Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘registrato’

Le insolvenze aziendali nel mondo

Posted by fidest press agency su martedì, 21 dicembre 2010

La Compagnia di assicurazione crediti Euler Hermes, ha presentato i risultati dello studio sulle Insolvenze aziendali, dai quali emerge che la ripresa economica mondiale proseguirà anche nel 2012. Secondo l’analisi, il 2011 avrà un andamento eterogeneo in funzione delle aree geografiche e, nell’insieme, procederà più a rilento.  Dopo aver registrato un +4% nel 2010, la crescita mondiale dovrebbe calare al 3% nel 2011, per poi riportarsi al 3,3% nel 2012. Il commercio mondiale dovrebbe aumentare dell’8% circa, sia nel 2011 che nel 2012, dopo essere riuscito a compensare nel 2010 il crollo registrato nel 2009. Nel nuovo anno si prevede che i Paesi dell’OCSE registreranno un rallentamento delle attività economiche più marcato che nei Paesi emergenti. “La ripresa mondiale vede una  “zona euro” tuttora perdente, con un livello del PIL che, solo alla fine del 2012, si riporterà sui valori del 2008, grazie soprattutto agli sforzi di consolidamento del bilancio” sottolinea Wilfried Verstraete, Presidente del Direttorio di Euler Hermes.  E’ in questo contesto che dovrebbe proseguire, anche nel 2011, il rallentamento delle insolvenze aziendali nel mondo (-4% nel 2010), che si attesteranno ad un -5%. Tuttavia, anche l’anno prossimo il loro livello resterà elevato. La ripresa economica mondiale, avviata nella primavera del 2009, si è andata confermando nel corso dei mesi : il PIL mondiale è cresciuto negli ultimi sei trimestri e la maggior parte degli indicatori mondiali (produzione industriale, commercio internazionale, etc.) hanno compiuto un deciso balzo in avanti.                    Hermes, la crescita della regione asiatica dovrebbe rallentare di oltre 1 punto del PIL, attestandosi al 7%, contro un 8,5% nel 2010, procedendo allo stesso ritmo della Cina (8,8% previsto nel 2011 e 2012, dopo un 10% nel 2010). Le prospettive per il 2012 sono sempre favorevoli: +7,4% per l’intera area. Nell’insieme,  Euler Hermes considera che, dopo essere cresciuta del 4% nel 2010, l’economia mondiale segnerà un incremento moderato (+3,0%) nel 2011, per poi accelerare nel 2012 (+3,3%). La battuta d’arresto del 2011 dovrebbe essere più marcata nei Paesi OCSE, mentre il commercio mondiale avrà un andamento grosso modo parallelo, passando da una crescita in volume del 14% nel 2010 a un +8% nel 2011 e un +9% nel 2012.
Dopo aver registrato un +1,7% nel 2010, la zona euro dovrebbe crescere dell’1,3% nel 2011 e dell’ 1,5% nel 2012. L’entità così modesta della crescita è la conseguenza del persistere di una domanda debole, influenzata, in particolare, da una disoccupazione che è aumentata ovunque tranne che in Germania, dalla moderazione salariale e da misure di austerity nei bilanci annunciate da molti Paesi che resteranno in vigore fino al 2013-2014: 100 miliardi di euro di tagli per la Francia, 80 per la Germania. “Questi piani di risanamento rappresentano un grosso sforzo per tutte le economie, tuttavia l’austerity imposta si annuncia proporzionalmente più aspra nei Paesi che hanno beneficiato meno della ripresa, come l’Irlanda e la Grecia.”, sottolinea Karine Berger, Direttrice Mercati e Marketing e Chief Economist di Euler Hermes. La progressiva ripresa dell’economia mondiale, quantunque meno decisa nel 2011, dovrebbe favorire un calo delle insolvenze (-5% nel 2011) in un numero maggiore di Paesi, ma non basterà comunque a compensare le cifre record del 2008 e 2009.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma: Epifania e apertura esercizi commerciali

Posted by fidest press agency su martedì, 5 gennaio 2010

Il Comune di Roma, raccogliendo la richiesta di Confcommercio e Confesercenti, sta lavorando per permettere l’apertura straordinaria degli esercizi commerciali nel giorno dell’Epifania. È stata, infatti, predisposta un’ordinanza che autorizzerà i negozi a restare aperti dalle ore 7 alle 22, fermo restando il limite delle 13 ore di attività giornaliera. “Considerato il boom delle vendite, che ha registrato un aumento del 20% in corrispondenza dell’inizio della stagione dei saldi invernali – dichiara l’assessore alle Attività Produttive, Davide Bordoni – abbiamo voluto rispondere alle esigenze non solo dei commercianti ma anche a quelle dei residenti e dei turisti in un periodo particolarmente interessante per i consumatori, al fine di contribuire al rilancio delle attività commerciali nella nostra città”.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le donne e il mercato del lavoro

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 dicembre 2009

In conclusione dell’anno che ci lasciamo alle spalle è utile fare il punto su alcuni dati che hanno coinvolto il mercato del lavoro femminile e impostare così per priorità  il lavoro per il prossimo anno. Per quanto riguarda i monitoraggi e le analisi statistiche in ottica di genere fornite dall’archivio Inps –Coordinamento generale statistico attuariale – la CIG primo semestre 2009 in Italia  ha registrato  per il Nord Ovest una integrazione salariale ordinaria dei lavoratori beneficiari per i maschi del 77%, per le femmine  il 23%,per il Nord Est  rispettivamente ancora del  77%, e 23 % ,Centro maschi 81%, femmine 19%, Mezzogiorno  maschi 89%,femmine 11%- Totale Maschi 80% Femmine 20% Per quanto riguarda la GIGS primo semestre. Nord Ovest 61% maschi, femmine 39%-Nord Est 66% maschi ,34% donne –Centro 66% maschi,34% donne Mezzogiorno 70% maschi ,30% femmine Totale maschi 65% donne 35%. In quanto ai beneficiari di disoccupazione non agricola ordinaria ed edile: NORD OVEST maschi 49% femmine 51%-Nord Est maschi 46%  femmine 54% -CENTRO maschi 48% femmine 52%-Mezzogiorno maschi 63% femmine 37% -Totale maschi 54% donne 46% E’ da notare bene che è il sud che registra il maggiore numero di maschi invertendo la percentuale nazionale territoriale che vede maggiori beneficiarie le donne nelle altre aree- La mobilità beneficiari invece per area geografica: Nord Ovest maschi 55% femmine 45%-Nord Est 54% maschi, 46% donne-Centro 60% maschi 40% donne-Mezzogiorno 66%  maschi 34% donne   – Totale maschi 60% donne 40% -beneficiari disoccupazione non agricola con requisiti ridotti :Nord Ovest maschi 38% femmine 62%-Nord Est maschi 35% femmine 65%-Centro maschi 38% femmine 62%-Mezzogiorno maschi 55% femmine 45%  totale maschi 46% femmine 54% Totale maschi 46% femmine 54% In questo caso  nonostante il sud la percentuale di beneficiarie  maggiore sono  le donne. Il Rapporto Cnel sul mercato del lavoro 2008/ 2009  ricorda che gli occupati sono aumentati dello 0,8%  pari a circa 183 mila nuovi posti di lavoro e a sostenere la crescita del tasso di occupazione è stata la componente femminile il cui incremento registrato è stato del 1,9%. In attesa che si completino le rilevazioni statistiche per l’anno in corso, rileviamo che la grande crisi avrà una maggiore incidenza sulla occupazione maschile – e i relativi tassi di disoccupazione – e che la componente femminile sarà meno penalizzata almeno con riferimento alle regioni del Centro-Nord. Per le donne il tasso di occupazione è, infatti, del 57 per cento nel Nord, mantenendosi inferiore di 4.3 punti al Centro e di ben 26.3 punti percentuali nel Sud e nelle Isole. (Alessandra Servidori-Consigliera Nazionale di parità) (in sintesi)

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Offerta Amcor per divisioni del gruppo Alcan Packaging

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 agosto 2009

Melbourne, Australia,  Amcor ha proposto di rilevare alcune divisioni del gruppo Alcan Packaging da Rio Tinto per un totale di US$2025 milioni. Le divisioni del gruppo Alcan Packaging che Amcor ha dichiarato di voler acquisire sono: Alcan Packaging Global Pharmaceuticals, Alcan Packaging Food Europa, Alcan Packaging Food Asia e Alcan Packaging Global Tobacco.  La nuova società combinata sarà una delle aziende di punta nel settore degli imballaggi a livello mondiale in grado di offrire elevati livelli di competenza, prodotti e servizi. Stando alle informazioni in nostro possesso e aggiornate al mese di giugno 2009, Amcor ha registrato un fatturato di US$9,53 miliardi da operazioni in 34 paesi. L’azienda dispone di 226 sedi produttive in tutto il mondo e impiega all’incirca 21.000 persone. Le divisioni del gruppo Alcan Packaging che Amcor ha proposto di acquisire hanno registrato un fatturato di US$4,1 miliardi e contano al loro interno 14.000 dipendenti in 80 stabilimenti sparsi nei 28 paesi.  La proposta acquisizione rafforzerà inoltre l’obiettivo dichiarato di Amcor: crescere nelle aree strategiche degli imballaggi flessibili e delle scatole auto-montanti. Questa acquisizione riafferma inoltre l’impegno dell’azienda nel campo degli imballaggi.  Amcor si trova in una posizione finanziaria solida grazie al programma get-fit “The Way Forward”, avviato nel 2005. Questo programma è stato studiato per migliorare le principali competenze in una vasta gamma di ambiti oltre che per creare un portfolio aziendale più mirato. I miglioramenti nella disciplina del capitale e nel controllo dei costi hanno consentito all’azienda di raggiungere una buona situazione economica che le consentirà di trarre vantaggio dalle occasioni che questa acquisizione presenta.
Amcor è una società produttrice di imballaggi a livello globale che offre una vasta gamma di prodotti per l’imballaggio in plastica, fibra, metallo e vetro oltre che tutta una serie di servizi collegati al settore degli imballaggi. Lavora attraverso cinque principali divisioni operative in Australasia, America del Nord, America Latina, Europa e Asia. La sede centrale di Amcor è a Melbourne, in Australia. La società è presente in 34 paesi con 226 sedi produttive e conta, a livello globale, circa 21.000 dipendenti. Per l’anno fiscale che si è concluso al 30 giugno 2009, i profitti generati da Amcor sono stati pari a AU9,53 x miliardi. Per maggiori informazioni siete pregati di visitare il sito http://www.amcor.com
Rio Tinto è un gruppo minerario di calibro internazionale la cui sede centrale si trova nel Regno Unito. La società vede al suo interno Rio Tinto plc, quotata in borsa a Londra e a New York, e Rio Tinto Limited, quotata in borsa in Australia (Australian Securities Exchange). Rio Tinto di occupa di identificare, estrarre e lavorare le risorse minerali. I principali prodotti sono l’alluminio, il rame, i diamanti, l’energia (carbone e uranio), l’oro, i minerali industriali (borace, diossido di titanio, sale, talco) e limnite. Le sue attività sono di portata globale ma in particolar modo in Australia e in America del Nord con una vivace attività in America del Sud, Asia, Europa e Africa del Sud. Per maggiori informazioni siete pregati di visitare il sito http://www.riotinto.com
Alcan Packaging (Gruppo Rio Tinto) è un’azienda leader a livello globale nel campo degli imballaggi speciali a valore aggiunto in grado di fornire soluzioni innovative servendosi di plastica, pellicole goffrate, alluminio, carta, cartone e vetro per i suoi clienti in tutto il mondo. La sede centrale di Alcan Packaging è a Parigi, in Francia. Le divisioni del gruppo Alcan Packaging che Amcor ha proposto di acquisire contano 14.000 dipendenti suddivisi in 80 stabilimenti situati in 28 paesi. Per maggiori informazioni siete pregati di visitare il sito http://www.alcanpackaging.com

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »