Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Posts Tagged ‘rapine’

Sammarco: “Aumento delle pene per furti in casa”

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 marzo 2017

furti-in-casa“L’aumento delle pene minime per i furti in appartamento e le rapine è uno dei cavalli di battaglia che Area popolare ha portato avanti in Parlamento con il nostro capogruppo Lupi, e per il quale i ministri Alfano e Costa si sono battuti al Governo. Dopo il via libera del Senato al ddl sul processo penale, ora attendiamo il passaggio alla Camera affinché questa norma diventi legge. Si tratta di un reato fortemente avvertito e percepito dai cittadini e per il quale stiamo dando le giuste risposte, a garanzia della sicurezza e della certezza della pena”. E’ quanto dichiara il deputato di Area popolare Gianni Sammarco. (n.r. Bene, ma non basta. Ciò che molti italiani chiedono è che le autorità preposte alla prevenzione e alle indagini per tali forma di reato siano messe nelle condizioni di poter svolgere indagini approfondite e capaci d’individuare gli autori e fare in modo di neutralizzarli “subito” con pene detentive collegate a processi rapidi e risolutori e non come oggi accade di lasciarli a piede libero in attesa di un iter processuale che può durare degli anni, favorendo in tal modo la reiterazione del reato. Non dimentichiamo, inoltre, che ora il 90% dei furti commessi nelle abitazioni resta impunito mentre per le rapine la percentuale scende ma di poco.)

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Forte aumento rapine a Roma

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 marzo 2011

Tempi difficili per la tranquillità dei romani. Cinque rapine a farmacie, tabaccherie e singoli cittadini, tutto nell’arco di un’unica serata.  Sono stati catturati inoltre i ladri appartenenti alla “banda delle griffe”, così chiamata in quanto specializzata in furti delle boutique fashion del centro storico. Il bottino ammonta a quasi un milione di euro. Tra i componenti della banda anche un recidivo, già arrestato in passato. Roberto Soldà, segretario romano dell’Italia dei Valori, commenta la situazione di emergenza che si impone per la salvaguardia dei cittadini. “Questi ultimi due anni e mezzo sono stati segnati da stupri, rapine e varie violenze all’ordine del giorno. L’amministrazione del sindaco Alemanno ha fatto della sicurezza il fulcro del proprio programma politico. Ritengo però che una politica con vari risvolti pubblicitari non garantisca la tranquillità dei cittadini che, presi da mille problemi quali disoccupazione, sanità, scuola e vari, vivono pure l’ansia della scarsità di sicurezza”. “Aumentare la vigilanza, soprattutto nelle ore notturne. Le istituzioni, anche le sovracomunali come la polizia e i carabinieri, dovrebbero battagliare al fine di far aumentare i presidi per non far chiudere i commissariati. E’ strettamente necessario che le strutture delle forze dell’ordine – aggiunge l’esponente del partito di Antonio Di Pietro – vengano aumentati e che siano presenti a 360 gradi durante tutta la giornata. Roma è una città multietnica, aperta a tutti, e il centro storico è sempre affollato e frequentato alle 3 del mattino come alle 3 del pomeriggio. Però le forze dell’ordine non possono garantire la loro presenza e professionalità perché hanno un’esiguità di risorse economiche e di strumenti e non riescono a fronteggiare la malavita della città”.Esonerare i centenari dalle tasseL’Associazione Contribuenti Italiani chiede al Governo di liberare subito i centenari dalla sudditanza delle tasse. A tal fine l’Associazione chiede un decreto legge per esonerare, al compimento del centesimo anno di età, i cittadini dal pagamento delle imposte.I centenari in Italia, secondo una indagine dell’Associazione Contribuenti Italiani, che sarà pubblicata sul magazine Contribuenti.it, sono circa 8600, di cui l’85% donne e 15% uomini. La maggior parte di loro, ogni anno, riceve un accertamento per non aver dimenticato di presentare la dichiarazione dei redditi, o peggio ancora, per aver indicato un codice fiscale errato. “La proposta nasce da una duplice considerazione” – afferma Vittorio Carlomagno, presidente dell’ Associazione Contribuenti Italiani – “La prima è che chi ha inventato il codice fiscale o credeva nella reincarnazione o prevedeva c he i cittadini italiani potessero vivere solo 99 anni. Successivamente il sistema non li riconosce più e attribuisce il codice fiscale a un nuovo nato. Decretando di fatto la morte fiscale del centenario. La seconda – continua Carlomagno – è che Contribuenti.it ritiene giusto che lo Stato italiano non continui più a torturare il cittadino dopo i 100 anni. Sarebbe bello che il Presidente della Repubblica Napolitano potesse consegnare al neocentenario il titolo onorario di Senatore dei Contribuenti d’Italia liberandolo, al contempo, dalla sudditanza delle tasse”.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Congresso Internazionale Gruppi in Tempo di Conflitti

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 agosto 2009

Roma, dal 24 al 29 agosto 2009, ore 11.00 presso la Sala Treviri – Ergife Hotel Via Aurelia 619, 17mo Congresso Internazionale Gruppi in Tempo di Conflitti. Gli organizzatori del congresso in attesa dei lavori hanno preannunciato alcuni dati precisando che in Italia nel 2008 da un’elaborazione C.O.I.R.A.G. su dati forniti dal Ministero dell’Interno riferiti all’anno 2008 vi sono stati 2 milioni e 695 mila gli episodi criminosi. La classifica negativa: prima Milano, seguita da Roma e Torino  Milano è la capitale del crimine (280.000 crimini nel 2008) seguita da Roma (235.000) e Torino (154.000). Milano è  prima per i furti con destrezza (se ne contano 24.345), Roma per i furti d’auto (23.134 in un anno).  Prima per numero di rapine è Napoli (11.137).  La provincia che vanta il minor numero di crimini in un anno è Isernia (solo 2.939 crimini in un anno).  L’ondata di crimini, spesso associati alla figura dello straniero, che i recenti fatti di cronaca portano alla ribalta sembra farci dimenticare che è nel silenzio del nostro quotidiano che la violenza si manifesta in tutta la sua ferocia.  La ricerca del capro espiatorio, ben si presta ad intercettare e convogliare le nostre insicurezze sociali: in un gruppo identificare un capro espiatorio serve a difendersi da una qualcosa che fa parte dei membri stessi del gruppo.  In qualche modo è come se trasferendo la colpa su una vittima espiatoria, ci si liberasse delle propria.  Nel frattempo, per far fronte al clima di insicurezza sociale di cui la violenza è  sintomo, nascono iniziative come telecamere di sicurezza nelle nostre città e le ronde dei cittadini.  Come se avessimo bisogno di un supporto supplementare perché le istituzioni non “funzionano” più.  Alla base di questi comportamenti di reazione stanno le dieci caratteristiche comuni di quelli che Vamik Volkan definisce gruppi fondamentalisti “incapsulati” che spesso si comportano come gruppi pseudo o para religiosi: un testo sacro (dove per sacro può stare una direttiva politica sorretta da istanze sociali), un leader assoluto che ne è interprete, una richiesta al gruppo di totale devozione e la delega del gruppo e al suo leader di tutti gli aspetti e le scelte della vita; tangibili benefici per i membri, sentimenti di essere al contempo onnipotenti e vittime, azioni estremamente masochistiche e/o sadiche, modificazioni della moralità condivisa, creazioni di limiti (psicologici e fisici) tra il gruppo e il resto della società, cambiamento all’interno dei propri confini delle norme familiari, di genere o sessuali, sentimenti negativi e di rabbia nei confronti degli esterni. Si tratta di elementi non interamente separabili. Gli aspetti fondamentali di questo modello sono la spiegazione della vita mentale come costruzione della realtà e l’applicazione all’esperienza di realtà del modello sviluppo/regressione – la malattia mentale nella sua descrizione non è solo una riduzione dell’esperienza umana e una patologia della libertà ma anche un disturbo della capacità di esperire il reale.  http://www.coirag.org

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Aumentano i furti nelle abitazioni

Posted by fidest press agency su venerdì, 31 luglio 2009

Roma. “Esprimiamo tutta la nostra solidarietà alla famiglia Rauti per il furto avvenuto nel loro appartamento a Monte Mario, una delle zone della Capitale bersagliata dai furti nelle abitazioni e a tutti i cittadini che in questi ultimi mesi sono stati coinvolti da queste azioni criminose che hanno interessato i quartieri della città Parioli, Prati, Medaglie D’Oro, Casal Lumbroso e Marconi” – lo dichiara il Presidente della Commissione Sicurezza del Comune di Roma, Fabrizio Santori, che proprio ieri ha presieduto una commissione convocata per discutere i diversi furti e rapine in appartamento in più punti della città, in seguito alle numerose segnalazioni pervenuteci e recenti fatti avvenuti a danno di persone note e cittadini comuni. “Questi furti avvengono tutti con le stesse modalità – prosegue Santori: i ladri, quasi sempre in coppia, entrano dalla porta di casa e usano un tubo Innocenti per sfondare il blocchetto della stessa; si apprestano a entrare negli appartamenti durante il giorno; rubano tendenzialmente gioielli e carte di credito; non si curano del fatto che siano presenti persone all’interno che vengono tenute in ostaggio in attesa che uno dei due porti a termine il furto e vengono aiutati da complici che nei giorni precedenti procedono al sopralluogo degli edifici, spacciandosi per funzionari della Asl addetti al controllo di eventuali irregolarità negli stabili e relative vie di fuga degli stessi, o funzionari postali”. La Commissione Sicurezza del Comune di Roma pertanto, dopo aver inviato una nota al Prefetto e alla Questura di Roma, lancia un allarme alle amministrazioni locali e a tutte le forze dell’ordine al fine di tranquillizzare la cittadinanza durante il periodo estivo in cui molti cittadini lasceranno le proprie abitazioni incustodite. “Vogliamo dunque tranquillizzare tutti gli abitanti di Roma – conclude Santori – ed in particolare quelli delle zone ultimamente bersagliate che la Commissione Sicurezza si impegnerà a porre in essere tutte le misure necessarie per far sì che le abitazioni siano al sicuro durante l’estate”.

Posted in Diritti/Human rights, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »