Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘regina coeli’

Mattinata di follia in carcere a Roma

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 luglio 2017

Carcere Regina Coeli alla LungaraRoma. I protagonisti sono stati due detenuti del carcere ristretti nel carcere di Regina Coeli che prima si sono picchiati tra loro e poi hanno aggredito i poliziotti intervenuti per separarli A darne notizia è il Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria SAPPE.
“Quel che è avvenuto è un fatto gravissimo, che poteva avere pericolosissime ripercussioni sia per l’incolumità di altri poliziotti che sul mantenimento dell’ordine e della sicurezza all’interno del carcere di Regina Coeli. La professionalità e l’abnegazione del personale di Polizia Penitenziaria del Reparto, cui va il mio apprezzamento, ha gestito al meglio un evento critico che avrebbe potuto avere drammatiche conseguenze”, commenta il Segretario nazionale del Lazio del SAPPE Maurizio Somma. “Due detenuti si sono picchiati ed hanno poi ferito i poliziotti intervenuti per separarli: tra loro, contusi anche il Comandante del Reparto della Polizia Penitenziaria, un Ispettore e due Assistenti. I quattro poliziotti penitenziari, a cui va la solidarietà del SAPPE, sono ricorsi alle cure del Pronto Soccorso cittadino”.
“E’ stata un’esperienza allucinante, gestita con grande sangue freddo e professionalità dai bravi Agenti di Polizia Penitenziaria”, commenta il Segretario Generale SAPPE Donato Capece. “Ma conferma la tensione che continua a caratterizzare le carceri, al di là di ogni buona intenzione. Le carceri sono più sicure assumendo gli Agenti di Polizia Penitenziaria che mancano, finanziando gli interventi per potenziare i livelli di sicurezza delle carceri. Altro che la vigilanza dinamica, che vorrebbe meno ore i detenuti in cella senza però fare alcunchè. Non ci si ostini a vedere le carceri con l’occhio deformato dalle preconcette impostazioni ideologiche, che vogliono rappresentare una situazione di normalità che non c’è affatto”, conclude. “Gli Agenti di Polizia Penitenziaria devono andare al lavoro con la garanzia di non essere insultati, offesi o – peggio da una parte di popolazione detenuta che non ha alcun ritegno ad alterare in ogni modo la sicurezza e l’ordine interno. Non dimentichiamo che contiamo ogni giorno gravi eventi critici, episodi che vengono incomprensibilmente sottovalutati dall’Amministrazione Penitenziaria”.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma: Convertire regina Coeli con project financing

Posted by fidest press agency su martedì, 31 Mag 2016

Carcere Regina Coeli alla Lungara“Vogliamo consegnare ai romani e ai turisti Regina Coeli, per poterlo vivere e renderlo un luogo degno di trovarsi nel cuore della città più bella del mondo. Al contempo vogliamo che Roma si doti di una casa circondariale moderna, dove i detenuti possano lavorare e dare un contributo alla società, una struttura più adatta a rispondere alle finalità educative della pena. Con strutture adeguate per la foresteria e accoglienza”.
Con queste parole Stefano De Lillo, portavoce e capolista di Roma Popolare – per Marchini sindaco, lancia la proposta di riqualificare l’antico carcere di Regina Coeli (edificio risalente al 1654, inizialmente un convento e convertito all’uso attuale nel 1881) cambiandone la destinazione d’uso.
“Questo centro, come altri obsoleti presenti in diverse città d’Italia, evidenzia notevoli problemi strutturali. Potrebbe contenere solo 624 detenuti, oggi ne sono ospitati circa 900. Ma il numero oscilla costantemente, nel recente passato si è toccata anche quota 1.200 detenuti. E ogni anno costa decine e decine di migliaia di euro di manutenzione straordinaria – osserva De Lillo proponendo di attuare la riqualificazione attraverso un project financing -. Vogliamo chiudere e trasferire fuori dal Gra il carcere di Regina Coeli. E vogliamo farlo a costo zero. Chiederemo agli imprenditori di realizzare nel centro di Roma, al posto dell’attuale carcere, un albergo e un centro congressi, un polo artistico-culturale, nonché un museo sulla ‘Bellezza di Roma’. E’ questa una delle nostre sfide: mettere in mostra le bellezze che offre al mondo la città eterna trasformando quello che da decenni è un luogo di reclusione e di patimento. Del resto a Roma non esiste ad oggi un museo sulla storia dell’Urbe, dalla sua fondazione ai giorni d’oggi. Per quanto riguarda il sottosuolo sarà invece possibile la realizzazione di un parking interrato all’avanguardia. Il project financing – conclude De Lillo – impegnerà inoltre gli imprenditori nella realizzazione come opera a scomputo di una casa circondariale moderna, ben servita dalle infrastrutture, dotata di laboratori in cui apprendere e perfezionare arti e mestieri e di una foresteria per i familiari. Un luogo, insomma, dove i detenuti possano vivere in modo più dignitoso”.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Regina Coeli: il Luogo e la Città

Posted by fidest press agency su martedì, 12 aprile 2016

Carcere Regina Coeli alla LungaraMercoledì 13 aprile 2016 dalle 17.00 Centro Studi Cappella Orsini, via di Grottapinta n.21. Allo stato attuale il carcere è in grado di scoraggiare dal tornare a commettere un reato chi ha già scontato una pena? La recidiva ha un alto costo sociale ed economico, aumenta l’insicurezza, deprime gli investimenti. Pensare un nuovo modello di carcere per abbattere la recidiva non è solo un impegno morale ma una necessità per contribuire all’aumento della legalità, precondizione per la crescita del Paese, l’aumento dell’occupazione e della competitività. La realizzazione del grande murale da parte dell’artista sudafricano William Kentridge proprio ai piedi del complesso di Regina Coeli, e le tematiche identitarie in esso sviluppate, stimolano a ridefinire con nuovi occhi la questione “Regina Coeli”, carcere nel Cuore della Città. In buona sostanza, a fronte di una opinione tendente alla conservazione della memoria e alla valorizzazione del manufatto storico, appare sempre più farsi strada la convinzione che le deficienze strutturali dell’antico carcere, l’età e la concezione stessa dell’edificio, diano luogo a uno stridente contrasto con la concezione della pena e con quanto previsto dall’Ordinamento Penitenziario, rendendone preferibile la dismissione in favore di una moderna struttura, meglio attrezzata dal punto di vista della sicurezza e carceredel confort abitativo ma che, fatalmente, dovrebbe essere collocata ben oltre i perimetri metropolitani, lontana ed avulsa dal tessuto urbano, dai servizi e dalla vita dalla città…. Nell’ambito dell’attività scientifica e di studio della città di Roma, alla vigilia dell’incontro conclusivo degli Stati Generali sull’esecuzione penale organizzati dal Ministero della Giustizia, il Centro Studi Cappella Orsini torna ad occuparsi dello storico carcere di Regina Coeli, chiamando le personalità più significative a livello accademico e istituzionale titolate ad esprimersi su un complesso architettonico e istituzionale cosi importante dell’Urbe. Ne discutono rappresentanti delle Università, delle parti sociali e delle professionalità specifiche:
h 17.00 Prof. Arch. Ruggero Lenci Coordinatore scientifico, Arch. Cesare Burdese Esperto di edilizia penitenziaria, componente Tavolo 1 Stati Generali dell’Esecuzione penale, “Spazio della pena: architettura e carcere”
Dott. Donato Capece Segretario Generale del SAPPE
Arch. prof.ssa Daniela De Leo Pianificazione e Urbanistica Università di Roma “La Sapienza”
Prof. Marina FormicaResp. Progetto Teledidattica in Carcere Storia Moderna Università di Tor Vergata
Prof. Arch. Rainaldo Perugini Storia dell’Architettura Università di Roma Tre
Prof. Arch. Giuseppe Rebecchini Università di Roma “La Sapienza”
Arch. Leonardo Scarcella Ministero della Giustizia, componente Tavolo 1 Stati Generali dell’Esecuzione penale, “Spazio della pena: architettura e carcere”
Arch. Luca Zevi Presidente INARCH Lazio, Coordinatore del Tavolo 1 Stati Generali dell’Esecuzione penale, “Spazio della pena: architettura e carcere”
Cons. Giovanni Zannola Consigliere uscente Municipio di Ostia
Dott. Paolo Palomba Direttore del Tavolo interreligioso di Roma
Rappresentanti delle Istituzioni:
h 19.00 On. Gennaro Migliore Sottosegretario di Stato Ministero di Grazia e Giustizia
Dott. Santi Consolo Capo del Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria
Dott. Mauro Palma Garante Nazionale peri i diritti dei detenuti
Silvia Sergi Direttore della Casa Circondariale di Regina Coeli
Sabrina Alfonsi Presidente del I Municipio
Coordina Carmine Fotia Giornalista

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sit-in a Regina Coeli

Posted by fidest press agency su sabato, 14 Mag 2011

Roma 15 maggio dalle ore 10 si terrà un sit-in radicale davanti al carcere di Regina Coeli, in via della Lungara a Roma, a sostegno dei detenuti del carcere romano che a partire dallo stesso giorno inizieranno un digiuno a oltranza per accompagnare l’iniziativa di Marco Pannella,
giunto oggi al 24esimo giorno di sciopero della fame affinché l’Italia «torni a poter essere considerata, in qualche misura, una democrazia». E’ da 21 anni che non viene varato un provvedimento di amnistia, misura indispensabile, più che necessaria, per far funzionare il sistema giudiziario: “perché i magistrati possano lavorare, contro la giustizia di classe e di massa che assicura milioni di prescrizioni”. Al sit in saranno presenti parlamentari, dirigenti e militanti radicali, oltre al “Gruppo carceri” di Radicali Italiani che ha promosso l’iniziativa.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pannella in visita a Regina Coeli

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 agosto 2010

Oggi, nell’ambito dell’iniziativa “Ferragosto 2010 in carcere” il leader Radicale Marco Pannella sarà in visita alla casa circondariale di Regina Coeli a Roma. Parteciperanno alla visita anche il deputato del Pd Antonio Rugghia e Marco Cappato segretario dell’Ass.ne Luca Coscioni. Al termine della visita, intorno alle ore 12, la delegazione incontrerà la stampa all’uscita dell’istituto.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

situazione carceri

Posted by fidest press agency su domenica, 8 marzo 2009

“Regina coeli, situazione critica  “I detenuti aumentano e gli operatori penitenziari diminuiscono”. “ Ho appena effettuato una visita presso il carcere di Regina Coeli – dichiara Mariani, Presidente della Commissione Lavoro e Vice – Presidente della Commissione Sicurezza della Regione Lazio- durante la quale ho avuto modo di constatare di persona la situazione difficile e complessa che attanaglia questo istituto penitenziario. E’ apparsa, subito, evidente la grande professionalità e disponibilità da parte di tutti gli operatori penitenziari, che son riusciti, grazie anche ad un Direttore e ad un Comandante competenti ed attenti, ad instaurare un rapporto equilibrato con tutte le persone detenute, persino quelle macchiatesi di reati esecrabili. Ma questi operatori – prosegue Mariani – che lavorano assiduamente ed in silenzio, vivono una situazione quotidiana di disagio e mortificazione, a causa del pesante squilibrio numerico rispetto al fabbisogno ed al continuo aumento dei detenuti, il 60% dei quali è straniero.Sappiamo che i finanziamenti regionali per la ristrutturazione dei locali dell’istituto penitenziario sono andati a buon fine, ma  farò immediatamente  – continua Mariani – un’interrogazione urgente al Presidente Marrazzo e all’Assessore Fichera, per chiedere un ulteriore sforzo mirato all’attuazione  di interventi di piccola entità ma decisivi per migliorare la qualità di vita dei detenuti. Ho potuto, ad esempio, verificare che le stanze di radiologia, all’interno del Centro Clinico, sono pronte da tempo ma prive degli strumenti necessari e con macchinari obsoleti, i cui pezzi di ricambio non sono più reperibili sul mercato. Nel VI° braccio i locali doccia sono apparsi del tutto inagibili. Si tratta dunque – conclude Mariani – di una situazione che va oltre  i limiti della sopportabilità, per la quale è necessario mobilitarsi con determinazione e rapidità, e con un grande impegno da parte delle Istituzioni, anche nel sensibilizzare l’opinione pubblica verso questo mondo abbandonato e che ci sta chiedendo aiuto. (fonte:lista civica per il lazio)

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »