Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘regolamentazione’

Lavoro autonomo

Posted by fidest press agency su giovedì, 4 agosto 2016

opportunita-lavoroIl 27 luglio la Commissione Lavoro del Senato ha approvato il disegno di legge sul lavoro autonomo che introduce alcune regole sul lavoro agile subordinato. Si tratta di una misura che può incentivare realmente lo smart working, strumento ancora poco utilizzato nel nostro Paese: se che nel 2015 il 17% delle grandi imprese italiane ha già avviato dei progetti organici di Smart Working, nelle PMI, che caratterizzano il tessuto imprenditoriale italiano, questo dato si riduce al 5%, con oltre una su due che non conosce ancora questo approccio o non si dichiara interessata.Un segnale forte che, secondo l’Avvocato Bernardina Calafiori, socio fondatore dello Studio Legale Daverio & Florio, rappresenta “Un ripensamento del lavoro in un’ottica più intelligente, con una messa in discussione dei tradizionali vincoli legati a luoghi e orario, e ad una maggiore responsabilizzazione quanto ai risultati.”
“Inoltre, seppur rivolto a tutti i lavoratori, senza differenza di genere, andrebbe ad affiancare le politiche specifiche e mirate a supporto delle esigenze della donna “multitasking” che sempre più spesso si trova a dover conciliare ruoli plurimi tra casa, famiglia, lavoro e cura di genitori anziani.”
Cosa prevede il disegno di legge?
“Con riguardo al lavoro subordinato – commenta l’Avvocato Bernardina Calafiori – il disegno approvato in Commissione ribadisce la promozione del lavoro agile previo accordo tra le parti, anche con forme di organizzazione per fasi, cicli ed obiettivi e senza vincoli di orario o luogo di lavoro, con possibile utilizzo di strumenti tecnologici per lo svolgimento dell’attività lavorativa. Essa può essere eseguita in parte all’interno dell’azienda e in parte all’esterno, entro i soli limiti di durata massima dell’orario di lavoro giornaliero derivanti dalla legge e dalla contrattazione collettiva.” “L’accordo relativo al lavoro – prosegue l’Avvocato Calafiori – l’agile deve individuare i tempi di riposo del lavoratore, nonché misure tecnico organizzative per assicurare la disconnessione dagli strumenti tecnologici. Inoltre al lavoratore impiegato in forme di lavoro agile può essere riconosciuto il diritto all’apprendimento permanente, in modalità formali o informali e alla periodica certificazione delle competenze.”

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Sanità: AIFI e ddl Lorenzin, la storia continua

Posted by fidest press agency su sabato, 21 Mag 2016

associazione fisioterapistiRoma. “Con la discussione di ieri al Senato è entrato nel vivo l’iter legislativo del DDL 1324 che interessa molte migliaia di professionisti sanitari e che avrà un impatto rilevante per il sistema salute di questo paese”, l’Associazione Nazionale Fisioterapisti (AIFI) commenta così la prima giornata di discussione del provvedimento. Pur riconoscendo la portata e l’importanza dell’impianto generale della legge, AIFI è in obbligo di rilevare i rischi legati al sovvertimento delle regole poste a tutela del sistema, poiché il ddl Lorenzin prescinde dai requisiti previsti dalle normative vigenti in tema di istituzione di nuove professioni sanitarie. Omettendo il comma 3 dell’articolo 5 della legge 43/2006, che dispone l’acquisizione del parere preventivo e vincolante del Consiglio superiore di sanità, si espone a un rischio concreto la salute dei cittadini.“Non si comprende perché la regolamentazione di un settore dell’attività sanitaria esposto all’esercizio irregolare o abusivo, debba svolgersi al di fuori del controllo giustamente riservato alle professioni sanitarie attualmente normate – dichiara Mauro Tavarnelli, Presidente AIFI – su questo punto, quindi, la nostra attenzione resterà alta, così come continuerà l’azione di sensibilizzazione nei confronti dei cittadini e dei rappresentanti politici.Rileviamo positivamente il segnale di attenzione dimostrato dall’aula, – continua Tavarnelli – con l’approvazione di un ordine del giorno proposto dai senatori D’Ambrosio Lettieri, Spilabotte, Cardiello e Cervellini, che impegna il governo ad adottare specifiche misure al fine di istituire ordini professionali propri per le professioni che superino i 20.000 iscritti agli albi. Aspettiamo fatti concreti dopo il positivo parere sull’ordine del giorno da parte della relatrice De Biasi”. Il Presidente Tavarnelli tiene infine a sottolineare che AIFI stigmatizza senza mezzi termini i comportamenti verbalmente violenti che la Presidente De Biasi ha denunciato di aver subito da parte di non meglio identificati fisioterapisti che certamente non rappresentano la professione ribadendo al contempo che gli attacchi personali e le minacce nulla hanno a che fare con il lecito dissenso che AIFI ha manifestato mantenendo sempre un profondo rispetto per le istituzioni e per chi le rappresenta. (foto: associazione fisioterapisti)

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gioco: apparecchi intrattenimento

Posted by fidest press agency su domenica, 20 Mag 2012

A group of old British fruit machines at Teign...

A group of old British fruit machines at Teignmouth pier, Devon. (Photo credit: Wikipedia)

(Jamma) Ultimi ritocchi al decreto dell’Aams con il quale verranno introdotte modifiche alla procedure di produzione degli apparecchi da intrattenimento a vincita limitata. Salvo imprevisti il progetto di decreto potrebbe essere già inviato la settimana prossima a Bruxelles per il necessario periodo di stand still il decreto dei Monopoli di Stato.
Tra le novità quella che impone l’utilizzo di una card per giocare alle newslot. Il nuovo strumento servirà a impedire l’accesso al gioco ai minori di 18 anni, su quale card verrà utilizzata sono due le ipotesi possibili: potrebbe essere creata di un’apposita carta del giocatore, oppure ci si potrebbe servire della tessera sanitaria. Ieri i Monopoli di Stato hanno incontrato i concessionari di rete, i produttori e le associazioni di categoria dei gestori per confrontarsi sugli ultimi aspetti del decreto. Il testo prevede anche una serie di ulteriori misure come l’introduzione di un codice partita per identificare ogni singola giocata; la schermatura delle schede contenute nelle macchine e l’aggiornamento dei software per consentire di cifrare in dati inviati a Sogei, misure che serviranno a impedire frodi fiscali. Diverse le posizioni prospettate ieri nel corso dell’incontro. I punti e le proposte suggerite dall’Aams sono sono state avallate da alcuni e criticate da altri. Sembrerebbe non aver troppo larga condivisione l’idea di una omologa distinta per ogni singola scheda di gioco. Un sì ‘a metà’ per la carta del giocatore che potrebbe funzionare da carta di accesso al gioco (più difficile da adottare la soluzione della tessera sanitaria). Non ancora quantificati i costi necessari per la modifica e aggiornamento degli apparecchi. Le valutazioni infatti divergono sensibilmente uio, di certo non si sarebbe orientati verso una sostituzione totale degli apparecchi. Il decreto fiscale recentemente convertito in legge prevede una riduzione del prelievo fiscale (già dal 2012 è passato all’11,8%), in vista anche dell’aggiornamento delle macchine.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Regolamentazione centri estetici

Posted by fidest press agency su venerdì, 19 agosto 2011

Dopo oltre un ventennio di attesa arriva il decreto interministeriale (ministero dello Sviluppo economico e ministero della Salute) che regolamenta i centri estetici disciplinandone ogni aspetto ed obbligando i gestori ad adeguarsi alle nuove direttive contenute nel regolamento pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale lo scorso 15 luglio e quindi vigore già dal 30 luglio.
Il decreto ha infatti colmato un vuoto normativo che durava da più di vent’anni relativamente a questo settore, non a torto considerato borderline tra la medicina e la pratica estetica ed in particolare dalla legge n. 1 del 1990, che aveva avviato la prima disciplina della professione di estetista ma lasciava una serie di lacune che dovevano essere colmate da specifiche norme d’attuazione che sono tardate ad arrivare. Va specificato che l’atto regolamentare non ha innovato nulla circa i requisiti necessari per svolgere la professione di estetista ma ha stabilito le direttive da seguire – dai macchinari alle procedure – per chi vuole fare impresa in questo settore e tutelando in maniera decisiva la sicurezza di operatori e utenti. In particolare relativamente due aspetti sono stati messi sotto la lente dei ministeri: abbronzatura artificiale e trattamenti con utilizzo di apparati laser. Per tali ragioni è stato aggiornato il vetusto elenco delle apparecchiature “estetiche” riportato nella legge 1 dell’ormai lontano 1990 e, soprattutto, ha fornito per ognuna di esse, una scheda tecnico-informativa con finalità di utilizzo in campo estetico, modalità di esercizio, cautele d’uso e conoscenze specifiche per l’utilizzatore di ciascuna tipologia di apparecchio È noto, infatti, che i macchinari utilizzati nei centri di bellezza, a seconda del tipo di energia irradiata, possono esporre il cliente e, in alcuni casi, l’operatore che le utilizza, a varie tipi di pericoli (elettrico, meccanico, termico, da radiazioni, da vibrazioni), con potenziali rischi relativamente allo stato di salute di chi si espone, in termini di danni immediati o, in alcuni casi, a lungo termine.
Ora i gestori – conclude Giovanni D’Agata componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori e fondatore dello “Sportello dei Diritti” – si dovranno adeguare e dovranno adottare numerose misure che riguarderanno obblighi di sicurezza ed informativi che non erano previsti prima dell’emanazione della norma

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’Alzheimer si può prevedere e prevenire

Posted by fidest press agency su sabato, 18 giugno 2011

Si è svolto presso il Sanit (Forum Internazionale della Salute), la Tavola Rotonda dal titolo Neuroscienze Nutrizionali nella Prevenzione dell’Invecchiamento Cerebrale Patologico. Il Convegno, organizzato da FB Health e dalla Fondazione Istituto Neurologico Nazionale C. Mondino di Pavia, oltre ad illustrare il ruolo delle nuove tecnologie diagnostiche e delle nuove molecole per la prevenzione e la possibile cura dell Alzheimer, si è focalizzato su una proposta di Legge dell’Onorevole Umberto Scapagnini, il ricercatore e medico di Neurofarmacologia, sulle nuove prospettive per la definizione e la regolamentazione della medicina Preventiva e Predittiva, in particolare, in
ambito neurologico. Sono intervenuti tra gli altri: Giovanni Scapagnini, Professore Associato di Biochimica Clinica, Università degli studi del Molise, Campobasso; il Prof. Carlo Caltagirone, IRCSS Santa Lucia, Roma; il Dott.re Bruno Scarpa, Ministero della Salute; Marco Trabucchi, Presidente Associazione Italiana Psicogeriatria, Direttore Scientifico GRG, Brescia.
Ogni anno sono 80.000 i nuovi malati di Alzheimer, stiamo parlando di un problema molto ampio, per questo l’attuale orientamento spiega il Prof. Caltagirone – è rappresentato dalla volontà di individuare precocemente pazienti con un alto rischio di ammalarsi, che ancora non sono giunti ad uno stato di demenza, ma che presentano disturbi cognitivi lievi – Mild Cognitive Impairment (MCI). La diagnosi preclinica dovrebbe poi consentire di ridurre e modificare i fattori di rischio, ad esempio è sicuramente necessaria un adeguata alimentazione associata ad uno stile di vita sano .
Si prevede che il numero di pazienti affetti dall’Alzheimer raggiunga i 14 milioni in Europa entro il 2050. Da questi numeri si capisce quanto sia rivoluzionario avere la possibilità di intervenire per ridurre il fattore di rischio – ha dichiarato il Prof. Giovanni Scapagnini – in laboratorio abbiamo scoperto che l omotaurina, composto solfonato, che si trova in natura nelle alghe rosse, inibisce l aggregazione di polimeri di beta amiloide. L’omotaurina si è dimostrata in grado di ridurre in
maniera significativa la perdita del volume dell ippocampo e in tutti i pazienti è stato osservato un migliore andamento dello stato cognitivo, inoltre è stato osservata la capacità del composto di proteggere i pazienti dalla progressiva perdita della memoria.
La Fondazione “Istituto Neurologico Nazionale Casimiro Mondino”, è una istituzione di eccellenza nazionale, configurata giuridicamente come Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico di diritto privato, nel solco della sua secolare tradizione di polo scientifico dedicato all’insegnamento, cure e ricerche nel settore delle Malattie del Sistema Nervoso, area Neuroscienze-Neuroriabilitazione.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Polveri ultrasottili

Posted by fidest press agency su sabato, 7 Mag 2011

Le misure per limitare il traffico cittadino permettono di ridurre del 50% l’esposizione alle pericolose polveri inquinanti emesse dagli scarichi dei veicoli. È quanto emerge da uno studio italiano pubblicato a fine aprile sulla prestigiosa rivista scientifica “Atmospheric Environment” e presentato all’11° Congresso Regionale Lombardia della Società Italiana di Medicina Generale (SIMG), in corso fino a domani a Cavenago di Brianza (MB). “Abbiamo dimostrato che gli interventi di regolamentazione del traffico, in particolare l’Ecopass, in determinate aree urbane, possono determinare benefici per la salute dei cittadini – sottolinea il dott. Giovanni Invernizzi, coordinatore dello studio e responsabile del Laboratorio di Ricerca Ambientale della SIMG -. Abbiamo misurato per tre giorni la qualità dell’aria in tre diverse aree di Milano, distanti solo un chilometro l’una dall’altra, scelte in base alla diversa regolamentazione del traffico (senza nessuna restrizione, Ecopass, zona pedonale) e tutte confluenti in Piazza Duomo. Abbiamo utilizzato due diversi indicatori, il PM10 e un nuovo parametro, il black carbon. Non sono emerse differenze nelle concentrazioni di PM10 nelle tre zone. Invece i livelli di black carbon sono calati rispettivamente del 47% nelle strade sottoposte a Ecopass e del 62% nelle aree pedonali rispetto a quelle a libera circolazione. La riduzione del traffico si traduce quindi in una minore esposizione agli agenti inquinanti. Il black carbon diventerà a breve, a livello mondiale, il vero indicatore di pericolosità delle polveri urbane”. Il nuovo indicatore (detto anche carbonio elementare) è formato dalle polveri ultrafini (di dimensioni inferiori a 0,1 micron) che, a differenza delle polveri di dimensioni maggiori contenute nel PM10, non si fermano nelle prime vie respiratorie, ma sono così sottili da penetrare nei polmoni e nel sangue. “Con gravi conseguenze per il nostro sistema respiratorio, scatenando attacchi d’asma, allergie ed episodi di riacutizzazione della Broncopneumopatia Cronica Ostruttiva (BPCO, caratterizzata da un’ostruzione cronica e non completamente reversibile delle vie aeree) – afferma il dott. Germano Bettoncelli, Presidente del Comitato Scientifico del Congresso -. Queste nanoparticelle sono emesse in particolare dagli scarichi dei veicoli e sono rilevabili solo vicino alla fonte inquinante, quindi nelle strade congestionate dal traffico, per poi diluirsi a una distanza di circa 200 metri”. Lo scorso inverno Milano e altre città della Pianura Padana hanno fatto registrare pericolosi superamenti dei livelli massimi di PM10 stabiliti dall’Unione Europea. “Per più di 35 giorni consecutivi nei primi due mesi del 2011 Milano ha oltrepassato il valore limite pari a 50 microgrammi per metro cubo – spiega il dott. Aurelio Sessa, presidente SIMG Lombardia -. La Ue consente questi sforamenti solo nel corso di un anno. È provato che chi vive a meno di 200 metri da una strada ad alta intensità di traffico corre un rischio fino a tre volte più alto di peggioramento dell’asma. Un elemento che il medico di famiglia deve sempre considerare nella diagnosticare e curare le malattie respiratorie”.
Il PM10 è una polvere “vecchia”, formata dalle particelle (di diametro inferiore a 10 micron) che si depositano nel corso del tempo in maniera uniforme nelle nostre città. Non così il black carbon, formato da particelle “fresche” che si disperdono progressivamente nello spazio. “Il carbonio elementare è quella parte di PM10 più pericolosa – conclude il dott. Invernizzi – perché è rappresentativo di sostanze particolarmente dannose per la salute, gli inquinanti idrocarburi policiclici aromatici. La sua distribuzione spaziale è tale da evidenziare differenze di concentrazione persino tra il centro della strada e il marciapiede. È un indicatore ideale per registrare i livelli di inquinamento nelle varie zone urbane a diversa intensità di traffico. Consente anche di mettere in luce l’impatto positivo sulla qualità dell’aria della misure di limitazione della circolazione dei veicoli. È chiaro che l’utilizzo di questo nuovo parametro potrebbe portare a un aumento dei giorni di blocco del traffico”. Le tre aree in cui è stato svolto lo studio sono Corso Buenos Aires (zona senza restrizioni), Corso Venezia (Ecopass) e Piazza Duomo (zona pedonale); Corso Lodi (zona senza restrizioni), Corso di Porta Romana (Ecopass) e Piazza Duomo; Corso Vercelli (zona senza restrizioni), Corso Magenta (Ecopass) e Piazza Duomo. La ricerca è stata condotta per tre giorni nel mese di luglio 2010 perché d’estate le concentrazioni di polveri inquinanti dovute al traffico non si sommano a quelle che derivano dal riscaldamento delle abitazioni e degli uffici come nel periodo invernale, permettendo di discriminare meglio i livello di inquinanti nelle zone a diversa intensità di traffico.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

I cartelloni a Roma e Firenze

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 aprile 2011

“Dopo la manifestazione di sabato scorso, organizzata dai gruppi consiliari di centrosinistra del XVII Municipio insieme a cittadini e associazioni, siamo pronti a votare oggi, in Consiglio, il parere contrario al piano regolatore degli impianti pubblicitari licenziato dalla Giunta Alemanno, come probabilmente avverrà in tutti i Municipi guidati dal centrosinistra. Tale piano regolatore è in controtendenza  rispetto alla regolamentazione adottata nelle altre grandi città europee dove, ad esempio, gli stessi concessionari degli spazi pubblicitari effettuano anche i controlli contro gli abusi e offrono dei servizi alla cittadinanza”  E’ quanto dichiara Giovanni Barbera, esponente del Prc-Federazione della Sinistra e presidente del Consiglio del XVII Municipio. “Con il voto contrario –  continua Barbera – verranno espresse anche una serie di motivazioni tecniche, concordate con le associazioni che si battono contro la proliferazione di tali impianti,  che dimostrano tutta la ‘debolezza’ del piano di localizzazione deliberato dalla Giunta Comunale. Ad esempio, pochi sanno che tale piano rischia addirittura  di rappresentare una vera e propria sanatoria delle migliaia di cartelloni pubblicitari che sono stati già installati in questi due anni con la semplice autodenuncia e il pagamento della tassa pubblicitaria inopinatamente previsti dalla precedente deliberazione comunale approvata nel 2009 dalla maggioranza di centrodestra. Il piano, infatti, così come è formulato, non sembra prevedere specifiche misure finalizzate a risolvere il problema degli impianti già presenti nella città. “La Giunta Alemanno – conclude Barbera – dovrebbe prendere esempio da quella del Comune di Firenze  che, con lo slogan ‘Pubblicità ad impatto zero’ si appresta, proprio in questi giorni,  non solo a dimezzare gli spazi per l’affissione commerciale nel centro storico, ma anche a varare una clausola etica che vieterà le  pubblicità con immagini rappresentative di violenza fisica o morale, nonché lesive del decoro, offensive delle convinzioni morali, civili e/o religiose delle appartenenze di genere, culturali e nazionali della persona. Insomma una vera e propria rivoluzione in nome della civiltà su cui si dovrà esprimere il Consiglio comunale di Firenze”.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Moratoria cortei centro Roma

Posted by fidest press agency su venerdì, 10 dicembre 2010

Roma. «Apprezzo il senso di responsabilità di chi, questa mattina, ha sottoscritto il protocollo per introdurre una moratoria dei cortei nel periodo natalizio. Questa  sospensione è assolutamente necessaria sia per consentire ai romani e ai tanti turisti di vivere e muoversi liberamente nella nostra città durante le ferie natalizie, sia per permettere ad esercenti e commercianti di contrastare la crisi approfittando di un periodo tanto importante».   Lo dichiara il sindaco di Roma, Gianni Alemanno.  «A questo punto – conclude Alemanno – auspico che dalla moratoria si giunga il prossimo anno a una regolamentazione, arrivando a una soluzione definitiva, condivisa da tutti i partiti e dalle associazioni sindacali, che concili il diritto di manifestare con quello di muoversi liberamente, risolvendo una volta per tutte una situazione ormai insostenibile».

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuova regolamentazione Web

Posted by fidest press agency su sabato, 27 novembre 2010

Roma 30 novembre presso la sede del Partito Radicale e tramite il sito http://www.hackthegov.it verrà presentata l’iniziativa di disobbedienza civile in violazione del regolamento su Web Radio e Tv approvato ieri dall’Autorità Garante delle Comunicazioni. “Contemporaneamente – è detto in un comunicato reso noto dai radicali – ci rivolgiamo pubblicamente ai consiglieri Agcom, in particolari ai consiglieri di minoranza Nicola d’Angelo e Michele Lauria che, secondo fonti di stampa, hanno deciso di votare contro il nuovo regolamento. A loro chiediamo di partecipare all’evento per aprire con loro un confronto pubblico sulla portata di tale regolamento. Purtroppo dalle indiscrezioni di stampa sembra emergere che, come temevamo, l’Autorità tenta di risolvere il problema della regolamentazione creando la riserva indiana delle  web tv e web radio amatoriali, nella sostanza applicando però in maniera particolarmente limitante per il weble regole giŕ previste per il sistema radiotelevisivo tradizionale”.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Medicine non convenzionali

Posted by fidest press agency su martedì, 12 ottobre 2010

Premesso che l’Italia non ha ottemperato alla Risoluzione del Parlamento Europeo (1997) e alla Risoluzione dal Consiglio d’Europa (1999) nelle quali veniva chiesto alle Nazioni dell’Unione Europea di normare le Medicine Non Convenzionali, non è più rinviabile l’emanazione di una legge quadro nazionale di regolamentazione della formazione professionale e della attività professionale di Medicine Tradizionali, Medicine Non Convenzionali e Discipline a cui si rivolgono 11 milioni di cittadini italiani. Riguardo all’area medica, esaminando i 4 disegni di legge, possiamo osservare che 2 di questi, quelli a firma Cursi e Massidda, sono ripresentati dalla XV Legislatura e risentono inevitabilmente di carenze sia dal punto di vista della conoscenza delle discipline che da ogni riferimento con la realtà dell’Unione Europea. In particolare i ddl Cursi e Massidda non hanno una visione di insieme di tutte le medicine non convenzionali, sono carenti sugli standards formativi, hanno una articolazione superficiale.
Il disegno di legge del Consiglio regionale dell’Emilia-Romagna che la Regione, ai sensi dell’art. 121 della Costituzione ha inviato alle Camere, è il risultato della fruttuosa collaborazione tra il consigliere regionale Gianluca Borghi che ne fu il relatore, il Comitato Permanente di Consenso e Coordinamento per le Medicine Non Convenzionali in Italia e l’Ordine Provinciale dei Medici- Chirurghi e degli Odontoiatri di Bologna. Esso amplia, con respiro europeo, l’elenco delle Medicine che sono da ”regolamentare” – il termine “riconoscere” avrebbe una valenza troppo legata al concetto di validazione ed è incongruo non essendo il Parlamento un organismo scientifico -, aggiungendo, all’elenco scaturito dalle Linee Guida sulle Medicine Non Convenzionali emanato nel
2002 dalla FNOMCeO, la Medicina Tibetana, Esso si presenta qualificante sul piano formativo e agile nella formulazione delle commissioni, con attenzione alle diverse caratteristiche delle differenti discipline che vengono normate.
Il disegno di legge Bosone, che trae spunto dal disegno di legge inviato alle camere dalla Regione Emilia-Romagna, è il testo la cui architettura espositiva e normativa è il più aggiornato e articolato dei quattro. Si rileva peraltro la carenza, nel testo di questa e della precedente proposta di legge, delle definizioni delle discipline. (Dott.ssa Antonella Ronchi Presidente Federazione Italiana delle Associazioni e dei Medici Omeopati (FIAMO) Coordinatrice del Comitato Permanente di Consenso per le Medicine Non Convenzionali in Italia – in sintesi)

Posted in Diritti/Human rights, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Competitività del sistema Italia

Posted by fidest press agency su giovedì, 30 settembre 2010

Roma. Alla prima seduta del nuovo Consiglio Nazionale dei Consumatori e degli utenti, oggi a Roma, le Associazioni di Consumatori Adiconsum, Adoc e Cittadinanzattiva si associano al recente appello del Presidente della Repubblica riguardante la oramai incredibile assenza, che perdura da oltre 4 mesi, del Ministro dello Sviluppo Economico.
Il monito del Presidente Napolitano – dichiarano congiuntamente le tre Associazioni – andrebbe fatto proprio dal Governo affinché doti l’Italia di una seria politica industriale capace di rafforzare la posizione del cittadino all’interno del mercato, e dia adeguato ascolto agli organi consultivi che ne rappresentano gli interessi. Da troppo tempo, purtroppo, il Consiglio Nazionale Consumatori e Utenti, espressione delle istanze dei cittadini presso il Ministero dello Sviluppo Economico, viene trascurato nelle consultazioni che contano, e anche questo è un indicatore di sviluppo e di crescita che non c’è. È interesse delle stesse Associazioni dei Consumatori assicurare il massimo impegno per far funzionare al meglio il Consiglio Nazionale Consumatori e Utenti, e l’auspicio  – alla vigilia del nuovo corso del CNCU – è che tale organismo venga consultato obbligatoriamente in tema di competitività, oltre che sui necessari provvedimenti di riforma delle Autorità di regolamentazione.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Energia elettrica: interruzioni e indennizzi automatici

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 marzo 2010

E’ stata pubblicata oggi una nuova scheda pratica su “Energia elettrica: interruzioni di fornitura e indennizzi automatici”. A cura di Rita Sabelli, responsabile Aduc per l’aggiornamento normativo. E’ una guida per capire come, quando e quanto i gestori di energia elettrica devono ottemperare, anche e soprattutto in considerazione che i rimborsi devono essere automatici e non richiesti dagli utenti e che, quasi sempre, non lo fanno. L’Autorita’ per l’energia ed il gas ha stabilito delle regole che prevedono obblighi di registrazione delle riduzioni e il rispetto di standard di qualita’ ben precisi, con varie delibere. L’entrata in vigore di queste regolamentazioni e’ progressiva e fissata, per l’arco temporale 2009/2013, a seconda del numero di utenti serviti dal singolo distributore. Ad oggi i grossi distributori -con piu’ di 100.000 clienti in bassa tensione- sono gia’ coinvolti. Segue l’indice: – Le interruzioni di fornitura di energia Si ha un’interruzione quando la tensione al punto di consegna per il cliente finale e’ inferiore all’1% di quella dichiarata.  Per le interruzioni con preavviso Per qualsiasi tipo di interruzione Standard di tempo massimo per il ripristino della fornitura – tabella Indennizzi automatici – tabella  Gli indennizzi sono erogati dal venditore di energia in bolletta entro il primo ciclo di fatturazione utile  Nei casi di interruzioni prolungate che abbiano interessato piu’ di 2 milioni di utenti finali su base nazionale. Qui la schedapratica completa: http://sosonline.aduc.it/scheda/energia+elettrica+ interruzioni+ fornitura+indennizzi_17250.php

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Vertice del G20 a Pittsburgh

Posted by fidest press agency su martedì, 15 settembre 2009

Alla riunione del G20 a Pittsburgh, il 24-25 settembre, i leader di 19 paesi industrializzati ed emergenti, compresi Cina, India e Brasile e l’UE, discuteranno i pacchetti di compensazione e i premi versati dagli enti finanziari, nonché la questione del rafforzamento del controllo e della regolamentazione dei mercati finanziari. Saranno affrontati anche la questione delle risorse e della gestione del Fondo Monetario Internazionale, la creazione di posti di lavoro, l’efficienza energetica, i negoziati di Doha sul commercio e gli aiuti ai paesi a basso reddito.  Gli stipendi e i bonus dei banchieri, il sistema di supervisione dei mercati finanziari e i limiti alle dimensioni delle banche sono gli argomenti che dovrebbero essere discussi durante le dichiarazioni della Commissione e della Presidenza dell’UE ai deputati, mercoledì prossimo a Strasburgo. Prima della sessione straordinaria del Consiglio europeo del 17 settembre, convocato per discutere la posizione dell’UE sul vertice del G20, la Commissione e la Presidenza svedese presenteranno al Parlamento le loro posizioni sulla gestione della crisi finanziaria globale.  Il Parlamento ha chiesto che i bonus dei banchieri siano collegati alle loro prestazioni a lungo termine per scoraggiare comportamenti irresponsabili, in una risoluzione approvata in aprile, dopo il vertice del G20 a Londra, e discussa dai ministri delle finanze del G20 la scorsa settimana a Londra.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Vinacce e utilizzi alternativi alla distillazione

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 settembre 2009

Con la nuova regolamentazione europea “ocm vino”, è data facoltà agli Stati membri di destinare le vinacce a utilizzi alternativi alla distillazione tra cui, la produzione di bioenergie e la distribuzione come ammendanti (concimi) per il terreno. Il Ministero per le politiche agricole alimentari ancora non si è espresso con propri atti formali, ma la questione urge visto che siamo in piena vendemmia e che già il Veneto e la Provincia di Bolzano, a esempio, si sono attivati con regolamentazioni proprie, autorizzando i produttori allo smaltimento delle vinacce in maniera alternativa alla distillazione. <<I nuovi regolamenti però – precisa Pierluigi Comelli, presidente del Consorzio di tutela dei Colli Orientali del Friuli – non fissano un prezzo minimo per il ritiro delle vinacce da parte delle distillerie. Si deve considerare – prosegue – che anche se per le aziende agricole: raspi, bucce e semi rappresentano un prodotto di scarto, per la distilleria invece sono una materia prima che, praticamente, gli viene regalata dai produttori. Se, come chiediamo da tempo, venissero autorizzati utilizzi alternativi delle vinacce, cadrebbe l’obbligo della consegna alle distillerie e, di conseguenza, una certa limitazione dell’offerta potrebbe favorire un aumento del prezzo che, negli ultimi anni, è praticamente pari a zero. Infine – conclude Comelli – la distribuzione come ammendante è più significativa per le aziende e, se utilizzate come biomassa, le vinacce potrebbero avere degli evidenti risvolti positivi sull’ambiente. Vedremmo positivamente, perciò, un urgente intervento legislativo regionale e nazionale in materia>>.

Posted in Cronaca/News, Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La regolamentazione dell’agopuntura approda in Parlamento

Posted by fidest press agency su martedì, 19 Mag 2009

Lo scorso sabato 16 maggio, presso la Fiera di Bologna, in occasione del congresso nazionale della FISA (Federazione Italiana delle Società Agopuntori), l’On. Domenico Scilipoti ha relazionato sulla proposta di legge, già presentata alla Camera dei Deputati, su disposizioni concernenti la pratica e l’insegnamento dell’agopuntura e discipline affini. Grazie a questa proposta di legge, per la prima volta, un parlamentare messinese intende regolamentare la categoria degli agopuntori e di definirne il percorso formativo. Il convegno è stato molto partecipato alla presenza di circa seicento specialisti, ha aperto molti dibattiti ed ottenuto numerosi apprezzamenti.  “Bisogna stabilire il profilo del medico agopuntore – ha dichiarato l’on. Scilipoti – costituire una commissione che controlli gli ordinamenti didattici, introdurre corsi della durata di quattro anni, aprire un albo professionale presso l’Ordine dei Medici Nazionale. Inoltre – ha aggiunto il deputato IdV – è necessario riconoscere i titoli già acquisiti dai professionisti. Infine, bisogna istituire ambulatori convenzionati dedicati all’agopuntura per garantire un servizio sanitario serio agli utenti e consentire loro di detrarre l’imponibile”.  L’on. Scilipoti auspica che, una volta approvata la proposta di legge, possa essere ufficializzata la qualifica professionale dell’agopuntore e si possa dotare i cittadini di una valida integrazione alla medicina convenzionale.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Collaboratori Parlamentari: incontro con Schifani

Posted by fidest press agency su mercoledì, 22 aprile 2009

Il Presidente del Senato Renato Schifani ha ricevuto nel pomeriggio una delegazione dell’Associazione Nazionale Collaboratori Parlamentari guidata dal Presidente Francesco Comellini, accomapagnato da Marco di Conza (Tesoriere) e Lisa Manfre’. Il colloquio, durato 20 minuti si e’ svolto in un clima di cordialita’ ed e’ stato incentrato sulle problematiche inerenti il riconoscimento professionale dei Callaboratori Parlamentari. Il Presidente Schifani ha informato dettagliatamente la delegazione di ANCOPARL delle decisioni assunte nel promeriggio dall’Ufficio di Presidenza del Senato in merito all’accesso agli uffici del Senato da parte dei collaboratori dei Parlamentari ed ha assunto formale impegno al fine di sensibilizzare il Presidente della Commissione Affari Costituzionali per una Audizione dell’Associazione in riferimento all’esame delle proposte di legge in materia di regolamentazione della professione di Collaboratore Parlamentare ad essa assegnate in sede deliberante. Il Presidente di ANCOPARL ha voluto sottolineare come l’associazione punti al riconoscimento della professione cosi’ come e’ stato fatto dal Parlamento Europeo e si e’ detto certo che le Presidenze del Senato e della Camera vorranno affrontare la questione del riconoscimento professionale dei Collaboratori con decisione, segnado un positivo cambio di passo rispetto a quanto accaduto nelle precedenti legislature ove la vicenda dei Collaboratori Parlamentari non regolari ha rappresentato un pagina non certo edificante per l’Istituzione parlamentare.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Regolamentiamo L’omeopatia”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 aprile 2009

Il 26 marzo scorso presso la Fondazione europea Dragan si è svolta una grande manifestazione che ha visto coinvolta la Commissione Sanità del Senato della Repubblica che ha all’esame un progetto di legge di regolamentazione. Il Senatore D’Ambrosio Lettieri ha detto “o l’omeopatia la cancelliamo oppure la regolamentiamo con una legge e al più presto.E’ uno stato di cose ai limiti della decenza perche’permette che permangano zone d’ombra dove trovano spazio gli operatori poco qualificati e addirittura i ciarlatani. In assenza di regole, rigore e trasparenza, infatti, possono fiorire i formatori che non formano, gli omeopati senza laurea in medicina, o i medici che la laurea ce l’hanno ma l’omeopatia non l’hanno mai studiata. E tutto questo a danno dei milioni di cittadini che si affidano a questa forma di terapia con una fiducia che, in queste condizioni, viene spesso tradita”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »