Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 220

Posts Tagged ‘renale’

Trapianto renale e glomerulonefriti

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 febbraio 2020

Nel corso della conferenza stampa al Dipartimento di Medicina e Chirurgia sono intervenuti il Rettore Paolo Andrei, il Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria Massimo Fabi ed Enrico Fiaccadori, responsabile del Laboratorio di Immunopatologia Renale dell’Università di Parma e Direttore dell’Unità Operativa di Nefrologia dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria.Al termine degli interventi il Rettore ha passato la parola a Mario Savi, Presidente dell’Associazione Emma ed Ernesto Rulfo per la Genetica Medica, e a Radwan Khawatmi, privato di Parma, autore di un’ulteriore donazione al Dipartimento che ha consentito di potenziare l’apparecchiatura informatica.
Il criotomo verrà impiegato nel Laboratorio di Immunopatologia Renale dell’Università di Parma “Luigi Migone”: si tratta di uno strumento di fascia elevata indispensabile per la gestione delle biopsie renali eseguite su pazienti sottoposti a trapianto o con malattie rare a carattere nefrologico, come ad esempio le glomerulonefriti. Consente infatti l’allestimento e la preparazione di campioni di tessuto congelato o colture cellulari tridimensionali congelate e inclusi in OCT (un gel). Lo strumento permette inoltre di tagliare e allestire su vetrino preparati da 2 a >20 µm, che possono poi essere sottoposti a colorazione mediante tecniche di immunofluorescenza o immunoistochimica, oltre che con colorazioni istologiche convenzionali.
Il Leica CM1860 sostituisce un criotomo già presente nel Laboratorio da oltre trent’anni e rappresenta un notevole up grade tecnologico, in quanto è fornito di un sistema di raffreddamento più moderno, spessori di taglio sicuri e costanti, oltre a sistemi di sicurezza aggiornati per la protezione degli operatori.Lo strumento, utilizzato anche da Dottorandi e Laureati in Tecniche di Laboratorio Biomedico e con Borse di Ricerca Universitarie, è indispensabile per l’attività di diagnostica clinica e ricerca scientifica sul tessuto di biopsie renali (circa 200 all’anno, di cui la metà su pazienti sottoposti a trapianto di rene) condotta nel Laboratorio di Immunopatologia dell’Università di Parma. Grazie a questo nuovo apparecchio l’attività di ricerca sarà ulteriormente potenziata, anche sulla base delle collaborazioni esistenti con Istituzioni come la John Hopkins University di Baltimora e l’Ospedale Mount Sinai di New York e delle convenzioni esistenti con altri ospedali italiani. Attualmente lo strumento è utilizzato da due tecnici borsisti di ricerca del Dipartimento e da Dottorandi di Ricerca dell’Università, oltre che da personale medico della UO Nefrologia dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria che ha ricevuto specifica formazione durante soggiorni di studio all’estero.Il Laboratorio di Immunopatologia Renale quest’anno è stato ulteriormente potenziato grazie a una donazione al Dipartimento da parte di Radwan Khawatmi, che ha consentito di sostituire i monitor del laboratorio con cinque schermi ad alta risoluzione, particolarmente utili per l’analisi di immagini delle biopsie renali.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Acidosi Tubulare Renale

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 settembre 2019

Padova. Tommaso e Giorgia sono genitori di Guglielmo, un bambino colpito a soli due mesi di vita da acidosi tubulare renale distale, una malattia rarissima di origine genetica e cronica che si stima colpisca in Italia circa 5 persone su 1 milione. La mamma e il papà di Guglielmo sono i promotori del primo incontro nazionale tra i principali esperti della materia e le famiglie, in corso oggi e domani presso la sala eventi Civitas Vitae del Centro Congressi di Padova, con la collaborazione delle associazioni Il sogno di Stefano, di Padova e AMaRTI (Associazione Malattie Renali della Toscana per l’Infanzia) di Firenze.
L’acidosi tubulare renale distale è una malattia ereditaria rara e cronica che rappresenta il 10% circa di tutte le tubulopatie (patologie dei tubuli renali). Colpisce prevalentemente i bambini e non sempre viene identificata con rapidità. “Disidratazione, poliuria e rallentamento della crescita sono campanelli d’allarme importanti da cui partire per strutturare un percorso di approfondimento. – afferma la dott.ssa Luisa Murer, nefrologa dell’Unità di Nefrologia Pediatrica, Dialisi e Trapianto presso l’Azienda Ospedaliera di Padova ed ospite dell’incontro. – Occorre iniziare immediatamente una terapia adeguata. I bambini piccoli devono assumere la giusta quantità di bicarbonati per raggiungere il controllo metabolico dell’acidosi, valutato con la concentrazione plasmatica di bicarbonato e con quella urinaria di calcio”. La malattia si comincia a mostrare mediamente tra il primo mese e il secondo anno di vita con un rapporto maschi femmine di circa 1:1.
Ad oggi, non esiste un registro italiano dei casi di acidosi tubulare renale distale, per cui è molto difficile avere chiaro quanti possano essere i malati sul territorio nazionale. L’appello di Tommaso e Giorgia per cercare altre famiglie ha generato questo primo incontro nazionale tra esperti e famiglie, con lo scopo di promuovere una maggiore conoscenza della malattia e raggiungere una diagnosi sempre più tempestiva e cure sempre più efficaci.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Acidosi Tubulare Renale

Posted by fidest press agency su martedì, 10 settembre 2019

Padova 21 e 22 settembre 2019, presso la sala eventi Civitas Vitae del Centro Congressi di Via Tobolino 51 prima occasione d’incontro in Italia tra medici, ricercatori e persone con acidosi tubulare renale distale. Sabato 21 settembre si svolgerà un convegno realizzato con la collaborazione di medici del reparto di Nefrologia pediatrica dell’Ospedale Meyer di Firenze; dell’unità di nefrologa pediatrica dell’Ospedale Maggiore Policlinico Milano; del centro di Pediatria dell’Ospedale Policlinico di Sant’Orsola di Bologna e il reparto di Nefrologia pediatrica dell’Azienda Ospedaliera dell’Università di Padova. A concedere il patrocinio all’iniziativa sono stati: il Comune di Padova; la Società Italiana di Nefrologia Pediatrica; la Rete Italiana per le malattie renali in età pediatrica, il Lions Club Distretto 108 Ta3. Tra i sostenitori, la scuola italiana di sci ‘Scie di Passione’. L’Osservatorio Malattie rare è media partner dell’incontro.
Tommaso, padre di un bambino affetto da questa malattia rarissima, ereditaria e cronica, ha voluto fortemente promuovere un incontro, un’occasione di condivisione significativa per i genitori e i pazienti, sia bambini che adulti. Effettivamente, si tratta di un’occasione unica dove, in sinergia con gli organizzatori dell’evento, le famiglie possano finalmente partecipare numerose all’incontro di sabato 21, dalle ore 9.30 in poi e confrontarsi tra loro e con la ricerca scientifica oggi al lavoro. Avere chiarimenti, informazioni e visione futura sulla patologia è auspicio e ambizione dell’evento.
L’acidosi tubulare renale distale è una patologia difficile da diagnosticare e che affligge, in Italia, circa cinque persone su un milione, portando con sè diminuzione dei normali valori del bicarbonato e del potassio ematico. Riferimenti dell’iniziativa sono: il gruppo Facebook ATR acidosi tubulare distale renale, con la collaborazione della associazione Il sogno di Stefano e AMaRTI (Associazione Malattie Renali della Toscana per l’Infanzia) di Firenze.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Primo incontro nazionale sull’Acidosi Tubulare Renale

Posted by fidest press agency su sabato, 27 luglio 2019

Padova, 21-22 settembre 2019 ore 9,00 Centro Congressi Sala eventi Civitas Vitae Via Toblino 51. Una malattia rarissima dei tubuli renali, ereditaria e cronica, difficile da riconoscere e da diagnosticare che affligge, in Italia, circa cinque persone su un milione. L’ acidosi tubulare renale distale (dRTA) si caratterizza per un’insufficiente acidificazione delle urine, con diminuzione dei normali valori del bicarbonato e del potassio ematico. Il primo fondamentale passo per riconoscere questa malattia rara è quello di promuoverne la conoscenza. È per questo che a Padova, il 21 e il 22 settembre 2019, si svolgerà il primo incontro nazionale interamente dedicato all’acidosi tubulare renale distale, nato dall’entusiasmo di due genitori e dal gruppo Facebook ATR acidosi tubulare distale renale, con la collaborazione della associazione Il sogno di Stefano e AMaRTI (Associazione Malattie Renali della Toscana per l’Infanzia) di Firenze. L’evento sarà un’occasione di confronto tra medici e pazienti sul piano scientifico, che continuerà anche domenica 22 settembre con un momento di aggregazione e condivisione su questa patologia. L’incontro è realizzato con la collaborazione di medici del reparto di Nefrologia pediatrica dell’Ospedale Meyer di Firenze; dell’unità di nefrologa pediatrica dell’Ospedale Maggiore Policlinico Milano; del centro di Pediatria dell’Ospedale Policlinico di Sant’Orsola di Bologna e il reparto di Nefrologia pediatrica dell’Azienda Ospedaliera dell’Università di Padova. A concedere il patrocinio all’iniziativa sono stati: il Comune di Padova; la Società Italiana di Nefrologia Pediatrica; la Rete Italiana per le malattie renali in età pediatrica, il Lions Club Distretto 108 Ta3. Tra i sostenitori, la scuola italiana di sci ‘Scie di Passione’. L’Osservatorio Malattie rare è media partner dell’incontro. Il programma completo è consultabile al sito http://www.acidositubularerenale.it

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »