Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Posts Tagged ‘prova’

Scuola “a prova di disabilità”

Posted by fidest press agency su sabato, 14 settembre 2019

Si torna sui banchi, ma il rientro a scuola purtroppo non è uguale per tutti. Secondo gli ultimi dati MIUR, in Italia gli alunni con disabilità sono oltre 268 mila, il 3,1% della popolazione studentesca. In particolare, gli studenti che soffrono di patologie visive sono circa 4 mila (l’1,4%).Nel corso degli anni il sistema scolastico italiano ha accolto sempre più disabili – più del doppio rispetto a vent’anni fa – ma non sempre questo implica una piena inclusione.Nel caso della disabilità visiva, uno dei maggiori problemi è l’istruzione sempre più “indifferenziata” e “generalista”, che riduce a sole poche ore gli insegnamenti riservati ai ragazzi non vedenti e ipovedenti.In questo scenario, le nuove tecnologie giocano un ruolo fondamentale per migliorare la qualità dello studio dei bambini e ragazzi che soffrono di disabilità di vario genere, permettendo loro di svolgere attività altrimenti precluse e favorendo così l’integrazione sociale.Tra le novità tecnologiche per non vedenti, ipovedenti e dislessici gravi ci possono essere delle soluzioni molto intuitive, che funzionano grazie alla gesture technology, una tecnologia futuristica che si attiva ed esegue operazioni interpretando i gesti, un esempio è OrCam MyEye da poco arrivata in Italia; si tratta di una piccola smart camera, delle dimensioni di un dito, che si attacca con un magnete all’asticella degli occhiali (finti) e permette di leggere in tempo reale testi stampati e in formato elettronico. Un grande aiuto per la lettura e lo studio, ma anche per la socializzazione di bambini e ragazzi non vedenti: OrCam MyEye infatti è anche in grado di riconoscere istantaneamente i volti captati nel campo visivo e memorizzarli, i colori, i prodotti e le valute.Qualche dato in più:
La percentuale di studenti che soffrono di patologie visive è maggiore nelle scuole di secondo grado (2%);
Meno del 50% degli insegnanti di sostegno conosce il braille, ed il 77% di essi non ha competenze tiflologiche;
Il numero medio di ore settimanali di sostegno in favore dei ragazzi minorati della vista – tra insegnanti specializzati ed “assistenti” – si aggira intorno a 27,7;
Il 13% degli allievi disabili visivi segue singolarmente la lezione nell’aula di sostegno
(Fonte dati: MIUR: “I principali dati relativi agli alunni con disabilità” – Maggio 2019)
By Tatiana Marchisio – Ufficio stampa OrCam Technologies.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

76° Corso di Studi cristiani: “L’umano alla prova”

Posted by fidest press agency su martedì, 21 agosto 2018

Assisi dal 22 al 26 agosto alla Cittadella di Assisi, organizzato dalla Pro Civitate Christiana, affronterà il tema “L’umano alla prova”, autentica sfida culturale del nostro tempo.
La Laudato SI’, 202, di Papa Francesco, costituisce il focus principale, dal quale prendono il via le varie Sessioni del Corso.Riteniamo molto significativa la citazione testuale:«Molte cose devono orientare la propria rotta, ma prima di tutto è l’umanità che ha bisogno di cambiare», osserva Papa Francesco in Laudato Sì, 202. E poi spiega: «Manca la coscienza di un’origine comune, di una mutua appartenenza e di un futuro condiviso da tutti. Questa consapevolezza di base permetterebbe lo sviluppo di nuove convinzioni, nuovi atteggiamenti e stili di vita. Emerge così una grande sfida culturale, spirituale ed educativa che implicherà lunghi processi di rigenerazione».
Associazioni, gruppi, movimenti e singoli, credenti e non credenti, si incontreranno per il 76° Corso di studi della PCC, per riflettere e avanzare proposte di dialogo affinchè la svolta che Papa Francesco ha posto in atto metta radici. Si tratta, infatti, di tradurre in scelte concrete e durature la proposta di cambiamento che sgorga profetica dal magistero di Francesco.
I filosofi, Laura Boella, Donatella Di Cesare, Salvatore Natoli, il cibernetico, epistemologo e scrittore Giuseppe O.Longo, il giornalista scientifico e scrittore Pietro Greco, la biblista Rosanna Virgili, il teologo e saggista Brunetto Salvarani, Francesco Comina, giornalista e saggista, i testimoni Marco Pozza, Padre Alejandro Solalinde, Fondatore del Centro ‘Hermanos en camino’ in Messico, Francesca Di Maolo, Presidente Istituto Serafico di Assisi , Enzo Bianchi, Fondatore della Comunità di Bose, segneranno valide piste di ricerca e di riflessione, dalle quali ci auguriamo che i partecipanti traggano fermenti di vita che diano consistenza e spessore all’umano.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola – Prove Invalsi terza media, solo un computer ogni 2-3 alunni

Posted by fidest press agency su lunedì, 19 marzo 2018

Da quest’anno, in occasione degli esami di licenza media le verifiche si svolgeranno, tra il 4 e il 21 aprile avvalendosi, del personal computer. Ma ora si scopre, leggendo un comunicato emesso in queste ore dall’Invalsi, che non vi sono le condizioni tecnologiche per garantire ad ogni alunno di utilizzare un proprio computer: “gli studenti coinvolti sono 574.600 e – dal censimento delle strutture informatiche effettuato da INVALSI – le postazioni effettive risultano 216.000, il che significa che ogni scuola ha a disposizione un computer per ogni 2,5 studenti circa”. L’Invalsi parla di “un dato molto incoraggiante”, ma non è così: le prove dovranno infatti necessariamente essere somministrate in momenti diversi e, andando oltre alla mancata contemporaneità, preoccupa che la dotazione complessiva tecnologica in seno ai nostri istituti sia così povera.Marcello Pacifico (Anief-Cisal): Nelle scuole italiane il numero di postazioni digitali ‘vere’, in grado di essere connesse ad una rete internet moderna e reggere il peso di sistemi operativi e software aggiornati, risulta del tutto inadeguato rispetto alla quantità dei nostri alunni. Perché, se a dividersi una postazione sono tra i due e i tre alunni delle classi di terza media, come dice l’Invalsi, questo significa che, quando si considerano anche le prime e le seconde classi, ogni istituto può mettere a disposizione appena un computer ogni otto-nove alunni. Questo preoccupante dato conferma la lontananza dell’Italia dalle realtà scolastiche più avanzate, come i Paesi del Nord Europa, dove le dotazioni informatiche risultano in numero maggiore, garantendo in molti casi un computer per ogni allievo. A tale avvilente constatazione si aggiunge la logica distorta che c’è dietro all’imposizione delle prove Invalsi. L’eccesso di uniformità andrebbe sostituito con un investimento verso la formazione di tipo attivo, come giochi di simulazione, cooperative learning and serving, peer education e flipped classroom. Lasciando alle prove Invalsi il loro unico obiettivo, ovvero l’effettuazione di monitoraggi per indicazioni generali. Sul piatto va infine messo anche un altro dato: quello che i test Invalsi hanno ripercussioni dirette sul Rav, il rapporto di autovalutazione scolastico, e anche sulla valutazione diretta dei singoli insegnanti, senza che venga conferito un peso adeguato al tessuto sociale. Ad esprimere forti perplessità, recentemente, sono state anche decine di accademici di tutto il mondo.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Doppia prova della Costituzione per il NO

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 novembre 2016

per-noi-e-noBologna 19 Novembre all’Estragon, tempio della musica live noto in tutta Italia e sede di un’altra memorabile chiusura di campagna, quella di Giuseppe Civati del 2013 si terrà la doppia prova della Costituzione e del «che cosa» fare dopo il terremoto invita la politica a ritrovare se stessa, recuperando il giusto tono e dando il giusto peso alle questioni profonde, davvero importanti.” Per Civati: ” abbiamo affrontato la campagna referendaria, che abbiamo portato avanti con serietà e responsabilità, senza eccessi verbali, senza tatticismi.Esponendo le ragioni del no in maniera ragionata, consapevole, unitaria. Ed è con questo stesso spirito che vogliamo ribadire ancora una volta che “Per noi è NO” L’appuntamento è per il 19 Novembre a Bologna all’Estragon, tempio della musica live noto in tutta Italia e sede di un’altra memorabile chiusura di campagna, quella di Giuseppe Civati del 2013″. Ospiti di Elly Schlein e della consigliera regionale Silvia Prodi, con Giuseppe Civati e con tutti noi avremo alcune tra le più importanti personalità del mondo costituzionale, che come noi hanno scelto di sostenere il NO, quali Giovanni Maria Flick, Gianfranco Pasquino, Carmela Salazar, Barbara Randazzo, Maurizio Viroli e Roberto Zaccaria, coordinati come sempre dal nostro Andrea Pertici. Inoltre, la giornata avrà tra i suoi invitati gli esponenti di tutti i comitati per il NO che in questi mesi si sono attivati nel campo progressista. (foto: per noi è no)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Prova bikini e incontinenza

Posted by fidest press agency su sabato, 27 luglio 2013

“In presenza di un problema di aumentata frequenza nel fare pipì a volte può essere opportuno porre anche una particolare attenzione all’alimentazione – spiega la dottoressa Antonella Biroli, Fisiatra dell’Ospedale S. Giovanni Bosco di Torino – poiché ci sono cibi che, se consumati in eccesso, possono essere diuretici, mentre altri possono avere effetti irritativi sulla vescica. Il the, il caffè, l’alcool, alcuni succhi di frutta – come quello di pompelmo – possono avere un effetto diuretico e i cibi piccanti, le bevande gassate, gli alimenti acidi – come pomodori e agrumi – per alcune persone rappresentano fattori irritanti per le vie urinarie e quindi possono aumentare il senso di urgenza minzionale”.Per quanto riguarda invece l’assunzione di liquidi, se da una parte è vero che bere regolarmente può aiutare a regolarizzare l’intestino e limitare l’insorgenza di cistiti acute o calcoli urinari, dall’altra parte nella maggior parte dei casi non è necessario imporsi di superare un litro e mezzo di acqua al giorno in presenza di una dieta ricca di frutta e verdura. “Al contrario, le persone affette da urgenza minzionale, come nel caso di vescica iperattiva, possono avere effetti negativi da un eccessivo apporto di liqudi e aumentare la frequenza urinaria e l’urgenza. Quando si verifica un aumento di produzione di urina durante la notte (poliuria notturna), è opportuno bere meno nelle ore serali, naturalmente tenendo conto delle necessità del nostro corpo nei periodi più caldi, legate alla sudorazione”, consiglia Biroli.
Naturalmente è importante tenere conto anche degli effetti dell’alimentazione sul peso. Antonella Biroli aggiunge: “L’obesità è un fattore negativo sia per l’incontinenza sia per il prolasso genitale, in quanto il peso influisce sul sostegno degli organi pelvici (statica pelvica) e favorisce l’aumento della pressione endoaddominale con effetti negativi anche sulla continenza urinaria. Molti studi hanno dimostrato come una perdita di peso del 5-10% favorisca un miglioramento dell’incontinenza”.Anche una regolare funzione intestinale può condizionare il comportamento della vescica per diversi aspetti. Ogni donna dovrebbe privilegiare una dieta ricca di fibre(frutta, verdura), che con il giusto apporto di liquidi aiuta a mantenere un transito intestinale regolare.In riva al mare meglio evitare di fumare, anche se questo fattore non rappresenta una causa diretta di incontinenza. “La tosse persistente provocata dal fumo stesso è un elemento negativo per la continenza: l’aumento di pressione che la tosse determina all’interno dell’addome favorisce, infatti, le fughe urinarie da sforzo”,commenta la fisiatra. E aggiunge: “Per ‘mantenersi in forma’ in vista dell’estate molte donne frequentano palestre o fanno esercizi domiciliari. Dovrebbero però evitare esercizi che comportino una contrazione dei muscoli addominali non controbilanciata da una simultanea contrazione dei muscoli del pavimento pelvico. In genere quest’ultima non viene appresa ed esercitata volontariamente, quindi la sola attivazione dei muscoli addominali comporta un contemporaneo sovraccarico dei muscoli pelvici. Al contrario, è utile praticare un’attività fisica regolare di intensit&agrav e; lieve/moderata, come ad esempio camminare. Il nuoto o la ginnastica in acqua sono benefici, soprattutto in caso di sovrappeso, in quanto consentono di allenare la muscolatura in assenza di gravità e con meno traumi, sia articolari che pelvici”.In vacanza meglio porre attenzione anche all’utilizzo di alcuni farmaci, che tendono a far peggiorare l’incontinenza: naturalmente i diuretici, i tranquillanti assunti per combattere l’insonnia – perché rendono meno sensibili al riempimento vescicale durante il sonno -, alcuni antdepressivi e anti-ipertensivi.È importante ricordare che in presenza di incontinenza urinaria può essere utile in moltissimi casi la riabilitazione del pavimento pelvico; per alcuni tipi di incontinenza ci sono terapie farmacologiche efficaci. Infine in caso di inefficacia di terapie conservative la chirurgia nel corso del tempo si è evoluta proponendo interventi sempre meno invasivi e sempre più efficaci. “Se il problema viene affrontato per tempo, nella quasi totalità dei casi sono possibili miglioramenti estremamente significativi e anche la completa guarigione per arrivare più sereni e in forma all’estate, pronti per partire per le vacanze”, conclude Biroli.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Referendum

Posted by fidest press agency su lunedì, 6 giugno 2011

Su ragazzi, un ultimo sforzo. E’ quello che vi chiedo di fronte all’ennesimo tentativo del governo di scipparci il diritto di scegliere. Lo sforzo di resistere e di attendere la decisione della Corte Costituzionale a cui ha fatto ricorso l’Avvocatura Generale dello Stato per chiedere l’inammissibilità de referendum su nucleare in seguito al mandato ricevuto dal solito Silvio da Arcore. Sono sicuro, ritenendo ineccepibile la decisone della Cassazione, che il governo prenderà una sonora bastonata e dovrà incassare un’altra sconfitta. Ma capisco che per noi è un’altra prova di nervi che vinceremo in nome della democrazia.
Perché acqua pubblica, nucleare e uguaglianza davanti alla legge non sono argomenti di sinistra o di destra, sono principi di tutti e tutti hanno il diritto di dire come la pensano. Berlusconi le sta provando davvero tutte, ha paura perché, più che gli interessi di tutti (anche del suo elettorato), è bravo a fare i suoi interessi e quelli degli amici con cui fa affari. Ecco perché, mentre con la mano destra dice di rispettare il volere popolare, con la sinistra cerca di fare quello che gli serve, in barba a quella volontà del popolo che viene invocata dal centro destra solo in caso di vittoria. Berlusconi sembra un vecchio leone in gabbia che non accetta che gli italiani siano diventati insensibili alle sue lusinghe. Non bastano più le sue false promesse, non basta più nemmeno il controllo della televisione. Per dirne una, nonostante il richiamo dell’Autorità garante delle Comunicazioni alla Rai sul vuoto informativo attorno alla consultazione referendaria e la minaccia di una sanzione, ancora oggi quello che si vede in televisione assomiglia ad una farsa, ad una presa per i fondelli, ad una toppa peggiore del buco. Il Tg1 parla dei referendum, ma per dire che il premier li reputa inutili! Poi passa, con un volo pindarico, prima alle intenzioni di voto dei partiti, poi, altro volo pindarico, alla nomina di Alfano alla segreteria del Pdl. Ma non si illuda Berlusconi, gli italiani hanno capito che la posta in gioco non è mia, né tua, né sua … ma di tutti. Il vento sta cambiando e i cittadini di questo meraviglioso Paese sono pronti a mandare a casa questa banda di incapaci che ci governa. (Felice Belisario)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Essere ciò che non siamo

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 aprile 2011

In questi ultimi anni gli italiani continuano ad essere “plagiati” da una propaganda ossessiva e deformante riguardo molti aspetti della vita. Pensiamo al nostro innato senso di ospitalità e di solidarietà per i più deboli e le vittime allorchè siamo messi alla prova da una propaganda “martellante” che li fa passare per criminali e violentatori tanto che se vediamo una zingara per strada siamo portati a toccarci il portafoglio nel timore d’essere borseggiati, o se vediamo un gruppo di giovani di colore o dagli occhi a mandorla ci giriamo e ci rigiriamo a guardarli passare pronti a cogliere un gesto di ostilità e persino se il nostro panettiere è del Bangladesh, il fruttivendolo è egiziano e il barista è cinese ci sorprendiamo con un gesto di stizza pensando ai nostri figli disoccupati. Non vi è dubbio, ovviamente, che tra gli immigrati vi siano persone inaffidabili così come lo sono gli autoctoni che militano nella malavita organizzata o in quella di quartiere. Va, tuttavia, precisato che il problema è spostato erroneamente tra la gente mentre la sua soluzione va ricercata in altri ambiti. Ricordo una mia inchiesta di qualche anno fa in Romania dove mi fu detto che la recrudescenza della delinquenza rumena in Italia dipendeva dal fatto che un gran numero di soggetti pericolosi preferivano scegliere l’Italia per via delle sue leggi permissive e se colti in flagrante avevano comunque la possibilità di farla franca. E’ qui sta proprio il punto. Non si tratta, beninteso di scomodare parole quali giustizialimo e garantismo per avere un’idea del come è ridotta la giustizia nel nostro paese dove se si pensa a riformarla lo si fa solo per evitare che un noto personaggio possa finire nelle sue grinfie. Una società evoluta fonda i suoi principi nel rispetto delle regole, nella certezza della pena e nell’uguaglianza dei cittadini ad essere giudicati da una magistratura indipendente dagli altri poteri dello stato. Noi per essere chiari abbiamo bisogno di una giustizia ad intervento rapido per raggiungere una sentenza in tempi, ma è una cosa diversa dal processo breve che intendono ammannirci. In altre parole se le indagini della procura possono essere ottenute nel giro di qualche mese perché non è possibile ridurre i tempi processuali per ottenere una condanna altrettanto veloce? In definitiva se  commetto un reato e so che le probabilità d’essere arrestato sono elevate devo anche sapere che nel giro di sei mesi al massimo un giudice potrà arrivare ad un sentenza definitiva di assoluzione o di colpevolezza. E’ questo il vero nodo della questione, non altri. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tra chi crede e non crede

Posted by fidest press agency su sabato, 29 gennaio 2011

Di questi tempi è forte la tensione tra chi sostiene una causa e i suoi oppositori. A sentirli pare, per quelli che credono, non sia necessario esibire prove mentre quelli che non credono nessuna prova è sufficiente. Se ci riferiamo ai due fatti politici che riscaldano il clima di questi giorni niente appare più calzante. Prendiamo l’appartamento che si dice svenduto da un partito di cui era segretario Gianfranco Fini, attuale presidente della camera, recando di conseguenza un danno economico al suo movimento e un vantaggio personale. L’ultima prova esibita è una dichiarazione del Ministro Frattini, resa in Senato, per rispondere ad una interpellanza di un senatore, dove si precisa che è stata ufficializzata la proprietà dell’appartamento di Montecarlo e che ora risulta del cognato di Fini. Manco a dirlo il diretto interessato e i suoi amici gridano “allo scandalo” perché si sta facendo un uso politico di una vicenda penalmente e civilmente irrilevante. Poi, sull’altro versante, vi è l’accusa della procura di Milano nei riguardi del presidente del Consiglio per “concussione e ricorso alla prostituzione minorile”. Altro clamore tra quelli che credono e quelli che non credono. I primi ritengono che non sia necessario esibire prove perché è tutta una montatura processuale-mediatica e che si risolverà con un nulla di fatto. Gli altri, invece, che hanno innescato l’accusa, ritengono che nessuna prova è sufficiente per assolvere chi è, per loro, colpevole a tutti gli effetti. La condanna deve considerarsi definitiva. Non solo c’è anche chi soggiunge che questo rimpallarsi di accuse e di difese ad oltranza spingono il presidente a non dimettersi per non essere impallinato dai suoi nemici e che, quindi, fanno il suo gioco. In pratica ci troviamo al cospetti di chi alza il livello delle accuse per sostenerlo e chi lo supporta, ma sotto sotto, spera che se ne vada per oscuri e inconfessati interessi personali. Alla fine a perderci su questo balletto del tira e molla sono gli italiani e quanti ne traggono motivo per disprezzare la politica e per ingrossare le fila di coloro che non andranno a votare. E già oggi si aggirano sul 40%. E’ un suicidio politico che rende la democrazia dimezzata e in balia degli imbonitori di turno. E’ una situazione a dir poco inquietante poiché, a spuntarla, saranno proprio coloro che ne trarranno il maggior profitto: per interessi corporativi, clientelari, per il voto di scambio e per le interferenze della malavita organizzata. Siamo sul crinale di un baratro e non sembra che ci accorgiamo del pericolo incombente. E’ questo il de profundis della politica perché a gestirla sarà sempre meno la parte sana del paese e sempre più i “comitati d’affari”. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Un’imperdonabile superficialità

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 gennaio 2011

Lettera al direttore. Alfonso Signorini, su Tv Sorrisi e Canzoni n. 2, scrive: “Elton John è diventato papà…a me viene da pensare al piccolo Zachary. Che non potrà contare sulla figura veramente insostituibile per un bambino: quello della madre…Sono d’accordo con Papa Benedetto XVI  quando afferma che i bambini devono crescere in una famiglia dove ci sono un papà e una mamma”. Ora, quando si fa un’affermazione di tale importanza, non sarebbe intellettualmente onesto avallarla con uno straccio di prova? E’ provato scientificamente che l’amore della madre biologica sia insostituibile? E conclude, Alfonso Signorini: “Lasciatemi dire che Elton e David secondo me sono andati un po’ oltre i propri  «diritti». Pensando probabilmente troppo ai propri desideri e troppo poco alle esigenze di un bambino”. Sempre secondo Signorini. Secondo Elisa, però, definire genericamente “desideri” il desiderio di paternità e di maternità, è un’imperdonabile superficialità. Il desiderio meraviglioso di avere un figlio, non può essere messo sullo stesso piano del desiderio di avere una villa al mare, del successo, o di qualsiasi altra cosa. Non si tratta dell’intensità del desiderio, della quantità, bensì della qualità. (Elisa Merlo)

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Incontro con il generale Garofano

Posted by fidest press agency su martedì, 7 settembre 2010

Poggiardo 8 settembre 2010, alle ore 20:30, presso il Palazzo della Cultura di Poggiardo (ex sede municipale in Piazza Umberto I), si terrà un incontro dal titolo “La prova scientifica nel processo penale, al quale parteciperà Luciano Garofano, uno dei maggiori esperti sul campo. Generale in congedo del RIS di Parma, biologo forense, un’intera vita dedicata alle investigazioni scientifiche, Luciano Garofano è autore di alcune pubblicazioni scientifiche (“Assassini per caso, “Il processo imperfetto”, “Delitti e misteri del passato”, “Delitti imperfetti atto I e II”) sui nuovi mezzi di indagine, che hanno riscosso grande successo grazie anche alla capacità di rendere fruibili per il grande pubblico casi complessi come quello di Cogne, del serial killer Donato Bilancia, del giallo di Perugia e di molti altri che hanno solcato le prime pagine dei quotidiani nazionali. L’incontro verrà introdotto dall’avvocato Luigi Corvaglia, componente della Giunta della Camera Penale di Lecce. Parteciperanno inoltre il Consigliere regionale dell’Italia dei Valori nonché Presidente della IV Commissione consiliare Aurelio Gianfreda, il Sindaco di Poggiardo Silvio Astore e il Presidente dell’Associazione culturale “Fare Comune” Tonino De Santis, organizzatrice dell’evento con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale di Poggiardo. Modererà l’incontro la giornalista Serena Costa. La prova scientifica è la protagonista, nel bene e nel male, dei processi penali degli ultimi vent’anni. Nel bene, nella misura in cui riesce a dare risposte veloci e la cui esattezza è difficilmente confutabile (ne è emblema il caso Elisa Claps). Nel male, in quanto spesso diventa la prova determinante nella risoluzione dei processi penali, dividendo l’opinione pubblica e lasciando poco spazio all’interpretazione del giudice. Proprio nel 2010, poi, è stata creata la cosiddetta banca dati del Dna e delle impronte digitali, che permetterà riscontri molto più efficaci nell’individuazione dei colpevoli. Di affidabilità del dna, di scena del crimine e di cultura delle scienze forensi in Italia parlerà appunto il gen. Luciano Garofano.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I quiz a medicina e chirurgia

Posted by fidest press agency su giovedì, 2 settembre 2010

Ci auguriamo che la protesta dei presidi e dei rettori delle facoltà di medicina di tutta Italia venga ascoltata dal ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca, Mariastella Gelmini e dal governo, altrimenti L’Italia rischia di rimanere nel giro di un decennio senza camici bianchi. Sono iniziati i test per la prova nazionale di medicina e chirurgia che vede impegnati oltre 90mila candidati per soli 8.755 posti. Una situazione insostenibile che non a caso sta provocando polemiche anche tra i diretti interessati, gli studenti e le loro associazioni. Giustamente, perché gli attuali test d’ingresso sono quiz utili per portare denaro nelle casse delle scuole private, ma non hanno nulla a che fare con la scienza medica; spesso anzi, impediscono ai più meritevoli l’accesso agli studi.
E’ necessaria una programmazione seria che tenga conto del numero di studenti che raggiungono effettivamente la laurea: uno su quattro. Invece di inficiare gli studi liceali con improbabili quiz sarebbe più giusto considerare il voto di maturità e quelli conseguiti negli ultimi due o tre anni di scuole superiori nelle materie scientifiche. Come strumento di selezione si può pensare anche ad un biennio comune per le facoltà scientifiche: chi consegue una media alta può proseguire gli studi. Chi invece non fa tutti gli esami o consegue voti bassi, può optare per una laurea breve previo esame di idoneità. Il tentativo di laurearsi deve essere consentito a tutti, la selezione, che e’ cosa diversa, e’ necessaria e deve essere fatta non con il blocco, ma ispirandosi a criteri di giusta valorizzazione del merito. Il libero accesso al sapere, per chi ne ha voglia e capacità, è un diritto costituzionalmente garantito. (Antonio Palagiano) Il parere del ministro:qui

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il Paradiso può attendere

Posted by fidest press agency su domenica, 8 agosto 2010

Roma 8 agosto 21 e 45. Via di San Gregorio – Parco del Celio All’Ombra del Colosseo”Il comico di Colorado Cafè ironizza sul tema della morte nel suo show “Indovina un po’ chi è morto?”
La morte, il paradiso, San Pietro ma anche Lippi, tutto in salsa romanesca. Sono i temi forti dello show “Indovina un po’ chi è morto?” che Antonio Giuliani,beniamino del pubblico di Colorado Cafè, mette in scena  nella rassegna “All’Ombra del Colosseo”.
Il comico capitolino si mette  alla prova con un tema impegnativo come quello della morte per raccontare lo spirito del popolo romano, dissacratore fino alle estreme conseguenze, capace di ironizzare su tutto, anche sull’evento più drammatico dell’esistenza umana.
“Indovina un po’ chi è morto?” inizia con un incidente d’auto, dopo il quale Giuliani si ritrova in paradiso. “A Giulia’, guarda che sei morto!” annuncia una voce. Da qui parte il percorso del giovane cabarettista che porterà il pubblico del Parco del Celio a guardare alla vita con gli occhi irriverenti del popolo romano che non teme di ironizzare persino della morte. Arrivato di fronte a San Pietro, infatti, la prima cosa che Giuliani dice è “Ammazza san Pie’, che casa che te sei fatto! Una battuta che centra in pieno la capacità dei Romani di vivere qualsiasi situazione, anche la più dura, con una ironia e disincanto, al quale dobbiamo la nascita di espressioni popolari come “tua socera sta a guarda’ i fiori dalle radici!” . La morte ovviamente non è solo quella fisica. Il tema di “Indovina un po’ chi è morto?” assume diverse sfumature, sino a trasformarsi in una riflessione su altri tipi di morte: della politica, della società, persino quella della nazionale di calcio, offrendo lo spunto per una serie di battute al vetriolo indirizzate, ovviamente, all’ex CT Marcello Lippi. (giuliani)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gaz de France–Suez: è per i sindacati poco affidabile

Posted by fidest press agency su sabato, 31 luglio 2010

Gaz de France – Suez è il quarto gruppo al mondo nel Settore dell’elettricità e del gas, controllato dallo Stato Francese che detiene oltre il 35% del capitale. La sua costituzione risale al 22 luglio 2008 a seguito della fusione della francese  Gaz de France e della belga Suez, per contrastare l’OPA ostile lanciata a suo tempo dall’Enel su quest’ultima.  In breve, una risposta protezionistica al mercato libero, tipica della Francia. Fin qui tutto bene se non fosse che questo Gruppo sotto controllo pubblico, che si fregia di “Codici Etici”, “Responsabilità Sociale” ecc. ecc. alla prova dei fatti risulta cinico e spregiudicato come una qualsiasi Multinazionale privata.  Cofely Energia, controllata da Cofely Italia, è una Società da GDF France – Suez, costituita  per entrare nel business energetico italiano grazie all’acquisto di alcuni impianti da Edison. A Cofely Energia fa capo l’Impianto di Settimo Torinese, che la Società ha deciso di chiudere in quanto privo di mercato e di un adeguato piano industriale, così come tutto il parco di generazione societario. Poco importa, al “colosso pubblico francese” se alcune decine di Lavoratori italiani perdano il lavoro e che altri, probabilmente, nei rimanenti impianti possano essere destinati alla stessa sorte.
Gas de France, si sta dimostrando poco affidabile in quanto, scadute le agevolazioni CIP6 sta abbandonando gli impianti, senza destinare risorse per investimenti e sviluppo per renderli compatibili con il mercato.  Alla faccia della “social responsability”: protezionismo in casa propria e mordi e fuggi in casa d’altri.  Il Governo italiano, le Istituzioni nazionali e locali, dovrebbero cominciare ad interrogarsi sulla necessità di adottare, anche in Italia, misure a protezione del proprio patrimonio industriale e produttivo dell’occupazione riguardante il futuro dei Lavoratori italiani.  Le Federazioni di categoria del Settore elettrico italiano, Filctem – Flaei – Uilcem, stanno già facendo la loro parte dopo tutti i tentativi di composizione bonaria hanno proclamato lo sciopero per il prossimo 30 luglio 2010, per scongiurare la chiusura di Settimo Torinese senza adeguati strumenti di protezione a garnazia dei Lavoratori, per conquistare un futuro per tutto il parco impianti di Cofely Energia smascherando, tra l’altro, l’ipocrisia delle parole del  Chairman and Chief Executive Officer – Gérard Mestrallet, che nascondono il volto cinico e spregiudicato di GDF – Suez:  “A sustainable company is an ethical company. For me, this is a core belief. It needs to be our focus for GDF SUEZ.” (una Società sostenibile è una Società etica. Per me questa  è una convinzione. Essa deve essere un punto di riferimento per GDF Suez)

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Una manovra economica iniqua

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 luglio 2010

“La manovra economica è iniqua e squilibrata. E’ un provvedimento che chiede sacrifici solo ai redditi medio bassi, proprio quelli che, come oggi dimostrano i dati dell’Istat, stanno sprofondando verso la soglia di povertà. Ad essere risparmiati, ancora una volta, sono i grandi patrimoni, gli evasori fiscali e le rendite finanziarie”. Lo dichiara Massimo Donadi, presidente dei deputati di Italia dei Valori. “Proprio per questo, Tremonti blinda la manovra perché così come è stata congegnata non reggerebbe alla prova del parlamento, a partire dalla sua stessa maggioranza. Questa è la prova, semmai ce ne fosse ancora bisogno, che il governo è al capolinea” conclude Donadi.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Campionato Italiano Hard Trial

Posted by fidest press agency su sabato, 15 Mag 2010

Castellinaldo 16 maggio nel Roero, prima prova di Campionato Italiano Hard Trial, che si svolgerà all’interno del Trial Park Varata in via Canale 9. Sulle difficili zone disegnate dal sette volte tricolore Diego Bosis si sfideranno tutti i più bravi piloti italiani e il campione del mondo junior Jack Challoner, vero astro nascente nel panorama internazionale. Un bus navetta messo a disposizione dall’organizzazione avrà cura di trasferire il pubblico, in maniera del tutto gratuita, dalla zona di partenza –arrivo situata nella piazza principale del paese, al trial park il luogo dove i trialisti daranno spettacolo. Per favorire l’afflusso degli appassionati, anche quest’anno l’ingresso sarà del tutto gratuito. Le dodici zone che discrimineranno i piloti, saranno assolutamente spettacolari e molto comode da seguire, perché tracciate nell’arco di poche decine di metri l’una dall’altra. A disposizione del pubblico anche uno speaker, che illustrerà le performance tecniche dei piloti, e un servizio di ristoro con un fornito bar. La giornata sportiva inizierà già dal mattino con la gara riservata ai piccoli Juniores e alle ragazze, che si confronteranno su sei sezioni facilitate nell’arco di tre giri. Partenza della gara clou alle ore 13, e se il tempo atmosferico, come previsto, offrirà un sole spendente, sarà l’occasione ideale per passare una bella giornata a contatto con la natura e lo sport. La giornata si concluderà con le premiazioni, sul palco del bilico predisposto nell’area paddock, in via S. Damiano dalle ore 16.00 , e prevede oltre alle coppe ed i trofei di rito la consegna di un magnum di vino del Roero grazie alla cortesia ed alla disponibilità dei “Vinaioli di Castellinaldo” (jack challoner)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Hard Trial Assoluti d’Italia”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 Mag 2010

Castellinaldo (Cn) 16/5/2010  in V. Canale 9. Stanno lavorando alacremente i soci del MC Castellinaldo, in vista dell’impegno che li coinvolgerà direttamente domenica prossima. È infatti in calendario la prima prova di “Hard Trial Assoluti d’Italia” che si svolgerà interamente all’interno dell’area sportiva permanente del Trial Park Varata, a Castellinaldo. I più bravi trialisti d’Italia si daranno battaglia sulle sezioni preparate per l’evento, magistralmente tracciate dal sette volte campione italiano Diego Bosis. E per tenere fede allo spirito stesso che animerà tutto il campionato, incline a proporre zone dure e difficili, i piloti troveranno pane per i loro denti. Paddock e palco partenza/arrivo sistemati in Via S. Damiano, con la possibilità di vedere a lavoro piloti e meccanici, il trasferimento al trial park dove si terrà la gara, è previsto con bus navetta gratuiti. Già a partire dal mattino si potranno vedere impegnati tre le fettucce i piloti juniores, le speranze future del trial, e la categoria femminile, che si disputeranno la vittoria su sei zone a loro dedicate, per lasciare intorno alle ore tredici il campo a disposizione dei piloti big, che saranno impegnati su dodici zone per due giri consecutivi. Fabio Lenzi, detentore del titolo, Matteo Grattarola, campione italiano in carica, e Daniele Maurino, coriaceo pilota piemontese, con ogni probabilità saranno coloro tra i quali si deciderà la vittoria, ma ci saranno da seguire le evoluzioni di tutti i bravi piloti che animano le gare del Campionato Nazionale; Andrea Vaccaretti, Miki Orizio, Simone Staltari, Francesco Iolitta, sono solo alcuni tra questi. Gli organizzatori sperano di replicare il successo di pubblico dell’anno scorso, invitando tutti a raggiungere il Trial Park Varata per entrare in contatto con questo magnifico ed ecologico sport motociclistico, in modo comodo e spettacolare. Per ulteriori informazioni http://www.trialparkvarata.it  (Trial Park Varata Press Office)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Una prova di democrazia in tempo di crisi

Posted by fidest press agency su martedì, 13 aprile 2010

A cura di Fondazione  Leone Moressa e Fabiano  Longoni  Prefazione del Cardinale Angelo  Scola (Marcianum Press, 2010, pp. 168 ISBN: 978-88-6512-009-5 Prezzo: € 18.000) Una tavola rotonda in cui diversi Attori territoriali (sindacati, associazioni di  categoria, diocesi, Istituzioni Pubbliche) si  confrontano  per offrire un quadro “dinamico” della realtà e intervenire nel dibattito in corso sulla crisi economica-finanziaria in modo innovativo e  costruttivo. Lo sviluppo futuro passa attraverso un nuovo modo di fare politica e politiche.  Dalla prefazione del Cardinale: Innovazione, cultura ed educazione sono per me le tre parole chiave per affrontare il delicato momento presente. In vendita nelle migliori librerie; per maggiori informazioni consultare il sito http://www.marcianum.it nella sezione dove trovare i nostri libri

La Fondazione Leone Moressa è un istituto di studi e ricerche nato nel 2002 da un’iniziativa della  Associazione Artigiani e Piccole Imprese con lo scopo di valorizzare la cultura, il ruolo sociale ed  economico dell’artigianato e della piccola impresa.  Destinatari: studenti, Centri Studi di ricerca, Associazioni di Categoria, Università, Cooperative, Sindacati, Caritas.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

A Milano 200 euro per chi adotta un anziano

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 aprile 2010

“Sono tendenzialmente favorevole ad una iniziativa di questo genere, ma non dobbiamo dimenticare che le persone non sono delle merci e vagliare attentamente le modalità di controllo e di scelta delle famiglie affidatarie”. Con queste parole il vice responsabile per la città di Milano dell’Italia dei Diritti Luca Ragone esprime la sua opinione in merito alla proposta sperimentale promossa dal comune di incentivare, attraverso l’erogazione di un contributo mensile medio di duecento euro, l’assistenza a distanza di anziani da parte delle famiglie milanesi. Secondo quanto previsto dal progetto, prima di dare avvio all’affido, gli uffici comunali provvederanno ad effettuare i necessari colloqui con le famiglie, a predisporre test psicologici, e a pianificare un primo periodo di prova. “Preparare pranzi, occupare il tempo libero con un film al cinema o uno spettacolo a teatro, prenotare un appuntamento dal parrucchiere, sono certamente attività che contribuiscono alla felicità dell’anziano, solitamente ridotto in solitudine – conclude l’esponente del movimento presieduto da Antonello De Pierro -, ma  mi chiedo se il progetto di affido valuta anche la possibilità di riempire le ore più critiche per queste persone, ossia quelle serali. E come verranno effettuati i controllo sull’andamento dell’assistenza?”.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | 3 Comments »

Ciclismo: La “Coppi & Bartali”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 24 marzo 2010

San Lazzaro 24 marzo ospita, per il secondo anno consecutivo, una tappa della Settimana Internazionale di Coppi e Bartali – Trofeo Unicredit Banca, gara ciclistica organizzata dal Gruppo Sportivo Emilia in programma dal 23 al 27 marzo 2010.  La “Settimana” è l’unica manifestazione in Emilia Romagna di ciclismo professionistico che si svolge a tappe. Quest’anno la tappa sanlazzarese, a differenza di quella del 2009, consiste in un circuito cittadino. Inoltre, quella di San Lazzaro è l’unica che interessa la provincia di Bologna.  Tra le tante iniziative legate alla gara valida come prima prova della Challenge UniCredit Banca Emilia Romagna e del campionato italiano a squadre, di particolare interesse sarà la presenza, nelle sedi di partenza di tappa, del Pullman Azzurro della Polizia Stradale.  Per consentire il corretto svolgimento della gara sono state previste alcune modifiche alla viabilità nel nostro territorio: la chiusura al traffico delle vie interessate dalla competizione dalle ore 11.15 alle 11.45 del 24 marzo; il divieto di sosta su entrambi i lati della carreggiata delle vie interessate dalle ore 9.30 alle 11.45 del 24 marzo; il divieto di sosta sull’area del parcheggio di via Caselle a servizio del PalaSavena e dell’I.T.C. dalle ore 15 del 23 marzo alle 13 del giorno dopo.  Ulteriori informazioni sulle modifiche alla circolazione sono disponibili su http://www.comune.sanlazzaro.bo.it.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Regionali Piemonte

Posted by fidest press agency su martedì, 19 gennaio 2010

Dichiarazione di Luigi Bobba, Gianluca Susta e  Alessandro Altamura “Il prossimo appuntamento regionale assume, per tutto il PD e per il Piemonte, un significato senza precedenti, in cui si capirà se la sfida riformista, per come si è sviluppata in questi anni di buon governo della Giunta guidata da Mercedes Bresso, avrà la capacità e il necessario supporto elettorale per consolidarsi.  Molti di noi – che affondano le loro radici nella tradizione cattolica, liberaldemocratica, riformista – hanno deciso di rimanere nel PD, dopo il congresso di ottobre, per evitare che venisse dichiarata anticipatamente la fine di un progetto che è stato l’impegno prioritario della nostra generazione e questo nonostante la oggettiva marginalità che quelle espressioni politiche e culturali hanno via via subito nel partito sull’altare di un’alleanza con l’UDC, sicuramente importante per vincere le elezioni, ma che caratterizza sempre di più il PD come un partito di sinistra che cerca fuori di sé – quando invece l’ha ancora dentro di sé in buona parte – il collegamento con il mondo cattolico, laico e moderato.  L’annuncio della presentazione di “Liste Bresso” in tutte le province, comprese quelle più piccole, il cui scopo è quello di “catturare” un voto di opinione non attratto da “questo” PD e l’accettazione passiva delle richieste di “visibilità” da parte dell’UDC, da un lato mettono a rischio la possibilità che un esponente del PD sia eletto in province come Biella, Vercelli e Verbania (dove complessivamente il PD ha preso circa 67.000 voti alle Europee e quasi 97.000 nelle politiche del 2008!) e dall’altro offuscano il profilo plurale del PD stesso e, soprattutto, della sua area cattolica, liberaldemocratica e riformista che si è riconosciuta nella candidature di Franceschini e di Damiano.  Sono due distinte questioni che la segreteria regionale del PD deve valutare attentamente, nella consapevolezza che il proliferare di liste concorrenziali al PD nel suo stesso bacino elettorale – e una dimostrazione di eccessiva arrendevolezza nei confronti delle ragioni dei nuovi alleati – rischiano di disamorare elettori da tempo fidelizzati ancorché già messi a dura prova dalle ultime scelte del PD in alcune Regioni italiane”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »