Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 338

Posts Tagged ‘renata salvarani’

Grazia, giustificazione e penitenza

Posted by fidest press agency su martedì, 21 marzo 2017

renata salvaraniRoma Giovedì 23 marzo 2017, alle 10.00, al’Università Europea di Roma, via degli Aldobrandeschi 190, si terrà il convegno “Grazia, giustificazione e penitenza”, in occasione della presentazione del libro di Padre Pedro Barrajón LC “Mistero della grazia misericordiosa” (IF Press).Introdurrà l’incontro il Cardinale Mauro Piacenza, Penitenziere Maggiore. Interverranno la Prof.ssa Renata Salvarani, Università Europea di Roma (Tra teologia e storia del Cristianesimo: percorsi di ricerca), il Prof. Marco Bartoli, Lumsa, (Colpa e individuo nella sensibilità tardo medievale), Il Prof. Marco Pellegrini, Università degli Studi di Bergamo (Concetti e pratiche di giustificazione nel Rinascimento), la Prof.ssa Costanza Barbieri, Accademia di Belle Arti, Roma (Riforma e Riforma Cattolica: aspetti di teologia delle immagini) e il Prof. Guido Traversa, Università Europea di Roma (La libertà come “non indifferenza”).
Concluderà Padre Pedro Barrajón LC, Rettore dell’Università Europea di Roma.
“Incontri come questo sono molto utili per comprendere meglio i temi attuali della nostra società”, ha spiegato la Prof.ssa Renata Salvarani. “Lo studio della Storia aiuta a conoscere le radici e i valori comuni delle diverse comunità cristiane, in un momento in cui Papa Francesco ci invita a sviluppare amicizia e dialogo”.
Il convegno, che apre la Settimana della Storia del Cristianesimo del Vicariato, è riconosciuto come attività di formazione e aggiornamento per gli Insegnanti di Religione Cattolica. (foto. renata salvarani)

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Dirigenza e governance scolastica”: un master all’Università Europea di Roma

Posted by fidest press agency su giovedì, 12 gennaio 2017

salvaraniL’Università Europea di Roma, in collaborazione con AIMC (Associazione Italiana Maestri Cattolici) ha attivato il Master di secondo livello “Dirigenza e governance scolastica”.
Si propone di arricchire il curriculum professionale dei docenti di significative competenze relative sia alle funzioni di responsabilità (figure di sistema, staff di direzione, vice-dirigenza) sia alla funzione dirigenziale (direzione coordinamento e gestione delle risorse umane, finanziarie e strumentali). E’ destinato anche alla preparazione per l’imminente concorso a dirigente scolastico.
Il Master intende fornire, alla luce della Legge 107/2015, gli strumenti giuridico/legislativi, organizzativi e culturali per rispondere ai nuovi tratti della leadership emergenti nella scuola dell’autonomia. L’attuale contesto del management educativo è contrassegnato, infatti, da complesse e integrate attività di promozione dell’innovazione, della ricerca didattica, di valutazione e rendicontazione, di sviluppo professionale del personale in un quadro di rapporti con il territorio, le altre istituzioni scolastiche, Enti e agenzie esterne..
Le lezioni saranno svolte da docenti universitari, ispettori, dirigenti scolastici, direttori servizi generali e amministrativi ed esperti di settore. Sono inoltre previsti tutor, uno per ogni 25 iscritti, con il compito di accompagnare i corsisti durante tutto il percorso.
Per poter essere iscritti al Corso è necessario essere in possesso di una laurea quadriennale (vecchio ordinamento) o laurea specialistica (3 + 2) o titoli equipollenti.Tra gli argomenti del piano didattico: istituzioni e organi dell’Unione Europea; la valutazione dell’attività del dirigente scolastico; la gestione finanziaria dell´Istituzione scolastica e delle relative aziende speciali nel quadro della “contabilitá dello Stato” e la nuova disciplina sugli appalti; trasparenza, privacy al tempo dei social network; la scuola multiculturale; norme giuridiche dell’accoglienza degli alunni stranieri.
Coordinatrice scientifica del Master è la Prof.ssa Renata Salvarani, dell’Università Europea di Roma.
Il Comitato Scientifico è composto da: Prof.ssa Renata Salvarani, Università Europea di Roma; Prof. Andrea Dessardo, Università Europea di Roma; Dott. Giuseppe Desideri, pedagogista, Presidente nazionale AIMC; On.le Prof. Beniamino Brocca – pedagogista – già sottosegretario Ministero P.I.; Prof. Piero Boscolo, Emerito Psicologia dello sviluppo – Università di Padova; Prof Mario Falanga – docente di Diritto amministrativo e di Diritto scolastico – Libera Università di Bolzano; Prof. Giuseppe Nerio Carugno – docente di Diritto amministrativo – Scuola Superiore dell’Economia e delle Finanze “Ezio Vanoni” di Roma; Prof. Claudio Marchitiello – Consigliere di Stato; Prof. Carlo Pacella – Presidente Comitato Scientifico Centro Studi Parlamentari.E’ possibile vedere il programma completo sul sito dell’Università Europea di Roma: http://www.universitaeuropeadiroma.it//documenti/upload/files/MASTER-DirigenzaScolastica%281%29.pdf (foto: salvarani)

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Continua l’impegno dell’Università Europea di Roma nel dialogo tra Ebrei, Cristiani e Musulmani

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 Maggio 2016

renata salvaraniRoma 26 e 27 maggio 2016 l’ Università Europea di Roma partecipa a un convegno internazionale, che troverà prosecuzione in seminari e conferenze, sul tema della Terra Santa come luogo di confronto fra differenze e alterità. All’iniziativa scientifica parteciperà per l’Università Europea Renata Salvarani, professore di Storia del Cristianesimo.
“Identità e memoria – spiega Renata Salvarani – sono i due temi intorno ai quali si sviluppa questo progetto interdisciplinare: Gerusalemme è stata per secoli riferimento ideale sia per gli Ebrei, in gran parte costretti alla lontananza, sia per i Cristiani che vi hanno i loro legami memoriali, sia per i Musulmani che a partire dal X secolo vi hanno localizzato devozioni e celebrazioni. Così la città è sentita, tutt’oggi, come parte dei percorsi di auto definizione dei tre gruppi. La sua immagine è elemento di tradizioni plurisecolari e lo stesso spazio urbano fisico è stato plasmato dalle diverse idee tramandate e modificate nel resto del mondo. Per questo, studiare la genesi e i mutamenti delle immagini di Gerusalemme significa anche mettere in evidenza le relazioni fra i tre monoteismi, sia sul piano storico, sia su quello teologico. Da un punto di vista cristiano, al di là di contrapposizioni violente che non si possono negare, il legame più profondo e duraturo con la Città della Resurrezione sta nella liturgia, nel fare memoria dei misteri della salvezza, localizzati in spazi precisi. A quei luoghi rinvia la successione dei pellegrinaggi, che sono sempre stati anche occasioni di conoscenza delle realtà del Vicino Oriente, dell’altro, del diverso”.
La partecipazione dell’Università Europea di Roma a questa occasione di confronto scientifico rientra in un percorso più ampio di ricerca collegato con il Pontificio Istituto Notre Dame of Jerusalem Center, che ha come fulcro proprio l’indagine dell’identità cristiana in relazione con i Luoghi memoriali di Terrasanta e nel confronto con Ebraismo e Islam.Una tappa importante in questa prospettiva è stato il convegno “Fede e ragione nel pensiero ebraico cristiano, islamico” promosso a Gerusalemme nel 2010 con l’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum. Altre ricerche hanno trovato prosecuzione negli anni intorno a temi ed eventi specifici (storia della liturgia, aspetti geopolitici, demografia). (foto: renata salvarani)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »