Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Posts Tagged ‘progressi’

I progressi della medicina: il futuro è già adesso

Posted by fidest press agency su giovedì, 29 giugno 2017

gasliniGenova 29 3 30 luglio 2017 Palazzo della Meridiana, Salita San Francesco 4. L’evento è organizzato dall’Istituto Giannina Gaslini di Genova ed è promosso dalla Fondazione Internazionale Menarini. Utilizzare un test che permetta una diagnosi preventiva e precoce del tumore individuando le prime cellule tumorali circolanti nel sangue; le raccomandazioni scientifiche, i risvolti etici e politici che le modificazioni sul DNA possono determinare; la possibilità di potenziare la risposta immunitaria dell’organismo, al fine di permettergli di eradicare il tumore, grazie alla reinfusione di cellule prelevate dal sangue periferico del paziente e ingegnerizzate ex vivo. Sono alcuni dei temi del meeting “The future of medicine starts now” in programma a Genova.
«La continua introduzione di nuove tecnologie genera l’impressione che ogni anno stia per iniziare una nuova era in medicina» spiega Francesco Frassoni, Direttore del Centro Cellule Staminali e Terapia Cellulare dell’Istituto Giannina Gaslini di Genova. «Ogni scoperta scientifica entra rapidamente nella pratica clinica e viene inclusa tra i possibili trattamenti. Abbiamo riunito in questo meeting un gruppo numeroso di speaker internazionali che sono leader assoluti nel loro settore, e siamo orgogliosi del fatto che abbiano accettato di partecipare e di illustrare ai partecipanti i progressi scientifici, tecnologici e terapeutici che saranno sviluppati già da domani e per i prossimi dieci anni». Il meeting si apre giovedì 29 giugno con una mattinata dedicata al sequenziamento e all’interpretazione del DNA. «Si tratta della prima di cinque sessioni in cui è suddivido il meeting» racconta Alberto Martini, Direttore Scientifico dell’Istituto Giannina Gaslini di Genova. «Le due giornata proseguono con sessioni dedicate alla manipolazione del DNA, ai nuovi approcci terapeutici nell’era della nuova medicina, alla terapia cellulare e a nuove frontiere tecnologiche, come le nanotecnologie. Nello stesso tempo, abbiamo chiesto ad alcuni speaker di illustrare come le autorità sanitarie stiano organizzando e implementando la medicina del futuro in diversi Paesi europei ed extraeuropei, per cui il meeting è rivolto non soltanto a ricercatori e clinici, ma anche agli amministratori della sanità».

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’UNICEF celebra 70 anni

Posted by fidest press agency su lunedì, 12 dicembre 2016

unicef11 dicembre 2016 – Nel suo 70esimo anniversario, l’UNICEF celebra gli enormi progressi compiuti in favore di tutti i bambini del mondo e ricorda nuovamente che ci sono altri milioni di bambini che devono essere raggiunti e che rischiano quotidianamente le proprie vite e il proprio futuro a causa di conflitti, crisi, povertà, disuguaglianze e discriminazioni.Negli anni ’40, l’UNICEF ha cominciato a fornire aiuti nutrizionali di emergenza, principalmente attraverso fornitura di latte, ai bambini in Europa dopo la Seconda Guerra Mondiale. Nel 2015, l’UNICEF e i suoi partner nel mondo hanno curato 2,9 milioni di bambini da malnutrizione acuta grave.
Negli anni ’50, L’UNICEF ha realizzato la prima campagna di vaccinazione contro malattie quali la tubercolosi e la framboesia. Nel 2015, l’UNICEF ha fornito 2,8 miliardi di dosi di vaccini, aiutando, con i suoi operatori, a proteggere da malattie mortali, a livello globale, il 45% dei bambini sotto i 5 anni.Nel 1953, l’UNICEF ha lanciato i suoi primi programmi per i programmi legati all’acqua e ai servizi igienico sanitari. Fra il 1990 e il 2015, 2,6 miliardi di bambini hanno ottenuto accesso a fonti migliorate di acqua potabile e 2,1 miliardi a strutture igienico sanitarie migliorate. Nel 1961, l’UNICEF ha ampliato il suo impegno programmatico per includervi anche l’istruzione dei bambini. Nel 2015, l’UNICEF e i suoi partner hanno garantito un’istruzione di base formale o informale a 7,5 milioni di bambini fra i 3 e i 18 anni. Nel 1989, l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha adottato la Convenzione sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza, che sottolinea che tutti i bambini dovrebbero essere registrati alla nascita per far valere la loro esistenza ai sensi della legge e salvaguardare così i loro diritti. Nel 2015, l’UNICEF ha sostenuto la registrazione di oltre 9,7 milioni di nascite di bambini in 54 paesi. Nel 1998, l’UNICEF è diventato membro fondatore della Roll Back Malaria Partnership, per supportare la cura e la ricerca sulla malaria, e diffondere misure preventive, come zanzariere da letto trattate con insetticida. Nel 2015, l’UNICEF ha fornito 22,3 milioni di zanzariere per proteggere i bambini e le famiglie in 30 diversi paesi.
Dalla sua fondazione, l’UNICEF ha risposto a migliaia di emergenze umanitarie che hanno colpito i bambini. Nel 2015, l’UNICEF e i suoi partner: hanno vaccinato 11,3 milioni di bambini contro il morbillo in paesi colpiti da crisi; hanno fornito accesso a istruzione di base formale o informale a 4 milioni di bambini che vivevano in situazioni di emergenza; ha fornito sostegno psicologico a 2 milioni di bambini coinvolti in conflitti e disastri naturali.“L’UNICEF è stata fondato dopo la Seconda Guerra Mondiale per portare aiuti e speranze a tutti quei bambini che si trovavano in situazioni di rischio o in difficoltà, a prescindere dal paese in cui vivevano o dal ruolo di quel paese nel conflitto. Oggi, la nostra missione non è meno urgente o universale,” ha dichiarato il Direttore generale dell’UNICEF Anthony Lake. “Con così tanti bambini in grande difficoltà nel mondo, rinnoviamo il nostro impegno a garantire aiuti concreti per ogni bambino.”L’organizzazione è stata fondata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite con lo scopo di aiutare, in seguito al conflitto, i bambini in Europa, in Cina e in Medio Oriente. Interamente finanziata tramite contributi volontari da parte di governi, società civile, settore privato e cittadini interessati, ha rapidamente allargato la sua presenza: nel 1955 già garantiva assistenza ai bambini in più di 90 paesi.Ad oggi, l’UNICEF è la più grande organizzazione per l’infanzia al mondo. unicef1Opera con i suoi collaboratori in 190 paesi e territori e si avvale dell’impegno di 13.000 operatori nazionali e internazionali, per raggiungere ogni bambino.L’impegno dell’UNICEF, anche nei territori più difficili al mondo, è inarrestabile, e negli ultimi decenni ha contribuito a ottenere progressi notevoli per i bambini. Negli ultimi 25 anni, il numero di bambini morti prima di compiere 5 anni è stato più che dimezzato; centinaia di milioni di bambini sono stati fatti uscire dalla povertà; il tasso di bambini in età da scuola primaria non inseriti in un percorso formativo è stato ridotto di oltre il 40% dal 1990. Nonostante questi impressionanti progressi, milioni di bambini rimangono ancora indietro in quanto vivono in povertà o in comunità difficili da raggiungere, o a causa del loro genere, razza, religione, gruppo etnico o condizione di disabilità. Circa 250 milioni di bambini stanno crescendo in paesi colpiti da conflitti e circa 50 milioni sono stati costretti a lasciare le proprie case.“La visione dell’UNICEF per i prossimi 70 anni è di un mondo in cui il nostro lavoro non sarà più necessario – un mondo in cui ogni bambino viva in salute, sicuro, istruito, curato e protetto… e in cui tutti i bambini possano sfruttare al massimo le loro potenzialità,” ha concluso Lake. “È la cosa giusta da fare, e anche la via più sicura per un futuro migliore per tutti noi.” (foto: unicef)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Progressi su HIV e sifilide in 4 paesi

Posted by fidest press agency su venerdì, 10 giugno 2016

unicefLe Agenzie delle Nazioni Unite si congratulano con la Bielorussia per aver eliminato la trasmissione materno infantile del virus dell’HIV e della sifilide, e con l’Armenia e la Repubblica Moldova per aver eliminato rispettivamente la trasmissione materno infantile del virus dell’HIV e della sifilide. In una cerimonia tenutasi a New York, nell’ambito della Conferenza di Alto Livello dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite sull’AIDS, sono stati presentati ai Ministri della Salute dei tre paesi europei i certificati che attestano le eliminazioni.
“Far nascere un bambino in salute significa garantirgli il miglior inizio di vita possibile. E’ molto incoraggiante vedere dei paesi riuscire ad eliminare la trasmissione materno infantile di queste due malattie,” ha dichiarato Margaret Chan, Direttore generale dell’OMS. “E’ un importante traguardo – un chiaro segnale che altri paesi possono eliminare queste malattie e che il mondo potrebbe avere in futuro una generazione libera dall’AIDS.” Porre fine alla trasmissione dell’AIDS entro il 2030 è uno degli traguardi fondamentali degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile sulla salute e sul benessere.
“Dopo vent’anni di sforzi intensi nella Regione, adesso abbiamo avuto la prova che è possibile realizzare il diritto di tutti i bambini a nascere liberi da HIV. E’ importante che i bambini abbiano uguale accesso ai servizi che possono aiutarli a crescere e svilupparsi in un ambiente familiari che li sostenga, con le loro madri vive e in grado di assicurare il loro benessere,” ha dichiarato Marie Pierre Poirier – Direttore Regionale UNICEF per l’Europa e l’Asia Centrale.
La Thailandia è stata ufficialmente dichiarata libera dalla trasmissione materno infantile dell’HIV e della sifilide. La Thailandia è il primo paese in Asia, e tra i primi al mondo in cui il tasso di trasmissione dell’HIV tra madri e neonati è arrivato al di sotto del 2%.Secondo il Ministero della Salute, in Thailandia il tasso di trasmissione materno infantile dell’HIV è diminuito dal 10,3% nel 2003, al 1,91% nel 2015. Seguendo le linee guida globali dell’OMS, la trasmissione materno infantile dell’HIV è considerata realmente eliminata quando il tasso di trasmissione scende al di sotto del 2%. Secondo un gruppo di coordinamento e di verifica composto da una squadra di esperti indipendenti della regione convocata dall’OMS e supportata dall’UNICEF, l’UNAIDS e l’U.S. Centre for Disease Control and Prevention (CDC), la Thailandia ha raggiunto tutti i criteri per l’eliminazione della trasmissione materno infantile dell’HIV e della sifilide secondo gli obiettivi globali. Questo processo di verifica è durato da dicembre 2014 ad aprile 2016.
“Questo importante traguardo è la dimostrazione degli straordinari impegni della Thailandia nel rispondere a queste malattie a diffusione globale,” ha dichiarato Thomas Davin, Rappresentante dell’UNICEF in Thailandia. “La Thailandia rappresenta un esempio che ispirerà tanti altri paesi dell’Asia nell’impegno ad avere una generazione libera da AIDS e sifilide. Oggi, i bambini della Thailandia e i figli dei migranti che possono accedere alla copertura sanitaria non corrono il rischio di essere contagiati da questi virus attraverso le loro madri grazie all’accesso ai servizi per prevenire la trasmissione materno-infantile.”

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Laser Florence 2015: nell’anno della luce, i progressi del Laser

Posted by fidest press agency su martedì, 3 novembre 2015

laserflorenceFirenze 5-6 novembre Auditorium di Sant’Apollonia (via San Gallo 25/a). Le ultime importanti scoperte e i più interessanti sviluppi dell’uso del laser in medicina saranno al centro della XXVIII edizione di Laser Florence, il congresso internazionale di Medicina Laser che si terrà a Firenze il 5, 6 e 7 novembre e che riserva in questa edizione alcune importanti novità.A oltre mezzo secolo di distanza dalla scoperta del laser, più di duecento medici, ricercatori e scienziati provenienti da tutto il mondo si ritroveranno all’Auditorium di Sant’Apollonia (via San Gallo 25/a), nel cuore del centro storico di Firenze, e alla presenza di molti dei più importanti pionieri mondiali del settore presenteranno la rassegna aggiornata dell’uso del laser in campo dermatologico, della riabilitazione neurologica, dell’odontoiatria, della chirurgia e medicina estetica e da quest’anno, per la prima volta, anche in quello della veterinaria.Particolarmente interessanti si preannunciano come sempre gli sviluppi sul programma di trattamento con il laser delle lesioni spinali traumatiche portato avanti dal professor Leonardo Longo e dalla sua equipe a Firenze.
Anche nel campo delle malattie neurodegenerative una speranza arriva proprio dalla luce: sembra infatti, che l’irradiazione laser di certe regioni cerebrali sia in grado di offrire ai pazienti trattati significativi indici di miglioramento della funzione cognitiva e della personalità, con un generale miglioramento della qualità di vita.Accanto a temi delicati come questo (e come anche quello legato alla risoluzione degli inestetismi dovuti a cicatrici particolarmente importanti o evidenti), si presentano quest’anno alcune applicazioni particolari del laser, come quella nella lotta al russamento (prima causa di divorzio in America e fonte frequente di problemi relazionali), all’incontinenza urinaria e all’acne.Saranno inoltre discusse le ricerche, le scoperte e le innovazioni dei più importanti luminari della medicina laser mondiale, che completeranno il programma del congresso spaziando in tutti i settori d’applicazione.La IALMS, fondata a Firenze nel 2000, è presieduta dal prof. Leonardo Longo, medico chirurgo specialista e professore in Laser Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi Biomedici di San Marino, e presso diverse università in tutto il mondo e autore di centinaia di articoli scientifici pubblicati su riviste scientifiche internazionali accreditate.Laser Florence ha chiesto e ottenuto il patrocinio del Ministero della Salute e dell’Unesco, che ha proclamato il 2015 l’anno della luce. Proprio in rappresentanza dell’Unesco, alla cena di gala del Congresso prevista per sabato 7 novembre alle ore 21 presso Villa Viviani, la soprano Katerina Mina canterà l’inno ufficiale dell’anno della luce “Rainbow of Light”, accompagnata da Linda Lemon, autrice della canzone. (laserflorence)

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Morte cardiaca improvvisa

Posted by fidest press agency su domenica, 25 ottobre 2015

Le persone con Cardiomiopatie (malattie primitive del miocardio) costituiscono una percentuale sempre più consistente di pazienti che si rivolgono al cardiologo. Queste malattie, che interessano direttamente il muscolo cardiaco, restano difficili da gestire, nonostante i rapidi progressi che sono stati raggiunti nel settore. D’altra parte, poche altre aree della cardiologia hanno assistito a un così significativo contributo della ricerca scientifica, alla comprensione della fisiopatologia e della gestione clinica, facendo intravedere futuri sviluppi.
Una delle più conosciute è la Cardiomiopatia Ipertrofica, responsabile di numerosi casi di morte improvvisa, soprattutto tra i giovani. «La Cardiomiopatia Ipertrofica è malattia caratterizzata da un ispessimento patologico delle pareti del cuore, spesso con andamento familiare», spiega Franco Cecchi, Consulente Centro Aritmie genetiche e Cardiomiopatie Istituto Auxologico IRCCS Milano, già Professore Associato di Cardiologia Università di Firenze e Responsabile Centro di riferimento regionale Cardiomiopatie. «Alla sua origine ci sono errori nel codice genetico delle proteine contrattili del cuore. La morte improvvisa ne è la complicanza più severa, anche se fortunatamente non è la più frequente, determinando comunque circa cinquecento casi l’anno in Italia».
I pazienti con Cardiomiopatia sono stimati in circa il 3 per mille della popolazione generale. La Cardiomiopatia Ipertrofica è la più diffusa cardiopatia su base genetica: si stima che ne soffrano circa due persone su mille, pari a oltre centodiecimila in Italia. Ma solo un terzo di loro lo sa, perché chi ne è affetto può rimanere a lungo senza sintomi. «Le persone con Cardiomiopatia costituiscono, quindi, una quota sempre più ampia dei pazienti che si rivolgono ai cardiologi» aggiunge Iacopo Olivotto, responsabile del Centro di riferimento regionale Cardiomiopatie, Dipartimento Cuore e vasi dell’Azienda Ospedaliera Universitaria di Careggi Firenze. «La condizione, però, richiama l’attenzione del pubblico soltanto in occasione di morti improvvise durante attività sportive, mentre interessa anche altre categorie di persone».
Cecchi e Olivotto sono i presidenti dell’evento che si svolge dal 22 al 24 ottobre 2015 a Firenze: il terzo “Florence International Symposium on Advances in Cardiomyopathies” che è anche e il dodicesimo Meeting of the Myocardial and Pericardial diseases Working Group della European Society of Cardiology. L’evento è presentato dal Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale dell’Università di Firenze e dalla Fondazione A.R.Card Onlus, e sono promossi dalla Fondazione Internazionale Menarini.
«Oggi sappiamo che in molti casi questa classe di malattie del muscolo cardiaco è compatibile con una vita normale. Tuttavia, circa un terzo dei pazienti ha complicanze importanti come scompenso cardiaco, sincope, ictus, e come già detto, morte improvvisa. Per questo motivo è importante ottenere una diagnosi precoce e accurata» prosegue Cecchi. «Per questo, oltre alla visita e agli esami cardiologici comuni, è indicato l’uso di tecnologie avanzate, come la Risonanza Magnetica con mezzo di contrasto e l’analisi genetica dei geni che possono causare le Cardiomiopatie. Infatti oggi è possibile individuare la mutazione genetica. « In oltre la metà dei casi si può scoprire la mutazione responsabile» commenta Olivotto. «Oggi è possibile eseguire l’analisi genetica con nuove metodiche diagnostiche (NGS – next generation sequencing) che permettono di esaminare contemporaneamente oltre cento geni potenzialmente responsabili di cardiomiopatie».
Una volta che la mutazione genetica è stata identificata, va poi verificata anche nei familiari che daranno il consenso ad essere esaminati. Questo consente una diagnosi precoce anche negli altri individui della famiglia che possono essere affetti dalla condizione, in modo da poter modificare lo stile di vita o attuare terapie in grado di limitare gli eventi avversi. «Un moderno approccio terapeutico alla Cardiomiopatia Ipertrofica è principalmente basato su alcuni tipi di farmaci che si sono dimostrati efficaci nel ridurre i sintomi quali l’affanno e i dolori anginosi, e nel controllo della aritmie» prosegue Cecchi. «Nei pazienti in cui l’ipertrofia miocardica determina ostruzione all’ efflusso del sangue dal ventricolo sinistro, può essere necessario ricorrere ad un intervento cardiochirurgico di disostruzione, detto “miectomia”».
Nei pazienti con aritmie pericolose per la vita o elevato rischio per morte improvvisa, esiste oggi la possibilità di una prevenzione efficace mediante l’impianto di defibrillatori altamente evoluti. «L’introduzione del defibrillatore impiantabile nella pratica clinica degli ultimi 25 anni ha reso di fatto disponibile una terapia salvavita per la prevenzione primaria e secondaria della morte improvvisa cardiaca per oltre un milione di pazienti in tutto il mondo. Tuttavia, l’utilizzo di cateteri transvenosi comporta potenziali complicazioni, mentre ’utilizzo dei nuovi dispositivi totalmente sottocutanei può superare questi eventi avversi» conclude Olivotto.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I cantieri navali siciliani

Posted by fidest press agency su mercoledì, 13 aprile 2011

A parere degli Indipendentisti dell’FNS, la crisi che oggi attanaglia il settore cantieristico in Sicilia, e soprattutto a Palermo, era prevedibile nella considerazione del fatto che la classe politica ed i Partiti (e talvolta anche i Sindacati), negli ultimi cinquant’anni, hanno preferito adeguarsi ad una politica cantieristica Nord-Centrica. Con la conseguenza, scontata,  di ridurre i Cantieri Navali Siciliani ad un ruolo marginale rispetto ai grandi progressi che il settore raggiungeva (e raggiunge) nel Mediterraneo e nel Mondo, e ad un ruolo di subordinazione rispetto agli interessi dei grandi gruppi cantieristici ed armatoriali, privati e/o pubblici, del Continente. Sono mancate, cioè, la fantasia e la capacità di impostare una strategia siciliana per la cantieristica siciliana. Ed è mancata, persino, la cultura del lavoro e della produttività. Non è, tuttavia, tutto perso. L’economia siciliana potrebbe e dovrebbe risorgere con nuove prospettive e guardando sia ai vecchi che ai nuovi “MERCATI”. Ma – diciamolo francamente – occorre anche il coraggio (inteso come consapevolezza) di essere siciliani. L’FNS esprime, intanto, solidarietà a tutti i lavoratori – in servizio e non – dei Cantieri Navali ed auspica che a Palermo vengano rilanciati, contemporaneamente (e non in alternativa l’uno con l’altro), i settori della costruzione, della trasformazione e della riparazione navale. A Palermo si deve, altresì, aprire alle commesse delle navi della flotta militare italiana e della Flotta Nato. Analogo discorso vale per tutta la cantieristica siciliana.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Malattia di Parkinson

Posted by fidest press agency su martedì, 30 novembre 2010

Il Policlinico Universitario Gaetano Martino di Messina si conferma polo d’eccellenza per la Sicilia nella diagnosi e nel trattamento dei disturbi del movimento, tra cui la Malattia di Parkinson e i parkinsonismi. Presso l’Ambulatorio Malattia di Parkinson (Responsabile Professor Letterio Morgante) della Unità Operativa Dipartimentale di Neurofisiopatologia e Disordini del Movimento del Policlinico Universitario diretta dal Professor Paolo Girlanda afferiscono circa 2.000 pazienti che, grazie ai continui progressi delle terapie farmacologiche e chirurgiche, possono contare su diverse strategie terapeutiche in grado di contrastare il peggioramento della sintomatologia.
“La Malattia di Parkinson è la 2° patologia neurologica cronica più diffusa tra gli anziani dopo l’Alzheimer e colpisce in Italia oltre 150 mila persone. La sua prevalenza a livello mondiale è stimata attorno all’1-2% della popolazione di età superiore ai 65 anni – afferma il Professor Letterio Morgante. Il nostro Centro da oltre vent’anni si occupa di questa patologia e si è sempre distinto per l’alta specializzazione dei trattamenti che vanno dalle terapie, per così dire, ‘tradizionali’ a quelle alternative (per alcuni casi selezionati) per la fase complicata di malattia, come la terapia infusiva con farmaci dopaminergici e la terapia chirurgica non lesionale di stimolazione del nucleo subtalamico, effettuata grazie alla collaborazione con l’Unità di Neurochirurgia diretta dal Professor Francesco Tomasello”.
Il Centro di Messina svolge un’intensa attività di ricerca, anche in collaborazione con altri Istituti neurologici italiani, soprattutto nell’ambito dell’epidemiologia e dei sintomi non motori, la cui corretta gestione è rilevante per il miglioramento della qualità di vita dei pazienti. Inoltre, negli ultimi anni sono state avviate una serie di sperimentazioni farmacologiche multicentriche mirate allo studio di nuovi farmaci e alla ricerca di nuove soluzioni per migliorare il profilo di molecole già in uso con provata efficacia. In questo contesto è noto che l’uso dei dopamino agonisti è stato notevolmente supportato, negli ultimi anni, da numerose pubblicazioni di studi che hanno dimostrato come il precoce utilizzo di questi farmaci possa ritardare significativamente l’insorgenza delle fluttuazioni motorie. Recentemente è stata introdotta in terapia una nuova formulazione di dopaminoagonista a rilascio prolungato (pramipexolo a rilascio prolungato) con la possibilità di unica somministrazione giornaliera.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Zero progressi per l’Italia

Posted by fidest press agency su giovedì, 23 settembre 2010

Forte delusione per l’assenza di qualunque progresso da parte del nostro paese. E’ il commento di Oxfam Italia nel giorno conclusivo del vertice ONU di New York sugli Obiettivi di Sviluppo del Millennio. Un esito che sembrava preannunciato dall’assenza del presidente del Consiglio Berlusconi, che ha disertato il summit delegando il ministro degli Esteri, a differenza di altri capi di stato e di governo come Sarkozy e Zapatero. L’impegno a destinare lo 0,56% del Pil all’Aiuto Pubblico allo Sviluppo entro il 2010 e lo 0,7% entro il 2015 non è stato nemmeno menzionato dal nostro governo. “La proposta di una tassa sulle transazioni finanziarie avanzata dal premier spagnolo e dal presidente francese è l’unica grande novità di questo summit”, afferma Farida Bena, portavoce di Oxfam Italia. “Nonostante il grandioso annuncio da parte della Commissione europea di un miliardo di euro o l’iniziativa del Segretario delle Nazioni Unite sulla salute materno-infantile, la realtà dei numeri dice che si tratta quasi sempre di cifre insufficienti ad aiutare i più bisognosi, oppure di soldi già promessi e reimpacchettati per l’occasione con un fiocco diverso”. Per raggiungere gli Obiettivi del Millennio, l’Italia deve adottare un piano di riallineamento vincolante con risorse certe e aggiuntive nella prossima Finanziaria. I fondi si potrebbero trovare tramite la tassa sulle transazioni finanziarie invocata a gran voce da Francia e Spagna. Un’imposta in grado di generare miliardi di euro l’anno per aiutare i più poveri e contrastare i cambiamenti climatici, anche se applicata nella sola zona euro.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La mortalità infantile nel mondo

Posted by fidest press agency su domenica, 19 settembre 2010

Nuove stime ONU presentate oggi dall’UNICEF mostrano progressi nei tassi di mortalità infantile: secondo questi dati, a livello mondiale, il numero totale di morti tra i bambini sotto i cinque anni è sceso da 12,4 milioni del 1990 a 8,1 milioni nel 2009. Dal 1990 il tasso di mortalità infantile sotto i cinque anni è diminuito di un terzo: da 89 decessi ogni 1000 nati vivi nel 1990 a 60 nel 2009.   La buona notizia è che, rispetto al 1990, ogni giorno in tutto il mondo muoiono 12.000 bambini in meno. Tuttavia, la tragedia delle morti infantili prevenibili continua: circa 22.000 bambini sotto i cinque anni continuano a morire ogni giorno e il 70% di queste morti si verificano nel primo anno di vita del bambino.  La mortalità infantile sotto i 5 anni è sempre più concentrata in pochi paesi. Circa la metà dei decessi dei bambini sotto i 5 anni a livello mondiale nel 2009 si è verificato in soli cinque paesi: India, Nigeria, Repubblica Democratica del Congo, Pakistan e Cina.  I più alti tassi di mortalità infantile rimangano nell’Africa Sub-sahariana, dove 1 bambino su otto muore prima dei cinque anni –un evento 20 volte più frequente rispetto alla media di 1 su 167 delle regioni sviluppate. L’Asia meridionale ha il secondo tasso più alto, con 1 bambino su 14 che muore prima dei cinque anni.  Sebbene il calo nei tassi di mortalità infantile sia stato decisamente più netto negli anni 2000-2009 rispetto al decennio precedente, la diminuzione non avviene ancora al ritmo necessario – soprattutto in Africa Sub-sahariana, Asia meridionale e Oceania – per raggiungere il 4° Obiettivo di Sviluppo del Millennio, che prevede per il 2015 un declino di due terzi della mortalità rispetto al livello del 1990. Le nuove stime sono state pubblicate nel rapporto 2010 “Levels & Trends in Child Mortality”, realizzato dall’IGME-UN Inter-Agency Group for Child Mortality Estimation e in uno speciale editorale su The Lancet. Le stime sono state elaborate grazie al lavoro di alcune organizzazioni del sistema delle Nazioni Unite che formano l’IGME, con la supervisione di esperti indipendenti provenienti da istituzioni accademiche.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Antitrust: il bilancio del Garante

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 giugno 2010

Presentati nel Rapporto Antitrust 2009 il bilancio della ventennale attività del Garante della Concorrenza e del Mercato e le novità legislative introdotte. In particolare, il Rapporto segnala l’introduzione nell’ordinamento nazionale, nel luglio del 2009, della “Legge annuale per il mercato e la concorrenza”, che testimonia la sensibilità del legislatore nazionale verso le politiche di promozione della concorrenza. In base a questa norma, il Governo dovrà annualmente tradurre in iniziative legislative le indicazioni formulate dall’Autorità nelle proprie segnalazioni, indicando i casi in cui queste non verranno seguite; nel successivo dibattito parlamentare le ragioni della concorrenza assumeranno un ruolo centrale. In questi vent’anni il sistema economico nazionale ha conosciuto indubbiamente grandi progressi sotto il profilo della tutela e della promozione della concorrenza. Molti mercati sono stati aperti alla libera iniziativa privata, anche su impulso del legislatore comunitario, e le conseguenti dinamiche concorrenziali hanno prodotto effetti benefici, a diretto vantaggio dei consumatori, delle imprese e del sistema economico nel suo complesso. A partire dalla sua istituzione, avvenuta con la legge n. 287 del 10 ottobre 1990, l’Autorità ha dato un importante contributo a tale evoluzione attraverso la propria attività di tutela della concorrenza e, in seguito, anche grazie a quella di tutela del consumatore, ha sostenuto e garantito con rigore l’applicazione in Italia dei princìpi della concorrenza e le ragioni dei consumatori. Dossier “Relazione sull’attività svolta nel 2009 dall’Antitrust”

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rapporto Aidwatch 2010: obiettivi millennio

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 maggio 2010

Roma, 10 giugno, 2010 dalle  ore 11:00 alle ore 13:00, Hotel Nazionale Piazza di Montecitorio  in contemporanea con il lancio in tutta Europa, sarà presentato in Italia il quarto rapporto Aidwatch 2010, elaborato dalla Confederazione europea di Ong Concord. La ricerca, nell’anno della verifica dei progressi per il raggiungimento degli Obiettivi del Millennio fissata per il 2015, traccia un quadro sulle tendenze degli Aiuti Pubblici allo Sviluppo (APS) per tutti i paesi membri dell’Unione Europea. Se alcuni paesi virtuosi hanno già raggiunto la quota dello 0,7% dell’Aiuto Pubblico allo Sviluppo, nella maggioranza dei casi gli Stati membri non hanno  rispettato l’impegno dell’APS per il 2010. Nonostante il rilancio dell’azione esterna dell’Europa di Lisbona, l’Unione Europea farà mancare 15 miliardi di euro di risorse per la lotta allo povertà. Di questa mancanza una grave responsabilita ricade sull’Italia che quest’anno evidenzia una performance particolarmente negativa che, oltre ad allontanarci ulteriormente dalla media dei nostri partner europei, rende sempre più improbabile il raggiungimento degli Obiettivi del Millennio da parte del nostro paese. Nel rapporto Aidwatch, CONCORD stila per i 27 paesi dell’Unione europea la valutazione delle politiche di lotta alla povertà, con le raccomandazioni da seguire per ogni Paese membro.  Per l’Italia hanno partecipato alla stesura del rapporto ActionAid in collaborazione con le reti Italiane: Associazione Ong italiane, CINI Coordinamento Italiano Network Internazionali e LINK 2007-Cooperazione in rete, che presenteranno la scheda italiana e le raccomandazioni.  Sono stati invitati ad intervenire europarlamentari e il sottosegretario agli Esteri On. Scotti.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

8 maggio: Giornata della Talassemia

Posted by fidest press agency su martedì, 27 aprile 2010

Roma 7 maggio alle ore 11.00 nella Sala Pietro da Cortona,si terrà in Campidoglio conferenza stampa, durante il quale alcuni dei maggiori esperti di talassemia discuteranno delle novità della diagnosi e della cura, della ricerca, dell’importanza della donazione del sangue e delle prospettive di guarigione aperte dalla terapia genica. La malattia ereditaria a carattere cronico in Italia colpisce circa 7.000 persone. Nonostante i numerosi progressi nella cura e nel trattamento la malattia resta ancora un problema non risolto in termini di guarigione definitiva.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sanità Toscana: Berlusconi smentito dal suo ministro

Posted by fidest press agency su martedì, 30 marzo 2010

“Vi sono specifiche commissioni ad hoc che si occupano della sanità italiana, monitorandone i progressi e i problemi. E’ troppo facile in un periodo di campagna elettorale politicizzare i problemi sanitari pubblici per colpire l’opposto schieramento politico”. Commenta così Manlio Caporale, responsabile per la sanità dell’Italia dei Diritti, le affermazioni rilasciate da Silvio Berlusconi sulla malasanità in Toscana, dichiarazioni però prontamente smentite dal ministro della salute Fazio.”Il problema – continua l’esponente del movimento presieduto da Antonello De Pierro – per essere risolto andrebbe affrontato esulando dagli interessi degli opposti schieramenti politici. Se non si conoscono realmente i dati, non si può esprimere un parere così denigratorio ai  danni di una regione che, al contrario, si dimostra essere un fiore all’occhiello nel nostro Paese. Non si può non considerare che la Toscana, pur avendo attuato delle importanti restrizioni economiche sanitarie – conclude Caporale – ha di contro centralizzato numerosi servizi e razionalizzato la spesa portando egualmente soddisfazione agli utenti”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ospitalità alberghiera europea

Posted by fidest press agency su sabato, 24 ottobre 2009

Il grado di soddisfazione generale degli ospiti degli hotel europei è cresciuto sensibilmente dal 2008 ed ha raggiunto il proprio apice nel 2009, in un intervallo di cinque anni, con progressi registrati per tutti i marchi considerati e per ogni fascia, stando allo studio sull “European Hotel Guest Satisfaction Index Study (SM)” degli ospiti negli hotel europei per il 2009, condotto dalla J.D. Power and Associates e reso pubblico oggi.  Dal 2008, il livello di soddisfazione degli ospiti è migliorato di almeno 16 punti indice (su una scala di 1.000 punti) in ognuna delle quattro fasce. I progressi più rilevanti si sono registrati nella fascia superiore e in quella alta, salite, dal 2008, rispettivamente di 24 e 25 punti. Ha dichiarato Michael Drago, responsabile per il settore global hospitality e travel practice di J.D. Power and Associates: “In tutta Europa, gli hotel non hanno diminuito la propria attenzione nei confronti della clientela, nonostante un clima economico che ha ridotto la domanda e costretto i marchi alberghieri ad applicare una drastica riduzione dei costi. Il livello di soddisfazione dei clienti, relativamente a sistemazioni, costi e tasse, è cresciuto sensibilmente nel 2009. Mentre i clienti si rallegrano per le riduzioni apportate alle tariffe delle camere, i marchi alberghieri garantiscono che queste ultime soddisfino gli standard e le aspettative dei propri ospiti”. Lo studio rileva che un alto livello di soddisfazione degli ospiti ha un impatto particolarmente positivo sui tassi di fedeltà e di sostegno. Tra gli ospiti maggiormente soddisfatti (quelli il cui punteggio di soddisfazione è uguale o superiore a 900), il 69% dichiara che tornerà in quel particolare hotel, mentre il 79% lo consiglierà ad altri. Inoltre, quegli stessi clienti lasciano un livello medio di 7,0 segnalazioni positive, contro il 3,5 del settore alberghiero.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Merck Serono lancia il Grant for Fertility Innovation

Posted by fidest press agency su martedì, 4 agosto 2009

Merck Serono ha annunciato una grande iniziativa: il Grant for Fertility Innovation (GFI), con il quale assegnerà fino ad 1 milione di euro ai progetti di ricerca transnazionale più innovativi in tema di procreazione medicalmente assistita (PMA). Storicamente impegnata nel campo della Medicina della Riproduzione, Merck Serono, attraverso il GFI, intende dare ulteriore impulso alla ricerca e favorire nuove idee a sostegno delle coppie con difficoltà del concepimento.  Grazie al GFI verranno individuate le novità e sostenuti i progressi tecnologici in grado di aumentare la percentuale di successo di gravidanze e di bimbi in braccio in quelle coppie che si trovano ad affrontare il difficile percorso della procreazione medicalmente assistita (PMA); in particolare, si stima che una migliore gestione del processo che va dal recupero degli ovociti al trasferimento degli embrioni potrebbe contribuire a tale aumento. Il GFI è destinato a tutti gli operatori del settore della PMA che potranno inviare domanda di partecipazione entro il 30 novembre 2009.
“Merck Serono è da sempre impegnata nella lotta all’infertilità – ha affermato Roberto Gradnik, Executive Vice President, Commercial Europe di Merck Serono – attraverso la ricerca e lo sviluppo di prodotti che migliorano la qualità di vita dei pazienti. Con il GFI abbiamo voluto offrire una concreta opportunità di progresso nel campo della procreazione medicalmente assistita e creare le condizioni migliori affinché possano essere individuate soluzioni nuove, che permettano a un numero di coppie sempre maggiore di realizzare il sogno di diventare genitori.”

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »