Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 344

Posts Tagged ‘regione lombardia’

Regione Lombardia: Respinta mozione richiesta danni a Formigoni

Posted by fidest press agency su sabato, 9 marzo 2019

Milano Il Consiglio regionale ha respinto la richiesta di trattazione urgente per la mozione a firma del Consigliere regionale del M5S Luigi Piccirillo che chiede che Regione Lombardia avanzi una richiesta autonoma di risarcimento danni in sede civile ex articolo 2043 all’ex Presidente della Lombardia Roberto Formigoni.
Luigi Piccirillo dichiara: “La nostra richiesta di urgenza è limpida quanto le responsabilità di Formigoni che è in carcere condannato in via definitiva per corruzione.
Rieccoci con la casta di centro destra e PD: per loro non c’è nessuna urgenza e volontà di chiedere danni in sede civile all’ex Presidente. È ovvio che hanno apprezzato il lavoro del Celeste ai danni dei lombardi e della sanità pubblica.
Che vergogna: questa regione è stata usata e calpestata da un politico e il suo ricordo tra queste quattro mura deve rimanere immacolato a tutti i costi. Ovviamente riproporremo la nostra richiesta: Formigoni ha trascinato la sanità lombarda nei tribunali, è un corrotto e deve risarcire i lombardi fino all’ultimo centesimo”. (Stefano Bolognini)

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cannabis terapeutica: “Regione Lombardia favorisca lo sviluppo delle coltivazioni”

Posted by fidest press agency su lunedì, 19 novembre 2018

Coinvolgere Regione Lombardia affinché diventi cabina di regia nella coltivazione di cannabis a scopo terapeutico. Lo chiede il consigliere regionale del Movimento Cinque Stelle Massimo De Rosa, il quale ha presentato una mozione che impegni la giunta in tal senso. “La coltivazione della cannabis a scopo terapeutico rappresenta un settore in via di sviluppo. Chiediamo alla giunta di impegnarsi affinché la Lombardia non solo resti al passo con l’innovazione, ma tracci le linee guida per la crescita di un settore attraverso il quale creare posti di lavoro e riqualificare allo stesso tempo aree dismesse del territorio” spiega De Rosa. Secondo il consigliere pentastellato infatti il ruolo di Regione Lombardia dovrebbe essere quello di individuare aree abbandonato o degradate, da riconvertire e riqualificare attraverso la coltivazione della cannabis a scopo terapeutico.La mozione presentata dal Movimento Cinque Stelle, spinge proprio in quest’ottica: “La nostra richiesta vuole impegnare la giunta ad individuare, all’interno del territorio e sotto la supervisione del Ministero competente, apposite aree all’interno delle quali autorizzare la coltivazione di cannabis a scopo terapeutico”. In questo modo le istituzioni avrebbero la possibilità di controllare la filiera già dalle primissime fasi, garantendo così un risparmio fin dall’acquisto dei terreni: “Risorse da reinvestire in servizi sociosanitari per i cittadini lombardi” conclude De Rosa.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Voto contrario del M5S Lombardia al bilancio regionale

Posted by fidest press agency su venerdì, 22 dicembre 2017

regione lombardiaPer Dario Violi, candidato presidente della Lombardia del M5S: “Le grandi promesse di Maroni nei bilanci della regione degli ultimi cinque anni non si sono mai viste.Ha incominciato la legislatura con l’obiettivo di trattenere il 75% di tasse in Lombardia, di far funzionare il trasporto pubblico, di azzerare il bollo auto, i ticket e le liste d’attesa nella sanità. Abbiamo ascoltato i proclami del Presidente sulla legalità. Diceva ‘nessun indagato in Giunta’ e oggi Maroni è indagato.Il centro-destra ha investito in Lombardia la maggior parte dei fondi in enormi infrastrutture che hanno massacrato territori a vocazione agricola come Brebemi che è semivuota o Pedemontana che non vedrà mai la fine. Si sono dimenticati i territori periferici, la montagna, la manutenzione ordinaria delle strade, le case popolari e il trasporto pubblico locale è al collasso.Oggi cittadini e imprese faticano ad arrivare a fine mese e la Lombardia non muove un dito.Il primo bilancio regionale era di 25 miliardi, quello che avete approvato oggi di 23: Maroni è andato in direzione opposta alle sue promesse ai lombardi. La richiesta di autonomia, unico risultato di questa amministrazione, la si deve al Movimento 5 Stelle.Il bilancio di Maroni è invotabile perchè certifica un enorme fallimento”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Monza: Far west tangenti nella Sanità lombarda

Posted by fidest press agency su lunedì, 18 settembre 2017

regione lombardiaMilano. “Dopo le tangenti sulle dentiere arrivano quelle sulle protesi ortopediche; sono anni che ripetiamo che non esistono controlli sufficienti nella Sanità Lombarda e che chiediamo una verifica a tappeto su anomalie arcinote. Siamo riusciti a inserire nella legge sull’evoluzione del sistema sanitario lombardo l’Agenzia dei controlli ma evidentemente un sistema di controlli efficaci a prevenire queste speculazioni indegne sulla pelle di malati indifesi non c’è. Maroni e la sua Giunta continuano a vantare un sistema eccellente che però fa acqua da molte parti, la direzione della struttura accreditata prende le distanze dai medici accusati ma intanto pare che a centinaia di pazienti siano state impiantate protesi di qualità scarsa pagate dal sistema sanitario pubblico. Altro che eccellenza, il sistema sanitario lombardo ha bisogno di intensificare i controlli e i dipendenti che denunciano fattacci del genere devono essere ascoltati dalle direzioni e tutelati”, così Paola Macchi e Dario Violi, consiglieri regionali del M5S Lombardia.
“Se le persone continuano a vedere che succedono fatti del genere non c’è poi da stupirsi che perdano fiducia anche in medici che lavorano coscienziosamente e onestamente, è quindi un dovere preciso della Regione prevedere i controlli rigorosi per evitare una perdita di credibilità dei medici e delle cure che vengono prestate. A pagarne le conseguenze sono sempre i cittadini che si vedono curati male, a costi maggiori e secondo interessi dei fornitori e dei medici corrotti che partecipano al giro di mazzette. Ancora una volta è grazie a un dipendente, e non all’agenzia regionale dei controlli di Maroni, che lo scandalo è emerso. Da questo punto di vista, oltre a chiedere controlli a tappeto nella Sanità Lombarda, chiederemo un rafforzamento delle tutele per i dipendenti di enti pubblici che denunciano queste porcate”, concludono i portavoce del M5S.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Inferno sui treni lombardi. M5S interroga Maroni: “TRENORD non rispetta il contratto di servizio!”

Posted by fidest press agency su martedì, 4 luglio 2017

regione lombardia“Il mese di giugno 2017 è stato un inferno per migliaia di pendolari tra soppressioni, ritardi infiniti e carrozze senza aria condizionata. E’ stata una disfatta epocale dove si è toccato il fondo con i passeggeri costretti a scendere dai treni sulla massicciata in piena campagna e a camminare a piedi sui binari fino alla stazione, proteste per l’assenza di refrigerazione nelle carrozze e tratte senza convogli per ore e ore. Non c’è una sola linea ferroviaria che si salvi!” Per il trasporto pubblico in Lombardia è allarme rosso e le responsabilità hanno nomi e cognomi, dato che in questa legislatura, ogni estate, si ripetono gli stessi errori da parte di TRENORD e la Giunta Maroni resta impassibile. E’ evidente che non c’è programmazione e non si provvede alle pre-manutenzioni estive”, così la consigliera regionale Iolanda Nanni, che ha depositato un’interrogazione (in allegato) alla Commissione regionale trasporti e chiesto un’audizione urgente dell’amministratore delegato di TRENORD e del Responsabile RFI e FerrovieNord per la rete infrastrutturale lombarda e dell’Assessore Sorte.
Le due azioni del M5S danno voce anche alle proteste delle decine di Comitati Pendolari che fioccano da settimane in Regione senza che nessuno si decida seriamente a dare risposte e intervenire con soluzioni rapide.
“E’ di oggi – prosegue Nanni – la dura lettera dei Rappresentanti dei Viaggiatori lombardi della Conferenza del TPL che protestano per i pesanti disagi e disservizi subiti. Ho tradotto le loro richieste in un’interrogazione in cui chiediamo l’applicazione delle penali del Contratto di Servizio a TRENORD che evidentemente non lo ha rispettato e interventi radicali per il miglioramento delle condizioni di viaggio degli utenti lombardi. L’Assessore Sorte, di Forza Italia, meriterebbe un monumento all’incapacità e all’inerzia. Del suo piano di investimenti straordinari annunciato a febbraio 2017 non c’è nemmeno l’ombra”, conclude Nanni.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ospedale di Mantova e la Regione Lombardia

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 febbraio 2017

ospedale-carlo-poma-mantova“L’Ospedale Carlo Poma di Mantova è un’eccellenza nazionale, gli operatori sanitari a contatto con il paziente a tutti i livelli stanno facendo un ottimo lavoro nonostante i tagli sconsiderati e la mancanza di concorsi infermieristici e per stabilizzare i medici. Questo lo ripetiamo anche oggi perché immaginiamo che qualcuno stia pensando alla serenità degli operatori e dei pazienti, minata dall’attenzione mediatica” lo dichiara Alberto Zolezzi, parlamentare M5S mantovano insieme ai colleghi pentastellati della Commissione Sanità e Affari Sociali. “Sono passati oltre 9 mesi dalla pubblicazione della nostra interrogazione nel luglio 2016 che intendeva fare chiarezza su una importante questione sanitaria, l’appropriatezza delle cure. Il Ministro della salute Lorenzin con la risposta al nostro question time in Aula e il suo Ministero con la nota del 10 febbraio, hanno confermato che la chemioterapia intrarteriosa locoregionale non è una terapia secondo linee guida, e che non esistono neppure sperimentazioni in atto. Se il Primario dell’Oncologia di Mantova Cantore avesse voluto avviare una sperimentazione sarebbe tutt’altra questione, anche per il livello di informazione dovuto ai pazienti e ai loro parenti” proseguono Zolezzi e membri M5S Commissione Sanità.”L’assessore alla sanità lombarda Gallera due giorni fa ha tentato di sviare il discorso parlando di altre terapie non oggetto del question time né della segnalazione aziendale da parte di due oncologhe del Poma – continua Zolezzi – Gallera ha parlato di chemioembolizzazione, somministrazione di farmaci e chiusura dei vasi che in taluni casi e organi è inserita in linee guida, le segnalazioni sull’inappropiatezza hanno riguardato la somministrazione intrarteriosa di chemioterapici praticata presso l’oncologia dell’ospedale “Poma” di Mantova. Queste notizie sono sulla stampa dal settembre scorso”.
“Gallera ha dimostrato di non essere adeguato al suo ruolo, dato confermato dall’essere indispettito perché dopo un’ispezione ministeriale (settembre 2016) che non si era concentrata sugli aspetti clinici, ora viene fatta un po’ di chiarezza. È un Assessore, ha la responsabilità piena sul settore salute in Regione Lombardia (18 miliardi di euro di fatturato), in particolare sugli aspetti economici e di programmazione. Il Ministro Lorenzin ha fatto finalmente la sua parte sugli aspetti scientifici, lui cosa aspetta?” continuano gli esponenti M5S.”Dobbiamo pensare che non sia in grado di controllare la sicurezza e l’appropriatezza delle cure per i pazienti? C’è per caso dietro qualche aspetto economico? Ricordiamo che per via intrarteriosa possono essere somministrati farmaci poco costosi e si ottiene un rimborso importante per la prestazione interventistica. Non è che ormai un primario è schiavo dei DRG? Cosa state creando a livello regionale e nazionale? Come possono i pazienti mantenere la fiducia in questo sistema?” continua Zolezzi.”Nella Lombardia di Maroni la sanità (il principale settore) ha visto indagini per tangenti nel settore dialisi (Assessore Mario Mantovani, che dopo l’arresto non ha rinunciato al posto da Consigliere regionale), tangenti nel settore odontoiatrico (arresto e condanna del Presidente della Commissione sanità Fabio Rizzi), Rizzi è estensore della Riforma sanitaria privatistica, ma i pazienti devono avere fiducia! Ora la gestione dei tumori in cui Gallera non sta dimostrando adeguatezza, ricordiamo l’audit regionale sull’ospedale di Mantova coordinato dal Prof. De Braud. L’anno prossimo introduciamo il “malus” per gli alti dirigenti sanitari, non avete fatto il vostro lavoro a partire dal Direttore Sanitario per passare a direzioni regionali e assessorati? Altro che bonus, vi paghiamo di meno, Maroni via, sei inappropriato!” concludono Zolezzi e i parlamentari M5S.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nanni (M5S Lombardia): bilancio di Maroni invotabile. Le proposte del M5S

Posted by fidest press agency su martedì, 20 dicembre 2016

regione lombardia“E’ dal nostro insediamento in Regione Lombardia che chiediamo una serie di tagli alla spesa regionale con l’eliminazione delle voci improduttive come alcune voci di spesa relative al funzionamento, comunicazione, consulenze e staff della macchina regionale, oltre a quelle relative ad alcune società partecipate. Inoltre, chiediamo una revisione complessiva della programmazione degli investimenti orientata ad aiutare le PMI e alla crescita economico produttiva della Lombardia. Purtroppo è mancata la volontà politica da parte della maggioranza di operare un intervento deciso ed il quadro va peggiorando. Ancora una volta voteremo contro questo bilancio.
“Il M5S ha depositato numerosi, tra ordini del giorno e emendamenti, per migliorare il testo della legge di bilancio che andrà al voto tra domani e dopodomani (20-21 dicembre). Tra gli emendamenti, nell’ottica della razionalizzazione della spesa il M5S Lombardia chiede la cancellazione delle risorse per Pedemontana, la soppressione di enti giudicati inutili come Explora e Navigli Lombardi S.c.a.r.l., e la cancellazione di iniziative istituzionali come la Carle, la Conferenza delle assemblee legislative regionali, che fin qui non hanno prodotto risultati tangibili.
Grande attenzione del Movimento 5 Stelle per la tutela dei beni pubblici con la richiesta di fondi per la ristrutturazione degli edifici scolastici, per l’investimento nella riqualifica del patrimonio pubblico e beni monumentali, nonché l’investimento in opere di mobilità dolce e il rimpinguamento di risorse per il Trasporto Pubblico Locale, oggi alla canna del gas, risorse per riattivare linee ferroviarie dismesse ad uso dei pendolari. M5S chiede anche un cambio di passo nelle politiche di tutela dell’ambiente con più fondi per il monitoraggio di acque, aria a terreni e per le bonifiche dei terreni inquinati da fanghi. Ben dieci emendamenti chiedono alla Giunta regionale di investire risorse per lo sviluppo e la valorizzazione dei territori montani.
Con gli ordini del giorno il M5S interviene su politiche regionali di ampio respiro e sulle promesse disattese dalla Giunta guidata dal Presidente Roberto Maroni. Tra le sollecitazioni, per esempio, la richiesta di abolizione dei ticket sanitari, fondi per il diritto allo studio (dote scuola), misure per la riduzione degli inquinanti nell’aria, fondi per gli alloggi di edilizia popolare, garanzie per i punti nascita e fondi per le politiche anticorruzione, per le vittime della criminalità e per la diffusione della cultura della legalità.”, così Iolanda Nanni, capogruppo M5S in Regione Lombardia, sulle sedute di bilancio che si tengono a partire da oggi.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Gli slides della Regione Lombardia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 dicembre 2016

regione lombardia“La situazione di stallo del Consiglio Regionale è perfettamente speculare a quella dell’esecutivo. La Giunta Maroni, infatti, in perfetto stile renziano, non fa altro che sfornare slides, come il Patto per la Lombardia, che illustrano interventi solo sulla carta, per i quali però non si trovano risorse e che quindi sono destinati a rimanere lettera morta. Ad oggi infatti, nessuno dei provvedimenti della Giunta Maroni è stata ancora attuato, né vengono adottati dalla Giunta quei provvedimenti necessari a dare concretezza agli slogan dispersi ai quattro venti. Non è bastato l’esito del referendum sulle riforme costituzionali, per far capire a questa classe politica di governo che i cittadini vogliono azioni concrete, coerenza alla linea di programma sventolata in campagna elettorale, vogliono che dalle parole si passi ai fatti. Innescare il “pilota automatico”, prolungando la lenta agonia di questa Giunta Maroni, non li salverà dall’inevitabile responso dei cittadini lombardi, che – ci auguriamo – si pronuncino anche in Lombardia per un governo 5 stelle. Noi siamo pronti, e con la concretezza che contraddistingue il M5S, sapremo interpretare le istanze dei lombardi e farcene portavoce, come già stiamo facendo dall’opposizione.” così Iolanda Nanni, capogruppo M5S in Regione Lombardia. (Stefano Bolognini)

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Regione Lombardia: Iolanda Nanni nuovo capogruppo del M5S

Posted by fidest press agency su venerdì, 4 novembre 2016

regione lombardiaE’ la consigliera regionale Iolanda Nanni il nuovo capogruppo del Movimento 5 Stelle Lombardia. Nanni succede al portavoce Gianmarco Corbetta. L’avvicendamento, come per i portavoce del Movimento 5 Stelle della Camera e del Senato, vuole essere un segnale contro la personalizzazione e la professionalizzazione della politica.
Iolanda Nanni è membro delle Commissioni regionali Territorio e Infrastrutture, Affari Istituzionali e del Comitato Paritetico di Controllo e Valutazione. Ha fondato nel 2009 il Coordinamento Provinciale Pendolari Pavesi, è stata anche membro attivo del Comitato Salute e Ambiente della Bassa Pavese e del Comitato Antinucleare della Provincia di Pavia. Collabora da anni con le Associazioni LGBT del territorio pavese sui temi delle pari opportunità. E’ anche membro di Pavialeaks che, su iniziativa del M5S Pavia, nel 2010 a seguito dell’inchiesta giudiziaria “Infinito” ha attivato a Pavia una serie di eventi di informazione sui temi della ‘ndrangheta.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

M5S Lombardia: Pedemontana

Posted by fidest press agency su sabato, 30 luglio 2016

“Con Di Pietro a Pedemontana non cambia nulla, i problemi nel proseguimento dell’opera, fortunatamente, restano tutti. Sarmi era stato scelto per trovare finanziatori privati internazionali e ha fallito. Con Tonino Maroni tenta l’ultima mossa disperata: aggraziarsi il governo centrale per ottenere altri fondi pubblici ma anche questa strada fallirà miseramente. Quello che preoccupa è l’ostinazione di Maroni nel negare l’evidenza, regione lombardiae cioè che Pedemontana è un’opera fallimentare.
Maroni ha ammesso “diversi problemi” e la necessità di una “maggiore trasparenza” sullo sviluppo di Pedemontana. Finalmente dopo anni di “va tutto bene”, il governatore comincia a fare i conti con la dura realtà dei fatti. Cominci a spiegare ai cittadini “con maggiore trasparenza” quali sono i “diversi problemi” di Pedemontana. Così tutti si renderanno conto che non basta un cambio di presidenza per salvare un’opera devastante e condannata da una profonda crisi finanziaria”, così Gianmarco Corbetta, capogruppo del M5S Lombardia, commenta le dichiarazioni di Maroni e Di Pietro su Pedemontana.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Attività di lobbying e legge regionale

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 luglio 2016

regione lombardiaIl Consiglio regionale della Lombardia ha approvato un progetto di legge sulla trasparenza dell’attività di lobbying. Il M5S ha votato contro il provvedimento perché ritenuto inefficace nel raggiungimento degli obiettivi che annuncia.Per Eugenio Casalino, portavoce del M5S Lombardia: “Questa legge regolamenta le attività di lobbying limitatamente al solo Consiglio regionale e solo per le attività di rappresentanza che si svolgono all’interno della sede. E’ davvero troppo poco nell’ottica della realizzazione della piena trasparenza dei processi decisionali e amministrativi. Il provvedimento è anche molto squilibrato; impone infatti doveri di trasparenza alle rappresentanze più deboli lasciando svincolati i poteri forti. Per assurdo la micro associazione di cittadini sarà obbligata alla trasparenza mentre la grande associazione delle banche no. Il problema del lobbying rimane assolutamente aperto e sottovalutato in Lombardia e questa legge risulterà sostanzialmente inutile. E’ un peccato, il Consiglio regionale ha perso l’ennesima occasione per attuare una vera rivoluzione delle dell’amministrazione pubblica all’insegna della trasparenza che è fondamento del progetto politico 5 Stelle per la rinascita del Paese”.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Restitution Day. M5S Lombardia restituisce 1 milione di euro ai lombardi

Posted by fidest press agency su giovedì, 2 giugno 2016

porta nuova milanoAnche per quest’anno i consiglieri regionali lombardi del MoVimento 5 Stelle hanno mantenuto la parola data agli elettori in campagna elettorale e si sono tagliati stipendi e diarie. Raggiunge così il milione di euro la somma restituita alle casse della Regione e versata nei fondi di sostegno alle piccole e medie imprese in Lombardia. Questa cifra si aggiunge agli oltre 2 milioni di euro di rimborsi elettorali non richiesti dal Movimento alle elezioni regionali del 2013.
Per Gianmarco Corbetta, capogruppo del M5S Lombardia: “Altro che i tagli di Maroni e Cattaneo. In tre anni abbiamo restituito al sistema economico regionale e alle piccole e medie imprese un milione di euro. Non esistono precedenti in questo senso nella storia della Lombardia segnata da una casta di politici arraffoni. I veri tagli dei costi della politica si possono fare subito se solo i consiglieri regionali, che guadagnano quasi 9 mila euro al mese, si riducessero lo stipendio come abbiamo fatto noi. Se tutti i consiglieri lombardi seguissero il nostro esempio, rendicontando puntualmente anche le spese, si potrebbero risparmiare oltre 15 milioni di euro nell’arco di una legislatura. Sono soldi pubblici che aiuterebbero a implementare politiche concrete contro la disoccupazione e a sostegno dei tanti piccoli imprenditori, commercianti e artigiani in Lombardia che vivono momenti di grande difficoltà.Sia il civismo di Ambrosoli, che la presunta buona politica del PD, che le scope di Maroni si sciolgono come neve al sole di fronte alla prospettiva di un gesto tanto semplice quanto concreto: tagliarsi lo stipendio per rendere la propria classe politica realmente più vicina ai cittadini, non solo a chiacchiere. Per il M5S la politica non è un lavoro per arricchirsi ma è un servizio ai cittadini, e lo dimostriamo con i fatti. Abbiamo invitato più volte gli altri gruppi politici a tagliarsi lo stipendio; la risposta? Non pervenuta”.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

M5S: Audizione sul Post Expo surreale: nessun piano economico, progetti riduttivi ed evanescenti

Posted by fidest press agency su lunedì, 25 aprile 2016

expo-2015-milanoMilano Regione Lombardia. In Commissione regionale Attività produttive e occupazione si è tenuta un’audizione con l’Assessore al Post-EXPO. Nella relazione presentata dall’Assessore, incentrata in particolare sull’Atto integrativo all’Accordo di Programma Expo, sulla Programmazione Fast Post Expo, sul Progetto della Fondazione La Triennale di Milano e sullo Human Technopole (Campus Universitario e progetto IBM), si elencano una serie di progetti e iniziative evanescenti (orti botanici, campi sportivi, summer school, gite scolastiche, etc) l’Assessore non ha fronito nessuna risposta in merito alle questione relative all’impatto che i progetti avranno su produzione e occupazione, a fronte del grande investimento già effettuato da Regione Lombardia.
Per Stefano Buffagni, portavoce del M5S e membro della Commissione, “l’Assessore nasconde il vuoto totale della programmazione di questa giunta sul dopo Expo dietro un elenco di iniziative ipotetiche ma non ci è dato sapere, a fronte di 79 milioni investiti di cui 50 coperti da Regione Lombardia, quale sia il piano economico e le ricadute occupazionali né come e dove sono state stanziate queste ingenti risorse. L’assessore è venuta in Commissione a venderci la solita fuffa tralasciano ogni aspetto realmente importante per la cittadinanza”.
“Calendarizzare quest’audizione in Commissione produttive è stata una mossa strategica per evitare di affrontare i tempi più scottanti come quello delle bonifiche e dell’agibilità dei terreni” – dichiara invece la portavoce Silvana Carcano. “Come pretende la Brianza di costruire un campus universitario sull’area se i terreni sono ancora classificati in tabella B, quindi non edificabili? E come può pensare di considerare tra le legacy di Expo la realizzazione di una messa in sicurezza per una falda acquifera inquinatissima? Siamo al paradosso più totale. Aggiungo che le modifiche integrative all’Atto servono per rinnovare e prorogare bandi in maniera indefinita, come solo noi italiani possiamo fare. Tra le tante domande a cui NON ha risposto l’assessore Brianza ce n’è poi una che mi sta a cuore: dov’è il bando per la ristorazione che partirà dal 25 maggio? noi non troviamo traccia in nessun sito istituzionale!”

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »