Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 341

Posts Tagged ‘report’

Report: lo spionaggio informatico esce dall’ombra

Posted by fidest press agency su sabato, 5 dicembre 2020

Verizon ha appena rilasciato il Cyber-Espionage Report (CER), il rapporto dedicato allo spionaggio IT.La ricerca delinea l’evoluzione delle violazioni di spionaggio informatico dal 2014 al 2020, utilizzando i dati delle varie edizioni del DBIR. Fra gli highlight più interessanti del report, vi è la classifica dei settori più colpiti che vede in testa il pubblico, seguito dal manifatturiero e dalla categoria dei liberi professionisti. Altro dato interessante è quello relativo alle strategie perpetrate dalle cyberspie che prediligono maleware, social engineering e hacking. Il Cyber-Espionage Report riporta anche alcune raccomandazioni su come le organizzazioni possono difendersi e riprendersi da tali attacchi. In particolare: · I dipendenti sono la prima linea di difesa. Il social engineering, o phishing, è un metodo comune utilizzato dalle cyberspie per ottenere l’accesso a sistemi sensibili; è fondamentale che i dipendenti intraprendano una formazione regolare in materia di sicurezza informatica. · Rafforzare la sicurezza perimetrale. Questa (intesa ad esempio come segmentazione della rete) assieme a una più solida capacità di gestione degli accessi (ad esempio utilizzando restrizioni need-to-know) può mitigare gli attacchi di cyberspionaggio. · Una concreta strategia di Managed Detection e Response (MDR) può smascherare gli indicatori di compromissione sulla rete e sugli endpoint. I componenti essenziali dell’MDR includono le tecnologie SIEM (Security Information and Event Management), l’intelligence sulle minacce, l’analisi del comportamento di utenti ed enti (UEBA) e le funzionalità di ricerca delle minacce, nonché le integrazioni con le tecnologie di rilevamento e risposta degli endpoint (EDR), di rilevamento e risposta di rete (NDR) e antifrode. · Prevenire il furto o la perdita di dati (DLP) può impedire che i dati sensibili vengono sottratti attraverso una backdoor. · L’ottimizzazione dell’intelligence sulle minacce informatiche per aiutare a riconoscere gli indicatori di compromissione, il miglioramento di tattiche, tecniche e procedure e l’implementazione di un solido piano di risposta agli incidenti sono tutte strategie importanti per combattere il cyberspionaggio.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Quarta edizione dell’Electricity Market Report

Posted by fidest press agency su domenica, 22 novembre 2020

Mercoledì 25 novembre dalle 9.30 alle 13.30, nel corso di un convegno in diretta streaming, verrà presentata la quarta edizione dell’Electricity Market Report realizzato dall’Energy&Strategy Group della School of Management del Politecnico di Milano (per iscriversi https://www.energystrategy.it/eventi/electricity-market-report-2020.html; seguirà l’invio del link per l’accesso).Il rapporto intende analizzare l’evoluzione dei mercati elettrici in Italia, esaminando il processo di apertura del Mercato per i Servizi di Dispacciamento (MSD) – con particolare attenzione alle sperimentazioni volte ad ampliare la platea di soggetti che possono offrire servizi di regolazione – e le nuove configurazioni per la condivisione dell’energia che stanno emergendo nell’iter di recepimento delle direttive comunitarie, quali le Comunità energetiche rinnovabili e gli Autoconsumatori di energia rinnovabile che agiscono collettivamente. Tali configurazioni sono analizzate dal punto di vista “tecnologico”, “regolatorio” e “di mercato”, con specifico focus sugli economics associati e sulle potenzialità di mercato.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Microsoft ha rilasciato il Diversity & Inclusion Report 2020

Posted by fidest press agency su martedì, 27 ottobre 2020

Un report che scatta una fotografia di come la diversità e l’inclusione siano integrate nella cultura aziendale a livello globale. Qualche insight interessante: rispetto al 2019 cresce dell’1% il numero dei dipendenti donna a livello globale che si attesta ora al 28,6% sul totale della forza lavoro (+1% vs. 2019). Percentuale che sale al 30% se consideriamo solo Microsoft Italia (+1,4% vs. 2019) cresce la diversity anche in termini di etnia negli Stati Uniti, si registra infatti: + 0,3% dei dipendenti afro-americani che ora rappresentano il 4,9% della forza lavoro + 0,3% dei dipendenti ispanici, per un totale del 6,6% dei dipendenti +1,6% di dipendenti asiatici rispetto al 2019, che attualmente costituiscono il 34,7% della forza lavoro statunitense. Inclusione e rispetto, tutela e valorizzazione della diversità rappresentano un elemento imprescindibile e fondante della visione di Microsoft, a livello globale e locale. L’azienda infatti, impegnata da sempre a proteggere e valorizzare i diritti di tutte le persone senza distinzione di genere, etnia, condizione fisica e orientamento sessuale.Diversità e Inclusione non possono non considerare le persone con disabilità. I dipendenti con disabilità sono stati promotori di molte grandi innovazioni Microsoft come i Learning Tools, i sottotitoli in tempo reale su Teams, l’Adaptive Controller di Xbox e Seeing AI, solo per fare qualche esempio. La disabilità è un punto di forza ed è fondamentale per l’azienda continuare a lavorare attivamente per assumere persone con disabilità e portare la loro esperienza e competenza nei processi, nei prodotti e nella cultura aziendale a tutti i livelli. Negli Stati Uniti, il 6,1% dei dipendenti Microsoft si definisce disabile, ovvero dichiara di avere una disabilità fisica mentale o cognitiva. Microsoft ha incoraggiato i dipendenti a identificarsi volontariamente come portatori di disabilità proprio per poter promuovere un ambiente e una cultura sempre più sicuri e inclusivi e supportare i dipendenti in modo appropriato ed efficace. Inoltre, in un momento storico, quello della crisi sanitaria, che ha messo ancora di più in luce le disuguaglianze sociali, Microsoft ha rafforzato ulteriormente il suo impegno nel promuovere una cultura dell’inclusione e la valorizzazione della diversità attraverso programmi e iniziative di welfare aziendale dedicate ai propri dipendenti, per aiutarli ad affrontare un momento particolarmente complesso e a ristabilire un equilibrio tra vita privata e professionale in un contesto di lockdown e smart working forzato. Infine, Microsoft per garantire pari opportunità a tutti i suoi dipendenti arricchisce costantemente programmi interni di formazione per valorizzare i propri talenti permettendo loro di cogliere opportunità di crescita professionale all’interno dell’azienda. http://www.bcw-global.com

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Payment Security Report 2020 (PSR 2020) di Verizon Business

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 ottobre 2020

Le organizzazioni globali continuano a mettere a rischio i dati delle carte di credito dei propri clienti a causa della mancanza di una strategia a lungo termine per la sicurezza dei pagamenti e della difficoltà di esecuzione. Come già evidenziato dal recente Data Breach Investigations Report 2020 (2020 DBIR) di Verizon Business, per i criminali informatici, i dati sui pagamenti rimangono uno degli obiettivi più ambiti e redditizi, con 9 violazioni su 10 che hanno finalità economiche. Nel solo settore della vendita al dettaglio, il 99% degli incidenti di sicurezza analizzati dal DBIR 2020 mirava all’acquisizione di dati di pagamento per uso fraudolento.Il PSR 2020 ha rilevato che in media solo il 27,9% delle organizzazioni globali ha mantenuto la piena conformità al PCI DSS, lo standard sviluppato per aiutare le aziende che offrono servizi di pagamento con carta a proteggere i propri sistemi da violazioni e furti dei dati dei clienti. Ancor più preoccupante è il fatto che questo sia il terzo anno consecutivo in cui si è verificata una diminuzione della compliance. Dal 2016, anno in cui è stato registrato il dato più alto relativamente al rispetto dei criteri di sicurezza (così come ha attestato il PSR 2017), il calo è infatti pari al 27,5 punti percentuali. Ulteriori risultati all’interno del PSR 2020 puntano i riflettori sui test di sicurezza in cui solo poco più della metà delle organizzazioni (51,9%) testa con successo i propri sistemi e processi di security, nonché l’accesso non monitorato al sistema, e sul fatto che soltanto i due terzi delle organizzazioni traccia e monitora l’accesso ai sistemi critici aziendali in modo adeguato. Inoltre, solo 7 istituzioni finanziarie su 10 (70,6%) mantengono controlli di sicurezza perimetrali essenziali.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Council’s budget conditionality “inadequate”, Commission’s report “a good first step”

Posted by fidest press agency su domenica, 4 ottobre 2020

The Civil Liberties Committee discussed the proposed conditionality clause on the rule of law, ahead of negotiations with Council, and the first EC rule of law report.On Thursday, Justice Commissioner Didier Reynders debated with MEPs on the proposed clause to make EU funding conditional on respecting democracy, the rule of law and fundamental rights, and on the Commission’s first Annual Rule of Law Report, published on Wednesday.The negotiations between Parliament and Council on the final shape of the rules on conditionality to protect the EU budget should commence soon, following the adoption of the Council’s negotiating mandate on Wednesday. A relevant clause would be inserted into the next EU long-term budget to correct persistent shortcomings in relation to EU values in the member states.Almost every speaker who took the floor, including Parliament’s co-rapporteurs for the Multiannual Financial Framework Jan Olbrycht (EPP, PL) and Margarida Marques (S&D, PT), and the co-rapporteur for the rule of law conditionality mechanism Eider Gardiazábal (S&D, ES), criticised heavily the Council’s position. MEPs agreed that an effective conditionality clause is of utmost importance and that the scope of Council’s position and the definition of the rule of law in it are not fit for purpose. They were also adamant that the mechanism has to be based on reverse qualified majority voting.Many stressed that priority should be given to protecting the final beneficiaries of EU funding if such a mechanism is activated. Some speakers criticised the German Presidency for accusing Parliament of causing delays, highlighting that it has taken the Council years to agree on a common stance. Several MEPs pointed out that there is significant alignment between the Commission’s proposal and Parliament’s position, asking the Commissioner to work towards a viable conditionality mechanism in the upcoming negotiations.A few MEPs took a different approach, arguing that there is no legal basis for such a mechanism in the EU founding documents. The subsequent debate focused on the Commission’s first Annual Rule of Law Report, which aims to identify backsliding on EU values by establishing an objective, uniform review mechanism to monitor developments across all member states with the help of external experts and internal stakeholders. Most MEPs welcomed the publication of the report and commended its methodology and thorough approach, while pointing out that there is room for improvement after this first iteration. Comments revolved primarily around involving Parliament and additional independent experts in future versions, and on the practical impact of the tool. Many speakers argued that, once issues are identified, it is important that they lead to concrete recommendations, and to infringement procedures where appropriate.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Report on PESCO: No member state can protect itself alone

Posted by fidest press agency su domenica, 27 settembre 2020

MEPs call on member states not to reduce their defence spending in the coming years, especially their financial involvement in European cooperative projects.Member states participating in Permanent Structured Cooperation (PESCO) projects should be encouraged to evolve from a strictly national focus on defence to a stronger European one and prioritise using a more European collaborative approach, warned MEPs on the Committee on Foreign Affairs. In their recommendation to the Council and the High Representative of the Union for Foreign Affairs and Security Policy, adopted by 49 votes in favour, 12 against and 7 abstentions, MEPs stress that no member state can protect itself alone against the common multifaceted threats that the EU faces in its security and defence today.An effective EU system for efficient, coherent, strategic and joint use of resources would be advantageous for the EU’s overall level of security and defence and is necessary, more than ever, in a security environment that is quickly deteriorating, point out MEPs. They warn that member states should not reduce their defence spending in the coming years, and especially their financial involvement in European cooperative projects. There should be more ambition in the EU budget to strengthen defence capabilities, they say, by sufficiently financing the future European Defence Fund (EDF) and the military mobility project in the upcoming Multiannual Financial Framework.MEPS note that several of the 47 PESCO projects, if funded accordingly, could strengthen member states’ preparedness, should another massive public health crisis occur. They also stress that, in order to better counter the hybrid threats, increasing efforts to cooperate on cyber defence are needed, such as information sharing, training and operational support.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Lusso e social: il report Altagamma Social Luxury index

Posted by fidest press agency su lunedì, 10 agosto 2020

L’Altagamma Social Luxury Index, realizzato da Accenture Interactive, la digital agency più grande al mondo, giunge alla seconda edizione e conferma una crescita significativa della presenza social dei marchi Altagamma sempre più consapevoli della rilevanza di questo canale di comunicazione e distributivo. Si affacciano all’orizzonte e catalizzano l’attenzione dei più giovani anche nuove piattaforme social asiatiche quali Tik Tok, Twitch, Douyin, Little Red Book, mentre il Made in Italy – leva reputazionale di rilievo – mostra un potenziale ancora da sviluppare. Nove lingue, 8 settori, 35 canali digitali internazionali monitorati nel corso di un intero anno, tra social media, blog e forum: è questo il perimetro dell’analisi che ha preso in esame le conversazioni spontanee relative agli oltre 100 brand di Altagamma. Insieme ai dati dell’anno 2019, in questa seconda edizione sono presentate le dinamiche inedite seguite dai social durante l’emergenza COVID-19, che ha influenzato le conversazioni online, alternando periodi di silenzi, a nuovi picchi, in corrispondenza dell’attesa ripartenza.I brand hanno rafforzato la loro presenza sui local social media come WeChat, Weibo e VK (passando dal 28% al 32%). La prossima frontiera è tuttavia rappresentata dai canali emergenti come TikTok, Douyin (versione cinese di Tik Tok) e Little Red Book dove i brand del lusso risultano ancora poco presenti, ma che sono fondamentali per intercettare alcune categorie chiave di consumatori, come i giovani asiatici. Si tratta di canali in rapida crescita in termini di utenti attivi. Molto popolari in Paesi come Cina e India stanno diventando sempre più rilevanti per le giovani generazioni. Tra il 2019 e il 2020 il numero dei download dell’app di TikTok ha registrato un aumento del 68% (arrivando a 315 milioni nel primo quarter del 2020) e un aumento del 60% degli utenti giornalieri nello stesso periodo. Il 41% degli utenti ha tra i 16 e 24 anni e il 70% ha meno di 35 anni.L’app di Little Red Book ha registrato un aumento del 200% tra il 2018 e il 2019 e a luglio 2019 il numero di utenti registrati è arrivato a 300 milioni. L’86% degli utenti è rappresentato da donne e l’84% ha meno di 35 anni. Twitch, altro canale emergente, ha già 15 milioni di utenti giornalieri, con 3,6 milioni di streamer mensili. Ha registrato un aumento delle visualizzazioni dall’8 al 21 marzo 2020 e un aumento del 66% delle visualizzazioni provenienti da utenti italiani a febbraio 2020. Il 68% degli utenti è rappresentato da millennial, il 31% sono donne e il 57% del totale utenti proviene da mercati asiatici.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

MEPs adopt a report on the implementation of EU arms export rules

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 luglio 2020

MEPs condemn the increasing arms race evolving across the world, calling on the EU to play an active role in the areas of non-proliferation of arms and global disarmament.In the “Arms export: implementation of Common Position 2008/944/CFSP” report, adopted by the European Parliament´s Committee on Foreign Affairs on Monday evening, MEPs looked into how the member states were implementing the EU’s common rules governing the control of exports of military technology and equipment.The latest SIPRI figures show that arms exports from the EU-28 amounted to some 26 % of the global total in 2015-2019, collectively making the EU-28 the second largest arms supplier in the world after the USA (36 %) and followed by Russia (21 %), point out MEPs.In light of the EU’s growing importance in arms production, they support the Council´s commitment to strengthen the control of arms exports. Its recent decisions reflect a growing awareness among member states of the need for greater transparency in this area, MEPs say.The ambition to make the European defence sector more competitive must not undermine the application of the Common Position’s eight criteria as they take precedence over any national economic, social, commercial or industrial interests, warn MEPs.The rapporteur Hannah Neumann (Greens/EFA, DE) said: “Arms exports need parliamentary and public scrutiny. With increasing EU cooperation and EU funding in arms production, EU oversight and regulations are needed more and more. The report demands clear advances in this regard and should guide member states and the Commission in the coming years.”MEPs recall that the EU has been implementing a number of arms embargoes on several countries, ensuring that the EU does not contribute to humanitarian crises, human rights abuses and atrocities. Welcoming Operation IRINI´s objectives to strictly implement the UN arms embargo, they call on all member states to halt any transfer of weapons, surveillance and intelligence equipment to all the parties involved in the Libyan conflict.MEPs also welcome the decisions of some member states to restrict their arms exports to countries who are members of the Saudi-led coalition involved in the war in Yemen and call again on the High Representative to launch a process that would lead to an EU arms embargo against Saudi ArabiaThey welcome the EU´s efforts to make the Arms Trade Treaty universal, to which all EU member states are party, and call the major arms-exporting countries, such as the USA, China and Russia, to sign and ratify the Treaty.MEPs also stress the need to strengthen public oversight in this domain as well as the importance of regularly consulting the European Parliament, national parliaments, arms export control authorities, industry associations and civil society to establish a meaningful level of transparency.The report was adopted by 33 votes for, 11 against and 26 abstentions.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuovo report “Disuguaglianze digitali”

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 luglio 2020

L’emergenza coronavirus ha messo a nudo nuove esigenze per il paese, soprattutto per le famiglie con figli. In particolare, quelle legate alla digitalizzazione del paese. Si è misurata tutta la distanza tra chi aveva a disposizione gli strumenti per comunicare, lavorare, studiare, potendo reagire al momento di crisi, e chi no.È così diventato evidente che lo sviluppo dell’agenda digitale sarà sempre più legato al contrasto alla povertà educativa. Il divario digitale si va infatti a sommare ai fattori di disuguaglianza già esistenti. Attraverso i dati a livello locale, siamo andati a mappare la profondità di questi divari sui territori da diversi punti di vista: dalle disparità di accesso alla banda larga tra aree interne e città, alla presenza di dispositivi digitali nelle scuole.La sfida per una digitalizzazione inclusiva non riguarda non solo i divari tecnologici. Tocca disuguaglianze sociali profonde, per cui serve una strategia di lungo periodo, sinergica con quella per il contrasto della povertà
educativa.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Report 2019: l’impegno per Capitale Umano

Posted by fidest press agency su sabato, 4 luglio 2020

Le difficoltà causate dal coronavirus hanno portato alla luce il meglio delle aziende di tutto il mondo, che si sono immediatamente prodigate per fornire assistenza alle comunità in cui operano, mettendo a punto servizi in grado di soddisfare le urgenze e le necessità a livello economico e sociale. IBM non fa eccezione: il Corporate Social Responsibility Report, pubblicato oggi, riporta l’impegno dell’azienda a livello internazionale nella collaborazione con comunità, clienti, istituzioni e organizzazioni no profit per la risoluzione dei problemi legati all’ambiente, alla società e alla governance anche in questo primo periodo di pandemia.Le aziende con programmi di responsabilità sociale solidi e ben avviati sono in grado di offrire assistenza efficace e tempestiva, poiché già addestrate a sviluppare soluzioni e servizi volti a risolvere le grandi sfide dell’umanità nel lungo termine. IBM continua a farlo sviluppando progetti e programmi che fanno leva su due pilastri: la tecnologia e i talenti. È proprio l’integrazione di questi due aspetti che, in Italia, ha permesso di portare avanti importanti progetti in ambito educativo:
P-TECH, il percorso educativo iniziato a Taranto per accompagnare i ragazzi dal liceo al mondo del lavoro insegnando loro le skill tecnologiche e etiche del futuro; La collaborazione con Cisco che ha permesso a studenti e insegnanti di superare la prova della didattica a distanza durante la pandemia contando sulla piattaforma Webex e sulle competenze dei Volontari IBM.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Primo report sui Big Data immobiliari post Covid

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 luglio 2020

L’emergenza sanitaria legata alla pandemia da Covid-19 ha travolto anche il mondo del mattone e i piani di molti italiani intenti a ricercare casa. Immobiliare.it (www.immobiliare.it), portale di annunci immobiliari leader in Italia, e Realitycs (www.realitycs.it), azienda Proptech specializzata in market intelligence e valutazioni automatiche, con la fine del mese di maggio, hanno realizzato il primo report basato sull’analisi dei Big Data disponibili dalle 6 milioni di ricerche salvate* sul sito, con l’obiettivo di fotografare in modo preciso come il coronavirus abbia cambiato l’approccio alla casa.
«Dallo scoppio della pandemia tutto il settore immobiliare ha navigato a vista, cercando di prevedere quello che sarebbe potuto accadere – dichiara Antonio Intini, Chief Business Development Officer di Immobiliare.it – Con la fine delle misure restrittive, grazie alla mole di dati a nostra disposizione sulla domanda e al contributo di Realitycs che li ha analizzati, siamo stati in grado di osservare il mercato in profondità, scoprendo come il Covid abbia solo temporaneamente cambiato le esigenze di chi cerca casa. Se l’anno probabilmente non si chiuderà con il numero di compravendite che ci si aspettava, è anche vero che ci sono chiari segnali di un ritorno di interesse al mattone da parte degli utenti, compresi quelli che cercano in locazione».Il 2020 del mercato immobiliare era iniziato sotto una buona stella: a gennaio le ricerche di acquisto di immobili residenziali salvate sul portale erano infatti più che raddoppiate rispetto allo stesso periodo del 2019 (+105%) e quelle di locazione segnavano un incoraggiante +61%. Il lockdown è stato il grande spartiacque: l’annuncio delle misure restrittive, a marzo 2020, ha infatti fatto crollare drasticamente il numero di persone che cercavano un immobile, sia con finalità di acquisto che di locazione. Nel primo caso il calo è stato dell’84% seguito da un ulteriore ribasso in aprile del 22%, che ha riportato quindi i volumi delle ricerche ai livelli di inizio 2019. Per le ricerche di immobili in affitto la battuta d’arresto di marzo è stata del del 71% e, ad aprile, di un ulteriore 15%, arrivando così a una riduzione del 29% rispetto all’inizio del 2019.
Se marzo è il mese nero delle ricerche immobiliari, frenate da paure e incertezze, maggio segna il ritorno ai volumi del pre-Covid-19. Analizzando l’andamento delle ricerche d’acquisto, dalle ultime settimane del mese di maggio si registra un lento ma costante trend al rialzo. Il report fa emergere che in casa la felicità è anche una questione di metri quadri. Indipendentemente dall’interesse a comprare o affittare, le ricerche dimostrano come dopo la quarantena (maggio 2020) il numero di locali diventi un filtro sempre più ricorrente e importante per gli utenti. Risultano infatti in aumento del 5,5% rispetto a gennaio 2020 le ricerche salvate che impostano come determinante il criterio dei locali. Non solo, se durante la quarantena viene chiaramente fotografata l’esigenza di una stanza in più, è anche vero che questo sogno sembra infrangersi allo scadere delle misure restrittive, dal momento che da maggio tornano a salire le ricerche di trilocali e si stabilizzano quelle relative a immobili di tagli più grandi. Che la pandemia abbia segnato per molti il sogno di qualche metro quadrato in più viene evidenziato anche dall’analisi delle superfici medie impostate nei filtri di ricerca: chi intende acquistare casa, ad aprile, rispetto a gennaio, ha aumentato del 6% la dimensione minima del suo immobile ideale. Di nuovo, a maggio è il momento di fare i conti con il budget e le superfici minime tornano a scendere. Il lockdown sembra non aver determinato solo l’emergere dell’esigenza di qualche mq in più, ma anche quella di una maggiore indipendenza. Da febbraio ad aprile 2020 le ricerche di case indipendenti sono infatti aumentate del 9,3% sul totale delle ricerche d’acquisto superando, sebbene di poco, quelle per tipologia appartamento. Anche nel caso delle locazioni, seppur in percentuali diverse rispetto al totale, dopo l’annuncio del lockdown si è rilevato un incremento delle ricerche di case indipendenti (+6,4%). Come per il sogno di qualche metro in più, maggio è stato il momento di ridimensionarsi, dal momento che gli utenti hanno rivisto al ribasso le loro aspettative, tornando a puntare sugli appartamenti. La voglia di affrancamento da un vicinato che non si è mai vissuto così a pieno balza all’occhio anche grazie ad altre due evidenze: durante il confinamento, e in particolare nel periodo con il minor numero di ricerche, la tipologia ‘attico’ – sia per la vendita che per l’affitto – è stata quella che ha tenuto meglio; parallelamente emerge il trend dei rustici, per cui l’interesse aumenta proprio durante il lockdown quando il sogno è quello di evadere dai vicini e dalla città per godersi un angolo privato di paradiso. Un sogno, appunto, dal momento che già da aprile le ricerche di rustici crollano a livelli anche inferiori a quelli del pre-Covid19. Nel momento di picco in basso delle ricerche si nota un aumento del prezzo massimo impostato (+4% ad aprile rispetto a gennaio 2020) sia per gli appartamenti sia per le case indipendenti. Un trend che sicuramente conferma quanto, mai come durante una pandemia in cui la casa viene vissuta 24 ore su 24, per gli italiani l’immobile diventi un bene in cui investire per migliorare la propria qualità della vita. Ma che si presta anche a un’altra chiave di lettura: le ricerche salvate che sopravvivono in un momento di incertezza economica nel Paese sono soprattutto quelle degli utenti alto-spendenti, che non temono le conseguenze di una potenziale recessione.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

2020 Blue Economy Report

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 luglio 2020

The European Commission published “The EU Blue Economy Report 2020”, providing an overview of the performance of the EU economic sectors related to oceans and the coastal environment. With a turnover of €750 billion in 2018, the EU blue economy is in good health. There were also 5 million people working in the blue economy sector in 2018, representing a significant increase of 11.6% compared to the year before. Although sectors such as coastal and marine tourism, as well as fisheries and aquaculture are severely affected by the coronavirus pandemic, the blue economy as a whole presents a huge potential in terms of its contribution to a green recovery.European Commissioner for Environment, Oceans and Fisheries Virginijus Sinkevičius said: “Maritime renewable energy, food from the sea, sustainable coastal and maritime tourism, the blue bio-economy and many other activities constituting the blue economy will help us come out of this crisis stronger, healthier, more resilient and more sustainable. We are doing everything we can to cushion the impact of the lockdown, protect the jobs in the blue economy and the wellbeing of our coastal communities, while retaining our environmental ambitions.”Mariya Gabriel, Commissioner for Innovation, Research, Culture, Education and Youth, responsible for the Joint Research Centre (JRC), said: “We continue to support sustainable growth in the marine and maritime sectors through the European Union Blue Growth Strategy. Research and innovation are fundamental pillars of this European response. We will make sure that research, innovation and education contribute to the transition towards a European Blue Economy. Today’s report is part of this scientific support. It provides valuable insights into the economic performance of European marine activities and highlights the areas for priority action.”While the marine environment is typically associated with traditional activities such as fishing or transport, it houses an increasing number of emerging, innovative sectors including marine renewable energy. The EU, world leader in ocean energy technology, is on track to produce up to 35% of its electricity from offshore sources by 2050.For the first time, the report addresses the environmental dimension of the blue economy in detail, thereby also contributing to achieving environmental objectives. With a decrease of 29% of CO² per unit of gross value added between 2009 and 2017, fisheries and aquaculture growth is firmly decoupled from greenhouse gas production. Moreover, the report stresses the correlation between sustainable fishing and positive economic performance.Greening is also ongoing in other sectors. Fuelled by the International Maritime Organisation’s 2020 sulphur cap, maritime transport is looking increasingly towards less carbon-intensive energy sources. In addition, a network of “green ports” is reducing the ecological footprint of these economically important hubs between the ocean and the mainland.The report also looks at the economic value of several ecosystem services provided by the ocean, including habitats for marine life, carbon sequestration, and processes that influence climate change and biodiversity.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

MEPs debate EEAS report on disinformation activities related to COVID-19

Posted by fidest press agency su lunedì, 4 maggio 2020

The Foreign Affairs Committee held an important debate with EU High Representative and Vice President of the European Commission Josep Borrell on the latest report by the European External Action Service on disinformation activities related to the COVID-19 pandemic. The report reveals many troubling facts, for instance the significant number of coordinated disinformation campaigns by the Russian and Chinese governments to spread false health information in and around Europe, and conspiracy theories and claims that only authoritarian political systems – not democracies – are best suited to deal with the current crisis.
MEPs raised questions about the editing of this text, as there were media reports that the choice of words and the very content had allegedly been altered following requests from the Chinese government. I am pleased that Mr Borrell agreed to discuss this today with the members of the Foreign Affairs Committee.Just recently, the European Parliament emphasised that one thing is clear: the EU must stay free of undue political and economic influence from the outside. Democracy is not an empty word. I am convinced that an open debate about the actions being taken by European leaders is an asset, not an obstacle, as it helps us to make the right decisions. At the same time, there is no doubt that the EU must become better at strategically communicating all of its actions, in Europe and abroad, while continuing to fight external disinformation, fake news and cyberattacks.In the Parliament’s latest resolution of 17 April on the COVID-19 pandemic, we urged the European Commission to counter aggressive Russian and Chinese propaganda efforts that are exploiting the COVID-19 pandemic to undermine the EU and sow mistrust in the local population towards the European Union. To counter negative narratives, it is particularly important to communicate about the EU’s financial, technical and medical support in response to the pandemic, both between EU countries and to our other partner, among them China. Most acts of solidarity, by organisations, professionals or individuals, take place far away from the gaze of cameras and reporters. But it would also be unfair to all the health workers, volunteers helping fellow citizens and people organising the transport of crucial equipment to let the lies about a lack of European solidarity spread without effectively challenging them.”In the debate with Vice President Borrell on Thursday, many MEPs stressed their support for the EEAS and its work on disinformation. However, they also voiced their concerns about recent media reports alleging that the latest special report by the European External Action Service (EEAS) on disinformation surrounding COVID-19, and the references to the state-backed actors pushing it, had been watered down following pressure from Chinese authorities. The EU High Representative rebuked those claims, underlining that the two compared documents are, in fact, different publications – one internal for experts and one for the broader public – and not two versions of the same publication.MEPs quizzed EU High Representative Borrell on details about the editing process, Chinese pressure and how the EEAS had reacted to this pressure. They also asked how the EU can step up its efforts to strategically communicate about its concrete work, fight disinformation more effectively and also ensure enough funding for the EU’s Strategic Communication Task Force.Some members stressed their deep concern over the media allegations, highlighting that the EEAS must clarify what kind of approaches were made by outside parties regarding the work on the latest report. Others said that the media reports appear to be “vastly overblown”, pointing out that most of the critical issues remain intact in the text – such as the clear description of extensive Chinese and Russian disinformation attempts surrounding the origins of COVID-19 and the EU’s attempts to combat them.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tel Aviv-Yafo Municipality Releases a COVID-19 Response Report

Posted by fidest press agency su domenica, 26 aprile 2020

Since the beginning of the pandemic, the Tel Aviv Yafo-Municipality, like many other municipalities around the world, was faced daily with new and unusual challenges such as a major reduction in the number of municipal workers, a disruption in the educational system, a significant increase in the number of residents requiring social services and more. The detailed report below describes the specific steps taken by the Tel Aviv-Yafo Municipality since the crisis erupted in order to
address this unprecedented situation. The report has been sent to all the local authorities in Israel, to our partner cities worldwide, to other cities that requested our assistance, to international networks and organizations, as well as to embassies in Israel and to the Israeli embassies abroad. Sharing these strategies and programs will hopefully help governmental officials, mayors and decision makers cope with similar challenges.The report is divided into two main sections: The first section, “The Municipality’s Emergency and Management Structure”, offers insight into the Municipality’s emergency management structure during routine and emergency times, and more specifically during the coronavirus crisis. The second section, “Initiatives and Projects”, focuses on the technological, innovative and digital platforms that are used routinely by the Municipality in the service of the city residents, and have now been adapted to deal with the crisis in the most effective way by remaining in direct and continuous contact with the city residents.As in this critical period it is important to share knowledge with municipal leaders worldwide, this report will be updated from time to time, as needed. Ron Huldai, Mayor of Tel Aviv-Yafo:“Since
the outbreak of the coronavirus in Tel Aviv-Yafo, we have adapted all municipal activity to the rapidly changing reality. Realizing the importance of sharing best practices now more than ever before, I am pleased to share Tel Aviv-Yafo Municipality’s response to the COVID-19 pandemic with cities around the world, featuring some strategies and programs undertaken in our city.”

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Foreign Affairs MEPs to vote on the Western Balkans report on Monday

Posted by fidest press agency su domenica, 19 aprile 2020

The report consists of recommendations on the EU’s approach towards Western Balkan countries aspiring to join the European Union.MEPs are expected to adopt a report in the run-up to the 2020 Western Balkans summit that is scheduled this spring in Zagreb.They will vote on the text prepared by the rapporteur Tonino Picula (S&D, HR) that largely deals with enlargement issues, only a few weeks after the Council finally decided to give the green light to start accession negotiations with Albania and North Macedonia.The report consists of recommendations on the EU’s approach towards Western Balkan countries and their aspirations to join the European Union, in light of the EU revised enlargement methodology that the Commission presented in February. Besides Albania and North Macedonia, in the Western Balkans region, Montenegro and Serbia have already started accession negotiations, while Bosnia and Herzegovina and Kosovo are potential candidates.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Presentazione del 6° Report italiano sui Minibond

Posted by fidest press agency su lunedì, 24 febbraio 2020

Milano, Martedì 25 febbraio alle ore 10 viene presentata al Campus Bovisa (Aula Magna Carassa e Dadda, via Lambruschini 4) la sesta edizione del Report italiano sui Minibond, frutto del lavoro di ricerca dell’Osservatorio Minibond della School of Management del Politecnico di Milano. Un appuntamento ormai consolidato nell’agenda della finanza alternativa che quest’anno si arricchisce di un nuovo ‘tassello’: la premiazione di un’azienda emittente italiana che, nell’arco di un triennio dopo l’emissione di un minibond, si è distinta per crescita di fatturato e di occupati. Dopo la presentazione del Report da parte del professor Giancarlo Giudici, Direttore scientifico dell’Osservatorio Minibond, si terrà una tavola rotonda a cui prenderanno parte: Massimo Bianchi (EPIC SIM), Simone Brugnera (Banca Finint), Diomidis Dorkofikis (Foresight Group), Vittorio Fiore (Deloitte), Leonardo Frigiolini (F&P Frigiolini & Partners Merchant), Christian Martello (Mediocredito Trentino-Alto Adige), Anna Marucci (Borsa Italiana), Fabrizio Negri (Cerved Rating Agency), Andrea Nuzzi (Cassa Depositi e Prestiti), Sabrina Setini (Orrick) ed Emilio Troiano (ADB Corporate Advisory). Modera Maximilian Cellino (Il Sole 24 Ore). Al termine verrà consegnato l’Innexta Minibond Award.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

FPA Annual Report: passi avanti nell’innovazione della PA

Posted by fidest press agency su giovedì, 30 gennaio 2020

Realizzare una concreta trasformazione digitale della PA come driver per l’innovazione del Paese, rivedere i processi pubblici di acquisto e il rapporto tra pubblico e privato, semplificare radicalmente la ‘geografia’ delle amministrazioni e degli enti, puntare sul valore delle persone e sulle competenze. Sono alcune delle azioni centrali per rendere la PA protagonista nel processo di sviluppo del Paese all’interno della “quarta rivoluzione industriale”, che emergono dall’Annual Report 2019 di FPA. I nodi da sciogliere non mancano, ma finalmente appare chiaro come la PA sia un attore imprescindibile per accompagnare il Paese nel suo percorso per diventare una “smart nation”, un Paese che sa utilizzare le opportunità offerte dalle nuove tecnologie per favorire un modello di crescita e sviluppo sostenibile, secondo la visione definita dall’Agenda 2030 delle Nazioni Unite.“Il 2019 ci restituisce una visione più chiara e coerente del percorso di innovazione del Paese, di cui l’amministrazione pubblica può e deve essere protagonista – dice Gianni Dominici, Direttore Generale di FPA –: sono stati razionalizzati i processi ed è stata condivisa una visione di futuro. Ora è il momento di confrontarsi sui metodi e le singole scelte per la PA: non abbiamo bisogno di champions analogici o digitali ma di persone competenti e motivate messe in condizione di fare cose straordinarie”.“Perché l’azione pubblica sia davvero promotrice di innovazione, nel 2020 speriamo di veder realizzate alcune azioni – dice Carlo Mochi Sismondi, presidente di FPA –: formazione per tutti i dirigenti sui fondamenti della trasformazione digitale e alfabetizzazione informatica di base per tutti i dipendenti pubblici; integrazione delle basi di dati delle amministrazioni e dialogo diretto tra i sistemi informatici; razionalizzazione dei data center pubblici; ripensamento dei processi di procurement; potenziamento degli strumenti per la cybersecurity”.“Guardando ai fatti dell’innovazione digitale, nel 2019 sono accadute diverse cose buone, ma il trend è ancora troppo limitato e troppo lento a causa di una bassa consapevolezza dell’urgenza di questi interventi – spiega Andrea Rangone, CEO di Digital360 –. Nel mezzo della quarta rivoluzione industriale, solo attraverso il digitale e la nuova imprenditorialità il Paese può rinnovarsi e rilanciarsi, generando quelle risorse economiche indispensabili per affrontare tutti gli altri temi al centro del dibattito, dall’occupazione alla sicurezza, dal welfare alle pensioni”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Presentazione primo Smart Building Report

Posted by fidest press agency su giovedì, 30 gennaio 2020

Milano 6 febbraio 2020, ore 9.30 Aula Magna Carassa e Dadda (edificio BL.28), via Lambruschini 4. Il concetto di smart building fa riferimento a un edificio i cui impianti sono gestiti in maniera integrata e automatizzata attraverso l’adozione di un’infrastruttura di supervisione e controllo, al fine di massimizzare il risparmio energetico, il comfort e la sicurezza degli occupanti e di garantirne l’integrazione con il sistema elettrico.Nella prima edizione dello Smart Building Report – redatto dall’Energy&Strategy Group della School of Management del Politecnico di Milano e presentato il 6 febbraio alle 9.30 in Aula Magna Carassa e Dadda (via Lambruschini 4) – viene esaminata l’architettura tipica di uno smart building nelle sue componenti essenziali (building devices and solutions, automation technologies, piattaforme di controllo e gestione, connectivity technologies) per stimarne il volume d’affari in Italia.Il report, che si basa su oltre 100 interviste effettuate ai principali operatori di mercato, fornisce inoltre una panoramica sui differenti modelli di business che i player coinvolti (tra cui ESCo, utilities, technology provider, software provider, facility manager) adottano nel nostro Paese e fornisce un quadro del contesto normativo, articolato in obblighi, incentivi e certificazioni, che influenza lo sviluppo del settore, proponendo un indicatore attraverso cui è possibile valutare il livello di “smartness” di un edificio.Il convegno di presentazione verterà su questi temi e coinvolgerà come sempre nel dibattito le imprese Partner della ricerca.Programma della giornata:
9.30 Apre i lavori: Umberto Bertelè, School of Management – Politecnico di Milano
9.45 Presenta lo Smart Building Report 2019: Federico Frattini, Energy & Strategy Group – Politecnico di Milano
10.45 Prima tavola rotonda con i Partner della ricerca: I modelli di business degli operatori e i nuovi servizi associati agli Smart Building
1. ALPERIA BARTUCCI – Giovanni Bartucci, Vice Presidente esecutivo
2. ASSOEGE – Alberto Lodi – EGE UNI CEI 11339, Esperto LEED BD&C, Ispettore ITACA – delegato Assoege
3. EDISON – Alessio Delussu – Head of Market Strategy Edison Energy & Environmental Services
4. ENEL
5. ENERGY WAVE – Stefano Granella – CEO
6. ENGIE SERVIZI – Raffaella Galiano, Head of Data Driven Solutions B2B
7. SIRAM – Michele Rossi, Head of Data Science&Innovation
8. SNAM – Nicola Palestra, Energy Efficiency Development -Snam4Efficiency
11.45 Seconda tavola rotonda con i Partner della ricerca: Innovazione, tecnologie e dati al servizio degli Smart Building
1. CNA – Alessio Vannuzzi, Rappresentante CNA Impianti, membro del CT 205 CEI e Progettista e System Integrator
2. CO2SAVE – Energia&Progetti – Giulio Paiato, Responsabile Business Development
3. ELMET – Ermanno Albani, Business Development Manager
4. ENERGISME
5. ENI – Claudio Pesenti, R&D Project Manager
6. EVOLVERE
7. SOFTECO – Marco Genta, Green Enterprise & City -Head of Sales
8. TEON – Riccardo Bani, Presidente
9. TREE SOLUTIONS
12.45 Intervento di chiusura Giuliano Dall’O’ – Presidente del Green Building Council Italia
13.00 Intervento di chiusura Andrea Ruckstuhl – Head of Continental Europe.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Global risks report

Posted by fidest press agency su sabato, 25 gennaio 2020

Di Donato Speroni. Ogni anno, alla vigilia dell’incontro di Davos, il World economic forum (Wef) diffonde il Global risks report, ricavato da un’indagine tra top manager ed esperti sui maggiori rischi che corre l’umanità, in termini sia di gravità che di probabilità. Rispetto all’anno scorso, si accentuano le preoccupazioni (e il pessimismo) per il fallimento degli accordi sul clima, per l’impatto dei fenomeni meteorologici estremi, per la perdita di biodiversità. Se poi si analizzano le risposte dei “global shapers” cioè del network del Wef che riunisce giovani impegnati in dialogue, action and change, si vede che per ciascuna di queste catastrofi le preoccupazioni dei giovani sono ancora maggiori.
La domanda che sorge spontanea, se si guardano i grafici del Rapporto, è come mai i potenti del mondo, consapevoli dei rischi che stiamo correndo, non si impegnino maggiormente per cambiare rotta. Sembra quasi che a Davos si assista a un teatrino (nel primo giorno, da una parte l’attivista Greta Thunberg, dall’altra il negazionista Donald Trump) senza davvero rendersi conto dell’entità della posta in gioco.Una parziale risposta può venirci da un rapporto appena diffuso dalla Banca dei regolamenti internazionali sul “cigno verde”, cioè sui rischi alla stabilità finanziaria che derivano dal cambiamento climatico. Nell’abstract si legge cheIl cambiamento climatico pone nuove sfide alle banche centrali, ai regolatori e dai supervisori (…) La valutazione dei rischi correlati al clima nel monitoraggio della stabilità finanziaria è particolarmente difficile per la totale incertezza associata con un fenomeno fisico, sociale ed economico in continuo cambiamento e tale da coinvolgere complesse dinamiche e reazioni a catena. Le analisi tradizionali dei rischi, costruite guardando al passato, e anche i modelli esistenti clima – economia non possono anticipare con adeguata accuratezza le caratteristiche che avranno i rischi legati al clima. Tra questi, quello che definiamo “cigno verde”: eventi finanziari con un potenziale estremamente distruttivo che potrebbero portare alla prossima crisi finanziaria sistemica.
Le verità è che siamo in un territorio inesplorato, nel quale le esperienze precedenti valgono ben poco; non ci sono modelli econometrici o scenari sociopolitici che possano dirci con un ragionevole grado di approssimazione quello che può accadere. Da questa analisi si può intuire il problema che angoscia anche i grandi del mondo che sono convinti di dover intervenire: l’entità della trasformazione è troppo grande per poter essere gestita con successo; meglio occuparsi di problemi “risolvibili”, che possano fornire anche un ritorno elettorale. (fonte: Asvis, Alleanza per lo sviluppo sostenibile)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Rydapt Insight Report, 2019

Posted by fidest press agency su domenica, 29 dicembre 2019

Rydapt – Drug Insight, 2019 report provides comprehensive information of the drug, Rydapt. It includes drugs overview, Rydapt mechanism of action, clinical trials, regulatory milestones, deals & Rydapt’s partnerships. It further provides Rydapt`s patents (US & EU)* and its API manufacturers details in the United States, Europe, China and India.It also features the historical and forecasted Rydapt sales till 2021. The report also throws light on Rydapt market competition and emerging therapies in the same space as Rydapt. Rydapt SWOT analysis is also featured.
A comprehensive Rydapt overview including product description, regulatory milestones, clinical trials, deals and partnerships, have been elaborated in this report
Rydapt Patent information in United States (US) and Europe (EU) has been highlighted
Rydapt API manufacturers in United States, Europe, China and India
The report contains historical and forecasted Rydapt sales till 2021
Comprehensive coverage of the emerging therapies (Phase III) in the space where Rydapt operates including their product description, research and development activities, collaborations and licensing deals, drug mechanism and chemical information The report also features the Rydapt SWOT analysis

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »