Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘promessa’

ERICH MARIA REMARQUE: La terra promessa

Posted by fidest press agency su sabato, 20 luglio 2019

La trama: Ludwig Sommer ha preso la decisione che ha salvato la sua vita: è fuggito dalla Germania, sottraendosi al regime nazista e raggiungendo New York come rifugiato tedesco, con un passaporto ebreo. Qui, come ogni emigrante, Ludwig deve rimboccarsi le maniche e ricostruire da zero la propria esistenza. Riuscirà a farlo trovando lavoro in una galleria come mercante d’arte. In breve, dinnanzi a lui si spalancano le porte della buona società newyorkese, in un turbinio di sontuosi ricevimenti, ristoranti costosi e appartamenti esclusivi. Tuttavia, i fantasmi del passato non smettono di tormentarlo e, nonostante la vita gli abbia riservato una seconda occasione di felicità, Ludwig non riesce a ritrovare la spensieratezza.
I ricordi della fuga, dei mesi trascorsi nascosto in un museo belga e la terribile esperienza come prigioniero in un campo di concentramento tedesco, dove ha assistito a un feroce omicidio, tornano sempre a perseguitarlo, rischiando di minare tutto ciò che si è duramente conquistato…
Ultimo romanzo dell’autore di Niente di nuovo sul fronte occidentale, La terra promessa racconta la tragedia della guerra e l’importanza di lasciarsi alle spalle il passato, per essere padroni del proprio futuro.Traduzione dal tedesco di Alessandra Luise Euro 15,00
448 pagine
ERICH MARIA REMARQUE nacque a Osnabrück nel 1898. Nel 1916, in piena Grande Guerra, fu spinto ad arruolarsi volontariamente e nel 1917 fu spedito sul fronte occidentale, dove rimase gravemente ferito. Il suo primo romanzo pacifista, Niente di nuovo sul fronte occidentale, fu pubblicato nel 1929. Nel 1933 i nazisti bruciarono e misero al bando le sue opere. Riparato in Svizzera, vi risiedette fino al 1939, anno in cui si trasferì negli Stati Uniti. Nel 1948 tornò in Svizzera, dove visse e continuò a scrivere fino alla morte, nel 1970. Neri Pozza ne sta ripubblicando l’opera omnia. Neri Pozza editore.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Roma. Metro B1: doveva essere operativa a Gennaio. Siamo ad Aprile e aspettiamo…

Posted by fidest press agency su martedì, 10 aprile 2012

Roma. Il tratto della metropolitana Bologna-Conca d’Oro doveva essere operativa a Gennaio. Siamo ad Aprile e i cittadini romani aspettano. Il 12 Agosto scorso, il sindaco Gianni Alemanno aveva dichiarato: il cantiere sarà consegnato ad Ottobre. I lavori sono andati avanti con velocità e senza pause. Il primo tratto sarà disponibile per i cittadini a Gennaio 2012 (1). Un tempo si dicevano promessa da marinaio, quelle, cioe’, non mantenute. Nel frattempo visto che la parte di arredo urbano è completata sarebbe il caso di togliere le inutili transenne per consentire ai romani di “godere” degli spazi arredati con le panchine-bare (normali panchine con schienale e poggia mani, no?) e con gli abeti che, notoriamente, sono piante di citta’.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Internet: promesse mancate

Posted by fidest press agency su lunedì, 12 settembre 2011

Internet transit

Image via Wikipedia

Inizia la scuola e un po’ di memoria per un popolo di smemorati e’ sempre utile. Il programma elettorale per la scuola della Casa delle Liberta’, in occasione delle elezioni politiche del 2001 (!!!), aveva come elementi caratterizzanti le tre “i”: inglese, internet, impresa. Dopo cinque anni ininterrotti di governo, caso unico nella storia della Repubblica Italiana, poteva essere vantato il raggiungimento di un obiettivo, una di queste “i”, quella relativa ad internet. Di anni di governo, ora del Popolo della Liberta’, ne stanno passando altri cinque e l’obiettivo e’ ancora lontano. A 10 anni da quella promessa non siamo messi bene. Secondo i dati diffusi da Eurostat e relativi al primo trimestre 2010, la percentuale delle famiglie italiane collegate a Internet con una connessione a banda larga e’ il 49% del totale contro una media europea del 61%. La Slovacchia si posiziona allo stesso livello dell’Italia. In vetta alla classifica figura la Danimarc a (80%) seguita dalla Germania (75%). Secondo Boston Consulting Group, il peso della Rete sul Pil e’ l1,9% mentre nella Repubblica Ceca e’ quasi il doppio, addirittura la Polonia ci sorpassa. Insomma, l’attenzione a Internet, e a tutto cio’ che questo comporta, e’ presto scemato, come la promessa di ridurre a due le aliquote fiscali (23 e 33%). (Primo Mastrantoni, segretario Aduc)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Promesse mancate: alloggi a Roma

Posted by fidest press agency su sabato, 3 settembre 2011

Roma

Image by fluido & franz via Flickr

“Ricordiamo al delegato del Sindaco per l’emergenza abitativa che Alemanno ha vinto le elezioni promettendo 25 mila nuovi alloggi per risolvere il problema casa nella città di Roma. Una promessa clamorosamente “bucata”, visto che in questi tre anni la Giunta Alemanno è riuscita a malapena a consegnare 200 alloggi popolari, un record negativo che dovrebbe far riflettere i cittadini romani sulla sensibilità di questa amministrazione rispetto al problema casa che riguarda svariate decine di migliaia di famiglie a Roma. Finora, l’unico modo con il quale la Giunta Alemanno è riuscita a ridurre il numero degli aventi diritto all’alloggio popolare, vista l’incapacità di riuscire a consegnare gli alloggi promessi in campagna elettorale, è stato quello di azzerare le graduatorie pubbliche degli aventi diritto, con l’eccezione di quelli che avevano maturato alla data del 31 dicembre 2009 i dieci punti. Sono, infatti, venti mesi che l’amministrazione comunale promette, di mese in mese, la pubblicazione del bando pubblico per la formazione della graduatoria per l’assegnazione degli alloggi popolari. Oggi ci viene detto che l’amministrazione è in attesa di un fantomatico regolamento regionale. La triste verità è che le bugie hanno le gambe corte e che su tale drammatico problema la Giunta Alemanno non ha fatto assolutamente nulla, peggiorando la già grave situazione trovata” E’ quanto dichiara Giovanni Barbera, membro della direzione romana del PRC- Federazione della Sinistra e presidente del Consiglio del XVII Municipio.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La rivoluzione promessa

Posted by fidest press agency su domenica, 15 Mag 2011

Bologna 16 maggio 2011 alle ore 17.30 presso la Biblioteca d’Arte e di Storia di San Giorgio in Poggiale (via Nazario Sauro, 22) verrà presentato il volume di Gianfranco Pasquino La rivoluzione promessa Lettura della Costituzione italiana (Bruno Mondadori editore) Saluto Fabio Roversi-Monaco Ne parleranno con l’autore Paolo Pombeni, Susi Pelotti La Costituzione è ormai un tema costantemente all’ordine del giorno nel dibattito politico. Proprio nel momento storico in cui viene invocata come estremo baluardo a difesa dei valori e dei principi su cui si è fondata la Repubblica, si avvertono sempre più forti pressioni per modificarla e innovarla.
L’attualità politica, dietro gli scandali e le provocazioni, è carica di problematiche che lasciano i cittadini disorientati e confusi. La Costituzione sembra essere il miglior punto da cui partire per comprendere il presente e La rivoluzione promessa. Lettura della Costituzione italiana, attraverso trentaquattro brevi schede, guida il lettore attraverso i temi più caldi della politica italiana. È vero federalismo quello che viene proposto oggi? Ma l’Assemblea Costituente prevedeva un’evoluzione federalista? E poi, perché la legge elettorale non è sancita dalla Costituzione? Ed è un bene o un male questa lacuna? E ancora conflitto di interessi, pluralismo, privacy, referendum, separazione dei poteri… Tanti interrogativi che ce ne lasciano uno più generale: conosciamo davvero la nostra Costituzione? E la sappiamo interpretare? Questo libro offre gli strumenti più efficaci per farlo. Alla lettura commentata del testo costituzionale, infatti, Gianfranco Pasquino giunge al termine di un’introduzione che gli permette di inquadrare storicamente la nascita della Costituzione, anche attraverso il confronto con i modelli stranieri, e che gli consente di discuterne la funzione presente e futura, in rapporto alle istituzioni europee e alle esigenze della globalizzazione.
Gianfranco Pasquino insegna Scienza politica all’Università di Bologna e alla Johns Hopkins University. Tra gli anni Ottanta e Novanta è stato Senatore della Repubblica e componente della Commissione affari costituzionali. Già editorialista di “l’Unità” e di “Il Sole 24 Ore”, oggi scrive per “il Fatto Quotidiano”. Con Norberto Bobbio e Nicola Matteucci, ha diretto il Dizionario di politica (UTET, 3a ed. 2004).

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Case abusive a Napoli

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 Mag 2011

“Le parole di Berlusconi sarebbero gravi, se lui non fosse totalmente inattendibile”, ha dichiarato Elisabetta Zamparutti, deputata Radicale in Commissione Ambiente, sull’ennesima promessa del Premier sulle case abusive di Napoli. “Ad ogni scadenza elettorale promette rinvii delle demolizioni delle case abusive”, ha proseguito la deputata Radicale, ricordando che la proposta di legge del Popolo della Libertà, all’indomani delle Regionali 2010, “finì miseramente respinta dalla Camera dei Deputati grazie alle pregiudiziali di incostituzionalità presentate dalle opposizioni”. La deputata Radicale ha poi continuato: “Il problema delle case abusive a Napoli (e non solo) Berlusconi non lo risolve promettendo rinvii delle demolizioni ma realizzando subito la proposta Radicale avanzata con Aldo Loris Rossi di un grande piano di rottamazione dell’edilizia post-bellica priva di qualità e non a norma.” “E’ questa la via – ha concluso Zamparutti – anche di un serio rilancio dell’edilizia, settore che dal Piano Casa di Berlusconi non ha avuto giovamento.”

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La promessa di ciò che puoi essere

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 gennaio 2011

Bhushan M. Moretti Conosci, possiedi e trasforma te stesso  Euro 15,00 pagine 200 ISBN: 9788874870530. Avete dentro voi stessi grandi risorse e potenzialità che spesso non utilizzate, ma che, se solo ne fate uso, possono trasformare la vostra vita: è l’assunto-base di questo manuale di psicosintesi che può indicarvi la direzione da seguire se volete crescere interiormente.
Nella misura in cui lo applicherete, vi aiuterà a risolvere le vostre problematiche personali, interpersonali e professionali, a raggiungere i vostri obiettivi e a realizzare ciò che desiderate per la vostra vita.Una volta compreso che cos’è il vero potere, avrete la possibilità di sprigionarlo attraverso esercizi e tecniche, di evocare e dare forma alle energie che sono in voi, di manifestare e attuare le vostre potenzialità e acquisire maggior libertà di essere e fare. Sarete sempre più capaci di affrontare le vostre emozioni, dirigere i pensieri e prendere la vita nelle vostre mani.
E, soprattutto, riuscirete a vedere la vita come una magnifica occasione per crescere, diventare più liberi e più creativi, realizzare i vostri progetti e migliorare i rapporti con gli altri.
Bhushan M. Moretti, laureato in Scienze Psicologiche, è Counsellor Professionale in Psicosintesi e Costellazioni Familiari, socio della Società Italiana di Psicosintesi Terapeutica e membro della Hellinger Sciencia®. Ha svolto la terapia didattica in psicosintesi con Piero Ferrucci e le formazioni in terapia familiare con Bert Hellinger, Paul Watzlawick e Sheldon Kramer. Ha lavorato in diversi ambiti: Asl, scuole, istituti psichiatrici, recupero di soggetti tossicodipendenti, consultori familiari e ha svolto consulenze per diverse aziende nazionali e internazionali. Attualmente collabora con l’Istituto di Psicosintesi e con l’Accademia di Formazione Umana «Aghape». Tiene regolarmente consulenze individuali e seminari di gruppo per favorire lo sviluppo del potenziale umano, spirituale e l’armonia nelle relazioni. È autore del volume Due maestri, un solo cuore (2004).

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La promessa repubblicana all’America

Posted by fidest press agency su sabato, 9 ottobre 2010

“You cut” (Taglia) è lo slogan del Partito Repubblicano che  cerca di contrastare quello di “Yes, we can” di Barack Obama nell’elezione di due anni fa. “You cut” è incluso nella “Promessa Solenne all’America” (Pledge to America) del Gop mediante il quale i cittadini americani potrebbero indicare online i tagli specifici da fare per uscire dalla crisi economica attuale. Il “Pledge” rievoca ovviamente il Contratto con l’America di sedici anni fa che precedette la conquista repubblicana di ambedue le camere. Il Gop spera di ripetersi. Le ventuno pagine del documento consistono di una rievocazione dei principi repubblicani che farebbero piacere agli elementi più conservatori del partito rappresentati dal Tea Party, l’ala destra del Gop. Le parole promettono di ridurre le tasse, stimolare l’economia per creare posti di lavoro, abrogare la riforma sanitaria approvata recentemente, rifinanziare il progetto di scudo missilistico ed una linea dura contro il terrorismo e l’Iran. In effetti, come ha detto il presidente Obama, si tratterebbe di un ritorno alla politica di George Bush che in grande misura è responsabile per la crisi economica americana ed in secondo luogo anche quella mondiale. I tagli alle tasse, come ha scritto recentemente il New York Times, aumenterebbero il deficit federale. La continuazione degli sgravi fiscali per i benestanti non creerebbe posti di lavoro e scaverebbe un altro buco di settecento miliardi di dollari nel deficit. La riduzione delle tasse come investimento, che in teoria creerebbe lavori e stimolerebbe l’economia eliminando il deficit, è già stata provata con risultati disastrosi. Lo si è visto negli anni ottanta con Ronald Reagan e in tempi più recenti con George Bush. Le conseguenze sono ovvie. Quando il tesoro del governo non ha fondi, bisogna tagliare programmi. In effetti, i tagli fiscali sono parte del DNA repubblicano e sono indirizzati al concetto di “starve the beast” (fare morire  di fame la bestia). La bestia, nell’ideologia repubblicana, è il governo. Meno governo, meno possibilità di spendere per coloro che hanno bisogno. Come ha detto Jerry Brown, candidato a governatore della California, nel suo recente dibattito con Meg Whitman, tagliare cinque miliardi di tasse ai ricchi vuol dire che i ragazzi, le scuole, e i bisognosi dovranno coprire quel buco al bilancio. Meno governo si tradurrebbe naturalmente in riduzione ed eventuale eliminazione di programmi sacrosanti come il Social Security ed il Medicare. Ecco cosa ha proposto infatti Sharron Angle, candidata del Tea Party al senato nello Stato del Nevada e avversaria di Harry Reid, l’attuale presidente del Senato. Angle non ha evidentemente partecipato alla stesura del “Pledge”. Una delle tesi del documento è di “proteggere i programmi per gli anziani di oggi e le future generazioni”. Sembra una remata centrista per non spaventare gli elettori americani la cui maggioranza supporta il Social Security ed il Medicare. Ma sono solo parole perché continuando una pratica che insiste sulla riduzione costante delle tasse qualcuno dovrà eventualmente soffrire le conseguenze. Si crede che il Partito Repubblicano abbia buone chance di vincere almeno una delle due camere. Ma anche se riuscissero a conquistare ambedue le camere, l’eventuale minoranza democratica  gli potrebbe ostacolare la loro agenda legislativa. Per non parlare poi della possibile imposizione del veto di Barack Obama. Il “Pledge” del Gop non è altro che una trovata per collegarsi al passato del “Contract with America”. Il contenuto non fa altro che riscaldare la “minestra repubblicana” per sedurre gli elettori. Non si tratta solo di parole dato che dentro di esse si nasconde una filosofia egoistica del ruolo dell’uomo nella società civilizzata. Meno tasse, meno governo, ed ognuno si  difenda da se stesso. Chi può guadagnare di più, lo faccia senza avere obbligazioni verso il resto degli altri cittadini.  Il “Pledge” repubblicano non avrà un forte impatto sul risultato delle elezioni di mid-term il due novembre. Sarà il malcontento per l’economia che aiuterà i repubblicani. (Domenico Maceri)

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La coerenza di Berlusconi

Posted by fidest press agency su venerdì, 25 settembre 2009

“E’ doveroso che il Presidente del Consiglio italiano, dopo aver elogiato il richiamo alla responsabilità per il futuro del mondo fatto da Barack Obama all’Assemblea dell’Onu, dia per primo un esempio di concretezza, di quella “politica del fare” che tanto ama”. Così Marco De Ponte, segretario generale di ActionAid commenta l’intervento di Silvio Berlusconi di fronte alle Nazioni Unite. “La costruzione di un nuovo modello di sviluppo che tuteli i diritti dei Paesi più poveri del mondo è quanto mai necessaria, ma oltre alle nuove regole del sistema mondiale è urgente che vengano mantenute le promesse più concrete fatte negli anni dai Governi”, spiega De Ponte. “Berlusconi per primo ha il dovere di mantenere immediatamente la promessa fatta nel corso del G8 de L’Aquila di onorare il pagamento del contributo di 130 milioni di euro al Fondo Globale per la lotta all’AIDS ai quali ha promesso di aggiungere ulteriori 30 milioni di dollari per ripianare il gap finanziario che il fondo deve affrontare attualmente”. Il Presidente Berlusconi sarà a Pittsburgh per il prossimo G20 – ricorda ActionAid – ed è importante che in quest’occasione si dia maggiore concretezza  alle iniziative prese in questo tipo di contesti internazionali. “La legge di bilancio dello scorso anno aveva tagliato le risorse alla Cooperazione allo Sviluppo e quella appena approvata dal Consiglio dei Ministri non dà alcuna informazione certa su quelli che saranno gli stanziamenti per l’APS italiano”, conclude De Ponte.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Chi protesta e chi se la ride

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 agosto 2009

Editoriale fidest. Sempre più di frequente, in questi ultimi mesi, riceviamo lettere di persone che sono “amareggiate” se vogliamo usare un elegante eufemismo, sul come si conduce la politica italiana. E’ che il sistema ha preso già da qualche anno una piega davvero inquietante. Qui non si tratta di schieramenti politici, né di ideologie ma di una logica perversa che si può anche chiamare comitato d’affari dove impera non il governo della cosa pubblica, nell’interesse generale, come sarebbe ovvio aspettarsi in una democrazia compiuta, ma di una sorta di multinazionali che cercano di farsi lo sgambetto l’un l’altro per acquistare spazi di mercato per vendere i loro prodotti al massimo profitto e al minor costo di produzione e in sicurezza. La tecnica è quella di catturare le simpatie con le promesse e una volta conquistato il potere gestirlo con le logiche più ciniche del capitalismo. E’ questa la dura realtà e molti incominciano ad averne la consapevolezza ma non riescono ad avere la forza per imporre un cambiamento. Il sistema, del resto, è così inquinato che è difficile individuare la buona spiga di grano in un campo invaso dalla gramigna. Le risposte, del resto, che danno i cittadini “onorati” sono di quelle che vanno a tutto vantaggio dei comitati d’affari. La gente non va a votare? Molto bene, pensano costoro, abbiamo la possibilità di controllare meglio l’elettorato. Qualche parlamentare ha un rigurgito d’onestà? Eccoti le liste chiuse e le candidature restano patrimonio esclusivo delle segreterie dei partiti dove i ricalcitranti vengono estromessi senza tanti scrupoli. La protesta è più organizzata? Lasciamo che facciano un partito e mettiamoci lo sbarramento del 4% e anche se lo superano cosa possono fare una decina di parlamentari? Abbiamo imparato dagli anni dell’ultimo dopoguerra a scindere i ruoli da quello del politico a quello del magnate d’impresa. Ma alla fine costoro si sono resi conto che tale genere di filiera stava diventando troppo onerosa e che sarebbe stato più lucroso gestire in prima persona gli affari della politica. Al massimo si sarebbero serviti di qualche prestanome o dei soliti e immancabili “servus servorum dei”. Così è diventato sempre più evidente la natura economica e affaristica che sta assumendo la politica e la parte che stanno recitando gli italiani: la maggioranza che non conta ma occorre “infinocchiare” e la minoranza che poteva godersi i frutti di questa “spremitura” buona per tutte le stagioni. Così diventa un non senso pensare che in Italia possa esistere una maggioranza e una minoranza. Qui ci troviamo in un solo consiglio d’amministrazione dove la lotta per il controllo del gruppo è fatta al proprio interno. Agli altri resta solo il ruolo di porta acqua, del portiere che apre cerimoniosamente lo sportello della Cadillac del commendatore e spera che gli allunghi una mancia. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Editoriali/Editorials | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Per un weekend d’amore

Posted by fidest press agency su sabato, 25 luglio 2009

romantikRegalare e regalarsi un weekend romantico? L’ideale è scegliere il Romantik Hotel Villa Giustinian di Portobuffolè, incantevole villa veneta in provincia di Treviso e a breve distanza da Venezia. Qui, nella quiete della campagna della Marca Trevigiana, l’antica e nobile famiglia veneziana dei Giustinian costruì nel tardo ‘600 la dimora di famiglia che ora, intatta nell’architettura originaria, è diventata un resort di grande stile ed eleganza. Incorniciati da un giardino all’italiana curatissimo, decorati di stucchi e affreschi che richiamano la scuola del Veronese, i tre piani della villa, di un bianco abbacinante, con il loro colpo d’occhio accolgono l’ospite con la promessa di un soggiorno indimenticabile. Tutto da vivere in dolcezza, tra la stupenda suite degli stucchi, dove all’arrivo si trovano un mazzo di fiori e una bottiglia di prosecco come benvenuto, e gli ambienti di grande charme della villa. Nella suite si può richiedere anche la prima colazione in camera, mentre la sera al ristorante ricavato nelle antiche cantine della villa (o all’aperto, durante la bella stagione) viene servita la cena di gala con menu tipico a base di delizie dell’Adriatico, con inclusi i vini veneti e friulani abbinati. La proposta, che include due pernottamenti nella suite degli stucchi e una cena di gala, è offerta a 470 euro a persona. A richiesta è possibile anche organizzare una romantica gita in gondola a Venezia. (romantik)

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Daniele Poli campione di vela

Posted by fidest press agency su venerdì, 12 giugno 2009

vela5Lago d’Orta (No), L’anno scorso, sull’albero della sua barca c’era un bel fiocco rosa, che annunciava la nascita della figlia Camilla. Quest’anno, sulla vela campeggiava l’immagine del Lago d’Orta, logo ufficiale del Consorzio Cusio Turismo. Daniele Poli, giovane promessa sportiva del piccolo lago piemontese, si è aggiudicato il primo posto assoluto ai campionati italiani di vela classe olimpica 49er svoltisi a Riva del Garda. “Sono davvero soddisfatto – commenta Daniele Poli – dopo le due medaglie d’argento degli anni scorsi, mancava all’appello l’oro”. Il giovane Poli, portacolori del Circolo Vela Orta, ha gareggiato con la sua Ita 881 Favari Meazza al fianco del valente prodiere Matteo Gritti. Una competizione resa difficile dal maltempo, che ha consentito lo svolgimento di solo 8 delle 16 prove previste. “Inseguivamo il risultato da tre anni – aggiunge Daniele Poli – sono felice di aver portato un titolo assoluto al Circolo Vela Orta, dove ho imparato ad amare questo sport e ringrazio di cuore il presidente Gianmaria Brambilla e il mio primo istruttore, Nereo Guerrato che ha saputo trasmettermi passione e determinazione. Ringrazio in particolare il Consorzio Cusio Turismo che mi ha sostenuto, consentendomi di gareggiare con l’immagine del nostro fantastico lago d’Orta stampata sulla vela”. Ampiamente soddisfatto anche Andrea Giacomini, presidente del Consorzio Cusio Turismo, ente che promuove il territorio anche attraverso lo sport: “Sapevamo di poter contare su Daniele Poli – dice Giacomini – inoltre i campionati di vela sono stati un’ottima vetrina per il territorio, sulla vela del vincitore c’era il brand del nostro lago”.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »