Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 9

Posts Tagged ‘rapito’

Liberato il sacerdote rapito più di tre settimane fa dai jihadisti in Mali

Posted by fidest press agency su giovedì, 15 luglio 2021

La fondazione pontificia Aiuto alla Chiesa che Soffre (ACS) conferma la liberazione di Don Leon Douyon, sacerdote cattolico di Ségué nella regione di Mopti in Mali, avvenuta ieri pomeriggio martedì 13 luglio. In un messaggio ricevuto da ACS Mons. Jean-Baptiste Tiama, vescovo di Mopti, ha espresso la sua gioia per la notizia: «Il nostro fratello Léon Douyon era separato, lontano da noi. Oggi pomeriggio è tornato fra noi e ne siamo molto contenti». Don Leon è stato rapito il 21 giugno insieme a quattro fedeli sulla strada che da Ségué porta a San, mentre si recavano a un funerale. Quattro degli ostaggi sono stati rilasciati dopo poche ore, ma il sacerdote è stato trattenuto dai jihadisti.Mons. Tiama ha ringraziato «tutti i conoscenti e gli sconosciuti che hanno contribuito alla sua liberazione». Padre Léon è stato rilasciato nei pressi di Bandiagara, dove attualmente riposa prima di tornare a Mopti, ha riferito il vescovo. Il presule ha anche chiesto a ciascun sacerdote della diocesi di celebrare una Messa di ringraziamento per il ritorno del confratello. I fedeli di Ségué, dopo aver appreso la notizia, si sono subito radunati per rallegrarsi della sua liberazione. Dal 2012 gruppi jihadisti legati ad al-Qaeda e al sedicente Stato Islamico effettuano rapimenti per ottenere fondi o esercitare pressioni politiche. Questi gruppi includono Jamaat Nusrat al-Islam wal Muslimeen (JNIM) and the Islamic State of the Greater Sahara (ISGS). Oltre a un aumento dell’attività jihadista, con una chiara componente religiosa finalizzata a imporre la sharia e a diffondere l’estremismo islamico tra la popolazione, nella regione di Mopti si registrano gravi conflitti tra etnie e comunità. Tali conflitti, in gran parte incentrati sulla proprietà della terra e delle risorse, si instaurano tra i Fulani, principalmente musulmani, i Dogon, che praticano prevalentemente religioni etniche, e alcuni cristiani. Secondo i dati del Rapporto di ACS sulla Libertà Religiosa, in Mali predomina il ramo sunnita dell’Islam. Circa il 13% della popolazione appartiene ad altre religioni. I cristiani sono poco più del 2%, di cui due terzi cattolici e l’altro terzo protestanti. Nel Mali sono diffuse anche le religioni tradizionali africane (quasi il 9% della popolazione). Alcuni musulmani e cristiani incorporano anche le tradizioni africane nelle loro osservanze rituali.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Un sacerdote ucciso e un altro rapito in Nigeria

Posted by fidest press agency su domenica, 23 Maggio 2021

La parrocchia cattolica di San Vincenzo Ferrer a Malunfashi, nello Stato nigeriano di Katsina, è stata attaccata da uomini armati non ancora identificati. Due sacerdoti sono stati sequestrati: Don Joe Keke e Don Alphonsus Bello. Don Joe Keke, ultrasettantenne, dopo una vita di servizio pastorale come parroco, risiedeva nella chiesa. Don Alphonsus Bello, trentenne, era l’attuale parroco. Il corpo senza vita di Don Alphonsus è stato trovato nel terreno attiguo alla Catechetical Training School di Malunfashi. Nessuna notizia circa l’attuale localizzazione dell’anziano Don Joe Keke. La comunità cattolica locale è scossa e terrorizzata. Aiuto alla Chiesa che Soffre chiede nuovamente al governo di intervenire efficacemente per garantire la sicurezza dei fedeli e dei sacerdoti impegnati nel loro servizio pastorale.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il piacere del palato

Posted by fidest press agency su sabato, 11 luglio 2009

palatoSciliar (BZ) Fine settimana da ghiottoni al Romantik Hotel Turm di Fié allo Sciliar (BZ)! In perfetto equilibrio tra tradizione e innovazione, fedeltà agli ingredienti del territorio e sperimentazione creativa, la cucina dello chef Stefan Prahmstraler conquista al primo assaggio. L’occhio viene rapito dalla presentazione artistica dei piatti, la gola tentata, e il palato deliziato dai piatti originali e gustosi, che guardano al futuro ma sono saldamente ancorati alle ricette del Sudtirolo! Non è certo un caso se per quest’anno il ristorante del Romantik Hotel Turm ha ottenuto ben 87 punti all’interno della prestigiosa guida Veronelli! I veri buongustai non possono perdere la proposta che il Romantik Hotel Turm dedica a loro, per abbandonarsi per tre giorni ai piaceri della tavola e del buon vivere. L’offerta include tre pernottamenti in camera matrimoniale con letto a baldacchino; un aperitivo di benvenuto nella cantina scavata nella roccia seguita da un menu Romantik di quattro portate; un menu degustazione a base di antipasti e primi piatti; come romantica serata finale un menu degustazione di cinque portate con abbinamento di vini. Il prezzo a persona varia da 375 a 459 euro secondo la stagione, se i tre giorni vengono scelti durante la settimana; e varia da 405 a 495 euro secondo la stagione nei fine settimana. Per tutto l’anno il paesaggio invita allo sport, passeggiate, alpinismo, sci, golf, e lo sguardo che vaga sul massiccio dello Sciliar è in grado di illuminare lo spirito di questo albergo, che sembra un palazzo inventato dalla fantasia di uno scrittore di favole. Il parco privato del Turmwirt diventa una foresta incantata che protegge la piscina riscaldata, ovvero un lago magico. Ogni dettaglio è al top di quanto la fantasia può immaginare, dalle camere alle sale comuni, oltre alla cucina ricercata ecco il piacevole abbraccio di un centro benessere unico. (palato)

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »