Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘raccolta’

Roma Capitale. L’alternativa al termovalorizzatore è la discarica non la raccolta differenziata

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 luglio 2019

Roma. Bello sentirci raccontare favole: ci aiutano nel sonno e, alla fine, hanno anche una morale, un principio etico a cui attenersi.Questo nei bambini; negli adulti, invece, la favola, soprattutto se raccontata da chi ci governa, serve ad addormentare i cervelli.
Una di queste favole è che la raccolta differenziata dei rifiuti completa il ciclo del trattamento, sicchè possiamo produrre e riciclare in continuazione.In realtà nel trattamento dei rifiuti rimane una parte non riciclabile e il loro destino è la discarica o il termovalorizzatore. La discarica è una “buca” nella quale sono gettati i rifiuti, poi ricoperti di terra e lì rimangono.Il termovalorizzatore è un impianto che brucia i rifiuti, produce calore o energia elettrica. In questo modo si possono riscaldare le abitazioni o fornire energia elettrica. Parigi, Berlino, Londra, Vienna, Copenhagen hanno gli inceneritori.Roma, no.Più i rifiuti si riciclano e si portano al termovalorizzatore meno ci sono rifiuti in discarica, che è sempre più difficile individuare per la forte urbanizzazione del territorio.Occorre scegliere: riciclo e discarica o riciclo e termovalorizzazione.Chi dice altro racconta favole, tanto belle da addormentare i cervelli e, a Roma, la sindaca Virginia Raggi è una maestra affabulatrice. (Primo Mastrantoni, segretario Aduc)

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Raccolta di sangue all’Università Europea di Roma

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 aprile 2019

Roma. Giovedì 4 e venerdì 5 aprile 2019, dalle 8.00 alle 12.00, all’Università Europea di Roma (via degli Aldobrandeschi 190) si terranno due giornate di raccolta di sangue organizzate dall’Ufficio di Formazione Integrale, in collaborazione con l’Associazione Donatori Volontari di Sangue EMA-Roma.Per donare il sangue si può prenotare il giorno e una delle quattro fasce orarie disponibili comprese tra le 8.00 e le 12.00 telefonando al numero 06 66543922. Queste giornate di solidarietà fanno parte delle attività sociali dell’Università Europea di Roma, che ha tra i suoi obiettivi principali la formazione della persona. Una formazione che consenta non solo l’acquisizione di competenze professionali, ma che orienti lo studente ad una crescita personale e sviluppi uno spirito di servizio per gli altri.Gli studenti collaborano alle iniziative dell’Associazione EMA-Roma non solo durante le raccolte del sangue, ma anche con incontri di informazione e di sensibilizzazione alla donazione volontaria.Questi incontri hanno l’obiettivo di sviluppare la conoscenza del mondo della donazione del sangue e i principi che ne derivano. Illustrano le pratiche operative che vengono utilizzate per poter realizzare, migliorare e sviluppare donazioni e gruppi di donatori, con lo scopo di raggiungere una donazione periodica e volontaria.L’Università Europea di Roma organizza la raccolta di sangue due volte all’anno. Sono momenti di solidarietà che riuniscono l’intera comunità dell’ateneo: studenti, professori, familiari, dipendenti, amici, collaboratori.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Raccolta del farmaco in Italia

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 febbraio 2019

Durante la GRF – Giornata di Raccolta del Farmaco di sabato 9 febbraio 2019 sono state raccolte oltre 420.000 confezioni di farmaci da banco, contro le 376.692 dello scorso anno. L’aumento registrato è pari ad almeno il 10,2%.I medicinali donati aiuteranno più di 539.000 persone povere di cui si prendono cura 1.818 enti assistenziali convenzionaticon la Fondazione Banco Farmaceutico onlus (+2,9% rispetto ai 1.768 del 2018). Gli enti hanno espresso un fabbisogno paria 1.040.288 farmaci, che sarà coperto al 40% grazie ai farmaci raccolti durante questa edizione della GRF.All’iniziativa hanno aderito 4.488 farmacie (+313 rispetto alle 4.175 del 2018, pari a un incremento del 7,5%). L’evento ha coinvolto circa 15.000 farmacisti. I titolari delle farmacie hanno donato oltre 668.000 euro.I volontari che hanno partecipato al gesto sono stati circa 20.000, 2.000 in più dello scorso anno.La GRF si svolge sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica, con il patrocinio di Aifa, in collaborazione con Cdo Opere Sociali, Federfarma, Fofi, Federchimica Assosalute, Assogenerici e BFResearch. L’iniziativa è realizzata con il sostegno di Intesa Sanpaolo (Partner Istituzionale), Teva, Doc, EG EuroGenerici, Comieco, Mediafriends, Responsabilità Sociale Rai e Pubblicità Progresso.“La Giornata di Raccolta del Farmaco, quest’anno, ha decisamente superato le aspettative: sono cresciuti significativamente il numero di medicinali raccolti, quello delle farmacie aderenti e quello dei volontari che hanno partecipato all’evento. Si tratta di un risultato che, indubbiamente, ci fa volgere gli occhi al futuro con sguardo speranzoso. Tuttavia, i risultati non esauriscono il valore del gesto che sabato un piccolo popolo ha compiuto: chi ha dato alcune ore o, in certi casi, alcune giornate del proprio tempo per costruire la GRF, ha testimoniato la possibilità di un nuovo modo di agire affinché la nostra società cambi in meglio. Un modo in cui la gratuità costituisce l’espressione della propria libertà di realizzarsi pienamente facendo insieme del bene”, ha dichiarato Sergio Daniotti presidente della Fondazione Banco Farmaceutico onlus.Gli enti assistenziali e le persone povere hanno bisogno di farmaci tutto l’anno. Per rispondere completamente al loro fabbisogno, occorre donare anche nei mesi successivi. È possibile farlo attraverso le seguenti attività di Banco Farmaceutico.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tv2000: Rete Blu Spa rinnova accordo con PRS Mediagroup per raccolta pubblicitaria

Posted by fidest press agency su domenica, 22 luglio 2018

Rete Blu Spa – la società a cui fanno capo Tv2000 e InBlu Radio, le emittenti della Conferenza episcopale italiana – rinnova con PRS Mediagroup per un ulteriore biennio, fino al 31 dicembre 2020, l’esclusiva della vendita degli spazi pubblicitari per Tv2000 e la relativa piattaforma web. L’accordo è stato siglato dall’Amministratore delegato di Rete Blu Spa Massimo Porfiri e dal presidente di PRS Mediagroup Alfredo Bernardini de Pace.
Il “nuovo accordo”, dichiara Massimo Porfiri, è “la prosecuzione dell’ottimo lavoro svolto insieme alla concessionaria dal 2015, da allora la raccolta pubblicitaria è cresciuta in maniera continuativa di anno in anno”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’89% del 5 per mille va al Centro Nord, al Sud il rimanente 11%

Posted by fidest press agency su giovedì, 26 aprile 2018

Il dato emerge da uno studio della Fondazione Nazionale dei Commercialisti che ha analizzato le scelte dei contribuenti nella dichiarazione dei redditi 2016. Sono 54.996 gli enti del terzo settore e i Comuni destinatari di una quota del 5 per mille 2016 per un ammontare complessivo di quasi 500 milioni di euro (491.636.307 euro). A parte i Comuni e le Associazioni Sportive Dilettantistiche che complessivamente hanno assorbito il 5,7% del totale, la parte più consistente è appannaggio degli enti del volontariato e di quelli della ricerca scientifica e/o sanitaria. I primi raccolgono 314.689.624 euro (64% del totale) con una media di 7.985 euro a testa, mentre ai secondi vanno 149.125.605 euro (30,3% del totale) con una media, però, più elevata e pari a 298.849 euro.Nel 2016, complessivamente sono 14.114.642 gli italiani che hanno scelto di destinare una quota del 5 per mille dell’Irpef agli enti del terzo settore e ai comuni. A fronte di una media generale di 8.939 euro, si registra una mediana di 1.451 euro a causa della concentrazione dei valori in poche grandi organizzazioni. Basti pensare che i primi 127 enti in classifica assorbono il 50% del totale assegnato, mentre solo 323 enti superano i 100 mila euro. Infine, ben 1.957 enti, regolarmente iscritti in elenco, non hanno ricevuto alcuna scelta per il 5 per mille. Vi è da dire, inoltre, che 3.321 enti raccolgono meno di 100 euro e ben 22.097 enti raccolgono non più di 1.000 euro a testa.E se per quanto riguarda il volontariato e la ricerca scientifica le prime tre associazioni premiate dai contribuenti risiedono nel centro nord, Emergency, Medici senza frontiere e Comitato italiano per l’Unicef nel primo caso, associazioni per la ricerca sul cancro nel secondo, ubicate fra Lombardia , Piemonte e Lazio, il Sud va sul podio per le associazioni sportive dilettantistiche. Infatti i primi tre enti destinatari per importo totale risiedono in Campania, Calabria e Sicilia.Rispetto al 2015, le scelte dei contribuenti italiani a favore del 5 per mille per gli enti no profit sono aumentate dell’1,9%. La crescita più elevata ha riguardato le Associazioni Sportive Dilettantistiche (+11%), mentre il numero di comuni destinatari del 5 per mille 2016 è calato del 2,9%. Buono il trend degli enti della ricerca scientifica/sanitaria (+3,3%), mentre risulta inferiore alla media ma pur sempre positivo il tasso di crescita delle scelte a favore degli enti del volontariato (+1,3%).Sul podio delle regioni che assorbono il 5 per mille, capofila la Lombardia (36,9% del totale), seguita da Lazio (19,4%), Emilia Romagna (6,5%), Piemonte (6,4%) e Veneto (5,6%). Per quanto riguarda la provincia di residenza, Milano copre quasi un terzo del totale (29,6%), seguito da Roma (18,8%), Torino (4,6%), Genova (3,4%) e Bologna (2,4%). Tra i comuni invece Roma supera Milano e Torino, mentre al settimo posto si inserisce tra i capoluoghi di provincia Valdagno (Vicenza).Per Massimo Miani, Presidente del Consiglio e della Fondazione Nazionale dei Commercialisti: ” I dati analizzati dalla nostra Fondazione dimostrano come il 5 per mille sia un importante strumento di finanziamento del volontariato e della ricerca in Italia. La continua crescita del numero di enti che ne benificiano e dei contribuenti che scelgono di destinare il 5 per mille al finanziamento delle loro attività benefiche testimonia anche l’importanza di efficientare il sistema e dare maggiore fiducia ai contribuenti attraverso la trasparenza che in definitiva poggia sul miglioramento della rendicontazione economico-finanziaria delle attività degli enti. In questo senso, come Commercialisti siamo impegnati in prima linea ogni giorno affiancando gli enti nella consulenza economico – contabile e fiscale. Adesso, grazie alla Riforma del Terzo Settore, il ruolo dei Commercialisti sarà ancora più importante e il 5 per mille potrà essere ulteriormente rafforzato”. (fonte: Ufficio Stampa Fondazione Nazionale dei Commercialisti)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Raccolta di farmaci e di sangue all’Università Europea di Roma

Posted by fidest press agency su martedì, 10 aprile 2018

Roma Mercoledì 11 aprile 2018 l’Università Europea di Roma organizza una giornata di solidarietà, con due iniziative: una raccolta di farmaci, in collaborazione con la Fondazione Banco Farmaceutico ONLUS, e una raccolta di sangue, in collaborazione con l’Associazione Donatori Volontari di Sangue EMA-Roma.Questa giornata di solidarietà fa parte delle attività sociali dell’Università Europea di Roma, che ha tra i suoi obiettivi principali la formazione della persona. Una formazione che consenta non solo l’acquisizione di competenze professionali, ma che orienti lo studente ad una crescita personale e sviluppi uno spirito di servizio per gli altri.
La giornata di solidarietà è aperta a tutti. Chiunque può recarsi nell’ateneo e fare la sua donazione di farmaci o di sangue, negli orari dedicati alle due iniziative.
La raccolta di farmaci si terrà nell’atrio dell’ateneo in via degli Aldobrandeschi 190, dalle ore 10.00 alle 15.00. Nel mondo esistono persone talmente povere da non potersi comprare neppure le medicine per poter sopravvivere.Gli studenti dell’Università Europea di Roma affiancheranno gli operatori della Fondazione Banco Farmaceutico ONLUS ed inviteranno a donare farmaci da destinare ad iniziative di solidarietà.
Potranno essere donati medicinali in buono stato di conservazione con almeno 8 mesi di validità, rimasti inutilizzati nelle nostre case, oppure farmaci da banco appositamente acquistati per questa iniziativa. Il farmacista presente provvederà a verificare la scadenza e l’integrità dei medicinali.La raccolta di sangue, altra iniziativa della giornata di solidarietà, si terrà dalle 8.00 alle 12.00 all’Università Europea di Roma.
Gli studenti collaborano alle iniziative dell’Associazione EMA-Roma non solo durante le raccolte del sangue, ma anche con incontri di informazione e di sensibilizzazione alla donazione volontaria.Questi incontri hanno l’obiettivo di sviluppare la conoscenza del mondo della donazione del sangue e i principi che ne derivano. Illustrano le pratiche operative che vengono utilizzate per poter realizzare, migliorare e sviluppare donazioni e gruppi di donatori, con lo scopo di raggiungere una donazione periodica e volontaria.L’Università Europea di Roma organizza la raccolta di sangue due volte all’anno. Sono momenti di solidarietà che riuniscono l’intera comunità dell’ateneo: studenti, professori, familiari, dipendenti, amici, collaboratori.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Enrico Ruggeri lascia SIAE per affidare a Soundreef la raccolta e gestione dei diritti d’autore

Posted by fidest press agency su sabato, 6 gennaio 2018

Ruggeri - altaL’accordo tra l’artista e la società fondata da Davide D’Atri è operativo dal primo gennaio di quest’anno. “L’arrivo di Enrico Ruggeri – commenta Davide D’Atri, fondatore e amministratore delegato di Soundreef S.p.A. – è un grande onore per tutti noi. Lavorare con il suo repertorio ci rende contenti e orgogliosi del percorso fatto e conferma gli importanti progressi della nostra azienda”. “Le iscrizioni a Soundreef – conferma Francesco Danieli, amministratore delegato di Soundreef ltd – sono continuate in maniera esponenziale durante tutto il 2017 da un punto di vista quantitativo ma anche qualitativo come dimostra l’iscrizione di un grandissimo artista come Enrico Ruggeri”.
“Tutto è nato da un incontro con i ‘ragazzi’ di Soundreef– dichiara Ruggeri –Ho trovato entusiasmo, combattiva attitudine alla sfida e voglia di comunicare progetti, qualità che da sempre cerco nelle persone con le quali lavoro. Non un “ente”, ma un gruppo di persone con un volto e una voce. Ecco perché ho deciso di intraprendere con loro un percorso comune. Ringrazio la SIAE per gli anni trascorsi assieme e inizio una nuova avventura, con l’intento (che sono certo sia comune a tutti…) di tutelare il diritto d’autore, importantissima battaglia culturale”.Enrico Ruggeri fonda il suo primo gruppo (Josafat) nel 1972, ad appena 15 anni. A seguito dell’ingresso nella band di Silvio Capeccia (1974) il gruppo cambia nome in Champagne Molotov e nel 1977, dalla fusione con la band Trifoglio, nascono i Decibel. Il primo vero successo del gruppo è il brano Contessa, che partecipa al Festival di Sanremo nel 1980. Successivamente Ruggeri inizia la propria carriera da solista e diventa anche uno degli autori più ricercati da numerose interpreti femminili, tra cui Fiorella Mannoia (‘Quello che le donne non dicono’) e Loredana Bertè (‘Il mare d’inverno’). L’artista vince il Festival di Sanremo per la prima volta nel 1987 con il brano ‘Si può dare di più’, presentato insieme a Gianni Morandi e Umberto Tozzi. Nel 1993 bissa il successo, come solista e con il brano ‘Mistero’. Quest’anno Enrico Ruggeri parteciperà alla competizione canora sanremese con il suo storico gruppo dei Decibel.
Soundreef sta rivoluzionando la gestione dei diritti d’autore in Europa e non solo grazie all’utilizzo di tecnologie all’avanguardia e sistemi digitali. Opera in più di 20 Paesi nel Mondo e amministra il repertorio di oltre 25.000 autori ed editori nel Mondo, di cui ben 10.000 in Italia, tra cui Fedez, Gigi D’Alessio, Maurizio Fabrizio, Nesli e Fabio Rovazzi. (foto. ruggeri)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Iniziative volontaristiche di raccolta e distribuzione di farmaci

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 luglio 2017

psicofarmaci“Con una mozione, a prima firma Carfagna, Forza Italia vuole portare all’attenzione del governo una lodevole iniziativa nata nel territorio napoletano: ‘Un farmaco per tutti’, un’organizzazione di raccolta e redistribuzione dei farmaci che si distingue da altre diffuse sul territorio nazionale in quanto permanente e perché fondata sul volontariato. Con ‘Un farmaco per tutti’ i medicinali vengono raccolti direttamente, evitando anche che diventino dei rifiuti, e vengono trasferiti nei centri di raccolta che operando all’interno delle singole farmacie, hanno una diffusione capillare sul territorio. 150 sono al momento le farmacie coinvolte tra Napoli e provincia e già si è vista la distribuzione di oltre 70 mila confezioni di farmaci o dispositivi medico-chirurgici destinati a fasce di disagio e di difficoltà economica. Attraverso questo tipo di servizio si ha innanzitutto un risparmio economico, si da diamo un contributo importante ad affrontare l’’emergenza ambientale, ma soprattutto si permette a tanti cittadini di poter accedere ad un trattamento sanitario e di potersi curare. Questo è l’obiettivo più alto e più nobile. La nostra mozione parte da questa esperienza estremamente positiva per sollecitare la definizione di quelli che sono degli adempimenti previsti dalla legge n. 166 del 2016 sul risparmio e sul reimpiego dei prodotti alimentari e dei farmaci. Chiediamo al governo un impegno ed un intervento per definire anche questi percorsi di apporto partecipativo da parte del volontariato, delle associazioni no profit, che naturalmente nello spirito e nel rispetto del principio di sussidiarietà devono concorrere con lo Stato, senza sostituirsi ad esso, nell’affrontare e gestire una situazione così delicata ed importante, per le finalità e per gli obiettivi che sono stati raggiunti.” E’ quanto afferma Carlo Sarro, deputato di Forza Italia, nel corso di un suo intervento in aula alla Camera.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Raccolta di farmaci all’Università Europea di Roma

Posted by fidest press agency su giovedì, 30 marzo 2017

università europea di romaRoma Mercoledì 5 aprile 2017 l’Università Europea di Roma, in collaborazione con la Fondazione Banco Farmaceutico ONLUS, organizza una Giornata di raccolta di farmaci.
La raccolta si terrà nell’atrio dell’ateneo, in via degli Aldobrandeschi 190 dalle ore 10.00 alle 16.00. Gli studenti dell’Università Europea di Roma affiancheranno gli operatori della Fondazione Banco Farmaceutico ONLUS ed inviteranno a donare farmaci da destinare ad iniziative di solidarietà. Potranno essere donati medicinali in buono stato di conservazione con almeno 8 mesi di validità, rimasti inutilizzati nelle nostre case, oppure farmaci da banco appositamente acquistati per questa iniziativa. Il farmacista presente provvederà a verificare la scadenza e l’integrità dei medicinali.
Nel mondo esistono persone talmente povere da non potersi comprare neppure le medicine per poter sopravvivere. La Fondazione Banco Farmaceutico ONLUS ha l’obiettivo di rispondere al bisogno delle persone indigenti, attraverso la collaborazione con le realtà assistenziali che già operano contro la povertà sanitaria, testimoniando un cammino di educazione alla condivisione e alla gratuità. La Giornata di raccolta di farmaci fa parte delle attività di responsabilità sociale dell’Università Europea di Roma, che ha tra i suoi obiettivi principali la formazione della persona. Una formazione che consenta non solo l’acquisizione di competenze professionali, ma che orienti lo studente ad una crescita personale e sviluppi uno spirito di servizio per gli altri.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’Università Roma tre mette online la raccolta della “lettera” del club del coccodrillo

Posted by fidest press agency su lunedì, 27 marzo 2017

Altiero_SpinelliIl Centro di eccellenza Altiero Spinelli (CeAS) dell’Università Roma Tre, in occasione del 60° dei Trattati di Roma, ha messo online per la libera consultazione la raccolta completa della “Lettera” del Club del Coccodrillo (Crocodile) nato nel 1980 per iniziativa di Altiero Spinelli. All’iniziativa hanno collaborato il Consiglio italiano del Movimento europeo (CIME) e gli Archivi storici dell’Unione europea (ASUE) dell’Istituto Universitario Europeo (IUE).«Si tratta di una raccolta ricca di interesse storico-documentale e di motivi di attualità, resa accessibile a tutta la comunità degli studiosi e al pubblico in generale come contributo di riflessione sulle sorti del progetto di unificazione europea, tanto più utile e significativo nell’occasione delle celebrazioni del 60° anniversario della firma dei Trattati di Roma», spiega il rettore Mario Panizza.
Il 9 luglio 1980 Altiero Spinelli (1907-1986) riunì al ristorante «Crocodile» di Strasburgo otto eurodeputati che avevano accolto il suo appello: “la Comunità deve riformarsi o perire”.Nasceva così il «Club del Coccodrillo» la cui azione, condotta in particolare attraverso la “Lettera ai Membri del Parlamento Europeo”, agli inizi degli anni 1980 portò all’approvazione nel 1984 da parte del Parlamento Europeo del progetto di Trattato sull’UE, che ha avuto una grande influenza sugli sviluppi del processo d’integrazione del Vecchio Continente.«Abbiamo messo a disposizione la versione completa della “Lettera” suddividendola in tre periodi (1980-1981, 1991-1992 e 1993-1995) per una più facile consultazione», spiega il presidente del CeAS, Luigi Moccia, titolare della cattedra Jean Monnet di “Diritto e istituzioni dell’Unione europea” di Roma Tre. «La raccolta è disponibile in italiano, inglese e francese ed è liberamente scaricabile. La “Lettera” è di grande interesse storico e politico poiché fu uno strumento di propaganda e di azione rivolta a deputati europei e nazionali, a sostegno dell’impegno degli ambienti federalisti ed europeisti. Si avvia con questa “Lettera” l’azione costituente e costituzionale che, passando attraverso il Club del Coccodrillo, avrebbe portato il Parlamento europeo ad approvare il 14 febbraio 1984 il progetto di Trattato che istituisce l’Unione europea. La raccolta narra dunque la storia di un periodo particolarmente significativo e possiede un particolare valore documentale reso ora accessibile a tutti, dai singoli, agli archivi, alle biblioteche».

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Raccolta dei libri di ioleggoperché

Posted by fidest press agency su venerdì, 4 novembre 2016

libriSi sono concluse le nove giornate di raccolta dei libri di #ioleggoperché, la campagna nazionale di promozione della lettura ideata per riportare i libri nella quotidianità di ragazzi e lavoratori. In ogni angolo d’Italia, è stata una festa all’insegna della passione culturale e della generosità, con l’obiettivo di costruire e sviluppare le biblioteche scolastiche e aziendali del Paese. Una missione che è valsa all’iniziativa l’assegnazione della Medaglia del Presidente della Repubblica e la cui urgenza è emersa anche dall’indagine (scaricabile qui) a cura dell’Associazione Italiana Editori (AIE) e dell’Associazione Italiana Biblioteche (AIB) per #ioleggoperché, sulla preoccupante situazione delle biblioteche scolastiche italiane.
Sono circa metà le librerie che, ad oggi, tra le 1.417 aderenti (qui l’elenco completo), hanno terminato i conteggi: il dato parziale è di oltre 40.000 volumi donati in quasi 700 librerie. Un primo bilancio straordinariamente positivo, cui seguirà nei prossimi giorni il totale definitivo delle donazioni (aggiornato con le cifre provenienti dalle numerose librerie che stanno ancora facendo i calcoli).
Moltissime le librerie virtuose in tutta Italia dove, grazie all’impegno, alla passione e all’entusiasmo di tutti – librai, insegnanti, genitori, appassionati di lettura – sono stati donati centinaia di libri. Tra le librerie che al momento hanno terminato i conteggi, le eccellenze sono: Lecce, con ben 1.200 libri donati in una sola libreria, Caserta e Vicenza, con più di 600.
Dal 22 al 30 ottobre 1.417 librerie hanno attivato 4.487 gemellaggi con 2.378 scuole, con la collaborazione attiva di 1.500 Messaggeri, fra i quali è scattata una virtuosa competizione, vinta da Adele Regina Di Girolamo, Messaggera in una libreria a Lissone, che ha registrato ben 248 libri attraverso la APP ioleggoperché. Grazie inoltre all’aiuto di molti genitori e insegnanti particolarmente attivi, sono stati organizzati in tutta Italia quasi 500 eventi all’insegna della lettura.
L’impegno di #ioleggoperché non si ferma qui: al termine dei conteggi, il numero totale dei libri acquistati e donati dai cittadini sarà infatti raddoppiato dagli editori e suddiviso in numero uguale tra tutte le scuole aderenti che, entro e non oltre il 15 novembre, ne avranno fatto richiesta attraverso il loro account sul sito della campagna. Entro la fine di febbraio 2017 le scuole riceveranno, sempre attraverso le librerie, il pacco del raddoppio.
Questa seconda edizione di ioleggoperché prevede già nelle prossime settimane incontri con gli autori in alcune scuole campione (grazie alla collaborazione degli editori) e si concluderà gettando idealmente un ponte con la prossima Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore, il 23 aprile 2017. Anche ad aprile infatti saranno organizzati appuntamenti con alcuni scrittori e professionisti dell’editoria nelle scuole che nei mesi precedenti avranno costruito un percorso didattico legato alla lettura e che ne avranno fatto richiesta. AIE e #ioleggoperché saranno il tramite con gli editori per verificarne la disponibilità.
libriQuest’anno la campagna si è posta l’obiettivo di arricchire, insieme a quelle scolastiche, anche le biblioteche aziendali. L’incentivo previsto per le aziende che dal 22 al 30 ottobre hanno acquistato libri per una cifra pari o superiore a 500 euro è costituito dalla collana speciale #ioleggoperché (24 titoli) e da un monte libri del valore pari al 50% della spesa effettuata in libreria. Tre esempi di buone pratiche arrivano da Pirelli (che ha inaugurato due biblioteche aziendali nella sede di Milano Bicocca e nello stabilimento di Bollate), Accor Italia e Zambon Company, protagoniste di consistenti investimenti a sostegno della formazione e crescita culturale dei propri dipendenti. Queste aziende hanno partecipato all’iniziativa rafforzando il proprio sostegno alle rispettive biblioteche aziendali e organizzando eventi speciali dedicati al piacere della lettura.
L’amore per i libri è stato raccontato anche dai calciatori della Lega Serie B e persino sui campi di calcio nella 10ª giornata di campionato (25-27 ottobre), quando la Lega Serie A è scesa in campo con #ioleggoperché negli stadi di Genova, Verona, Firenze, Milano, Torino, Roma, Napoli, Pescara, Reggio Emilia e Palermo. I Capitani e l’arbitro hanno firmato, dedicato e donato un libro ai bambini che li accompagnavano in campo, per ricordare a tutti l’importanza della lettura anche tra i più piccoli.
Organizzata dall’AIE (Associazione Italiana Editori), sotto gli auspici del Centro per il libro e la lettura del MiBACT (Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo), in collaborazione con AIB (Associazione Italiana Biblioteche), ALI (Associazione Librai Italiani – Confcommercio) e Confindustria Gruppo Tecnico Cultura e Sviluppo, #ioleggoperché ha riscosso grande successo e apprezzamento anche da parte dei Testimonial d’eccezione: sono 103 i personaggi di spicco della cultura italiana che hanno aderito con entusiasmo a favore delle biblioteche scolastiche. Tutti i loro video sono disponibili sul canale YouTube della campagna.
Un contributo fondamentale per il successo della campagna è arrivato dai Media Partner e dai Media Supporter, che hanno dato tutta la visibilità possibile al messaggio di #ioleggoperché. Ciascuno ha lasciato il segno, contribuendo alla campagna nelle modalità di volta in volta più efficaci: dalla copertura stampa sia nazionale che locale de la Repubblica, al forte contributo editoriale e di visibilità del Corriere della Sera; dai numerosi spazi televisivi del Tgcom24 al grande supporto in campo aziendale de Il Sole 24 Ore. Senza dimenticare la capillarità e la multicanalità delle riviste Mondadori, tra cui Panorama e Donna Moderna. Molto significativo il contributo dei Media Supporter, tra cui laeffe, con cui è stata lanciata la trasmissione Lettori – I libri di una vita; Famiglia Cristiana, Giornale della Libreria, Ibs.it, Il Fatto Quotidiano, il Libraio.it, la Feltrinelli.it, la Stampa, Lettera43.it, il Libraccio.it, Mondadori Store.it e Pagina99, che hanno garantito una copertura online e offline alla campagna gemellaggi e alla campagna donazioni; Libreriamo.it, ScuolaZoo e Studenti.it che hanno sostenuto il progetto su tutti i social network; infine Radio Radicale e RadioLibri.it, casse di risonanza radiofonica nel divulgare la missione di #ioleggoperché.
La seconda edizione di #ioleggoperché ha potuto contare sull’alleanza con Libriamoci. Giornate di lettura nelle scuole (www.libriamociascuola.it), l’iniziativa promossa da MIUR e MiBACT giunta alla terza edizione, che dal 24 al 29 ottobre ha registrato in calendario circa 4.000 eventi in tutta Italia, con l’iscrizione di 3.500 scuole. Circa 400 lettori d’eccezione si sono offerti di andare nelle aule a portare la propria voce e a condividere la propria passione per la lettura e gli appuntamenti nelle classi sono stati 430.
Tra i più evidenti effetti della chiamata all’azione per scuole, librerie e Messaggeri, gli straordinari risultati del coinvolgimento della community on line e sui social network.
Qualche numero: su Facebook, dal 22 al 30 ottobre, i contenuti della fanpage di #ioleggoperché hanno raggiunto 600.000 persone, soprattutto grazie agli oltre 100 video dei testimonial e alle decine di foto e video inviati da Messaggeri e appassionati a testimonianza del grande impegno profuso dalla comunità in tutta Italia.
I video di lancio delle donazioni, diffuso a ottobre, in poco tempo ha raggiunto quasi 200.000 persone e migliaia di interazioni tra commenti, like e condivisioni. I fan di #ioleggoperché sono cresciuti oltre il 50% rispetto alla prima edizione, arrivando a quota 54.000. Twitter non è da meno: superati i 10.000 follower. Solo a ottobre sono state raggiunte oltre 654.000 visualizzazioni (+200.000 rispetto allo scorso anno), con 15.300 visite del profilo, pari al 221% in più rispetto al mese precedente. Le interazioni tra profilo di #ioleggoperché e i partner, le librerie, gli utenti singoli si sono quintuplicate solo a ottobre. Nel giorno del lancio, il tweet di #ioleggoperché è stato il maggior influencer sul top trend di rete #22ottobre. Grandi risultati anche su Instagram, potente mezzo di ingaggio della community: quasi 7.000 follower in pochi mesi, con un incremento di ingaggio del 49% solo a ottobre. Infine, il sito http://www.ioleggoperche.it ha registrato 2.297.828 accessi dal 22 al 30 ottobre.
scuola-libriDa Nord a Sud, numerosi i casi esemplari di impegno e creatività per la campagna. Solo per citarne alcuni: la Libreria per Ragazzi di Milano ha dato la parola direttamente ai giovani lettori, i quali hanno scelto direttamente i libri che avrebbero voluto nella propria biblioteca scolastica e la libreria ha poi allestito un intero scaffale #ioleggoperché con quei volumi così che i clienti potessero acquistarli. A Lecce, i librai di Liberrimakids si sono messi all’opera organizzando incontri quotidiani per sensibilizzare il pubblico sulla missione di #ioleggoperché, reading per i più piccoli addirittura una vera e propria lezione in libreria con la scuola primaria gemellata. Sul fronte Messaggeri, non potevano mancare i flash mob, come quello di un centinaio di alunni della scuola media Casetti di Preglia di Crevoladossola (Verbano Cusio Ossola) che hanno invaso la piazza Mercato di Domodossola disponendosi in un grande cerchio per poi leggere brani ad alta voce e invitare i cittadini ad acquistare un libro da donare alla loro biblioteca scolastica. Di impatto anche il flash mob dei volontari di “Mare di Libri”, il Festival di Letteratura di Rimini dedicato agli adolescenti, che si sono cimentati in letture estemporanee per promuovere la campagna.
Un bell’esempio di cooperazione fra scuole, librerie e istituzioni si è avuto a Crotone dove la libreria Cerrelli, in collaborazione con la scuola media Margherita e l’IC Papanice, con il sostegno dell’assessorato alla Pubblica Istruzione del Comune di Crotone, ha organizzato un reading pubblico da parte dei ragazzi sul tema “Leggere per crescere”; analoga sinergia a Montagnareale (Messina) dove ogni alunno della scuola media del paese ha partecipato a letture all’aperto e giochi e ha proposto il proprio libro preferito, scrivendolo su un post-it affisso sul cartellone di #ioleggoperché nel bar centrale del paese. Attivissime le scuole, come la primaria Medaglie d’Oro di Salerno che, in collaborazione con la Feltrinelli del centro città e insieme a tutti i genitori delle classi coinvolte, ha organizzato una vera e propria gita d’istruzione in libreria durante la quale i piccoli lettori, indossando le magliette della campagna, hanno curiosato tra gli scaffali e invitato i clienti a donare libri.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Raccolta diritti autore

Posted by fidest press agency su lunedì, 8 agosto 2016

FEDEZ_SOUNDREEFIl Lazio (1095) è la prima regione italiana per numero di utenti che hanno affidato la raccolta e gestione dei propri diritti d’autore a Soundreef, come hanno fatto di recente anche Gigi d’Alessio e il rapper Fedez. La maggior parte proviene ovviamente dalla provincia di Roma (923), che precede quelle di Latina (56) e Frosinone (52). Soundreef, fondata da Davide D’Atri, è stata autorizzata lo scorso marzo dalle autorità inglesi a operare sul mercato della raccolta dei diritti d’autore in ambito musicale, sulla base della direttiva europea “Barnier” che ha l’obiettivo di liberalizzare il settore.“Soundreef – spiega Davide D’Atri, fondatore e amministratore delegato – grazie all’utilizzo di sistemi digitali, rendiconta l’utilizzo delle opere musicali entro 7 giorni dal concerto e paga le royalty entro 90 giorni, sia per il nazionale che per l’internazionale. La nostra rendicontazione è analitica al 100%. Ciò che viene suonato viene pagato e gli utenti attraverso l’account online possono verificare in tempo reale come e quando hanno guadagnato”.Una notevole differenza rispetto al gigi d'alessiosistema finora utilizzato che paga gli autori fino a 12/24 mesi utilizzando sistemi forfettari.A scegliere i servizi della startup di Davide D’Atri ci sono anche 40utenti (artisti, organizzatori, etichette, editori, ecc.) della provincia di Viterbo e 24 delle provincia di Rieti. Dopo il Lazio tra le regioni con il maggior numero di iscritti a Soundreef ci sono la Lombardia (844) e il Veneto (472). Complessivamente, a livello nazionale, gli iscritti a Soundreef sono circa 8 mila.In questi numeri non sono ancora inclusi gli artisti che sono passati a Soundreef quest’anno, come Gigi D’Alessio e Fedez, per i quali l’attività potrà essere iniziata ufficialmente dal 1° gennaio 2017.Al momento Soundreef gestisce i diritti su oltre 150.000 brani utilizzati da un network di decine di migliaia di utenti in Italia e nel mondo. Da luglio la società gestisce la raccolta dei diritti d’autore nei concerti live anche in Spagna. (gigi d’alessio, FEDEZ_SOUNDREEF)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Rifiuti elettronici, la raccolta si fa in negozio

Posted by fidest press agency su venerdì, 5 agosto 2016

rifiuti elettroniciLa raccolta dei rifiuti elettronici di piccole dimensioni si fa più vicina ai cittadini. Ecolight, consorzio nazionale per la gestione dei RAEE, ha posizionato due nuove EcoIsole intelligenti in corrispondenza dei punti vendita Sacchi Unieuro di Barzanò (LC), in via Privata G. Sacchi 2 e di Merate (LC), in via Turati 4. Qui è possibile conferire gratuitamente piccoli utensili ed elettrodomestici, cellulari, tablet, telecomandi e lampadine a risparmio energetico non più funzionanti. Lo scopo è incrementare la raccolta differenziata dei RAEE di piccole dimensioni al fine di tutelare maggiormente l’ambiente e di potenziare la sensibilità su questi rifiuti. «I rifiuti elettronici rappresentano un’importante risorsa: essendo riciclabili per oltre il 90% del loro peso, se correttamente raccolti e trattati possono fornire significativi volumi di materie prime e seconde come plastica, metalli e vetro», spiega Giancarlo Dezio, direttore generale di Ecolight. «Con le EcoIsole abbiamo voluto focalizzare l’attenzione sui rifiuti di piccole dimensioni che sono quelli più difficili da raccogliere: meno del 15% di questi rifiuti segue un corretto percorso di raccolta, recupero e smaltimento». In concreto, le Ecoisole rispondono a due esigenze importanti, prosegue Dezio: «Anzitutto, agevolano il cittadino-consumatore nel riciclare correttamente il proprio rifiuto. Infatti, essendo localizzate in aree commerciali ad alta frequentazione, sono facilmente raggiungibili. Inoltre, questo sistema riesce a dare una risposta concreta agli obblighi previsti dall’Uno contro Zero: i negozi con almeno 400 mq di superficie di vendita sono tenuti a ritirare i piccoli RAEE gratuitamente».
Con queste ultime due, salgono a 44 le EcoIsole posizionate da Ecolight in prossimità di centri commerciali e grandi punti vendita di Emilia Romagna, Lombardia, Veneto, Toscana e Lazio. Uno sforzo che ha portato solamente nei primi sei mesi di quest’anno a intercettare oltre 15 tonnellate di piccoli RAEE.«È un’iniziativa che conferma la volontà di promuovere i temi della salvaguardia ambientale e del risparmio energetico, che da tempo caratterizzano l’approccio di Sacchi Unieuro», spiega Agostino Salvioni, Responsabile Negozio Sacchi Unieuro. «I due punti vendita di Barzanò e Merate sono stati al centro di un’evoluzione green: dalla coibentazione delle strutture alla realizzazione di impianti fotovoltaici, ogni azione aveva al centro il rispetto per l’ambiente. Con le EcoIsole diamo un ulteriore segnale e un servizio concreto ai nostri clienti, nell’ottica di ampliare la sensibilità ecologica sui rifiuti elettronici».
Come funziona l’EcoIsola? L’EcoIsola è un cassonetto di dimensioni contenute (1,5×1,2×1,5 metri) interamente automatizzato. Per conferire il rifiuto, il consumatore deve indicare il tipo di prodotto da smaltire (se un piccolo elettrodomestico o una lampadina) e identificarsi strisciando la carta regionale dei servizi. Il cassonetto sblocca lo sportello indicato dove poter inserire il RAEE. A conferma dell’avvenuto conferimento, al termine viene rilasciato uno scontrino. Quando i contenitori interni sono pieni, la macchina avvisa i tecnici per lo svuotamento con un sms. I rifiuti conferiti vengono così tracciati dal momento del conferimento fino al trattamento e recupero, nell’intento di prevenire il traffico illegale dei RAEE. Inoltre, i cittadini avranno sempre la certezza che i materiali conferiti seguiranno la filiera corretta, con grande beneficio per l’ambiente. (foto: rifiuti elettronici)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Roma rifiuti: caos raccolta

Posted by fidest press agency su venerdì, 6 maggio 2016

rifiutiRoma. «Forti disservizi nella raccolta dei rifiuti differenziati e turni di spazzamento non rispettati da oltre due settimane stanno creando situazioni insostenibili nelle periferie del Municipio IX».
Lo ha dichiarato il presidente Andrea Santoro, che ha documentato in un video postato sulla sua pagina facebook i disservizi nei quartieri Laurentino, Colle dei Pini, Falcognana, Santa Felicola e Cecchignola.
«Il sopralluogo di stamane ha evidenziato inaccettabili disfunzioni: bidoncini della differenziata stracolmi, una microdiscarica di rifiuti abbandonati di fronte al Centro Culturale Elsa Morante al Laurentino, rifiuti stipati sui balconi di un’abitazione privata per l’impossibilità di conferire nei bidoncini già colmi. Una situazione intollerabile che mi ha convinto a chiedere ad Ama una Conciliazione paritetica per violazione della Carta dei Servizi. Se Ama non ristorerà il danno causato dai disservizi, e il danno d’immagine già arrecato all’Amministrazione, mettendo in campo immediatamente un piano chiaro di servizi aggiuntivi ed un calendario di interventi, o riducendo la Tari ai cittadini del municipio, adiremo alle vie legali intentando una causa civile che individui tutte le responsabilità» ha continuato Santoro.
«Io non ho competenze dirette sull’organizzazione di Ama ma in questo municipio, grazie allo sforzo enorme dei cittadini, abbiamo il record della raccolta differenziata, con più del 60% di rifiuti avviati al riciclo. Apprezzo lo sforzo di riorganizzazione che Ama sta compiendo in questi ultimi tempi ma non è sufficiente e mi chiedo se la natura dei disservizi non sia un fatto intenzionale – ha concluso Santoro».

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Raccolta piccoli rifiuti elettronici, oltre 10 tonnellate nelle isole ecologiche intelligenti

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 dicembre 2014

rifiutiOltre 10 tonnellate di piccoli rifiuti elettronici conferiti da quasi 5mila persone. È questo il primo bilancio dei 21 cassonetti intelligenti dedicati ai piccoli RAEE che sono stati messi in alcune aree commerciali dell’Emilia Romagna da Ecolight in collaborazione con il Gruppo Hera. Il consorzio che si occupa della gestione dei rifiuti elettronici su scala nazionale ha dato vita ad un progetto per incrementare i volumi di raccolta dei RAEE di piccole dimensioni. «Partiamo da un dato: tra i piccoli RAEE solamente 1 su 5 segue una corretta gestione. Per lo più, telefonini, frullatori e radio quando rotti vengono chiusi in un qualche cassetto prima di essere messi nella raccolta indifferenziata. Visto che i cittadini fanno fatica a portare i loro piccoli RAEE all’isola ecologica, abbiamo voluto portare l’isola ecologica nelle zone dove maggiormente si concentra la gente, ovvero le grandi aree commerciali», spiega Giancarlo Dezio direttore generale del consorzio Ecolight. E i primi riscontri sono positivi: «Quasi 5mila persone hanno utilizzato i 21 cassonetti intelligenti – RAEEshop – finora posizionati, conferendo così oltre 10 tonnellate di rifiuti tra computer e prodotti informatici, elettrodomestici utilizzati in cucina per la preparazione dei cibi e telefonini», prosegue Dezio.L’iniziativa è frutto del progetto europeo Identis WEEE, cofinanziato dall’Unione Europea e inserito nel programma Life+, che avviato dal Gruppo Hera, Ecolight e dalla fondazione spagnola Ecolum si concluderà il prossimo anno. «Nella volontà di non lasciar cadere nel vuoto l’esperienza che stiamo maturando con il progetto europeo attraverso innovativi prototipi per la raccolta dei RAEE, abbiamo voluto sviluppare dei nuovi cassonetti che mantenessero la tracciabilità dei rifiuti conferiti e fossero interamente automatici», spiega Dezio.
I RAEEshop hanno infatti dimensioni relativamente ridotte (3x1x1,57 metri) e non necessitano della presenza di alcun operatore. L’accesso per il consumatore è estremamente semplice: basta identificarsi con la tessera sanitaria e, indicando il tipo di prodotto da smaltire, il cassonetto apre uno sportello dove mettere il rifiuto. Sono stati progettati per accogliere i RAEE di dimensioni ridotte, come cellulari e piccoli elettrodomestici oltre alle lampadine a risparmio energetico (ovvero i raggruppamenti R4 ed R5). I rifiuti conferiti vengono tracciati dal momento della loro raccolta fino allo loro trattamento e recupero. Quando i contenitori interni sono pieni, la macchina avvisa con un sms i tecnici Ecolight che procedono allo svuotamento attraverso il servizio di Hera.«I risultati positivi ottenuti in questi primi mesi di utilizzo ci hanno portato ad ampliare l’area di utilizzo – annuncia il direttore di Ecolight -. Presto altri cassonetti saranno posizionati in Veneto, nella zona di Padova e in Friuli nell’area di Trieste. Inoltre, sono in fase di valutazione altri posizionamenti sempre in Emilia Romagna grazie alla collaborazione instaurata con il Gruppo Hera». (rifiuti)

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Raccolta e recupero di abiti usati

Posted by fidest press agency su giovedì, 8 marzo 2012

Sostenere lo sviluppo della raccolta differenziata dei rifiuti tessili e degli abiti usati in Italia, con evidenti vantaggi in termini ambientali, economici e sociali per la collettività, riducendo i costi sostenuti dai Comuni.E’ questo l’obiettivo del protocollo d’intesa firmato stamane dall’ANCI – Associazione Nazionale Comuni Italia e dal CONAU, il Consorzio Nazionale Abiti e Accessori Usati che aderisce all’Unione Imprese di Recupero di FISE/Confindustria. In diversi contesti territoriali italiani la raccolta urbana della frazione tessile risulta ancora oggi non adeguata rispetto ai prefissati obiettivi complessivi di raccolta differenziata, ammontando complessivamente a soli 1,3 Kg/abitante/anno pari a 80.000 tonnellate: 0,24% sul totale dei rifiuti solidi urbani e fino all’1% della frazione secca. Grazie a questo accordo, si stima, che il dato potrebbe arrivare a triplicare e raggiungere presto i 3-5 kg/abitante/anno, pari a circa 240.000 tonnellate complessive. L’intesa firmata oggi, che è corredata da un apposito modello di convenzione operativa con il relativo allegato tecnico, fissa i requisiti ottimali per lo svolgimento del servizio di raccolta e recupero dei rifiuti tessili che gli operatori devono offrire ai comuni: sono indicati gli standard qualitativi, la tipologia di cassonetti, le frequenze della raccolta, le caratteristiche degli impianti di trattamento, ecc.. Ciò al fine di assicurare una maggiore omogeneità sul territorio nazionale delle condizioni di raccolta, migliorando rese e qualità dei materiali da avviare a recupero. L’accordo indica anche le modalità per la corretta gestione dei rifiuti tessili da parte di operatori autorizzati che aderiranno, i quali assicureranno anche la tracciabilità dei rifiuti avviati verso l’effettivo recupero.
Diversi sono i vantaggi che potranno derivare dall’attuazione dell’Accordo. In primo luogo i Comuni potranno disporre di un servizio di raccolta della frazione tessile senza oneri per le casse comunali, organizzato secondo standard di efficienza, che porterà all’aumento della quantità di rifiuti tessili destinati al recupero, con conseguente riduzione del costo di smaltimento in discarica sostenuto dal Comune e, quindi dai cittadini. In aggiunta, ove pattuito, al Comune potrà essere riconosciuto dall’azienda che svolgerà il servizio un contributo in relazione al valore di mercato dei materiali recuperati, che l’Ente potrà destinare, ad esempio, a campagne di comunicazione e sensibilizzazione della cittadinanza alle raccolte differenziate.Grazie a questo servizio i Comuni, inoltre, potranno avvicinarsi agli obiettivi fissati dal Testo Unico Ambientale in tema di raccolta differenziata (entro fine 2012 deve essere raggiunto il 65%) e di effettivo riciclo dei rifiuti domestici (entro il 2020 dovrà essere pari al 50%).
La convenzione riguarda al momento le aziende associate al CONAU, ma è aperta a tutti gli operatori del settore che garantiranno i medesimi standard definiti nel protocollo d’intesa.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

XII Giornata Nazionale di Raccolta del Farmaco

Posted by fidest press agency su venerdì, 10 febbraio 2012

Sabato 11 febbraio, si terrà in tutta Italia la XII Giornata Nazionale di Raccolta del Farmaco. Recandosi nelle farmacie che espongono la locandina del Banco Farmaceutico, si potrà acquistare e donare un farmaco da banco a chi oggi vive ai limiti della sussistenza (8 milioni 272 mila persone, dati ISTAT povertà in Italia, 2010). Quest’anno, in Italia, i farmaci raccolti sabato 11 febbraio serviranno anche per assistere le migliaia di persone indigenti che sono state vittime in questi giorni del gelo e della neve che ha colpito la nostra Penisola. L’iniziativa, organizzata dalla Fondazione Banco Farmaceutico Onlus in collaborazione con la Compagnia delle Opere – Opere Sociali, si terrà in oltre 3500 farmacie distribuite in 85 province e in più di 1.200 comuni e, nello stesso giorno, anche in Spagna e in Portogallo. Nelle farmacie che esporranno la locandina della Giornata Nazionale di Raccolta del Farmaco, circa i 10.000 volontari spiegheranno l’iniziativa ai cittadini. Gli stessi farmacisti, rispetto alla domanda degli enti assistiti, consiglieranno il tipo di farmaco da banco (cioè che non necessita della prescrizione medica) di cui è maggiormente avvertita la necessità. A beneficiare dell’iniziativa saranno le oltre 450.000 persone che quotidianamente vengono assistite dai 1.390 enti caritatevoli convenzionati con il Banco Farmaceutico in tutta Italia.In 11 anni sono stati raccolti oltre 2,4 milioni di medicinali per un valore di circa 15,4 milioni di euro.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Filetto, al via la raccolta degli oli vegetali

Posted by fidest press agency su lunedì, 16 gennaio 2012

Il Comune di Filetto (Chieti) ha attivato il servizio di raccolta dell’olio vegetale esausto, usato ad esempio per la conservazione degli alimenti, residuo di frittura o sotto forma di grassi, burro, strutto, margarina. Ciascuno di noi ogni anno produce 4 chilogrammi di olio esausto. Se disperso nell’ambiente diventa una sostanza altamente inquinante.
In prossimità del Campo sportivo il Comune ha fatto installare un apposito contenitore accessibile a tutti i cittadini. Basta raccogliere l’olio da cucina in semplici recipienti di vetro o plastica e portarli nel luogo di smaltimento. Qui sarà sufficiente ruotare e sollevare il coperchio, versare l’olio esausto e chiudere il coperchio.
Non si devono introdurre aceto, sali e zuccheri, residui di alimenti solidi, oli minerali (idraulici o per motori), detersivi e prodotti chimici in genere. L’invito rivolto dall’assessore comunale all’Ambiente, Riccardo Tullio, e dal sindaco di Filetto, Sandro Di Tullio, è di non abbandonare i recipienti usati per il trasporto, ma di riutilizzarli. La raccolta è riservata alle sole utenze domestiche. Tuttavia la ditta incaricata del servizio, Adriatica Ambiente, è disponibile a fornire agli esercizi commerciali dei contenitori adeguati, in comodato d’uso gratuito, e a effettuare la raccolta altrettanto gratuitamente.L’olio vegetale dopo la frittura si ossida e assorbe le sostanze inquinanti derivanti dalla carbonizzazione dei residui alimentari. Se gettato in acqua, galleggia e la rende non potabile, oltre a causare il cattivo funzionamento degli impianti di depurazione, con i conseguenti maggiori costi; nel suolo l’olio esausto forma una patina sottile che impedisce alle piante di assorbire le sostanze nutritive.
La corretta raccolta e il successivo trattamento degli oli alimentari usati permettono il riutilizzo in processi industriali per la produzione di lubrificanti, biodiesel, saponi, tensioattivi, inchiostri, distaccanti e altri prodotti.Per informare i cittadini il Comune ha realizzato un’apposita campagna di comunicazione: il manifesto e il relativo volantino sono scaricabili dal sito Internet dell’Unione dei Comuni della Marrucina (www.marrucina.it).

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

365 giorni con i maestri dello spirito

Posted by fidest press agency su venerdì, 18 novembre 2011

Una raccolta di pensieri di grandi padri spirituali, pontefici, teologi, fondatori, santi, beati e scrittori del Novecento e dell’Ottocento. Uno per ogni giorno dell’anno, vengono proposti alcuni tra i più originali e impetuosi maestri dello spirito del secolo appena trascorso. A.A.V.V. Edizioni San Paolo 400 pagine € 15.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

IV Premio Internazionale Euro-Mediterraneo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 13 luglio 2011

Roma 13/7/2011 alle ore 21.00 in Piazza del Campidoglio Patrizia Mirigliani, patron di Miss Italia, riceverà il Premio Internazionale Euro-Mediterraneo,un riconoscimento che va a personalità di successo che nella loro carriera hanno arricchito la storia del nostro Paese in vari campi, favorendo la diffusione del Made in Italy nel mondo. Il premio, giunto alla sua IV edizione, verrà conferito alla patron di Miss Italia a Piazza del Campidoglio. La serata è finalizzata alla raccolta di fondi a favore dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma, nella persona del presidente Prof. Giuseppe Profiti.Questo appuntamento culturale ideato e promosso dall’Associazione “Alleanza per le Arti e per le Scienze” (A.P.A.S.) con ilPatrocinio di Roma Capitale, si è svolto nelle precedenti edizioni in altre città italiane ed è stato conferito a personaggi come Claudia Cardinale, Denis Ganio, Little Tony, Manuel De Sica, Marcello Veneziani, Pasquale Squitieri, Roberto Gervaso e tanti altri.
La consegna dei premi, tutti realizzati a mano dallo scultore Stefano De Muro, si svolgerà in un esclusivo Galà della Cultura e del Glamour durante il quale verranno proposte alcune performances artistiche, alternate a momenti di moda.
Sul palco, a condurre la serata, Fabrizio Gatta insieme a Valeria Marini, madrina della manifestazione. Sono previste anche le esibizioni di Alessandro Safina e Luisa Corna. Una performance a sorpresa proporrà dodici “miss”, vestite da Gianluca Mannara, con le corone originali di Miss Italia create da Miluna in oro e diamanti, messe a disposizione da Patrizia Mirigliani, con la Miss Italia in carica Francesca Testasecca, che indosserà la prestigiosa corona Turrita, realizzata in oro, diamanti, rubini e smeraldi in onore del 150^ Anniversario dell’Unità d’Italia. Dopo un omaggio a Fausto Sarli (testimonial Chernyshova Eugenia) che premierà l’hair stylist Massimo Serini, sfileranno in passerella, grazie anche a Modarea partner Wella Professionals e alla Scuola del Lusso, in rappresentanza dell’internazionalità del Made in Italy, le creazioni di noti stilisti. Miss Eleganza 2010 Giulia Di Quinzio sarà testimonial della stilista Raffaella Curiel.
Oltre a Patrizia Mirigliani verranno premiati: Pupi Avati, Franca Valeri, Franco Zeffirelli, Gino Landi, Vittorio Cecchi Gori, Rossella Izzo, Andrea Crisanti, Paolo Del Brocco, Carlo Brancaleoni, Sergio Valente, Marco Simeon, Ciro Villani e ancora Alexis Sweet, Nicolas Vaporidis, Manuela Arcuri, Stefano Mainetti, Ramona Badescu, Marco Werba, Niccolò Centioni e altri.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »