Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 338

Posts Tagged ‘razionalizzazione’

“La fusione e la razionalizzazione delle società regionali partecipate è un obiettivo storico del M5S”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 marzo 2019

Certo il centro-destra poteva lavorare meglio. Sono infatti molte le critiche che abbiamo mosso alla nuova società e sono legate all’assenza di un piano industriale e di una rigorosa base tecnico economica per la fusione. Ci preoccupa molto anche la tutela del personale delle tre società e abbiamo ottenuto che quello eventualmente in esubero sia ricollocato nei centri per l’impiego della Lombardia.Per Aria auspichiamo una vera e propria fusione e monitoreremo che non diventi l’ennesimo carrozzone costoso e ingestibile. Le società che si fonderanno sono state fin qui totalmente resistenti al cambiamento e legate a doppio filo ai gruppi politici che le controllano. Non basta insomma la sola volontà di riformare perché le partecipate funzionino In ogni caso l’approvazione dei nostri ordini del giorno migliora di molto la struttura e la robustezza del provvedimento garantendo tutela per il personale delle società che andranno a fondersi e la prevenzione di fenomeni corruttivi”, così Marco Fumagalli, consigliere regionale del M5S Lombardia, motiva il voto di astensione del M5S, sulla legge che istituisce Aria.Nel corso della discussione sono stati approvati tre ordini del giorno del M5S.Il primo impegna la Lombardia a un riordino delle partecipazioni nel comparto autostradale. Il secondo chiede la dismissione dei rami di azienda non strategici di Aria, la predisposizione di un piano sulla valutazione dei carichi di lavoro dei dipendenti e il ricollocamento del personale eventualmente in esubero a potenziamento dei centri per l’impiego. Infine si impegna Regione Lombardia alla rotazione degli incarichi dirigenziali nella società Aria per prevenire potenziali fenomeni corruttivi.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Difesa e razionalizzazione spese militari

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 ottobre 2018

(GRNET.IT) Nella nota stampa diffusa dal Consiglio dei Ministri sul “Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2019 e bilancio pluriennale per il triennio 2019 – 2021 (disegno di legge)”, al punto 14 è prevista una “Riduzione delle spese militari pari ai fondi necessari per la riforma dei Centri per l’impiego”.
GrNet.it, il sito di news su Sicurezza e Difesa, interpellando fonti della Difesa, ha appreso che “Non si tratta nello specifico di tagli, bensì di razionalizzazione della spesa, perché andremo a sospendere l’implementazione di alcuni programmi, in particolare quello NH elicotteri, per un recupero di risorse pari a circa 370 milioni nel 2018/2019. Si tratta di programmi che la Difesa condivide col Mise”.
“Dopo di che – viene specificato – ci sarà sì un taglio, quello del “Pentagono italiano” per un valore di 1,2 miliardi di euro risparmiati sul pluriennale. Nello specifico, recupereremo circa 50 milioni di euro nel 2018/2019. Del famoso Pentagono lasceremo solo gli alloggi militari, che saranno realizzati. Infine la sospensione del programma CAMM ER. Il risparmio complessivo sarà appunto di circa 500miloni”.I missili CAMM ER (Common Anti-air Modular Missile Extended Range) appartengono alla famiglia dei sistemi missilistici CAMM, la prossima generazione di missili per la difesa aerea.
Il Pentagono italiano fu progettato dal precedente ministro della Difesa Roberta Pinotti, e prevedeva la costruzione a Centocelle di infrastrutture dove ospitare i vertici di tutte le forze armate, ipotizzando di conseguenza un risparmio nella gestione, oltre alla possibilità di immettere sul mercato immobili di pregio. “Né oggi né mai sarà toccato un solo euro degli stipendi dei militari e tutto ciò che riteniamo strategico per il paese” viene infine sottolineato dalla Difesa. (GRNET.IT)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Giro di vite tra spending review e razionalizzazione strutture

Posted by fidest press agency su martedì, 15 Maggio 2012

Si dovrebbero concentrare soprattutto sulla Sanità le attenzioni di Enrico Bondi, il commissario per la spending review del governo Monti. Il piano operativo dell’ex manager Parmalat dovrebbe essere consegnato ufficialmente entro la fine della settimana ma le indiscrezioni che arrivano dall’esecutivo mettono il Servizio sanitario tra i primi destinatari degli interventi di razionalizzazione. Nel mirino, in particolare, dovrebbero finire gli acquisti: nelle sue indagini, infatti, Bondi ha scoperto che la Consip (la società del ministero delle Finanze per la centralizzazione delle gare d’acquisto) riesce a svolgere il suo ruolo soltanto in parte, perché i dati relativi a prezzi e offerte vengono inviati e registrati soltanto a mesi di distanza rendendo inutili le comparazioni. Di qui la proposta, che dovrebbe far parte del piano di spending review, perché entro luglio l’Autorità di vigilanza sui contratti pubblici metta on line i prezzi di farmaci e dispositivi medici. L’obiettivo è quello di fare in modo che le offerte avanzate dai fornitori vengano incrociate in tempo reale con i valori della banca dati, in modo da valutarne congruità e convenienza all’atto dell’offerta e permettere all’amministrazione di bloccare l’acquisto in caso di scostamenti ingiustificati.
Intanto alla voce Sanità altri risparmi dovrebbero realizzarsi a breve grazie alla chiusura di circa 11mila strutture pubbliche tra consultori, ambulatori di salute mentale, Sert e via di seguito. Niente a che vedere con la spending review: l’operazione è frutto di un documento firmato a marzo dai dicasteri di Salute ed Economia e ora all’esame nelle Regioni sottoposte a Piani di rientro. In sostanza, il provvedimento rivede i parametri relativi all’istituzione di strutture semplici e complesse e obbliga gli assessorati ad adeguarsi ai nuovi standard entro la fine dell’anno. Secondo alcune stime, nel solo Lazio dovranno chiudere più di 1.200 strutture, in Piemonte poco meno di 1.900, in Campania addirittura quasi novemila. Per Fp-Cgil Medici, è a rischio l’assistenza territoriale in molte province. (fonte doctornews33)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Riavvio del piano irriguo nazionale

Posted by fidest press agency su venerdì, 23 luglio 2010

Roma – Sono positivi i giudizi dell’A.N.B.I., l’Associazione Nazionale delle Bonifiche e Irrigazioni per l’approvazione da parte del CIPE, il Comitato interministeriale per la Programmazione economica, del programma di interventi nel settore irriguo e della bonifica per un importo di 418,5 milioni di euro, all’uopo sollecitati dal Ministro delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali Giancarlo Galan. “Ricomincia in questo modo un percorso virtuoso tutto proteso alla salvaguardia del made in Italy e dei territori di produzione”. Afferma il presidente  A.N.B.I. Massimo Gargano, che plaude all’impegno del Ministro Galan e aggiunge che “questo provvedimento rappresenta un nuovo inizio in termini di sicurezza ambientale, tutela dei territori a rischio, razionalizzazione e risparmio della spesa pubblica. Attraverso il migliore  utilizzo delle risorse naturali – ha poi aggiunto Gargano – migliorerà sempre di più la qualità della vita nei territori serviti dai consorzi di bonifica in termini di efficienza ed economicità delle azioni svolte e di infrastrutture  utili alle imprese, al territorio e all’intero Paese”. L’A.N.B.I., altresì, condivide la proposta  del Ministro Galan di introdurre una disposizione che scoraggi i ritardi nella conclusione delle procedure di appalto. La proposta mira a revocare i finanziamenti nel caso in cui queste procedure non si concludano entro 18 mesi dalla concessione. Le risorse disponibili potrebbero essere  reinvestite in progetti esecutivi e già cantierabili come richiesto dalla stessa Associazione Nazionale delle Bonifiche e Irrigazioni.
Per il presidente Gargano l’annuncio del Ministro Galan di un prossimo provvedimento del CIPE che stanzierà ulteriori 177 milioni di euro alle opere infrastrutturali di bonifica nelle Regioni del Meridione, “è un riconoscimento dell’azione svolta nel Paese dai consorzi di bonifica e della opportunità di arricchire quella parte del Mezzogiorno, che deve continuare a crescere, con infrastrutture finalizzate a produrre made in Italy. Occorre però insistere  – ha poi concluso Gargano – nel continuare a finanziare il Piano Irriguo Nazionale perché gli investimenti effettuati continuino a creare quelle condizioni di benessere, ricchezza e sicurezza per le imprese, i cittadini e l’intero Paese”. (galan)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Calderoli e i risparmi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 Maggio 2010

Quanto costano 11 ministeri inutili su un totale di 23, con relativi sottosegretari, personale di segreteria, consulenti, auto blu, uffici, ecc.? Siamo gia’ intervenuti nella analisi dell’attuale compagine governativa rilevando che una semplice razionalizzazione porterebbe alla eliminazione di ben 11 dicasteri: Semplificazione Normativa (quello del ministro Roberto Calderoli), Riforme per il Federalismo (Umberto Bossi),  Attuazione del Programma (Gianfranco Rotondi),  Rapporti con le Regioni (Raffaele Fitto), Rapporti con il Parlamento (Elio Vito), Politiche Europee (Andrea Ronchi), Pari Opportunita’ (Mara Carfagna), Gioventu’ (Giorgia Meloni), Turismo (Maria Vittoria Brambilla), Ambiente (Stefania Prestigiacomo) e Salute (Ferruccio Fazio). Il ministro alla Semplificazione Normativa, Roberto Calderoli, fiutata l’aria che tira propone il solito specchietto delle allodole: diminuire lo stipendio di ministri e parlamentari del 5%. Ricordiamo che le indennita’ parlamentari sono gia’ state decurtate del 10% nel 2006 e sono bloccate dal 2007 (non adeguate a quello del primo presidente di Corte di Cassazione). Il ministro Calderoli sul sito del suo ministero (2), dichiara che “La stima complessiva del risparmio annuo potenziale connesso all’attuazione delle misure di semplificazione e’ pari a oltre 21 miliardi di euro”. La notizia ci ha piacevolmente sorpreso; abbiamo pensato che in questo modo non avremmo dovuto sottoporci all’ennesimo salasso per coprire i buchi delle pubbliche finanze del governo di cui fa parte, ma ci siamo subito ripresi leggendo attentamente: si tratta di “stima”. Pensavano di aver risolto i nostri problemi finanziari con la riduzione del 5% e i risparmi della semplificazione. Non ci sembra che sia proprio cosi’. Al presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, chiediamo atti di rigore e serieta’ per affrontare la difficile situazione economica, ad iniziare dalla composizione del suo governo: tagliare i rami secchi, inutili e dispendiosi, ci pare cosa buona e giusta. (fonte aduc)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Elezioni regionali: Non si vota per l’aborto

Posted by fidest press agency su venerdì, 26 marzo 2010

Tra pochi giorni si andrà a votare per il rinnovo di 13 consigli regionali e per i presidenti delle regioni. Dopo settimane, nelle quali si e’ parlato di tutto, liste, intercettazioni, prostitute/i, droga e censura televisiva, e’ arrivato il momento fatidico: il voto. Gia’, come orientarsi? I programmi? Si’, certo, anche se i problemi sono sempre quelli e le soluzioni, piu’ o meno, le stesse. La salute e’ il tema centrale, visto che buona parte dei bilanci regionali e’ assorbita da questo settore e la ricetta è comune: razionalizzazione, efficienza, lotta agli sprechi, verifica dei risultati, ecc. “Le leggi son, ma chi pon mano ad esse?” si chiede Dante Alighieri. In una indagine del quotidiano La Stampa, è stata compilata una graduatoria delle regioni piu’ “virtuose”. Nelle prime quattro risultano due regioni governate dal centro-destra e due dal centro-sinistra (Lombardia, Emilia Romagna, Veneto e Toscana), il che significa che, almeno a livello  locale, il colore politico ha scarso rilievo. Non e’ quindi un tema specifico, quale l’aborto, del quale le Regioni non hanno competenza legislativa, o il richiamo all’appartenenza politica che dovrebbe indurci a scelte di voto ma la competenza, la capacita’, l’esperienza e il buon senso dei candidati, insomma la perizia al “buon governo” i cui effetti Ambrogio Lorenzetti dipinse mirabilmente (1338-1339) nella sala del Palazzo Pubblico di Siena.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Carabinieri fusione con polizia

Posted by fidest press agency su lunedì, 8 febbraio 2010

“La ”fusione” tra Carabinieri e Polizia è  un  atto di responsabilità sia nei confronti dello Stato sia verso l’Europa. Ogni contrarietà potrebbe celare secondi fini che non possono appartenere alla cultura di coloro che sono pronti anche all’estremo sacrificio per difendere le Istituzioni, e che quotidianamente agiscono nell’interesse esclusivo dello Stato e per la sicurezza dei cittadini. L’unificazione deve essere un punto fermo dell’azione di un governo attento all’efficienza delle pubbliche amministrazioni e alla razionalizzazione delle risorse. Sono certo che tutti i carabinieri guardano con estremo favore alla loro unione con la Polizia di Stato che gli garantirebbe l’atteso miglioramento delle loro codizioni di vita soprattuto per gli aspetti delle tutele e della dignità.” – Lo dichiara Luca Marco Comellini, segretario del partito per la tutela dei diritti di militari e forze di polizia (pdm).

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Università: contro i corsi inutili

Posted by fidest press agency su sabato, 30 gennaio 2010

Roma: “L’Italia ha bisogno della riforma universitaria, il Ministro Gelmini prosegua con decisione e coraggio sulla strada intrapresa del taglio dei corsi inutili e sulla razionalizzazione delle risorse senza farsi frenare dall’opposizione delle baronie, tanto scontata quanto puntuale e dannosa” così Giovanni Donzelli e Andrea Volpi, presidente nazionale e capogruppo in CNSU di Azione Universitaria, commentano la notizia uscita su La Stampa di un rinvio del decreto che taglia i corsi inutili. “Il cammino intrapreso ¬ aggiungono i leader della destra universitaria ¬ è quello giusto, occorre soltanto resistere alle ovvie pressioni della casta accademica e non impantanarsi nella palude di chi ha ucciso l’università. Un anno di ritardo non è un dramma, ma che si porti a termine la riforma più coraggiosa e rivoluzionaria di sempre in campo universitario, altrimenti sarà troppo tardi ed anche l’ultimo treno per rilanciare il Paese sarà perso per sempre”

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Convegno annuale di itSMF

Posted by fidest press agency su giovedì, 12 novembre 2009

Milano 19 novembre a all’Atahotel Executive, via Don Luigi Sturzo 45, ore 9.00. I temi sono le best practice ITIL (Information Technology Infrastucture Library) e l’IT Service Management, di cui l’associazione itSMF si è fatta paladina e divulgatrice in Italia. A parlarne in qualità di testimonial Avvocatura dello Stato, ING Direct, RAI, Lombardia Informatica e INVA Valle d’Aosta, Sky, Vodafone e SSC di Telecom Italia. Sono alcune delle realtà – imprenditoriali, finanziarie, istituzionali – che racconteranno perché hanno deciso di adottare gli standard di qualità, come hanno affrontato il processo e quali vantaggi ne hanno ricevuto: un miglioramento dei servizi agli utenti e ai clienti, o semplicemente una razionalizzazione dei processi informatici interni che ha comunque portato a migliori risultati con meno spese. Interverranno Assintel con un quadro del mercato informatico italiano, Banca d’Italia con la sua esperienza ITIL nel contesto del Sistema Europeo delle Banche Centrali e infine Baglioni Hotel, realtà piccola ma di eccellenza. Nel pomeriggio le sessioni parallele, che vedranno protagonisti casi aziendali di successo.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lazio: urgente razionalizzazione ospedali

Posted by fidest press agency su domenica, 18 ottobre 2009

L’audizione del presidente della Regione Lazio, Piero Marrazzo, convocato dal presidente del Consiglio, ha confermato “la necessità di un adeguato piano di razionalizzazione delle rete ospedaliera, che dovrà essere presentato congiuntamente dal commissario e dal sub-commissario Mario Morlacco all’esame del tavolo tecnico Stato-Regioni”. Lo afferma in una nota il ministro del Lavoro, salute e politiche sociali Maurizio Sacconi. “Marrazzo – spiega Sacconi – è stato convocato dal presidente del Consiglio in relazione ai risultati critici dell’analisi svolta congiuntamente dal tavolo tecnico Stato-Regioni e dal comitato per la valutazione dei livelli essenziali delle prestazioni, in base ai quali sono necessarie significative manovre di correzione e di riqualificazione della spesa per garantire servizi più adeguati a costi più contenuti ai cittadini del Lazio. L’incontro è stato indotto anche da una lettera preoccupata del sub-commissario Morlacco, in relazione alla possibile crisi finanziaria della Sanità regionale”. “La congruità del piano di razionalizzazione della rete ospedaliera – prosegue il ministro – consentirà di riorientare risorse verso i servizi territoriali in modo da sviluppare una maggiore appropriatezza delle prestazioni. Nello stesso tempo, conseguiti gli obiettivi del piano di rientro, consentirà l’erogazione di risorse finanziarie altrimenti bloccate in base alla norma di legge”.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Pacchetto università: Fondi alle più virtuose

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 luglio 2009

Una parte dei fondi destinati alle Università (525 milioni di euro) sono stati assegnati quest’anno sulla base di criteri di valutazione che tengono conto della qualità della ricerca e della didattica. Previsto dall’art. 2 del decreto legge 180/2008 convertito nella legge n.1/2009 il provvedimento di assegnazione dei fondi è stato firmato dal Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca il 24 luglio scorso. Le altre misure del “Pacchetto Università”: 1) Il regolamento sulla struttura e il funzionamento dell’Agenzia Nazionale di Valutazione del Sistema Universitario e della Ricerca (Anvur) che valuterà la qualità degli Atenei e degli Enti di ricerca. 2) Il taglio dei corsi inutili per avviare una più coerente razionalizzazione dei corsi di laurea. 3) Lo sblocco dei concorsi, con nuove regole per il reclutamento dei professori universitari e dei ricercatori che impongono modalità più trasparenti di formazione delle commissioni. La valutazione dei candidati avverrà secondo parametri riconosciuti anche in ambito internazionale. In particolare, ogni titolo scientifico sarà valutato separatamente, per evitare giudizi sommari e approssimativi, e sarà richiesto, per i settori scientifici, il ricorso a valutazioni di indici oggettivi e a sistemi di valutazione internazionali (peer review).

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Bene fiat, ora si investa su Mirafiori”

Posted by fidest press agency su venerdì, 19 giugno 2009

Dichiarazione di Gianfranco Morgando  (Segretario Regionale PD ) “Esprimiamo un giudizio positivo del primo incontro del tavolo sulla Fiat convocato a Palazzo Chigi, in particolare perché ha confermato la serietà degli intenti di Sergio Marchionne e del management del Lingotto che stanno reagendo alla crisi con una strategia di espansione sul mercato internazionale.  E’ molto importante che sia stato ribadito come Fiat non possa che avere salde radici in Italia, che si intende mantenere gli equilibri occupazionali e non ridurre la produzione nel nostro Paese, che siano state individuate con chiarezza le condizioni indispensabili perché Fiat possa raggiungere i traguardi delineati (ecoincentivi, riconoscimento della cig ordinaria e straordinaria, riduzione dei costi e della conflittualità sociale).  Crediamo che, pur nel quadro di una necessaria razionalizzazione del settore, sia indispensabile dare adeguate garanzie allo stabilimento di Mirafiori e all’indotto piemontese. Siamo d’accordo con Marchionne quando ricorda che tutti devono fare la propria parte con responsabilità. La Regione Piemonte l’ha fatta e continuerà a farla, aspettiamo di capire quale sia la parte che il Governo intende giocare”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Inaugurazione Sala Convegni

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 giugno 2009

Udine 5 giugno Ore 12 piano terra (ingresso p.zza Venerio) e Sala 1° piano Sarà intitolata al cav. Adalberto Valduga la rinnovata Sala Convegni della Camera di Commercio di Udine, parte principale del più ampio intervento di razionalizzazione che in questi mesi ha toccato la sede dell’Ente, compreso l’ingresso ai piani dirigenziali. Il taglio del nastro da parte del presidente Giovanni Da Pozzo sarà effettuato dal ristrutturato ingresso di p.zza Venerio.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Individuare le reali sacche di sprechi della rete estera

Posted by fidest press agency su mercoledì, 13 Maggio 2009

“Sedi prive di postazioni pc, uffici con muri in cartongesso ed inviti alla parsimonia nell’utilizzo di macchinari attaccati alla rete elettrica, associati però al sussistere di spese ingenti a tratti irrazionali su voci di spesa, sicuramente non prioritarie per l’amministrazione, che la Farnesina è chiamata costantemente a sostenere. Un paradosso su cui intendo richiamare l’attenzione dello stesso Ministero e dei referenti istituzionali”. Questi gli aspetti evidenziati da Aldo Di Biagio, responsabile del PdL per gli italiani nel mondo, in un clima già effervescente per il rischio chiusura delle sedi consolari in particolare in Europa. “La razionalizzazione a cui è stata chiamata l’intera amministrazione italiana, compresa quella del ministero degli esteri – continua – è volta esclusivamente a riassorbire le sacche di spreco e di inefficienza che purtroppo continuano a contraddistinguere l’operato del nostro Paese nel settore pubblico e certamente non deve identificarsi in uno svilimento delle attività dei nostri lavoratori italiani all’estero, che con abnegazione portano avanti il loro compito ed il loro dovere in condizioni spesso complesse, prestando un servizio necessario ed imprescindibile alle nostre comunità all’estero”.“Proprio su queste criticità intendiamo concentrare la nostra attenzione – conclude Di Biagio – infatti nei prossimi giorni provvederemo a sottoporre alla Farnesina gli aspetti più critici sui quali si dovrà necessariamente intervenire in termini di contenimento degli sprechi e di ottimizzazione delle risorse finanziarie ed umane, poiché sono molte le sacche di spreco, che sopravvivono paradossalmente, sulle quali è bene fare chiarezza e soprattutto richiamare l’attenzione dei referenti competenti. In questo senso si collocano anche interessanti proposte di legge dallo spirito bipartisan che verranno calendarizzate a breve nelle commissioni competenti e nei confronti di tali sollecitazioni l’auspicio è che l’atteggiamento da parte dei referenti del Mae sia positivo e propositivo e che in questa prospettiva si possano raggiungere a breve dei risultati concreti per le nostre collettività all’estero”.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Chiusura consolati in Germania

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 marzo 2009

E’ stata presentata oggi in Commissione esteri l’interrogazione a risposta immediata a firma dell’ On. Aldo Di Biagio e dell’On.Guglielmo Picchi, per sollecitare una risposta del Ministero degli Affari esteri in merito alla presunta chiusura dei consolati di Saarbrucken, Hannover e Norimberga  in Germania. Nell’interrogazione si legge che “il Ministero degli Affari esteri ha tracciato un percorso di razionalizzazione della rete diplomatico consolare in tre fasi, orientato alla contrazione della spesa da parte dell’Amministrazione e ad una ridistribuzione progressiva del personale e delle risorse di bilancio e che le disposizioni della legge finanziaria del 2007 hanno contribuito alla ristrutturazione della rete del MAE incidendo sulle dinamiche di accorpamento e di riorganizzazione delle sedi consolari in alcuni Paesi, segnatamente nel territorio europeo. “Dalle comunicazioni emerse negli ultimi incontri tra i referenti del Mae e quelli del personale impiegato presso le sedi della rete diplomatico-consolare, – continua il testo dell’interrogazione – è stata resa nota la volontà e la necessità di provvedere alla chiusura di determinate sedi consolari”. “Le sedi consolari di Saarbruken, Hannnover e Norimberga – precisano i due deputati eletti in Europa, nell’atto parlamentare – rappresentano un riferimento indiscusso dei nostri connazionali residenti sul territorio tedesco, la cui chiusura potrebbe arrecare una panoplia di criticità e di problematiche per le stesse comunità sul territorio, andando ad infierire sia sulle dinamiche di integrazione della collettività italiana all’estero sia su quelle di crescita e di sviluppo della capacità economica e produttiva del nostro Paese nelle regioni interessate”. Un’attenzione particolare è stata rivolta soprattutto a quella che sarà la condizione dei circa 30 impiegati a contratto, con un’anzianità lavorativa compresa tra i 15 ed i 25 anni, operativi nelle tre strutture consolari, che si configurerebbero tra le prime vittime di un’eventuale chiusura delle suddette sedi, poiché non sono state chiarite, né tantomeno accennate le modalità di gestioni e di organizzazione di queste risorse all’interno della rete diplomatica italiana sul breve-medio periodo. I due deputati hanno chiesto al Ministro degli esteri quali azioni intenda intraprendere al fine di individuare iniziative alternative a quelle della chiusura delle strutture consolari, necessari riferimenti per le collettività italiane in loco, onde evitare complesse quanto inopportune conseguenze sull’operato e sulla capacità produttiva ed economica della comunità sul territorio tedesco e sullo status e sulle condizioni lavorative dei 30 impiegati a contratto operanti in quelle sedi.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »