Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 15

Posts Tagged ‘promotori’

Presentazione del nuovo soggetto: Rete Consumatori del Lazio

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 gennaio 2017

consumatoriLe Associazioni dei consumatori promotori di Rete Consumatori Lazio considerano il cittadino consumatore e utente un soggetto in costante evoluzione che nelle sue tre dimensioni ha un interesse oggettivo a riformare dalle fondamenta il sistema politico-istituzionale, economico e sociale.Per garantire verso le istituzioni e le rappresentanze delle imprese una adeguata forza rappresentativa di questi interessi, hanno promosso un nuovo soggetto sociale caratterizzato da una reale indipendenza da altri soggetti economici, politici, sindacali e sociali e da interessi professionali.Lo scopo di questa alleanza è la riforma dell’assetto politico-istituzionale che deve assicurare a tutti i cittadini consumatori e utenti il diritto di concorrere con le loro associazioni alla partecipazione politica, economica e sociale al pari delle altre categorie economiche dell’impresa e del lavoro in un quadro di nuove garanzie costituzionali.Le modificazioni intervenute nell’economia, nella finanza hanno reso ancora più debole il consumatore in particolare per l’asimmetria delle informazioni e delle conoscenze e richiedono un rafforzamento dei diritti fondamentali e il loro ampliamento al diritto di negoziazione dei propri interessi per contrastare un modello economico dissipatorio, scarsamente rispettoso della salute dei consumatori, delle risorse planetarie e dell’ambiente.Il cambiamento profondo negli stili e nelle condizioni di vita hanno portato a una società completamente diversa da quelle in cui i sistemi di welfare erano stati originariamente progettati. L’innalzamento dell’età media e della speranza di vita, la diminuzione delle nascite, l’uscita delle donne dalla famiglia verso il lavoro remunerato e, contestualmente, i mutamenti nei modi di produzione, con l’espansione dei servizi e la riduzione del settore industriale tradizionale, la crescente volatilità della formazione ricevuta e delle competenze acquisite, rendono i sistemi di welfare tramandati sempre meno sostenibili, sia riguardo alla loro legittimazione, sia riguardo al loro finanziamento. L’utente dei servizi pubblici, alla percezione dell’inadeguatezza rispetto alle nuove esigenze e dei costi crescenti, aggiunge il disincanto rispetto al loro funzionamento concreto, che viene sacrificato trasformando i patti di solidarietà in accordi di collusione neocorporativa a volte sfruttati dalle burocrazie preposte ai servizi, che intercettano una quota non trascurabile delle risorse (sempre più scarse) disponibili.Per far fronte a questa richiesta di rappresentare adeguatamente il cittadino consumatore e utente e di dare risposte ai suoi crescenti bisogni, le Associazioni dei consumatori maggiormente rappresentative del territorio regionale (AECI, Assoutenti, Casa del Consumatore, Codici, Konsumer Italia, Primoconsumo) hanno dato vita alla Rete Consumatori del Lazio che rappresenta la più grande organizzazione di consumatori operante sul territorio.
La presentazione ufficiale avverrà oggi 26 gennaio (alle ore 14:30 presso la“Casa Bonus Pastor”, sita in via Aurelia 208), verrà presentata alla stampa ed alle Istituzioni la Rete Consumatori del Lazio.

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Promotori Qualecentrodestra: leadership Forza Italia viene dopo la vittoria No al Referendum

Posted by fidest press agency su domenica, 13 novembre 2016

firenze“La leadership in Forza Italia e nel centrodestra viene dopo la vittoria del No al Referendum” lo dichiarano in una nota i promotori degli incontri del Capranichetta, “#Qualecentrodestra”: On. Basilio Catanoso, On. Fabrizio Di Stefano, On. Alberto Giorgetti, On. Pietro Laffranco, On. Roberto Occhiuto, On. Paolo Russo e On. Carlo Sarro. “Riteniamo sia troppo importante far vincere il No in questa battaglia referendaria, ed evitare quindi la deriva renziana, per disperdere oggi le forze in polemiche inutili e soprattutto non capite e non condivise dai nostri elettori nei territori. Se giriamo come stiamo girando per le piazze, con incontri e manifestazioni per sentire la nostra gente, non possiamo non aver colto l’apprezzamento che la stessa ci rivolge vedendoci lavorare tutti in maniera unitaria per lo stesso obiettivo. Concentriamoci quindi per l’appuntamento del 4 Dicembre, lasciamo che le forze che domani si riuniscono a Firenze come a Padova tutte contribuiscano a partire dal 5 dicembre a quella grande prospettiva che il presidente Berlusconi ci ha indicato alternativa e liberale. Oggi lavoriamo ventre a terra per far vincere il No. Dal 5 Dicembre in poi torneremo a discutere di altro ed ognuno avrà modo e tempo per dire la propria su come immagina il futuro del centrodestra e di #Qualecentrodestra per l’Italia. Anche noi non ci sottrarremo certo a questa responsabilità”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

No Smoking Be Happy

Posted by fidest press agency su giovedì, 23 febbraio 2012

La Fondazione Umberto Veronesi e la Fondazione Pfizer, nell’ambito della Campagna No Smoking Be Happy, hanno voluto indagare su quali sono i motivi per cui gli italiani adulti non riescono ad abbandonare il vizio delle ‘bionde’. L’indagine, che ha coinvolto 1000 persone di età compresa tra i 30 e i 64 anni, sia ex-fumatori che fumatori, è stata organizzata anche con lo scopo di capire qual è il ruolo delle Campagne antifumo e di come implementare ulteriormente gli strumenti che la Fondazione Veronesi e la Fondazione Pfizer, da anni, mettono a disposizione del pubblico per prevenire l’iniziazione del fumo e favorirne il percorso di disassuefazione.I risultati più importanti hanno evidenziato che soltanto il 22,2% di chi ha provato a smettere ha avuto successo, mentre il 54,5% non ci è mai riuscito. Invece, il 23,3% degli intervistati che non ha mai provato a smettere di fumare, ha affermato di non aver nessun interesse a farlo (37,3%) oppure che è un piacere al quale non sa rinunciare (27,9%). Questo risultato è in linea con i motivi per cui chi ha provato a smettere non ci è riuscito, cioè la poca forza di volontà (58,2%) o una dipendenza psico-fisica che non vuole, o riesce, a combattere (22,9%).I motivi principali che hanno spinto gli intervistati a provare ad abbandonare la sigaretta sono stati il miglioramento della salute in generale (62,1%) e il ritorno ad avere migliori relazioni sociali e riscoprire sapori e profumi (48,8%). Sorprendentemente, la preoccupazione per la salute delle famiglia e, in particolar modo, dei figli, è stato un fattore determinante solo per il 32,6% degli intervistati, quasi al pari del miglioramento nelle attività fisiche (33%).
Per quanto riguarda i metodi per smettere di fumare, i centri antifumo (48,3%) e Internet (45,9%) sono considerate le fonti migliori per reperire informazioni, seguite a stretto giro dal medico (44,8%). Sorprendentemente, considerando che gli intervistati sanno dove è possibile reperire informazioni, il 43% di loro ha dichiarato di non essere abbastanza informato su come smettere di fumare. Infine, è stato confermato il dato che evidenzia che le donne continuano a fumare perché è l’unico modo che hanno per rilassarsi. «Le donne – afferma il prof. Paolo Veronesi – sono sempre state uno dei target, insieme ai giovani, che abbiamo privilegiato, in quanto colpite in modo particolare dai danni provocati dal fumo. Questo dato va però letto anche in una chiave più estesa. Bisogna, infatti, pensare al fatto che questo è un periodo di grande crisi, sempre più fonte di ansia e stress. Quindi, è necessario tenere presente che questo trend potrebbe toccare sempre di più anche il mondo maschile che, dai dati in nostro possesso, dimostra già uno scarso interesse ad intraprendere una strada di disassuefazione».
No Smoking Be Happy è un programma educativo realizzato grazie al sostegno della Fondazione Pfizer, e che ha come obiettivo primario di prevenire l’iniziazione al fumo, favorire un maggiore orientamento ai servizi disponibili per la disassuefazione dal vizio e educare alla tutela della propria salute. La campagna si rivolge agli adulti fumatori per cercare di dissuaderli, ma al contempo parla ai giovani in termini di prevenzione.
La Fondazione Umberto Veronesi nasce nel 2003 allo scopo di sostenere la ricerca scientifica, attraverso l’erogazione di borse di ricerca per medici e ricercatori e il sostegno a progetti di altissimo profilo. Ne sono promotori scienziati, tra i quali ben 6 premi Nobel che ne costituiscono anche il Comitato d’Onore, il cui operato è riconosciuto a livello internazionale.
La Fondazione Pfizer è stata costituita il 20 febbraio 2002 per dar seguito alla volontà dell’azienda farmaceutica Pfizer di dar vita ad un’entità, da essa indipendente e organizzativamente autonoma, capace di contribuire alla crescita della cultura e della conoscenza scientifica in Italia.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rappresentanza sindacale

Posted by fidest press agency su sabato, 18 giugno 2011

Si è svolto a Roma presso il CNEL il convegno “Vento di democrazia. Una proposta per il lavoro”, nel corso del quale è stata presentata la proposta di legge di iniziativa popolare “Carta dei diritti democratici e di rappresentanza delle lavoratrici e dei lavoratori”, elaborata dal Forum Diritti/Lavoro con la collaborazione dell’Unione Sindacale di Base. Erano presenti i promotori della campagna di raccolta firme, attualmente in corso nei luoghi di lavoro in tutta Italia – Unione Sindacale di Base, lo Snater e il Cib-Unicobas – insieme a costituzionalisti, giuristi, rappresentanti delle forze politiche e sindacali. Tutti i partecipanti hanno condiviso lo spirito alla base proposta di legge, mirata a restituire alle lavoratrici ed ai lavoratori i diritti democratici e di rappresentanza, ed hanno convenuto sulla necessità di costruire un fronte comune per contrastare il restringimento in atto di tali diritti. A questo scopo si è individuato nel Forum Diritti/Lavoro un importante strumento da ampliare, rendendolo un vero e proprio “bene comune” dei lavoratori. Giorgio Cremaschi, Presidente del Comitato Centrale FIOM, ha firmato la proposta di legge. Nel suo intervento Cremaschi ha sottolineato la necessità di unire le forze fra le organizzazioni sindacali che praticano il conflitto. Uguale sostegno alla proposta legge è giunto da Cesare Salvi, FdS, e Alfonso Gianni di SEL. Contro “la devastazione di democrazia avvenuta negli ultimi vent’anni”, si è espresso Gianni Ferrara, Professore Emerito di Diritto Costituzionale, il quale ha affermato che: “Il sindacato è uno strumento, deve far verificare i suoi risultati e la sua attività. Su questo si fonda il mandato”. Ferrara ha inoltre sottolineato l’importanza di sostenere la raccolta di firme per il referendum di abrogazione dell’attuale legge elettorale, in favore di un sistema proporzionale”. Sono inoltre intervenuti Francesco Bilancia, Prof. di diritto costituzionale; Franco Liso, Prof. dell’Università la Sapienza di Roma; gli avvocati del Forum Diritti/Lavoro Carlo Guglielmi, che ha introdotto il convegno, Riccardo Faranda e Arturo Salerni; Stefano D’Errico, Coordinatore nazionale Cib-Unicobas; Giovanni Naccari, Presidente dell’Associazione per i Diritti Sociali e di Cittadinanza. Pierpaolo Leonardi, consigliere CNEL e membro dell’Esecutivo confederale USB, nel suo intervento di chiusura ha annunciato che la “Carta dei diritti” verrà portata all’attenzione di tutte le forze politiche: “I lavoratori, firmando la legge, chiedono essere ascoltati. Il Parlamento dovrà dare seguito a questa richiesta”, ha concluso Leonardi.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nasce l’Accademia dell’Arte Torralta

Posted by fidest press agency su sabato, 16 aprile 2011

Salemi –Sabato 16 aprile alle 18,00 in quella che un tempo fu la Cavallerizza di Palazzo Torralta – i cui lavori di restauro, peraltro, sono stati ultimati da poche settimane – nel centro storico di Sslemi, all’interno dell’omonimo palazzo che il 14 maggio del 1860 ospitò Garibaldi prima della battaglia di Pianto Romano, s’inaugura l’Accademia dell’Arte Torralta. La nuova istituzione culturale è stata costituita su impulso della Fuoriorario Production e della Fondazione Sgarbi. «L’Accademia nasce – spiegano i promotori – per rispondere alla diffusa e rinnovata domanda culturale di un territorio che ha riconosciuto nell’opera di personaggi come il senatore Ludovico Corrao e il critico Vittorio Sgarbi una straordinaria opportunità di crescita. L’Accademia sarà fucina di incontri e confronti culturali: mostre, concerti, libri, spettacoli teatrali e anche sfilate di moda» Da settembre a maggio si svolgeranno dei corsi che proporranno un’ampia e variegata offerta formativa artistica nei settori quali danza, musica, teatro, pittura, fotografia, cinematografia e scrittura creativa. Dopo la presentazione di sabato seguirà una campagna di comunicazione informativa nelle scuole della Sicilia per promuovere le iscrizioni che partiranno da settembre 2011. I corsi saranno a numero chiuso; sarà dunque possibile fare una preiscrizione già dal 16 in poi in modo che gli aspiranti allievi possano sostenere l’esame di selezione per accedere ai corsi.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Progetti Fondazione Cutuli

Posted by fidest press agency su mercoledì, 13 aprile 2011

Roma 13/4/2011 alle ore 11, presso la Sala della Protomoteca in Campidoglio, la Fondazione Cutuli Onlus – nata nel 2008 per ricordare la giornalista del Corriere della Sera uccisa in Afghanistan, di cui l’Amministrazione capitolina è stata tra i soci promotori fondatori – presenta nel corso di una conferenza stampa il bilancio di chiusura del terzo anno di attività e annuncia il programma per il 2011. Si parlerà della scuola elementare intitolata a Maria Grazia e inaugurata il 4 aprile scorso a Herat, della quarta edizione del corso di perfezionamento per inviati in aree di crisi – il primo del genere in Europa – realizzato con l’Università di Roma Tor Vergata, con il ministero della Difesa, con il ministero degli Esteri e con la Croce Rossa Italiana e di tanti altri progetti che la Fondazione organizzerà per il 2011 a dieci anni dalla scomparsa della giornalista del Corriere della Sera. Nel corso della manifestazione, inoltre, verranno consegnati i diplomi ai giornalisti che lo hanno frequentato nella precedente edizione. Saranno presenti, tra gli altri, il comandante del COI, Comando operativo di vertice interforze, gen. Giorgio Cornacchione, la prof.ssa Marina Formica, delegata del Rettore di Roma Tor Vergata alla Cultura, il dott. Giulio Lattanzi, direttore generale quotidiani di Rcs, e il presidente della Fondazione, arch. Mario Cutuli.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

MCE – Mostra Convegno Expocomfort

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 gennaio 2011

Mostra Convegno Expocomfort è la manifestazione internazionale biennale rivolta ai settori dell’impiantistica civile e industriale: riscaldamento, condizionamento dell’aria, refrigerazione, componentistica, valvolame, tecnica sanitaria, ambiente bagno, trattamento dell’acqua, attrezzeria, energie rinnovabili e servizi. Mostra Convegno Expocomfort è una manifestazione fieristica di proprietà di Reed Exhibitions, il leader mondiale nell’organizzazione di fiere, saloni specializzati e congressi che gestisce oltre 440 eventi in 36 Paesi raggruppando più di 6 milioni di buyers. Reed Exhibitions conta 35 sedi in tutto il mondo a disposizione di 44 settori industriali e una rete di uffici e promotori che si estende a 93 Paesi. Ideata nel 1960 come prima mostra specializzata in Italia, MCE è da 50 anni leader di settore grazie alle comprovate capacità di seguire l’evoluzione dei mercati di riferimento creando momenti di incontro, confronto e dibattito tecnico, culturale e politico.
Tutti gli aggiornamenti sulla manifestazione sono disponibili su: http://www.mcexpocomfort.it

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Napoli e “Sud indipendente”

Posted by fidest press agency su domenica, 12 settembre 2010

Gallipoli.8 e 9 ottobre 2010 si terrà il convegno “L’indipendenza delle Due Sicilie”. Il convegno intende  esprimere tutta la sua determinazione per il realistico progetto per Napoli ed il Meridione. Inoltre i promotori con l’Operazione Napoli come Montecarlo annunciano la presentazione di una propria lista alle elezioni di Napoli 2011. Intanto incominciano ad essere visibili sul web con il sito http://www.sudindipendente.superweb.ws e il blog http://www.udindipendentenapoli.blogspot.com. Già alle sue prime battute il sito ha riscosso un entusiasmante apprezzamento da parte dei già numerosissimi visitatori.
Durante il tour di sondaggio sono giunte due proposte dalla potente partitocrazia, che si ritiene siano state finalizzate a non far presentare Sud Indipendente alle elezioni, poiché spazzerebbe via gli pseudo paladini meridionalisti, smascherando gli imbonitori nazional-tricolorati meridionali. Sul sito e blog di “Sud Indipendente” è pubblicato il programma elettorale per la città di Napoli, che sarà periodicamente integrato.
“Sud Indipendente” ha sviluppato un fattibile progetto legislativo, giudiziario, politico ed economico da attuare in fasi progressive, non traumatiche, che affranchi il Sud dal colonizzatore italiota. Il movimento intende collaborare con altri soggetti politici, associazioni e singoli, purché indipendentisti per i territori delle Due Sicilie.  L’operazione Napoli come Montecarlo non è un progetto locale e vuole essere la scintilla per l’orgoglio ed il riscatto meridionale. (sud indipendente)

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Chemins d’exil

Posted by fidest press agency su domenica, 18 luglio 2010

Auberive 2010 Abbazia di Auberive 1-8 agosto 2010 (quarta edizione). “L’esperienza di questi tre anni, – secondo i promotori dell’iniziativa –  è stata molto importante per tutti,e pone questa domanda: come evolversi, quali nuove piste di ricerca si possono percorrere per lanciarsi in una nuova sfida e rielaborare l’esperienza vissuta insieme, come se fosse sempre l’ultima volta, con lo spirito della prima volta. Ecco dunque la proposta: mettere in piedi, durante la settimana che va dal 1° all’8 agosto 2010, un work in progress, cioè di costruire in due giorni una performance relativamente breve e semplice e di scolpire questa materia sonora giorno dopo giorno attraverso 4 uscite (in 4 paesini attorno all’Abbazia) per finire il sabato nell’Abbazia. E’ stato scelto il tema dell’esilio. Ogni musicista può contribuire a questo gioco di composizione collettiva con una creazione musicale personale, in relazione al tema, che presenterà agli altri suonandola sul proprio strumento (come un assolo) e sviluppando il proprio personaggio, il proprio costume e la propria firma, sempre in relazione al tema. Vedremo quindi durante i due primi giorni come integrare queste proposte individuali. I musicisti che non hanno personaggio, costume e firma, possono partecipare lo stesso, ma i percorsi quest’anno saranno differenziati: i personaggi saranno come dei protagonisti che si metteranno in gioco, corpo e strumento, mentre gli altri costituiranno una sorta di Coro (musicale), come nell’antico teatro greco.
Chemins d’exilAuberive 2010 (quatrième édition)
Apres trois ans on s’est demandé si c’était le cas de continuer l’expérience collective de nos rencontres dans l’Abbaye d’Auberive. A l’assemblée du bilan on s’est aperçu qu’on avait envie de continuer mais en transformant le projet. L’expérience de ces trois ans, qui a été très importante pour tous, nous pose la question : comment évoluer, quelles nouvelles pistes de recherche on peut parcourir pour se lancer un nouveau défi et réélaborer l’expérience vécu ensemble, comme si c’était toujours la dernière fois, avec l’esprit de la premier fois. Voila donc notre proposition de chantier sonore itinérant : L’idée c’est celle de mettre en place, pendant la semaine du 1 au 8 aout 2010, un work in progress, c’est-à-dire de construire en deux jours une performance relativement courte et simple et de sculpter cette matière sonore au jour le jour à travers 4 sorties (4 villages autour d’Auberive) pour finir le samedi dans l’Abbaye.Nous avons choisi le thème de l’exil. Chaque musicien peut contribuer au jeu de composition collective avec une création musicale personnelle en relation au thème, jouée sur son propre instrument (genre solo) et en développant son personnage en relation au thème, son costume et sa signature. On verra donc pendant les deux premiers jours comment intégrer ces propositions individuelles.  Ceux qui n’ont pas de personnage, de costume et de signature sonore peuvent participer mais les parcours seront différenciés : les personnages seront comme des protagonistes qui se mettront en jeu (corps et instruments). Les autres constitueront une sorte de chœur (musical), comme dans l’ancien théâtre grecque.

Posted in Cronaca/News, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Angola: Previsioni d’investimento 2010

Posted by fidest press agency su sabato, 17 aprile 2010

Il Programma esecutivo per l’industria di trasformazione in Angola lanciato lo scorso anno, nonostante la crisi economica, ha rilevato previsioni d’investimento per il 2010 che superano l’iniziale stima globale fissata in US$ 8,7 bilioni. “Il sottoprogramma riguardante la sostituzione competitiva d’importazioni – rivela il Segretario  di Stato dell’Industria Kiala Ngone Gabriel – e la stima delle esportazioni, la cui spesa d’investimento è stata rivista in US$ 4,11 bilioni, oggi supera, in termini di progetti proposti, gli US$ 6 bilioni”.  “Sono appena rientrato da Lunda Norte; – continua Kiala Ngone Gabriel – portavo 22 progetti dell’ordine di US$ 171 milioni e sono tornato, dopo due giorni, con 24 progetti per un ammontare complessivo di US$ 180 milioni. La mia presenza ha fatto sì che altri promotori si presentassero. E anche queste cifre risultano già obsolete”.  E’ con queste parole che il Segretario di Stato sottolinea  l’importanza di questa azione di sensibilizzazione e della dinamica del programma. “Ci stiamo impegnando – anticipa – sulla qualità dei processi e perciò abbiamo creato un’unità tecnica di valutazione del programma. La crisi non ha colpito, anzi, contrariamente alle aspettative, l’interesse per il programma, che intende modificare nel Paese il panorama dell’industria di trasformazione, riduce le importazioni e stimola le esportazioni”.
“Stiamo dibattendo – continua il Segretario Gabriel – con gli altri ministeri per cercare una versione di tariffa doganale che soddisfi le parti. Ad oggi non abbiamo ancora trovato una soluzione ottimale. E’ impossibile accontentare tutti. La crisi dell’economia internazionale non potrà non riflettersi sull’andamento del programma e, pertanto, obiettivo del Governo è che il settore si sviluppi ad un ritmo nell’ordine del 25%, al di sopra del 10-11% registrato in questo periodo”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Angola: Previsioni d’investimento 2010

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 aprile 2010

Il Programma esecutivo per l’industria di trasformazione in Angola lanciato lo scorso anno, nonostante la crisi economica, ha rilevato previsioni d’investimento per il 2010 che superano l’iniziale stima globale fissata in US$ 8,7 bilioni. “Il sottoprogramma riguardante la sostituzione competitiva di importazioni – rivela il Segretario  di Stato dell’Industria Kiala Ngone Gabriel – e la stima delle esportazioni, la cui spesa d’investimento è stata rivista in US$ 4,11 bilioni, oggi supera, in termini di progetti proposti, gli US$ 6 bilioni”.  “Sono appena rientrato da Lunda Norte; – continua Kiala Ngone Gabriel – portavo 22 progetti dell’ordine di US$ 171 milioni e sono tornato, dopo due giorni, con 24 progetti per un ammontare complessivo di US$ 180 milioni. La mia presenza ha fatto sì che altri promotori si presentassero. E anche queste cifre risultano già obsolete”.  E’ con queste parole che il Segretario di Stato sottolinea  l’importanza di questa azione di sensibilizzazione e della dinamica del programma. “Ci stiamo impegnando – anticipa – sulla qualità dei processi e perciò abbiamo creato un’unità tecnica di valutazione del programma. La crisi non ha colpito, anzi, contrariamente alle aspettative, l’interesse per il programma, che intende modificare nel Paese il panorama dell’industria di trasformazione, riduce le importazioni e stimola le esportazioni”.“Stiamo dibattendo – continua il Segretario Gabriel – con gli altri ministeri per cercare una versione di tariffa doganale che soddisfi le parti. Ad oggi non abbiamo ancora trovato una soluzione ottimale. E’ impossibile accontentare tutti. La crisi dell’economia internazionale non potrà non riflettersi sull’andamento del programma e, pertanto, obiettivo del Governo è che il settore si sviluppi ad un ritmo nell’ordine del 25%, al di sopra del 10-11% registrato in questo periodo”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tav: Torino – Lione

Posted by fidest press agency su sabato, 23 gennaio 2010

Torino 24 Gennaio 2010 ore 9.30  Lingotto Fiere (Sala Gialla)  Una grande manifestazione bipartisan per la realizzazione della Torino-Lione, per lo sviluppo economico e produttivo del Piemonte e del Nord Ovest, per la modernizzazione delle infrastrutture, per incrementare i collegamenti veloci con l’Europa. È questo il senso della manifestazione pubblica.  Un’iniziativa politica che vede promotori il Presidente nazionale dell’Anci Sergio Chiamparino, il Vice Presidente nazionale dell’Anci On. Osvaldo Napoli, i Deputati del PD del Piemonte On. Stefano Esposito e On. Giorgio Merlo, il Sottosegretario ai Trasporti Mino Giachino e il parlamentare del Pdl On. Walter Zanetta.  Spiegano i promotori: “Dire sì alla Tav oggi significa ribadire un impegno programmatico che registra una adesione politica ed istituzionale trasversale che è decisiva per lo sviluppo economico e produttivo del Piemonte e di tutto il Nord Ovest del nostro paese. E dire sì oggi alla realizzazione della Torino-Lione significa anche accettare la sfida del futuro che non può essere frenato da spirito conservatore e pregiudiziali ideologiche”.  Quella del 24 gennaio vuole essere una manifestazione politica bipartisan per rispettare le varie scadenze della Torino-Lione e accelerare i tempi della sua costruzione, “il che significa anche dimostrare – aggiungono i promotori – che è possibile una convergenza politica attorno ad un obiettivo concreto, pur nel rispetto della dialettica politica e dei rispettivi, ed opposti, schieramenti politici. Una iniziativa, comunque, che si propone di coinvolgere tutti i soggetti economici, culturali, sociali, politici e istituzionali che continuano a credere nello sviluppo del nostro territorio, nella difesa dell’ambiente e nella realizzazione di infrastrutture decisive per la nostra economia. E la realizzazione della Torino-Lione continua ad essere un’arteria centrale per raggiungere questi obiettivi”.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Expo: Giorgione

Posted by fidest press agency su sabato, 12 dicembre 2009

Castefranco Veneto (TV) fino all’11/4/2010 Piazza San Liberale Museo Casa Giorgione Omaggio della terra d’origine al grande pittore veneto a cura di Lionello Puppi, Antonio Paolucci, Enrico Maria Dal Pozzolo  A 500 anni dalla sua morte un grande evento celebra il genio e la grandezza di un artista che ha dato vita ad opere simbolo del Rinascimento italiano. Castelfranco Veneto mette in cantiere, insieme alla Regione del Veneto e alla Provincia di Treviso un progetto ambizioso e articolato. Le celebrazioni del Cinquecentenario hanno quale momento apicale la straordinaria esposizione curata da tre grandi studiosi del Maestro: Antonio Paolucci, Lionello Puppi ed Enrico Maria dal Pozzolo.  Si tratta di un’occasione unica per il visitatore. I promotori dell’evento sono il Comune di Castelfranco Veneto, la Regione del Veneto e la Provincia di Treviso; l’organizzazione generale e’ affidata a Villaggio Globale International. Il Consorzio di Promozione Turistica Marca Treviso ha preparato dei pacchetti per scoprire la terra di Giorgione in ogni suo piccolo dettaglio.  Il percorso espositivo inizia al primo piano con una introduzione documentaria: mappe che rappresentano i luoghi in cui si svolse principalmente l’attività di Giorgione, cioe’ Venezia, il territorio trevigiano e padovano, poi carte che documentano le commissioni pubbliche, come il telero di Palazzo Ducale e il Fondaco dei Tedeschi a Venezia, e le commissioni private.
La seconda sezione, collocata nella prima parte della sala cosiddetta del “Fregio delle Arti liberali e meccaniche”, documenta l’attività giovanile del pittore.  Un pannello collocato perpendicolarmente alla lunghezza di questa sala divide la seconda sezione dalla terza, dedicata ai ritratti e alle mezze figure: Le tre età dell’uomo da Pitti, l’Arcere da Edimburgo, il Doppio ritratto da Palazzo Venezia a Roma e l’Alabardiere da Vienna. La mostra prosegue nell’ampio sottotetto al piano superiore. La IV sezione ospita dipinti e incisioni, dei “colleghi” del grande pittore, quali Vincenzo Catena, Sebastiano del Piombo, Tiziano, Giulio Campagnola, Marcantonio Raimondi. Nella V sezione, la piu’ ricca di opere, sono quadri che riportano in generale all’ambiente giorgionesco e ai suoi “compagni di strada”: Albrecht Dürer, Cima da Conegliano, Giovanni Bellini, Lorenzo Costa, Pietro Perugino, una Leda della cerchia di Leonardo che è il fulcro della “composizione”, Giovanni Bonconsiglio, Domenico Capriolo ecc. Nell’ultima sezione, quasi una Wunderkammer, sono collocati volumi in edizioni rare che rappresentano le punte più alte della cultura di riferimento di fi ne -400, come Ovidio, Petrarca, Boccaccio, Pietro de Crescenzi, l’Hypnerotomachia Poliphili, assieme a bronzi padovani e veneziani tra -400 e -500. http://www.giorgione2010.it  (Immagine: Giorgione, La Tempesta, olio su tela cm 82×73. Venezia, Gallerie dell’Accademia)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Movimentosud dei diritti

Posted by fidest press agency su lunedì, 23 novembre 2009

Editoriale fidest. E’ nella mente di molti, è nella penna di tanti la voglia di una idea nazione più coesa, solidale e rispettosa delle diversità che una società composita possa esprimere sia nei suoi ceti sociali sia nelle sue identità geografiche. In questo senso abbiamo recepito un messaggio che proviene dai tanti e dai diversi ambiti culturali della nostra società e che si richiamano a quelle tradizioni, tuttora così fortemente radicate nella cultura meridionale. E’ questo che alcuni promotori hanno deciso di sintetizzare con il termine “Movimentosud dei diritti”. Ci dicono: “partiamo dal sud ma andiamo ovunque. Siamo partiti là, dove si avverte con più forza e determinazione la voglia di un cambiamento.” E ancora: “Sono le energie vive, produttive e legali presenti nella nostra società che per troppo tempo e troppo spesso sono rimaste inascoltate o deluse da una Politica distratta o assente nei confronti delle vere necessità di quella parte sana e silenziosa della società meridionale che non ha mai chiesto, però ha sempre contribuito al bene comune. Questa maggioranza silenziosa, ha il diritto di vedersi finalmente rappresentata in un progetto nuovo, che nasce dal basso, tra la gente ed ascoltando la gente, i suoi veri bisogni e le sue legittime aspettative. Il movimentosud dei diritti, questo si prefigge, ascoltare con umiltà tutti quelli che sono rimasti per anni ascoltati prima delle elezioni e puntualmente dimenticati dopo. Ognuno che parteciperà potrà essere protagonista finalmente e non spettatore!” Siamo quindi per una società del cambiamento, perché i tempi sono maturi, le attese si fanno grandi, perché la storia lo impone. Un richiamo, in questo senso, è venuto dallo stesso Franco Nobili. Nell’ultimo suo intervento all’Istituto Sturzo che presiedeva, esprimeva la sua preoccupazione con parole gravi e pacate: auspicava “che in un domani nemmeno troppo lontano ci fossero meno poveri, ma anche meno ricchi. C’è bisogno – diceva in maniera ferma Franco – di un riequilibrio della ricchezza. Per delle soluzioni future, non solo economiche, ma anche politiche, bisogna sollevare i giovani dal loro disinteresse verso la politica. Ormai non esistono più le vecchie scuole di partito ed i ragazzi non si preoccupano più della politica”. Aveva scritto, insieme ad altri, un libro sul modo di essere nonno, rivelando una passione per la famiglia e per gli affetti quotidiani, che sovrastava ed influenzava una vita laboriosissima ed impegnatissima. Diceva: “Si è maggiormente disposti a comprendere, più aperti alle meraviglie di vedere crescere nella libertà una nuova generazione”. E ci invitava alla speranza di inventarsi un mondo migliore per i nostri nipoti. Così una grande persona ha investito tutta la vita per salvare il fuoco di una bella stagione, perché ,diceva,”il futuro ha un cuore di nonno”. E noi aggiungiamo:Non nascondiamoci la testa sotto la sabbia. E’ tempo d’alzarla e far sentire forte la nostra voce.(per ulteriori informazioni scrivere a: girolamofoti@yahoo.it ) (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Editoriali/Editorials | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Anniversario breccia di Porta Pia

Posted by fidest press agency su venerdì, 18 settembre 2009

Roma 19 settembre alle ore 14,30 a Porta Pia, per la commemorazione del XX Settembre 1870.. La manifestazione è promossa dalle Associazioni radicali Anticlericale.net e Certi Diritti, con l’adesione e la partecipazione delle Associazioni Radicali Luca Coscioni, Nessuno Tocchi Caino, Radicali Roma, Comitato Nathan, Agorà Digitale, Ass. Radicale Antiproibizionisti,  Esperanto Radikala Asocio, Circolo di Cultura omosessuale Mario Mieli e Arcigay. “Facciamo appello – e detto dai promotori – ai cittadini che hanno a cuore la laicità dello Stato a partecipare a questo importante appuntamento che ogni anno ricorda la liberazione dal potere clericale. Avremmo voluto, come sempre, manifestare per le vie della città, con una marcia che voleva toccare  i luoghi simbolo della lotta anticlericale di Roma. Per questo avevamo presentato formale preavviso alle autorità, ma il Questore di Roma, quest’anno per la prima volta, ha vietato l’iniziativa,
cosicché la memoria di quei bersaglieri caduti per compiere quella liberazione rischia di essere meglio e definitivamente dimenticata. Saremo a Porta Pia con la bandiera italiana abbrunata e quella del Partito Radicale Nonviolento Transnazionale e Transpartito: per i morti di Kabul e
per quelli di Porta Pia, gli uni e gli altri impegnati a sconfiggere gli estremismi politici e religiosi, antidemocratici. Saremo a Porta Pia per denunciare lo scempio di legalità e democrazia contro la Costituzione repubblicana”.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cocer: rappresentanza militari

Posted by fidest press agency su martedì, 14 luglio 2009

Gli on. Turco, Beltrandi, Bernardini,  Farina Coscioni,  Mecacci, Zamparutti sono promotori di una interrogazione parlamentare riguardante il Cocer, la rappresentanza dei militari in seno alle Forze armate e ad altri corpi militari. Ciò ha determinato la risposta del delegato Cocer dell’esercito Girolamo Foti detto Mirco. Ha inteso, in tal modo, dare il suo contributo informativo unito a doverose precisazioni. Pone, innanzitutto, una premessa: “In questi ultimi mesi, ho letto con molta attenzione e curiosità alcune dichiarazioni, interviste di personaggi avversi alla rappresentanza militare. Si tratta, per lo più, di un fiume di parole e strumentalizzazioni che non riguardano i problemi reali del personale ma soprattutto tendono a dividere i militari ed accusare i delegati”. Se poi entriamo nel merito dovremmo un po’ tutti: politici e giornalisti in primis fare un passo indietro e guardare le vicende militari, la vita nelle caserme con un occhio diverso e un’attenzione maggiore. Se non altro perché con il passaggio dalla leva obbligatoria a quella volontaria e con le nuove responsabilità, anche internazionali, assunte dai nostri militari e da ciò che ne deriva in impegno professionale, in addestramento, in conoscenze, in rapporti con le popolazioni di tutto il mondo, non possiamo parlare solo e semplicemente di lavoratori dello Stato dotati di molti doveri e scarsi in diritti. Ma ora che si passa dalle parole del “detto e contraddetto” per buona pace delle fonti mediatiche ad una interrogazione parlamentare è doveroso un chiarimento più fermo e determinato. Credo che questo sia il senso della riflessione di Foti che argomenta così il suo intervento: “Ho scelto di fare il delegato COCER esclusivamente in quanto unico strumento utile in questo momento per risolvere i problemi del personale. Nonostante tutti i limiti e le difficoltà, stiamo attualmente trattando argomenti che da tanti anni il personale attende che siano affrontati, e ci sono molti colleghi di truppa che a livello nazionale, mi seguono, stanno giudicando e anche criticando il mio operato. Provenendo da questa stessa categoria invito coloro che vi appartengono a non farsi condizionare o strumentalizzare da questi signori che, a mio parere e dalle esperienze passate, non si spenderanno mai per far ottenere nulla allo zoccolo duro del nostro Esercito spero che i fatti mi smentiscano.  Per cercare di comprendere il loro comportamento, mi sono dovuto però chiedere con quale coraggio questi parlamentari hanno sottoposto all’attenzione del Ministro On La Russa i presunti sprechi del COCER, dopo che il libro “LA CASTA” ha evidenziato gli sprechi, a tutti livelli, della politica. Invece di lanciarsi in biasimabili speculazioni, si sarebbero dovuti interrogare sulla produttività del loro operato, o su argomenti ben più seri, come  le condizioni dei militari, l’eterna riforma sulla rappresentanza, e sul perché durante il governo Prodi non si sia stata fatta, sui tagli alla difesa, sulle ripercussioni di essi, in particolare sui giovani, sui magri aumenti degli stipendi, sul problema delle case demaniali, come già in passato denunciato da una emittente televisiva in cui era anche ospite la Senatrice Pinotti dello stesso PD (si evidenziava il grave problema delle case demaniali inesistenti per il grado più basso: immaginavo una forte pressione politica a sostegno dei ruoli più bassi,  anche rispetto al riordino delle carriere, ma al contrario…).  Invece di tutto ciò, si interviene con il solo scopo di delegittimare e dileggiare nella loro dignità i delegati cocer e il cocer come istituzione, ovvero organo di rappresentanza, offendendo così i militari stessi.  Sarei ansioso di conoscere il parere dei dirigenti del Partito Democratico, nonché della Senatrice Pinotti, l’On Callipari, e l’On. Del Vecchio (già Generale e comandante nell’Esercito). Per concludere, anche se si è delusi dalla politica, sono totalmente contrario alla nascita  di un partito dei militari, o peggio ancora esclusivamente per la truppa, e  per due motivi: è inconcepibile  in un paese civile e democratico; sarebbe un grave errore ghettizzare i militari di truppa in una realtà insolita come quella della politica. Altresì é auspicabile la nascita di un associazione di categoria per i militari aperta alla società civile che possa sostenere i propri diritti, con una spinta propulsiva proveniente, magari, anche dalla politica stessa. Pertanto, invito i miei colleghi ma anche tutti coloro che hanno fiducia nella mia persona di non dar seguito a questo tipo di iniziativa, di aver fiducia nei delegati COCER, ma soprattutto di rimanere uniti nel sostenere le nostre battaglie a difesa del personale e di non farsi strumentalizzare da facili accuse demagogiche, specie se coloro che accusano sono i primi e veri responsabili degli sprechi e i costi della politica, di risultati pessimi. Se si sostiene che un delegato COCER dovrebbe essere accasermato, si pone un impedimento al delegato che in qualche modo è sempre sottocontrollo.  Per poter difendere i diritti dei rappresentati ci vuole un minimo di libertà di azione e di relazionare con l’esterno, a meno ché non si istituisca un organo Sindacale, diritto negato ai militari italiani a differenza di altri paesi europei. A questa proposta dovrebbe seguire l’esempio da parte dei parlamentari di alloggiare in foresterie dello stato, rinunciando a tante indennità ivi compreso quello degli alberghi di lusso o rimborso forfettario di affitti per appartamenti in Roma. ”Se poi questi interroganti si attaccano alle spese per i rimborsi ai delegati Cocer diventa davvero sconcertante. Hanno un costo? Si certo, ma di che genere? Sono 110 euro di forfettaria giornaliera a titolo di rimborso spese ed erogabili solo per il tempo strettamente necessario alle riunioni mentre il gettone di presenza è di euro 1,50. http://www.girolamofoti.com

Posted in Diritti/Human rights, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Modifica istituto referendum

Posted by fidest press agency su martedì, 14 luglio 2009

Roma 15 luglio 2009, alle ore 12.00  Sala Conferenza Ex Hotel Bologna – Senato della Repubblica  Via di S. Chiara 5 presentazione disegni di legge costituzionali sulla modifica dell’istituto del referendum e sull’introduzione di nuovi strumenti di democrazia diretta ad iniziativa sei senatori promotori: i senatori Marilena Adamo, Oskar Peterlini e Donatella Poretti.  Oltre ai Senatori primi firmatari dei ddl costituzionali interverranno: – Giuseppe Strano, portavoce del “Coordinamento per la Democrazia Diretta” – Leonello Zaquini, rappresentante del gruppo “Officina Democrazia” – Thomas Benedikter, rappresentante del direttivo “Iniziativa per più democrazia/Alto Adige” – Stephan Lausch, coordinatore dell’ “Iniziativa per più democrazia/Alto Adige”  La crisi della politica e la perdita di fiducia nelle istituzioni, dimostrano che gli strumenti di cui oggi dispongono i cittadini per attivarsi sulle questioni di loro interesse non sono sufficienti.  Tramite la modifica dello strumento referendario e la previsione di nuove forme di democrazia diretta, i presentatori dei ddl costituzionali intendono garantire strumenti più efficaci per favorire la partecipazione attiva dei cittadini alla vita pubblica e politica.

Posted in Politica/Politics, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Primo corso di formazione politica dell’idv del Lazio

Posted by fidest press agency su domenica, 26 aprile 2009

“Un’ulteriore iniziativa che dimostra quanto l’Italia dei Valori sia il partito che va contro la vecchia politica, vicino alle persone, fuori dal Palazzo”, quanto dichiara Claudio Bucci, portavoce dell’Italia dei Valori del Lazio, che ha aperto il lavori del Primo Corso di Formazione Politica per l’IDV del Lazio. “Un ringraziamento non solo alle tantissime persone che hanno deciso di prendere parte a questa importante iniziativa” continua Bucci “ma all’organizzazione che fa capo innanzitutto al dott. Riccardo Rossi, promotore dell’evento che, con il partito regionale, si è impegnato per la riuscita delle due giornate”. “Il corso è stato tenuto da importanti esponenti del mondo della comunicazione e della politica” aggiunge il portavoce dell’Italia dei Valori “e ha compreso un’intera sessione dedicata all’amministrazione: il nostro impegno è infatti rendere la politica trasparente e comprensibile a tutti e per far ciò è fondamentale dare gli strumenti di base per capire i meccanismi che la governano”. “Un’iniziativa dunque” conclude Bucci “a cui seguiranno altre con un unico scopo: cambiare la politica e avvicinare la gente. L’Italia dei Valori è il nuovo e il nostro obiettivo è aggregare le persone sui principi di trasparenza, collegialità e pluralismo delle idee come nel caso di questo corso in cui formazione si lega indissolubilmente con il concetto di in-formazione”.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il tempo di Rosetti

Posted by fidest press agency su lunedì, 6 aprile 2009

fondazione-rossettiForlimpopoli 17-18 aprile 2009: convegno nazionale  “Il tempo di Rosetti. (Italia e Argentina nell’Ottocento)” Un convegno di grande portata a Forlimpopoli per celebrare il primo centenario della morte di Emilio Rosetti, uno dei più grandi ingegneri e studiosi italiani dell’Ottocento, nato a Forlimpopoli, istitutore della futura Facoltà di Ingegneria di Buenos Aires ed uno dei principali promotori dello sviluppo infrastrutturale e scientifico dell’Argentina, ideatore della Ferrovia transandina che unisce il Cile all’Argentina.  Venerdì 17 aprile, alle 10, al Convento della Madonna del Popolo, presso l’Aula Magna dell’Istituto di Istruzione Superiore di Forlimpopoli, si terrà un incontro formativo  dal titolo “Ieri e oggi, racconti di viaggio lungo tracce di civiltà e di scienza”, rivolto in particolare alle Scuole Superiori. Dopo la proiezione del documentario “Oltre la Patagonia, viaggio in capo al mondo”, di Piero e Alberto Angela, verrà raccontata la scoperta del Sud-America attraverso resoconti, appunti e cronache raccolti nella seconda metà dell’Ottocento da Emilio Rosetti, con lo sguardo curioso e indagatore di un uomo del suo tempo. Sabato 18 aprile il convegno prosegue per l’intero arco della giornata, dalle 10 alle 17. Nel corso della mattinata ci si soffermerà sulla fondamentale opera di Rosetti dedicata alla Romagna, con una presentazione dettagliata del contesto storico  e culturale del tempo. Nel pomeriggio si rifletterà sul rapporto tra Italia e Argentina, terra di migrazioni, e sull’assetto storico, politico, e architettonico delle due nazioni nell’Ottocento. Al convegno interverranno numerosi studiosi ed esperti provenienti da diverse Università italiane. Al termine del convegno, nella Rocca Albornoziana, Sala del Consiglio, il Comune di Forlimpopoli conferirà la cittadinanza onoraria a Cristina Ravaglia, Ministro Plenipotenziario, di origini romagnole: nata a Cesena nel 1952 da madre forlimpopolese. Dopo gli studi universitari a Roma, dal 1978 ad oggi ha ricoperto numerosi e prestigiosi incarichi diplomatici presso il Ministero degli Affari Esteri e presso Ambasciate e Consolati all’estero.
La Fondazione “Italia – Argentina. Emilio Rosetti”, divenuta nazionale nel 1997, promuove e intende valorizzare l’opera varia e complessa del geografo, matematico e ingegnere Emilio Rosetti. Sotto la guida del Presidente ing. Luciano Ravaglia, esperto conoscitore dell’Argentina, avendovi operato per gli studi preliminari al trattato speciale con l’Italia ed allo spostamento della capitale per incarico del Ministero degli Affari Esteri – la Fondazione ha ripreso con più ampio respiro ogni ricerca sull’attività di Emilio Rosetti in Italia e all’estero, acquisendo e approfondendo ogni possibile conoscenza, riprendendo tutti i contatti con la seconda patria del Rosetti. (foto fondazione rossetti)

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »