Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Posts Tagged ‘quadri’

ANCODIS: riconoscere l’Area dei Quadri nel sistema scolastico italiano

Posted by fidest press agency su lunedì, 24 giugno 2019

Intervenendo nel dibattito “Autonomia, governance e amministrazione delle scuole: analisi e prospettive” promosso da Anquap, il Presidente territoriale Ancodis Palermo, Rosolino Cicero, ha evidenziato la necessità di procedere al riconoscimento giuridico e contrattuale dei Collaboratori dei DS auspicandone la meritata attenzione da parte del MIUR e delle OO.SS..Cicero ha ribadito che l’attuale governance di un’autonoma Istituzione scolastica è ancorata ad una visione vecchia che non tiene conto della complessità di una scuola e dei compiti assegnati in relazione agli aspetti organizzativi, amministrativi e didattici.Occorre una “rivoluzione culturale” nella governance che non può prescindere dalla professionalità e dalle competenze dei Collaboratori i quali, insieme ai DS ed ai DSGA, si adoperano quotidianamente ed in ciascuna scuola al funzionamento ed all’organizzazione del servizio scolastico.
A monte di un progetto educativo e culturale adeguato ai bisogni formativi dei nostri alunni, infatti, esiste una efficiente ed efficace attività programmatica, organizzativa e gestionale che, però, non comporta alcun riconoscimento contrattuale del lavoro delle figure intermedie.E’ possibile, ha chiesto Cicero agli interlocutori, garantire adeguatamente un servizio complesso e complicato (diversi plessi, con diverse decine di unità di personale, alcune centinaia di alunni e qualche migliaio di genitori, attività didattica, progetti) senza la presenza di docenti impegnati e specializzati a diverso titolo nella programmazione, organizzazione e gestione?
E’ giunto il tempo della redazione di un documento contrattuale innovato e coerente con la realtà scolastica ben nota a tutti ma volutamente ignorata dalle Istituzioni e dalle OO.SS.. Ancodis ha chiesto che nel prossimo CCNL si ponga in primo piano la visione di una scuola fondata sul merito e sul lavoro di quanti – oltre l’attività di docenza – si impegnano intensamente e quotidianamente per garantire il migliore servizio possibile per alunni e famiglie e che, altresì, non escluda quanti vogliono impegnarsi nei ruoli di Collaborazione. Occorre infrangere l’ideologica, ipocrita ed arcaica visione professionale che ci rende tutti uguali nel lavoro, nelle mansioni, nei risultati, nella carriera e ci distingue solo nell’anzianità! Non è più tempo dell’indifferenza di MIUR ed OO.SS. ed una nuova visione deve prevalere su forme di pregiudizio e posizioni superate nei fatti dai tempi. Una cosa è comunque certa: con Ancodis è finito il tempo degli INVISIBILI!
Chiediamo attenzione e rivendicheremo con la necessaria determinazione il diritto di essere riconosciuti e di entrare a pieno titolo in una terza Area nel prossimo CCNL … giocatori e rispettive tifoserie permettendo!

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tornano alla Camera due quadri rubati

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 aprile 2011

Firenze. Due dipinti ottagonali della stessa mano, un anonimo artista del XVIII secolo, raffiguranti il ratto di Europa e una donna nuda con satiri e amorini, sono stati restituiti alla Camera di Commercio di Firenze dal Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale di Roma. Erano stati sottratti nel 2001 dalla villa Monna Giovannella di Bagno a Ripoli, allora proprietà camerale già in uso alla Facoltà di Agraria dell’Università di Firenze, che fu poi venduta dalla Camera di Commercio nel 2008. I due quadretti (cm. 56×69) sono stati riconosciuti dagli uomini del Reparto Operativo Sezione Antiquariato dei Carabinieri, proprio perché inventariati tra i beni mobili della Camera di Commercio. La Camera di Commercio vuole ringraziare formalmente il Nucleo Tutela del Patrimonio dei Carabinieri per l’azione costante e puntuale a difesa del “museo diffuso” del territorio. (ord)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La pittura di Giuseppe Ferrando

Posted by fidest press agency su mercoledì, 30 marzo 2011

Sanremo 2 aprile alle ore 18 Nyala Suite Hotel  mostra del ligure Giuseppe Ferrando, dal titolo “l’incanto della pittura”, è ideata e curata dal critico d’arte Giorgia Cassini. Ferrando ha ottenuto importanti riconoscimenti a livello nazionale ed internazionale, i suoi quadri sono esposti in permanenza presso Enti e Musei e sono presenti su numerose riviste e pubblicazioni dedicate all’arte pittorica. La sua produzione ha attirato l’attenzione di famosi critici e il suo nome è legato ad alcune delle più importanti Associazioni e a Centri Culturali nazionali. Ha partecipato a numerose e prestigiose mostre personali, alla 3ª mostra mercato di arte Contemporanea “Immagina” di Reggio Emilia, a Parigi Salon Art du nu, Espace Champeret ha esposto alla fiera internazionale d’Arte Contemporanea ARTEXPO di New York, al Festivalart 2010 di Spoleto, riscuotendo un notevole successo. Saranno esposte circa trenta opere di genere figurativo, sia ad olio che ad acquerello, incentrate su diversi stilemi iconografici. Tra questi, laLiguria, dove la ricchezza cromatica e la sensibilità luministica accarezzano il dato realistico.  Non mancano dipinti in cui l’eleganza rivela, con forza, la sua impronta ed altri in cui il particolare ardito si placa nella grazia delle forme e delle tonalità. (pierrots)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Agli idoli si perdona tutto

Posted by fidest press agency su sabato, 29 gennaio 2011

Lettera al direttore. Tra i ricordi d’infanzia ci sono due quadri appesi alle pareti della cucina, uno incorniciava il volto di Mussolini, l’altro quello di Hitler. Mi sono rimasti in mente forse perché quando i soldati tedeschi vennero a prendere mio padre, lui glieli indicò, per fargli capire che era dalla loro parte. Per fortuna, e non certo per i quadri appesi alla parete, lo rilasciarono dopo poche ore. Non credo proprio che mio padre fosse dalla parte di Hitler, però sono sicuro che ammirava Mussolini, anzi che ne fosse entusiasta, lui che era incapace di far male ad una mosca. E quando si è entusiasti di un personaggio, quando questo è considerato un idolo, si è disposti ad accettare anche i suoi gravi difetti.  Alle volte i difetti non sono neppure  riconosciuti come tali. L’idolo in qualche modo riesce a influire sul senso morale di coloro che lo adorano. Probabilmente mio padre, come altre brave persone, a Mussolini perdonava persino le leggi razziali, oppure riteneva che fossero necessarie. Altrimenti perché l’idolo le avrebbe promulgate? Oggi per molte persone l’idolo è Silvio Berlusconi, e si può costatare come reagiscono i suoi adoratori, davanti alla sua incapacità di controllare la sfera sessuale. Se Berlusconi commettesse un omicidio, molti non ci crederebbero. Ma se fosse evidentissimo, sarebbero disposti a perdonare. Direbbero: “Povero Cavaliere, se ha ucciso, sicuramente aveva le sue buone ragioni”. Così va questo povero mondo. (Attilio Doni)

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

A proposito della Fiat di Marchionne

Posted by fidest press agency su venerdì, 26 novembre 2010

Il confronto di queste ore al Lingotto di Torino tra Sergio Marchionne e il responsabile delle relazioni industriali, Paolo Rebaudengo, da una parte e i rappresentanti dei sindacati Fim, Fiom, Uilm, Fismic, Ugl e Associazione quadri, segna un passo avanti rispetto al braccio di ferro ingaggiato mesi fa dal “patron” della Fiat. Sul tavolo un miliardo d’investimenti e vetture di punta Jeep e Alfa Romeo. Il piano del Lingotto prevede “una joint venture tra Chrysler e Fiat per portare a Torino dagli Usa una nuova piattaforma che servirà per produrre auto e suv di classe superiore sia per il marchio Jeep sia per l’Alfa Romeo”. Un investimento che consentirà una produzione fino a 250-280 mila vetture l’anno, che significa piu’ di mille auto al giorno”. Ma esiste una contropartita. Marchionne invita i sindacati ad isolare gli estremisti e a tenerli fuori dalla fabbrica e lo stesso dicasi dei partiti. In nome di un “obiettivo più alto” i sindacati devono rinunciare ad assicurare ai loro iscritti una fetta dei loro diritti. Ciò concilierà gli interessi della multinazionale dell’auto e le consentirà una possibile crescita occupazionale in Italia. E’ una precondizione essenziale se si vuole trasformare le fabbriche in Italia della Fiat un punto di riferimento privilegiato per la produzione di auto per l’Europa come per il Nord America e altri mercati del mondo, e che lavora sia per Fiat sia per Chrysler”. Questa ha aggiunto Marchionne, non senza una certa enfasi: “è una sfida tra noi e il resto del mondo e si può vincere solo se tutte le forze si uniscono e lavorano nella stessa direzione, solo se c’è una reale condivisione d’intenti”. Tocca ora ai sindacati far digerire ai lavoratori questa pillola amara in nome di una garanzia lavorativa e la possibilità di nuove commesse ed opportunità di impiego: prendere o lasciare.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

XVI mostra-concorso “Augusto Rocchi”

Posted by fidest press agency su sabato, 4 settembre 2010

Pescara. Sarà visitabile fino al 12 settembre presso la casa natale di Gabriele d’Annunzio la XVI Mostra d’arte organizzata dall’Intercral Abruzzo e dedicata alla memoria di Augusto Rocchi, che quest’anno è intitolata «L’arte nella casa di Gabriele d’Annunzio». Alla mostra-concorso inaugurata ieri, primo settembre, hanno partecipato circa 100 associati all’Intercral provenienti da tutto l’Abruzzo, per un totale di oltre 130 opere divise tra pittura, fotografia e, per la prima volta, scultura. Circa trenta quadri, realizzati prevalentemente ad olio e in tecnica mista, ed oltre 100 foto concorreranno quest’anno alle due sezioni storiche del concorso, mentre 7 sono le opere, in rame, legno e terracotta, ad aver onorato la prima edizione della sezione scultura, annoverando nomi come Ernesto David, le sorelle Assunta e Novelia Marinozzi, Mario Scarano e Sebastiano Nervegna.
La mostra è visitabile ogni giorno gratuitamente dalle 9 alle 13 e dalle17 alle 22.  I vincitori della sezione fotografia saranno proclamati l’11 settembre alle 19 e i vincitori delle sezioni pittura e scultura saranno il 12. Le votazioni saranno effettuate da una giuria tecnica e da una giuria popolare. (mostra pescara)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gérard Garouste. Le Classique et l’Indien

Posted by fidest press agency su domenica, 7 febbraio 2010

Roma 14 ottobre a domenica 29 novembre 2009, l’Accademia di Francia a Villa Medici presenta una grande retrospettiva dedicata all’opera di Gérard Garouste, Le Classique et l’Indien, tra gli artisti più significativi della scena artistica francese contemporanea.  Vernissage Martedì 13 ottobre 2009 ore 18.30 La mostra, curata da Daniel Templon, si snoda attorno a settanta opere tra quadri e sculture. Punto di partenza del percorso sono una serie di ritratti, commissionati anonimamente, da persone note o vicine all’artista, che costituiscono un ritorno al classico, alla tradizione pittorica: un confronto con il realismo e con la somiglianza rispetto ai modelli. È poi la volta delle opere raffiguranti le varie tematiche affrontate dall’artista per un periodo di oltre vent’anni, quali i testi classici, da Rabelais (la Diva Bacbuc), a Dante (La Divina Commedia) e Cervantes (Dom Quijote), come anche la rappresentazione della propria vicenda personale. Sculture, dipinti a olio e indiane (grandi panni di tela, sospesi alla maniera degli arazzi) completano la mostra.  Nell’Atelier del Bosco, nei giardini di Villa Medici, la retrospettiva si chiude su alcuni lavori che rievocano Tal la Rosée, una storia ispirata al Pentateuco.
Nato a Parigi nel 1946, Gérard Garouste vive e lavora a Marcilly-sur-Eure. Pittore e scultore, attento lettore della Bibbia, egli ha anche una passione per la mitologia, le religioni e l’iconografia religiosa, come anche per le fiabe e le leggende. Affrontando il concetto di “soggetto” nella pittura, egli indaga il mistero delle origini e della trasmissione. Spesso definito come “pittore post moderno”, Gérard Garouste si situa in realtà ai margini delle correnti e delle mode dell’arte. Strenuo sostenitore del ritorno al figurativo, egli non si fa scrupoli nel citare grandi maestri, quali il Tintoretto o il Greco. Le sue tele, spesso di dimensioni importanti, raffigurano personaggi dai corpi spezzati all’interno di composizioni enigmatiche estremamente elaborate. (gerard photo)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Polizia stato: nuovo accordo quadro

Posted by fidest press agency su sabato, 1 agosto 2009

Dopo due anni dall’inizio delle trattative, finalmente, è stato sottoscritto il nuovo Accordo Nazionale Quadro, che innova, modifica e sostituisce il precedente, ormai superato dalle innovazioni  contrattuali normative avvenute dal 2000 ad oggi.  Il nuovo Accordo Nazionale Quadro, a normativa vigente, introduce aspetti significativi e  particolarmente innovativi, che delineano una nuova e diversa filosofia nelle relazioni sindacali con  l’Amministrazione, al centro come in periferia.  Lo spirito del nuovo Accordo, nel pieno rispetto dei reciproci ruoli, infatti è quello di fornire uno strumento che offrirà concrete opportunità di azione che consentiranno di raggiungere accordi con i sindacati per gestire in modo funzionale ed efficace le problematiche di servizio, con altrettante garanzie di rispetto  delle norme e di tutela del personale.  In particolare con esso: 1. Cresce il ruolo del sindacato, sia a livello centrale, ma soprattutto è fortemente valorizzato il livello  territoriale del sindacato;  2. Viene introdotto un glossario con le definizioni dei vari istituti dell’Accordo ed i relativi riferimenti normativi  3. Aumentano le garanzie sulle procedure di contrattazione decentrata, sia in fase di definizione che di verifica e modifica delle stesse, con un ruolo sempre maggiore delle strutture territoriali ed in  particolare delle segreterie provinciali;  4. Vengono ridotti e semplificati tempi e procedure e vengono fissate regole più chiare e certe sulle  procedure di applicazione dell’orario di lavoro previsto dallo stesso A.N.Q., con un maggiore ruolo  contrattuale delle segreterie provinciali. Le modifiche agli orari di lavoro rispetto a quelli previsti negli artt. 8 e 9 del nuovo A.N.Q. dovranno necessariamente essere oggetto di accordo decentrato con le Segreterie Provinciali;  5. Vengono meglio specificati e dettagliati i contenuti della programmazione settimanale la quale sarà  un vero atto chiaro ed uguale per tutti gli Uffici di pianificazione finalizzato a migliorare le garanzie e le certezze per gli operatori di Polizia;  6. Vengono fissati i criteri per l’impiego occasionale in turni continuativi del personale stabilmente  inserito nei servizi non continuativi, con un ampliamento delle garanzie e dei diritti per gli operatori; 7. Viene stabilito che per il personale impiegato nei servizi non continuativi la programmazione del  riposo settimanale deve essere effettuata e, prioritariamente, essere riferita alla giornata della  domenica;  8. Viene meglio disciplinato l’ipotesi di orario flessibile, con la possibilità anche di anticipo dell’orario  d’inizio del servizio, fissando ulteriori criteri circa le modalità applicative che aumentano le garanzie per il personale;  9. Vengono ampliate già nel testo le garanzie per il personale in ordine all’ipotesi del cambio turno.  Inoltre i criteri saranno individuati annualmente tra l’Amministrazione e le OO.SS.;  10. Viene finalmente disciplinato l’istituto dell’impiego del personale che abbia compiuto 50 anni di età  o 30 di servizio, i quali, a domanda, potranno essere esonerati dai turni previsti nelle fasce serali e notturne;  11. Viene assicurato almeno 2 volte ogni 5 settimane il riposo settimanale coincidente con la domenica  per il personale dei Reparti Mobili (attualmente tale diritto era limitato ad 1 volta ogni 5 settimane);  12. Vengono estese le norme dell’A.N.Q. fissate per la Banda Musicale anche al personale della Fanfara della Polizia di Stato;  13. Viene fissata al 40% la percentuale minima di straordinario programmato (attualmente è il 20%) e  sono introdotte una serie di significative diverse modalità applicative salvaguardando l’adesione  volontaria all’istituto;  14. Viene introdotto un nuovo criterio che aumenta la garanzia per il personale impiegato in turni  continuativi nel caso di programmazione del lavoro straordinario, fissando il criterio dell’esigenza di recupero delle energie psico-fisiche in relazione alla peculiarità del servizio svolto;  15. Viene introdotta una riunione annuale tra l’Amministrazione e le OO.SS. sui criteri di massima concernenti le modalità di ripartizione del monte-ore lavoro straordinario (attualmente la ripartizione viene decisa in maniera unilaterale da parte dell’Amministrazione), il tutto con una crescita delle garanzie per il personale;  16. Viene stabilito per l’istituto della reperibilità, al pari di quello dei cambi turno, una riunione annuale  che individui i criteri di assegnazione delle giornate di reperibilità ed alcune significative  innovazioni sulle modalità applicative dell’istituto a livello territoriale;  17. Cresce il ruolo delle segreterie provinciali in sede di confronto semestrale, con l’introduzione, tra  l’altro, di specifici obblighi in capo all’Amministrazione in ordine alla trasparenza degli atti da  mettere a disposizione delle OO.SS e ad una serie di obblighi di comunicazioni di dati su richiesta  dei sindacati con cadenza mensile.;  18. Viene ulteriormente migliorato l’istituto della formazione e aggiornamento professionale, con  l’obbligo per l’Amministrazione di assicurare l’effettiva partecipazione ai cicli formativi e con  l’obbligo di recupero entro l’anno successivo nel caso di non utilizzo delle giornate destinate alla formazione;  19. Viene istituita, come sancito dall’ultimo contratto di lavoro (D.P.R. 51/2009), una commissione  consultiva per il Fondo di Assistenza per il Personale della Polizia di Stato, avente competenza a  formulare proposte e pareri in merito agli indirizzi generali del fondo stesso;  20. Vengono fissati alcuni criteri di idoneità degli alloggi di servizio per il personale in missione,  rinviando ad una specifica commissione la formulazione delle proposte per l’individuazione degli  specifici criteri;  21. Viene stabilito che entro 6 mesi l’Amministrazione dovrà avviare il confronto con le OO.SS. per la  definizione di quanto stabilito dal D. Lgs. 81/08 in merito alla elezione del rappresentante dei lavoratori per la sicurezza; 22. Viene istituito un tavolo di confronto permanente tra l’Amministrazione e le OO.SS. per la  risoluzione delle controversie sorte in sede centrale e periferica sull’applicazione delle materie regolate dall’A.N.Q.;  23. Vengono introdotte disposizioni finali circa la responsabilità da parte dei titolari degli uffici  sull’attuazione dell’A.N.Q. e sull’inosservanza delle disposizioni in esso indicate che costituisce violazione contrattuale.  Le disposizioni del nuovo accordo nazionale quadro entrano in vigore entro 60 giorni dalla sottoscrizione.  entro tale termine dovra’ essere emanata la circolare attuativa che  sara’ definita e concordata tra l’amministrazione e le oo.ss.. con tale circolare sara’ possibile concertare preventivamente anche eventuali  chiarimenti ed indirizzi applicativi  sulle norme del nuovo accordo nazionale quadro

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lorenzo Manenti

Posted by fidest press agency su lunedì, 6 luglio 2009

suggestioniBergamo fino al 21/7/2009 Museo Civico Archeologico p.zza Cittadella, 9 Mesopotamia perduta, suggestioni pittoriche che espone opere di un giovane pittore, Lorenzo Manenti; molti soggetti delle pitture sono reperti della civiltà mesopotamica, depredati, distrutti, talvolta fortunosamente recuperati a seguito delle guerre che hanno coinvolto l’Iraq e che hanno messo a repentaglio un grande patrimonio storico-archeologico.  Le opere si animano attraverso la coscienza civile e si propongono come soggetti di denuncia verso ogni forma di depauperamento del patrimonio culturale in senso lato, in ogni luogo e di ogni periodo. Il messaggio pittorico colpisce, dunque, anche perche’ carico di impegno civile. Ospitare all’interno delle sale del Museo Archeologico i quadri di Lorenzo Manenti permette di illustrare l’esito di un profondo percorso interiore, che muove dal documento archeologico in quanto testimone di violenza e illegalità. Attraverso la pittura i soggetti si animano ed esprimono lo sconcerto e la disperazione per la dispersione del patrimonio archeologico iraqeno, che non rappresenta soltanto l’identità di quel popolo, ma un capitolo della storia della nostra civiltà.  La mostra sarà introdotta da Luca Pietro Nicoletti e sarà preceduta da una chiacchierata con Silvia Chiodi che e’ attualmente capo della ricognizione archeologica del CNR a Nassiryia. L’intervento -Da Baghdad a Nassiryia- ripercorre i tragici eventi e narra l’esperienza personale di Silvia Chiodi che nella primavera del 2004 si trovava in missione a Baghdad insieme a Giantomassi e Colombo e nella primavera del 2006 a Nassiriya; tratteggia l’attuale situazione dei Beni culturali in Iraq, delinea gli interventi umanitari in cui si e’ trovata in prima linea, le problematiche scaturitene, le proposte di legge avanzate nonche’ le sensazionali scoperte effettuate insieme a Giovanni Pettinato, assiriologo di fama mondiale, e al topografo Mauro Mazzei nel marzo del 2006. (suggestioni)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I quadri sono in crescita

Posted by fidest press agency su lunedì, 9 marzo 2009

Federmanager, la federazione dei dirigenti industriali, – avverte la CIU – farebbe bene a non strumentalizzare la categoria dei quadri che non rappresenta, anzi ne contrastò la nascita ed il riconoscimento giuridico come risulta dagli atti parlamentari. Sul piano pratico fornisce cifre fantasiose sulla consistenza numerica, moltiplicate per tre o quattro volte rispetto a quella reale, allo scopo di esercitare una maggiore pressione sul Governo per i suoi fini di allarme sociale e di richesta di finanziamenti.Per la precisione i quadri in Italia, secondo gli ultimi dati attendibili INPS, sono 386.795 (e non 1.000.000 – 1.500.000) e hanno avuta una crescita numerica di circa il 7% nel biennio 2005-2007 (non vi sono dati certi più recenti forniti dall’INPS in base alle denunce delle aziende). Incremento determinato dal progressivo passaggio delle aziende all’economia basata sulla conoscenza.Probabilmente nel 2008 per i quadri, precisa la CIU che li rappresenta al CNEL e nei loro vari problemi, vi sarà qualche variazione dovuta alla crisi ma il trend è comunque positivo, favorito da un mercato del lavoro europeo che fa cadere le barriere nazionali per professionisti altamente specializzati e ne facilita la circolazione poichè ne ha bisogno tanto da cercarli anche fuori dai confini comunitari (direttiva sulle carte blu).Il contrario di ciò avviene per il “dirigente italiano” con contratto collettivo, figura che nei Paesi europei è pressoché sconosciuta e comunque ben diversa dal manager.E’ illuminante la recente vicenda – sottolinea la CIU – dei piloti Alitalia aderenti all’ANPAC, situazione mal gestita dalla loro confederazione CIDA (Confederazione Italiana Dirigenti d’Azienda), che in pochi giorni sono entrati ed usciti dall’area dirigenziale in quanto hanno scoperto che rischiavano il licenziamento (“senza giusta causa o giustificato motivo”) a cui sono soggetti i dirigenti italiani delle aziende.(fonte http://www.neuromedia.eu)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »