Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 137

Posts Tagged ‘record’

Younited registra un 2021 record

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 febbraio 2022

Younited ha registrato una crescita senza precedenti nel 2021, con un aumento annualizzato del GMV di oltre il 140%, con 1,2 miliardi di euro, di cui quasi il 50% al di fuori della Francia. Younited prevede di raggiungere il traguardo di 5 miliardi di euro di GMV aggregato nel 2022. I ricavi annualizzati superano i 150 milioni di euro nel 2021.In Italia, dove Younited è presente dal 2016, l’azienda evolve con tassi di crescita significativi: nel 2021, il numero di clienti è aumentato del 263% rispetto al 2020, è raddoppiato il Gross Merchandise Value e la previsione per il 2022 è di un ulteriore miglioramento (+78%). In termini di organico, il numero di dipendenti dell’azienda è cresciuto del 18% a fronte di un mercato del credito al consumo che sta tornando ai livelli pre-pandemia. Sempre nel 2021, Younited ha siglato importanti partnership commerciali (Apple Premium Reseller, con Microsoft per il supporto del lancio di Xbox All Access nel nostro Paese) e altre sono previste per il 2022. Nel 2022, il GMV di Younited è previsto che cresca in modo importante per arrivare a oltre 2 miliardi di euro. La community dei clienti Younited segue lo stesso trend: il traguardo del milione di utenti dovrebbe essere raggiunto nel 2022. In meno di 5 anni, Younited è diventata leader nel credito istantaneo in 5 Paesi che rappresentano il 60% del mercato europeo, con quasi la metà del suo GMV ottenuto al di fuori della Francia. Questa rapida espansione della presenza europea è il risultato della decisione di Younited di optare sin dall’inizio per un posizionamento normativo strategico. In qualità di istituto di credito regolamentato e approvato dall’UE, Younited può implementare la sua tecnologia di credito istantaneo in 30 Paesi europei. Una delle principali priorità strategiche di Younited è continuare a espandersi in nuove aree geografiche europee. Con tre nuovi Paesi nei prossimi tre anni, Younited servirà l’80% del mercato europeo entro il 2025.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Benzina: record dall’11 marzo 2013

Posted by fidest press agency su giovedì, 3 febbraio 2022

“Prosegue la corsa dei prezzi dei carburanti, con la benzina che in modalità self service raggiunge i 1,797 euro al litro e il gasolio che arriva 1,667 euro al litro” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori, sulla base dei dati settimanali del ministero della Transizione Ecologica.”Anche se la benzina secondo i dati ufficiali del ministero non ha ancora superato la soglia di 1,8 euro al litro, smentendo le anticipazioni diffuse ieri, si tratta di un nuovo record che, secondo la nostra analisi, non si registrava dall’11 marzo 2013, quasi 9 anni fa, quando appunto era arrivata a 1,804 euro al litro. Anche per il gasolio si tocca il primato dal 23 settembre 2013, quando era pari a 1,678 euro al litro” denuncia Dona.”In una sola settimana il rincaro, per un pieno da 50 litri, è di circa 1 euro, 90 cent per la benzina e 1 euro e 1 cent per il gasolio. In un mese esatto, dall’inizio dell’anno, un litro di benzina è aumentato di 7,71 cent, pari a 3 euro e 86 cent a pieno, il gasolio di 8,2 cent, equivalenti a 4 euro e 10 cent per un rifornimento, pari a, rispettivamente, 93 e 98 euro su base annua” prosegue Dona.”In un anno esatto, dalla rilevazione del 1° febbraio 2021, quando la benzina era pari a 1.480 euro al litro e il gasolio a 1.351 euro al litro, un pieno da 50 litri costa 15 euro e 84 cent in più sia per la benzina che per il gasolio, con un’impennata, rispettivamente, del 21,4% e del 23,5%. Un balzo che equivale, su base annua, a una stangata pari a 380 euro all’anno sia per la benzina che per il gasolio” aggiunge Dona.”Il Governo non può più lavarsene le mani. La benzina, al pari di luce e gas, sta innescando una spirale inflazionistica molto pericolosa, con effetti nefasti per il potere d’acquisto e i consumi delle famiglie, e quindi per la ripresa in corso. Per questo nel prossimo Consiglio dei ministri si deve intervenire riducendo le accise di almeno 20 centesimi, sterilizzando gli aumenti che stanno dissanguando gli automobilisti” conclude Dona.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Cambi Casa d’aste: 2021 anno record

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 gennaio 2022

Con un fatturato di 36 milioni e mezzo. Dopo le restrizioni del 2020, le vendite sono ricominciate con la speranza di poter finalmente tornare dal vivo. L’arrivo della bella stagione ha segnato il ritorno del pubblico in sala, con l’organizzazione di conferenze e incontri, nel pieno rispetto delle normative; un graduale “ritorno alla normalità” che ha sicuramente giovato a tutti i settori, tra cui quello dell’arte.L’entusiasmo dei buyer si è percepito sia nella folta partecipazione a tutte le aste, sia nella curiosità di scoprire i “nuovi mondi” con cui sono entrati in contatto – maison compresa – per la prima volta.L’anno si è aperto con l’inaspettata vendita del primo dinosauro nel nostro Paese, e si è concluso con il secondo, Henry, entrambi aggiudicati alla cifra di 300.000 euro. Un dato significativo per l’intero 2021: un anno insolito, ricco di novità e di nuove sfide.Prima fra tutte, quella degli NFT. Cambi è stata la prima Casa d’Aste in Italia a interessarsi a questo ambito emergente, organizzando non solo un’asta, ma anche un vero e proprio panel formativo per la clientela. Dystopian visions è stato un riuscitissimo tentativo di approcciarsi a questa nuova sezione del mercato, oltre che uno strumento per fare interagire attori diversi creando interessanti sinergie. Un’esperienza positiva che Cambi desidera ripetere anche nel 2022. Nel corso dell’anno hanno anche avuto la fortuna di poter alienare importanti House Sales e Unique Properties, un percorso che intendono perseguire e incrementare nel prossimo futuro. Queste occasioni sono cornici perfette per raccontare al meglio le collezioni e la visione dei collezionisti, e – come Casa d’Aste – Cambi crede fermamente nell’idea di poter raccontare una storia, piuttosto che vendere pezzi singoli “non-dialoganti”. Il Design si è nuovamente confermato un fiore all’occhiello per la maison, arrivando a muovere da solo un giro d’affari complessivo di oltre 7 milioni, ovvero il 20% del totale ottenuto quest’anno. Un settore sempre più dinamico che riscuote grandissimo successo sia tra il piccolo che tra il grande collezionismo.Un altro settore in evoluzione è stato quello dell’antico, che ha vantato alcune delle vendite più emozionanti dell’intero anno: parliamo del recente San Girolamo attribuito a Salvator Rosa, che ha stupito tutti arrivando a 158.000 euro, e la grande tempera su tavola centinata del Ghirlandaio, aggiudicata a 100.000 euro. Segno che il settore continua a interessare i bidder, entusiasti ogni volta della scoperta di qualche “meraviglia” nascosta.I top lot che si sono susseguiti sono però eterogenei: si parte dal Solitaire aggiudicato a 450.000 euro, alla Jar cinese in porcellana del XIII-XIV secolo che ha concluso la vendita a 346.000 euro, ai due dinosauri, all’olio su tela di Wifredo Lam venduto a 121.000 euro. Sono lotti che rispecchiano le mille sfaccettature dell’arte proposta dalla nostra Casa d’Aste, sempre innovativa e mai statica.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

ioleggoperché è alle porte con la sua edizione record

Posted by fidest press agency su lunedì, 15 novembre 2021

Sono 3.410.023 gli alunni coinvolti, 20.388 le scuole iscritte (circa il 35% delle scuole italiane) e 2.743 le librerie aderenti alla grande iniziativa sociale che ha portato nelle biblioteche scolastiche italiane 1 milione e 400mila libri nuovi in cinque anni. La sesta edizione – che vede il periodo delle donazioni dal 20 al 28 novembre 2021 – è realizzata con un sinergico lavoro di squadra dall’Associazione Italiana Editori (AIE), con il sostegno del Ministero per la Cultura – Direzione Generale Biblioteche e Diritto d’Autore e del Centro per il Libro e la Lettura, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione e con il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Si conferma inoltre la collaborazione con l’Associazione Librai Italiani (ALI), il Sindacato Italiano Librai e Cartolibrai (SIL) e l’Associazione Italiana Biblioteche (AIB), il supporto di SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori, il contributo di Pirelli e il sostegno di Lega Serie A, Lega Serie B, Mediafriends e Rai per il Sociale.Ad annunciare oggi nella scuola ICS Ciresola di Milano l’adesione straordinaria all’edizione in arrivo, sono stati Renata Gorgani, vicepresidente del Gruppo di varia dell’Associazione Italiana Editori e membro del Consiglio di Amministrazione del Centro per il Libro e la Lettura, in dialogo con Rudy Zerbi, ambassador dell’iniziativa, e Filippo Solibello, giornalista di Radio Rai 2. Un atteso ritorno in presenza, con il coinvolgimento diretto di una classe di bambini in una mattinata in cui hanno voluto manifestare la vicinanza al progetto il Ministro della Cultura Dario Franceschini, il Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi, il Sottosegretario all’Editoria Giuseppe Moles e il presidente del Centro per il Libro e la Lettura Marino Sinibaldi.Non poteva mancare il supporto del presidente di AIE Ricardo Franco Levi: “Il tema di quest’anno “Ripartire dai libri” è un messaggio centrale per il momento storico che stiamo vivendo. Se guardiamo ai dati relativi alla povertà educativa e al bisogno delle biblioteche scolastiche di arricchirsi di nuovi volumi, confermata dalla sorprendente adesione delle scuole al progetto, la ripartenza per gli studenti può e deve essere legata alla lettura e ai libri: una risorsa per tutti, un modo straordinario per costruire un futuro nuovo”.

Posted in Roma/about Rome, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Record di posti vacanti

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 luglio 2021

Il Parlamento ha tra le mani le sorti della scuola italiana. Ne è convinto Marcello Pacifico presidente nazionale Anief, nei giorni scorsi eletto anche come presidente per i prossimi 4 anni dell’Accademia della Cesi, la Confederazione europea rappresentativa di oltre cinque milioni di lavoratori europei. “Siamo all’assurdo perché abbiamo la possibilità di assorbire in ruolo il personale che ciclicamente, ogni anno, viene utilizzato come supplente: lo stesso personale, con titoli, che lo Stato ha selezionato, formato e specializzato, ma che per motivi ideologici e blocchi normativi continuiamo a tenere nel limbo. Eppure la Direttiva Ue 1999/70/CE parla chiaro: il personale degli Stati membri non può essere assunto e licenziato di continuo, dopo 36 mesi va assorbito nei ruolo. Una posizione ribadita qualche mese fa dal Comitato europeo per i diritti sociali, che ha accolto il nostro ricorso 146/2017 proprio sull’abuso di precariato e per attuare l’assorbimento automatico nei ruoli dopo aver raggiunto una certa soglia di supplenze”. “In Italia – continua Pacifico – viviamo una situazione che non ha eguali in nessun Paese dell’Unione europea. A maggio la situazione sembrava che si fosse sbloccata, con il Patto per la Scuola che assieme agli altri sindacati rappresentativi abbiamo sottoscritto a Palazzo Chigi con l’assenso del ministro Patrizio Bianchi. Poi, però, subito dopo il Decreto Legge 73/2021 ha sovvertito tutto, prevedendo solo una piccola parte di docenti da Gps e senza attuare alcun reclutamento urgente per le altre categorie. Rimane, è vero, una speranza: quella che dalla discussione del DL Sostegni-bis entrata nel vivo in questi giorni scaturisca un assenso rispetto agli emendamenti presentati, con apertura delle assunzioni anche da seconda fascia Gps, con TFA-PAS straordinario, immissione in ruolo del dirigenti scolastici vincitori, anche con riserva, dei concorsi già svolti, con l’assorbimento dei facenti funzioni Dsga, con l’avvio rapido di corsi abilitanti, una sessione riservata per i precari storici di religione cattolica ed educatori, e di concorsi veloci per tutte le classi di concorso. E con la procedura automatica in ruolo per tutte le professionalità Ata che hanno svolto 24 mesi, che contano orami quasi 30.000 posti liberi”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Numeri da record per Daniele Gngemi ed i suoi “Fratelli Noir”

Posted by fidest press agency su martedì, 11 Maggio 2021

Daniele Gangemi, regista, sceneggiatore e direttore della fotografia classe ‘80 e nato a Catania, negli ultimi mesi è tra i nomi più ricorrenti ed in vista del panorama cinematografico indipendente internazionale , come attestato anche dal divertente e prestigioso STARmeter dell’Internet Movie Database, la speciale classifica stilata ogni settimana appunto dallo staf dell’ IMDB sulla popolarità delle celebrità di tutto il mondo del cinema, che lo ha visto posizionarsi, da fiero autore indipendente, anche tra le prime 70 mila posizioni, contendendosi l’ambito risultato non solo con gli addetti ai lavori e gli attori cinematografici del mondo indipendente, ma anche con quelli del più pubblicizzato mondo delle Major.Gangemi deve il suo recente successo anche all’intuizione di aver preso il classico ed intramontabile genere noir ed averlo virato, con mano decisa e la sicurezza dei maestri, verso la commedia, senza perdere il suo sguardo elegante, autoriale e visionario, così come ormai ci ha piacevolmente abituato negli anni.Il risultato è stato la ormai cult Puntata Pilota dei “Fratelli Noir”, prodotta da Isabella Arnaud ed Andrea Salomon per CINEDANCE, che vede come protagonisti finalmente due volti nuovi nello stantio panorama dello spettacolo italiano, gli istrionici François Turrisi e Renato Zapato, trasformati da Gangemi nella vincente e convincente coppia dei “Fratelli Noir”. “Che fosse destinata a grandi risultati, questa Puntata Pilota, si è capito da subito”, dichiara Gangemi senza scomporsi e tronando per noi indietro con la memoria, “prima del lancio ufficilae del 30 ottobre infatti erano già arrivate le prime due “Official Selection” da oltre oceano…”. Il percorso dei “Fratelli Noir” ad oggi è stato in effetti da record, diventando la Puntata Pilota della storia ad avere ricevuto nei primi sei mesi dal lancio il maggior numero di “Official Selection” da parte di festival cinematografici internazionali accreditati, ben 45, ed il maggior numero di riconoscimenti (ben 19). Un traguardo che si deve ad un approccio al lavore metodico e maniacale da parte di Gangemi, che per l’occasione ha scelto attori straordianari come Aldo Toscano, protagonista di puntata, Egle Doria, Francesca Agate, Plinio Milazzo, Myriam Rapisardi, Ketty D’Agosta e, per la prima volta sullo schermo, Santi Sergio Falsone (fratello della già affermata attrice Tea Falco, ultima Musa del compianto Maestro Bertolucci), oltre ad un cast tecnico d’eccezione composto da Salvo Bruno Dub come Compositore, Bruno Ventura come Sound Designer e Mixatore , Alessandro La Fauci come D.O.P. e Colorist, Luca Carrera come Montatore, Caterina Maria Grillo come Fonico di Presa Diretta e Coordinatrice di Produzione, Arsinoe Delacroix come Organizzatrice, Andrea Salomon come Scenografa, Anna Scordio come Arredatrice, Debora Privitera come Costumista, Antonella Muzzetta come Truccatrice, Salvatore Di Bella come Acconciatore, Fabio Fagone come Realizzatore della Sigla iniziale e Lorenzo Scandurra come Realizzatore della Locandina Ufficiale.Difficile dire quale sia il vero segreto di Gangemi, che del resto già nel 2009, quando tornò da Houston con il premio per la “Migliore Opera Prima” assegnato al suo poetico ed onirico “Una notte blu cobalto” dalla prestigiosissima e severissima giuria del 42º World-Fest Houston International Film Festival (il più antico festival indipendente di cinema al mondo, che negli anni ha scoperto maestri come Steven Spielberg, George Lucas, Ang Lee, Ridley Scott, Robert Rodriguez, i Fratelli Coen, Spike Lee, Oliver Stone e David Lynch, assegnandogli il loro primo riconoscimento cinematografico),o più recentemente, dal 2018, con l’esperienza straordinaria di Ideatore, Fondatore e Direttore Artistico del Militello Independent Film Fest (MIFF), ci ha fatto vedere con i nostri occhi come ancora oggi il Cinema possa signifare Magia e capacità di farci sognare, e quanto effettivamente possa funzionare ed dimostrarsi vincente, per quanto ancora ad oggi misterioso, quello che i giornali hanno ribattezzato da subito “Il Metodo Gangemi”.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

LGIM: il 2021 sarà l’anno record per gli ETF in Europa?

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 Maggio 2021

Fino a oggi, il mercato europeo degli ETF ha già registrato afflussi per 70 miliardi di dollari americani. Ne è conseguito che il volume complessivo di questo mercato ha toccato quota 1,38 trilioni in meno di quattro mesi. Per fare un confronto, il volume di denaro in entrata negli ETF nell’arco di tutto il 2020 è stato di 120 miliardi di dollari. Se questo trend dovesse continuare, il 2021 potrebbe essere l’anno dei record per gli ETF.Dall’inizio dell’anno, gli afflussi netti attribuibili agli ETF azionari di attestano poco sotto i 60 miliardi di dollari, ovvero circa l’85% del totale. Nel 2020 il quadro era diverso, visto che gli ETF azionari hanno rappresentato il 55% del totale degli afflussi, mentre gli ETF obbligazionari erano attorno al 33% (40 miliardi); un anno record per questa asset class. Tuttavia, questi ultimi rappresentano meno di un quarto dell’intero mercato europeo degli ETF. In generale, ritengo che questo comparto offra ancora margini di crescita.È interessante notare come, all’interno della gamma degli ETF azionari, quelli classificati come “sostenibili” rappresentino oltre un terzo degli afflussi di quest’anno, ovvero oltre 20 miliardi di dollari. Questo rappresenta uno sviluppo positivo, visto che questa categoria è ancora solo l’11% del totale degli ETF azionari.Similmente a quanto accaduto con gli ETF obbligazionari, quest’anno si è visto un turnaround negli ETF sull’oro fisico: mentre nel 2020 gli ETF sull’oro hanno attratto flussi per oltre 13 miliardi di dollari, quest’anno hanno visto flussi in uscita per oltre 2 miliardi.Infine, è incoraggiante come gli ETF tematici continuino il trend di nuovi afflussi netti positivi su base mensile, nonostante la forte ondata di vendite nel settore del tech avvenuta a marzo. Fino ad oggi, hanno visto afflussi netti positivi in tutti i mesi del 2021, similmente a quanto avvenuto nel 2020. Ma le buone notizie non finiscono qui: gli inflow di gennaio e febbraio si sono attestati su livelli record, entrambi sopra i 3,5 miliardi; il precedente record di flussi netti di 2,5 miliardi era stato registrato il mese prima, nel dicembre del 2020.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: A settembre record di supplenze: 240mila

Posted by fidest press agency su lunedì, 3 Maggio 2021

La procedura concorsuale straordinaria della scuola secondaria si sta rivelando come il sindacato aveva sempre detto: una selezione che non risolverà il problema della supplentite, con almeno 240 mila supplenze da conferire perché alle 215mila di quest’anno, di cui la metà su sostegno, si aggiungeranno circa 30mila pensionamenti e si prevede un turn over incompleto. Perché se rimarranno ferme le regole sul reclutamento, il sistema messo in piedi dal ministero dell’Istruzione replicherà quello che è accaduto in passato: dei posti banditi, ma neanche la metà di essi verranno assegnati.A commentare quanto sta accadendo, soffermandosi sull’unico concorso ad oggi in corso per assumere nuovi docenti nella scuola pubblica, è stato il presidente nazionale Anief Marcello Pacifico: “quanto sta accadendo è davvero grave – dice il sindacalista autonomo a Italia Stampa – , perché il concorso straordinario era già partito con soli 28mila posti a bando, a fronte di oltre 100mila posti vacanti e disponibili” e più del doppio se si considera l’organico di fatto. “Questo vuol dire che il prossimo anno avremo il record di supplenze dell’ultimo quinquennio: è una cosa assurda, perché vuole dire che la politica non ha dato le risposte adeguate e che il concorso in atto non doveva essere organizzato in questo modo”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Povertà: Unc, è record storico

Posted by fidest press agency su sabato, 6 marzo 2021

“Non si tratta dei dati peggiori degli ultimi 15 anni, ma di quelli peggiori di sempre” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori, commentando i dati Istat sulla povertà.“Il fatto che le serie siano iniziate nel 2005, non vuol dire che prima ancora la povertà fosse più grave, come dimostra il trend della serie, bensì che si tratta di un record storico, mai registrato prima. Battuti, insomma, tutti i precedenti primati. Per le famiglie povere in valore assoluto, con oltre 2 mln si è superato il record precedente di 1 mln e 822 mila del 2018, così come in termini percentuali si è sorpassato il 7% del 2018. Quanto agli individui, con i 5 mln e 600 mila circa si è stracciato il primo posto del 2017, con 5 mln e 58 mila, mentre con il 9,4% di individui si è andati ben oltre l’8,4% del 2017 e del 2018” prosegue Dona. “Questi dati non degni di un Paese civile dimostrano che reddito di cittadinanza, reddito di emergenza e bonus vari non sono serviti quasi a nulla, essendo stati dati male, a pioggia, ed in ritardo. Ora il Governo Draghi rimedi con una riforma fiscale che abbassi le tasse ai più poveri” conclude Dona.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il 2020 è stato l’anno record per numero di decessi in Molise

Posted by fidest press agency su lunedì, 1 marzo 2021

Dal 2000 al 2010, ricorda l’associazione dei romani d’origine molisana, il numero annuo di morti in Molise s’è mantenuto stabile intorno a quota 3.500, nello specifico tra i 3.402 del 2002 e i 3.599 del 2006. Nel decennio dopo le cose sono cambiate: nonostante il calo della popolazione residente, il numero dei morti è salito mediamente di 150 unità, da un minimo di 3.561 toccato sia nel 2013 sia nel 2014 fino a 3.855 del 2017 e 3.884 del 2015. Il 2020, nonostante a febbraio abbia segnato la discesa sotto la quota psicologica dei 300mila residenti (probabilmente a fine anno si è scesi poco sopra 296mila), il numero dei decessi dovrebbe costituire un record, sfondando di poco la soglia delle 4.000 unità. Il Covid ha ovviamente inciso pesantemente, per quanto abbia accentuato un trend già presente, dovuto ad un’età media in costante crescita. Sul coronavirus l’associazione presenterà in modalità online il libro “Covid e dintorni” di Domenico Mamone e Giampiero Castellotti, Unsic editore, di imminente uscita.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | 1 Comment »

La divisione Bimby® di Vorwerk Italia ha chiuso un anno da record

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 febbraio 2021

La storica azienda produttrice del famoso e innovativo robot da cucina, che ha fatto della vendita diretta il proprio marchio distintivo, ha superato le attese realizzando nel 2020 un +9,7% rispetto al fatturato dell’anno precedente, che diventa +40% se riportato al periodo maggio-dicembre 2020.Un successo reso possibile grazie alla rapida reazione che l’azienda ha saputo mettere in atto in risposta ai cambiamenti dettati dalla diffusione della pandemia COVID-19, attivando nuovi processi di dimostrazione virtuale a domicilio del cliente e di ordine online del proprio prodotto iconico.Lo dimostrano anche i numeri da record delle attività realizzate con i clienti, grazie a una forza vendita ingaggiata e appassionata che ha giocato un ruolo chiave: 467.000 tra dimostrazioni, servizi post-vendita, corsi di cucina, laboratori e corsi virtuali, che hanno contribuito così a diffondere la conoscenza di Bimby®.Di pari passo, anche la ricerca di nuovi Incaricati non si è mai fermata e ha portato la divisione Bimby® di Vorwerk Italia a raggiungere a dicembre i 9.400 Incaricati alla vendita in tutta Italia, in crescita del 21% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente e a conferma dell’attrattività di una proposta di lavoro che offre opportunità concrete.Si è verificato anche il boom della formazione a distanza: Bimby® ha organizzato 1.500 sessioni formative per la rete di vendita diretta – soprattutto aule virtuali, che hanno registrato oltre 65.000 presenze (erano 9.000 nel 2019), allo scopo di mettere tutti in grado di presentare Bimby® in modalità virtuale o in presenza con tutte le sicurezze necessarie.
Tutte le 83 divisioni territoriali di Bimby® in Italia proporranno nel corso dell’anno eventi “Porte Aperte” con l’obiettivo di far conoscere in modo più approfondito il ruolo di Incaricato Bimby® attraverso testimonianze ed esempi concreti.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Halo Labs Announces December Record Sales

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 gennaio 2021

Halo Labs Inc. (“Halo” or the “Company”) (NEO: HALO) (OTCQX: AGEEF) (Germany: A9KN) is pleased to announce that product sales continue to grow. The Company reports aggregate, unaudited monthly sales of approximately $2.3 million, one of the highest totals in the Company’s history and a record total for the month of December. While December is historically a slower month in terms of sales, due to less selling days, the holiday season and flooded outdoor flower markets related to fall harvests, the stated sales represent a 135% increase over December 2019.

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Saldi: sconti record

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 gennaio 2021

Secondo lo studio dell’Unione Nazionale Consumatori, che ha analizzato i ribassi effettivamente praticati dai commercianti negli ultimi anni secondo le rilevazioni dell’Istat, quest’anno si registrerà un abbassamento dei prezzi senza precedenti. Il confronto è rispetto ai prezzi pieni praticati prima delle vendite promozionali autorizzati in alcune regioni nei trenta giorni antecedenti i saldi.Il record della convenienza spetta agli Indumenti, che con -26,8% rappresentano la voce più scontata, superando la fatidica soglia del 25%, oltrepassata, per quanto riguarda le vendite invernali, solo nel gennaio 2015 con -25,4%.L’abbigliamento segnerà una riduzione dei prezzi del 24,5%, in deciso aumento rispetto a gennaio 2020, quando lo sconto si era fermato al 22,5%, 2 punti percentuali in più.Le Calzature segneranno un ribasso del 24,7%, 1,7 punti di differenza rispetto al 23% del gennaio 2020.Nel complesso, per Abbigliamento e calzature lo sconto sarà del 24,6%, ben superiore nel confronto con il 22,7% dello scorso anno.Il ribasso minore, come sempre, spetta agli accessori (guanti, cravatte, cinture…), con una flessione dei listini del 17,7%, anche se si tratta dello scostamento maggiore rispetto a un anno prima, ben 4,2 punti percentuali in più (era 13,5%).

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Bankitalia: nuovo record debito pubblico a 2.587 mld

Posted by fidest press agency su sabato, 19 dicembre 2020

Nuovo record del debito pubblico, che a ottobre ha raggiunto i 2.586,966 mld. “Ennesimo record storico! Ormai, per via dell’emergenza Covid, andrà sempre di male in peggio. Considerati i dati Istat di oggi sulla popolazione residente, è come se ognuno avesse un debito di oltre 43 mila euro, 43.375 euro. A famiglia si tratta di un debito pari a quasi 99 mila euro, 98.767 euro per la precisione” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Bankitalia: nuovo record debito pubblico a 2.582,6 mld

Posted by fidest press agency su lunedì, 16 novembre 2020

Nuovo record del debito pubblico, che a settembre ha raggiunto i 2.582,551 mld. “Ennesimo record storico! Ormai, per via dell’emergenza Covid, ogni mese andrà inevitabilmente sempre peggio. Basta, quindi, con i bonus a pioggia, dati a casaccio senza una logica. I soldi pubblici dovrebbero essere destinati solo a salvaguardare la capacità produttiva del Paese e la capacità di spesa delle famiglie, in modo che, finita la pandemia, l’Italia possa rimettersi subito in moto, viaggiando a pieno regime e recuperando quanto perso durante il lockdown” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori. “Considerati gli ultimi dati ufficiali Istat sulla popolazione residente, è come se ogni italiano avesse un debito di quasi 43 mila euro, 42.868 euro. A famiglia si tratta di un debito pari a quasi 99 mila euro, 98.599 euro per la precisione” conclude Dona.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Record di supplenti

Posted by fidest press agency su giovedì, 30 luglio 2020

A settembre si supereranno i 250 mila contratti annuali a termine, con scadenza 30 giugno o 31 agosto 2021: un numero impressionante, praticamente un insegnante italiano su tre sarà precario. L’argomento viene affrontato da Marcello Pacifico, leader del sindacato Anief, in un’intervista ad Orizzonte Scuola: “Sul precariato le posizioni col ministro Azzolina restano distanti. Chi lavora nella scuola per anni, sia docente che personale Ata, deve avere riconosciuto il servizio a tempo indeterminato presso lo Stato. Questo non vuol dire che non si debbano fare i concorsi”. Certamente, ricorda il sindacalista, “i concorsi si devono fare, è giusto che ci sia una selezione. Però non ci si può dimenticare del personale che ha lavorato a tempo determinato, svolgendo un servizio per i cittadini”. Come non si possono imporre delle nuove graduatorie sulla base di tabelle di valutazione completamente diverse da quelle che valevano da 13 anni.Ha fatto bene la ministra Lucia Azzolina a bandire i concorsi per assumere 78 mila nuovi docenti meritevoli nella scuola pubblica, ma ve ne sono ancora di più che dovevano essere assorbiti con le modalità automatiche indicate da tempo dall’UE e anche la gestione con le nuove graduatorie provinciali lascia molto a desiderare. Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief, spiega, in un’intervista rilasciata ad Orizzonte Scuola, i motivi del consenso e del dissenso rispetto alle scelte fatte dall’attuale dicastero dell’Istruzione sul reclutamento e sui precari storici.Il rappresentante sindacale chiede a chi governa la scuola di adottare più coerenza: “O a priori non si utilizza il personale oppure se lo utilizzi per parecchi anni poi non si può dimenticare che esista”, aggirando qualsiasi tipo di soluzione richiesta per mantenere in vita dei diritti professionali costituzionalmente protetti e contrastando ancora una volta la stabilità del corpo insegnante e quindi la continuità didattica da tanti invocata ma mai realmente perseguita.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Rc auto: aprile nuovo calo da record (-15%)

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 Maggio 2020

Con l’avvio della Fase 2 e il graduale ritorno alla normalità molti automobilisti dovranno rinnovare l’RC auto. La buona notizia, come emerge dall’osservatorio di Facile.it, è che le tariffe stanno continuando a calare e dopo il -8,05% su base annua rilevato a marzo 2020, aprile ha fatto segnare un nuovo record, con un eloquente -15%. In valori assoluti significa che, lo scorso mese, per assicurare un veicolo a quattro ruote occorrevano, in media, 463,74 euro, vale a dire 82 euro in meno rispetto ad aprile 2019.Il trend, però, potrebbe invertirsi a breve se, come prevedibile, con l’interruzione graduale della quarantena e i nuovi limiti imposti al trasporto pubblico, il numero delle auto in circolazione – e con esso quello dei sinistri – tornerà ad aumentare. L’analisi dei dati a livello territoriale ha rilevato cali a doppia cifra in tutte le regioni, in una forbice compresa tra il -20,98% rilevato in Toscana e il -10,95% in Basilicata.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Fatturato record per Deutsche Post DHL

Posted by fidest press agency su martedì, 31 marzo 2020

Il Gruppo Deutsche Post DHL, una delle realtà più importanti nel settore della logistica, ha chiuso il 2019 con una crescita del 2,9% sul fatturato rispetto al 2018. Con la pubblicazione del rapporto annuale, vengono quindi confermati i dati preliminari già pubblicati a fine febbraio. Tutte le cinque divisioni del Gruppo hanno contribuito a raggiungere un fatturato di 63,3 miliardi di euro, registrando un utile operativo (EBIT) pari a 4,1 miliardi di euro, il 30,5% in più rispetto all’anno precedente. Le divisioni DHL hanno generato un utile operativo totale di 3,4 miliardi di euro. Ad oggi, le conseguenze del coronavirus stanno influenzando l’andamento del Gruppo, ma gli obiettivi annuali del 2020 sono confermati e ne escludono gli effetti.In un contesto di mercato difficile, le divisioni Global Forwarding e Freight hanno registrato un aumento del fatturato dell’1% rispetto al 2018, raggiungendo i 15,1 miliardi di euro. Lo sviluppo del mercato globale del trasporto aereo di merci si è però indebolito a partire dal secondo trimestre del 2019 e anche il trasporto merci via mare e via terra ha perso lo slancio iniziale con l’avanzare dell’anno.DHL Global Forwarding e Freight sono comunque riuscite a migliorare sensibilmente il bilancio grazie all’attuazione di misure specifiche volte ad aumentare l’efficienza dei costi. In questo modo, l’utile di esercizio è aumentato del 17,9% rispetto all’anno precedente, raggiungendo complessivamente i 521 milioni di euro.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Temperature record registrate in queste ore in Antartide

Posted by fidest press agency su domenica, 9 febbraio 2020

“Sono davvero scioccanti, ma purtroppo non ci sorprendono, dal momento che questa regione si sta riscaldando
insieme al resto del Pianeta». Così Frida Bengtsson, a capo di una spedizione scientifica di Greenpeace in corso nell’Oceano Antartico, commenta quanto rilevato dalla base di ricerca argentina Esperanza. «Per proteggere l’Antartide e altri ecosistemi unici come questo, dobbiamo smettere di bruciare combustibili fossili e sottoscrivere un nuovo trattato globale che permetta di tutelare almeno il 30 per cento dei nostri oceani dagli impatti delle attività umane», conclude Bengtsson.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Livelli record a Wall Street: successo o trappola?

Posted by fidest press agency su domenica, 26 gennaio 2020

Nei giorni scorsi l’indice azionario Dow Jones della borsa di Wall Street ha raggiunto i massimi storici con ben 29.400 punti. Forse potrebbe salire ancora. Ad agosto registrava 25.500 punti. Ci si deve domandare, però, se ciò sia un positivo sintomo di salute del sistema finanziario ed economico americano, oppure sia l’indice di un possibile devastante futuro sconquasso. Come accadde nel 2008, ciò che avviene negli Stati Uniti, di solito, determina conseguenze globali. A nostro avviso, l’andamento di Wall Street è la riprova che il sistema, drogato dalle politiche di grande liquidità e dai tassi d’interesse bassi, addirittura negativi in certe parti del mondo, non può più vivere senza le necessarie dosi di droga. Proprio come accade per gli abituali consumatori di stupefacenti. E’ la trappola del tasso d’interesse zero!Dopo le politiche monetarie espansive della Federal Reserve, che avrebbero dovuto rimettere in moto l’economia e portarla fuori dalle paludi della recessione, Washington ha provato a “pilotare” il sistema monetario e bancario verso la normalità. Perciò i tassi d’interesse base della Fed a un certo punto sono saluti.Ma, dall’inizio del 2019, se non già prima, il mondo della politica e della finanza statunitense si è duramente scontrato sull’opportunità di abbassare o no il costo del denaro e ritornare a inondare il sistema con nuova liquidità.
La svolta definitiva si ebbe il 17 settembre scorso quando il cosiddetto mercato finanziario overnight andò in tilt. Il costo dei crediti interbancari a brevissimo termine, necessari per coprire le emergenze di certe banche e di altri istituti finanziari, schizzò dal 2 al 10%. Mancò la liquidità richiesta o l’indispensabile fiducia reciproca? Pensiamo, in verità, entrambe.
Per sopperire a tale improvvisa scarsità di liquidità intervenne la Fed, che, di conseguenza, nel giro di 4 mesi ha fatto crescere il suo bilancio di oltre 400 miliardi di dollari!
L’andamento del bilancio della Fed, che riflette la liquidità riversata nel sistema, balza dagli 800 miliardi del 2008 ai 4.500 del 2018, per poi scendere a 3.800 miliardi nell’agosto 2019. Adesso è di circa 4.200 miliardi di dollari. Questi dati fanno comprendere meglio la situazione.L’economia reale ha visto poco o niente di questa recente nuova liquidità. E’ rimasta nel sistema bancario e finanziario ed è andata a gonfiare la bolla della Borsa valori. Se per i passati 4 mesi sovrapponiamo la curva dell’espansione monetaria della Fed e quella dell’indice S&P 500, che da ottobre è cresciuto di oltre il 12%, le due curve combaciano. A dimostrazione che gli indici di Wall Street dipendono dalla nuova liquidità della banca centrale. Al riguardo, è opportuno notare che le banche too big to fail sono sempre più concentrate nel riacquisto delle proprie azioni e nella speculazione sugli indici azionari.
Tra i vari derivati otc sembra che nell’ultimo periodo siano aumentati quelli riguardanti le private equity, le azioni. Secondo il terzo rapporto trimestrale 2019 dell’agenzia governativa americana Office of the Comptroller of the Currency (OCC)che controlla il sistema bancario, le banche che hanno fatto trading con i derivati azionari hanno guadagnato 1,8 miliardi di dollari. La JPMorgan in particolare.
Sono sempre più numerosi gli economisti, e non solo, che temono lo scoppio della bolla a Wall Street. Che cosa succederebbe se lo stimolo monetario non potesse più essere fermato? Fino a quando si può continuare a gonfiare la bolla? Che cosa succede in un mondo in cui la maggioranza dei titoli obbligazionari ha un tasso d’interesse negativo? Quale potrebbe essere l’effetto di qualche sconquasso geopolitico oppure di qualche rinnovato scontro sui dazi o sulle monete? Tutti interrogativi cui non è facile dare risposte rassicuranti. Si ricordi che, nella Grande Crisi finanziaria ed economica appena passata, l’indice Dow Jones era sceso dai 14.000 punti di ottobre 2007 ai 6.600 del marzo 2009. Un crollo superiore al 50% che, com’è noto, accompagnò l’onda della recessione.
(Mario Lettieri già sottosegretario all’Economia e Paolo Raimondi economista)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »