Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 348

Posts Tagged ‘regista’

“The man who sold his skin” della regista tunisina Kaouther Ben Hania in concorso a Venezia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 settembre 2020

Venezia. Si chiama Kaouther Ben Hania è tunisina e pluripremiata la regista di “The man who sold his skin” (l’uomo che vendette la sua pelle) uno dei film in concorso a Orizzonti, Concorso internazionale dedicato a film rappresentativi di nuove tendenze estetiche ed espressive del cinema mondiale nella 77esima edizione della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica della Biennale di Venezia.Nel cast del film anche Monica BellucciIl film narra la storia di Sam Ali, giovane siriano sensibile e impulsivo, in fuga dalla guerra che, per poter arrivare in Europa e vivere con l’amore della sua vita, accetta di farsi tatuare la schiena da un artista contemporaneo intrigante e sulfureo. Ma trasformare il proprio corpo in una prestigiosa opera d’arte significa davvero acquisire la libertà?“Il progetto è nato dall’incontro di due mondi” così lo spiega la regista “Il mondo dell’arte contemporanea, e in particolare l’opera dell’artista belga Wim Delvoye (Tim, 2006), e il mondo dei rifugiati politici, in particolare i rifugiati siriani che devono combattere con documenti e permessi di soggiorno. Mi sono chiesta: ‘Cosa accadrebbe se…un artista famoso offrisse a un rifugiato di diventare una sua opera per ottenere la libertà di movimento?’. Il film è anche una storia d’amore in cui il protagonista, separato dalla donna che ama, perde la dignità – e la pelle – per cercare di raggiungerla. E ancora, cosa significa essere liberi quando il gioco è truccato, quando non si ha la possibilità di scegliere? The Man Who Sold His Skin è un’allegoria sulla libertà personale in un sistema iniquo e tratta l’ampio spettro di significati legati ai problemi del nostro mondo reale.”Nel cast internazionale Yahya Mahayni, che interpreta il protagonista Sam Ali, Dea Liane, che aveva già collaborato in passato con la regista e anche Monica Bellucci che interpreta Soraya, una donna dal carattere altero, sicuro di sé e con un lato snob. Il film è una produzione alla quale hanno cooperato Tunisia, Francia, Belgio, Germania, Svezia.
La regista Kaouther Ben Hania è già nota al panorama cinematografico, sono infatti già usciti “Beauty and the Dogs”, presentato in anteprima alla selezione ufficiale del Festival di Cannes “Un Certain Regard” nel 2017; “Challat of Tunis”, il suo primo lungometraggio, ha aperto la sezione ACID al Festival di Cannes 2014 e “Zaineb hates the Snow” è stato presentato in anteprima al Locarno Film Festival 2016 e ha vinto diversi premi.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Addio a Franco Zeffirelli: regista della bellezza, grande artista e libero pensatore

Posted by fidest press agency su sabato, 15 giugno 2019

Zeffirelli sfidó l’egemonia culturale della sinistra e del politicamente corretto, da posizioni liberali e solidamente anticomuniste, insegnando proprio alla sinistra intellettuale come fare cinema, teatro e lirica.Fu un uomo non dedito ai compromessi. Mancherá al panorama culturale italiano e internazionale.” È quanto dichiara Federico Mollicone, deputato di Fratelli d’Italia capogruppo in commissione Cultura.
E di lui scrive Giorgia Melone su Twitter: “Addio a Franco Zeffirelli, artista visionario e genio italiano. Con lui perdiamo uno straordinario regista che ha reso grande il cinema italiano. Continueremo ad emozionarci e a ricordarlo attraverso i suoi film. Grazie maestro”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuova creazione scenica del regista Carlo Cerciello

Posted by fidest press agency su lunedì, 14 gennaio 2019

Napoli giovedì 17 gennaio 2019 alle ore 21.00 (in replica fino a domenica 3 febbraio inizio spettacoli ore 21.00 (da giovedì a sabato), ore 18.00 (domenica), negli spazi del Teatro Elicantropo di Napoli Vico Gerolomini, 3, su Audizioni, la nuova creazione scenica del regista Carlo Cerciello liberamente ispirata ai testi di Gloria Calderon Kellet, che vedrà interpreti Mariachiara Falcone, Fabiana Fazio, Ianua Coeli Linhart, Cecilia Lupoli, Sefora Russo.Presentata da Anonima Romanzi Teatro Elicantropo ed ElleDiEffe, Audizioni è un rappresentazione irrequieta, complessa, ma profondamente autoironica dell’universo femminile, attraverso i ritratti di donne apparentemente diverse tra loro, ma fortemente accomunate dal fatto di sentirsi incomprese.Sono protagoniste di un disagio esistenziale, che talvolta le contrappone e talvolta le rende schiave del giudizio e del pregiudizio, non solo nei confronti del maschio, temuto, desiderato, conquistato o respinto, ma anche, e soprattutto, delle donne stesse.Allora Dio, in sembianze femminili, scende sulla terra per ascoltare le lamentele, i bisogni, i desideri delle donne, affidando l’interpretazione alle sue assistenti, alla maniera di una perfetta showgirl, e utilizzando le regole dell’attuale società dello spettacolo, che andrà avanti, sempre e comunque, fino alla fine.John Gray scriveva, negli anni ’90, che gli uomini vengono da Marte e le donne da Venere. Ma oggi è ancora vero? Dove sono finite le istanze femministe degli anni ’70? E il “pianeta donna” è davvero così diverso dal pianeta uomo? Nel “blob” socio culturale contemporaneo, dove tutto è spettacolo, dove il contrasto tra la reale sofferenza dell’umanità e la patinata apparenza dell’opulento consumismo occidentale e occidentalizzante immerge ogni valore, aspirazione, concetto, sessualità, relazione, sentimento, passione, fede, nella nebbia del paradosso, tanto gli uomini che le donne appaiono confusamente simili e nevrotici.Audizioni disegna, così, diciassette ritratti di donne apparentemente diverse tra loro, ma fortemente accomunate da una nevrosi collettiva, dovuta alla generale sovraesposizione dell’immagine femminile.Sempre più svuotata del contenuto, e in senso meta teatrale, si crea l’occasione per affidare i diciassette personaggi femminili all’interpretazione di cinque giovani attrici, formate e perfezionate professionalmente presso il Laboratorio Teatrale Permanente del Teatro Elicantropo di Napoli. L’allestimento scenico di Audizioni è a cura di Andrea Iacopino, il trucco di Vincenzo Cucchiara, coadiuvato dall’aiuto regia di Cinzia Cordella e l’assistenza alla regia di Elisa Buttà.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Rueda de prensa con Romeo Castellucci

Posted by fidest press agency su sabato, 8 ottobre 2016

romeo_castellucci-2

Madrid JUEVES 13 DE OCTUBRE, 10.30 HORAS TEATROS DEL CANAL DE LA COMUNIDAD DE MADRID (Calle Cea Bermúdez, 1)Una vez más, el gran maestro del teatro contemporáneo europeo Romeo Castellucci cuestiona la figura de Dios a través del arte. Y reinventa el mundo, presentando una ráfaga de imágenes increíbles que trasladan al público desde el hiperrealismo más contemporáneo hasta un ancestral mundo imaginario. Go Down, Moses es una pieza profundamente poderosa que, a través de imágenes y sonidos viscerales, muestra una radical transfiguración de la historia de Moisés. Oscura, profunda y divisoria, Go Down, Moses supone una honda meditación sobre la mente humana a cargo de la compañía de teatro más radical de Italia, sobre la que planean todo tipo de incertidumbres y dudas existenciales. El público no verá una versión actualizada del Éxodo, sino que la figura y la historia de Moisés se abordan, sobre todo, desde un nivel abstracto.
Castellucci regresa este otoño a Madrid tras el éxito de Moisés y Aaron, ópera que, bajo su dirección escénica, fue estrenada con gran revuelo en el Teatro Real el pasado mayo. En el Festival de Otoño a Primavera presentó también, entre aplausos y controversia, On the Concept of the Face, Regarding the Son of God en el año 2011. El estreno absoluto de Go Down, Moses tuvo lugar Théâtre Vidy-Lausanne el 25 de octubre de 2014 y, desde entonces, ha podido verse en algunos de los más prestigiosos escenarios y festivales de todo el mundo. (foto: romeo castellucci)

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Antonio Giuliani One Man Show…On Tour

Posted by fidest press agency su mercoledì, 13 luglio 2011

Roma dal 13 al 18 luglio Via di San Gregorio – Parco del Celio “All’Ombra del Colosseo”, Biglietto: platea numerata 18 Euro – posto non numerato 13,50 Euroospita Antonio Giuliani con lo spettacolo “One Man Show…On Tour”. Non una singola serata ma una settimana continua come nella migliore tradizione teatrale. Dopo essere stato protagonista sui palcoscenici più rappresentativi appartenenti al panorama teatrale, Antonio Giuliani, il regista, l’autore, il mattatore, per festeggiare i suoi vent’anni di carriera, torna al suo vecchio amore, al monologo puro, ai ritmi incalzanti, un One Man Show durante il quale ripercorreremo sia visivamente che in musica, le tappe fondamentali di una carriera vasta e straordinaria. Anni fatti d’incontri, cambiamenti, amori e una romanità espressa sempre con fierezza fin dagli inizi e che mai è scaduta nella volgarità, grazie alla quale ha consolidato nel tempo un legame sempre più forte e duraturo con la gente. Sarà questo un appuntamento per celebrare insieme i due decenni trascorsi, anni nei quali è mutata la città e i romani stessi, dove la crescita sia dell’artista che dell’uomo rappresenterà un punto centrale. http://www.allombradelcolosseo.it

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Trionfa il regista Luca Prudente

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 giugno 2010

Al “The Sims Machinima Film Festival” trionfa Luca Prudente con il cortometraggio “Someone to kill” realizzato con l’innovativa tecnica cinematografica che utilizza il motore grafico dei videogame Ritmo coinvolgente, dettato da repentini cambi di scena e da un’ambientazione accattivante, con una regia e una sceneggiatura degna del miglior cinema contemporaneo. Questo ha permesso a Luca Prudente di aggiudicarsi il primo premio all’interno del “The Sims Machinima Film Festival”, la kermesse internazionale sul mondo dei machinima che si e’ tenuta ieri a Milano per celebrare il 10° anniversario di The Sims. Un vero e proprio successo per il giovane 22enne di Senago (Milano), che con il suo “Someone to kill” ha sbaragliato una concorrenza agguerritissima di machinima italiani, ottenendo un consenso pressoché unanime da parte della giuria dell’Italian Machinima Academy. Protagonista del corto vincitore, premiato con un fantastico viaggio presso gli Studios EA di Rewood Shores in California, e’ una ragazza impaurita, alla disperata ricerca della salvezza dal suo persecutore. La musica incalza e trasmette il perfetto pathos delle scene: ma, a sorpresa, dopo aver attraversato scenari metropolitani e un terrificante cimitero, scopriremo che sara’ proprio la ragazza a trasformarsi in assassina. Un finale a sorpresa degno del miglior regista, che ha saputo conquistare i membri della giuria ma anche il pubblico presente in sala. Piazzamento d’onore invece per Matteo Bonvicino, torinese classe ’81, che e’ arrivato ad un passo dal primo gradino del podio con il suo esilerante cortometraggio “Come fu”. Sfruttando appieno le potenzialita’ di The Sims 3, il filmato ripercorre le orme di un indimenticabile sketch di Jerry Lewis, ma sostituisce alla macchina da scrivere il personal computer in una creazione all’unisono della casa virtuale e del proprio Sim. A lui un Apple MacBook come riconoscimento per l’impegno e la creativita’.  A riprova dell’altissima percentuale di donne tra gli appassionati della saga di “The Sims”, ecco che la 28enne Cristina Donati si aggiudica il terzo posto con “Upgrade Yourself”. La storia vede come protagonista uno sprovveduto Sim che, per riuscire a far colpo sull’amata, elabora tre robot in grado di evolverlo al terzo livello del videogame piu’ venduto al mondo, cosi’ da poter preparare una gustosa cena per inebriare i sensi e far sbocciare l’amore. La sua passione e’ stata premiata con il nuovo gioiello di casa Apple, il mitico iPad.(1,2,3 jpg)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Lo sguardo di Pasolini

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 novembre 2009

pasoliniBologna fino al 28/11/2009 Cinema Lumie’re – Sala Officinema/Mastroianni (via Azzo Gardino, 65/b) La Cineteca di Bologna, l’Associazione ‘Fondo Pier Paolo Pasolini’ e il Dipartimento di Italianistica della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Bologna, con la preziosa collaborazione del Centro Studi Pier Paolo Pasolini di Casarsa, del FAI e di Teche Rai, organizzano un ciclo di iniziative (proiezioni, incontri, convegni) dal titolo Lo sguardo di Pasolini. Italia, Poesia, Arte, televisione, dove verranno messe a confronto molte voci e testimonianze sull’opera del poeta-regista e verranno proposti alcuni documenti audiovisivi, rari e inediti, di Pasolini.  La critica della modernità di Pier Paolo Pasolini, la sua visione di una società omologata dal consumismo, continua ad essere sempre più drammaticamente attuale. La televisione, secondo Pasolini, ‘non e’ soltanto un luogo attraverso cui passano i messaggi, ma e’ un centro elaboratore di messaggi. È il luogo dove si fa concreta una mentalità che altrimenti non si saprebbe dove collocare. È attraverso lo spirito della televisione che si manifesta in concreto lo spirito del nuovo potere’.  Nel corso degli incontri e delle proiezioni si evidenzierà anche che Pasolini non rifiuto’ mai aprioristicamente la televisione, anzi immagino’ e realizzo’ alcuni film destinati proprio ai teleschermi e partecipo’ a vari programmi televisivi. Fra le utopie pasoliniane esisteva infatti l’idea di una televisione diversa, perche’, come affermo’ egli stesso, ‘non sostengo affatto che tali mezzi siano in se’ negativi: sono anzi d’accordo che potrebbero costituire un grande strumento di progresso culturale; ma finora sono stati, cosi’ come li hanno usati, un mezzo di spaventoso regresso, di sviluppo appunto senza progresso, di genocidio culturale per due terzi almeno degli italiani’. (pasolini)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Moore indignato per il “momento” italiano

Posted by fidest press agency su martedì, 8 settembre 2009

“Conosciamo bene il problema che abbiamo in casa e ahimè è trascorso solo poco più di un anno di legislatura”. Con queste parole il vicepresidente dell’Italia dei Diritti Roberto Soldà commenta le dichiarazioni rilasciate dal noto regista di contestazione americano Michael Moore, preso d’assalto dai giornalisti in occasione della prima del suo nuovo film ” Capitalism: a love story” presentato al Festival di Venezia. La celebrità non ha tradito il suo stile, esprimendo chiaramente quanta amarezza provasse nel ritrovare un’Italia ridotta in queste condizioni e chiedendo i motivi per cui un personaggio come Silvio Berlusconi potesse esser stato considerato idoneo dalla maggior parte degli italiani, ad occupare una poltrona del genere. Il vicepresidente aggiunge :”Oramai lo stato di allarme del nostro Paese travalica perfino dai nostri confini. Siamo consapevoli di ciò che passeremo per i prossimi 4 anni anche se spero in scossoni e ripensamenti da parte di tutti coloro che hanno dato il proprio voto all’attuale Premier. “Una soluzione immediata- prosegue Soldà – è poco realizzabile, basti solo pensare alle disastrose condizioni nelle quali stenta l’informazione in Italia continuamente tartassata da ruvide manovre di ridimensionamento”. L’esponente del movimento guidato da Antonello De Pierro conclude: ” Auspico nonostante tutto che il tempo di reazione del popolo sia prossimo ad un intesa comune”.

Posted in Confronti/Your and my opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Una serata di cinema

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 agosto 2009

Deliceto 24 agosto, con inizio alle ore 21, in piazzale Belvedere Il cinema di Foggia sbarca a Deliceto nell’ambito del cartellone di Appennino Art’infest, proponendo una serata in piazza nel corso della quale si terrà anche un’anteprima e verranno presentate alcune interessanti novità. Tra le novità più ghiotte, il recentissimo video che Francesco Colangelo, regista e sceneggiatore originario di Bovino, ha dedicato al suo paese natale: “Bovino 8 mm – Aprile 1972” che è un originale montaggio di materiali su pellicola su testi di Gabriele Consiglio, Antonio Manuppelli e Gioacchino Colangelo. Sempre di Colangelo, che è tra i più talentuosi giovani cineasti italiani,verrà presentata una delle opere più significative: “Il male assoluto” girato a Peschici. L’anteprima riguarda invece la proiezione de “Vite Riflesse” di Vincenzo Siesto, nell’interpretazione di Carla De Girolamo, Vito De Girolamo, Lorenzo Paoletta. Il cortometraggio racconta la storia di Aisha, che, non contenta del colore della sua pelle, decide di sottoporsi ad un esperimento di genetica. Ben presto, però, la ragazza si rende conto che cambiare razza non cambia la sua vita. Terzo autore ospite della serata delicetana Adriano Santoro, di cui verranno proposti i back stage realizzati in occasione delle due ultime edizioni del festival foggiano, ed alcuni originali esperimenti di video arte. Colangelo e Santoro sono stati selezionati dalla direzione artistica del Festival del Cinema di Foggia per il recente e riuscito gemellaggio con il Festival del Cinema Indipendente di Rimini.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Daniel Rojas Chaigneau: Ripartenza da Rapa Nuj

Posted by fidest press agency su lunedì, 6 luglio 2009

Jonas Avana è di Chillán, ha diciannove anni, ha da poco finito il liceo. Timido e riservato, chiede ai genitori di aiutarlo nel suo desiderio di trasferirsi a Santiago. La decisione è presa, il desiderio di scoprire nuovi orizzonti è fortissimo. Poco prima di partire Jonas, rovistando in cantina per cercare una valigia, ne trova una marrone molto grande, antica, appartenuta ai bisnonni paterni. Su un nastro attorcigliato al manico, sono disegnate delle strane rappresentazioni. La vista di quei disegni (in realtà si tratta della scrittura simbolica rongorongo) diventa un’ossessione per il giovane: essi somigliano sorprendentemente alle immagini dei sogni che occupano le sue notti, sogni di spazi cosmici, profondità marine, simili ai pullulanti aggregati in un quadro di Klee. Ripartenza da Rapa Nui è un romanzo in cui convergono storia delle civiltà, nozioni di antropologia, romanzo di avventura, elementi di dottrine politiche, resoconto delle aberrazioni del colonialismo, filosofia new age, principi di informatica, brevi nozioni di musica latino-americana, il tutto sistemato con perfetto equilibrio in un plot che appassiona, informa, diverte e fa pensare. Besa editrice Pagine: 372 ISBN 978-88-497-0453-2 € 18,00
Daniel Rojas Chaigneau è nato a Santiago del Cile nel 1954. Vive in Italia da più di un trentennio. Nella sua biografia, oltre all’attività di militante in aperta opposizione al regime militare di Pinochet, annovera un costante impegno nella scrittura nonché innumerevoli esperienze artistiche come musicista, documentarista e regista.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

XX° edizione di FiuggiPlateaEuropa

Posted by fidest press agency su giovedì, 2 luglio 2009

Fiuggi 3 luglio prende il via, alla Fonte Bonifacio VIII, la 20esima edizione del Festival Internazionale FiuggiPlateaEuropa, la prestigiosa rassegna ideata e diretta da Pino Pelloni. La manifestazione di Fiuggi, pur tra mille difficoltà, continua a vivere ancora grazie alla collaborazione dell’assessorato alla cultura della municipalità locale, degli amici Albergatori, e dell’Azienda termale che la sponsorizzano e la considerano un fiore all’occhiello per la città. L’edizione di quest’anno si apre con la presentazione del libro “L’utopia di Moebius” della scrittrice Alessandra Fagioli (venerdì 1 luglio, ore 17,30, Fonte Bonifacio VIII), e riserva due appuntamenti da non perdere: l’omaggio al regista statunitense John Cassavetes e il ricordo di Gianfranco Funari raccontato dalla vedova Morena Funari e dalla giornalista Alessandra Sestito.  Gianfranco Funari, da par suo è stato colui che ha “rivoluzionato” il linguaggio” televisivo. Colui che ha smascherato le ipocrisie della politica e i suoi riti. “Non sono un giornalista, sono un giornalaio io!” Se pensiamo alla vita privata e professionale di Gianfranco Funari, questa sua frase è molto più che uno slogan d’effetto. È una verità innegabile e scomoda, una verità in nome della quale ha lottato con tutto il cuore, fino all’ultimo respiro. Gianfranco Funari è stato uno dei volti più amati e contestati della televisione italiana. Una carriera senza precedenti, raccontata come solo lui sapeva fare: senza peli sulla lingua e con tanta voglia di verità. “Il potere in mutande” non è una semplice autobiografia, ma l’ultimo irriverente saluto di Gianfranco Funari a quel grande pubblico che gli è sempre stato fedele e che oggi ne sente la mancanza. (L’appuntamento è per venerdì 4 settembre). Martedì 14 luglio  si svolgerà, sempre al Cafè du Parc della Bonifacio VIII, il convegno “BERLUSCandal, Etica Politica Estetica Erotica nella Roma dei Due Papi” in occasione della sesta edizione del premio letterario “La dolcetta d’oro” dedicato a donne che scrivono di eros. Mercoledi 15 proiezione del film “La petite band” anteprima riservata del talent movie 2008 della Italian Indie School e presentazione della nuova produzione 2009, “La Passione dei Roth” All’integrazione e alla solidarietà è dedicato il concerto “I giovani per i diritti umani” il 12 settembre al Teatro Tenda PalaFiuggi (ingresso gratuito) con artisti come Anja, Sugarfree, Barbara, Neja, Viola Valentino ed altri artisti che stanno aderendo alla manifestazione umanitaria.    Molto ricco il calendario degli incontri letterari del Cafè du Parc: Stefania Pietrangeli con “Robert Redford, il sorriso amaro dell’America” (10 luglio), Fabrizio Caleffi con “Tentazioni” (17 luglio), Pio Cesari, prefetto di Frosinone, con “Il ritorno” (18 luglio), Francesco Forgione con “’Ndrangheta” (24 luglio),  Veronica De Laurentiis (la figlia di Silvana Mangano) con “Riprenditi la vita” (31 luglio), Giancarlo Lehner con “La famiglia Gramsci in Russia” (7 agosto), Pino Pelloni con “Wuz” (presentato da Simone Fattori il 14 agosto), Andrea Pamparana, vice direttore del TG5,  con “Una suora per amico” (28 agosto), Morena Funari e Alessandra Sestito con “Gianfranco Funari:il potere in mutande” (4 settembre). La mostra della pittrice Francesca De Angelis (inaugurazione il 14 luglio) farà da corollario a questo festival salvato in extremis dall’assessore Stefano Giorgilli.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »