Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Posts Tagged ‘proventi’

Electro Power Systems S.A. approva la situazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2015

Posted by fidest press agency su venerdì, 25 settembre 2015

electrp power systemNel primo semestre 2015 EPS ha registrato ricavi e altri proventi per un importo pari a 464.450 euro, in aumento del 31,5% rispetto allo stesso periodo del 2014. L’aumento è imputabile esclusivamente alle attività tradizionali del Gruppo nel settore del backup (ElectroSelfTM). HyESS (Hybrid Energy Storage System), il sistema di energy storage che rappresenterà il cuore dell’offerta del Gruppo nel medio e lungo termine e sul quale si focalizzerà la strategia di business, verrà infatti lanciato commercialmente a partire dal 2016.
Costo del personale in aumento da 528.108 euro nel primo semestre 2014 a 702.474 euro nello stesso periodo del 2015. Tale aumento è dovuto alla crescita dell’organico a supporto delle attività tecniche e commerciali di EPS. Rispetto all’inizio del 2014, EPS ha ampliato la propria struttura del 70% e in termini di organizzazione globale, al 30 giugno 2015, il Gruppo impiega 52 risorse – management, VP e partner inclusi – in Europa, Sud Africa, Stati Uniti e Singapore.
Al 30 giugno 2015 la perdita di periodo del Gruppo ammonta a 4.953.614 euro ed è principalmente riconducibile ai costi sostenuti per la quotazione e all’impatto contabile dei piani di stock options e warrants. In particolare, il risultato di periodo sconta 1,7 milioni di euro di accantonamenti per la contabilizzazione dei piani di stock options e warrants, e 1,5 milioni di euro di costi straordinari principalmente imputabili al processo di quotazione.
Il patrimonio netto di Gruppo, al 30 giugno 2015, ammonta a 10,6 milioni di euro ed il totale attivo a 13,5 milioni di euro. Al 30 giugno 2015, la posizione finanziaria netta del Gruppo presenta un saldo di 10,4 milioni di euro.
In data 16 febbraio 2015, EPS ha annunciato la nuova governance e la nomina del nuovo consiglio di amministrazione con 3 amministratori indipendenti: Luca Dal Fabbro, ex direttore generale di EON Italia ed amministratore delegato di Enel Energia, nonché attualmente membro del consiglio di amministrazione di Terna (il principale operatore di rete di trasmissione europeo), in qualità di Presidente del CdA; (ii) Massimo Prelz Oltramonti, uno specialista nel settore venture capital e private equity, ex Advent International, attualmente membro del consiglio di amministrazione di numerose aziende e ora in GMT Communication Partners, in qualità di Lead Independent Director; e (iii) Sonia Levy-Odier, specialista in private equity and media, ex Cimarosa Communications, Aster e Archimedia.
In data 15 aprile 2015 il Gruppo ha annunciato una partnership strategica con Bryanston Resources, leader nei servizi al settore minerario e delle risorse naturali, per lo sviluppo comune di soluzioni energetiche off-grid nei mercati emergenti.
In data 16 luglio 2015 il Gruppo e l’Università di Tecnologia Nanyang di Singapore hanno stipulato una partnership per la penetrazione nei paesi asiatici e per un nuovo demo site a Singapore.
In data 29 luglio 2015 EPS ha iniziato i lavori per un nuovo impianto di produzione a Torino dedicato al sistema HyESS per garantire una capacità produttiva di 2MW al mese. Nel primo semestre del 2015 il portafoglio brevetti è aumentato considerevolmente grazie a 42 domande di brevetto ora ufficialmente approvate, con la concessione dei relativi brevetti, negli Stati Uniti, Cina, Russia e in 38 paesi europei.
Nel primo semestre del 2015 EPS ha rivestito un ruolo attivo nel dibattito internazionale sulle politiche energetiche, in particolare partecipando ai lavori della Commissione sull’Energia presso il Parlamento brasiliano, ai convegni del World Economic Forum sul futuro dell’energia in India e California, all’Energy Storage World Forum Europe di Roma e alla 2015 EU Sustainable Energy Week Policy Conference tenutasi a Bruxelles.
Fondata nel 2005 da uno spin-off del Politecnico di Torino e pioniere delle tecnologie ad idrogeno, Electro Power Systems (EPS) oggi opera nel settore delle energie sostenibili ed è specializzata in sistemi e soluzioni integrate di stoccaggio di energia.
Il gruppo fornisce soluzioni integrate per applicazioni di stoccaggio nei settori delle telecomunicazioni e data center, supporto alla rete di trasmissione e distribuzione elettrica nei paesi ad alta penetrazione di rinnovabili, e soluzioni di generazione di energia off-grid nei paesi emergenti.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuove norme UE per agevolare la confisca dei proventi di reati

Posted by fidest press agency su martedì, 25 febbraio 2014

Martedì, il Parlamento ha approvato nuove norme europee per aiutare le autorità nazionali a confiscare i proventi derivati da reati. Oggi, meno dell’1% dei proventi di reati come il traffico di droga, quello di esseri umani, la contraffazione, il traffico e il contrabbando di armi di piccolo calibro sono confiscati. Il disegno di legge, già informalmente concordato con i governi nazionali, è parte di una più ampia strategia dell’UE per combattere la frode e la corruzione.
“La nostra priorità deve essere quella di poter “seguire” il flusso di denaro attraverso le frontiere e assicurare la confisca dei profitti criminali. Solo allora potremo sperare di ridurre la grande criminalità. Mandare alcuni criminali in galera lasciando il loro denaro sporco in circolazione è intollerabile” ha affermato la relatrice Monica Luisa Macovei (PPE, RO).

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Firenze: proventi multe stradali

Posted by fidest press agency su giovedì, 9 febbraio 2012

Italiano: Matteo Renzi è un politico italiano,...

Image via Wikipedia

«E’ giusto far sapere ai cittadini quanti sono e come vengono usati i soldi che arrivano dalle multe stradali riscosse. Anche la città di Firenze renda pubblici questi dati e spieghi per quale motivo fino ad oggi non l’abbia fatto viste le richieste ricevute». Ad affermarlo è Carmelo Lentino, portavoce di BastaUnAttimo, la campagna nazionale per la sicurezza stradale e contro le stragi del sabato sera, in merito alla richiesta di dati arrivata dalla Fondazione Luigi Guccione e la mancanza di collaborazione del Comune di Firenze. «Il sindaco Matteo Renzi – continua Lentino – credo conosca benissimo quanto stabilisce l’art. 208 del codice della strada. I soldi derivanti dalle multe riscosse dai Comuni italiani devono servire a migliorare la sicurezza stradale, a sostenere le vittime di incidenti e a garantire la manutenzione quotidiana delle città. Ora ci faccia conoscere quanto la città di Firenze ha incassato di multe e come siano stati spesi». «Esistono – conclude il portavoce di BastaUnAttimo – ancora troppe amministrazioni “furbette”, siamo certi che non è il caso di Firenze ma senza trasparenza i dubbi possono venire. Sulla sicurezza delle persone non si può giocare».

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Il microcredito come fattore di sviluppo

Posted by fidest press agency su venerdì, 4 novembre 2011

no compassion

Image by Giulia Riccobono via Flickr

Nei paesi in via di sviluppo tante famiglie vivono con i proventi delle loro piccole imprese. Spesso, però, hanno difficoltà ad accedere al prestito bancario e questo ostacolo impedisce l’avvio e la crescita delle loro attività.
I programmi di microcredito, in questi anni, hanno rappresentato una soluzione al problema e hanno permesso l’accesso ai servizi finanziari anche a persone che vivono in condizioni di povertà ed emarginazione.
Di questo si è parlato  nel convegno dell’Università Europea di Roma, “Il microcredito come fattore di sviluppo”, moderato da Padre Paolo Scarafoni LC, Rettore della stessa università.
Nel suo intervento introduttivo la Prof.ssa Matilde Bini, Coordinatrice dell’Ambito di Economia dell’Università Europea di Roma, ha spiegato che il microcredito consiste in “piccoli prestiti, quelli che le banche non trattano, erogati a fronte dell’assenza di un deposito o di garanzie reali. Sono i prestiti per gli ultimi della Terra. Secondo lo schema più noto, i prenditori del prestito si impegnano a onorare il debito collettivamente: sono cioè responsabili l’uno con l’altro, prima ancora che con l’istituto che eroga il microcredito. Dal successo del progetto imprenditoriale e dalla restituzione di tutti i prenditori dipende la possibilità di accedere a un nuovo piccolo prestito. Il sistema è quindi basato essenzialmente sulla fiducia, sulla libertà, sulla responsabilità di ciascuno. Al centro vi è la persona, che come tale e non come individuo, è costitutivamente in relazione con gli altri. Si tratta di una nuova prospettiva per un’economia al servizio della persona”.Il Prof. Fulvio Milano, Docente di Finanza Aziendale presso l’Ambito di Economia dell’Università Europea di Roma, ha spiegato che il microcredito interviene “con organismi di credito specializzati, situati nei paesi poveri e promossi dai paesi sviluppati, che rendono ‘bancabili’ le situazioni personali non bancabili con i criteri tradizionali”. “I risultati concreti di questa attività – ha ricordato il Prof. Milano – sono assai soddisfacenti, poiché il tasso di rimborso è altissimo, ben il 97% (con una ‘sofferenza’ quindi del 3%, quando in Italia i crediti in sofferenza sono il 10% del totale prestiti)”. Il Prof. Daniele Ciravegna, Ordinario di Economia Politica presso l’Università degli Studi di Torino, ha sottolineato l’importanza dell’attenzione alla persona come caratteristica positiva e virtuosa del microcredito, basata su valori fondamentali come la cultura dell’accoglienza, dell’ascolto e dell’accompagnamento. Il tutto grazie al sostegno di tanti volontari qualificati che mettono a disposizione degli altri la loro esperienza.
Il Dott. Pietro Masci, già Direttore dell’ufficio Mediterraneo e Balcani della BEI e già vice-Direttore dell’ufficio infrastrutture e finanza del Banco Interamericano di sviluppo, ha spiegato che “il microcredito emerge come risposta alla domanda di credito dei micro-imprenditori, stimati in oltre 90 milioni in tutto il mondo con un potenziale di oltre 2 miliardi, che dimostrano iniziativa, disciplina e capacità di pagamento. La micro finanza include, oltre al credito, altri servizi finanziari come depositi, risparmi e assicurazioni. In questo senso il ruolo della micro finanza è cruciale per rompere il cerchio vizioso della povertà”. Il convegno dell’Università Europea di Roma è stato aperto da un saluto dell’On. Mario Baccini, Presidente dell’Ente Nazionale per il Microcredito, che ha definito il microcredito “una speranza nella lotta alla povertà e all’emarginazione”. L’incontro si è tenuto nell’ambito delle attività collegate alla mostra “Amazzonia una diversa prospettiva”, realizzata dall’Associazione Impegnarsi Serve Onlus con l’obiettivo di offrire un percorso di sensibilizzazione alle tematiche dell’ambiente in un’ottica interculturale, ispirandosi ai principi di solidarietà e di sviluppo integrale dell’uomo.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Un mondo senza cancro

Posted by fidest press agency su domenica, 16 gennaio 2011

Roma 18 Gennaio alle ore 17.00 Nella cornice della ex-Chiesa di Santa Marta in Piazza del Collegio Romano 5 avrà luogo la presentazione del libro. Interverrà il Sottosegretario di Stato ai Beni e alle Attività Culturali, Francesco Maria Giro. “Ho sognato un mondo senza cancro – La vita e le battaglie di un uomo che non si arrende”, scritto dal Professor Franco Mandelli con Roberta Colombo, i cui proventi saranno interamente devoluti all’Associazione Italiana contro le Leucemie, i Linfomi e il Mieloma.
Il testo racconta in prima persona la vita di uno dei più grandi ematologi al mondo, Presidente dell’Ail, cominciata negli anni in cui leucemie e linfomi erano una condanna a morte certa. Mettendo al centro del sistema sanitario la figura del “malato” è riuscito a fare dell’ematologia di Roma una realtà di livello europeo, contagiando con entusiasmo medici e volontari impegnati nella stessa battaglia. Grazie ai passi avanti compiuti in questi anni dalla Ricerca, oggi le prospettive di vita per i pazienti affetti da linfoma sono molto migliorate: le possibilità di guarigione sono quasi raddoppiate ed i pazienti vivono più a lungo e con una migliore qualità.Alla cerimonia saranno presenti, tra gli altri,  la Direttrice Generale per il Paesaggio, le belle arti, l’architettura e l’arte contemporanea, Antonia Pasqua Recchia, il Dirigente del Servizio I – Valorizzazione del Patrimonio culturale, Programmazione e Bilancio, Manuel Roberto Guido e il moderatore Andrea Menaglia.
Pagine scelte saranno lette da un interprete d’eccezione come Giorgio Albertazzi,  l’accompagnamento sarà curato dal musicista ed etnomusicologo Ambrogio Sparagna.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma: contributo soggiorno

Posted by fidest press agency su martedì, 4 gennaio 2011

«Dopo solo tre giorni di applicazione del contributo di soggiorno è quanto meno imprudente fare bilanci. Ma visto che qualcuno ci prova, quello che noi abbiamo riscontrato con le associazioni è stata una reazione tutto sommato positiva da parte dei turisti».  A parlare il vicesindaco di Roma, sen. Mauro Cutrufo, che ha aggiunto: «Qualcuno si è mostrato addirittura ancor più positivo nella speranza che si investano questi proventi per migliorare l’accoglienza, che è esattamente la nostra intenzione. Dai primi riscontri, reazioni completamente negative non ce ne sono state, al contrario sono emersi nuovi suggerimenti e paralleli con altre grandi città, rispetto a cui nel ragionamento del nostro ospite Roma esce vincente in quanto l’entità del nostro contributo è inferiore, ad esempio, a quello di New York o Barcellona».  «Sono state 3.800 le attività coinvolte – prosegue Cutrufo – ed è possibile che nei primi due giorni di applicazione, che sono coincisi con un week end, possa anche esserci stata qualche lentezza, ma posso affermare con sicurezza che si è trattato di eccezioni, al contrario delle dichiarazioni di qualcuno che vuol far sembrare l’opposto. Entro i primi mesi di applicazione tutto questo meccanismo sarà sicuramente oliato e a regime».(n.r. da un calcolo previsionale si pensa che entreranno nel corrente anno nelle casse comunali da questa “tassa” non meno di ottanta milioni di euro.)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »