Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘rateizzazione’

Rateizzazione cartelle esattoriali: possibile ottenerne una nuova per i decaduti morosi

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 settembre 2016

tasseDa qualche giorno anche per chi è decaduto da una rateizzazione di una cartella esattoriale e non ha pagato -o finito di pagare- le rate scadute, è possibile chiedere un’ulteriore rateizzazione fino a 72 rate.
La novità, introdotta dalla conversione in legge del cosiddetto “decreto enti locali” (1), vale per chi risulta decaduto alla data del 1 Luglio 2016 a condizione che presenti domanda di nuova rateizzazione improrogabilmente entro il 20 Ottobre 2016. Una volta ottenuto il nuovo beneficio l’eventuale ulteriore decadenza scatta non pagando due rate, anche non consecutive.
Lo stesso principio è applicato alle rateizzazioni conseguenti un accertamento fiscale con adesione (ex D.lgs.218/1997), per i decaduti dal 15 Ottobre 2015 al 1 Luglio 2016.
Altra novità riguarda chi invece ha pagato tutte le rate insolute: fino ad ora potevano accedere ad una nuova rateizzazione solo quelli che avevano ottenuto la “vecchia” dopo il 22 Ottobre 2015, ora invece è possibile sempre, anche per le rateizzazioni ottenute precedentemente. Questa possibilità concessa a chi non è “moroso” è definitiva, non legata a condizioni temporali di invio della richiesta.
Si ricorda che l’ottenimento di una rateizzazione di una cartella esattoriale è possibile in qualsiasi momento, pur se fossero già scattate le azioni esecutive successive (anzi il pagamento della prima rata porta ad una loro interruzione), e non necessita di particolari formalità per debiti sotto 60.000 euro. (Rita Sabelli, responsabile Aduc aggiornamento normativo)

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Equitalia: proposte anti-oppressione fiscale

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 giugno 2011

“Con piacere abbiamo registrato il parere favorevole del governo alla mozioni parlamentare di Futuro e Libertà su Equitalia, oggi discussa e approvata alla Camera dei Deputati. A questo punto, mi aspetto che governo e maggioranza non si oppongano agli emendamenti anti-oppressione fiscale presentati da FLI al decreto sviluppo: tra gli altri, abbiamo chiesto la sospensione della riscossione coattiva in pendenza di giudizi, nuovi criteri per la rateizzazione dei debiti fiscali, abolizione delle sanzioni per le fasce deboli, minori aggi di riscossione, l’esclusione dei fermi amministrativi dei beni utilizzati nell’attività d’impresa, l’eliminazione dell’inaccettabile principio del “solve et repete” (prima paghi, poi reclami) e una revisione degli studi di settore. Se non ci fosse alcuna apertura a queste proposte di buon senso, la maggioranza mostrerebbe ancora una volta l’incolmabile distanza tra promesse e fatti: non solo il governo Berlusconi non ha mai ridotto le pressione fiscale, ma sarà ricordato come l’esecutivo i cui provvedimenti hanno compromesso la possibilità di un rapporto equilibrato tra contribuente e amministrazione fiscale”. Lo ha dichiarato l’on. Enzo Raisi, deputato e responsabile Immagine e Promozione di FLI.

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cittadini in Campidoglio contro multe “pazze”

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 luglio 2009

Roma Lunedì prossimo un comitato di cittadini sottoporrà al vaglio del Consiglio comunale una delibera riguardo le multe precedenti al 2004-2005 recapitate dalla Gerit a numerosi cittadini. Il comitato di cittadini richiede la sospensione dei pagamenti fino al riordino del sistema di gestione, la prescrizione delle multe secondo il limite di legge dei 5 anni, un risarcimento danni in caso di errore e l’applicazione degli interessi di mora a tassi proporzionali alla capacità di reddito dei destinatari. ” Io credo che per quanto riguarda la prescrizione e la rateizzazione delle multe ci sia poco da aggiungere poiché i limiti sono previsti dalla legge – commenta Anna Nieddu, vice-responsabile per il Lazio dell’Italia dei Diritti- mentre in merito agli errori commessi dalla Gerit ritengo che debbano essere immediatamente bloccati i pagamenti delle notifiche erronee”. “Le proposte avanzate dal comitato di cittadini – conclude la vice-responsabile per il Lazio del movimento guidato da Antonello De Pierro – sono più che legittime e vanno sostenute ed infatti credo che l’amministrazione comunale non avrà alcuna difficoltà ad accoglierle”.

Posted in Diritti/Human rights, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »