Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 229

Posts Tagged ‘regina’

Ester: la regina nascosta

Posted by fidest press agency su mercoledì, 24 ottobre 2018

Milano Martedì 30 ottobre 2018 – ore 17.30 Libreria San Paolo – Via Pattari, 6 Incontro con l’autrice Antonella Anghinoni, Biblista. Interventi musicali di Laura Susan, Cantautrice.
È da poche settimane in libreria il decimo e ultimo titolo della Collana I PETALI, in cui la storia del popolo di Dio è raccontata attraverso le grandi figure femminili: donne coraggiose, essenziali alla storia esattamente come i personaggi maschili. Caratteristica della collana, adatta a bambine e bambini tra gli 8 e i 10 anni, è il linguaggio semplice, descrittivo, ricco di informazioni e curiosità legate alla storia e alle tradizioni del popolo biblico. L’Autrice, biblista e docente di Antico Testamento, segue fedelmente il racconto biblico e arricchisce la narrazione con i più famosi midrashim della tradizione rabbinica, che hanno la finalità di spiegare in modo semplice e divertente i grandi insegnamenti della Bibbia.Questo ultimo titolo della collana è dedicato alla figura di Ester. Orfana ebrea di umili origini, deportata in terra straniera, Ester vive a Susa, famosa città babilonese e sede invernale del re di Persia, nascondendo totalmente la sua vera identità. Per misteriosa disposizione di Dio e per circostanze favorevoli, all’improvviso Ester diventa regina. In un ruolo così influente riesce a salvare il suo popolo dal pericolo dello sterminio. Questa vittoria, ottenuta grazie all’intervento intelligente della regina Ester, è il cuore della festa ebraica di Purim, che significa «ribaltamento delle sorti».Come negli altri libri della collana, anche in questo al racconto seguono, nelle ultime pagine, curiosità, giochi e attività manuali con lo scopo di avvicinare concretamente i giovanissimi lettori ai personaggi e alle vicende raccontate.
Antonella Anghinoni, teologa biblica, docente di Antico Testamento all’Istituto Superiore di Scienze Religiose Santa Maria di monte Berico (VI), tiene conferenze per il vasto pubblico e ritiri spirituali per sacerdoti, religiosi e religiose in tutta Italia. Autrice e conduttrice del programma televisivo Nel nome delle madri che va in onda da ottobre 2010. Scrive rubriche di approfondimento biblico.
Alessandra Mantovani lavora nel campo dell’editoria come free lance, realizzando principalmente immagini per testi scolastici, riviste e libri pedagogici. Collabora con librerie e centri didattici per i laboratori per bambini che lei conduce a partire dai suoi libri.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

A Parabiago torna la corsa “regina”

Posted by fidest press agency su sabato, 10 marzo 2018

È in programma domenica 11 marzo la stracittadina “Parabiago Run”. Organizzata dal gruppo podistico Betti’s Grüp Run,con il sostegno della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate, propone una gara competitiva Fidal sui 10 km e una corsa non competitiva sui 5 oppure sui 10 km. In sole sette edizioni la Parabiago Run ha saputo ritagliarsi un posto di prim’ordine tra gli appassionati e non. L’anno scorso, nonostante il maltempo, oltre mille si sono presentati sotto lo striscione della partenza; nel 2016, con un tempo più clemente, gli iscritti sono stati 1.400, più della metà dei quali “competitivi”.
«La Parabiago Run è volutamente nata come manifestazione aperta a tutti: aperta a chi si muove tenendo sempre sotto controllo il cronometro, ma anche a chi semplicemente vuole misurarsi su un percorso più o meno breve, anche facendo una semplice camminata», spiega il presidente del Betti’s Grüp Run Giuseppe Moroni. «Una formula apprezzata che ci ha portato ad incrementare gli iscritti dai 550 della prima edizione fino a oltre mille promuovendo l’attività sportiva. A questo proposito, quest’anno avremo anche un nutrito gruppo di nordic walker. È anche l’unica gara di Parabiago omologata Fidal, fattore che ci ha permesso di intercettare i “competitivi”. Un ringraziamento particolare a tutte le realtà che ci hanno sostenuto e che hanno creduto in questa manifestazione ponendo le basi per il suo successo».Anche la settima edizione della Parabiago Run vede confermato il sostegno della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate. Una presenza «per riaffermare la nostra vicinanza al territorio attraverso una manifestazione che ha saputo crescere sempre più», osserva il presidente della banca di credito cooperativo Roberto Scazzosi. «Lo sport quando praticato in modo sano è un grande valore che deve essere sostenuto».Il programma prevede alle 8 il ritrovo dei partecipanti al centro sportivo Venegoni-Marazzini in via Carso a Parabiago; alle 9.30 la partenza. Sono previsti premi per i primi cinque uomini e le prime cinque donne delle classifica generale e per i primi tre di ogni categoria Fidal. Inoltre premi ai primi otto gruppi e al primo residente a Parabiago.
Il percorso si snoda su un circuito da 5 km, da ripetersi due volte per coloro che optano per i 10 km. Dal centro sportivo Venegoni-Marazzini, dopo un breve tratto di asfalto il percorso entra nel Parco del Roccolo per un passaggio di sterrato veloce e scorrevole. La gara prosegue poi interamente su asfalto per le vie della città, chiudendo il giro all’interno della pista di atletica del centro sportivo. L’arrivo è all’interno della pista.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Anniversario morte regina Elena del Montenegro

Posted by fidest press agency su sabato, 25 novembre 2017

regina elenaTorino Martedì 28 novembre alle 17 il Centro culturale Mario Pannunzio proporrà un ricordo della Regina Elena. L’appuntamento è a Palazzo Dal Pozzo della Cisterna, sede storica della Città Metropolitana di Torino e fino al 1940 residenza della famiglia Savoia Aosta. Il 28 novembre 1952 a Montpellier moriva all’età di 81 anni Elena del Montenegro, meglio nota come Elena di Savoia, in seguito al matrimonio con Vittorio Emanuele III. Nel sessantacinquesimo anniversario della scomparsa la penultima Regina d’Italia, sesta figlia di re Nicola I del Montenegro e madre di Umberto II, sarà ricordata a Palazzo Cisterna con un incontro promosso dal Centro Pannunzio in collaborazione con l’Associazione internazionale Regina Elena Onlus e con il Centro studi Principe Oddone. Di animo sensibile e pragmatico, la regina Elena si tenne sempre lontana dalle questioni politiche, ma il suo impegno in numerose iniziative caritative e assistenziali le assicurò simpatia e popolarità. Il matrimonio con Vittorio Emanuele III fu celebrato il 24 ottobre 1896 a Roma. La coppia ebbe cinque figli: Iolanda di Savoia (1901-1986), Mafalda di Savoia (1902-1944, deceduta in un campo di concentramento nazista), Umberto di Savoia (1904- 1983, ultimo Re d’Italia), Giovanna di Savoia (1907-2000) e Francesca di Savoia (1914-2001). Terminata la Seconda Guerra Mondiale, il 9 maggio del 1946 il Re Vittorio Emanuele III abdicò a favore del figlio Umberto, che aveva già nominato Luogotenente del Regno il 5 giugno 1944 al momento della liberazione di Roma dai nazifscisti. All’atto dell’abdicazione, Vittorio Emanuele III assunse il nome di Conte di Pollenzo e andò in esilio con Elena ad Alessandria d’Egitto. Elena rimase in Egitto fino alla morte del marito avvenuta il 28 dicembre 1947. Tre anni dopo si scoprì malata di cancro e si trasferì in Francia a Montpellier e nel novembre 1952 si sottopose a un difficile intervento chirurgico nella clinica di Saint Cóm dove morì il 28 novembre.In occasione dell’incontro di martedì 28 novembre alle 17 verrà inaugurata a Palazzo Cisterna la mostra “Sua Maestà Elena”, un racconto fatto di immagini dei soggiorni reali in Valle Gesso. L’allestimento sarà ospitato fino a venerdì 1° dicembre nella sede della Città metropolitana e sarà visitabile dalle 9 alle 18. La mostra trae spunto dal libro di Walter Cesana “I Savoia in Valle Gesso – Diario dei soggiorni reali e cronistoria del distretto delle Alpi Marittime dal 1855 al 1955” promosso dall’Ente di gestione Aree Protette delle Alpi Marittime ed edito dall’associazione Primalpe. (foto: regina elena)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Un tè con la Regina: Viaggio nel vintage per scoprire i segreti di un’icona moderna

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 ottobre 2016

ceramicheArezzo. Dal 12 novembre 2016 al 6 gennaio 2017 presso il Museo Nazionale del Collezionismo Storico – MUNACS di Arezzo, unico spazio espositivo italiano interamente dedicato al collezionismo, sarà possibile provare le sensazioni di un incontro ravvicinato con la Regina. Nelle sale del MUNACS sarà infatti presentata la straordinaria collezione pazientemente raccolta negli anni da Marina Minelli, giornalista e scrittrice con la passione per i royals, e in particolare per Elisabetta II e tutta la famiglia reale inglese; in mostra ci saranno oltre 200 pezzi fra mug, teiere, tazze e piatti commemorativi prodotti dalle grandi aziende del famoso distretto inglese delle ceramiche in occasione di eventi legati alla vita pubblica e privata della più longeva monarca britannica. “Gli inglesi – spiega Marina Minelli – guardano a questo simbolo vivente della loro storia e delle loro tradizioni con grande stima e un affetto cresciuto esponenzialmente nel corso degli anni. I memorabilia, o come li chiamano oltremanica, i commemoratives, sono uno degli elementi chiave di questa relazione. Mug e tazze favoriscono la condivisione popolare degli eventi legati alla monarchia perché attraverso di essi i sudditi possono simbolicamente prendere parte a una celebrazione e farla propria attraverso il rito inglese per eccellenza: l’afternoon tea”. Nessuna manifattura, dalla più prestigiosa alla più commerciale (per ceramiche1esempio Wedgwood, Spode, Burleigh, Royal Albert, Mason, Churchill, Royal Doulton, Aynsley), si è sottratta a questo rito che, se pur in modo più contenuto, continua tuttora: le nozze di William e Kate, il giubileo di Diamante, la nascita dei principini George e Charlotte e i novant’anni di The Queen hanno dato vita ad una nuova ondata di memorabilia davvero incantevoli. “I commemoratives legati alla famiglia reale – dice Marina Minelli – sono, in un certo senso, la versione politico-casalinga delle più celebri Bibliae Pauperum, ovvero disegni, dipinti, affreschi e sculture con cui la Chiesa cercava di indottrinare il volgo incapace di leggere e di scrivere. Così come si illustrano le Scritture per farle conoscere al popolo, deve aver pensato qualcuno, perché non usare lo stesso sistema per far rendere familiari i sovrani regnanti e gli eventi politici di maggiore rilievo? Ed ecco che, a partire dal XVII secolo, la nascente industria ceramica introduce tra i suoi decori anche ritratti di sovrani e celebrazioni di battaglie e altri eventi epocali. Da allora, tutti i sovrani britannici hanno avuto diritto alle loro memorabilia di ceramica, anche se è solo con Elisabetta II che la ceramiche2consuetudine è diventata un vero e proprio fenomeno di costume”. L’insolita collezione ripercorre la lunga vita di Elisabetta II, dall’incoronazione ai giubilei, passando attraverso matrimoni, compleanni e battesimi, in un percorso storico che parte dai tempi della regina Vittoria per arrivare fino ai nostri giorni. Oltre alle commemorative potteries verranno esposte anche cartoline postali d’epoca, giornali e riviste inglesi, francesi e italiane dagli anni Cinquanta del Novecento ad oggi. Inoltre, alcuni servizi particolari realizzati per l’incoronazione del 1953 e per il Silver Jubilee del 1977 saranno utilizzati per allestire tavoli da tè e da pranzo in perfetto stile vintage. “Volevamo rendere omaggio alla regina, che è uno dei personaggi cult della nostra epoca, e abbiamo deciso di farlo attraverso le ceramiche commemorative, vero e proprio tributo della nazione alla sua amatissima sovrana”, dice Alain Borghini, presidente dell’associazione culturale Collezionisti Storici Aretini e direttore del MUNACS. Un tè con la Regina La lunga e gloriosa vita di Elisabetta II attraverso le commemorative potteries, ovvero le ceramiche commemorative inglesi. (ceramiche)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Teatro: Perla, la Santa, la Regina, la Strega

Posted by fidest press agency su martedì, 27 ottobre 2015

perlaRoma (Testaccio) via Nicola Zabaglia 42 dal 27 ottobre all’8 novembre da martedì a sabato ore 20.45, domenica ore 18.00 Perla, la Santa, la Regina, la Strega è una trilogia che mette di fronte allo spettatore tre personaggi femminili, omicide “per istinto di sopravvivenza”. Si chiamano Perla, tutte e tre, nome che evoca la bellezza, la rarità, l’essere prezioso, ma che, contemporaneamente, richiama la resistenza di una materia forte, solida. Queste donne sfilano nell’aula di un tribunale, le troviamo a giudizio accusate di aver commesso un delitto. Hanno ucciso chi ha agito per impedire la realizzazione dei loro obiettivi, o meglio delle loro vocazioni: la realizzazione di loro stesse.
Ma il vero crimine, che si oppone loro, è di aver travalicato lo “specifico femminile”, di aver occupato una posizione di supremazia in feudi tradizionalmente maschili: l’amministrazione del rapporto con il trascendente, il potere politico, il sapere scientifico. Eppure nessuna di loro prova sensi di colpa (sentimento femminile per eccellenza).Al pubblico l’onere del giudizio.
L’allestimento dello spettacolo è itinerante, il pubblico si muove tra le sale del teatro guidato da figure oniriche. Lo spettacolo è sganciato da riferimenti spazio-temporali netti, per questa ragione il terzo monologo, più facilmente riconducibile a un contesto preciso, è scritto in una lingua di invenzione, una lingua onomatopeica e intuitiva. (foto: perla)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

A Palermo la regina delle singer italiane

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 febbraio 2011

Palermo 24 febbraio, al Ridotto dello Spasimo la vocalist ligure Tiziana Ghiglioni, vincitrice del Premio Tenco nel ’94, è alla Fondazione The Brass Group di Palermo. Dopo Cristina Zavalloni. Per l’occasione Tiziana Ghiglioni sarà accompagnata da Riccardo Randisi al piano, Giuseppe Costa al contrabbasso e Giampaolo Terranova alla batteria. Il concerto inizia alle 21.30, l’ingresso costa 8 €, il ridotto 5,00 € (Senior Card e Allievi Scuola Popolare di Musica) . Nei primi anni ’80 inizia la sua carriera di jazz vocalist e band leader ottenendo immediatamente l’attenzione di pubblico e critica grazie anche alle recensioni del giornalista e storico del jazz Arrigo Polillo che commenta molto positivamente sia le sue prime esibizioni pubbliche sia il suo primo disco, (“Lonely Woman” del 1981), inciso con alcuni giovani emergenti fra i quali Piero Leveratto e Luigi Bonafede. L’accoglienza del primo disco è tale che già nella seconda incisione (“Sounds of Love” del 1983) la cantante viene affiancata da musicisti di fama internazionale come Kenny Drew al pianoforte e Niels-Henning Ørsted Pedersen al contrabbasso. Negli anni successivi Tiziana Ghiglioni afferma il suo ruolo di spicco nel panorama del jazz italiano collaborando con alcuni dei più noti jazzisti nazionali (fra i quali Luca Flores, Enrico Pieranunzi, Paolo Fresu, Franco D’Andrea, Gianluigi Trovesi e Enrico Rava) e internazionali (tra cui Chet Baker, Steve Lacy, Mal Waldron, Paul Bley e Lee Konitz).Venerdì  25, dalle 15.00 alle 19.00, Tiziana Ghiglioni terrà una master class di canto che avrà luogo sempre presso il Complesso Monumentale dello Spasimo. (tiziana)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »