Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Posts Tagged ‘restrittive’

Istat, Cavallaro (CISAL): “Basta con le politiche «lacrime e sangue»”

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 novembre 2019

“I dati Istat relativi al calo della produzione industriale in Italia, non possono che accrescere la nostra preoccupazione verso il mondo del lavoro e delle famiglie, sempre più in affanno. Al tempo stesso, non possono che rafforzare la convinzione che bisogna porre, una volta per tutte, un argine alle politiche “lacrime e sangue” fatte di misure fortemente restrittive, finalizzate – sulla carta – a ridurre il debito pubblico ma che, di fatto, comprimono la domanda interna”.“Il calo degli investimenti pubblici e privati ed il contenimento di salari e pensioni sono tra le cause principali di difficoltà che, nel nostro Paese, perdurano da troppo tempo”.“Occorre pensare a nuove condizioni affinché le imprese italiane recuperino competitività, anche mediante incentivi che favoriscano innovazione e sistemi produttivi sempre più sostenibili, aumentando la spesa d’investimenti pubblici in ricerca e infrastrutture e facendo crescere il potere di acquisto delle famiglie”.Lo ha dichiarato Francesco Cavallaro, Segretario Generale della CISAL.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Diabete: ventilate modifiche di rimborsabilità in senso restrittivo delle terapie incretiniche

Posted by fidest press agency su martedì, 28 Mag 2013

La Società Italiana di Diabetologia (SID), l’Associazione Medici Diabetologi (AMD) e Diabete Italia, in rappresentanza delle Associazioni delle Persone con diabete, prendono atto con sollievo e soddisfazione dell’interesse mostrato dalle Istituzioni in merito alla questione da loro illustrata con la lettera aperta indirizzata al Ministro della Salute, On. Beatrice Lorenzin, e al Direttore Generale dell’AIFA, professor Luca Pani, circa le ventilate modifiche di rimborsabilità in senso restrittivo delle terapie incretiniche. Tale interesse istituzionale si è concretizzato con l’interrogazione parlamentare depositata il 21 maggio in Commissione Igiene e Sanità del Senato dalla Vicepresidente della Commissione XII del Senato, Sen. Maria Rizzotti.
SID, AMD e Diabete Italia confermano la loro piena, indipendente ed incondizionata disponibilità a collaborare con AIFA per la definizione delle più appropriate indicazioni sulla rimborsabilità delle terapie innovative per il diabete, sottolineando che le stesse debbano essere ispirate, seppure nella sostenibilità economica, dalle linee guida nazionali ed internazionali, nonché dal diritto dei cittadini italiani con diabete di poter usufruire dei trattamenti innovativi, così come avviene per gli altri cittadini europei.Ribadiscono dunque la richiesta di un confronto aperto e costruttivo con AIFA, da concretizzarsi con l’apertura di un tavolo di discussione, in merito al processo di revisione della rimborsabilità delle terapie basate sulle incretine, fondato su solide basi cliniche e scientifiche.Sottolineano infine come questa richiesta delle società scientifiche e delle rappresentanze delle persone con diabete sia esclusivamente motivata da considerazioni di carattere scientifico e preoccupazioni di tipo clinico, oltre che dalla volontà di tutelare la salute e la qualità della vita delle persone con diabete che vivono in Italia, non certamente da interessi commerciali. (Dr. Carlo Giorda Presidente Associazione Medici Diabetologi)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I cortei nella capitale

Posted by fidest press agency su domenica, 10 ottobre 2010

Roma. Leggiamo con soddisfazione che la proposta della regolamentazione delle manifestazioni e dei cortei in città prende corpo. L’importante è che venga ribadito il fermo diniego alla limitazione dei cortei o a tassazioni di qualsiasi tipo. Il diritto di manifestare va salvaguardato e non può essere in alcun modo soggetto a norme restrittive. Diversa è la sofferenza che patiscono le zone centrali della città e per risolvere tale questione spinosa viene presa in considerazione finalmente l’idea già avanzata diversi mesi fa ad Alemanno: dirottare i cortei in zone come quelle di Tor Vergata, uno spazio già utilizzato per le grandi manifestazioni. Prima fra tutte, l’incontro con i giovani nel 2000 con Giovanni Paolo II. Eviteremo così di paralizzare le aree centrali della città e di creare problemi alle fasce più deboli residenti. Su tutti gli anziani e i bambini. (On. Gianfranco Zambelli)

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Aumento domande asilo politico nel mondo

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 marzo 2010

Rispetto al 2008 il numero totale di richiedenti asilo è rimasto stabile con 377mila domande, nonostante le significative differenze regionali evidenziate dal rapporto. Il numero di domande di asilo è aumentato in 19 paesi, mentre è calato in 25. Da rilevare l’incremento del 13% nei paesi del nord Europa con 51.100 nuove domande, la cifra più alta negli ultimi sei anni. Al contrario il numero di domande presentate nei paesi dell’Europa meridionale è calato del 33% con 50.100 richieste di asilo, ciò è dovuto principalmente ad un significativo calo in Italia (-42%), Turchia (-40%) e Grecia (-20%). In Italia tale diminuzione può essere anche attribuita alle politiche restrittive attuate nel Canale di Sicilia da Italia e Libia. Va rilevato come una gran parte di coloro che hanno raggiunto le coste italiane fino al mese di maggio 2009 aveva fatto domanda di asilo. In aumento i richiedenti asilo afghani. Il rapporto annuale dell’UNHCR analizza i livelli e le tendenze relative alle domande di asilo nei 27 paesi dell’Unione Europea, in Albania, Bosnia-Erzegovina, Croazia, Islanda, Lichtestein, Montenegro, Norvegia, Serbia, Svizzera, Macedonia e Turchia. L’analisi statistica copre inoltre Stati Uniti, Canada, Australia, Giappone, Nuova Zelanda e Repubblica di Corea. Gli Stati Uniti si confermano come principale paese di destinazione di richiedenti asilo per il quarto anno consecutivo con il 13% delle domande per un ammontare di circa 49mila domande, presentate in particolare da cittadini cinesi. Come seconda meta di asilo c’è la Francia che ha ricevuto 42mila nuove domande nel 2009, un incremento del 19% rispetto al 2008, dovuto principalmente all’aumento di richieste provenienti da cittadini serbi, prevalentemente di origine kosovara. Il Canada, pur rimanendo al terzo posto, nel 2009 ha visto diminuire il numero di domande presentate del 10% con 33mila richieste. Il calo è dovuto principalmente alla riduzione di domande presentate da cittadini messicani e haitiani. Di seguito, anche il Regno Unito ha registrato un calo e si attesta sulle 29.800 domande di asilo, il numero più basso negli ultimi 15 anni. D’altro canto, la Germania registra un aumento del 25% con 27.600 domande presentate nel 2009 e rappresenta il quinto paese di destinazione di richiedenti asilo. Questi cinque paesi insieme hanno ricevuto il 48% del numero totale di domande di asilo presentate nel 2009. Per quanto riguarda i paesi di origine, circa la metà del totale dei 377mila richiedenti asilo proviene da Asia e Medio Oriente (45%) seguiti da Africa (29%), Europa (15.5%) e Americhe (9%). Il rapporto statistico completo “Asylum Levels and Trends in Industrialized Countries, 2009” è disponibile in inglese sul sito internazionale dell’UNHCR:   http://www.unhcr.org/4ba7341a9.html

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Carabinieri fanno causa al Comando generale

Posted by fidest press agency su lunedì, 14 settembre 2009

I carabinieri impiegati a Pristina (Kosovo) nella missione internazionale di Polizia civile denominata European Union Rule of Law Mission in Kosovo (EULEX), hanno scoperto di ricevere una indennità di missione dimezzata rispetto a quella percepita dal personale della Guardia di Finanza e della Polizia di Stato impiegato nello stesso teatro. Dopo che il Comando generale ha ignorato le richieste dei diretti interessati volte al riconoscimento di un’indennità identica alle altre forze di polizia, in 232 hanno dato mandato ad agire in giudizio all’avvocato Giorgio Carta che ieri ha depositato un’intimazione a provvedere al pagamento entro i prossimi 30 giorni. La disparità di trattamento discende dalla decisione della sola Arma dei Carabinieri di detrarre dall’indennità di missione spettante al proprio personale, il c.d. “Per Diem” corrisposto dall’Amministrazione di EULEX, pari, per tutto il personale della missione, ad € 100,00 giornalieri. Riferisce il legale che «al personale della Guardia di Finanza e della Polizia di Stato, schierato nella Missione EULEX a partire dall’aprile 2008 e non accasermato presso alcuna base, pare che venga invece corrisposta dalle Amministrazioni di appartenenza l’intera somma dell’indennità di missione giornaliera prevista per il teatro, senza che dalla stessa venga sottratto il “Per Diem” corrisposto da EULEX. La evidente diversità nel trattamento economico tra appartenenti a diverse Forze di Polizia schierate nell’ambito della stessa missione, trae origine, verosimilmente, dalla diversa interpretazione della normativa attualmente vigente in materia. Dispiace però constatare che i militari dell’Arma siano sempre i destinatari delle interpretazioni giuridiche più restrittive».

Posted in Cronaca/News, Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »