Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘quota’

Scuola: Allarme supplenze, dopo quota 100 sarà record: basta promesse

Posted by fidest press agency su martedì, 20 novembre 2018

Con l’ormai prossima approvazione della contro-riforma Fornero, solo nella scuola è previsto un alto numero di uscite dal lavoro, tra le 80 mila e le 100 mila, con larga prevalenza di insegnanti. E siccome il Ministero dell’Economia non vuole autorizzare nemmeno 27.400 immissioni in ruolo chieste dal titolare del Miur Marco Bussetti, quindi negando anche la stabilizzazione di meno di un sesto del necessario, a settembre si rischia seriamente di ritrovarci con oltre 200 mila supplenze annuali: altro che fine del precariato, come aveva promesso l’ex premier Matteo Renzi, e assorbimento di tutti i precari, come ha più volte promesso il primo partito di maggioranza dell’attuale Governo. Secondo Marcello Pacifico, bisogna affrontare subito il problema, prima che la situazione sfugga di mano: basterebbe votare gli emendamenti predisposti da Anief su riapertura GaE, estensione del doppio canale di reclutamento alle graduatorie d’istituto e conferma dei ruoli degli insegnanti assunti con riserva. E dare seguito alle modifiche richieste al nuovo sistema di reclutamento, con particolare attenzione ai docenti non abilitati destinati a fare i supplenti di Stato sine die.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Qatar Airways ha acquistato una quota pari al 10% di LATAM

Posted by fidest press agency su sabato, 31 dicembre 2016

latamLATAM Airlines, la compagnia aerea leader in America Latina, e Qatar Airways, conosciuta in tutto il mondo, entrambi membri dell’alleanza oneworld,hanno annunciato che Qatar Airways, attraverso la consociata, di suo totale controllo, Qatar Airways Investments (UK) Ltd (“Qatar”), ha completato l’acquisizione del 10% di LATAM raggiungendo un totale di 60.837.452 azioni.L’offerta in opzione agli azionisti di 61.316.424 nuove azioni, al prezzo per azione di US$10, si è conclusa lo scorso 23 Dicembre 2016, giorno nel quale Qatar ha sottoscritto le azioni di LATAM attraverso la sua società, interamente controllata, Qatar Airways Investments (UK) Ltd., in qualità di assegnatario del diritto di prelazione assegnato dagli azionisti Cueto, Amaro, Eblen e Bethia Groups al Qatar, così come convenuto tra LATAM e Qatar, e di altri azionisti di minoranza proprietari di 12.140 azioni di LATAM.Il 28 dicembre 2016, Qatar ha sottoscritto inoltre 30.349.907 azioni non sottoscritte dagli azionisti durante la fase di diritto di prelazione.L’ingresso di Qatar Airways come azionista di LATAM rappresenta una occasione unica per sviluppare un rapporto a lungo termine e per esplorare nuove opportunità di connessione fra Asia e Medio Oriente. (foto: latam)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Prezzo oro: nuovo record

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 settembre 2011

Nuovo record per il prezzo dell’oro, che stamattina ha superato la soglia di 1.920 dollari l’oncia. I timori che la crisi del debito europea possa aggravarsi spinge in alto il costo del metallo più prezioso, anche sulle lavagne dei bookmaker d’oltremanica. L’agenzia Paddy Power, riporta Agipronews, offre a 3,75 la possibilità che il prezzo del metallo più prezioso superi entro la fine dell’anno i 2.000 dollari. La quota per una valutazione record è crollata negli ultimi giorni, portandosi quasi alla pari con quella di un valore compreso tra i 1.800 e i 1.900 dollari (3,50).

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I bookmaker italiani “votano” nerazzurro

Posted by fidest press agency su martedì, 29 marzo 2011

Vestiaire Inter Milan 2

Image via Wikipedia

Per il derby di Milano i bookmaker votano Inter. I nerazzurri, informa Agipronews, sono favoriti su quasi tutti i banchi italiani, mentre i rossoneri riescono al massimo a strappare un “pari quota” nelle scommesse 1X2 sul derby senza essere mai avanti nelle scommesse. La lavagna di Better è quella che concede più chance ai nerazzurri (il «2» è a 2,55, l’«1» a 2,70) mentre sul tabellone di Matchpoint si rileva una delle quote più alte per il successo milanista (l’«1» è a 2,75 e il «2» a 2,60). Per Snai le chance di Leonardo pagano 2,50 contro il 2,65 per Allegri. In perfetto equilibrio il pronostico pensato dai quotisti di Iziplay con i segni «1» e «2» offerti entrambi a 2,70, alla pari anche la forbice di Bwin e Gioco Digitale (con «1» e «2» a 2,60). Distanza al minimo sui tabelloni di Intralot (2,65 per il Milan, 2,60 per l’Inter), Totosì (2,70 ai rossoneri, 2,65 ai nerazzurri) e Betpro («1» a 2,70 e «2» a 2,63). Il pareggio è mediamente l’opzione più alta fra i tre segni e oscilla fra il 2,95 offerto da Microgame salendo fino a 3,25 di massima.Manca dalla gara con la Roma, ma contro il Milan potrebbe essere in campo. Il ritorno di Diego Milito infiamma anche i bookmaker esteri, che per il derby gli “prenotano” il gol: la rete al rientro, riferisce Agipronews, è offerta a 3,00, poco più in alto di Pato ed Eto’o, favoriti a 2,88. Spazio anche al possibile show del Principe: una doppietta paga 10 volte la posta, per la tripletta la quota sale a 29,00. I bookmaker esteri a tutta quota sul derby di Milano: si punta su tutti o quasi gli aspetti della partita. La quota più curiosa è anche quella più alta. Un incontro concluso senza battere nemmeno un calcio d’angolo, si legge su Agipronews, è un’opzione da 1000 volte la scommessa. Poi si passa a ipotesi più realistiche come la possibilità di vedere un autogol (offerta a 9,00) oppure quella che un giocatore segni una tripletta (bancata a 5,00), si scende ancora più giù (a 1,50) per un’espulsione nel corso dei 90 minuti. Se l’Inter è favorita nell’«1X2« secco (a 2,65 contro il 2,70 sul Milan), i quotisti vedono nerazzurro anche nella giocata su quale squadra segnerà per prima: l’Inter è a 1,90, il Milan a 2,10.Da amici nella Samp a nemici nel derby di Milano: dopo il periodo d’oro a Genova, la coppia Pazzini-Cassano torna protagonista nella settimana del derby della Madonnina. Per i quotisti esteri, riporta Agipronews, se la giocano alla pari sia nella scommessa sui goleador della gara che in quelle sul primo marcatore, nonostante il barese sembri destinato a partire in panchina. Una rete del “Pazzo” o una di Fantantonio sono offerte entrambe a 3,20, mentre se fosse uno di loro ad aprire le marcature la proposta salirebbe a 7,50. In cima al tabellone del primo goleador dell’incontro svettano Eto’o e Pato, entrambi offerti a 6,50.(fonte agipro)

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Imprese femminili in provincia di Firenze

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 febbraio 2011

A metà 2010 le imprese femminili registrate in provincia di Firenze mostrano di aver tenuto le proprie posizioni, nonostante le turbolenze economiche, attestandosi a quota 23.643 (21,8% sul totale delle sedi registrate fiorentine, rispetto al 21,4% del 2007). Il loro contributo si conferma, però, ancora una volta minore rispetto a quanto si osserva in altri territori come Toscana (23,6%), Centro-Italia (23,8%) e Italia (23,3%). Le ditte individuali sono nettamente prevalenti (12.292, 52,3%); seguono società di persone (29,2%) e di capitale (16,9%). Rispetto al totale delle imprese fiorentine è ancora molto ampia la forbice tra le due forme societarie, forse per una certa difficoltà da parte delle imprese femminili a spostarsi verso forme più articolate e strutturate di fare impresa. A livello nazionale le imprese femminili attive rappresentano il 24,1% delle imprese attive e la loro diffusione appare molto più marcata nelle province medio-piccole del Centro Sud (36,1%), mentre solo il 17,9% trova sede nelle regioni del Nord-Est. La provincia fiorentina è al 79° posto in generale e al 7° tra quelle più grandi (ovvero con oltre 80.000 sedi di imprese attive sul territorio) per tasso di presenza delle imprese femminili.   In ambito regionale la provincia di Firenze detiene la quota maggiore di imprese (24%), seguita (10,5 e 10%) da Lucca e Pisa. In Toscana trovano casa il 6,9% delle imprese femminili, ma le regioni più densamente popolate in termini numerici sono Lombardia (13,5%, oltre 191.000 unità) e Campania (10,5%, 148.000).   Il tasso di imprenditorialità femminile (rapporto tra imprese attive in generale e popolazione femminile di età compresa tra i 15 e i 64 anni) si attesta al 6,6% (3,9% se riferito alle imprese individuali), mentre il tasso di presenza nelle compagini direzionali arriva al 18,6%, dato questo ben al di sopra tanto della media italiana (15,3%), quanto del corrispondente valore stimato per il complesso delle cariche provinciali (15,7%).   Le imprese femminili attive si caratterizzano per una spiccata terziarizzazione, che si traduce quindi in una concentrazione nei servizi (commercio: 29,9%, servizi alle imprese: 22,1%, servizi alle persone: 10,1% e alloggio e ristorazione: 7,6%), a scapito soprattutto dell’agricoltura (2.022 unità, pari al 9,6%), dell’edilizia (3,8%, valore quest’ultimo che riflette anche la modesta presenza di imprenditoria femminile tra le nazionalità tradizionalmente più presenti in questo ramo, come quella rumena o albanese1) e del comparto manifatturiero (15,9%).   Per una quota rilevante delle imprese femminili italiane e toscane il dato sul capitale sociale è assente. In provincia di Firenze, il dato è assente per il 46,9% delle imprese (ovvero 9.874). Per le restanti è possibile notare come in generale esse siano sostanzialmente poco capitalizzate; essendo difatti il 71,9% dotate di un capitale sociale inferiore a 20.000 €. Poche, poi, sono le imprese che hanno sottoscritto un capitale sociale superiore a € 100.000; tra queste, esigua la consistenza di quelle ad esclusiva o forte partecipazione femminile. Queste ultime, infatti, sembrano connotate da una maggior debolezza strutturale: il 73,1% di queste hanno un capitale sociale compreso tra 10 e 20 mila €, contro una quota del 66% per quelle a presenza forte e del 51,5% a presenza maggioritaria. In queste ultime si trovano quelle più capitalizzate (11,8% tra 25 e 50 mila € e 10,6% tra 100 e 150 mila €). Sul versante del fatturato questa situazione si riproduce in maniera abbastanza palese; in particolare, da una prima lettura della distribuzioni di frequenza, al netto delle società di capitale per le quali il valore della produzione è assente, emergerebbe una dicotomia tra imprese ad esclusiva-forte presenza da una parte e a presenza maggioritaria dall’altra. Nel primo gruppo il 51,6% delle imprese rientra nella fascia fino a 250 mila €, mentre solo il 17% si posiziona oltre il milione di €; nel secondo, invece a fronte di un 46% che fattura fino a 250 mila €, il 25,5% si colloca invece oltre il milione (14,7 tra 1 e 2 ½ milioni di €).

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I bookmaker inglesi e le primarie Pd

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 febbraio 2011

Parto da una notizia che mi è pervenuta via e-mail: Il “rottamatore” Matteo Renzi, sindaco di Firenze, si sbilancia in un pronostico sulle prossime primarie del Pd: «Non credo che i candidati saranno Rosy Bindi e Pierluigi Bersani». I bookmaker, come riferisce Agipronews, smentiscono subito il “Renzi-Pensiero” e nelle  quote sul prossimo candidato a Premier del centro-sinistra disegnano un sfida alla pari proprio fra Pierluigi Bersani e Rosy Bindi. Per la sigla internazionale Bet1128 sono loro, a quota 1,80, i favoriti per il ruolo di leadership. Staccata di poco l’ipotesi Nichi Vendola che pagherebbe 2,20, un ritorno di Romano Prodi non è da escludere a priori e si gioca a 5 volte la scommessa. A 7,00 Luca Cordero di Montezemolo, per l'”intruso” Beppe Grillo la quota salirebbe fino a 10,00. Chiudono il tabellone Walter Veltroni (a 13,00) e Antonio Di Pietro (a 15,00).Se dovessimo tener da conto queste “quote” le candidature credibili nel pd sono due: Bindi e Bersani. Ancora una volta si torna alla logica degli apparati incapaci di rompere con il passato e di proporre uomini o donne e con essi idee nuove. Di certo, a mio avviso, merita di più la Bindi in quanto mostra d’essere maggiormente rappresentativa per i media, ha una apprezzabile facilità d’eloquio e meno “paternalista” suo segretario. D’altra parte pare che ci dobbiamo accontentare di queste due candidature e augurarci il meno peggio, ovvero la Bindi. E’ tempo che una donna si candidi per la presidenza del consiglio. In fatto di donne avevo già suggerito a Berlusconi alla vigilia del 14 dicembre, prima che incassasse la fiducia, di fare un gesto tra il nobile e il provocatorio e di candidare alla sua successione la ministra Giorgia Meloni. Non è certo, per bellezza, paragonabile a Mara Carfagna o alle bellezze del suo entourage, ma rispetto alle altre ha per lo meno il vantaggio di aver fatto politica fin dall’adolescenza e per uno stesso partito quello di cui era segretario Gian Franco Fini. Qualcuno, a questo punto, potrebbe obiettare che non è questione di donne. Probabilmente ha ragione se penso alle prese di posizione anti apparato partitocratico della Carfagna e della Gelmini e che è bastato un incontro con Berlusconi per ritornare in squadra con la coda fra le gambe. E allora dobbiamo proprio gettare la spugna e accontentarci di ciò che passa il convento senza fiatare? Probabilmente si e ciò significa che l’unico partito che potremmo ingrossare è quello degli astensionisti che già oggi rappresentano il 40% dell’elettorato. Mi chiedo solo dove è andato a nascondersi l’uomo che potrà battere Berlusconi, perché da qualche parte ci deve pur essere, ma nessuno, per ora, sembra volerlo seriamente. In passato c’era riuscito per ben due volte Romano Prodi ma a fargli le scarpe ci hanno pensato i suoi stessi alleati. Ora non sarebbe più credibile. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Quote better: l’1-1 di Napoli-Inter a 6,50

Posted by fidest press agency su mercoledì, 26 gennaio 2011

Oggi si disputano due match per i quarti di finale di Coppa Italia. La partita del pomeriggio tra Sampdoria e Milan vede i rossoneri partire con i favori del pronostico. Più equilibrata la gara tra il Napoli e l’Inter. L’equilibrio nelle quote tra queste due partite si ha in alcune tipologie di giocate diverse dal classico 1X2. Ecco le quote Better. La possibilità che tutte e due le squadre realizzino GOL è pagata per Sampdoria-Milan a 1,75, per Napoli-Inter a 1,65. Situazione simile per l’OVER 2,5, cioè che la somma gol della partita sia di 3 gol o superiore, il match del Marassi è a 1,90, quello del San Paolo a 1,85. Per chi crede che di fronte ad un quarto di finale le squadre possano approcciare la partita in maniera accorta, l’ESITO PRIMO TEMPO X è quotato per Samp-Milan a 2,00 e per Napoli-Inter a 1,95. Ipotizzando due partite che arrivino ai supplementari, il RISULTATO ESATTO 1-1 nei 90 minuti di gioco è quotato rispettivamente a 7,00 per la partita tra i blucerchiati e i rossoneri, e a 6,50 per quella tra i biancoazzurri e neroazzurri.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

In Francia sempre più farmacie online

Posted by fidest press agency su mercoledì, 22 settembre 2010

Sarà la crisi che spinge all’innovazione, sarà il dibattito in corso nell’Unione europea sulle farmacie on line, fatto sta che tra i titolari francesi cresce la voglia di portare su Internet l’area commerciale della propria farmacia. Questo almeno è quanto emerge da una indagine condotta tra maggio e agosto dalla società di consulenze Median Conseil: attualmente passa per il Web una fetta marginale del mercato del parafarmaco (circa 35 milioni di euro, l’1% del totale), tale da rendere la Rete un concorrente insignificante per le farmacie francesi. Ma per gli esperti le cose sono destinate a cambiare e nel giro di un quinquennio la quota di mercato assorbita da Internet potrebbe crescere anche fino all’8%. Di qui la risposta preventiva di parecchi farmacisti, già oggi sul Web a “presidiare” gli spazi. E non sarebbero pochi: secondo Median Conseil, dei 180 siti web che vendono parafarmaco censiti dall’indagine la metà circa farebbe riferimento a una farmacia. Secondo gli autori della ricerca questi titolari si sarebbero buttati nella Rete per curiosità, per rompere la monotonia del servizio al banco e per spirito d’impresa: il che non significa desiderio di incrementare a tutti i costi il giro d’affari, ma consapevolezza che avere un piede già nel Web diverrebbe un vantaggio nel caso in cui il governo dovesse dire sì alla vendita di farmaci via Internet (l’ipotesi è attualmente al vaglio del ministero della Sanità). Lo studio, d’altro canto, conferma che per il momento la commercializzazione di parafarmaci on line non è molto remunerativa per i titolari. Si tratta d’altronde di un mercato estremamente polarizzato (i primi cinquanta siti totalizzano il 90% delle vendite) nel quale molti farmacisti si sono gettati senza un’adeguata conoscenza delle regole che vigono nel mondo commerciale della Rete. «Un mondo» ricordano gli esperti di Median Conseil «dove la convenienza dei prezzi ha la sua importanza ma prima ancora paga l’esclusività o l’originalità dell’offerta». (fonte farmacista33)

Posted in Estero/world news, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Hotel più economici: Est e centro Europa

Posted by fidest press agency su venerdì, 10 settembre 2010

In Germania numerose destinazioni business aprono la stagione e aumentano il listino prezzi hotel mediamente del 10%. Rispetto allo stesso periodo del 2009, però, mete come Berlino (99€ e -12% rispetto al 2009); Monaco (107€, -19%), Francoforte (84€, -32%), Colonia (97€, -20%), subiscono un calo dal 12 al 32% rispetto al livello dei prezzi dello scorso anno. Le mete più economiche sono nell’Est Europa: Budapest e Bucarest, rispettivamente 79€ e 76€ per doppia a notte. Le mete spagnole, da sempre piu’ economiche, come Siviglia (92€, +32%) e  Granada (90€, +38%) riprendono quota.  Piu’ conveniente di Settembre, invece, il soggiorno a Edimburgo (-32%), Salisburgo (-21%) e Londra (-5%). A Parigi un pernottamento costa 162€, con il 27% del listino in aumento rispetto a Settembre.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

È record. 68000 detenuti

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 giugno 2010

Luigi Manconi, Presidente di A Buon Diritto: “Oggi,  i detenuti nelle galere italiane hanno raggiunto il numero più alto dell’intera storia carceraria nazionale. Sono 68021. Ciò mentre il piano-carceri annunciato 11 volte nel corso di 24 mesi dal ministro della Giustizia si rivela una tragica beffa. Non un metro di spazio in più per i detenuti, non un solo servizio più decoroso, non l’assunzione di un solo poliziotto penitenziario e di un solo psicologo. E ciò mentre dal primo gennaio 2010 a oggi il numero dei suicidi ha raggiunto quota 30: in carcere ci si ammazza venti volte più di quanto ci si tolga la vita fuori dal carcere.”

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Quota eolico in Piano Italia per UE

Posted by fidest press agency su domenica, 13 giugno 2010

La dott.ssa Romano Direttore Generale del Ministero dello Sviluppo Economico al PalaEnergia ANEV ha anticipato nel convegno “Le prospettive dell’Italia nel settore eolico alla luce degli obiettivi assunti in sede Comunitaria” i dati del Piano del governo da inviare entro il mese di Giugno a Bruxelles. Nel documento che indica il dettaglio di come l’Italia vuole raggiungere l’obiettivo Comunitario al 2020 che vede un obbligo del 29 % di produzione elettrica da Fonti Rinnovabili sul Consumo, il Governo assume per l’eolico 16.000 MW al 2020, accogliendo di fatto la previsione dello studio ANEV pubblicato nel 2007.  L’analisi del documento che vede anche proposte di stabilizzazione del sistema di incentivazione e di integrazione dello sviluppo infrastrutturale, anticipata dalla Dott.ssa Romano e approfondita nel dibattito svolto sugli indirizzi della nostra politica energetica, e’ stata ampiamente apprezzata per la sua concretezza e efficacia dal Vice Presidente dell’ANEV Ing. Paolo Tabarelli.  Il Segretario Generale Simone Togni apprezzando molto quanto contenuto nel documento anticipato, auspica una rapida applicazione di quanto esposto in modo da dare finalmente organicita’ e stabilita’ al sistema al 2020.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Champions, Barça favorito

Posted by fidest press agency su lunedì, 19 aprile 2010

Si gioca a San Siro l’andata della semifinale di Champions tra Inter e Barcellona. I nerazzurri sono costretti a fare risultato per poi provare a superare indenni il difficilissimo ritorno al Camp Nou.  Per Matchpoint la gara di Milano dovrebbe essere equilibrata, coi blaugrana comunque leggermente favoriti, a 2.4 contro la quota a 2.9 per l’Inter. Va sottolineato che il lunghissimo viaggio in pullman degli spagnoli fino a Milano potrebbe però indirizzare molte giocate sul successo interista, livellando maggiormente le quote.  L’altra semifinale vedrà il Bayern Monaco opposto al Lione. I tedeschi, in gran forma e reduci da un pesantissimo 7-0 ai danni dell’Hannover, sono nettamente favoriti dalle quote Matchpoint, 1.72 contro 4.75.
ESITO FINALE 1X2    1    X    2
5988    1    INTER – BARCELLONA
20/04/2010  ore  20.45        2,90    3,25    2,40
5988    2    BAYERN MONACO – LIONE
21/04/2010  ore  20.45        1,72    3,60    4,75
(fonte: Sisal Match Point)

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scudetto, Inter a 1.75, Roma a 2.5

Posted by fidest press agency su lunedì, 29 marzo 2010

Continua inesorabilmente a scendere la quota scudetto per la Roma. I giallorossi, che alla vigilia dello scontro diretto dell’Olimpico erano offerti da Matchpoint a 5, sono ora in lavagna a 2.5. Il punto di vantaggio dei nerazzurri lascia comunque all’undici di Mourinho il favore del pronostico,  a 1.75.   Per capire meglio la cavalcata dei giallorossi, basta guardare alla loro quota-scudetto, fissata da Matchpoint a 50 alla fine di dicembre, a 34 alla fine di gennaio, a 8 alla fine di febbraio. L’Inter invece non “vede” una quota così alta da settembre ’09, in cui era a 1.8.   Se la quota della Roma è in costante calo, quella del Milan vive da mesi di alti e bassi. Dopo l’1-1 con la Lazio i rossoneri sono offerti da Matchpoint a 8, dopo avere toccato un “minimo” di 2.4 appena due settimane fa.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Legge di riforma elettorale

Posted by fidest press agency su mercoledì, 30 dicembre 2009

“Una riforma condivisa della legge elettorale deve garantire la rappresentanza delle minoranze e restituire ai cittadini la scelta dei candidati”, così l’On.le Scilipoti (Idv) con riferimento al dibattito in corso sulle riforme istituzionali del nostro Paese. L’attuale sistema elettorale – sostiene il deputato – si è rivelato antidemocratico, perché ha cancellato i partiti di minoranza e ha trasferito il potere elettivo dai cittadini alle segreterie dei partiti. E’ necessario – aggiunge Scilipoti – che le forze politiche agiscano, in maniera responsabile, per dare a tutti gli italiani la possibilità di essere rappresentati in Parlamento”. “Quanto al sistema elettorale – prosegue Scilipoti – è preferibile un sistema maggioritario corretto con una quota proporzionale, in modo da rispecchiare la reale volontà degli elettori e garantire, allo stesso tempo, stabilità al Paese”. Il deputato, inoltre, ritiene giusta una soglia di sbarramento non superiore al 2%, perchè uno sbarramento più alto non rispecchierebbe tutti gli stati d’animo presenti nel Paese. “Una riforma si rende necessaria anche per restituire agli italiani il diritto di scegliere i candidati col voto di preferenza, senza accontentarsi dei nomi imposti dalle segreterie di partito. L’Idv – conclude Scilipoti – si batterà per una riforma elettorale che garantisce questi fondamentali principi di democrazia”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’eccesso calorico dei menù delle feste

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 dicembre 2009

Dicembre e gennaio sono i mesi in cui si registra un aumento statistico dei casi di infarto e di ictus cerebrale. “Nei mesi invernali, e in particolare nel periodo natalizio, nei Paesi industrializzati, i casi di infarto aumentano di una quota che va dal 30% al 55% – sottolinea il prof. Sergio Coccheri, ordinario di Malattie Cardiovascolari dell’Università di Bologna e Presidente del Comitato Scientifico dell’Osservatorio Grana Padano – Anche i casi di ictus cerebrale mostrano un aumento della stessa entità, e nei mesi freddi, in base agli ultimi dati elaborati dal gruppo del prof. Manfredini dell’Università di Ferrara, si stima inoltre che in Italia vi siano almeno 8000 casi di TIA (accessi ischemici transitori) in più rispetto al resto dell’anno”. Principali imputati di questo preoccupante fenomeno sono l’aumento del desiderio di cibo determinato dalla ridotta esposizione alla luce solare e il maggior consumo di cibi ad alto tenore calorico, tipico della stagione fredda e del periodo festivo. “In questo periodo dell’anno la circonferenza addominale tende a crescere e questo ha conseguenze negative in quanto si tratta di un importante fattore di rischio di eventi cardiovascolari – aggiunge Coccheri – L’aumento della circonferenza vita infatti si accompagna spesso a maggiori livelli di colesterolo e di grassi nel sangue, a valori elevati di pressione arteriosa” e ad un peggioramento della glicemia, specie nei diabetici”.  La crescita del consumo di alimenti ad alto tenore calorico durante le feste è stata registrata in modo preciso dall’Osservatorio Nutrizionale Grana Padano (OGP).  “Secondo i dati dell’Osservatorio, in inverno il consumo di frutta secca (arachidi, mandorle, nocciole, noci, pistacchi) aumenta del 50%, il consumo di cioccolato del 58% e quello di burro del 47%, mentre di maionese se ne consuma addirittura l’80% in più rispetto al resto dell’anno – spiega la dott.ssa Maria Letizia Petroni medico nutrizionista clinico dell’Istituto Auxologico Italiano di Piancavallo (VB) e Coordinatore Scientifico dell’Osservatorio Grana Padano – Sempre in questo periodo dell’anno, si verifica un aumento nel consumo di salsiccia e mortadella del 38%, di salame e coppa, del 26%, di pasta all’uovo ripiena, del 16%. Gli effetti negativi di una simile dieta sono potenziati anche da una maggiore sedentarietà tipica dei mesi freddi e dall’eccessivo riscaldamento degli ambienti che ostacolano l’attivazione del grasso bruno, che è quello  che permette la dissipazione di energia sotto forma di calore”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Banca di credito cooperativo nasce anche a Parma

Posted by fidest press agency su sabato, 24 ottobre 2009

Presentata allo Star Hotel Du Park l’offerta di pubblica sottoscrizione di azioni della costituenda Banca di Parma-Credito Cooperativo. “Locale per sempre, raccogliere a Parma e investire a Parma” è lo slogan di un progetto a cui hanno già aderito 400 soci privati e imprese parmensi. Ogni azione ha un valore di 100 euro e la quota minima di sottoscrizione è di 10 azioni (mille euro), la masisma di 500 azioni, pari a 50 mila euro. Il capitale sociale dovrà ammontare fra i tre e i cinque milioni di euro. Una volta toccato il traguardo della raccolta fondi (tempo limite l’otto marzo 2011), entro 18 mesi si attiveranno i procedimenti per arrivare all’autorizzazione della Banca d’Italia ad aprire l’unico sportello (la sede operativa aprirà in strada XXII luglio) al momento previsto con sei dipendenti arruolati. In attesa del via libera di via Nazionale (l’iter dovrebbe chiudersi entro due anni) è arrivato, il 10 agosto scorso, quello della Consob che ha dato il nulla osta alla raccolta del capitale dopo aver esaminato il prospetto informativo e il piano industriale prodotti, grazie al sostegno della Federazione Bcc dell’Emilia Romagna, dal Comitato promotore. Al cui vertice siede Alfredo Alessandrini (già direttore centrale della Cassa di Risparmio di Reggio e direttore generale della Provincia di Parma, attuale presidente delle Terme di Salso e Tabiano) che ricorda Borri e un percorso verso Banca di Parma “inizato cinque anni fa grazie all’impegno di tante persone che hanno operato a titolo volontario, nella consapevolezza che la nostra città e la nostra provincia potessero trarre grande utilità da una propria banca di credito cooperativo”.  In effetti Parma è oggi l’unica provincia in regione in cui non opera una banca di questo tipo, che ha nel principio un socio un voto uno dei cardini. Da qui la spinta al progetto della Bcc regionale, offrendo il parmense 28 mila imprese e circa 400 mila residenti. Inevitabile allo Star Hotel Du Park toccare il tema attualissimo del rapporto banche- accesso al credito e crisi economica. “E’ possibile avere oggi un istituto territoriale che crede e investe a Parma? Per questo è interessante la sfida che lanciate e a cui il Comune, che sarà un vostro interlocutore, plaude”, sottolinea l’assessore comunale alle Attività produttive Paolo Zoni. “Una banca locale radicata nel territorio può fornire maggiori opportunità a un tessuto economico composto anche di tante piccole imprese”, osserva il presidente della Provincia Vincenzo Bernazzoli. “Il target di riferimento sono proprio i risparmiatori e le Pmi con 15-20 dipendenti”, chiarisce Alessandrini. Alla presentazione anche il prefetto Paolo Scarpis che si è detto scettico a proposito del ruolo di “controllo” conferito dal governo ai prefetti nei confronti degli istituti di credito: “Non ritengo il nostro ruolo possa incidere nel sistema privato”, afferma dinanzi a una nutrita platea di imprenditori, politici, rappresentanti delle istituzioni, forze dell’ordine, curia e semplici cittadini.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tuffi a 2.000 metri alle dighe di Campo Moro

Posted by fidest press agency su sabato, 15 agosto 2009

tuffi1TuffiSuccesso oltre le previsioni per la tappa valtellinese della Coppa del Mondo di tuffi dalle grandi altezze che giovedì 13 agosto ha portato i migliori atleti del mondo a sfidarsi da oltre 25 m. tuffandosi dal ciglio della diga di Campo Moro in Valmalenco. Un evento di sicuro fascino già sulla carta, ammirare i 13 più impavidi tuffatori del mondo volteggiare dal ciglio di una diga, sfiorando le possenti mura di cemento rappresentava di per sé un’immagine affascinante. Se a questo si aggiunge un contesto ambientale come quello del Gruppo del Bernina con le sue cime che sfiorano i 4.000 metri in grado di fare da cornice unica alle grandi dighe Enel, ecco spiegarsi il perché migliaia di persone abbiano letteralmente preso d’assalto il bacino, posto a quasi 2.000 metri di quota nel comune di Lanzada. La gara è stata spettacolare, come si poteva immaginare, e la giornata di sole splendido non ha fatto che compiacere atleti, organizzatori e spettatori giunti dalla Valmalenco ma dall’intera Valtellina ed oltre. Due i turni di tuffi, due le possibilità di impressionare la giuria con tuffi di difficoltà fino ad oltre 5.0, come i quadrupli, coefficienti ben superiori al massimo possibile nelle competizioni in piscina, intorno al 3.6/3.8. Lo spettacolo è stato quindi nei tuffi ma anche nei numeri, grazie a voti che hanno rasentato la perfezione, il migliori hanno messo in carniere punteggi stratosferici, come il vincitore, Gary Hunt, il giovane inglese, che con il primo tuffo ha conseguito punteggi stellari che hanno reso impossibile il recupero del secondo, il simpatico australiano Steve Black e del terzo un euforico Michal Navratil che ha potuto sfoggiare la bandiera ceca non solo dal trampolino in fase di presentazione degli atleti ma anche sul podio. Grande la soddisfazione degli organizzatori della Fedemar così come dei responsabili del Consorzio Turistico Sondrio e Valmalenco e del Consorzio Turistico Provinciale di Sondrio che con la Provincia di Sondrio, Regione Lombardia e il main sponsor Enel hanno sostenuto l’idea dell’evento, e chissà che non ci possa essere un futuro per questo grande evento promozionale e mediatico, presenti anche Rai e Mediaset, in Valtellina. Ora il gruppo si sposta in Slovenia per le ultime due tappe di Coppa, la prima si è svolta l’11.08 a Bardonecchia, la terza e la quarta andranno in scena a Kanal il 16.08 e il 18.08 a Kopar. (tuffi, 1)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Subito 16 milioni per le pmi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 luglio 2009

Dalle Banche del Credito Cooperativo del Friuli Venezia Giulia, subito 16 milioni di euro per le micro, piccole e medie imprese regionali. Le risorse, attraverso il sistema del Credito Cooperativo italiano, giungono dalla quota del 15 per cento della prima tranche di 3 miliardi di euro del plafond messo a disposizione dalla Cassa Depositi e Prestiti per l’erogazione di prestiti a favore delle pmi. Tale disponibilità, di 450 milioni di euro, sarà quindi gestita attraverso la rete capillare delle Banche di Credito Cooperativo. La percentuale del 15 per cento riconosciuta e attribuita alle Bcc è in funzione del ruolo rilevante che il Credito Cooperativo riveste nel finanziamento a favore delle pmi. L’intero plafond a disposizione delle imprese micro, piccole e medie, pari a 8 miliardi di euro, verrà erogato sulla base di due distinte tranches. La prima (3 miliardi) potrà essere utilizzata entro il 28 febbraio 2010, la seconda (5 miliardi, più la parte eventualmente non impiegata della prima tranche) dopo quella data. Le Bcc del Friuli Venezia Giulia metteranno a disposizione, da oggi, 16 milioni di euro della prima tranche. “La rete del Credito Cooperativo ha risposto immediatamente alla proposta di utilizzo dei fondi della Cassa Depositi e Prestiti per contrastare sempre più efficacemente la fase recessiva in atto – sottolinea il presidente della Federazione delle Bcc del Friuli Venezia Giulia, Giuseppe Graffi Brunoro -. L’impegno delle banche locali è quello di garantire l’intero utilizzo del plafond a nostra disposizione nei tempi stabiliti”. “Tutto questo – dichiara il direttore della Federazione, Gilberto Noacco – in linea con quanto le Bcc stanno facendo da tempo, assolvendo al compito di banche del territorio attente ai bisogni delle loro comunità.  Non è un caso – conclude il direttore – che i dati del primo trimestre 2009 certifichino un aumento annuo degli impieghi delle Bcc regionali alle famiglie e imprese del 6,91 per cento (per le imprese, + 9 per cento), per un totale di 281 milioni (216 milioni), a fronte di un incremento del 2,8 per cento del resto del sistema”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »