Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 338

Posts Tagged ‘reumatoide’

‘L’artrite reumatoide in epoca Covid-19’

Posted by fidest press agency su domenica, 8 novembre 2020

Lunedì 9 novembre dalle ore 11 alle 13:30, si terrà il webinar ‘L’ARTRITE REUMATOIDE IN EPOCA COVID-19’, organizzato da MOTORE SANITÀ. Giunti all’appuntamento nazionale di questo progetto, che nei mesi scorsi ha fatto tappa in diverse regioni di Italia, si farà il punto sull’artrite reumatoide durantequesta fase di pandemia. Per la sola artrite reumatoide tra le malattie reumatiche, che produce una aspettativa di vita ridotta da 3 a 10 anni, le innovazionifarmacologiche hanno fornito strumenti in grado di cambiare l’evoluzione della malattia, ma la loro gestione è spesso complessa e lo sarà ancora di più in un momento di pandemia come questo. Partecipano: – Alberto Cauli, Professore Ordinario di Reumatologia, Direttore UOC Reumatologia Università di Cagliari, Responsabile Centro GISEA Cagliari – Antonella Celano, Presidente Associazione Nazionale Persone con Malattie Reumatologiche e Rare – Ada Corrado, Professoressa Associata di Reumatologia, Università di Foggia – Enrico Fusaro, Direttore SC Reumatologia AOU Città della Salute e della Scienza Città di Torino – Paolo Guzzonato, Direzione Scientifica Motore Sanità – Annamaria Iagnocco, Professoressa Ordinaria di Reumatologia Università di Torino e Presidente Eletto EULAR – Florenzo Iannone, Professore Ordinario di Reumatologia, Università di Bari, Coordinatore del Comitato Scientifico GISEA – Manuela Lanzarin, Assessore alla Sanità, Servizi sociali, Programmazione socio-sanitaria, Regione del Veneto – Leonardo Punzi, Professore Ordinario di Reumatologia, Università di Padova – Responsabile Rete Reumatologia – Maurizio Rossini, Professore Ordinario di Reumatologia e Direttore della Scuola di Specializzazione di Reumatologia, Università di Verona – Luigi Sinigaglia, Presidente SIR – Silvia Tonolo, Presidente ANMAR – Giuseppe Turchetti, Professore Economia e Gestione delle Imprese, Scuola Superiore Sant’Anna Moderano: – Daniele Amoruso, Giornalista Scientifico – Giulia Gioda, Presidente Motore Sanità – Paolo Guzzonato, Direzione Scientifica Motore Sanità

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Da oggi disponibile una APP per l’artrite reumatoide

Posted by fidest press agency su mercoledì, 13 marzo 2013

“Convivere con l’artrite reumatoide significa avere un secondo lavoro, H24, che si aggiunge a quello ufficiale” – afferma Antonella Celano, Presidente A.P.MA.R. Associazione Persone con Malattie Reumatiche ONLUS – nel presentare “Artrite Reumatoide APP” ideata per alleggerire le incombenze delle persone che ogni giorno devono fare i conti con questa patologia autoimmune che colpisce oltre 400.000 persone in Italia, in prevalenza donne. “Artrite Reumatoide APP” è un vero e proprio diario elettronico in grado, in modo veloce e puntuale, di avvisare quando prendere i farmaci, ricordare le visite mediche periodiche e le scadenze per gli esami di routine da eseguire. “Un vero e proprio “assistente personale” che, ben programmato, assicura un aiuto alla gestione quotidiana della malattia” – afferma Celano. La giornata delle persone con artrite reumatoide è cadenzata da orari per l’assunzione di numerosi e diversi farmaci: va infatti ricordato che l’artrite reumatoide si manifesta a livello articolare, con un quadro progressivamente disabilitante ma, nella fase avanzata, possono insorgere coinvolgimenti anche a carico di nervi, di vasi e di organi come polmoni e cuore. Una malattia quindi che porta alla convivenza con diverse altre malattie, spesso causa dell’aumento di mortalità precoce e di politerapie. Questa APP consente di “scaricare” il peso di memorizzare orari e impegni per potersi dedicare con maggiore serenità ad altri aspetti della propria vita con la certezza che nulla sarà trascurato per la gestione ottimale della malattia: l’APP ricorderà con un suono e con una notifica le diverse scadenze e appuntamenti. “Artrite Reumatoide APP” è un’applicazione scaricabile gratuitamente su Google per Android, Windows Mobile e iTunes. Sono disponibili le versioni per cellulare e per tablet e le attività possono essere sincronizzate tra i diversi strumenti.L’APP ha una funzione che permette l’aggiornamento in tempo reale con le “news” sull’artrite reumatoide pubblicate on-line e monitorate da Google. Inoltre, la sincronizzazione con il sito A.P.MA.R., permette di reperire utili informazioni come il Centro di reumatologia più vicino: la sezione è completa di indirizzi, numeri telefonici e indirizzi email dei reparti e degli ambulatori di reumatologia su tutto il territorio italiano.
“Artrite reumatoide APP” nasce da un’idea di A.P.MA.R., sviluppata da SB SOFT, con la collaborazione scientifica della dott.ssa Marilena Serra, reumatologa, Ospedale Vito Fazzi di Lecce e della dott.ssa Tiziana Nava, Presidente GISReumatologia-AIFI (Associazione Italiana Fisioterapisti), e realizzata grazie ad un contributo incondizionato di MSD Italia.
L’iniziativa ha ricevuto il patrocinio di CROI (Collegio Reumatologi Ospedalieri Italiani), GISEA (Gruppo Italiano Studio Early Arthitis), OEG (Osservatorio Epidemiologico Gisea) e GIS Reumatologia Per maggiori informazioni: http://www.apmar.it

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Artrite reumatoide

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 gennaio 2011

Una nuova ricerca condotta in 11 Paesi europei, tra i quali l’Italia, evidenzia il significativo impatto che dolore e rigidità articolare mattutina, causati dall’artrite reumatoide, hanno sulle condizioni di vita dei pazienti. Effettuata da Ipsos MORI e commissionata da Mundipharma, l’indagine ha coinvolto 100 pazienti italiani (su un totale di 750 pazienti europei) con artrite reumatoide associata, al risveglio, a dolore e rigidità delle articolazioni, rivelando che oltre tre quarti di essi (76%, contro una media europea del 60%) sono concordi nel ritenere che questi sintomi condizionino la loro esistenza e quasi la metà (47%) afferma che abbiano effetti sulle relazioni personali. Nel complesso, il 94% dei pazienti italiani – rispetto all’82% dei pazienti europei – riconosce che la ridotta funzionalità mattutina compromette pesantemente la loro qualità di vita1.
L’artrite reumatoide è una patologia infiammatoria cronica, progressiva, che causa danni alla cartilagine e all’osso delle articolazioni coinvolte2. Man mano che procede, può portare a dolore cronico e a disabilità severa, esercitando un impatto negativo sulla capacità di svolgere le normali attività quotidiane3. Per coloro che sono affetti da artrite reumatoide, il mattino è in genere il momento peggiore della giornata, a causa della difficoltà nello svolgimento dei propri compiti, dovuta alla rigidità articolare, al dolore e agli altri sintomi indotti dalla malattia. Ciò ha spesso un impatto significativamente negativo sulla vita delle persone che ne sono affette.  Secondo i risultati dell’indagine, il dolore e la rigidità articolare causati al mattino dall’artrite reumatoide hanno anche una ricaduta psicologica sui pazienti italiani. Più della metà di coloro (53%) che sono in grado di svolgere le proprie attività (n=83), nonostante dolore e rigidità, si sente emotivamente frustrata, perché trova più difficile l’esecuzione di ogni compito1. Inoltre, il 90% dei pazienti con artrite reumatoide che attualmente lavorano (n=42) concorda sul fatto che la compromessa funzionalità mattutina impatti negativamente e in modo significativo sul proprio lavoro, contro una media europea pari al 73%1.
E’ da poco disponibile anche in Italia, infatti, un innovativo trattamento a base di prednisone a rilascio programmato, che è stato approvato per i pazienti affetti da artrite reumatoide associata a rigidità mattutina4. L’approvazione è supportata da recenti studi clinici5,6. Assumendo il farmaco alle ore 22.00, un meccanismo originale di rilascio programmato consente di erogare basse dosi di prednisone da 4 a 6 ore dopo l’ingestione, cioè quando, nelle prime ore della notte, si sviluppa l’infiammazione e si verifica il danno tissutale5. Al contrario, il prednisone tradizionale, che viene normalmente somministrato al mattino, non controlla adeguatamente i sintomi della rigidità articolare5.
Prednisone a rilascio programmato è approvato per il trattamento dell’artrite reumatoide e della rigidità articolare mattutina ad essa associata. Il farmaco è somministrato sotto forma di compresse dotate di una specifica formulazione che utilizza una tecnologia a rilascio programmato. Il principio attivo è contenuto all’interno di un guscio di silice anidra, che funge da barriera tra i succhi gastro-intestinali presenti nel tratto digerente e il nucleo attivo del farmaco. L’innovativa tecnologia consente al farmaco di essere erogato con un tempo di rilascio predeterminato, che in questo caso corrisponde a 4-6 ore dopo l’ingestione.
Mundipharma/Napp/Norpharma sono aziende indipendenti, associate, a capitale privato, che  costituiscono joint venture in grado di coprire il mercato farmaceutico mondiale. Tali aziende sono impegnate a offrire ai pazienti affetti da patologie severe e disabilitanti i benefici di innovative opzioni di trattamento in aree quali l’artrite reumatoide, il dolore severo, l’onco-ematologia e le malattie respiratorie. http://www.mundipharma.it

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Trattamento artrite reumatoide

Posted by fidest press agency su giovedì, 8 luglio 2010

La Commissione europea ha espresso parere favorevole per l’utilizzo in prima linea biologica di abatacept per il trattamento dell’artrite reumatoide dell’adulto, segue ora l’iter regolatorio italiano per la rimborsabilità. La nuova indicazione è un ulteriore tassello nello sviluppo di abatacept, che ha ottenuto recentemente anche l’approvazione per il trattamento dell’artrite idiopatica giovanile. Si conferma quindi l’efficacia di questo farmaco biologico, che è in grado di “normalizzare” il processo infiammatorio associato alla malattia e di controllarla attraverso un meccanismo d’azione innovativo: è infatti la prima e unica proteina di fusione umana che blocca l’attivazione dei linfociti T. “Il controllo della malattia in tutti i suoi aspetti – spiega il prof. René Westhovens dell’Università di Lovanio (Belgio) – è l’obiettivo del trattamento dell’artrite reumatoide. Come altri farmaci antireumatici, abatacept consente di ottenere la remissione clinica della malattia. Questa nuova indicazione all’utilizzo in una fase precoce non solo è in linea con una gestione più mirata dell’artrite reumatoide ma ci consentirà di rallentarne ulteriormente la progressione”. Abatacept si caratterizza per l’efficacia sostenuta e crescente nel tempo – un elemento cruciale nel trattamento di una malattia cronica come l’artrite reumatoide – consentendo ai pazienti di tornare a condurre una vita normale. Le persone colpite da questa malattia (in Italia si stimano circa 300 mila casi) vanno incontro ad una riduzione delle capacità motorie, con peggioramento della qualità di vita, perdita di capacità lavorativa, necessità di spese mediche ingenti e rischio di dover ricorrere a interventi chirurgici. Entro 10 anni dalla comparsa della malattia, il 50% dei pazienti non è più in grado di svolgere un lavoro a tempo pieno. La loro qualità di vita scende ad un livello paragonabile a quello di chi soffre di scompenso cardiaco e diabete.
Abatacept è il primo biologico sviluppato nei laboratori di Bristol-Myers Squibb ed è disponibile in Italia per il trattamento dell’Artrite Reumatoide dal 2007.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La Vitamina D e l’artrite reumatoide

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 giugno 2010

I nuovi studi presentati al congresso della Lega Europea contro le Malattie Reumatiche (Eular) dimostrano che i bassi livelli di vitamina D nelle persone che soffrono di diverse forme di malattie reumatiche, sono associati a un rischio aumentato di mortalità e di sviluppo di tumori. I trattamenti con vitamina D possono aiutare i pazienti a migliorare la loro condizione e, più in generale, in tutte le persone, a prevenire queste malattie. La carenza di vitamina D è comune in numerose condizioni reumatiche: più dell’85% dei pazienti mostra livelli talmente al di sotto dei livelli di norma che la stessa assunzione della “dose giornaliera raccomandata” per questa vitamina risulta insufficiente ai fini della normalizzazione dei valori. «I nuovi dati epidemiologici evidenziano un forte legame fra la carenza di vitamina D e l’aumento dell’incidenza, della gravità e delle complicanze delle malattie reumatiche autoimmuni», ha spiegato Maurizio Cutolo, Presidente Esecutivo di Eular 2010. Secondo gli esperti, i pazienti con artrite reumatoide, e non solo possono beneficiare della vitamina D quale agente terapeutico. (fonte farmacista33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Allarme artrite reumatoide

Posted by fidest press agency su lunedì, 15 febbraio 2010

Bari. Tre persone con artrite reumatoide su quattro non sanno di essere malate, con la conseguenza che non seguono alcun trattamento. Una sottovalutazione che desta preoccupazione perché è una malattia fortemente invalidante che colpisce in particolare le articolazioni delle mani e dei piedi e impedisce di compiere i gesti più semplici, come camminare, sollevare una bottiglia o un bicchiere d’acqua o comporre un numero di telefono. È fondamentale che ogni malato venga trattato con gli stessi criteri diagnostici e terapeutici perché così possiamo garantire i più alti livelli di assistenza. Nascerà al più presto, ci auguriamo col sostegno indispensabile delle Istituzioni”. Nelle fasi iniziali la malattia non si presenta con i caratteri di gravità che invece può manifestare successivamente, se non trattata in tempo. “Il paziente – continua il prof. Lapadula – riferisce dolori che possono sembrare banali, ma è proprio questo il momento in cui si deve intervenire per stroncare la malattia sul nascere”.  La parola d’ordine è quindi avvicinarsi sempre più ai cittadini. In Puglia, a partire da febbraio, partirà la campagna di comunicazione “In difesa di Noi”: nelle Asl e negli studi dei medici di famiglia verranno affissi poster e verrà distribuito un fumetto informativo che con linguaggio semplice e diretto spiega sintomi e trattamento della malattia. “L’artrite reumatoide – conclude il prof. Lapadula – è una patologia tipicamente femminile: colpisce in particolare donne in età fertile, tra i 35 e i 40 anni, quindi con evidenti ripercussioni anche sulle capacità lavorative. Per questo il materiale divulgativo verrà distribuito anche nei saloni di bellezza e nei locali dei parrucchieri, luoghi in cui è possibile raggiungere il maggior numero di persone”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

In arrivo nuovo Mab contro l’artrite reumatoide

Posted by fidest press agency su giovedì, 22 ottobre 2009

I dati a due anni dello studio LITHE, presentati all’American College of Rheumatology (ACR), dimostrano che, il trattamento a lungo termine con tocilizumab abbinato al metotressato (MTX) di pazienti affetti da artrite reumatoide trattati comporta  l’81% in meno di danni strutturali alle articolazioni rispetto a quelli trattati con il solo MTX. Inoltre, i risultati di due studi estensivi a lungo termine, presentati a loro volta all’ACR, dimostrano che la percentuale di pazienti trattati con tocilizumab che ottengono la remissione della malattia è aumentata stabilmente nell’arco di 3 anni, dal 27% a 24 settimane al 62% a 180 settimane (3,4 anni). Tocilizumab è un anticorpo monoclonale umanizzato, inibitore del recettore dell’interleuchina-6 (IL-6). Tocilizumab è stato approvato nell’Unione Europea nel gennaio 2009 per la terapia dell’artrite reumatoide in pazienti che hanno mostrato o una risposta insufficiente o un’intolleranza a precedenti terapie con uno o più farmaci antireumatici (DMARDs) o TNF-inibitori. È stato anche approvato per essere impiegato in diversi altri paesi, inclusi India, Brasile, Svizzera e Australia; sarà disponibile in Italia dal 2010.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuovi dati su abatacept per l’artrite reumatoide

Posted by fidest press agency su mercoledì, 16 settembre 2009

New York, Via libera dell’FDA all’inserimento nella scheda tecnica di abatacept di dati che ne supportano l’uso nei pazienti con artrite reumatoide da moderata a grave di durata inferiore ai due anni.  Si tratta dei risultati dello studio AGREE, disegnato per valutare remissione e inibizione del danno articolare nei soggetti con artrite reumatoide erosiva precoce.  “Il trattamento precoce con un farmaco biologico come abatacept, in associazione con metotrexato, nei pazienti con fattori prognostici negativi, può aiutare alcuni pazienti a tornare alle proprie attività quotidiane, spesso limitate da questa disabilitante malattia” ha dichiarato il coordinatore dello studio AGREE, Rene Westhovens, Reparto di Reumatologia della Katholieke Universiteit di Lovanio. “Questi dati  rappresentano per i reumatologi un importante riferimento nel considerare abatacept come un trattamento appropriato per i loro pazienti adulti, affetti da artrite reumatoide da moderata a grave e mai sottoposti a trattamento con farmaci biologici”.  Abatacept, l’innovativa terapia biologica per l’artrite reumatoide messa a punto nei laboratori di Bristol-Myers Squibb, ha dimostrato di ridurre i segni e i sintomi, fornire una “risposta clinica maggiore”, inibire la progressione del danno strutturale e migliorare la funzionalità fisica nei pazienti adulti affetti da artrite reumatoide attiva da moderata a grave.  I dati dimostrano che abatacept è in grado di migliorare la qualità della vita dei pazienti, oltre che di alleviare il dolore, il gonfiore articolare e la fatica.  In Italia circa 400.000 persone soffrono di artrite reumatoide, malattia infiammatoria auto-immune, degenerativa e invalidante, ad alto impatto sociale ed economico.   Abatacept, reso disponibile da Bristol-Myers Squibb anche in Italia dal dicembre 2007, in classe H-osp2, è indicato per il trattamento dell’artrite reumatoide nei pazienti con risposta insufficiente o intolleranza alle terapie di fondo, incluso almeno un inibitore del TNF.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »