Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Posts Tagged ‘propulsione’

Scienza: testata in Italia la Propulsione non Newtoniana

Posted by fidest press agency su sabato, 9 febbraio 2019

L’ASPS, l’Associazione Sviluppo Propulsione Spaziale, annuncia che la nascita della PNN, ovvero la Propulsione non Newtoniana, è dimostrabile sperimentalmente.La scoperta scientifica renderà possibile un nuovo modo di propellere per esplorare lo spazio.”Da molto tempo, fin dal 1979, come associazione stiamo operando per avere un propulsore differente dei razzi che permetta drastici riduzioni nei costi dell’esplorazione spaziale e ciò è possibile solo se non si perde massa di reazione”, spiega il Dr. Emilio Laureti, Principal Investigator del progetto di ricerca.
“Dal settembre 2018 abbiamo ottenuto decisivi progressi. Infatti si può dire che la PNN operativa è nata nel settembre 2018 quando siamo riusciti a realizzare un sistema di propulsione autonomo con alimentazione a batterie, svincolando tutto il sistema dall’alimentazione esterna di pesanti amplificatori e preamplificatori” continua ancora Laureti.”Schema e struttura del nuovo prototipo a batterie, l’F432 è a sinistra. Tutto il complesso di batterie, amplificatore, preamplificatore, supporto di telecomando, dissipatori termici, ecc. è chiamato “carretto”, si trova a destra ed è comandato con un telecomando. Da allora ne abbiamo visto delle belle, nel senso che violando il III principio di Newton (ovvero il principio di azione e reazione) sono violati anche il I e II principio della dinamica. E tutto questo è stato osservato sperimentalmente” prosegue il fisico.Il propulsore PNN F432 è un dispositivo propellantless che aggira il principio di azione e reazione permettendo conseguentemente la costruzione di nuovi e più economici sistemi di propulsione spaziale senza espulsione di massa di reazione. In pratica è alimentato dalla sola energia elettrica.I test fatti sono di due tipi: uno su bilancia elettronica e uno su pendolo bilancere.Per i test di spinta su bilancia elettronica si è montata una apposita struttura dove la bilancia elettronica Kern è sopra il prototipo. Il prototipo viene agganciato attraverso una staffa orizzontale appoggiata sul piano della bilancia.Mentre per i test su pendolo bilancere si è dovuto separare il prototipo dal suo carretto e montare tutto l’apparato su una apposita struttura alta quasi 3 metri.I dettagli di questi recenti progressi della ricerca dal settembre 2018 sono descritti con maggiori particolari e video alla pagina http://www.asps.it/videopnn58.htm, nelle varie pagine http://www.asps.it e al link http://www.asps.it/another.htm, oltre che nel numero 157 e 158 di Nova Astronautica http://www.asps.it/vol38.htm, organo Ufficiale dell’ASPS.
“La splendida conseguenza di tutto questo lungo lavoro è che è possibile un nuovo modo di propellere per esplorare lo spazio esterno e che possiamo illustrare con maggiori dettagli agli interessati che hanno i nostri stessi obbiettivi. Infatti quelle finora dette non sarebbero che parole se non potessimo provarlo sperimentalmente” concludono dall’ASPS.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | 1 Comment »

Accordo Cina-Italia elettrobus cinesi in Europa

Posted by fidest press agency su martedì, 20 luglio 2010

La Provincia di Grosseto e la RAMA, azienda di trasporto pubblico maremmana protagoniste di un importante accordo internazionale. Fare dell’Europa un mercato di destinazione di prodotti cinesi ad alta tecnologia come gli autobus alimentati a propulsione elettrica, aprendo la prospettiva di una loro ingegnerizzazione a Grosseto, nella Maremma Toscana. È il frutto di un accordo industriale sottoscritto in Cina da Rama Spa (Azienda di Tpl di Grosseto) e M2AP Srl (consulenza ambientale) per parte italiana e da Shanghai Leibo New Energy Auto Technology Co., Ltd e Jiangsu Alfa Bus Co., Ltd per parte cinese, al quale si è affiancata una lettera d’intenti tra la Provincia di Grosseto e le municipalità cinesi di Wúxī e Jiangyin, con le quali si è stabilito il reciproco impegno a promuovere l’utilizzo dei suddetti mezzi ecologici ed a sviluppare relazioni industriali e culturali nell’ambito delle politiche di tutela ambientale e risparmio energetico previste dal Protocollo di Kyoto. L’accordo di cooperazione industriale per lo sviluppo di un nuovo prototipo di autobus alimentato a propulsione elettrica adeguato alla normativa europea ed italiana prevede quattro fasi:
Luglio 2010, sottoscrizione dell’accordo di progetto e assegnazione incarico alla società di consulenza operante sia in Cina che in Europa volto all’adattamento industriale dei prototipi di autobus secondo normative e regolamentazioni europee e italiane. Ottobre 2010, realizzazione del prototipo di autobus alimentato a propulsione elettrica e spedizione in Italia. Marzo 2011, omologazione autobus alimentato a propulsione elettrica;da Maggio 2011, fase di industrializzazione.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’autostrada digitale in Sardegna

Posted by fidest press agency su domenica, 6 giugno 2010

“La Sardegna punta sull’innovazione come fattore di crescita del Pil regionale, questo è uno degli obiettivi strategici della Giunta Cappellacci”. L’Assessore degli Affari generali Ketty Corona ha aperto stamane a Cagliari il seminario dal titolo ‘Banda larga: il nostro ponte’, organizzato da Confindustria Sardegna Meridionale, mettendo in evidenza che “da dieci anni a questa parte l’Amministrazione regionale ha attivato la realizzazione delle infrastrutture per la banda larga, una vera e propria ‘autostrada digitale’ sulla quale veicolare i servizi della Pubblica amministrazione, migliorare l’alfabetizzazione informatica e supportare nell’innovazione gli enti locali”. “L’Amministrazione – ha affermato l’Assessore Corona – sta assumendo il ruolo di propulsione e coordinamento nel settore dell’innovazione e ha dato una forte accelerazione nella realizzazione delle infrastrutture, per completare il progetto Sics II e per avviare quello ‘Sardegna 20 Mega’, che porterà la fibra ottica a tutte le centrali della Sardegna e potenzierà gli apparati sino a 20 Megabps. Abbiamo allo studio, inoltre, un piano per posare la fibra ottica nelle condotte del metano di 258 comuni sardi collegati alla rete del gas, così da portare internet ad alta velocità direttamente nelle case e negli uffici pubblici”. “Per supportare il processo di innovazione degli enti locali, in particolare dei piccoli comuni – ha aggiunto l’esponente della Giunta -, siamo in continuo e stretto contatto col Ministero dell’Innovazione – è di pochi giorni fa la firma di un protocollo d’intesa per lo stanziamento di ulteriori 2,9 milioni di euro da parte del Ministero -. Quanto al superamento del ‘digital divide’ siamo impegnati nella fornitura di hardware e software e nella formazione, cosicché tutti possano imparare l’uso degli strumenti informatici, e i servizi web e quelli offerti dall’Amministrazione siamo realmente fruibili”. Nella seconda parte del suo intervento l’Assessore degli Affari generali ha focalizzato l’attenzione sull’infrastruttura per la banda larga all’interno delle aree industriali isolane. “Per le aziende sarde si tratta di un’occasione unica – ha concluso l’Assessore Corona -, in quanto sarà possibile allargare, attraverso la nostra rete telematica, il mercato a tutto il mondo, senza pagare lo scotto dell’insularità”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »