Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘respirazione’

Montagna e altitudine, una “palestra” per osservare come reagisce il cuore a una carenza di ossigeno

Posted by fidest press agency su domenica, 21 maggio 2017

montagnaIl mal di montagna può colpire escursionisti che salgono a grandi altezze, ma qualche disturbo può essere avvertito anche dal turista che arriva a Duemila metri per il fine settimana. Ad alta quota il respiro si fa affannoso, si può soffrire di capogiro, senso di nausea. Salire in alta montagna, tuttavia, può creare problemi anche più importanti, a carico del cuore e della pressione del sangue. Infatti uno dei principali problemi dell’alta quota, che genera anche il mal di montagna, è l’ipossia ipobarica. Si tratta di una minor disponibilità dell’ossigeno nell’organismo per la ridotta pressione dell’aria conseguente all’altitudine. L’esposizione prolungata a questa condizione causa modificazioni in varie funzioni biologiche, in particolare quella cardiovascolare. Studiare gli effetti della bassa pressione dell’aria sull’organismo è utile anche per patologie da ridotta disponibilità di ossigeno, come apnee del sonno, insufficienza respiratoria e cardiaca, e sono questi i temi del meeting “Cardiovascular and metabolic changes at high altitude” in programma a Lima (Perù) il 25 e 26 maggio 2017 e promosso dalla Fondazione Internazionale Menarini. Presidenti del meeting sono Gianfranco Parati, Presidente della Società Italiana di Ipertensione, Direttore del Departimento di Medicina e Chirurgia, Università di Milano-Bicocca, Direttore del dipartimento di Scienze Cardiovascolari, Neurologiche e Metaboliche dell’UC di Cardiologia, Ospedale S. Luca, Istituto Auxologico Italiano di Milano, e José Manuel Sosa Rosado, Presidente della Società Peruviana di Cardiologia.
«Abbiamo pensato di usare le montagne come modello per capire cosa succede al corpo quando si verifica una carenza di ossigeno» spiega Parati. «Sono stati trial clinici veri e propri ad alta quota: per esempio, per la pressione arteriosa, abbiamo dimostrato chiaramente per la prima volta che aumenta in modo significativo proporzionalmente all’altitudine. Inoltre l’aumento maggiore si è osservato nelle ore notturne, in relazione al fatto che in montagna si respira peggio di notte, quando tra l’altro si verifica il cosiddetto ‘respiro periodico’. Cioè un alternarsi di apnee (brevissime interruzioni del respiro nel sonno) e iperventilazione. E durante il meeting a Lima presenteremo il nuovo progetto Highcare LAPS Project (HIGH altitude CArdiovascular REsearch Latin America Population Study)».

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Lo smog a Roma

Posted by fidest press agency su giovedì, 3 marzo 2011

«I dati del particolato fine pm2.5 registrati a Roma sono sotto il limite imposto dall’Europa di 25 microgrammi per metro cubo. La centralina di Corso Francia, infatti, nel 2010 ha segnalato una media annuale di 23, mentre Cipro si è attestata a 18 (microgrammi/metro cubo). Si tratta di dati molto significativi poiché le polveri fini (pm2.5) sono molto più dannose del pm10: hanno un diametro di un quarto di centesimo di millimetro e, attraverso la respirazione, possono penetrare a fondo nei polmoni. Il progetto europeo Aphekom, i cui dati sono stati presentati oggi, formula tuttavia uno scenario scientifico da tenere in considerazione che si basa sull’ipotesi di una riduzione delle soglie europee a 10 microgrammi/metrocubo, ovvero di ben 15 punti sotto il limite attualmente imposto dall’Europa. Allo stato, Roma – come molte città italiane ed europee – deve fare i conti con il cosiddetto particolato, pm10, che questa Amministrazione è impegnata a ridurre attraverso seri programmi di mobilità ed efficientamento energetico sostenibili. Vorrei, pertanto, invitare il presidente dei Verdi, prima di dar sfogo alla consueta demagogia populista, a prendere visione dei dati registrati per il pm2.5 che dal 2008 è nei limiti imposti dalla normativa europea». Lo dichiara l’assessore all’Ambiente di Roma Capitale, Marco Visconti.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | 2 Comments »

Respirazione consapevole

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 febbraio 2011

Palermo martedì 15, giovedì 17 e sabato 19 febbraio 2011, dalle ore 18:00 alle ore 19:00, presso lo Studio Forte Feldenkrais, via Nicolò Garzilli 25, si svolgeranno tre lezioni sulla respirazione intitolate Respirazione consapevole. Curatrice sarà Caterina Forte che dal 2004 è impegnata nella divulgazione del metodo Feldenkrais in Sicilia, già diffuso e praticato all’estero, teorizzato dall’omonimo studioso Moshe Feldenkrais.
Caterina Forte, dal 2004 divulga il Metodo Feldenkrais sul territorio siciliano sino a fondare il 1° Centro Feldenkrais a Palermo(www.fortefeldenkrais.it). Organizza, con il sostegno dei suoi allievi,  la Formazione Metodo Feldenkrais ® Palermo 1 (2008-2012) e Palermo 2 (2011-2014). Studia dal 1995 il Benessere della Schiena a Milano presso la Palestra Forte fondata nel 1976 dai genitori e diventata negli anni Ottanta il 1° Centro Feldenkrais in Italia. Frequenta numerosi seminari sul Metodo Feldenkrais e consegue il Diploma Internazionale di Insegnante del Metodo Feldenkrais nella Formazione “Michele Forte” dedicata al generoso impegno del padre nella divulgazione del Metodo. Studia le strade di accesso alla creatività e i sensi, il cervello e l’apprendimento organico, la scrittura e le emozioni come viaggio nel corpo.
Il Metodo Feldenkrais, teorizzato e applicato dallo studioso Moshe FeldenKrais, è un approccio orientato all’apprendimento e alla conoscenza di sé attraverso il movimento. Basato sulla profonda integrazione fra movimento, sensazioni, sentimento e pensiero e, attraverso sequenze di movimenti facili e piacevoli, permette di: portare consapevolezza nelle parti del corpo “dimenticate” e spesso divenute dolenti, trovare nuove soluzioni motorie più efficienti, armonia tra struttura scheletrica e muscolare, flessibilità nella colonna vertebrale, facilità nell’atto respiratorio, consapevolezza nell’uso dei sensi. (Caterina Forte)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Seminario tenuto dalla compagnia PuntoZero

Posted by fidest press agency su domenica, 21 giugno 2009

Bologna, dal 22 al 25 giugno 2009 ore 10-13  via Ferrarese 169/A presso Leggere Strutture Factory Il seminario tratta lo studio del movimento in rapporto allo spazio e a ciò che lo abita.  Si  indagherà sulle differenti modalità di fruizione di un luogo attraverso il movimento danzato e l’interazione con gli altri, dalla costruzione di forme con il corpo, alla trasformazione degli spazi con la dinamica del movimento, in un costante dialogo con l’esistente e con ciò che accade. Nella prima parte del laboratorio verranno proposti esercizi di riscaldamento attraverso la respirazione e l’alexander tecnic. Si procederà poi ad eseguire alcuni esercizi di tecnica contemporanea per sviluppare un istinto più dinamico del movimento. Infine verranno proposti temi per l’improvvisazione. Il seminario è tenuto da Giacomo Sacenti e Ruth Zanella della compagnia di danza PuntoZero. Giacomo Sacenti, danzatore, coreografo e insegnante, diplomato alla  Folkwang Hochschule (Essen), ha lavorato in varie compagnie estere tra cui con Neuer Tanz (Duesseldorf), Stadttheater Giessen, Theater der Stadt Heidelberg. Inoltre ha collaborato con Camilla I.Stage, Ester Ambrosino, Susanne Linke, Roberto Castello, Mark Sieckzkarek, Annelise Soglio, Fabian Chyle, Vivienne Newport, Martina La Bontè , Mikel Aristegui e Wanda Golonka. Nel 2004 fonda la compagnia di danza PuntoZero proponendo un personale linguaggio sulla danza che oscilla con semplicità tra il reale e  il fantasioso, tra l’evidenza e l’incertezza. Ruth Zanella performer e insegnante, ha studiato con vari maestri tra cui con Virgilio Sieni, Wim Vandekeybus, Inaki Azpillaga, Sasha Waltz, MK, Abbondanza-Bertoni, Giorgio Rossi, Ismael Ivo, Teri Weikel, Angelin Preljocaj. È cofondatrice della compagnia PuntoZero e sviluppa una continua ricerca sul movimento e lo spazio in relazione all’uomo, alla sua fisicità e alla sua dinamica. Quota di partecipazione: 80,00 € (comprensiva di tessera associativa) http://www.leggerestrutture.it

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Apnea ostruttiva nel sonno: utili esercizi orofaringei

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 maggio 2009

Esercizi che coinvolgono la lingua ed il palato molle potrebbero ridurre la gravità ed i sintomi dell’apnea ostruttiva nel sonno di entità moderata. E’ stato recentemente dimostrato che suonare il didgeridoo per allenare i muscoli delle vie aeree superiori migliora sensibilmente segni e sintomi della sindrome: si tratta di uno strumento a fiato usato dagli aborigeni australiani consistente in un lungo tubo di legno cavo che produce un suono profondo e riverberante. Da questo concetto è nata l’applicazione dell’esercizio vocale, che implica uno sforzo sia isotonico che isometrico della muscolatura orofaringea: questo tipo di esercizio produce effetti profondi sulla respirazione, portando anche al rimodellamento delle vie aeree superiori. Altri esercizi in grado di variare il tono o la forza della muscolatura orofaringea comprendono il gonfiare palloncini o la pressione della lingua sul palato. Le ricerche future in materia dovranno accertare se gli esercizi nasofaringei o quelli di resistenza della lingua possano migliorare la collassabilità delle vie aeree superiori durante il sonno, e determinare i migliori elementi terapeutici fra intensità, frequenza e durata. (Am J Respir Crit Care Med 2009; 179: 858-9 e 962-6)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »