dalla cronaca (77%). Di sempre maggiore rilevanza è anche il tema della sostenibilità da intendersi non soltanto da un punto di vista ambientale ma anche sociale ed economico. Insieme al bisogno informativo cresce anche la paura per i meccanismi di disinformazione: per il 90% degli intervistati le fake news rappresentano un problema concreto e saliente, da fronteggiare con una sempre maggiore attenzione alle fonti ed ai canali di diffusione. In queste settimane l’argomento più destabilizzante risulta essere la comprensione delle evoluzioni della crisi internazionale. Oltre la metà del campione denuncia infatti un’informazione ridondante e talvolta influenzata da posizioni ideologiche.Nelle uscite successive della newsletter saranno approfonditi i nuovi ruoli affidati agli opinion leader che diventano non solo veri e propri broker informativi, ma anche attivisti, sensibilizzatori, coach e mentori.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Progetto “Electric Path”: Una partnership pubblico-privato all’insegna della sostenibilità ambientale

Posted by fidest press agency su sabato, 23 aprile 2022

Roma Martedì 26 Aprile 2022, ore 11.00 Novo Nordisk, Via Elio Vittorini, 129.“Electric Path” è il progetto di sostenibilità ambientale grazie al quale vengono installate infrastrutture per la ricarica dei veicoli elettrici (IDR) nei parcheggi di diversi ospedali italiani. L’iniziativa, realizzata da Novo Nordisk nell’ambito del programma internazionale Circular for Zero, è parte della strategia dell’azienda danese per azzerare l’impatto ambientale entro il 2030.Nell corso dell’incontro, verranno trattati, con gli ospiti, gli importanti aspetti del valore aggiunto della partnership pubblico-privato e dell’impegno della Regione Lazio nella sostenibilità ambientale come valore per la salute.Intervengono: Alessio D’Amato, Assessore Sanità e integrazione Socio-​Sanitaria Regione Lazio Edo Ronchi, Presidente Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile e Presidente Circular Economy Network Narciso Mostarda, Direttore Generale Azienda Ospedaliera San Camillo Forlanini di Roma Drago Vuina, General Manager e Corporate Vice President Novo Nordisk Marco Salvini, External Affairs Senior Director Novo Nordisk

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Progetto RigeneraDerma

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 aprile 2022

Roma mercoledì 20 aprile 2022 dalle ore 14.00 alle 15.00, presso la Sala Stampa della Camera dei Deputati, sarà presentato il Progetto RigeneraDerma, che ha come obiettivo quello di curare pro bono le cicatrici al volto di 500 persone che non possono permettersi le terapie. Il progetto utilizza la metodologia Biodermogenesi® e prevede la collaborazione del Telefono Rosa, poiché offriremo la cura anche a donne oggetto di violenza, e dell’Università di Verona, partner scientifico che raccoglierà tutte le informazioni relative ai pazienti trattati, al fine di pubblicare uno studio specifico sulle cicatrici al volto.Data l’importanza del progetto abbiamo deciso di presentarlo in ambito istituzionale. Sarà possibile seguire in diretta la conferenza sul sito della Camera dei Deputati (https://www.camera.it/leg18/1), cliccando su Conferenze Stampa. Non ci sarà però la possibilità di interagire e di rispondere alle domande da parte di coloro che si collegano.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Nuovo progetto “Four Elements” di Matteo Marco

Posted by fidest press agency su lunedì, 4 aprile 2022

Lugano (Svizzera) Dal 7 aprile al 13 maggio, Matteo Mauro esporrà il suo nuovo progetto “Four Elements” a Lugano, presso la Cortesi Gallery di via Nassa 62, all’interno della mostra “Redefining Space”. Pluripremiato artista e “cittadino del mondo”, le sue opere, richiestissime in tutto il mondo, hanno un valore aggiunto unico: tutta l’arte, la bellezza e la tradizione della Sicilia, il Paese d’origine del giovane artista. Si calcola che, all’interno dell’esposizione, ci sarà una quantità di NFT (Non-Fungible Token, tradotto: gettone digitale non fungibile, non riproducibile) del valore di circa 500,000 $. Nella comunità della Crypto Arte e nel mondo delle criptovalute, comprando un NFT si entra in possesso di un certificato di proprietà registrato sulla Blockchain, legato a una copia di un’opera digitale. Le opere come quelle create da Mauro, dunque, non hanno solo un valore inestimabile a livello di espressione artistica ma rappresentano anche un investimento altamente affidabile. Soprattutto la Crypto-Arte italiana è collezionata in tutto il mondo. Gli artisti del Belpaese, a differenza di quelli stranieri, infatti, riescono a concatenare un ambiente iper-contemporaneo con un modo classico di fare arte. «Non penso che la Crypto-Arte sia un movimento che punterà a sostituire il mondo del fisico – sottolinea Mauro – ma, sicuramente, ad affiancarlo. Non vedo una sfida tra i due ma una simbiosi, in un mondo sempre meno materiale e più virtuale». Fisico e immateriale, dunque, senza limiti, in sinergia per colmare tutte le reciproche lacune.E con “Four Elements”, il continuo processo di ricerca ed espressione artistica di Matteo Mauro si evolve e si espande ora tra le pieghe degli elementi naturali: Aria, Acqua, Fuoco e Terra. Dal simbolico al concettuale, dal realistico all’astratto, l’artista reinterpreta e fa sue le mille sfaccettature della forza profonda che scaturisce dalla Natura. Lo fa attraverso il suo personale percorso interpretativo, coniugando l’estro artistico alla tecnologia. I primi 3 elementi sono già stati battuti all’asta per un totale di 100000 dollari.L’arte di Mauro è caratterizzata proprio dalla capacità di osservare, esplorare e metabolizzare il mondo circostante attraverso vecchi e nuovi metodi creativi. L’artista, nel suo atelier Matteo Mauro Studio, da anni sperimenta e utilizza diverse tecniche digitali di rappresentazione alle quali si è appassionato fino a far diventare la tecnologia il suo principale strumento di espressione artistica. Le opere di Mauro, proprio per le sue peculiarità, sono, o sono state, in mostra in tutti i continenti, in musei famosi come il MEAM di Barcellona, il Songyang Museum Contemporary Art di Spring in Cina o il Museo Crocetti di Roma. Con la serie dedicata ai quattro elementi l’artista aggiunge un contributo prezioso a un progetto più ampio: Micromegalic Inscriptions.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Progetto di economia circolare

Posted by fidest press agency su domenica, 27 marzo 2022

RiVending, il progetto di economia circolare promosso da CONFIDA (Associazione Italiana Distribuzione Automatica), Corepla e Unionplast, dopo il successo e l’esperienza presso l’Università di Parma – città in cui l’iniziativa è nata nel 2019 – verrà presentato in 10 atenei italiani grazie alla partnership stretta con #NonCiFermaNessuno Italia TALK 2022, la campagna sociale nelle Università ideata da Luca Abete, lo storico inviato di Striscia la Notizia: i valori dell’eco sostenibilità ambientale della campagna verranno espressi attraverso Rivending (ECO PARTNER dell’iniziativa), con l’obiettivo di sensibilizzare gli studenti al corretto smaltimento di bicchieri, palette e bottiglie in plastiche prelavati dai distributori automatici di bevande. Grazie al Tour, RiVending ha fatto tappa presso gli atenei di Torino (Politecnico di Torino, 24 marzo) e a seguire: Reggio Calabria (Università degli Studi di Mediterranea, 31 marzo), Roma (Dipartimento di Economia de La Sapienza, 5 aprile), Camerino (Università degli Studi di Camerino, MC, 13 aprile), Milano (Politecnico di Milano, 21 aprile), Firenze (Università degli Studi di Firenze, 27 aprile), Parma (Università degli Studi di Parma, 3 maggio), Chieti-Pescara (Università degli Studi G. D’Annunzio, 5 maggio), Bari (Politecnico di Bari, 10 maggio), Napoli (Università degli Studi Federico II, 18 maggio)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Museo Ugo Guidi vince progetto Wikimedia

Posted by fidest press agency su domenica, 20 marzo 2022

La Casa Museo Ugo Guidi di Forte dei Marmi vince il Bando nazionale “Musei Archivi Biblioteche 2022” di Wikimedia Italia, associazione per la diffusione della conoscenza libera; il bando è stato promosso da ICOM Italia e Creative Commons Italia e finanziato da Wikimedia Italia ente nazionale di Wikimedia Foundation Inc. (organizzazione non profit che sostiene Wikipedia in tutto il mondo) per il sostegno al libero riuso in rete delle immagini di pubblico dominio e dei contenuti con licenze libere, che costituisce un’opportunità di diffusione della conoscenza del patrimonio culturale con le tecnologie digitali. Il libero riuso è un corollario diretto della Convenzione di Faro, che sancisce il diritto, individuale e collettivo “a trarre beneficio dal patrimonio culturale e a contribuire al suo arricchimento” ed evidenzia la necessità che il patrimonio culturale sia finalizzato all’arricchimento dei “processi di sviluppo economico, politico, sociale e culturale e di pianificazione dell’uso del territorio”. Il bando, aperto a tutte le istituzioni culturali con sede in Italia, ha visto la partecipazione di 32 Enti e i progetti finanziati sono stati 7 in 6 differenti regioni italiane. Wikimedia Italia ha premiato il progetto “Ugo Guidi Digital” del Responsabile Scientifico Lorenzo Belli presentato dall’associazione Amici del Museo Ugo Guidi che gestisce la Casa Museo Ugo Guidi di Forte dei Marmi(LU). L’attuazione del progetto avverrà in collaborazione con due importanti realtà culturali come Openart Project e Alkedo aps e prevede la digitalizzazione, ovvero la fotoscannerizzazione, elaborazione, archiviazione e condivisione su Wikimedia Commons con licenza libera di circa 100 opere di scultura e pittura del Maestro Ugo Guidi conservate nella Casa Museo a lui dedicata. Il materiale risultante, ovvero le fotografie delle sculture e dei quadri, le riproduzioni digitali delle opere su carta e i video documentari realizzati saranno caricati su internet con licenza libera. Il fine del progetto è quello di ampliare il pubblico della Casa Museo Ugo Guidi coinvolgendo, attraverso la promozione web, nuovi target come millennials e persone a mobilità ridotta che non avrebbero la possibilità di visitare l’intera casa museo a causa delle barriere architettoniche presenti.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Al via il terzo anno del progetto Opinion Leader 4 Future

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 febbraio 2022

E’ il programma triennale nato dalla collaborazione tra l’Alta Scuola in Media, Comunicazione e Spettacolo (Almed) dell’Università Cattolica del Sacro Cuore e le media relation di Credem, tra i principali e più solidi istituti bancari italiani. Il progetto, partito ad inizio 2020, punta a stimolare il dibattito, il dialogo ed il confronto analizzando la rilevanza ed il ruolo dei nuovi opinion leader nel panorama informativo con l’obiettivo di favorire lo sviluppo della conoscenza dei meccanismi di comunicazione e di formazione delle opinioni. Tale iniziativa di sostegno alla ricerca accademica è in linea con il percorso strategico avviato dal Gruppo Credem ed orientato ad una sempre maggiore attenzione alla sostenibilità sociale, economica ed ambientale. Per Università Cattolica il progetto rappresenta un virtuoso esempio di collaborazione con il mondo dell’impresa, un’opportunità di accrescimento delle conoscenze scientifiche sui fenomeni complessi e cruciali della formazione dell’opinione ed un modello di sinergia fra le tre missioni dell’Ateneo: ricercare, insegnare ed incidere sulla società. Il progetto ha alimentato un importante dibattito e generato un crescente interesse. Da inizio 2020 oltre 100 milioni di persone sono state potenzialmente raggiunte dalle iniziative in agenda. Sono stati realizzati 15 seminari accademici virtuali, coinvolti oltre 45 tra esperti, ricercatori e professori universitari e generati più di 550 mila contatti complessivi sulle piattaforme di social media. Nel 2022 si presterà attenzione al sempre maggiore bisogno da parte dei cittadini di un’informazione semplice da comprendere, spendibile e capace di orientare con consapevolezza le scelte di vita quotidiana. Al contempo si approfondiranno i nuovi ruoli affidati agli opinion leader che diventano non solo veri e propri broker informativi, ma anche attivisti, sensibilizzatori, coach e mentori. In febbraio è partita una nuova ricerca orientata a comprendere come i singoli e le famiglie si informano in materia di salute, economia, educazione, ambiente e società ed in primavera saranno mappati i principali snodi informativi attivi in questi ambiti. A livello di formazione e divulgazione sono inoltre in programma per il 2022 due workshop universitari con il coinvolgimento di opinionisti digitali e alcuni webinar pubblici sul tema dell’informazione sanitaria con il costante supporto dell’Advisory Board. Nel 2020 le ricerche si sono concentrate sulla circolazione delle news tra persone facenti parte della generazione Z (persone nate tra il 1995 e il 2010) con particolare riguardo alla creazione delle opinioni durante il lockdown su tematiche legate all’emergenza sanitarie e su risparmio ed educazione finanziaria. Nel 2021 l’attività si è focalizzata su una rilettura in chiave intergenerazionale delle pratiche e risorse informative, con approfondimenti dedicati ai minori e alle donne. Al fine di allargare ulteriormente l’agenda di ricerca di Opinion Leader 4 Future e di sintonizzarla su temi di maggiore rilevanza sociale, il 2021 ha visto la nascita di un comitato (Advisory Board) che riunisce studiosi ed esperti con approccio multidisciplinare e visione internazionale.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Progetto espositivo: ML Fine Art

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 febbraio 2022

Milano. ML Fine Art Via Montebello 30 a cura di Francesco Guzzetti, si concentra su un momento tanto significativo quanto ancora non sufficientemente approfondito del percorso artistico di Jannis Kounellis (Il Pireo 1936 – Roma 2017), uno tra i più importanti esponenti dell’Arte povera.Pittore e scultore di origine greca, Kounellis si trasferisce a vent’anni a Roma per studiare presso l’Accademia di belle arti sotto la guida di Toti Scialoja. Dalla prima influenza dell’espressionismo astratto e dell’arte informale, il suo percorso artistico si smarca presto sulla spinta di un’urgenza comunicativa molto forte, che lo porta al rifiuto di prospettive individualistiche del linguaggio artistico in favore del rafforzamento del suo valore pubblico e collettivo.Attraverso alcune opere di assoluta qualità, la mostra intende raccontare quel momento, a cavallo tra 1961 e 1963, in cui l’artista transitò dalla stagione folgorante dei cosiddetti Alfabeti – nati dal desiderio di superare l’arte informale dominante in quegli anni affidandosi a segni volutamente semplici – verso un graduale recupero di forme più articolate di rappresentazione.Una formidabile tela del 1961 ben illustra la serie degli Alfabeti, in cui segni tipografici ingranditi (frecce, numeri, lettere) sono dipinti a monocromo scuro su una superficie chiara. Resi in questo modo indecifrabili, tali frammenti linguistici perdono la loro valenza semantica e, ricomposti in una struttura ordinata di memoria costruttivista, emergono con forza dalla superficie dell’opera, esaltandone l’aspetto visivo. Una tela del 1963, eccezionale anche per dimensioni, è invece uno splendido esempio di quel ristretto gruppo di opere – che prelude alla serie delle Rose del 1964-66, in cui l’artista mostra un rinnovato interesse per la materia e per gli elementi naturali – costituito da dipinti meno noti, ma molto significativi, che articolano e ampliano il raggio della sperimentazione di Kounellis su tecniche e materiali. La tela, che evidenzia il legame con Mario Schifano, testimonia il passaggio a una fase pop nel percorso dell’artista, in coincidenza con la presentazione dell’arte pop statunitense alla Biennale di Venezia del 1964.Attraverso una selezione di opere raramente esposte in passato e con l’apporto di una ricerca scientifica condotta da Francesco Guzzetti (Università degli Studi di Firenze), la mostra vuole dunque rivelare al pubblico una stagione in cui l’artista seppe confrontarsi e anticipare le tendenze allora emergenti nella nuova avanguardia, imprimendo la propria cifra stilistica su un intero periodo della storia dell’arte a cavallo tra anni Cinquanta e Sessanta. By http://www.mlfineart.com

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Scuola: Progetto Pulser, il rilancio dell’Istruzione passa per l’Europa

Posted by fidest press agency su domenica, 13 febbraio 2022

Due mesi di lavoro intenso sulle tematiche “calde” della Scuola, in linea con il pilastro europeo dei Diritti Sociali: è questo il senso del progetto Pulser, promosso dal sindacato autonomo Anief e da Cesi, il cui materiale prodotto, ora sintetizzato in un video, sarà presentato alla Accademia Europea della Cesi è messo a disposizione del dibattito europeo. Partendo dall’assunto del presidente Anief Marcello Pacifico, secondo il quale “non è possibile immaginare una ripartenza del paese che non passi obbligatoriamente da rilancio della scuola”, ma anche dalla necessità di “avere un’Europa più equa è sostenibile”, l’iniziativa è stata proposta anche allo scopo di aggiornare la legislazione Europea in tema di politiche sociali e del lavoro con l’obiettivo di promuovere un percorso di convergenza sociale tra gli Stati membri sulle pari opportunità e sull’accesso al mercato del lavoro.Il progetto, cofinanziato dalla Commissione Europea, si è quindi incentrato sulla scuola italiana e sui problemi di personale scolastico: una platea di 1,3 milioni di persone fra insegnanti, amministrativi ed educatori. Tra novembre e dicembre 2021, si sono svolti una serie di incontri, con il contributo dei segretari generali Anief, assieme ad una autorevole lista di giuristi e rappresentanti dell’Europarlamento. È stato quindi dato spazio quindi a sette talk, sempre organizzati da Anief, con al centro i problemi nevralgici del sistema scuola misurati appunto sui principi chiave del Pilastro europeo dei diritti sociali. Come la tavola rotonda del 17 dicembre, aperta al mondo della politica. Ma anche l’appuntamento del 20 dicembre, durante il quale si è svolta la presentazione dell’inchiesta pubblica sulla scuola italiana. E non poteva mancare il tema dalla piaga del precariato, quindi del reclutamento e formazione iniziale.I talk hanno messo la lente anche sugli aumenti stipendiali, sulle indennità, sui profili professionali, sulle pensioni, gli organici, il sostegno ai disabili, sul progetto individuale educativo. Si è dunque affrontato il nodo del diritto allo sciopero, della nuova contrattazione integrativa d’istituto, come pure della mobilità del personale, dei passaggi di ruolo verticali: un corollario di dibattiti, scambi di idee e opinioni finalizzati a costruire la scuola del domani.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Unicam aderisce nuovamente al progetto Nerd

Posted by fidest press agency su martedì, 25 gennaio 2022

Per il secondo anno consecutivo l’Università di Camerino ha aderito, unico Ateneo delle Marche, al Progetto NERD? (Non E’ Roba per Donne), progetto nato da una collaborazione fra IBM Italia e il Dipartimento di Informatica dell’Università la Sapienza di Roma nel 2013, con l’obiettivo di diffondere la passione per l’informatica tra le giovani studentesse al fine di orientare le loro scelte universitarie, e ad oggi conta la partecipazione di migliaia di studentesse provenienti da tutta Italia.Il progetto, animato dalle volontarie IBM, si prefigge di mostrare come l’informatica sia una disciplina creativa, interdisciplinare, sociale, e basata sul problem solving, attività nella quale le donne eccellono.Il Progetto prevede alcune sessioni plenarie ed alcuni laboratori durante i quali le ragazze, provenienti dagli ultimi anni delle scuole superiori di secondo grado, impareranno in maniera semplice, veloce e divertente a progettare e realizzare una chatbot sulla piattaforma IBM Cloud (https://www.ibm.com/cloud/), avvicinandosi così al nuovo mondo dell’intelligenza artificiale.Nel corso dell’evento plenario, che si è tenuto in Unicam in modalità telematica nel pomeriggio di ieri 20 gennaio, è stato illustrato il progetto alle oltre 150 studentesse delle scuole superiori della Regione Marche partecipanti.L’incontro si è aperto con i saluti del Rettore Unicam Claudio Pettinari, della delegata all’orientamento di Unicam Valeria Polzonetti, del responsabile della sezione di Informatica Flavio Corradini; sono poi seguite le testimonianze di Floriana Ferrara, CSR Manager IBM Italia e Leader Progetto NERD?, di Barbara Re, docente della sezione di Informatica Unicam, di Gemma di Federico, laureata Unicam e dottoranda presso la Technical University of Denmark, di Matilde Marcelletti, studentessa Unicam in Informatica e e Software Application Developer DevQ S.r.l.Ospiti d’eccezione il Maggiore del Ra.C.I.S. Daniela Tricca, che ha raccontato il suo percorso professionale di donna informatica a servizio dell’Arma dei Carabinieri, Sara Servili, fondatrice e CEO Fidoka S.r.l. e Cinzia Cecchini di Soroptimist.A chiudere l’incontro Giuliana Bianchini, Senior Consultant IBM Italia e Tutor Progetto NERD? Camerino, che ha illustrato nel dettaglio il progetto. Sono poi in programma due giornate di laboratori, in cui sarà spiegato cos’è l’Intelligenza Artificiale e sarà insegnato come progettare e realizzare una chatbot, nonché l’evento conclusivo di premiazione. Le ragazze selezionate tra coloro che presenteranno i migliori progetti parteciperanno ad un ministage di tre giorni presso una delle aziende partner del progetto.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

TuttiMedia dedica il progetto NewsMedia4Good a David Sassoli

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 gennaio 2022

L’Osservatorio TuttiMedia dedica a David Sassoli il progetto NewsMedia4Good, lanciato lo scorso dicembre in Fieg all’evento Nostalgia di Futuro 2021, e al quale la Federazione degli editori ha assicurato appoggio e sostegno. Franco Siddi, presidente TuttiMedia, ricorda: “David Sassoli mi confidò che la sua era una scelta di sola andata nel mondo della politica EU, ma che sarebbe rimasto fedele al giornalismo, ai suoi valori fondamento di libertà e democrazia. Con NewsMedia4Good noi di TuttiMedia ci impegniamo in questo percorso, simbolo di una battaglia che sposa appieno le convinzioni di Sassoli, e perciò invita ad un’azione comune tutti gli attori del mondo dell’informazione per riaffermare che i media sono da sempre soggetti di democrazia, consapevolezza, promozione del sapere e soprattutto del pensiero critico”. David Sassoli, attento ai temi del digitale come negli incontri “Idee per un nuovo mondo”, auspicava una rivoluzione basata su un approccio equo che garantisse a tutti pari opportunità nel mondo digitale, ed in linea con queste convinzioni, aveva inviato un messaggio di apprezzamento per NewsMedia4Good scrivendo: “Il mondo online deve essere uno strumento di partecipazione, emancipazione e deve puntare a diminuire le disuguaglianze”. Per questo TuttiMedia ha deciso di dedicare NewsMedia4Good al suo ricordo.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il progetto ESA riprende con grandi obiettivi

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 gennaio 2022

Udine. 160 tesserati che, sicuramente aumenteranno, e la progettualità per far diventare l’ESA Center il fulcro del benessere della città di Udine. Questi i numeri e gli obiettivi con cui l’Elite Sport Academy si appresta a vivere il proprio 2022. L’attività in palestra è già ripresa, ma la macchina organizzativa del progetto ESA guarda avanti e progetta un futuro sempre più strutturato e che mette il benessere del singolo al centro di tutto. Dopo aver stretto collaborazioni sportive, dato vita alle mimi classi, che hanno letteralmente conquistato Udine, ecco la volontà di rendere l’ESA Center il riferimento per il benessere psico/fisico della città di Udine. “Si tratta di un progetto ambizioso – commenta Jacopo Munaro, presidente dell’Elite Sport Academy – ma abbiamo sempre ragionato in grande e, soprattutto, ci piace metterci al prova. La squadra di lavoro è pronta, ora dobbiamo solo programmare alcuni aspetti del nostro progetto e partire. La volontà è quella di rendere il progetto ESA HEALTH un riferimento che possa aiutare ad educare e trasmettere la necessaria ricerca di una migliore qualità della vita, passando attraverso l’esercizio fisico pianificato, strutturato e finalizzato alla prevenzione delle patologie correlate con la sedentarietà e gli scorretti stili di vita oramai troppo frequenti”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Drago (FdI): Necessario prevedere che nel PTOF, ogni scuola indichi il progetto educativo

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 dicembre 2021

“L’iniziativa di diffondere un volume informativo sull’educazione all’affettività, che aiuti tanto i genitori, quanto docenti ed alunni è assolutamente valida”. Lo ha detto la senatrice Tiziana Drago, FdI, membro della Commissione parlamentare Infanzia e Adolescenza, oggi intervenuta come relatrice nel corso della presentazione a Palazzo Madama del libro “Educazione all’affettività, un patto di alleanza tra famiglia e scuola”, su iniziativa del senatore Simone Pillon, vice-presidente della Commissione parlamentare Infanzia e Adolescenza.“Si parla molto di giovani, di figli e di famiglie – ha esordito – ma molto meno della coppia. L’educazione dei figli non è una griglia strutturata o organizzata, ma è un’esperienza sul campo, i figli imparano molto di più da quello che vivono che dalle regole formali”. “Genitori si diventa e non si nasce – ha sottolineato – per questo dovrebbero essere attivati corsi alla genitorialità in tutte le scuole. Un’occasione in cui le famiglie si confrontano tra loro e con degli esperti, con un problema, la crescita dei minori, che è sempre più comune e che può essere affrontato con il supporto della comunità”. “C’è un problema di fondo – ha proseguito – individuabile nella relazione interpersonale all’interno della coppia e dei ruoli che si delineano. C’è una confusione di ruoli dettata, è un’ipotesi, anche da fattori sociali a partire dall’inserimento nel mondo del lavoro, dalle dipendenze, e da quella sorta di concetto della “libertà” sempre più sinonimo di “de-responsabilità”. “L’idea di puntare l’attenzione sul binomio scuola-famiglia, l’intersezione cioè, deidue pilastri che da sempre, che da sempre ha garantito la crescita armonica di un individuo, oggi vacilla e ci ritroviamo a doverla suggerire”.“Qual è oggi il vantaggio di questo patto educativo famiglia-scuola? – si è interrogata la senatrice – nel quale inserire anche le altre agenzie educative parimenti importanti quali le parrocchie, le associazioni sportive? E’ una rete che va consolidata”.“Quando parliamo di sessualità, di emozioni, di sentimenti, dobbiamo tener presente che i ragazzi la vivono come esperienza in ogni fase di crescita e che meglio andrebbe intercettata. Siamo in grado di farlo? Possiamo ravvisare un certo grado di impreparazione anche nei docenti? Ritengo che a qualunque gradodi istruzione, ciascun docente dovrebbe portare con sè un bagaglio di fondamenti di psicologia o pedagogia generale perché non si può davvero scindere l’istruzione dall’attività educativa”.“Alla Camera abbiamo in discussione un disegno di legge che pone l’attenzione sull’aspetto apprenditivo scindendolo da quello cognitivo, parlando di emozioni, sentimenti e di apertura mentale, sulla cui definizione non mi soffermo. Può lo sviluppo cognitivo essere scevro dagli influssi emotivi?”.“Facendo riferimento alla circolare ministeriale del 2015 delministro Giannini, per esempio, in cui si assicurava che la Legge di riforma della scuola, la 107, non avrebbe implicato al suo interno l’educazione della teoria gender, di fatto assistiamo a tutt’altro. Ne è un esempio l’utilizzo della nomenclatura “genitore 1”, “genitore 2” o l’asterisco, su cui ho depositato una interrogazione. Se è vero che il ddl Zan è stato accantonato è altrettanto vero che si assistiamo ad una “deriva dirigistica”, su cui sarebbe opportuno intervenire normativamente”. “Ritengo necessario prevedere che nel Piano triennale dell’offerta formativa, il PTOF, ogni scuola debba indicare al suo interno il progetto educativo a cui si rifà, non essendo sufficienti, a mio avviso, indicare i progetti formativi da attuare, così che i genitori abbiano chiaro l’orientamento dell’istituto, tanto nella scuola privata, quanto in quella pubblica”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ultimo appuntamento del progetto “Scegli il Contemporaneo. Ti racconto Roma”

Posted by fidest press agency su domenica, 12 dicembre 2021

Roma Sabato 18 dicembre ore 11 Video racconto: Maria Adele Del Vecchio alla mostra “Tre stazioni per Arte – Scienza”, Palazzo delle Esposizioni, Roma Narratore: Maria Adele Del Vecchio. Palazzo delle Esposizioni “Tre stazioni per Arte e Scienza” promossa da ROMA Culture e organizzata dall’Azienda Speciale Palaexpo con la collaborazione di numerose istituzioni pubbliche. L’artista Maria Adele Del Vecchio (Caserta, 1976) propone una riflessione personale su alcune personalità che hanno dato un contributo all’evoluzione del pensiero scientifico e che hanno caratterizzato la storia della scienza a Roma. Un momento di condivisione del pensiero dell’artista e della sua poetica attraverso la pratica dello storytelling, un momento di confessione dove le riflessioni dell’artista sfiorano alcuni temi indagati dalla mostra. Il video è realizzato dal filmmaker Domenico Catano. “Senza titolo” – Progetti aperti alla Cultura, società che da oltre dieci anni si occupa di progettazione e gestione di servizi educativi e di mediazione culturale per musei e mostre sul territorio nazionale realizzando progetti educativi volti ad avvicinare il pubblico al patrimonio artistico, storico e cinematografico. ha presentato la dodicesima edizione del progetto “Scegli il Contemporaneo. Una narrazione per parole e immagini, aperta e in divenire, che ha messo in relazione i linguaggi del contemporaneo con il patrimonio artistico, culturale e storico della città. Destinatari di questa proposta, adulti, bambini, studenti, persone non vedenti e ipovedenti. Il progetto, promosso da Roma Culture, è vincitore dell’Avviso Pubblico Contemporaneamente Roma 2020 – 2021 –2022 curato dal Dipartimento Attività Culturali ed è realizzato in collaborazione con SIAE. “Scegli il Contemporaneo. Ti racconto Roma” è una piattaforma culturale intermuseale, un progetto a cura di Elena Lydia Scipioni, che attraverso incontri per il pubblico con artisti, scrittori e illustratori, divulgatori scientifici ed esperti in didattica museale, propone visite speciali nei musei e negli spazi espositivi di Roma. Tema centrale di questa edizione è stata la narrazione nelle sue diverse declinazioni: mezzo di testimonianza e di evoluzione del pensiero umano, di trasmissione della conoscenza, pratica sociale ed educativa, momento di intrattenimento, condivisione e relazione interumana. L’incontro a Palazzo delle Esposizioni con “Senza titolo” e Tecnoscienza – società di divulgazione e comunicazione, specializzata nello storytelling e nell’ educazione della scienza e della sostenibilità – è stata l’occasione per affrontare i temi della nostra contemporaneità attraverso il dialogo tra arte, scienza e società.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

In Etiopia con il progetto S.M.A.R.T

Posted by fidest press agency su giovedì, 9 dicembre 2021

La Città Metropolitana di Torino con VIS – Volontariato Internazionale per lo Sviluppo, Hydroaid, Fondazione Museke e Politecnico di Torino ha aderito al progetto di Amref Health Africa che, grazie ad un finanziamento dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo, nel corso di oltre tre anni di lavoro ha sviluppato un programma volto a promuovere la salute pubblica attraverso l’accesso all’acqua pulita e all’adozione di corrette pratiche igienico-sanitarie e di prevenzione delle malattie.Il progetto S.M.A.R.T – Sanitation marketing, Agriculture, Rural Development and Transformation” era stato avviato il 1 giugno 2018 con un finanziamento dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo e si è concluso a fine ottobre. Grazie alla diffusione di nuove competenze nel marketing delle strutture sanitarie e nella produzione in campo agricolo ed animale, sono state avviate attività generatrici di reddito e start up imprenditoriali.Un’azione di cooperazione internazionale integrata e multisettoriale che ha riguardato duecento villaggi, in stretta collaborazione con le autorità locali competenti per la salute, l’igiene, l’approvvigionamento idrico, l’educazione e la formazione professionale.I risultati hanno portato ad un netto miglioramento dell’accesso all’acqua nell’area di intervento (dal 47% al 67%); all’aumento notevole dell’utilizzo delle strutture igienico sanitarie (dal 7% al 40%) e al miglioramento delle competenze di base sulle corrette pratiche igieniche, la conservazione e la manipolazione del cibo. Sono state inoltre avviate trenta microimprese dedicate alla produzione e vendita dei componenti delle strutture igieniche; oltre 260 donne e uomini formati sulla produzione agricola ed animale e supportati nella creazione di attività generatrici di reddito. Infine, le autorità locali hanno beneficiato di formazione tecnica volta migliorare le capacità dei tecnici nella corretta pianificazione e gestione delle risorse idriche; oltre 2000 ragazzi e ragazze delle scuole del territorio coinvolti in attività di sensibilizzazione sulla salute e sull’intercultura e la convivenza pacifica. In totale, oltre 20mila persone hanno visto la loro vita e quella dei loro figli migliorata.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Progetto fotografico Al di là dell’acqua

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 dicembre 2021

Campo Santo Stefano 2828a, Venezia 4 dicembre 2021 – 9 gennaio 2022 inaugurazione sabato 4 dicembre 2021 ore 18,30 (Orari lunedì – domenica 11.00 – 18.00 Ingresso libero), Massimiliano Camellini presenta a Venezia, nei suggestivi ambienti di SPARC* Spazio Arte Contemporanea, il suo progetto fotografico Al di là dell’acqua. La mostra, include una serie di oltre 20 scatti in bianco e nero, tutti rigorosamente calibrati nell’aspetto contenutistico e formale, com’è proprio del lavoro dell’artista.Massimiliano Camellini sceglie di esplorare il tema del viaggio come desiderio sconfinato di scoperta. La chiave metaforica di un percorso, che è prima di tutto esistenziale, porta l’artista all’interno delle navi cargo dove si focalizza sulla vita che si svolge a bordo, guardando al di là della superficie del mare o dell’oceano, visibile attraverso l’oblò e in direzione di una meta che non è solo geografica. Il fascino da cui lui stesso è ammaliato oscilla tra il senso di libertà e l’esorcizzazione della paura per l’ignoto, ricollegandosi all’opera Novecento di Alessandro Baricco, che Giuseppe Tornatore trasformerà nel film La leggenda del pianista sull’oceano, dove il protagonista preferisce la nave alla terraferma in quanto proiettata – sempre e comunque – verso il sogno infinito della scoperta. La stretta relazione che lega i soggetti ai luoghi e agli spazi architettonici, tanto fisici quanto mentali, è sottolineata dalle immagini di oggetti di uso comune: il binocolo, l’orologio nel corridoio, la lavatrice, gli attrezzi per gli esercizi ginnici, il timone, il quadro comandi, gli apparecchi elettronici. Oggetti da cui trapelano storie vissute all’interno della nave, intesa come città-stato: uno spazio architettonico progettato per adattarsi a una nuova organizzazione ma anche uno spazio universale che contiene i simboli di tante appartenenze culturali ed etniche che condividono lo stesso viaggio, rappresentate in particolare dalla fotografia che inquadra tanti passaporti diversi su una stessa scrivania.Lo spazio espositivo veneziano che ospita la mostra rappresenta la cornice perfetta per questo progetto: *SPARC nasce da un’antica abitazione privata lagunare, che mantiene la suddivisione per stanze propria dell’intimità domestica con un affaccio panoramico sui canali e sulla storia di navigazione dell’antica repubblica marinara. In omaggio alla storia del luogo e della città, Massimiliano Camellini ha realizzato una piccola serie d’immagini all’interno dello stesso spazio espositivo che ritraggono le tracce di arredo propriamente “navale” di cui è portatore, e che saranno esposte in una sorta di ‘mostra nella mostra’.Il progetto espositivo Al di là dell’acqua è accompagnato dal catalogo italiano/inglese edito da Greta’s Books (2017) con testi di Andrea Tinterri (critico fotografico), Fabio Dei (antropologo) e Donatello Bellomo (scrittore), realizzato con il patrocinio del Comune di Venezia, Regione Liguria, Comune di Genova, Camera di Commercio di Genova, Capitolo Italiano della Royal Photographic Society, Laboratorio di Storia Marittima e Navale – DAFIST (Dipartimento di Antichità, Filosofia e Storia) dell’Università di Genova, e in collaborazione con Mu.MA – Musei del Mare e delle Migrazioni (Genova), l’Associazione Promotori Musei del Mare e della Navigazione, e il Doc SAI – Archivio Fotografico del Comune di Genova.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Progetto multidisciplinare sulla salute mentale post Covid e prospettive future

Posted by fidest press agency su domenica, 28 novembre 2021

Lo tsunami emotivo subito a livello mondiale fa temere una ‘coda lunga’ di disagi a causa dello stress cronico, l’incertezza, ricadute di disturbi preesistenti, ansia e fattori scatenanti di tipo ambientale.Una metanalisi di Lancet ha contato un surplus di casi di disturbi depressivi e 76 milioni di casi di disturbi d’ansia (52 milioni dei quali nelle donne). La metanalisi ha analizzato 48 studi relativi ai disturbi in 204 paesi del mondo riscontrando il bisogno di un aumento della domanda di assistenza che deve portare ad un rafforzamento dei servizi per rispondere alla domanda ed effettuare delle politiche di prevenzione.Lockdown più prolungati e restrittivi e chiusura delle scuole prolungata sono i fattori che hanno avuto importanti ricadute psichiche su bambini e adolescenti, su adulti e anziani.E’ quindi emersa, dai parte di alcuni clinici, la necessità di una mappatura sistematica delle problematiche emerse, tra cui gli effetti a lungo termine del Sistema Nervoso Centrale (SNC), a seguito della pandemia.Calcolare il burden of disease (carico) della salute mentale e identificare le strategie operative e organizzative per il prossimo futuro sono gli obiettivi del board di esperti che si è riunito a Roma per la prima fase del progetto “SERENDIPITY – Osservare e scoprire la nuova realtà tra pandemia e sindemia”.Il board che riunisce quattro Psichiatri, un Neurologo e un Medico di Medicina Generale/Geriatra ha il compito di mettere a punto gli argomenti di questa ampia survey italiana sugli effetti della pandemia sulla salute mentale e di analizzarne i risultati. La survey, curata da Ethos con la collaborazione del Dipartimento di Statistica e Demografia dell’Università La Sapienza di Roma, facoltà di Economia, servirà a misurare l’incidenza dei disturbi emersi come effetto dello stress dato dalla pandemia e dal lockdown, analizzare le caratteristiche della sindrome Long Covid, e valutare le conseguenze della mancata assistenza e della perdita di aderenza.I risultati della survey su circa 1200 specialisti psichiatri, neuropsichiatri infantili, neurologi, MMG e pediatri saranno oggetto di una pubblicazione scientifica a cura del Board (Prof. Mario Amore di Genova – Prof. Sergio De Filippis di Roma – Dott. Silvestro La Pia di Napoli – Prof. Andrea Fagiolini di Siena – Dott. Alessandro Pirani di Cento (Fe) – Prof. Riccardo Torta di Torino).

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Progetto “Anima” scambio culturale tra Italia e Uzbekistan

Posted by fidest press agency su domenica, 28 novembre 2021

Nell’ambito del processo di internazionalizzazione dell’Università Europea del Design di Pescara, a fine 2019 è stato firmato un Protocollo d’Intesa (MOU) tra la UED e il Tashkent Institute of Textile and Light Industry (TITLI), con lo scopo di stimolare lo scambio culturale tra Italia e Uzbekistan attraverso la formazione e il reciproco scambio di know-how. In questa ottica l’UED si è subito mossa per integrare, all’interno del corso triennale di Fashion Design, una esercitazione che permettesse agli studenti di scoprire e apprezzare la cultura tessile uzbeka. Il corso di Fashion Lab, di fatti, ha assegnato ai suoi 20 studenti il progetto “Anima” per la creazione di una serie di accessori ispirati alla storia dei tessuti e dei costumi uzbeki. Questo tipo di ricerca e progettazione rientra nell’ambito del concetto di glocalizzazione, che consiste in un nuovo paradigma economico capace di sfruttare al meglio i risultati della globalizzazione ma partendo dalla bellezza e dalle particolarità delle culture locali, valorizzando le differenze stilistico/culturali di diversi popoli per poterli poi portare, grazie alla progettazione e attualizzazione, alla ribalta del mondo globalizzato. Nell’ambito del corso di Fashion Lab (secondo anno di formazione in Fashion Design) è stato assegnato lo sviluppo di un progetto intitolato “Uzbekistan” con l’obiettivo di incentivare una ricerca sperimentale e di decontestualizzazione volta alla progettazione di prodotti innovativi e di tendenza. Nel processo creativo che si genera è insita la bellezza della trasformazione, di significato e di linguaggio, derivante dal processo di decontestualizzazione degli oggetti che compongono i nuovi prodotti. Il progetto “Anima” è focalizzato sul concetto di sostenibilità, in particolare l’ispirazione è avvenuta dalla triste storia del lago d’Aral, situato alla frontiera tra l’Uzbekistan e il Kazakistan, che si è prosciugato fino a scomparire. Per questo si è deciso quindi di affrontare il tema della sostenibilità, utilizzando materiali naturali come il cotone, il lino e la canapa. Il progetto nasce dall’idea di raccontare l’essenza di un Paese, del quale, apparentemente, siamo meno informati, ma che ha una grande ricchezza sia dal punto di vista storico che artistico. Il design utilizzato dagli allievi si ispira alla cucina uzbeka, alla tipica focaccia obi, che somiglia al pane Naan indiano per la sua forma a disco. Il pane viene considerato sacro grazie ad una leggenda che racconta della passione di ogni nuovo governatore per la creazione di speciali monete. Altro elemento fondamentale da cui si è preso ispirazione sono le lunghe trecce che distinguevano una donna sposata da una nubile. Sono state create borse immaginando che fossero gli occhi e l’anima delle donne, consapevoli dei loro valori, desiderose di una riscoperta della loro identità più profonda. La borsa è stata interpretata con disegni e motivi geometrici caratteristici dell’architettura indo-islamica, che metaforicamente diventano finestre sull’infinito. I colori riprendono le brillanti tonalità del posto: turchese, rosso e smeraldo. L’architettura uzbeka, elemento fondamentale per trarre maggiore ispirazione è stata rivisitata in chiave moderna, destrutturandola e ricomponendola attraverso una sorta di rinascita. Punto di riferimento per le creazioni la piazza del Registan di Samarcanda, simbolo della vita uzbeka e importante centro storico. È proprio dalle tre scuole islamiche, che incorniciano questo ambiente, che parte l’idea alla base della collezione. Se iniziassimo a camminare per le vie dei mercati agricoli di Bazar Sia di Samarcanda ci sembrerebbe di aver posato lo sguardo all’interno di un caleidoscopio: giochi di luci, di colori, di armonie che si mischiano tra loro e creano sempre nuove percezioni. Da qui è nato lo spunto che ha dato vita ad una collezione che è un contenitore di storia. Per quanto riguarda i tessuti e i colori si sono utilizzati il velluto e un tessuto stampato, che riportano colori caldi. I diversi elementi realizzati, inoltre, presentano dei punti luce e delle nappe, elemento tipico della cultura del Paese. Il progetto ha avuto come obiettivo quello di concatenare tra loro tradizione e modernità. In rappresentanza della prima si è voluto riproporre i colori dei mausolei religiosi e dei portali presenti all’interno della città, che ancora oggi conservano il loro fascino inestimabile. Per la seconda invece è stata scelta una delle più rivoluzionarie e innovative tecnologie del XXI secolo ovvero la stampa 3D.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Progetto di “Rinaturazione dell’area del Po”

Posted by fidest press agency su venerdì, 12 novembre 2021

Parma. Alla luce di quanto diffuso a mezzo stampa negli ultimi giorni circa il progetto di “Rinaturazione dell’area del Po” inserita nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, l’Autorità Distrettuale del Fiume Po precisa che i sottoscrittori dell’accordo d’intesa sono: il Ministero della Transizione Ecologica, l’Autorità Distrettuale del Fiume Po, le 4 regioni coinvolte Piemonte, Lombardia, Veneto, Emilia Romagna e AIPo. Fatta questa rilevante premessa, è opportuno sottolineare che l’azione di “rinaturazione” prevede diverse fasi e si pone obiettivi precisi e condivisi dai sottoscrittori pienamente conformi e coerenti con le strategie di pianificazione nazionale e comunitaria. L’Autorità di Bacino Distrettuale del Fiume Po redigerà il programma d’azione con il contributo di AIPo e delle Regioni e coordinerà, successivamente, l’attuazione del progetto stesso; inoltre, promuoverà la sottoscrizione di un Protocollo d’Intesa tra AdBPo, AIPo, Regioni Emilia-Romagna, Lombardia, Piemonte e Veneto, WWF Italia e ANEPLA al fine di costituire un Tavolo di Lavoro, composto dai rappresentanti dei soggetti sottoscrittori del protocollo, per coordinare la redazione del Programma d’azione e la successiva progettazione degli interventi, nonché per aggiornare periodicamente la Cabina di Regia costituire, anche su proposta dei soggetti sottoscrittori, un Comitato Scientifico, composto da specialisti delle Università e degli Istituti di ricerca, esperti nelle tematiche di rinaturazione e di riqualificazione fluviali che ricadono nell’ambito del progetto, anche al fine di definire le linee guida quale indirizzo per le attività del Tavolo di Lavoro, per la redazione del Programma d’azione, la progettazione, la realizzazione degli interventi e del relativo monitoraggio. L’accordo si pone la finalità di definire la governance ed attivare tutte le collaborazioni necessarie per la realizzazione del progetto “Rinaturazione dell’area del Po” che prevede, lungo l’astafluviale, un insieme di interventi integrati al fine di riqualificare l’ecosistema fluviale, ridurre il rischio idraulico e idrogeologico, migliorare lo stato ecologico e tutelare gli ecosistemi e la biodiversità, quale obiettivo di interesse comune.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Progetto di supporto psicologico per la scuola primaria e secondaria di I grado

Posted by fidest press agency su mercoledì, 13 ottobre 2021

“Ripartiamo Insieme” è l’iniziativa promossa MOIGE – Movimento Italiano Genitori e l’Istituto Omnicomprensivo A. Giordano di Venafro e con il contributo del MIUR, per affrontare il forte disagio psicologico causato da un anno di isolamento e didattica a distanza. Dopo un anno di isolamento e didattica a distanza i ragazzi hanno sviluppato un forte disagio psicologico. Il Centro studi del Consiglio nazionale dell’Ordine degli Psicologi (Cnop) ha raccolto il disagio degli adolescenti italiani in un’indagine. I sentimenti prevalenti, secondo lo studio, sono soprattutto tristezza, malinconia, paura, rabbia e distacco. I sentimenti positivi sono minoritari. Un malessere psicologico che deriva dall’isolamento e dalla assenza o carenza delle attività educative ma anche ludiche e sportive.Al fine di affrontare questa problematica, diventa fondamentale che agli studenti venga concesso un momento di ascolto e confronto, soprattutto in vista dell’avvio del nuovo anno scolastico, nell’ottica di una ripartenza a seguito di un anno molto difficile. Ripartiamo Insieme nasce con l’obiettivo di promuovere un percorso di contrasto al disagio psicologico e all’emergenza educativa, a tale scopo è stato attivato uno sportello di psicologico a scuola e percorsi ad hoc divisi per classi, attraverso incontri di gruppo online con alunni e docenti. Gli incontri, svolti in modalità laboratoriale, avranno lo scopo di potenziare l’autoconoscenza e l’immagine che ciascun alunno ha di sé, per utilizzare con consapevolezza e responsabilità le proprie risorse personali. L’importanza di tali incontri risiede nel continuo confronto con i membri del gruppo stesso, i quali condividono le medesime difficoltà e possono arricchire la conoscenza individuale grazie alla condivisione di punti di vista e vissuti differenti. A disposizione dei ragazzi anche un servizio di supporto psicologico telefonico.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »