Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Posts Tagged ‘puglia’

E’ crisi idrica in Puglia e Basilicata nonostante la stagione

Posted by fidest press agency su lunedì, 2 novembre 2020

Non si registrano significativi eventi piovosi sulla Puglia e, considerando le costanti necessità irrigue delle campagne a causa dei cambiamenti climatici (seppur ovviamente inferiori a quelle estive), si aggrava la crisi idrica in uno dei territori, principe dell’agricoltura italiana (con 50,62 milioni di metri cubi, le riserve idriche della regione sono più che dimezzate rispetto all’anno scorso, mancando all’appello mln/mc. 73,08); analogo è l’andamento in Basilicata, dove il deficit idrico supera i 35 milioni di metri cubi. A renderlo noto è il settimanale bollettino dell’Osservatorio ANBI sulle Risorse Idriche. Rimanendo al Sud, i principali fiumi della Campania registrano valori idrometrici inferiori a quelli della settimana scorsa; tuttavia, rispetto a quanto registrato negli ultimi quattro anni, il fiume Sele presenta condizioni molto simili, così come il Volturno, mentre il fiume Garigliano risulta avere livelli ben superiori a quelli del recente quadriennio. Risalendo la Penisola sono confortanti, nel Lazio, i valori registrati nei principali indicatori idrologici: dal lago di Bracciano ai fiumi Tevere e Liri-Garigliano fino alla diga di Elvella sono in media stagionale; altrettanto deve dirsi della quantità d’acqua, trattenuta nei bacini della Sardegna (1083,87 milioni di metri cubi), mentre sono in sofferenza il bacino abruzzese di Penne (con 700.000 metri cubi d’acqua segna il dato peggiore del recente quadriennio) e gli invasi marchigiani (Castreccioni, Marcatale, San Ruffino, Comunanza, Rio Canale) che, con circa 32 milioni di metri cubi trattenuti, segnano il dato peggiore dopo il siccitoso 2017, così come il lago di Bilancino in Toscana.Si conferma a “macchia di leopardo” l’andamento idrologico dell’Emilia Romagna con le portate dei fiumi Reno e Savio, superiori allo scorso anno, mentre quelle di Secchia, Trebbia e Taro sono in discesa; permangono, invece, migliori degli anni recenti i livelli idrometrici dei principali fiumi veneti (Adige, Bacchiglione, Brenta, Piave, Livenza), mentre sono inferiori allo scorso anno le portate dei corsi d’acqua piemontesi (Tanaro, Dora Baltea, Sesia, Pesio, Stura di Lanzo), così come l’andamento del fiume Po, sotto media e praticamente dimezzato rispetto al 2019 presso i rilevamenti in Lombardia ed Emilia Romagna: da Cremona a Pontelagoscuro.Infine, i grandi laghi settentrionali sono tutti sopra la media stagionale con il Maggiore, che registra oltre l’87% di riempimento.“Un andamento così idrologicamente variegato è la migliore testimonianza della necessità di regolarizzare le disponibilità idriche a servizio dei diversi utilizzi della risorsa acqua: da quello umano a quello agricolo, da quello energetico a quello ambientale. Serve un piano invasi, che aumenti la capacità di trattenere l’acqua, quando arriva ed utilizzarla nei momenti di criticità; attualmente l’Italia trattiene solo l’11% dell’acqua piovana, lasciando il resto defluire verso il mare” evidenzia Francesco Vincenzi, Presidente dell’Associazione Nazionale dei Consorzi per la Gestione e la Tutela del Territorio e delle Acque Irrigue (ANBI).“Il nostro Piano per l’efficientamento della rete idraulica del Paese – conclude Massimo Gargano, Direttore Generale di ANBI – propone progetti definitivi ed esecutivi, cioè cantierabili, per la manutenzione straordinaria di 90 bacini a capacità limitata dall’interrimento, l’ultimazione di 16 invasi incompiuti, la realizzazione di 23 nuovi serbatoi di accumulo idrico; con un investimento di poco inferiore ai 2 miliardi di euro si attiverebbero quasi 10.000 posti di lavoro nel segno del Green New Deal.”

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Puglia: restituire agli agricoltori le certezze perdute

Posted by fidest press agency su mercoledì, 30 settembre 2020

Grazie alla conferma alle urne, il presidente Michele Emiliano ha l’opportunità di porre rimedio agli errori commessi nella precedente legislatura e di restituire agli agricoltori pugliesi le certezze perdute – dichiara Andrea Michele Tiso, presidente nazionale Confeuro. La nuova giunta non può che ricominciare dai nodi in cui si era incagliata: Programmi di Sviluppo Rurale; semplificazione della burocrazia; rilancio del settore olivicolo e un piano di contrasto efficace per debellare la Xylella. Ad Emiliano va il merito di aver riconosciuto i punti deboli dell’amministrazione da lui guidata. Ci auguriamo che questa consapevolezza si traduca ora in azioni concrete per fornire agli agricoltori pugliesi gli strumenti di cui hanno bisogno per assicurarsi redditi adeguati, ma anche risorse per investire nell’innovazione e nel contrasto ai cambiamenti climatici, che in questa regione causano sempre più spesso calamità naturali e danni alle colture – continua Tiso.Il dipartimento Agricoltura della Regione Puglia ha annunciato in questi giorni di aver sbloccato finanziamenti del Psr Puglia 2014-2020 per 660 imprese, per un ammontare di oltre 135 milioni di euro. Secondo quanto rende noto lo stesso dipartimento, sarà inoltre possibile attivare aiuti per 155 milioni a favore dei progetti di 800 giovani. Speriamo che questo sia solo il primo passo e che la politica diventi di nuovo protagonista in senso positivo, affinché gli agricoltori non siano più costretti a ricorrere alla giustizia per vedere riconosciuti i loro diritti.

Posted in Diritti/Human rights, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Verdi in Puglia: Sosteniamo Michele Emiliano

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 luglio 2020

“La Federazione dei Verdi della Puglia/Europa Verde Puglia ha la priorità di tutelare l’ambiente e la salute dei pugliesi gravemente lesa da varie forme di inquinamento e la legalità e i diritti dell’uomo contro le mafie e lo sfruttamento del lavoro.
Per quanto riguarda l’Ilva siamo a ribadire che proponiamo la chiusura immediata* dell’area a caldo a causa della sua riconosciuta nocività da parte del Ministero della Salute con lo Studio S.E.N.T.I.E.R.I.. *immediata nel senso che gli impianti dovevano fermarsi il 26 luglio 2012 come previsto da sequestro del GIP Todisco ed ogni giorno che passa la salute dei tarantini subisce un danno. Dal 2012 abbiamo proposto un piano per la riconversione ecologica dell’economia jonica che guarda alle esperienze di successo di Bilbao, Pittsburgh e della Ruhr fornito di coperture e strumenti di governo dei processi complessi necessari a implementare questo nuovo modello di sviluppo.
A novembre 2019 Angelo Bonelli ha presentato un aggiornamento del suo Decreto Salva Taranto che è a disposizione di chiunque in buona fede voglia affrontare le criticità della vicenda Ilva tutelando gli abitanti di Taranto, i lavoratori e i disoccupati.
Con questi obiettivi intendiamo sostenere la candidatura a presidente della regione Puglia di Michele Emiliano con il quale c’è stata una lunga interlocuzione che ci ha visti uniti contro l’immunità penale, nel chiedere le bonifiche, nel contestare la vendita ad Arcelor Mittal. Ribadiamo che non siamo favorevoli alla decarbonizzazione applicata all’Ilva e che la priorità è tutelare il diritto alla salute. Non è giustificato alcun morto per produrre acciaio o altra merce. I tarantini non possono essere ancora una volta le cavie di un esperimento scientifico.Tutte le eventuali altre ipotesi diverse dalla chiusura dovranno necessariamente essere precedute da una Valutazione preventiva di impatto sanitario.Crediamo che la coalizione di centro sinistra possa proporre ai pugliesi un modello innovativo per Taranto e per l’intero territorio pugliese che permetta di affrontare con gli strumenti dell’ecologismo e della solidarietà la fase post pandemia e dell’’emergenza climatica. Noi ci saremo con Puglia Solidale e verde. “Cosí in una nota Fulvia Gravame e Mimmo Lomelo Co-portavoce Verdi regionali Puglia, Elvira Sebastio e Gregorio Mariggio co-portavoce provinciali Verdi Taranto e Eliana Baldo co-portavoce cittadina Verdi di Taranto.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Gestione risorsa acqua ed esigenze del territorio: Puglia e Molise

Posted by fidest press agency su lunedì, 15 giugno 2020

“Serve un maggiore dialogo tra i ministeri interessati alla gestione della risorsa acqua per accelerare i tempi delle scelte e delle loro concrete realizzazioni.” A chiederlo è Massimo Gargano, Direttore Generale dell’Associazione Nazionale dei Consorzi per la Gestione e la Tutela del Territorio e delle Acque Irrigue (ANBI), intervenuto ad un confronto sul Blog del M5S.“Dopo anni di attesa – prosegue – è finalmente e concretamente avviata a soluzione la vicenda del trasferimento di importanti quantitativi d’acqua, altrimenti e colpevolmente destinati a mare, dal Molise alla Puglia, incrementando le potenzialità agricole del Tavoliere: si parla di 50 milioni di metri cubi, che permetteranno di irrigare ulteriori 25.000 ettari con importanti ricadute economiche ed occupazionali. Salutiamo con orgoglio di sistema e soddisfazione questa novità, che vede soggetti attivi i Consorzi molisani guidati dall’Ing. Napoli e il Consorzio per la bonifica della Capitanata ma anche la visione strategica delle amministrazioni regionali guidate dai Presidenti Toma ed Emiliano. La collaborazione fra istituzioni è fondamentale ovunque e ancora di più al Sud, ma non possiamo tacere che, per mancanza di accordo fra le Istituzioni coinvolte, non sono tuttora utilizzabili, a fini irrigui, le acque del bacino di Campolattaro in Campania, il più grande invaso del Centro Italia. Non solo – insiste il DG di ANBI – la capacità degli invasi nel Sud Italia, il più infrastrutturato del Paese, è fortemente ridotta dagli interrimenti, il cui escavo è rallentato anche per l’equiparazione dei materiali di risulta a rifiuti industriali, con tutti i conseguenti costi di smaltimento. Serve, dunque, uno snellimento normativo, ma anche un cambio di passo per infrastrutturare il Pese tutto con invasi capaci di abbinare funzioni di prevenzione idraulica a quelle di riserva idrica. Ancora qualche anno fa – prosegue Gargano – si quantificava in 9 miliardi di euro, il fabbisogno necessario per un piano nazionale invasi; si tratta ora di avviare un processo, evitando la polverizzazione degli investimenti, ma puntando su interventi di sistema, che superino le logiche regionaliste, perché l’acqua non conosce confini amministrativi; oltre a ciò, vanno completate le troppe infrastrutture idriche incomplete: un’autentica offesa alle esigenze del territorio. Per questo, ANBI presenterà un Piano Strategico di infrastrutture indispensabili per garantire regolarità negli apporti irrigui e quindi reddito agricolo, ma anche sviluppo del made in Italy agroalimentare, evitando le conseguenze del crescente andamento torrentizio dei corsi d’acqua, dovuto ai cambiamenti climatici. Viviamo in una società sempre più idroesigente – conclude il Direttore Generale di ANBI – A fronte di un’agricoltura, che ha ridotto, grazie soprattutto alle innovazioni tecnologiche adottate dai Consorzi di bonifica, le proprie necessità a meno del 50% del fabbisogno idrico del Paese, crescono gli appetiti d’acqua di cui, però, nessuno parla. L’irrigazione altresì non è solo un fondamentale asset produttivo, ma anche ambientale, mantenendo la risorsa all’interno del ciclo vitale e restituendola non di rado qualitativamente migliore di come prelevata.”

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 2 Comments »

Persi fondi piano sviluppo regionale Puglia

Posted by fidest press agency su sabato, 11 gennaio 2020

Agricoltura. Dalla Regione si denota una manifesta inefficienza, “Fratelli d’Italia già da alcuni mesi, a causa dell’inefficienza della Giunta regionale della Puglia, ha lanciato l’allarme sul pericolo della perdita dei finanziamenti del Piano di Sviluppo Regionale (PSR). Purtroppo oggi questo pericolo sta diventando realtà. Infatti, al 31 dicembre è scattato il disimpegno automatico e gli agricoltori pugliesi dovranno rinunciare a 86 milioni di euro di risorse del Fondo europeo agricolo di sviluppo rurale (FAESAR) e a 142 milioni di euro di risorse pubbliche. Queste ultime relative al 2016 e su cui l’intero sistema agricolo poteva contare, dato che la clausola di disimpegno automatico prevede che gli stanziamenti devono essere erogati entro il terzo anno successivo, appunto il 31 dicembre 2019. Si tratta di un danno enorme per lo sviluppo agricolo regionale, già messo sotto pressione a causa di enormi criticità, soprattutto per quanto riguarda il settore dell’olio di oliva. E di fronte a questa emergenza risalta sempre di più l’inadeguatezza di una Regione a guida Pd, incapace di mettere in campo scelte per arrestare la crisi. Una ragione in più per voltare pagina con le prossime elezioni di primavera”. Lo dichiara il senatore di Fratelli d’Italia, Patrizio La Pietra, componente della Commissione Agricoltura.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Come combattere efficacemente la Xylella senza distruggere milioni di ulivi pugliesi”

Posted by fidest press agency su lunedì, 6 maggio 2019

Alla conferenza stampa, promossa dal Sen. Lello Ciampolillo, sono intervenuti il Prof. Marco Nuti, professore emerito di batteriologia presso l’Istituto Sant’Anna di Pisa, il Prof. Paolo Maddalena, Vice Presidente emerito della Corte Costituzionale, il Dott Agostino Di Ciaula, Presidente del comitato scientifico dell’Associazione Italiana Medici per l’Ambiente- ISDE, l’Ing. Carlo Bonaduce e Maurizio Zerbini e Luigi Botrugno.
Al Senato, infatti, è di imminente approvazione il “Decreto emergenze”, il cui articolo 8 impone, con l’obiettivo di arginare la diffusione della xylella fastidiosa in Puglia, misure (eradicazioni in aree estese, ampio uso di piretroidi e neonicotinoidi) prive di certezze scientifiche di efficacia, ampiamente distruttive del paesaggio e della biodiversità, ad elevato rischio sanitario.Le misure indicate saranno applicate “in deroga a ogni disposizione vigente”. Questo significa che non saranno più rispettati fondamentali strumenti di tutela paesaggistica, ambientale, sanitaria.Saranno rimossi con un atto di forza tutti gli scudi di protezione che sono serviti, sino ad ora, a tutelare quei luoghi, i diritti, la salute e il futuro di chi ci vive.
Indipendentemente dall’ormai logora discussione sul nesso causale xylella/disseccamento degli ulivi e dal clima da opposte tifoserie che si è voluto creare ponendo in deroga anche la corretta dialettica scientifica, il vero problema è l’abuso di potere esercitato in danno delle acquisizioni della scienza e del rispetto di diritti Costituzionali.
Appare semplicistico, ingenuo e pericoloso ritenere possibile una completa e persistente eliminazione del batterio (presente ormai da anni) e dell’insetto vettore in un’area geografica così estesa, così come semplicistico, pericoloso e fuorviante appare attribuire completamente le responsabilità della sindrome da disseccamento degli ulivi al solo binomio xylella/insetto vettore in un’area ad elevato rischio ambientale.
Non si comprendono i motivi per i quali nell’iter che ha portato all’elaborazione dell’articolo 8 del “Decreto Emergenze” non siano state considerate le raccomandazioni dell’EFSA ( l’Autorità europea per la sicurezza alimentare) sui rischi ambientali delle misure previste, le evidenze scientifiche sulla elevatissima pericolosità dei pesticidi da utilizzare (si ricorda che l’acetamiprid, qui imposto, è stato vietato in Francia nel 2018) e gli insegnamenti derivanti da esperienze pregresse e riportati in letteratura scientifica da autorevoli studiosi della materia.Il Salento ha diritto a conservare la sua ricchezza e la sua biodiversità, ha diritto ad un ambiente non compromesso né alterato ed ha diritto a misure sostenibili che non comportino un aumento del rischio sanitario.Questi diritti non possono essere annullati per decreto.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Puglia: 4.580 imprese in più nel 2017 (+1,20%)

Posted by fidest press agency su venerdì, 26 gennaio 2018

puglia1La Puglia chiude il 2017 con un saldo positivo di 4.580 imprese: 23.654 le iscrizioni, 19.074 le cessazioni, un tasso di crescita dell’1,20%, (nel 2016 era stato dell’1,09%), 380.553 il totale delle imprese al 31.12.2017. I dati sulla nati-mortalità delle imprese italiane nel corso del 2017 sono stati elaborati da Unioncamere– InfoCamere.In Puglia si continua dunque a credere nell’impresa e, anche nell’anno trascorso le nuove attività economiche hanno superato quelle che hanno chiuso i battenti.In Italia sono 46mila in più le imprese iscritte nei registri delle Camere di commercio, con una crescita dello 0,7% rispetto al 2016. La Puglia con il suo tasso di crescita medio dell’ 1,20 % ha fatto di gran lunga meglio (Taranto, 1,56%, Brindisi, 1,42%, Lecce, 1,32%, Foggia 1,12% e Bari 1,01%).Si deve alle regioni meridionali quasi il 60% dell’aumento complessivo del numero delle imprese, una quota record nella storia del saldo nazionale. Sono due i fenomeni che spiegano questo risultato: l’ulteriore rallentamento della nascita di nuove imprese (quasi 357mila a livello nazionale, l’1,8% in meno del 2016) e una più consistente frenata delle chiusure (poco più di 311mila, il dato più contenuto degli ultimi dodici anni), in calo del -3,4% rispetto all’anno precedente.Al netto di Piemonte (-965), Emilia-Romagna (-636), Friuli Venezia Giulia (-431) tutte le altre regioni hanno chiuso il 2017 con un bilancio anagrafico positivo, con il Lazio a fare da battistrada (10.648 imprese in più), seguito da Campania (+9.472) e Sicilia (+7.518).Quanto ai settori, a livello complessivo quelli che nel 2017 hanno fatto registrare gli aumenti maggiori nel numero di imprese registrate sono stati il turismo (+10.335), i servizi alle imprese (+7.206 ) e le attività professionali scientifiche e tecniche (+5.494). A chiudere in rosso, invece, sono state le attività manifatturiere (-2.648), le costruzioni (-1.913) e l’agricoltura (-447).
Se però si guarda all’andamento dei settori nel Mezzogiorno, il quadro si presenta in parte in controtendenza e mostra soprattutto una forte concentrazione del saldo attivo nel turismo (sempre in testa tra le vocazioni imprenditoriali più scelte) e nell’agricoltura (+2.810). Bilanci più che positivi al sud anche nel commercio (+1.970) e nelle costruzioni (+1.284).

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Puglia: Un nuovo modello di sviluppo economico basato sulla cultura

Posted by fidest press agency su martedì, 21 novembre 2017

BariE’ questo l’obiettivo della Regione Puglia che ha presentato il Piano Strategico della Cultura nell’ambito della seconda edizione della Manifestazione “All Routes Lead to Rome”, evento ufficiale dell’Anno Mondiale del Turismo Sostenibile per lo Sviluppo, proclamato dall’Organizzazione Mondiale del Turismo (UNWTO).
Con un investimento di 400 milioni di euro per dieci anni (2017-2016) la Puglia ha deciso di puntare sulla cultura. Un Piano di duecento pagine che intende sviluppare un prodotto culturale capace di generare lavoro e che auspica il pieno coinvolgimento del tessuto produttivo e delle comunità.
Durante il Workshop “Verso l’economia della felicità – PIIIL Cultura in Puglia” tenutosi nel Salone delle Conferenze di Palazzo Massimo, gremito di gente, la Puglia è emersa come la prima Regione in Italia ad aver redatto un Piano strategico decennale della cultura.“La valorizzare dell’identità della Puglia – ha sottolineato Loredana Capone, Assessore Industria Turistica e Culturale della Regione Puglia, nell’intervento in video – è fondamentale anche per dare una prospettiva di lavoro ai nostri giovani”.
«La Puglia ha dimostrato che si può investire una cifra altissima solo sulla cultura. – ha spiegato Aldo Patruno, direttore Dipartimento Turismo, Economia della Cultura della Regione Puglia – La sfida che ci poniamo è molto difficile, ma ci muoviamo tutti verso uno sviluppo culturale di qualità, un sistema che viaggia verso un’unica direzione e mira alla valorizzazione del patrimonio culturale».
Strumento di pianificazione e sviluppo nel lungo periodo, il “PIIIL Cultura” si ispira alle 5 M del territorio: Mediterraneo, Mondo, Madre, Mezzogiorno e Mare, con l’intenzione di internazionalizzare le sue bellezze e di costruire la sua specificità a partire da alcune tematiche su cui la Regione è particolarmente sensibile. Si mira infatti al Prodotto, che deve essere di qualità, al Lavoro, perché senza buona occupazione non c’è Economia della Cultura; alla valorizzazione dell’Identità, alla Cultura d’Impresa, in grado di realizzare innovazione di prodotto e di processo.
«Per il Teatro Pubblico Pugliese è una grande soddisfazione, – ha inoltre commentato Carmelo Grassi, Presidente Teatro Pubblico Pugliese – il Piano non è un semplice documento di programmazione, ma è una scelta condivisa sul futuro».
«La Puglia è una di quelle poche regioni – ha affermato Claudio Bocci direttore di Federculture,- che ha ben compreso l’importanza della cultura come elemento costitutivo dello sviluppo di un territorio. La cultura è un’area del welfare, è cibo dell’anima e se viene inserita in un piano di sviluppo integrato e partecipato può dare vita a grandi opportunità». Un sistema che si muove quindi in un’unica direzione verso la nascita di un’imprenditorialità culturale.«Il Piano rappresenta uno strumento concreto di sviluppo economico, – ha affermato Paolo Ponzio, coordinatore Piano Strategico regionale della Cultura – in Puglia stanno nascendo imprese che vivono di economia culturale, che incoraggia il turismo regionale e permette la destagionalizzazione del turismo, visto come strumento di trasmissione della cultura».
Nel pomeriggio vari relatori si sono soffermati sui dettagli programmatici del Piano e sono stati illustrati alcuni Bandi regionali e analizzate le azioni prioritarie work in progress.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sedicenne uccisa in Puglia

Posted by fidest press agency su domenica, 17 settembre 2017

Bari“Esprimo tutto il mio dolore e il mio turbamento per la notizia della tragica morte della giovane Noemi, ennesima vittima di un amore malato in una società in cui la rabbia e l’odio sono diventati un banale leit motiv, anche e soprattutto in quelle generazioni che dovrebbero essere il terreno fertile su cui far attecchire il futuro ed invece arrivano ad essere vettori di morte”.Lo afferma in una nota Filomena D’Antini, Responsabile del Dipartimento Diritti Umani di Forza Italia in Puglia. “Oggi, purtroppo, siamo stati costretti, ancora una volta, ad assistere a un altro grave caso di violenza contro una donna che è sfociato in conseguenze drammatiche. Il dolore per la perdita di una preziosa vita umana deve darci la forza di insistere e persistere in ogni azione tesa ad individuare tutti gli strumenti necessari per porre fine una volta per tutte a queste condotte.Occorre una vera e propria svolta culturale e non ci si deve arrendere nel sollecitare le famiglie a riappropriarsi di un ruolo genitoriale in grado di confrontarsi e adeguarsi con una società in cui spesso l’amore non si sposa con l’etica, anzi in molti casi la società genera confusione tra ciò che è giusto e ciò che è ingiusto.Bisogna insistere quindi nel portare avanti costanti e continue campagne di educazione nelle scuole, e potenziare i centri per la famiglia e i centri antiviolenza: strumenti necessari affinché le potenziali vittime abbiano dei validi e sicuri punti di riferimento a cui rivolgersi. Il lavoro da fare è ancora tanto e nessuno deve sottrarsi, istituzioni incluse, dall’onere di sconfiggere uno dei mali del terzo millennio: ogni 2 giorni in Italia si muore per un amore malato”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nel padiglione di Unioncamere Puglia il “mercato dell’innovazione”

Posted by fidest press agency su lunedì, 7 agosto 2017

bariBari.  “Nella prossima edizione della Fiera del Levante – dal 9 al 17 settembre – Unioncamere Puglia trasformerà il proprio padiglione (n. 107) in una esposizione-mercato riservata a 15 pmi pugliesi che hanno sviluppato prodotti o servizi innovativi, destinati soprattutto ad un pubblico consumer”.Ad annunciare l’iniziativa, che Unioncamere Puglia promuove in qualità di partner della rete EEN – Enterprise Europe Network – la più grande rete Europea di servizi per aiutare le piccole e medie imprese a migliorare la loro competitività, sviluppare il loro potenziale di innovazione e confrontarsi in una dimensione internazionale – è il presidente Alessandro Ambrosi. Trammite avviso pubblico ( disponibile su http://www.unioncamerepuglia.it/Bandi/ insieme al modulo di adesione) saranno selezionate 15 piccole imprese con sede legale o produttiva in Puglia che avranno a disposizione opportuni spazi allestiti per presentare e promuovere i propri prodotti e servizi durante la manifestazione.”L’obiettivo è – spiega Ambrosi – renderle “testimonial” di un percorso che possa divenire esemplare per altre. La Fiera costituirà per loro un vero e proprio test di mercato, anche internazionale. Anche perché oltre all’esposizione intendiamo organizzare incontri con le rappresentanze istituzionali e commerciali dei Paesi ospitati in questa campionaria – si prevedono più di dieci desk di Paesi stranieri per l’assistenza e l’informazione alle imprese – per presentare e promuovere i vari prodotti o servizi”.Possono aderire all’iniziativa le aziende che abbiano messo a punto in tempi recenti, comunque non prima del 10 settembre 2016, prodotti innovativi. Saranno valutati sia prodotti o servizi completamente nuovi nella struttura e nei contenuti, sia prodotti o servizi differenziati da un nuovo piano di marketing, da una nuova strategia di mercato, dall’introduzione di un processo o di una materia prima nuova, da una nuova funzione d’uso di un prodotto tradizionale, ecc.” Le aziende che intendano partecipare alla selezione dovranno presentare una breve relazione (non più di 1500 battute) in cui descrivano il prodotto o servizio che intendono presentare, sottolineando gli elementi innovativi e di cambiamento che hanno messo in atto e come intendano presentarli nella esposizione.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

National Geographic: la Puglia è la regione più bella del mondo

Posted by fidest press agency su domenica, 7 agosto 2016

unioncamedre puglia2“Best Value Destination 2016” assegnato dal National Geographic alla Puglia come la regione più bella del mondo. Il Best value travel destination in the world Prize, insomma, ad una terra dove è possibile vivere esperienze uniche non solo per il suo mare, i suoi borghi, la sua realtà rurale e moderna, i suoi castelli e le cattedrali, ma soprattutto per la sua autenticità e la sua enogastronomia. Un riconoscimento straordinario, soprattutto perché riguarda una classifica mondiale e non solo continentale, e che dimostra ancora una volta la ricchezza turistica dell’Italia. Il premio alla Puglia, secondo il National Geographic, è stato assegnato perché la regione “vanta il meglio dell’Italia meridionale: i ritmi di vita, le tradizioni, la bellezza dei luoghi”. La conferma anche dalla prestigiosa guida Lonely Planet, dal New York Times, che ha intitolato un recente articolo Italy’s Magical Puglia Region. Un vero e proprio trionfo quello riportato da una Regione che spesso, come la maggior parte delle realtà italiane, è al centro delle cronache per i problemi che la affliggono e che non ne restituiscono un’immagine positiva. “Le sue maggiori città, come Bari, Lecce e Trani, sono molto più piccole e meno colme di turisti di Milano e Venezia”, scrive invece Lonely Planet “ma si possono assaggiare alcuni vini di qualità per niente costosi, in una regione che è la terza produttrice di vini e conta ben trenta diverse qualità di uve autoctone”. Inoltre la tranquillità dei suoi borghi straordinari, come Ostuni o Locorotondo; l’incredibile tradizione enogastronomica del Gargano e del Salento con i suoi i prodotti di terra e di mare; le sue spiagge celestiali, come Punta Prosciutto o Baia dei Turchi; e ci sarebbe tantissimo da dire, parlando anche della tradizione religiosa o dell’artigianato, con la cartapesta, i lavori in vimini, le sculture in legno o in pietra leccese dei famosi maestri scalpellini. Che la Puglia fosse la regione più bella del mondo, commenta Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, forse noi italiani lo sapevamo già, e i milioni di turisti che ogni anno la scelgono lo dimostrano, ma il National Geographic ha voluto dare a questa terra straordinaria un riconoscimento che, peraltro, era stato ottenuto dalla Puglia già nel 2014.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Disastro ferroviario in Puglia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 13 luglio 2016

camera deputatiRiportiamo alcune delle dichiarazioni dei politici che sono pervenute in redazione associandoci al cordoglio per questa ennesima tragedia che ci ha colpiti.
“Rabbia e lacrime per tragedia in Puglia ci stringiamo in un abbraccio con le famiglie delle vittime “mai più”. Così su twitter Dorina Bianchi, sottosegretario al Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo.
“Immagini strazianti. Esprimo vicinanza alle famiglie delle vittime di questa tragedia”.Così il vicepresidente della commissione Trasporti della Camera dei deputati, Vincenzo Garofalo. “Questo è il momento dello sgomento e del cordoglio, ma non si può morire così. Faremo quanto necessario in Commissione per accertare le responsabilità di quanto accaduto oggi in Puglia. È assurdo che ci possa essere stato uno scontro frontale tra due treni. Abbiamo il dovere – spiega il deputato di Area popolare – di fare chiarezza anche se nulla potrà alleviare il dolore dei familiari delle vittime. Occorre fare tutto il necessario affinché quanto accaduto non si verifichi mai più”.
«Cordoglio e vicinanza alle famiglie delle vittime del gravissimo disastro ferroviario in Puglia. Si faccia chiarezza in tempi brevi sulle cause di quello che è successo. Se dovesse essere appurato che qualcuno ha sbagliato ed è responsabile dell’incidente, la giustizia sia inflessibile e non conceda sconti». Lo scrive su facebook il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.
“Condoglianze alle famiglie delle vittime che a causa del terribile scontro ferroviario hanno perso la vita. Il Governo si attivi per capire che cosa sia successo”. Cosi’ Mariastella Gelmini, vice capogruppo vicario alla Camera dei deputati di Forza Italia, sulla sua pagina Facebook.
“Siamo sconvolti dalle immagini dell’immane tragedia pugliese. Uno scontro di tali proporzioni tra due treni non può, non deve avvenire. Vogliamo subito un’informativa urgente del ministro dei Trasporti e pretendiamo investimenti immediati per l’ammodernamento della rete ferroviaria del Mezzogiorno. Intanto, voglio esprimere tutta la solidarietà del gruppo parlamentare di Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale ai familiari delle vittime e ai pugliesi”. È quanto ha dichiarato il capogruppo di Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale Fabio Rampelli.
“Preghiamo per le vittime di una tragedia che non doveva succedere siamo vicini a famiglie”. Così su twitter Valentina Castaldini, portavoce nazionale del Nuovo Centrodestra.
“A nome del gruppo di Area popolare esprimo il cordoglio per le vittime del terribile incidente ferroviario in Puglia, la vicinanza alle loro famiglie e lo sconcerto per quanto è potuto succedere, che ha delle evidenti responsabilità umane che andranno accertate. Non sarà questo che renderà giustizia a chi è morto in modo così assurdo, ma almeno permetterà di lavorare perché fatti del genere non si ripetano in futuro.” Lo dichiara Maurizio Lupi, presidente dei deputati di Area popolare.
“Attonito davanti a immagini incidente ferroviario Puglia. Gruppo FI Camera vicino a famiglie vittime. Fare subito chiarezza su cause disastro”. Lo scrive su Twitter Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Disastro ferroviario in Puglia

Posted by fidest press agency su martedì, 12 luglio 2016

burocrazia“In merito allo scontro fra due treni avvenuto tra Andria e Corato poche ore fa esprimiamo sgomento per l’accaduto e vicinanza a tutti i familiari delle vittime; avvertiamo un senso di totale impotenza di fronte alla tragedia che ha colpito nella quotidianità la Puglia ed i suoi cittadini. Attendiamo le indagini della Magistratura per ben comprendere se tutto è dovuto esclusivamente ad errore umano o se si possano contemplare altre responsabilità.
Nello stesso tempo, però, riteniamo necessaria una riflessione rispetto alla realizzazione del tratto ferroviario dove è avvenuto lo scontro, che consiste in un binario unico, il cui raddoppio ai fini della viabilità e della sicurezza era stato previsto e finanziato dall’Unione Europea già nel 2012. Questa tragedia è pertanto anche figlia della solita emergenza italiana che diventa consuetudine tollerata e sottovalutata: i terreni utili per il raddoppio erano già stati espropriati nel 2013, mentre il termine di presentazione delle offerte alla gara di appalto per la progettazione e l’esecuzione dei lavori ai fini dell’ampliamento della tratta Corato-Andria ha attraversato altri tre anni di proroghe. Ciò sempre ad indicare che, quando esiste una burocrazia lenta e superficiale, essa non permane mai a servizio del bene comune.” Queste le dichiarazioni di Cinzia Pellegrino, Coordinatore Nazionale del Dipartimento Tutela Vittime di FdI-AN in merito allo scontro fra due treni avvenuto nella mattinata nel Nord Barese.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La Puglia vince il concorso di Sanofi su innovazione e diabete

Posted by fidest press agency su domenica, 22 maggio 2016

innovazioni pugliaIn Italia 1 persona con diabete su 2 non si sente in buona salute e dichiara che il diabete ha un impatto negativo sulla qualità della sua vita, oltre a interferire con le normali attività quotidiane e le relazioni personali. Lo rivelano le anticipazioni di una ricerca realizzata da GfK su diabete e qualità di vita commissionata da Sanofi che ha coinvolto 500 persone con diabete in tutta Italia. Il 62% dei pazienti intervistati ha avuto in media valori di glicemia troppo alti 7 volte al mese e troppo bassi 3 volte al mese. I pazienti consapevoli, attenti e competenti nella gestione della malattia, in media 1 su 3, sono quelli che dichiarano maggior soddisfazione nella relazione col medico (in quanto a disponibilità, ascolto, competenza) e hanno una miglior percezione del proprio stato di salute. Dalla fotografia emerge che il ruolo del medico è fondamentale nel favorire il coinvolgimento del paziente rispetto all’autogestione del diabete. Inoltre, i medici che incoraggiano maggiormente a seguire la dieta e praticare attività fisica, aumentano la capacità del paziente di modificare il proprio stile di vita.
Dai bisogni delle persone con diabete alle migliori pratiche per gestirlo. Così è nato il progetto #5innovazioni promosso da Sanofi, che ha girato l’Italia per far emergere e premiare chi sul diabete e sulla salute fa innovazione. Da Milano a Napoli passando da Perugia, Bari e Cagliari. Queste le tappe del concorso: 5 regioni in finale, 5 progetti di eccellenza.
Formazione del personale scolastico per migliorare la vita dei ragazzi con diabete e aiutarli ad affrontare serenamente la propria condizione. Questo il progetto vincitore di #5innovazioni, promosso dall’associazione APGD (Associazione Pugliese per l’aiuto al Giovane con Diabete) e premiato il 19 maggio a Roma. “Vivere bene… con il diabete a scuola” nasce dall’ascolto delle esperienze di ragazzi e famiglie che convivono con disagi e problematiche quotidiane. Obiettivo: garantire – anche durante l’orario scolastico – i controlli della glicemia, la somministrazione dei farmaci, la gestione di eventuali crisi ipoglicemiche, l’adeguata alimentazione, lo svolgimento in sicurezza di attività sportive. Il tutto con l’esperienza di professionisti del settore e il supporto di materiali informativi come presentazioni e brochure. Ma anche con la realizzazione di un cortometraggio, “Dolce come il miele”, in cui i ragazzi parlano della loro condizione. Guarda il video: https://www.youtube.com/watch?v=C4SWhZvS7kE
Menzione speciale
Il progetto finalista per la Sardegna, Cereal 14/20, promosso dall’associazione Diabete Zero, ha ricevuto una menzione speciale. Il pane preparato con farine tradizionali, in grado, secondo una ricerca, di migliorare alcuni parametri delle persone con diabete, ha riscosso molto entusiasmo da parte dei membri della giuria per la sua originalità e per il suo valore storico. (foto: innovazioni puglia)

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I campeggiatori scelgono la Puglia

Posted by fidest press agency su martedì, 3 novembre 2015

Il portale turistico Campeggi.com ha indagato sui gusti e le abitudini dei campeggiatori, ricavando l’identikit del turista en plein air: estate, mare, Puglia e bungalow! La bella stagione è ormai alle spalle, ma per i turisti è già tempo di pensare alle prossime vacanze: c’è chi si informa, anche solo per fantasticare dall’ufficio sulla prossima destinazione, e chi invece sceglie e organizza ora il viaggio del 2016, per risparmiare evitando il rischio del tutto esaurito. Troppo presto pensare oggi alle vacanze? No, soprattutto se vi vedete già spaparanzati sul lettino di una spiaggia pugliese, in estate e con la comodità di un bungalow ad attendervi in campeggio.La nuova indagine di Campeggi.com ( http://www.campeggi.com ), promossa tra i circa 300.000 fan della pagina Facebook del portale KoobCamp ( http://www.koobcamp.com )dedicato alla ricerca di campeggi e villaggi, rivela una sorprendente armonia nelle scelte dei turisti en plein air. A mettere d’accordo gli intervistati, in particolare, sono il periodo e la destinazione della vacanza: il 78% dei campeggiatori sceglie l’estate, nei mesi che vanno da luglio a settembre, e per il 75,6% la preferenza va al mare. Scorrendo le classifiche, scopriamo che il 17% esce dagli schemi delle ferie di massa ed opta per la vacanza in primavera (da aprile a giugno), mentre in pochi “osano” in autunno e inverno. Va detto, però, che stiamo parlando di vacanze vere e proprie, in quanto la possibilità di gite e weekend, anche sulla neve, non mancano nemmeno per il mondo dei campeggi e dei villaggi, grazie alle numerose strutture vicine alle città d’arte e a quelle in montagna che offrono addirittura suggestivi chalet e centri benessere da sogno ( http://www.campeggi.com/le-nostre-proposte/vacanze-sulla-neve_rt9 ).Tornando alla classifica, un approfondimento lo meritano le destinazioni. Se per il puglia75,6% degli intervistati la vacanza è rigorosamente al mare, lago e montagna si piazzano pari merito al secondo posto con un buon 9,8% ciascuno. A pesare su questi dati sono soprattutto le preferenze degli stranieri per il lago, molto amato dai turisti olandesi, e quelle accordate alla montagna in primavera ed estate, a conferma di quanto detto sopra. Tra le curiosità, va detto che i camperisti sono i più aperti a nuove esperienze di viaggio: per loro ogni momento è buono per scoprire nuovi posti, anche se il mare resta la scelta più amata.
Campeggio al mare, ma dove? A mettere d’accordo tutti è la Puglia che, grazie a destinazioni come il Gargano ( http://www.campeggi.com/italia/mappa-campeggi/gargano ), straccia tutte le altre regioni italiane. Se l’Italia domina con il 75,6% delle preferenze dei campeggiatori, seguita da Croazia e Spagna, la regione leader delle vacanze è la Puglia per il 24,3% degli intervistati. Sul podio, a pari merito ma distaccate dalla capolista, troviamo Sardegna epuglia1 Toscana con il 9,7%. A seguire: Trentino Alto Adige, Veneto e Campania con il 7,3%, l’Abruzzo con il 4,8%, Sicilia e Calabria con il 2,4% e poi tutte le altre.Ma se le località fanno la differenza, anche le sistemazioni non sono da meno. L’idea che il campeggio sia solo sinonimo di vacanza in tenda è ben lontana dalla realtà: il 39% degli intervistati sceglie la vacanza in bungalow, il 26,8% la piazzola e il 12,1% l’appartamento. C’è poi chi la casa se la porta dietro in ogni momento e si tratta dei camperisti: il 19,5% sceglie la vacanza in camper. Che ci sia il bisogno di esplorare e conoscere meglio anche il resto d’Italia e le offerte dei singoli campeggi e villaggi? Una necessità alla quale risponde Campeggi.com, con le schede dettagliate delle strutture divise per nazioni (Italia, Spagna, Francia e Croazia), regioni e zone turistiche, impreziosite da immagini, descrizioni e contatti per vacanze sempre nuove e sempre all’altezza delle aspettative. (foto: puglia)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Agroalimentare: da giugno uno show room di eccellenze della Puglia nel prestigioso Sun Chateau di Shangai

Posted by fidest press agency su sabato, 16 maggio 2015

Sun Chateau di ShangaiAlcune rappresentative eccellenze agroalimentari pugliesi, dal prossimo giugno, saranno stabilmente presenti a Shangai in uno show room dedicato, all’interno del lussuoso contenitore Sun Chateau.E’ lo step finale del progetto “Export Shangai” di Unioncamere Puglia, ufficializzato nei giorni scorsi a Shangai dalla firma di un accordo di collaborazione fra la stessa associazione delle camere di commercio pugliesi e CCPIT (commercio estero cinese). A siglarlo il direttore generale di Unioncamere Puglia, Angela Partipilo, e il direttore generale Trade, Yang Xiaodong. “L’intesa – ha dichiarato Angela Partipilo – apre moltissime opportunità alla Puglia e alle aziende associate, trattandosi anche di un accordo sul piano strettamente commerciale, essendo il CCPIT interessato anche alla rivendita dei prodotti riconosciuti di provenienza certa e di qualità, che la presenza di Unioncamere assicura. Poter godere di una esposizione permanente in una contenitore prestigioso, dove sarà possibile visionare i nostri prodotti, effettuare degustazioni e incontri BtoB, apre scenari molto interessanti per l’agroalimentare pugliese in un’area molto estesa, quale quella di Shanghai. Da sola conta circa 30 milioni di abitanti, di cui oltre 2 milioni di stranieri, molti dei quali occidentali e di fascia socio economica medio alta: tutti potenziali opinion makers delle nostre produzioni di eccellenza”.Il Sun Chateau in cui avrà sede lo show room è una bellissima e ampia struttura, dall’architettura avveniristica, che ospita anche un grande ristorante aperto al pubblico, uno spazio eventi catering di altissimo livello (chef 2 stelle Michelin), una parte dedicata ai matrimoni ( circa 500 all’anno) e dal 16 giugno inaugurerà uno spazio Market con prodotti di qualità nell’area “imbarco crociere”.
La firma dell’accordo è avvenuta a conclusione della partecipazione pugliese a Sial China, alla quale hanno partecipato 28 aziende con Unioncamere Puglia e in convenzione con la REGIONE PUGLIA – Area Politiche per lo Sviluppo Rurale. Ventidue di queste imprese, avendo preso parte al progetto “Export Shangai”, saranno presenti da giugno nello spazio Puglia al Sun Chateau.
Il Sial China è il più grande evento sul Food&Beverage in tutto il territorio asiatico ed è il primo per alcolici e vino. (foto: Sun Chateau di Shangai)

Posted in Cronaca/News, Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pugliesi nel mondo

Posted by fidest press agency su domenica, 26 gennaio 2014

bariE’ confermato per venerdì 31 c.m. l’incontro organizzativo che si terrà a Bari, presso il Palazzo della Provincia, con inizio alle ore 16,30. Organizzata dalla segreteria della presidenza dell’Associazione Internazionale “Pugliesi nel Mondo” sarà occasione per incontrare sia i propri dirigenti, soci e iscritti che altre associazioni,artisti, enti e autorità istituzionali, imprenditori e quant’altri disponibili nell’arricchire, con le proprie esperienze, idee e progetti e nel collaborare nell’organizzazione dei prossimi eventi. L’obiettivo prioritario è quello di unire le forze per il bene della nostra amata Puglia. Occasione questa, anche per confrontarsi con altre realtà presenti sul territorio e trovare l’intesa per una reciproca collaborazione.  Non sarà consentito l’accesso alla Sala ai non autorizzati e/o ai non in possesso di un invito.

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Bulgaria: green economy

Posted by fidest press agency su giovedì, 12 aprile 2012

Si chiama “Apulia Phoenix” ed è un programma di interventi che 12 aziende pugliesi e 3 bulgare realizzeranno in Bulgaria nei settori delle bonifiche ambientali, dell’efficientamento energetico, delle fonti rinnovabili e del ciclo di rifiuti. Le azioni si svolgeranno grazie ad una joint venture “Exxon centauri” che verrà costituita nei prossimi giorni, “una sorta di contratto di rete transnazionale”, ha riassunto il presidente della Camera di Commercio di Bari, Alessandro Ambrosi che ha aggiunto: “un tema su cui stiamo lavorando molto quello delle reti d’impresa. L’obiettivo è l’ottimizzazione delle risorse, la moltiplicazione delle occasioni e la reciprocità dei vantaggi, in termini di business e sviluppo. La Camera di Commercio continua così a sostenere ed affiancare le piccole e medie imprese nei percorsi di internazionalizzazione”.
“Apulia Phoenix” è stato presentato stamani nella sala giunta dell’ente camerale barese alla presenza di S.E. Todor Stoyanov, Ambasciatore pro tempore di Bulgaria in Italia. Il progetto è un’iniziativa della Confapi Bari e Bat e del Distretto delle Energie Rinnovabili della Regione Puglia. Sono intervenuti anche il consigliere economico dell’ambasciata di Bulgaria in Italia Boiko Kadrinov, il vice presidente vicario ed il segretario generale della Confapi Bari e Bat, Carlo Maria Martino e Riccardo Figliolia ed il vice presidente dell’Aicai, Salvatore Liso. “Bari è centro e motore delle crescita economica orientata verso i Balcani e l’area mediterranea. Una collaborazione quella fra Puglia e Bulgaria – ha detto S.E. Todor Stoyanov – che oggi in tempi di crisi si rivela strategica per aprire nuovi scenari e determinare nuovi investimenti che coinvolgano le imprese dei nostri territori. L’economia bulgara è in crescita, la tassazione è bassa, c’è molta fiducia fra i due Paesi e da questo progetto, che è già in stato avanzato, ci aspettiamo molto”.
Le azioni di intervento di “Apulia Phoenix” sono stato individuate sulla base di un’analisi del mercato bulgaro scaturita dopo una missione in Bulgaria, cui Confapi Bari e Bat ha partecipato due anni fa con lo sportello Sprint della Regione Puglia, Ice e Fiera del Levante. “Porteremo in Bulgaria il nostro know how tecnologico in settori importanti, in cui la Puglia vanta casi d’eccellenza, dalle rinnovabili all’ambiente. Know how che metteremo a disposizione delle imprese bulgare”, ha precisato Figliolia. Tre in particolare i progetti che hanno ottenuto interesse da parte del Governo della Bulgaria. Uno riguarda la creazione di una piattaforma tecnologica per biodisel e biofuel. “Recupereremo biomasse di scarto – ha precisato l’ideatore di “Apulia Phoenix”, Alessandro Legrottaglie – per fare biogas e quindi cogenerazione sul territorio. Un altro progetto riguarda i recuperi ambientali con bonifiche sul posto e ultimo ma non meno importante il progetto Green Energy, per recuperare anidride carbonica per usi agricoli e attraverso il carbone vegetale rendere più fertili i terreni”. Nel corso dell’incontro ci si è soffermati sulle notevoli prospettive che la Bulgaria offre alle imprese pugliesi anche in altri settori, in cui si può mutuare l’esperienza di “Apulia Phoenix”. (bulgari)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La Puglia biologica compie 20 anni

Posted by fidest press agency su sabato, 24 marzo 2012

Italiano: Puglia, i trulli

Italiano: Puglia, i trulli (Photo credit: Wikipedia)

Bari.“Settimana bio” dal 26 al 30 marzo 2012 Presso le Camere di Commercio pugliesi L’agricoltura biologica in Puglia compie 20 anni. Le prime aziende certificate bio sono state difatti riconosciute nel 1992. Per l’occasione Unioncamere Puglia, partner della rete Enterprise Europe Network nell’ambito delle attività realizzate all’interno del Progetto Bridg€conomies, in collaborazione con il Consorzio Puglia Natura, l’ICEA (Istituto per la Certificazione Etica e Ambientale) e con la partecipazione attiva dell’Assessorato Regionale all’Agricoltura, organizza la 2a edizione della “Settimana BIO in Puglia”. L’iniziativa prevede dal 26 al 30 marzo la realizzazione di un ciclo di 5 seminari che si svolgeranno nelle sedi delle Camere di Commercio di Puglia, con l’obiettivo di trasferire le novità salienti della riforma sul biologico a tutti i soggetti coinvolti in agricoltura. Si parte da Bari il 26 alle 15,30 con l’evento inaugurale. In apertura dei lavori si svolgerà la cerimonia di consegna dei riconoscimenti del XVII Premio Biol, la kermesse internazionale sui migliori oli extravergini biologici
Si prosegue 27 marzo a Foggia; il 28 a Brindisi; il 29 al Centro Congressi Cittadella delle Imprese CCIAA di Taranto. Evento conclusivo il 30 marzo alla Camera di Commercio di Lecce.
Si parlerà, con l’ausilio di tecnici e qualificati relatori di:
· PAC 2014-2020 nuovi scenari;
· Agricoltura biologica evoluzione normative e vino biologico;
· Distribuzione del biologico in Puglia e Marchio “Prodotti di Puglia”
Ciascun seminario sarà composto da due parti: la prima introduttiva in cui parteciperanno esperti e tecnici delle tre aree che relazioneranno sui temi oggetto degli interventi. Al termine delle tre relazioni si terrà una tavola rotonda e dibattito, dando spazio alla seconda parte con intervento specialistico che sarà differente per ogni evento seminariale. L’evento 2012 si realizza dopo il successo in termini di pubblico e di gradimento riscontrato dalla prima.I regolamenti comunitari e il Decreto Ministeriale inerenti l’agricoltura biologica propongono costanti e continui aggiornamenti normativi da diffondere a tutti i soggetti del settore. Con la notevole crescita del settore biologico oggi si ha l’occasione di osservare il contributo che il metodo produttivo ha dato, e può ancora dare nell’ambito agricolo e socialeGli incontri programmati costituiscono inoltre un importante ed imprescindibile occasione per informare e preparare tutti gli attori del settore agricolo ai nuovi scenari della Politica Agricola Comune del futuro. Nel 2013 si conclude il programma della PAC che fa riferimento al periodo 2007/2013, periodo in cui si sono registrate importanti variazioni, passando dalla politica dei mercati alla politica dei redditi. La nuova PAC si riferisce al periodo 2014-2020, in cui si aprono
nuovi scenari futuri, anche in virtù del fatto che entrano nella ripartizione delle risorse europee nuovi stati membri, più arretrati che necessitano di nuove risorse per l’adeguamento delle loro strutture.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’Impronta Digitale per l’Uva da Tavola

Posted by fidest press agency su lunedì, 6 febbraio 2012

Photo taken in Maiori, Italy uva

Image via Wikipedia

Berlino dall’8 al 10 febbraio. A Fruit Logistica, l’appuntamento internazionale per eccellenza dedicato alla presentazione dell’intera filiera dei prodotti ortofrutticoli, che si svolgerà a Berlino dall’8 al 10 febbraio, parteciperà anche la Samer, l’azienda speciale della Camera di Commercio di Bari, che opera nella certificazione di qualità di prodotto. Nell’ambito dell’area dedicata agli espositori pugliesi, curata da Unioncamere e dalla Regione Puglia, Area Politiche per lo Sviluppo Rurale, Samer presenterà al qualificato pubblico di visitatori della manifestazione, il progetto sull’“Impronta digitale dell’uva da tavola” che ha l’obiettivo di dotare la Puglia e il comparto viticolo regionale di uno strumento innovativo per la valorizzazione di questo prodotto. “E’ un’iniziativa all’avanguardia, realizzata in collaborazione con il Politecnico di Bari – spiega il presidente della Samer, Giuseppe Margiotta – grazie alla quale sarà possibile garantire la qualità, la tipicità e l’origine geografica dell’uva pugliese. Un metodo nuovisimo, che ha incontrato l’apprezzamento dei consorzi dei produttori fra i quali l’Apeo che sarà presente a Berlino e che è facile leggere in una dimensione molto più vasta nell’interesse del territorio e di altre produzioni agricole cui verrà esteso. Siamo troppo sovra esposti alla concorrenza di prodotti obiettivamente non eccellenti come i nostri. La qualità e la tracciabilità faranno la differenza e la Puglia, con una ricchissima e variegata produzione agricola, facendo rete fra istituzioni non può che essere in prima linea a supporto delle imprese per l’innovazione”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »