Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘proroga’

La proroga della Brexit non deve rallentare l’accordo sul futuro bilancio UE

Posted by fidest press agency su martedì, 16 aprile 2019

Le regioni e le città chiedono un accordo in tempi brevi sul bilancio dell’UE per il 2021-2027 e garanzie contro l’interruzione dei finanziamenti degli attuali piani d’investimento.
In risposta alle conclusioni del Consiglio europeo straordinario sulla Brexit, il Comitato europeo delle regioni (CdR) – l’assemblea dei governi locali e regionali dell’UE – ha ribadito la necessità che gli Stati membri adottino con urgenza il bilancio a lungo termine dell’UE per il 2021-2027 per garantire che le regioni e le città siano in grado di preparare adeguatamente nuovi piani e mitigare l’impatto del recesso del Regno Unito.
Tale invito è stato rivolto durante un dibattito tra i 350 leader locali e regionali europei che compongono il Comitato e Jean Arthuis , presidente della commissione Bilanci del Parlamento europeo. Entrambe le assemblee politiche dell’UE sono profondamente preoccupate per l’impatto finanziario delle decisioni adottate dagli Stati membri in sede di Consiglio europeo straordinario.Affinché si possa far fronte alle sfide del prossimo decennio, il CdR e il Parlamento europeo hanno chiesto e continuano a chiedere con forza e senza mezzi termini ai 27 Stati membri di aumentare il loro contributo al bilancio dell’UE, portandolo dall’1 % all’1,3 % del reddito nazionale lordo. Il Comitato si è detto contrario a tutte le riduzioni proposte per i fondi regionali dell’UE , ossia ai tagli del bilancio della politica di coesione, che dovrà garantire il sostegno dell’Unione alle regioni le cui economie saranno più colpite alla Brexit. Per quanto riguarda i piani d’investimento in corso, il Comitato ritiene che gli impegni finanziari assunti dall’UE debbano essere rispettati fino all’ultimo anno disponibile per i pagamenti (il 2023), evitando qualsiasi riduzione o dilazione (al nuovo ciclo finanziario) di tali impegni.Il Comitato ha valutato l’impatto potenziale della Brexit in una serie di studi e di dibattiti politici svolti negli ultimi due anni, tra cui tre dibattiti aperti con il capo negoziatore dell’UE Michel Barnier . I diritti dei cittadini, nonché i potenziali costi per i porti, l’industria della pesca, il turismo, l’agricoltura, la ricerca e l’istruzione, sono emersi come le preoccupazioni fondamentali dei leader locali dell’UE e del Regno Unito. Il Comitato ha adottato in materia due risoluzioni politiche (nel marzo 2017 e nel maggio 2018 ) e ha di recente iniziato a lavorare all’individuazione degli strumenti migliori per la cooperazione regionale transfrontaliera dopo la Brexit.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

USB P.I. chiede la proroga delle graduatorie dei concorsi

Posted by fidest press agency su lunedì, 26 novembre 2018

L’Unione Sindacale di Base Pubblico Impiego ha scritto al ministro Giulia Bongiorno per chiedere la proroga della validità di tutte le graduatorie dei concorsi della Pubblica Amministrazione in scadenza al prossimo 31 dicembre.La USB evidenzia le gravi carenze di personale, anche nell’area amministrativa, verificatesi a seguito di un reiterato blocco del turn over e, rispondendo al ministro che in un recente question time in Parlamento ha affermato che saranno prorogate esclusivamente le graduatorie riguardanti figure professionali ritenute necessarie, sottolinea che sarebbe paradossale far scadere proprio ora graduatorie che permetterebbero di rispondere celermente alla necessità di effettuare nuove assunzioni.USB ha chiesto al ministro Bongiorno di essere ascoltata prima che siano assunte scelte che riguardano la funzionalità e la tenuta delle amministrazioni pubbliche.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Pronuncia della Corte di giustizia europea sulla proroga delle concessioni demaniali

Posted by fidest press agency su domenica, 17 luglio 2016

Venezia. “La sentenza della Corte di Giustizia europea, – evidenzia Matteo Zoppas Presidente di Confindustria Venezia-, che si pronuncia negativamente circa la proroga delle concessioni demaniali marittime al 2020 écorte di giustizia europea una notizia che ci aspettavamo, ma che andrà interpretata e letta in profondità nei prossimi giorni per vedere che spazi di manovra ci possono ancora essere. Il nostro Paese ha continuato a rimandare per anni su una questione strategica per il comparto turistico – balneare, a differenza di altri che hanno legiferato con un unico obiettivo, ovvero tutelare le imprese e l’indotto occupazionale. Ora é più’ che mai necessario che il Governo appronti una forte azione per evitare che questo importante patrimonio economico venga disperso con rilevanti cadute sociali. Noi non chiediamo di boicottare la sentenza, ma di rendere compatibile il rispetto della normativa con le attività di un settore rilevante della nostra economia, anche in termini di tutela ambientale, perché’ forse si dimentica talvolta questo aspetto. Spero che al più presto i concessionari delle nostre spiagge possano superare il gap rispetto a quelli di Paesi concorrenti che attualmente hanno un chiaro vantaggio derivante dalla certezza d’impresa acquisita con una proroga duratura che permette pianificazione, investimenti e miglioramento dell’offerta turistica”.
Sulla sentenza é intervenuto anche Angelo Macola, Presidente Assitai, Associazione delle imprese del turismo all’aria aperta: ” In attesa di verificare il dispositivo della sentenza, auspico che si lavori in modo da tutelare innanzitutto il tessuto socioeconomico litoraneo nazionale e la professionalità delle nostre aziende per non riservare alle spiagge italiane il destino degli aeroporti greci, ovvero che al demanio sia dato valore di urgenza e priorità, le gare inseriscano tra i requisiti di gara valutati, di alcuni fattori fondamentali quali la professionalità acquisita, l’avviamento, gli investimenti effettuati, gli ammortamenti, le migliorie apportate sulle infrastrutture e soprattutto una durata delle concessioni rapportata alla quantità e qualità degli investimenti. Solo così si potrà selezionare la proposta migliore non solo da un punto di vista economico, ma anche dal lato della tutela delle peculiarità sociali dei territori e delle imprese”.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sel: bloccare gli sfratti famiglie più disagiate

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 febbraio 2015

blocco-sfratti“Negli ultimi tempi, vista la crisi che attraversa il nostro Paese, stanno aumentando gli sfratti s per morosità. Fino al 31 dicembre 2014,almeno per i nuclei con redditi inferiori ai 27 mila euro lordi e contemporanea presenza di almeno una delle seguenti condizioni: anziani ultra sessantacinquenni, minori portatori di handicap, malati terminali, era prevista una sospensione delle esecuzioni dello sfratto per finita locazione. La proroga di questa sospensione non è prevista nel Decreto del Governo detto “mille proroghe” in discussione in Parlamento. Questo sta determinando anche in questi giorni l’esecuzione degli sfratti anche per le famiglie che sono nelle condizioni di grave disagio sociale nonostante sappiamo che sono stati presentati numerosi emendamenti che chiedono di inserire la proroga del blocco degli sfratti ne Decreto. A questo si aggiunge il fatto che appare davvero insufficiente quanto stanziato dal Governo per aiutare le famiglie che subiscono uno sfratto per “morosità incolpevole”. I fondi che arrivano al Comune di Roma potranno dare risposte solo ad una minima parte delle richieste e quindi si estenderà il problema dell’emergenza casa anche nella nostra città. Chiediamo quindi il blocco degli sfratti per le famiglie più disagiate e interventi per quelle famiglie che hanno la sfratto per “morosità incolpevole”. E domani mercoledì 18 febbraio alle ore 18 saremo in piazza Santi Apostoli, sotto la Prefettura, insieme alle forze sociali e di movimento della città, per chiedere questo atto di civiltà e scongiurare che l’emergenza casa a Roma diventi esplosiva”. E’ quanto ha dichiarato il coordinatore Sel Area Metropolitana di Roma, Maurizio Zammataro.

Posted in Cronaca/News, Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Proroga del mandato di un anno del Rettore dell’Università di Parma

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 marzo 2012

Ieri giovedì 15 marzo 2012 alle ore 10.00 sono stati convocati in seduta congiunta il Senato Accademico e il Consiglio di Amministrazione, al fine di dare formalmente immediata e ampia informazione all’Ateneo del ricevimento di una nota del Ministero nella quale viene comunicata la proroga del mandato del Rettore in carica fino al termine dell’anno accademico 2012/2013. La nota è stata inviata in coerenza con quanto già disposto per le altre Università nelle stesse condizioni di adozione dello Statuto dell’Università di Parma. Nel prendere atto di quanto comunicato, il Rettore ha comunque ribadito la necessità di procedere celermente nel processo avviato di riconfigurazione dei nuovi organi e delle nuove strutture.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

No proroga consigli rappresentanza militari

Posted by fidest press agency su venerdì, 20 gennaio 2012

“Dal novembre del 2009, con i 6 deputati radicali, conduciamo una solitaria lotta politica per affermare i diritti dei militari ai quali, fino ad oggi, con ben due provvedimenti di proroga dei Consigli della rappresentanza militare, è stato impedito di poter liberamente esercitare il diritto di voto per il rinnovo dei medesimi Consigli.Ieri nell’ambito dell’esame del decreto milleproroghe da parte delle Commissioni riunite I^ e V^ della Camera dei deputati sono stati respinti gli emendamenti presentati da UDCpTP, IdV e PdL, tesi a prorogare fino al 31 dicembre del 2012 – per la terza volta consecutiva – il mandato dei Cocer e per questo vogliamo ringraziare i deputati del PD, della LEGA e dell’UDC che con il loro voto contrario hanno permesso una inversione di tendenza, aiutandoci ad impedire che agli oltre 350.000 cittadini in divisa, dell’Esercito, della Marina, dell’Aeronautica, dell’Arma dei carabinieri e della Guardia di finanza fosse nuovamente impedito quellfondamentale momento di confronto democratico che attendono da due anni.Accogliamo con favore la dura presa di posizione del Cocer della Guardia di Finanza che schierandosi apertamente contro l’ennesima violenza del “diritto” e dei “diritti” ha dimostrato di saper degnamente rappresentare il personale del Corpo. Adesso però la mobilitazione dovrà continuare, perché il pericolo che vi siano nuovi attentati ai diritti e al diritto non può essere escluso e per questo motivo invitiamo tutti i cittadini militari a farsi promotori e attori del cambiamento che è appena iniziato.” Partito per la tutela dei Diritti di Militari e Forze di polizia (Pdm)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pediatria: vaccino antinfluenzale

Posted by fidest press agency su martedì, 17 gennaio 2012

Model of Influenza Virus from U.S. National In...

Image via Wikipedia

E’ buona la consapevolezza delle mamme italiane dei rischi legati all’influenza: quasi la metà delle intervistate (46,5%) dichiara, infatti, che l’influenza è una patologia altamente trasmissibile e più del 60% identifica correttamente nei bambini di età inferiore ai 4 anni la fascia più colpita, mentre il 63% riconosce che, nelle forme più gravi, l’influenza può portare anche al ricovero ospedaliero. È quanto emerge da un’indagine online promossa dalla Società Italiana di Pediatria (SIP) alla fine della scorsa stagione influenzale (marzo-aprile 2011), con l’intento di sondare l’opinione delle mamme italiane con figli di età inferiore ai 14 anni sulla percezione dei rischi associati all’influenza per la salute dei propri bambini e sull’opportunità di ricorrere al vaccino antinfluenzale per proteggerli da questi rischi.
L’indagine, attualmente in pubblicazione sulla rivista scientifica Vaccine, ha raccolto un totale di 1515 risposte.
Dallo studio emerge che le mamme confermano l’impatto dell’influenza sulla salute del bambino, ma anche sulla famiglia. Nel 63% dei casi definiti come “influenza” dal campione intervistato, infatti, almeno uno dei due genitori si è dovuto assentare dal lavoro, per prendersi cura del figlio. Inoltre, quasi 9 bambini su 10 hanno assunto un trattamento farmacologico, mentre in 2 casi su 100 è stato necessario il ricovero ospedaliero. Nonostante la copertura vaccinale per l’influenza in età pediatrica sia bassa, la percentuale di mamme che si dichiara favorevole alla somministrazione della vaccinazione per il proprio figlio, se consigliata in questo senso dal pediatra, è del 54%. “Il pediatra rappresenta la figura di riferimento per le famiglie in fatto di decisioni riguardo le vaccinazioni” spiega Alberto E. Tozzi, responsabile scientifico per la comunicazione della Società Italiana di Pediatria. “Promuovere formule partecipative, per esempio attraverso un’indagine come questa, nei percorsi di informazione e cura della propria salute, aiuta a stimolare i cittadini ad assumere un ruolo consapevole, responsabile e proattivo rispetto alle proprie scelte”. In linea con quanto emerge anche da un recente report curato dal Centro Europeo per la Prevenzione ed il Controllo delle Malattie (European Centre for Disease Prevention and Control, ECDC), le strategie di informazione all’opinione pubblica su temi di salute e, più nello specifico, su situazioni di rischio per la salute, come nel caso delle sindromi influenzali, dovrebbero essere sviluppate con un approccio partecipativo. Anziché limitarsi a costruire una comunicazione a senso unico, dove gli esperti informano la popolazione, basandosi unicamente su una oggettivazione scientifica del rischio, si possono ottenere migliori risultati se invece si costruiscono una visione e una consapevolezza del rischio e delle strategie per contrastarlo con i destinatari stessi della comunicazione.
I dati di sorveglianza dell’influenza indicano per questa stagione un andamento simile a quello dell’anno scorso, in cui si sono stati registrati 270 casi per 1000 bambini nella fascia di età 0-4 anni e 211 casi per 1000 bambini nella fascia di età 5-14 anni. E’ noto che l’incidenza più elevata dell’influenza si registra nella fascia d’età pediatrica (0-14 anni). Ciononostante, salvo rare eccezioni, quasi nessun Paese europeo, inclusa l’Italia, ha lanciato una strategia per la vaccinazione ”a tappeto” del bambino, focalizzando l’attenzione sui soli gruppi a rischio. In Italia nella stagione 2009-2010 è stato vaccinato il 6% dei bambini di età inferiore ai cinque anni. “Finora le evidenze riguardo l’efficacia della vaccinazione influenzale in età pediatrica non sono state sufficienti a giustificare un’offerta universale della vaccinazione stessa”, conclude Tozzi. “Naturalmente le evidenze della letteratura scientifica vanno continuamente aggiornate e nuovi promettenti vaccini antinfluenzali per l’età pediatrica sono alle porte”. L’indagine SIP è stata promossa con il supporto di Novartis Vaccines.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Clandestini: Proroga permanenza nel Cie

Posted by fidest press agency su sabato, 18 giugno 2011

“E’ assolutamente irragionevole e pericolosa la scelta di prolungare fino a 18 mesi il periodo di permanenza dei clandestini nei centri di identificazione ed espulsione”. Lo afferma Franco Maccari, Segretario Generale del COISP, il Sindacato Indipendente di Polizia. “Anziché far fronte alle inefficienze organizzative – prosegue Maccari – e potenziare le strutture chiamate ad affrontare l’emergenza immigrazione, si istituzionalizza il problema lasciando liberi di circolare nel territorio migliaia di clandestini, con tutto ciò che questo comporta in termini di sicurezza per i cittadini. Inoltre si continua a sovraffollare strutture inadeguate e già sature – alcune delle quali già finite sotto i riflettori mediatici per le vergognose condizioni igienico-sanitarie in cui versano – nelle quali si verificano continui incidenti tra appartenenti alle diverse etnie e rivolte contro le stesse Forze dell’Ordine chiamate a garantire pur minime condizioni di sicurezza”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rappresentanze militari: richiesta convocazione

Posted by fidest press agency su venerdì, 25 marzo 2011

coat of arms of the Aeronautica Militare (Ital...

Image via Wikipedia

L’organo di rappresentanza (Cocer) dell’Aeronautica militare si rende promotore di una richiesta intesa ad un incontro urgente tra il Co.Ce.R., Co.I.R. ed i Co.Ba.R. confluenti della F.A., al fine di confrontarsi in tale circostanza con l’intero corpo elettivo della Rappresentanza Militare dell’A.M. sull’attività complessivamente svolta e  per meglio raccogliere le istanze provenienti dalla Base nonché per definire l’opportunità o meno di procedere sino a termine del mandato così come da recente norma di proroga. Di formalizzare, altresì, la  costituzione di un Gruppo di Lavoro quale “Comitato Organizzatore – Incontro COCER/COIR/COBAR” composto da cinque delegati della R.M. da indicare allo Stato Maggiore.
Non c’è dato di sapere in dettaglio le ragioni che motivano tali richieste ma, da indiscrezioni, si fa notare che esiste un forte malcontento della base che in qualche modo si vuole rappresentare nelle sedi competenti per cercare di trovare uno sbocco valido per contemperare le diverse esigenze tra le ristrettezze del bilancio pubblico e il disagio esistenziale di un personale impegnato ad attività sempre più stressanti ma poco riconosciute dal punto di vista economico e normativo. D’altra parte economie di esercizio potrebbero essere realizzate se si pensa ai tanti dispendi in atto. Un esempio di questi giorni sono i circa 400 milioni di euro che si potrebbero evitare se si accorpassero le elezioni locali con i referendum abrogativi mentre, com’è noto, si vogliono tenerli divisi al solo scopo di non far raggiungere ai referendum il quorum per renderli validi. Un calcolo politico che non tiene conto della necessità del Paese di ridurre gli sprechi e le spese evitabili. Questo è intollerabile a fronte di una esigenza fortemente sentita e che non riguarda solo il comparto difesa-sicurezza, ma anche la scuola, la giustizia e il welfare. E’ tempo che si faccia sentire forte il richiamo ad una politica che vada oltre le promesse e si renda più virtuosa e attenta sul terreno della spesa perché possiamo anche condividere la necessità di stringere la cinghia ma non è accettabile che poi si latita sul fronte della spesa nel nome degli sprechi.

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Bingo: proroga decreto sperimentale

Posted by fidest press agency su giovedì, 3 marzo 2011

La Commissione Finanze della Camera la prossima settimana esaminerà la risoluzione presentata dall’onorevole Gerardo Soglia (Pdl) che invita il Governo a prolungare dal 31 marzo al 31 dicembre 2011 le misure contenute nel decreto sperimentale del bingo. La Commissione dovrebbe votare l’atto di indirizzo rivolto all’Esecutivo nella seduta di martedì o di mercoledì prossimo. “Un atto doveroso – commenta l’onorevole ad Agipronews – per ricordare al Governo di impegnarsi entro il termine per ottemperare alla proroga ulteriore”. “Le misure contenute nel decreto introdotto nel novembre 2009 hanno dato risultati molto positivi. Non ci saranno problemi per confermare fino a fine anno la proroga. I tempi per provvedere al decreto del presidente del Consiglio sono sufficienti, non c’è da preoccuparsi”, aggiunge Soglia, che fa comprendere come la risoluzione dovrebbe avere la prossima settimana il via libera della Commissione Finanze della Camera e quindi offrire garanzie in più per l’impegno del Governo nel definire la proroga.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Proroga rappresentanza militare

Posted by fidest press agency su martedì, 1 marzo 2011

“La maggioranza di governo ha sferrato l’ultimo (in ordine di tempo)  manrovescio ai militari: la proroga della  Rappresentanza militare”. Inizia così una nota del Partito Sicurezza  e Difesa in merito alla  recente proroga concessa dalla maggioranza di governo  agli attuali esponenti della Rappresentanza militare, peraltro già in regime di proroga. “Che l’istituto in parola sia inutile e dispendioso – spiega il PSD – lo abbiamo  sempre sostenuto: proprio per  questo motivo nello  Statuto del PSD e nel  programma politico non si fa’ assolutamente cenno alla Rappresentanza  militare come organo tutela dei militari ma si opta per un riforma in senso  sindacale delle rappresentanze che sia il più possibile indipendente dal potere  politico e dalla gerarchia militare (che di fatto la controllano) e, soprattutto, a spese dei cittadini-militari che avvertano l’esigenza di dotarsi di forme di rappresentanza più efficaci con la possibilità, ove gli esponenti di queste ultime  risultassero inadeguati, di ritirare la loro delega o sfiduciarli (cosa impossibile  da attuare nella Rappresentanza militare)”. “Adesso  – sottolinea il PSD  – , con l’ulteriore proroga del mandato degli  organismi della Rappresentanza militare, quello che nel 1978 doveva essere (e  non lo è stato quasi mai) uno strumento di tutela per i militari è divenuto  addirittura uno strumento pericoloso che viene usato contro gli interessi degli  stessi. Il potere politico, in presenza di un timido e quasi complice silenzio della  dirigenza militare, ha ritorto contro tutto il mondo militare l’ombra di quella  che una volta veniva considerata una ‘conquista’ sul piano dei diritti del  personale”. “In realtà, da molti anni assistiamo al mercato di pochi yes-man che per un  piatto di lenticchie non esitano a svendere le aspettative dei colleghi in cambio  di un incarico conferito  ope legis, in luogo del più  democratico voto dei  colleghi”. “Pochi sanno, oltretutto, che  alcuni membri di questo Cocer fecero  ricorso al TAR contro una precedente proroga, giudicata da essi  ingiusta, ma oggi, dimenticando le loro passate rivendicazioni,  incassano da questo governo compiacente la medesima proroga un tempo da loro avversata nelle aule di tribunale. Insomma, dei  voltagabbana in piena regola, così come se ne vedono tanti nelle  aule parlamentari dove la transumanza da un partito all’altro getta  discredito sul concetto stesso di coerenza politica e personale”. “Riformulazione dell’art. 8 della legge 382/78 nel senso del riconoscimento dei diritti  sindacali espressamente previsti nella maggioranza dei Paesi europei, ed  eliminazione del preventivo assenso ministeriale per la costituzione di associazioni  fra  membri del comparto Sicurezza e Difesa” e “Il PSD promuove la funzione  essenziale del  sindacato dei  lavoratori della sicurezza e difesa, delle organizzazioni  di volontariato e delle Associazioni.” Con queste frasi il PSD ha sancito una volta per tutte il proprio orientamento in materia di rappresentatività militare. “Gli sforzi di alcuni soggetti  – continua il PSD  – , vani e, in qualche caso,  addirittura patetici, di impedire la proroga lasciando però inalterato l’istituto della Rappresentanza militare (che invece andrebbe soppresso all’istante),  dimostrano quanto sia deleterio e inutile parlare di rappresentatività militare al di fuori di un contesto che contempli una soluzione diversa da quella che  invece propone il PSD: una rappresentanza di tipo sindacale o comunque  esterna all’ordinamento militare”. “Per coloro che hanno votato questo governo che ha praticamente messo in ginocchio il comparto Sicurezza e Difesa  – concludono dal PSD  – , la proroga dell’inutile Rappresentanza militare è l’ennesima dimostrazione di quanto sia urgente e necessario orientare altrove il proprio voto, verso forze politiche più mature e, soprattutto, realmente attente ai temi che attengono il mondo in uniforme. I fatti sotto gli occhi di tutti ci hanno dato ragione.Anche per questo è nato il PSD. Alle urne ricordatelo”. (Il Segretario politico Giuseppe Paradiso – fonte Grnet.it)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Proroga organo rappresentanza militari

Posted by fidest press agency su sabato, 26 febbraio 2011

“Nel maxi emendamento presentato alla Camera dei deputati è ancora presente il comma 2-quinquies dell’articolo 1 che proroga il termine del mandato dei Cocer al 30 aprile 2012. La proroga dei Consigli della rappresentanza militare, il cui mandato è già in regime di proroga e scade il prossimo 30 luglio, è un atto  di protervia assolutamente ingiustificato con cui il Governo vuole assicurarsi la complicità di un organismo docile e servile che già da tempo non gode più di alcuna fiducia da parte dei militari di tutta Italia. Non vi è alcuna ragione di necessità ed urgenza, ne il Ministro della difesa ha indicato alcuna logica e credibile motivazione per questo ennesimo atto di arroganza e di regime. Non vorrei scoprire che sia il cedimento ad un ricatto, ciò sarebbe peggio. È noto che il Cocer carabinieri il maggiore artefice della richiesta di proroga confluita in extremis nel milleproroghe e a questo punto è naturale domandarsi quali siano i reali rapporti tra i delegati dei carabinieri il Ministro della difesa e il Presidente Berlusconi, che costringono tutto il Governo ad assecondare ogni loro richiesta e a tacere sulle tante interrogazioni che abbiamo presentato con il deputato radicale Maurizio Turco per fare luce sulle strane attività e sui rapporti politici intercorsi tra i delegati dell’Arma e alcuni esponenti politici del PdL.”

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Contrarietà Pd alla proroga Cocer

Posted by fidest press agency su sabato, 26 febbraio 2011

“Apprendiamo con soddisfazione della contrarietà formulata dal Partito Democratico alla proroga della proroga del mandato dei Cocer delle rappresentanze militari dopo che, in passato, in occasione del precedente provvedimento del novembre del 2009 che ne aveva fissato il termine al 30 luglio 2011, non si era espresso.” Lo afferma il segretario del Partito per la tutela dei Diritti dei Militari e Forze di polizia.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Milleproroghe: proroga rappresentanza miitare?

Posted by fidest press agency su mercoledì, 16 febbraio 2011

“Tra gli emendamenti approvati dalle Commissioni 1° e 5° vi è il 1/7000 a firma del senatore Malan che dispone la proroga anche dei mandato dei Consigli delle rappresentanze militari fino al 30 aprile 2012. Se questo emendamento dovesse essere recepito nel maxi emendamento sul quale il Governo ha chiesto l’ennesimo voto di fiducia  i militari riceverebbero l’ennesimo schiaffo da parte di una parte politica sempre più attenta alle questioni personali di un manipolo di  delegati  dei Cocer che rappresentano e curano solamente gli interessi personali e non quelli del personale. Verso questi Cocer i militari di tutte le caserme d’Italia hanno rivolto dure critiche etichettandoli come uno strumento inutile, prono e silente,  capace di gridare – come dimostrano i recenti comunicati stampa – solo quando sono messi in discussione i suoi privilegi e gli intreressi economici personali. Una nuova proroga degli attuali Cocer,  oltre che ingiustificata e ingiustificabile apparirebbe come l’ennesimo schiaffo in faccia dato dalla politica ai militari. Non è bastato tagliargli gli stipendi e bloccargli le indennità,  adesso ai militari gli si vuole togliere pure il diritto di voto. Per scongiurare la terribile evenienza di una nuova proroga dei Cocer, i cui effetti sarebbero disastrosi  per la tenuta democratica delle stesse Forze armate, e per  evidenziare la totale mancanza del carattere d’urgenza e di una credibile motivazione che possano giustificare un simile atto di arroganza, dopo aver scritto al Presidente della Repubblica lo scorso 23 dicembre e avrer rivolto il medesimo appello  ai Presidenti delle Commissioni del Senato e a tutti i loro membri, sono ancora fiducioso che il diritto di 400.000 cittadini militari sarà tutelato da tutti i senatori.  Sono certo che il completo rinnovo dei membri dei Consigli della rappresentanza militare consentirà ai cittadinio in divisa di riacquistare un po di quella fiducia nel Governo che ormai da troppo tempo hanno perso.” Lo dichiara Luca Marco Comellini, Segretario del Partito per la tutela dei diritti di militari e forze di polizia (Pdm)

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rappresentanza militare: niente proroga?

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 febbraio 2011

“Le elezioni per il rinnovo della rappresentanza militare sembra vicina se non altro per l’agitazione con la quale rappresentanti in carica all’improvviso attaccano il Governo al quale hanno piatito ed ottenuto la proroga, con il resto della rappresentanza silente e incassante il beneficio. Il PDM non ha propri candidati alla rappresentanza ma sin d’ora suggerisce, a chi vota, di escludere chi ha chiesto, giustificato o accettato passivamente la proroga. Non intendiamo fare politica nelle forze armate e continueremo a batterci per la sindacalizzazione perché non intendiamo inutilmente esporre servitori dello Stato alla violenza burocratica, psicologica o fisica di traditori della Repubblica. L’invito alla magistratura militare ed ordinaria è di procedere nelle  inchieste già aperte. E di aprire quelle che sulla base delle interrogazioni parlamentari hanno profili di interesse.” E’ quanto dichiara Michele Fornicola del Partito per la tutela dei Diritti di Militari e Forze di polizia.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Senato: voto emendamenti Milleproroghe

Posted by fidest press agency su lunedì, 7 febbraio 2011

“Mi auguro che i senatori delle Commissioni 1° e 5° che domani  cominceranno a votare gli emendamenti al Milleproroghe sappiano ascoltare quelle insistenti voci di forte dissenso che si levano sempre più numerose verso gli attuali organismi della rappresentanza militare, in particolare verso i Cocer.  Una nuova proroga degli attuali Cocer,  oltre che ingiustificata e ingiustificabile apparirebbe come l’ennesimo schiaffo in faccia dato dalla politica ai militari. Non è bastato tagliargli gli stipendi e bloccargli le indennità,  adesso ai militari gli si vuole togliere pure il diritto di eleggere i propri rappresentanti  e ciò potrebbe accadere se l’emendamento presentato dalla senatrice Bonfrisco dovesse essere approvato. Per scongiurare questa terribile evenienza, i cui effetti sarebbero disastrosi  per la tenuta democratica delle stesse Forze armate, e per  evidenziare la totale mancanza del carattere d’urgenza e di una credibile motivazione che possano giustificare un simile atto di arroganza, dopo aver scritto al Presidente della Repubblica lo scorso 23 dicembre, oggi ho rivolto un appello ai Presidenti delle Commissioni senatoriali e a tutti i loro membri affinché restituiscano ai circa 400.000 cittadini militari «quel diritto di voto che l’arroganza di pochi e il compiacente silenzio di molti gli vogliono nuovamente sottrarre».”   Lo dichiara Luca Marco Comellini , Segretario del Partito per la tutela dei diritti di militari e forze di polizia (Pdm) in merito all’emendamento n. 1.273 a firma della senatrice Bonfrisco con il quale si chiede la proroga fino al 30 luglio 2012, del mandato dei consigli della rappreserntanza militare giàin regime di proroga fino al 30 luglio 2011.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Proroga sfratti

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 gennaio 2011

Roma. “Siamo fortemente preoccupati per le conseguenze che la mancata proroga del blocco degli sfratti di finita locazione  e la drastica riduzione delle risorse destinate a finanziare il contributo all’affitto avranno su molte famiglie romane. Decisioni, queste, gravissime e senza precedenti,  che avranno  ripercussioni sociali devastanti anche perchè la situazione di emergenza abitativa, soprattutto nella nostra città,  è fortemente peggiorata in questi ultimi anni, come dimostrano i dati riguardanti gli sfratti per morosità”.  E’ quanto dichiara Giovanni Barbera,   esponente del Prc-Federazione della Sinistra  e presidente del Consiglio del XVII Municipio”In questi giorni – continua Barbera – che ci separano dalla conversione del decreto legge denominato ‘milleproroghe’, sarà necessario mettere in campo tutte le iniziative possibili  per sensibilizzare il Parlamento su tale problema, affinché rimedi in extremis alle scellerate decisioni assunte dal Governo Berlusconi che rischiano di provocare una vera e propria macelleria sociale. Quello che colpisce e che allarma è che tale problema sia stato completamente espulso dal dibattito politico nazionale e romano. D’altronde è emblematico  il fatto che il Sindaco Alemanno, impegnato in queste ore ad intervenire su ben altro,  non abbia finora speso una parola su tutto ciò”.

Posted in Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Proroga Rappresentanza militare

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 gennaio 2011

(Di Pasquale Fico) Premesso che sono personalmente contrario a una ulteriore proroga  del mandato della Rappresentanza militare e spero che si possa presto  arrivare ad una riforma utile e condivisa della stessa, sono rimasto  sorpreso e perplesso a leggere alcuni dichiarazioni francamente un po’  sopra le righe secondo le quali il Presidente della Repubblica avrebbe  ascoltato l’appello di qualcuno e cassato, dal cosiddetto decreto mille  proroghe 2011, la norma che proroga la durata della rappresentanza  oltre il 30 luglio 2011. Mai giubilo fu più inopportuno, perché la stesura definitiva del decreto  in realtà spalanca le porte a indefinite proroghe adottate non più per  legge o per decreto legge (norme dunque sottoposte al voto del  Parlamento) ma disposte con un semplice decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri. Infatti l’articolo del decreto legge di fine anno prevede la proroga  automatica di tutti i provvedimenti elencati alla tabella 1 del decreto  stesso (e si tratta di un elenco lungo parecchie pagine) al 15 marzo 2011 per quelli con scadenza precedente tale date e lascia al  Presidente del Consiglio di decidere come e per quanto tempo  prorogare gli altri provvedimenti, tra cui anche quello (articolo 2257  del decreto legislativo 15 marzo 2010, n. 66) riguardante la  rappresentanza militare. Dunque, da adesso inutile scrivere al Quirinale. Sarà a Palazzo Chigi che si deciderà tutto senza chiedere il permesso a nessuno. Voi la chiamereste ancora “una vittoria”? (fonte Grnet.it)

Posted in Diritti/Human rights, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nessuna proroga per i Cocer

Posted by fidest press agency su venerdì, 31 dicembre 2010

“Voglio esprimere la mia profonda gratitudine al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano che non concedendo la proroga della proroga dei mandati dei Consigli della rappresentanza militare ha dimostrato di aver ascoltato l’appello che lo scorso 23 dicembre gli ho voluto rivolgere affinché non  fossero lesi ancora una volta i diritti dei militari. Voglio anche ringraziare tutti quei “Cittadini in divisa” che in questi giorni hanno sostenuto questa battaglia e li invito a continuate a manifestare civilmente il loro dissenso verso ogni forma di arroganza di illegalità e negazione dei diritti, primo fra tutti quello di poter avere un vero sindacato al pari di quelli della Polizia di Stato.” – Lo dichiara Luca Marco Comellini, segretario del partito per la tutela dei diritti di militari e forze di polizia (Pdm) – “Mi riferisco alla proroga dle mandato dei Consigli delle rapprresentanze militari, i Cocer , Coir e Cobar – prosegue Comellini – inserita “furtivamente” all’interno del decreto milleproroghe con una motivazione a dir poco ridicola e chiaramente sintomo di una volonta tesa a negare ogni diritto democratico all’interno della compagine militare. Quella che ieri non è stata concessa sarebbe stata la seconda proroga consecutiva che avrebbe nuovamente sottratto ai cittadini militari il diritto di eleggere liberamente i loro rappresentanti, nell’attesa di un vero sindacato. Le rappresentanze militari infatti sono solo degli organismi proni ai vertici militari e politici che le utilizzano per giustificare, con falsi consensi, i devastanti provvedimenti che questo governo ha rivolto verso le forze armate. Il testo del decreto tuttavia assegna la responsabilità di negare ai militari il diritto di rappresentanza al Presidente del Consiglio dei ministri che potrà emanare un apposito DPCM per prorogare questo mandato dei Cocer fino al 31/12/2011. Adesso – conclude Comellini – mi auguro che il Presidente Berlusconi non commetta l’errore di cedere alle richieste di proroga che solo i delegati cocer, rappresentanti solo degli “interessi personali” e non di quelli del personale, gli rivolgeranno nei prossimi giorni per continuare ad essere complici di un vertice militare cieco e sordo e di un ministro che non tollerano la democrazia all’interno delle Forze armate. I militari chiedono con forza gli stessi diritti sindacali di cui gode da 30 anni la Polizia di Stato.”

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Aiuti al Veneto

Posted by fidest press agency su giovedì, 23 dicembre 2010

Il Ministro per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione Renato Brunetta esprime viva soddisfazione per l’approvazione in Consiglio dei Ministri delle misure contenute  nel decreto Milleproroghe riguardanti la proroga dei termini per i versamenti di tasse e contributi degli alluvionati del Veneto. “Si tratta di un importante risultato maturato anche grazie al lavoro di squadra fatto con i colleghi Giancarlo Galan e Maurizio Sacconi ed è il modo migliore per augurare buone feste ai concittadini del Veneto che tanto hanno sofferto per effetto dei tragici eventi alluvionali del mese scorso”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »