Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Posts Tagged ‘recovery’

Dl Recovery, la presidente della Commissione Ambiente Rotta: “Mai più armi a chi ha ricevuto un Tso”

Posted by fidest press agency su domenica, 25 luglio 2021

“È molto importante che sia stato approvato l’emendamento a firma mia e del collega Umberto Buratti con cui si mettono in campo misure per impedire che le persone affette da alterazioni psichiche – tali da richiedere interventi terapeutici obbligatori – possano detenere legalmente armi da fuoco”. Così dichiara la presidente della Commissione Ambiente alla Camera dei Deputati Alessia Rotta, dopo il via libera delle Commissioni Affari costituzionali e Ambiente della Camera al Dl Recovery. “Sono troppi i fatti di cronaca, a partire dalla recente strage di Ardea, che impongono un intervento” spiega Rotta. “Grazie a questa misura il Sindaco, in qualità di autorità sanitaria, comunicherà agli uffici e ai comandi delle Forze di polizia, l’adozione di trattamenti sanitari obbligatori connessi a patologie che possono determinare il venir meno dei requisiti psico-fisici per l’idoneità all’acquisizione, alla detenzione ed al conseguimento di qualunque licenza di porto delle armi. Condividere le informazioni riguardanti i soggetti detentori di armi e delle loro eventuali patologie riscontrate risulta di fondamentale importanza per scongiurare tragedie drammatiche. La pandemia ha prodotto effetti devastanti sul disagio psichico delle persone. Una pistola è uno strumento di morte e non è pensabile affidarsi alla discrezionalità dei singoli medici e dei singoli familiari per prevenire i delitti. Basta armi da fuoco, a maggior ragione per chi ha problemi psichici”.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Recovery: Rotta, introdotta parità genere in strutture governance Pnrr

Posted by fidest press agency su giovedì, 22 luglio 2021

“L’Italia ha di fronte a sé un piano di interventi di dimensioni storiche, per questo la ‘macchina decisionale’ dovrà essere realmente rappresentativa del Paese. E’ quindi molto importante che sia stato approvato l’emendamento a mia prima firma che introduce la parità di genere nelle strutture che avranno a che fare con la governance del Pnrr”. Lo dichiara la presidente della commissione Ambiente della Camera, Alessia Rotta, riferendosi a organismi come la nuova Commissione tecnica Via, la Soprintendenza speciale, il Comitato speciale istituito presso il Consiglio superiore dei lavori pubblici e il Comitato nazionale di valutazione della ricerca (dove la parità di genere è già garantita su 10 dei 15 membri). “Il decreto-Legge Recovery – spiega la presidente Rotta – risponde alla necessità di far realizzare nei tempi stabiliti un Piano da 240 miliardi di euro. Va da sé che un’adeguata rappresentanza femminile sia fondamentale nelle strutture chiamate a definire le politiche che si occupano della costruzione del futuro del Paese”. “Le donne – ricorda Rotta – sono state quelle che più hanno subito le conseguenze della pandemia e sono state in prima fila per combatterla, rappresentando il 70 per cento del personale sanitario. E’ di tutta evidenza che non possano passare in seconda fila nel momento in cui si disegna l’Italia di domani”.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Recovery: il Parlamento chiede un controllo democratico sui piani nazionali

Posted by fidest press agency su sabato, 22 maggio 2021

In una risoluzione non legislativa adottata giovedì con 602 voti favorevoli, 35 contrari e 56 astensioni, i deputati hanno ribadito che, in linea con i contenuti del Regolamento sul dispositivo per la ripresa e la resilienza (Recovery and Resilience Facility – RRF), il PE ha il diritto di ricevere le informazioni pertinenti sullo stato di attuazione dei piani nazionali di ripresa e resilienza (PNRR).Per garantire una maggiore trasparenza e la responsabilità democratica dei PNRR, i deputati si aspettano di ricevere dalla Commissione le informazioni di base necessarie, nonché una sintesi delle riforme e degli investimenti dei piani nazionali ricevuti (18 Paesi UE hanno presentato i loro piani il 18 maggio). Si aspettano inoltre che queste informazioni siano fornite in un formato facilmente comprensibile e comparabile, comprese le traduzioni esistenti dei documenti presentati dagli Stati membri.I deputati ritengono che la condivisione delle valutazioni preliminari dei piani non pregiudicherà l’esito della procedura, poiché la maggior parte dei PNRR sono già in fase avanzata e probabilmente saranno approvati. Tale supervisione, al contrario, migliorerebbe il dialogo sulla ripresa.Inoltre, il coinvolgimento del Parlamento sulla piena trasparenza e la responsabilità garantirebbe e rafforzerebbe la legittimità democratica e il senso di titolarità dei cittadini. Per garantire il coinvolgimento di società civile, autorità locali e regionali nell’attuazione dei piani, i deputati invitano la Commissione a sollecitare gli Stati membri a consultare tutte le parti interessate a livello nazionale, anche in caso di eventuali modifiche o nuovi PNRR in futuro.I deputati vogliono infine che le commissioni competenti del Parlamento siano tenute informate sui risultati preliminari riguardanti l’adempimento dei traguardi e degli obiettivi concordati, affinché siano in grado di valutare al meglio l’effettiva e corretta spesa dei fondi.Il dispositivo per la ripresa e la resilienza è la parte più grande del pacchetto Next Generation EU e uno strumento temporaneo di crisi progettato per aiutare i Paesi UE ad affrontare gli effetti della pandemia COVID-19, con un totale di 672,5 miliardi di euro in prestiti e sovvenzioni. Per essere ammissibili al finanziamento, i piani nazionali si devono incentrare su politiche chiave dell’UE quali la transizione verde, la biodiversità, la trasformazione digitale, la coesione economica e la competitività, nonché la coesione sociale e territoriale, la reazione delle istituzioni alle crisi e sulle modalità per aiutarle a prepararvisi, come anche le politiche a favore dei minori e dei giovani, compresa l’istruzione e lo sviluppo di competenze. Ciascun piano deve destinare almeno il 37% del proprio bilancio al clima e almeno il 20% alle azioni digitali. Il regolamento stabilisce anche che potranno ricevere fondi a titolo del dispositivo soltanto i paesi membri impegnati nel rispetto dello Stato di diritto e dei valori fondamentali dell’Unione europea. Infine, gli stati membri devono spiegare in quale maniera i piani nazionali di recupero e resilienza contribuiscano all’uguaglianza di genere e alle pari opportunità e in che modo le parti interessate a livello nazionale siano state coinvolte nella preparazione dei PNRR.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Recovery: Rotta “Il futuro è nel green, nel digitale e nel lavoro per giovani e donne”

Posted by fidest press agency su giovedì, 29 aprile 2021

“I pilastri della ripresa saranno la transizione green dei processi produttivi e la digitalizzazione, come previsto dalla seconda missione del Piano del governo, insieme all’investimento e alla valorizzazione del capitale umano, a partire da giovani e donne, come proposto dal Partito Democratico”. Lo dichiara Alessia Rotta, presidente della commissione Ambiente della Camera.”E’ molto importante che il Presidente del Consiglio abbia accolto la nostra proposta per introdurre una clausola di condizionalità trasversale a tutti i progetti con l’obiettivo di promuovere il lavoro giovanile e femminile: l’Italia per crescere ha bisogno di includere chi finora non è stato pienamente coinvolto nella vita economica del Paese”, spiega la presidente Rotta.”La seconda missione del Pnrr – ricorda -, denominata Rivoluzione Verde e Transizione Ecologica, permetterà al Paese di migliorare la sostenibilità del sistema economico e promuovere una transizione equa inclusiva verso una società a impatto ambientale pari a zero. La Missione prevede misure per migliorare la gestione dei rifiuti e per l’economia circolare, rafforza le infrastrutture per la raccolta differenziata, e ammoderna o sviluppa nuovi impianti di trattamento rifiuti. Per raggiungere la progressiva decarbonizzazione sono previsti interventi per incrementare significativamente l’utilizzo di fonti di energia rinnovabili, per il rafforzamento delle reti e per una mobilità più sostenibile. Vi è un significativo sforzo per promuovere l’efficientamento energetico di edifici pubblici e privati”.”Molto bene l’impegno a prorogare il superbonus – conclude – una misura importante perché rientra a pieno titolo nel progetto per l’Italia green, coniugando sostenibilità economica, sociale con il lavoro e il sostegno alle imprese” .

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Recovery: Sulla giustizia risorse irrisorie

Posted by fidest press agency su giovedì, 29 aprile 2021

Il Recovery investe risorse insufficienti, per non dire irrisorie, nel settore della giustizia, e non c’è riforma che tenga senza investire sulla riorganizzazione e sugli organici, soprattutto dei magistrati”. Lo dichiara il senatore di Fratelli d’Italia Alberto Balboni, vicepresidente della commissione Giustizia.”L’inefficienza della giustizia – osserva Balboni – costa all’Italia il 2,5 per cento del Pil e 130mila posti di lavoro. Serve mettere mano a tutto, dalla magistratura onoraria alla riforma del Csm come a quella del processo civile e penale, quest’ultimo che spesso rappresenta la vera pena per innocenti e colpevoli indifferentemente e che nello scorso anno è costato allo Stato la somma di 46 milioni di risarcimenti per errori e ingiusta detenzione. Sull’ergastolo ostativo occorre avere il coraggio di riformare la Costituzione per impedire che vengano rimessi in libertà pericolosi mafiosi e persino che ha sciolto i bambini nell’acido”.”Serve anche la riforma della responsabilità civile dei magistrati, un privilegio medioevale indegno di una democrazia moderna, come serve porre fine alle porte girevoli fra politica e magistratura: chi si candida non può tornare a fare il giudice. Se Draghi sarà in grado di garantire queste riforme ci troverà al suo fianco – conclude Balboni”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Recovery Fund: Col Governo Draghi il Piano di ripresa e resilienza non cambia

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 marzo 2021

Il progetto Next Generation EU è stato introdotto “dalla Commissione Europea per dare una risposta comune ai danni economici e sociali causati dalla pandemia da Covid-19” e rappresenta “un passaggio storico nel processo di integrazione europea”. A sostenerlo è stato ministro dell’Economia, Daniele Franco, aggiungendo che “circa il 90 per cento dei 750 miliardi del Next Generation Eu saranno distribuiti attraverso il “Dispositivo europeo per la ripresa e la resilienza”, con “le linee guida della Commissione” che prevedono l’accesso “alle risorse”, di “ciascun paese” attraverso la predisposizione “di un Piano (il PNRR), che descriva i programmi nazionali di investimento e di riforma che intende attuare”.Secondo quanto indicato nella bozza del Piano italiano trasmessa al Parlamento, il Dispositivo prevede fondi a disposizione del nostro Paese, per gli anni 2021-2026, per circa 196 miliardi a prezzi correnti, 69 dei quali sotto forma di trasferimenti, 127 sotto forma di prestiti. Nella finalizzazione del Piano, ha spiegato il ministro, bisognerà tener conto dei dati finanziari più aggiornati che tengono conto del fatto che il regolamento europeo emanato a febbraio prende a riferimento, per la determinazione della parte riguardante i prestiti, il reddito nazionale lordo del 2019. Questo porterà a una stima dell’entità delle risorse dell’ordine di 191,5 miliardi, quindi leggermente inferiore a quella indicata nel Piano a gennaio.
“I piani devono definire un pacchetto coerente di progetti, riforme e investimenti in sei settori d’intervento: transizione verde; trasformazione digitale; occupazione e crescita intelligente, sostenibile e inclusiva; coesione sociale e territoriale; salute e resilienza; politiche per la prossima generazione, comprese istruzione e competenze. Sono tutte priorità anche per il nostro Paese”, ha ribadito il ministro dell’Economia. Per questo, tra i progetti previsti figurano il piano asili nido, le scuole 4.0, i programmi per la ricerca e le relative infrastrutture. Infine, il ministro dell’Economia ritiene che “solo con il coinvolgimento dei territori è possibile selezionare progetti in grado di soddisfare i bisogni di cittadini e imprese. Ciò è particolarmente vero per i progetti nel campo dell’istruzione, della sanità, del ciclo dei rifiuti”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’anima agricola del “Recovery plan”

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 febbraio 2021

Per rendere l’Italia più sostenibile, digitale e resiliente, il Recovery Plan deve avere un’anima agricola e puntare sullo sviluppo tecnologico e ambientale delle aree rurali, che rappresentano oltre il 50% della superficie nazionale con 11 milioni di cittadini. Per questo, il settore primario vuole essere un alleato forte del nuovo ministero della Transizione ecologica, che dovrà gestire almeno 70 miliardi di fondi europei per la ripartenza. Lo ha detto il presidente di Cia-Agricoltori Italiani, Dino Scanavino, in audizione al Senato, presso le commissioni Bilancio e Politiche europee, sul Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. “La scelta di creare il ministero della Transizione ecologica coglie il senso della grande sfida che abbiamo davanti -ha detto Scanavino- e ci coinvolge pienamente e direttamente. Intraprendere la strada dello sviluppo sostenibile, come chiede l’Europa, vuol dire riconoscere finalmente la centralità dell’agricoltura, il cui ruolo si evolve oggi in molte direzioni. C’è la funzione produttiva del settore, che resta evidentemente prioritaria, come dimostrato in questo anno di pandemia come garante dell’approvvigionamento di cibo. Ma l’agricoltura contribuisce anche alla tenuta dei territori e, ora, può fare da cardine dello sviluppo integrato del Paese, in un’ottica di trasversalità del piano, producendo energia da fonti rinnovabili, tutelando il paesaggio e gestendo le risorse idriche, salvaguardando il suolo e le foreste per prevenire il dissesto idrogeologico, migliorando la sostenibilità dei processi produttivi con nuove tecnologie digitali, blockchain e rinnovo del parco macchine per non inquinare”. “Parliamo di un progetto nazionale di manutenzione del territorio, per il quale serve un Recovery Plan con robusti investimenti nelle infrastrutture, nei servizi e nella digitalizzazione, a partire dalle aree interne dove ancora nel 40% delle case non arriva il wi-fi -ha aggiunto il presidente di Cia-. Il rilancio dell’Italia ha bisogno di progetti concreti e innovativi, realizzabili con tempi certi e monitorabili, con il contributo degli agricoltori italiani, custodi della terra e sentinelle del territorio, insieme a tutte le forze economiche e sociali del Paese”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Parlamento Europeo: Via libera al Recovery Resilience

Posted by fidest press agency su venerdì, 12 febbraio 2021

Bruxelles. Dichiarazione del Presidente del Parlamento europeo a seguito della votazione sullo Strumento di Ripresa e Resilienza: “L’Unione europea non si ferma e il via libera oggi del Parlamento europeo al Recovery Resilience Facility (Rrf) – il regolamento sugli obiettivi, il finanziamento e le regole di accesso ai fondi europei – è un’altra decisione storica per guidare la ripresa. Questa è l’Europa che corre nella direzione giusta, con soluzioni in forte discontinuità col passato e capace di sostenere i cittadini e la loro vita consentendo agli Stati di avere risorse per programmare il loro futuro”. “Ora la parola passa agli Stati membri per far partire il Next Generation UE. Ci attendiamo che i parlamenti nazionali accelerino la ratifica dell’aumento delle risorse proprie dell’Unione, essenziale per emettere bond e finanziare la ripresa. Non c’è tempo da perdere e ogni ritardo sarebbe un danno enorme a cittadini e imprese”.

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Recovery: al via l’esame in commissione

Posted by fidest press agency su sabato, 30 gennaio 2021

“Nonostante la complicata situazione, come parlamentari continuiamo il nostro lavoro al servizio del Paese perché occorre essere pronti per poter partire subito non appena ci sarà un nuovo Governo” Così il presidente della commissione Bilancio alla Camera dei Deputati Fabio Melilli annuncia la convocazione della propria commissione e delle commissioni Attività produttive e Lavoro per l’avvio delle audizioni riguardanti il Piano nazionale Ripresa e Resilienza. “Il lavoro – aggiunge Melilli – inizierà con audizioni dei rappresentanti del mondo economico e del lavoro. In questa modo saremo in grado di fornire ai parlamentari le osservazioni e le indicazioni di merito delle varie categorie sui progetti necessari per rilanciare l’economia del nostro Paese attraverso l’uso dei fondi Ue. E’ importante in questo momento far capire al Paese che nonostante le oggettive difficoltà, le istituzioni continuano a operare per l’interesse nazionale.”

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Recovery: il PE adotta lo strumento di sostegno tecnico

Posted by fidest press agency su venerdì, 22 gennaio 2021

Il regolamento adottato martedì introduce lo strumento di sostegno tecnico (TSI, Technical Support Instrument) che ha l’obiettivo di assistere le autorità nazionali nella preparazione, la modifica, l’attuazione e la revisione dei piani nazionali, necessari per ricevere il sostegno previsto dal Recovery. Nel testo vengono elencate alcune azioni chiave da implementare, come la digitalizzazione delle strutture amministrative e dei servizi pubblici, in particolare nella sanità, nell’istruzione o nel sistema giudiziario, la creazione di politiche per aiutare le persone a riqualificarsi per il mercato del lavoro e la costruzione di sistemi assistenziali resilienti e capaci di fornire una risposta coordinata. Un unico archivio pubblico online, gestito dalla Commissione europea, fornirà le informazioni sulle azioni che rientrano tra le competenze dello strumento di sostegno tecnico.Le riforme sostenute dallo strumento dovrebbero rispondere efficacemente alle sfide individuate nelle raccomandazioni specifiche per ogni paese.
Il testo è stato adottato con 540 voti favorevoli, 75 contrari e 77 astensioni.Lo strumento disporrà di un bilancio complessivo di 864 milioni di euro nel periodo 2021-2027 (prezzi attuali). Per ricevere supporto tecnico, come ad esempio delle competenze relative a un cambiamento di certe politiche o per preparare una strategia di riforma, uno Stato membro dovrà presentare una richiesta alla Commissione entro il 31 ottobre, delineando le aree politiche su cui si concentreranno i lavori. Fino al 30% dello stanziamento annuale dovrebbe essere riservato alle misure speciali, per garantire che le risorse siano rapidamente disponibili e che vi sia una risposta immediata anche nei casi imprevisti o urgenti.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Recovery Fund: Più soldi alla Scuola per il dopo-Covid

Posted by fidest press agency su sabato, 9 gennaio 2021

Cresce il budget che la Commissione europea metterà a disposizione dell’Italia per la ripresa post-Covid-19. E cresce pure la quota parte che verrà dedicata al rilancio della Scuola. Salgono infatti complessivamente a 222,03 miliardi le risorse previste negli investimenti del cosiddetto Piano Recovery. Di questi 209,84 riguardano il Next Generation Eu: 66,6 miliardi sono già impegnati in progetti in essere, 143,24 su nuovi progetti. I dati emergono dalla tabella allegata al documento che il governo ha predisposto e girato ai partiti di maggioranza nell’ambito del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. Nello specifico, per quanto riguarda l’Istruzione sono 27,91 i miliardi messi a disposizione: di questi, 22,29 miliardi saranno destinati a nuovi progetti. Il sindacato Anief prende atto dell’incremento, ma avverte: diventa ora fondamentale non disperdere i fondi provenienti dall’Europa. Quando in primavera verranno stanziati, dovranno servire a valorizzare anche il personale, adeguando certamente gli stipendi, oggi tra i più bassi dell’area Ocde, introducendo quell’indennità di rischio biologico che il Covid ha fatto esplodere ma che in realtà per chi insegna esiste da sempre ed è dimostrata dalla troppo elevata percentuale di burnout presente nella categoria. Stabilizzazione dei precari, incremento degli organici, delle sedi scolastiche, quindi delle dirigenze e dei Dsga sono gli altri punti su cui bisognerà intervenire, spazzando via una volta per tutte gli effetti nocivi del dimensionamento partito nel 2008 e mai contrastato a dovere. A questi fondi, inoltre, sarebbe bene aggiungerne altri, anche di matrice privata, così da rendere la scuola autonoma a tutti gli effetti, smarcandola da debiti pubblici e crisi di Governo.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Recovery, Nardi “Sia gestito con intelligenza e lungimiranza, non possiamo sbagliare”

Posted by fidest press agency su lunedì, 4 gennaio 2021

Dovrà essere un nuovo inizio fondato sui principi di crescita sostenibile e di giustizia sociale, altrimenti non usciremo migliori dalla crisi prodotta dalla pandemia. Ora è il tempo della serietà e della responsabilità. Come ha ricordato il Presidente Mattarella in occasione del suo discorso di fine anno è il momento dei costruttori, e quindi la politica deve avere la capacità e il senso di responsabilità per anteporre gli interessi degli Italiani a quelli di parte propria. La classe politica lo dimostri partendo dal sapere gestire con intelligenza e lungimiranza le risorse messe a disposizione dal Recovery Fund. Perdere questa occasione potrebbe significare condannare il nostro Paese senza nessun alibi. Quello che decideremo oggi determinerà il futuro dei nostri figli e non possiamo permetterci di sbagliare: ci sono nodi strutturali che abbiamo la possibilità di sciogliere definitivamente. Non farlo sarebbe un delitto politico imperdonabile” E’ quanto dichiarato da Martina Nardi, presidente della commissione Attività produttive alla Camera dei Deputati. Lorenzo Galli Torrini

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Recovery: Va ricostruito un vero piano industriale

Posted by fidest press agency su giovedì, 31 dicembre 2020

“Da quando siamo al Governo abbiamo fatto molte misure per accelerare gli investimenti, sbloccato risorse che erano ferme da decenni. Quello che dice (Gentiloni nell’intervista a Repubblica, ndr) è molto vero soprattutto, perché va costruito un vero piano industriale a misura di persona. Guardando al futuro, in una logica interministeriale che abbia una omogeneità, sia con le risorse che con la progettualità. Non ci deve essere logica di spartizione ma vanno visti i progetti in maniera più ampia e che guardino davvero al futuro. E poi va controllato che l’obiettivo che ci da l’Europa sia effettivamente raggiunto”. E poi, sui tempi di presentazione del piano ha aggiunto “Io penso che la cosa importante sia farlo bene, nei tempi richiesti. E quello che secondo me è più difficile, ma lo dico in termini tecnici, è integrare lo strumento di finanziamento del Recovery con le altre misure di finanziamento, penso ai fondi FSC, ai fondi PON e con gli altri fondi europei”. Lo ha detto, intervenendo a Zapping su Radio 1 RAI, il Vice Ministro dell’Economia e delle Finanze, Laura Castelli.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sassoli sul Recovery and Resilience Facility

Posted by fidest press agency su domenica, 20 dicembre 2020

Dichiarazione del Presidente del Parlamento europeo David Sassoli. “Grande soddisfazione per la chiusura del negoziato con Consiglio e Commissione sul Recovery and Resilience Facility. Il Parlamento europeo ha ottenuto l’aumento dal 10 al 13% degli anticipi del Recovery Fund. Questo significa che i paesi che ne hanno maggior bisogno avranno più soldi proprio nel momento più grave e acuto della crisi”.“Inoltre voglio sottolineare che abbiamo ottenuto un legame più stretto del finanziamento agli obiettivi del Green Deal, della trasformazione digitale, della coesione e della solidarietà sociale. Ringrazio il Team negoziale del Parlamento per il prezioso lavoro. In questi momenti difficili il Parlamento continua ad essere dalla parte dei cittadini”.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Deal on revised securitisation rules to help with post-COVID recovery

Posted by fidest press agency su domenica, 13 dicembre 2020

Packaged loans converted into securities will free bank balance sheets of non-performing exposures and promote lending to the real economy, which is vital to economic recovery. On Wednesday evening, negotiators from the Economic and Monetary Affairs Committee reached an agreement with the Council on adjustments to two interlinked files: Capital Requirements Regulation (CRR): adjustments to the securitisation framework; and General framework for securitisation and specific framework for simple, transparent and standardised (STS) securitisation. Othmar Karas (EPP, DE), responsible for capital treatment of securitisation, said: “The political agreement between the European Parliament and the Council Presidency on the revised securitisation rules is an important step for the recovery of Europe’s capital markets. When used properly, the financial instrument becomes a vital medicine for a stronger recovery after the COVID-19 pandemic. It creates new investment opportunities and more scope for banks to issue fresh loans to households and SMEs. I am particularly pleased that the European Parliament achieved a more risk-sensitive treatment of NPE securitisations. This gives the right incentive to support banks in freeing up their balance sheets of non-performing exposures that can be expected to grow because of the current crisis”.Paul Tang (S&D, NL), the lead MEP on securitisation framework, said: “Balance sheet securitisation allows banks to reduce their exposure to risky loans. By creating a label for simple, transparent and standardised transactions, we promote their use while safeguarding economic stability. This agreement will allow banks to issue more loans to businesses and help the economy through the difficult times we are currently facing and that lie ahead. Parliament has succeeded in clearly integrating sustainability into the securitisation framework. Standards will be developed to report on the sustainability of securitisation products and the European Banking Authority will draft a proposal for a dedicated framework for sustainable securitisation. The drive for sustainability reporting has now been embraced by the banking sector.” Technical work on both texts is now being carried out by the services of the three institutions. Thereafter, the agreement must be approved by the Economic and Monetary Affairs Committee and Parliament as a whole.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Recovery: Serracchiani, Conte non può decidere da solo

Posted by fidest press agency su sabato, 12 dicembre 2020

“Conte non puo decidere da solo, dev’essere partecipata ogni decisione, dal Parlamento e dal Governo, e dobbiamo impegnare anche le opposizioni in un passaggio così delicato”. Lo ha detto la presidente della commissione Lavoro della Camera Debora Serracchiani, intervenendo sul Recovery plan, oggi a Radio Anch’io, su Rai Radio Uno. Precisando che “i ministri non possono perdere le loro attribuzioni”, Serracchiani ha ricordato che “a differenza di altri Paesi europei abbiamo fatto un passaggio preventivo in Parlamento perché il Parlamento potesse esprimere assieme al Governo le linee di indirizzo, che saranno le sei linee guida del Recovery plan”. “Dovremmo essere in grado di spendere in condizioni ordinarie ma – ha detto ancora Serracchiani – io sono molto preoccupata delle procedure che metteremo a disposizione”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

COVID-19 recovery deal: balance investor protection and firms’ compliance costs

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 dicembre 2020

Economic and Monetary Affairs Committee negotiators struck a deal so that EU companies can access a diverse range of funding and support the post-COVID-19 recovery.The agreement reached with the Council on targeted adjustments to the Markets in Financial Instruments Directive (MIFID II) should facilitate economic recovery by removing unnecessary administrative burdens while maintaining a balance between protecting investors and keeping compliance costs low for firms. The changes apply mostly to professional clients and eligible counterparties such as insurers, pension funds, or public institutions.The changes agreed by the negotiators on Wednesday include: • Professional clients will no longer receive information on costs and charges. They will however still receive information on investment advice and portfolio management. • Ex-post information on costs and charges should be supplied without delay and clients should be able to receive such information over the phone (or on paper if requested). Moreover, the client should be given a breakdown of the costs prior to concluding a transaction. • Retail clients will be able receive information in digital format instead of on paper, but should be given at least eight weeks’ notice and the choice to continue receiving information on paper or switch to a digital format. • Certain product governance requirements will no longer apply to corporate bonds with “make-whole clauses” – which protect investors against losses when an issuer opts for early repayment, by guaranteeing them a payment equal to the net present value of the coupons. In addition, financial instruments distributed to eligible counterparties will be excluded. • Commodity derivatives: some changes to the position limits regime, including a new definition for agricultural commodity derivatives. This definition clarifies that agricultural commodity derivatives include fisheries as well as animal feed. For those agricultural commodities the current strict regime will still apply, while less sensitive contracts will enjoy a lighter regime. MEPs also ensured that the Commission will present if appropriate a proposal for a review of both the Market in Financial Instruments Directive (MIFID) and the Regulation (MIFIR) by 31 July 2021 at the latest. It should consider issues related to market structure, data, trading and post trading, research rules, rules on payment to advisors, the level of professional qualifications of advisers in Europe and client categorisation.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le sfide legate al Recovery fund

Posted by fidest press agency su domenica, 6 dicembre 2020

«Per affrontare le sfide legate al Recovery Fund è fondamentale avere una visione a lungo termine e definire priorità strategiche. E per realizzare queste priorità serve una leadership che coordini e faccia monitoraggio su tutti i progetti. Questo è l’elemento centrale, perché saranno coinvolti un po’ tutti i ministeri, le amministrazioni regionali e locali. Ma soprattutto credo sia più importante capire quanti saranno e quali saranno i progetti e se, per una volta, riusciremo ad essere selettivi e a fissare delle priorità. Perché questo è l’aspetto principale: è un’occasione irripetibile, dobbiamo essere in grado di fissare gli elementi strategici». Lo ha dichiarato Fabio Pompei, Ceo di Deloitte Italia, intervenendo sul dibattito sul Recovery Fund durante la puntata di Coffee Break, su La7, di questa mattina. «Una delle priorità di cui tenere conto è la sostenibilità e gli investimenti sostenibili: investimenti che guardino oltre l’orizzonte della legislatura e che siano il frutto di una visione di lungo periodo per il Paese», ha aggiunto Pompei. «Durante un meeting organizzato da Deloitte abbiamo ospitato il primo ministro di Singapore. Parlando di investimenti sostenibili, lui ci ha raccontato che il suo Stato sta prendendo molto sul serio la questione, perché, secondo alcuni studi, Singapore potrebbe finire sommersa dall’acqua entro la fine del secolo. E quindi il Governo ha già avviato gli investimenti necessari per essere in grado di fronteggiare qualunque scenario legato all’innalzamento del livello dei mari. Sono questi gli investimenti sostenibili che potremmo mettere in campo con il Recovery Fund: investimenti che guardino al futuro e creino valore nel lungo periodo», ha concluso Pompei.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

MEPs quiz experts on better designing taxation to help the economic recovery

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 novembre 2020

MEPs discussed with experts ways in which taxation systems should be reformed to ensure big multinationals, traders and the wealthiest persons contribute more to the economic recovery. Grace Perez Navarro, Deputy Director of the OECD’s Centre for Tax Policy and Administration, Joaquim Miranda Sarmento, Professor of Finance at the University of Lisbon, and Liina Carr, Confederal Secretary at ETUC, all gave testimony in front of the EP’s subcommittee on taxation matters (FISC) on Monday.Opening the meeting, the Chair of the sub-committee, Paul Tang (S&D, NL) said that the economic crisis caused by the pandemic increases the need to secure tax revenues are delivered in a fair and sustainable way. More than ever, better coordination of tax policies at EU level can help alleviate this crisis and support the green and digital transition, he added. MEPs stressed the need to reduce the tax burden on SMEs and normal people, shifting it instead to those who could and should be paying more taxes. To this end discussions focussed on ways to develop the financial transactions tax, recalibrate corporate taxation and develop eco taxes. MEPs also quizzed the experts on how to better address money laundering and blatant tax evasion.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

MEP’s blueprint for SMEs in post-COVID recovery

Posted by fidest press agency su lunedì, 16 novembre 2020

ITRE MEPs advocated measures to help small and medium enterprises (SMEs) deal with the crisis and the twin challenges of digitalisation and decarbonisation, in a report adopted on Friday.MEPs highlight the need to update the European Commission’s SME strategy in the light of the COVID crisis while keeping the focus on advancing the transition toward a socially, economically and environmentally resilient society and a competitive economy. They call for aligning the SME Strategy with the Industrial Strategy, the European Data Strategy and the European Green Deal, in order to actively involve and support all SMEs in the twin transition.As SMEs miss the necessary resources to face complex bureaucratic requirements, the excess of administrative and regulatory burden is hindering their ability to thrive, say MEPs, who welcome the European Commission’s commitment for a “one in-one out” principle and call for setting up a roadmap with concrete and binding targets for better regulation and simplification. MEPs stress the immediate need to restore the liquidity of SMEs to ensure their basic functioning, and warn that their post-COVID-19 survival, in particular of micro-entreprises given their structural weaknesses, will depend on swift decision-making, adequate funding and availability of liquidity. MEPs express concern regarding the difficulties in accessing EIB funding lines faced by most SMEs, partly because of lacking awareness, but also slowness and excessive complexity of the procedures and eligibility criteria. Investments in innovation should prioritize ecosystems that are inclusive of SMEs, they add.MEPs are deeply concerned that sectors such as tourism, hospitality, cultural, creative, transport, trade fairs and events sectors, which are largely composed of SMEs, have been hit the hardest by the COVID-19 crisis. They advocate a temporary relaxation of EU State aid rules, taking into account the specificities and the geographical disadvantage affecting those SMEs located in the most peripheral territories.The COVID-19 crisis has pushed SMEs towards innovative technologies, new ways of organising their work and digital business models such as e-commerce, the sharing economy and remote working, say MEPs. Member states should develop pilot initiatives to accelerate SMEs’ take up of e-commerce solutions, they say.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »