Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 316

Posts Tagged ‘provocazioni’

Scuola: Basta provocazioni

Posted by fidest press agency su giovedì, 22 luglio 2021

Marcello Pacifico (presidente nazionale Anief): “Chi vuole la didattica in presenza chieda il rispetto del distanziamento con il raddoppio delle classi, altrimenti taccia. È inutile nascondere il dito quando si indica la luna”. Questo il commento del leader del giovane sindacato alle parole di Walter Ricciardi, ordinario di Igiene generale e applicata all’Università Cattolica e consigliere scientifico del ministro della Salute Roberto Speranza. A proposito del rientro a scuola in sicurezza a settembre, Ricciardi ha detto che bisogna “agire adesso, ma dobbiamo agire con i fatti. Il che significa evitare gli errori dello scorso anno. E non mi pare che questo stia succedendo”. Ha aggiunto che è necessario “rafforzare i trasporti, migliorare la protezione delle aule scolastiche, vaccinare gli insegnanti. Il personale scolastico ha manifestato grande sensibilità per la vaccinazione anti Covid. C’è una percentuale alta di vaccinati. Ma se ci sono persone che non si vogliono vaccinare e che lavorano con bambini sotto i 12 anni, li si sposta ad un altro lavoro. Vanno in segreteria, vanno in biblioteca. Ma il lavoro, a contatto con le persone deve essere soltanto per chi protegge se stesso e quindi anche gli altri”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Provocazioni cromatiche

Posted by fidest press agency su lunedì, 7 febbraio 2011

Roma La mostra sarà  visitabile in Via Raffaele Cadorna, 28 (Centro Storico) dal 10 al 26 febbraio 2011. Giornata di incontro con gli artisti sabato 12 febbraio ore 17:00. Ingresso libero. Apertura dal lunedì al venerdì dalle 10:30 alle 19:00, sabato dalle 16:00 alle 19:00. Orario continuato. a cura di Cristina Madini Le tinte audaci e le narrazioni convincenti sono un esempio perfetto di ciò che rende così affascinante l’arte contemporanea. Contemplazione e riflessione attraverso un’immersione dello sguardo nelle profondità del colore. Puro istinto creativo per indurre un senso di meraviglia nel pubblico, così l’artista può dare agli altri ciò che nel mondo prima non c’era.  Nello spirito di promuovere lo scambio artistico in tutta Italia, RossoCinabro si pone tra le gallerie più attive a Roma nell’ambito del contemporaneo. Gli amanti dell’arte si sono oramai innamorati delle selezioni che di volta in volta RossoCinabro offre ai suoi visitatori, con un’attenzione particolare non solo alla cultura ma anche al mercato, proponendo opere alla portata di tutti. Per approfondimenti sul sito della Galleria potrete trovare notizie su ogni artista.
Opere di: Roberto Balducci, Alessandro Bianchi, Enzo Cammareri, Margherita Cavalet, Umberto Cesino, Gianpiero De Gruttola, Kumudra, Ida Monopoli, Loredana Mortellaro, Daniela Rosignoli,  Igor Scardanzan, Martina Tapinassi.   Rossocinabro.com

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Università e provocazioni

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 novembre 2010

Roma, La Sapienza. Non ci stupisce affatto il solito teatrino messo in scena dalle formazioni giovanili legate al governo, il copione è sempre lo stesso. Soggetti legati ai partiti del centrodestra arrivano nelle facoltà, dalle loro sedi di partito, per provocare studentesse e studenti che da mesi si mobilitano nelle università e si oppongono alla svendita del mondo della formazione. Millantando aggressioni cercano di nascondere la realtà: non ci sono spazi per corpi estranei dentro gli atenei, soprattutto non c’è spazio per chi vuole gettare fumo negli occhi dell’opinione pubblica, agitando le acque per nascondere la crisi irreversibile in cui versa il governo Berlusconi. Stranamente queste persone ricompaiono, scortate dalla polizia, esattamente ad una settimana dalla discussione della riforma Gelmini alla camera, a segnalare ancora di più la loro estraneità rispetto a chi l’università la vive tutti i giorni. A queste persone rispondiamo che abbiamo molto altro a cui pensare, le mobilitazioni che in queste settimane si stanno dando non saranno certe messe in difficoltà da queste ridicole provocazioni. Non c’è stata nessuna aggressione e nessuna violenza questa mattina nella facoltà di Scienze Politiche della Sapienza, se non quella arrogante ed insopportabile di chi crede di poter utilizzare le università a proprio piacimento, riempiendole con i simboli e gli slogan di un governo ormai allo sbando. (Luca Carfagna)

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pd: Di Pietro alter ego Berlusconi

Posted by fidest press agency su venerdì, 10 settembre 2010

“Ormai è chiaro a tutti: Di Pietro esiste solo e soltanto perché esiste Berlusconi. Il suo ruolo, nel gioco delle parti della politica italiana, è quello di nemico pubblico numero uno del premier, un alter ego in versione riveduta e corretta. Così, come Berlusconi, il ‘capo’ dell’IDV ragiona in termini manichei, alza continuamente il tiro, dichiara e si corregge, cerca di capire fino a che punto può spingersi e poi contratta. A nostro avviso, il suo giochino non attacca più. Certamente non siamo più disposti ad alzare le spalle di fronte alle provocazioni di un urlatore specializzato solo nel cavalcare dissenso e indignazione,  che attacca tutti i giorni il PD per strappare qualche decimo di punto percentuale alle prossime politiche. Questo metodo non è compatibile con il nostro  modo di fare politica e con la nostra visione del futuro. Non saranno i ricatti a far salire il gradimento di Di Pietro presso il popolo democratico, ma solo – ammesso che ne sia ancora capace – la sua volontà di lavorare per il ‘gruppo’ e per il Paese”. Così Paola De Micheli, deputato PD, tra i fondatori di TrecentoSessanta, l’Associazione che fa riferimento ad Enrico Letta.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Matteo Peretti Stories

Posted by fidest press agency su lunedì, 19 ottobre 2009

Roma 21 ottobre dalle ore 18,00 e fino al 21 novembre 2009 Emmeotto – Via Margutta  8 presenta una selezione della produzione più  recente di Matteo Peretti: circa quaranta opere scelte tra i “ritratti” ed una serie di sculture monocrome realizzate, a partire dal 2007, assemblando giocattoli usati. Osservando gli assemblaggi di oggetti di Matteo Peretti, opere in cui l’eleganza formale si sposa all’ironia, ci si domanda se il giovane artista sia in debito d’ispirazione con il mondo di Arcimboldo o con le dissacranti provocazioni novecentesche che, partendo da Duchamp e passando per l’arte povera, hanno imposto gli umili oggetti del vivere quotidiano al centro della ribalta artistica. In verità la storia familiare ed il percorso di formazione del giovane artista romano fanno di lui il fertile terreno di convergenza di mondi e tradizioni artistiche in apparenza assai lontani. Figlio di antiquari, Peretti si è confrontato dalla nascita con l’arte della grande tradizione italiana, compiendo però il suo percorso di formazione lontano dal nostro paese in contesti vocati alla contemporaneità. Dopo la laurea in arti visive conseguita nel 1995 all’Oberline College – una delle strutture universitarie più rigorose e, al contempo,  anticonformiste degli Stati Uniti –   l’artista si è specializzato presso la Central Saint Martins School of Art di Londra, la città che, insieme a New York, ha ospitato le sue prime mostre personali. Le sculture a tutto tondo e i bassorilievi di giocattoli che Emmeotto e Martina Cavallarin, curatrice della rassegna, hanno selezionato parlano chiaro a questo proposito. Il loro autore è impegnato nella ricerca di un alto livello di esteticità che induce Petrucci a coniare per lui l’azzeccata definizione di pauperismo ludico e formalista. Peretti conduce ad unità l’infinita varietà di forme, dimensioni, consistenze e tinte della materia di cui si serve – i giochi tratti dalla collezione che oramai invade il suo studio – applicando nel montaggio criteri di equilibrio ed armonia tra le parti ed uniformando ulteriormente il tutto con una patina monocroma  che predilige la vivacità dei colori primari: il giallo senape, il rosso lacca, il blu oltremare, il bianco e il nero.   In Point of View la vicenda universale del rapporto tra i sessi viene commentata costruendo su una batteria giocattolo il mondo dell’uomo e quello della donna come diversi e contigui ma non comunicanti. I rispettivi monarchi si osservano con curiosità dall’interno di confini che non tenteranno di varcare. Si chiamano Synthetic Brain le carcasse di vecchi televisori catodici che Peretti trasforma in affollati teatrini. Va in scena il bombardamento di parole, suoni e immagini del mondo della comunicazione di massa. Un mondo creato ma non governato da un’umanità che spesso perde il controllo delle sue sofisticate creature.  Capita poi che spunti e temi desunti dalle frequentazioni di famiglia con l’arte antica si affaccino con ironica puntualità nelle sue opere. Si spiega così il vezzo di non firmare, ma rappresentarsi piccolino all’interno delle sue affollate scenografie. Oppure quello di trattare temi di scottante attualità affidandosi a soggetti della grande tradizione iconografica occidentale. E’ il caso della Strage degli innocenti “un tema classico che  utilizzo per parlare della condizione giovanile”.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Dialogo fra poesia, architettura e spiritualità

Posted by fidest press agency su domenica, 7 giugno 2009

Roma, 10 giugno 2009 ore 18 Caffè Letterario (Via Ostiense 95, Roma, ingresso libero).Un programma assai ricco quello della rassegna “Sinergie d’Arte”.  Luciana Finelli, docente di Urbanistica presso l’Università La Sapienza di Roma, parlerà dei suoi cinquant’anni anni di attività. Interverrà Viviana Ravaioli, scultrice e cultore della materia presso la stessa Facoltà di Architettura a Valle Giulia. Maurizio Gronchi, presbitero della Diocesi di Pisa, docente di Cristologia presso la Facoltà di Teologia della Pontificia Università Urbaniana e direttore della Collana “Scritture” per le Edizioni Paoline, presenterà il suo ultimo libro “Trattato su Gesù Cristo Figlio di Dio Salvatore” (Ed. Queriniana), per dare risposte alle originarie domande sulla figura di Gesù Cristo e anche alle provocazioni che provengono dal pluralismo religioso. Quindi sarà la volta di un omaggio alla Fondazione Levi-Montalcini, e alla sua missione a sostegno dello sviluppo culturale delle donne africane, con la lettura di alcune poesie tratte dal libro “Parole clandestine” della poetessa Elisa Kidanè, eritrea missionaria comboniana al suo terzo volume di liriche. Per concludere, il consueto Reading poetico con la partecipazione degli autori presenti in sala. Conduzione e interviste a cura di Deborah D’Agostino.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »