Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Posts Tagged ‘recrudescenza’

Recrudescenza del coronavirus: interventi della Commissione Europea

Posted by fidest press agency su sabato, 31 ottobre 2020

Bruxelles Concretamente le misure mirano a comprendere meglio la diffusione del virus e l’efficacia della risposta, a intensificare i test mirati, a rafforzare il tracciamento dei contatti, a migliorare i preparativi per le campagne di vaccinazione e a mantenere l’accesso a forniture essenziali come le attrezzature per la vaccinazione, garantendo nel contempo la circolazione di tutte le merci nel mercato unico e agevolando la sicurezza degli spostamenti. Ciò avviene alla vigilia della riunione virtuale che si terrà il 29 ottobre tra i leader europei sul coordinamento in risposta alla COVID-19, in seguito al Consiglio europeo del 15 ottobre. Anche se gli Stati membri sono più preparati e meglio coordinati rispetto ai primi mesi della pandemia, i cittadini, le famiglie e le comunità in tutta Europa sono tuttora alle prese con una minaccia senza precedenti alla loro salute e al loro benessere. È fondamentale garantire informazioni accurate, complete e tempestive sui dati epidemiologici, sui test, sul tracciamento dei contatti e sulla sorveglianza della salute pubblica per ricostruire le modalità di diffusione del coronavirus a livello regionale e nazionale. Per migliorare la condivisione dei dati a livello di UE, la Commissione invita gli Stati membri a fornire tutti i dati necessari al Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC) e alla Commissione stessa.I test sono uno strumento decisivo per rallentare la diffusione del coronavirus. A chi viaggia dovrebbe essere offerta la possibilità di sottoporsi a test all’arrivo qualora gli Stati membri impongano l’obbligo di un test preventivo all’ingresso nel paese e non esistano le capacità di effettuare test sui viaggiatori asintomatici nel paese di partenza. Se per una qualsiasi attività sarà imposto o raccomandato un test negativo alla COVID-19, sarà essenziale il riconoscimento reciproco dei test, soprattutto in rapporto agli spostamenti.Le app di tracciamento dei contatti e di allerta aiutano a spezzare le catene di trasmissione. Lo sviluppo di vaccini sicuri ed efficaci e la copertura vaccinale con tali vaccini rappresentano uno sforzo prioritario per porre rapidamente fine alla crisi. Una comunicazione chiara è essenziale per il successo della risposta di sanità pubblica, in quanto i risultati dipendono in larga misura dal rispetto delle raccomandazioni sanitarie da parte della popolazione. Dall’inizio della pandemia l’UE sostiene i produttori per garantire la disponibilità di attrezzature mediche e farmaci essenziali.La libera circolazione all’interno dell’UE e lo spazio Schengen senza frontiere costituiscono un successo riconosciuto dell’integrazione europea; la Commissione è impegnata a garantire che gli spostamenti all’interno dell’Europa siano sicuri sia per chi viaggia sia per gli altri cittadini. La Commissione invita gli Stati membri ad applicare appieno la raccomandazione adottata dal Consiglio per un approccio coordinato alla limitazione della libertà di circolazione. Un progetto pilota previsto per il mese prossimo consentirà agli Stati membri di prepararsi all’introduzione e all’uso di un unico modulo digitale UE per la localizzazione dei passeggeri nel pieno rispetto della protezione dei dati.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La politica ed i partiti dell’Italia repubblicana

Posted by fidest press agency su lunedì, 23 agosto 2010

Se osserviamo da vicino quegli anni che ci hanno fatto respirare un clima di scandali di una tale portata che hanno costretto alle dimissioni lo stesso Capo delle Stato Giovanni Leone nel 1978, ci rendiamo conto che all’origine di questo andazzo si collocava una situazione politica anomala in Italia con un partito, la Dc, di maggioranza relativa che era, in pratica, condannato a governare non avendo gli elettori altra possibilità per una alternanza al potere. Nel frattempo il sistema Paese si trovò ad affrontare tre grosse emergenze: il terrorismo (brigate rosse), la crisi economica e la recrudescenza malavitosa con le sue coperture politiche anche a livello internazionale (pensiamo al caso Sindona e le stesse forniture di petrolio alla Lockeed). E se negli anni ’70 ed ’80 gli italiani hanno dovuto subire l’incancrenirsi della situazione politica nazionale limitandosi a seguire il famoso appello di Montanelli che fu quello di “turatevi il naso ma votate Dc”, negli anni ’90 con la caduta del muro di Berlino (1989) si passò alla stagione delle denunce penali e dei magistrati di “mani pulite”. E con le teste dei leader caddero anche i partiti con la Dc in testa seguita dai socialisti di Craxi, i repubblicani, i liberali, i socialdemocratici. I comunisti ed i missini furono i soli a uscirne solo con qualche piccola ferita. Ma se la Dc non poteva governare da sola, non avendone i numeri, la stessa cosa di verificava per il Pci. Gli strateghi dei due partiti avevano prima immaginato un fronte unito comunisti-socialisti e dopo il suo fallimento al compromesso storico Dc-Pci anch’esso abortito miseramente. Restò, dunque, solo la desolante prospettiva di una lunga opposizione comunista in attesa che i socialisti, stanchi della loro sudditanza nei confronti dei democristiani, scegliessero un’alleanza con i comunisti. Restò in piedi, ovviamente, un dialogo sotterraneo con la sinistra democristiana, ma sembrò un sistema incapace di produrre frutti nell’immediato. Alla fine ci rendiamo conto che entrambi i grandi partiti di massa restarono bloccati dal loro impegno più volto a bloccare la strada a Craxi che a ricercare alleanze che dessero il via ad una politica dell’alternanza nel governo del paese e al berlusconismo e quel che ne segue. E ciò che rende a taluni a tutt’oggi antipatica la politica ed i politicanti è che queste tattiche continuano a prevalere sui programmi e sulle scelte di fondo che l’Italia deve affrontare per uscire dal pantano economico, sociale e civile nel quale si è immersa e  questo pantano, con il trascorrere del tempo, sembra diventato una sorta di sabbie mobili, dove più ci si muove e più si affonda nella melma.

Posted in Confronti/Your and my opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »