Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Posts Tagged ‘rianimazione’

Cellule cerebrali rianimate quattro ore dopo la morte

Posted by fidest press agency su domenica, 5 maggio 2019

E mini-cervelli coltivati in laboratorio per testare nuovi farmaci, alcuni dei quali permettono di ringiovanire nell’unico modo possibile: uccidendo le cellule vecchie. La fantascienza entra nella vita di tutti i giorni e solleva pressanti interrogativi etici. E’ giusto “uccidere” la vecchiaia? E lavorare su cervelli bonsai? Di questi e di altri temi si parlerà a Milano dal 13 al 18 maggio. La Settimana della Neuroetica, promossa dalla Società Italiana di Neuroetica (SINe), quest’anno affronterà pubblicamente i temi più caldi e controversi (dalla previsione del crimine al neuromarketing, da nuove cure per l’Alzheimer al potenziamento morale) nell’ambito di eventi divulgativi che coinvolgeranno 6 università milanesi e 2 centri di ricerca d’eccellenza. Tutti a ingresso libero con studiosi di alto livello.
Al centro della Settimana un convegno internazionale con esperti di fama mondiale, come Adrian Owen, l’esploratore degli stati vegetativi, capace di fare “parlare” attraverso macchine persone che si riteneva non fossero più coscienti; Alfred Mele, studioso della libertà umana, che oggi alcune ricerche scientifiche ci dicono essere solo un’illusione; e Barbara Sahakian, esperta del potenziamento cognitivo, la possibilità di accrescere la nostra intelligenza con nuovi dispositivi medici. Ecco il programma completo.
Milano Lunedì 13 maggio dalle 9:00 alle 13:00 si terrà un evento scientifico divulgativo organizzato dall’Università Cattolica su Neuroscienze e professioni future: questioni etiche presso il Palazzo Lombardia (Piazza Città di Lombardia 1, Milano – Ingresso N4, Sala Marco Biagi, 1° piano).
Lavorare con le neuroscienze: neuromanagement e neuromarketing (con M. Balconi, C. Manzi, S. Malanga, E. Salati, M. Santoro)
· Martedì 14 maggio dalle 14:30 alle 17:30 si terrà, presso l’Università Statale di Milano, Dip. Studi internazionali, giuridici e storico-politici (Via Conservatorio, 7, Sala Seminari DILHPS) un evento divulgativo sul tema Homo Homini Lupus? L’aggressività umana tra basi neuropsicobiologiche, contesti sociali, dinamiche politiche e questioni etiche. Ossia: cosa dicono le neuroscienze sui nuovi fenomeni di violenza, quale dialogo con le scienze umane? (con R. Cammarata, R. Ferrucci, M. Massari, F.G. Pizzetti)
· Martedì 14 maggio dalle 14:00 alle 17:00 si terrà, presso l’Università di Milano-Bicocca (Via Cadore 48, Monza, Edificio U18, Aula 5) un evento divulgativo sul tema Riabilitare il cervello. Manipolazione fisica, interfaccia robotica e stimolazione virtuale: prospettive cliniche e nodi neuroetici. Ossia: come si può recuperare da malattie e traumi cerebrali grazie alle nuove tecnologie (con V. Sironi, M. Cerri. S. Songhorian, M. Bartolo, R. Folgieri)
· Mercoledì 15 maggio dalle 14:30 alle 17:30 si terrà un evento scientifico divulgativo presso l’Università Bocconi (via Röntgen 1, Aula 1 c3 sr01) dal titolo Diritto penale, filosofia e neuroscienze. Sviluppi tecnologici e profili etici. Ossia: come possono cambiare i processi e i codici e la prevenzione del crimine grazie alle neuroscienze (con G. Canzio, S. Fuselli, C. Grandi, G. Tuzet)
· Dal 15 al 17 maggio si terrà il Convegno Internazionale della Società italiana di neuroetica e della International Neuroethics Society presso l’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano (via Olgettina, 58, DIBIT 1). I grandi temi della neuroetica, dal neurodiritto al potenziamento, dalla clinica alla cognizione morale fino al free will (ospiti: A. Owen, B. Sahakian, R. Rumiati, F. Guala, A. Mele, J. Savulescu, C. Ferrarese, A. Salles).
· Giovedì 16 maggio dalle 9:30 alle 13:00 si terrà un evento scientifico divulgativo presso la Fondazione IRCSS Istituto Neurologico Carlo Besta (Via Celoria 11- SALA Pluribus -3 piano) dal titolo Una introduzione alla Legge 219/2017: Consenso informato, DAT, Pianificazione Condivisa della Cura e malattie neurologiche. Ossia: dilemmi della cura e del fine vita e questioni giuridiche quando ad ammalarsi è il cervello (con A. Solari, M. Leonardi, F.G. Pizzetti, A. Pessina)
· Venerdì 17 maggio dalle 11:00 alle 17:00 si terrà presso la Libera Università di Lingue e Comunicazione IULM (Via Carlo Bo, 1, Aula dei 146), un evento dal titolo scientifico divulgativo Neuroetica e coscienza: dalla mente alla natura. Un rebus scientifico: ciò che ci rende umani è ancora da spiegare, ipotesi a confronto (con F. Cimatti, R. Manzotti, V. Fano, P. Perconti, S. Sarasso, T. Parks)
· Venerdì 17 maggio dalle 18:30 alle 20:00 presso la libreria Walden (via Vetere, 14) si terrà la presentazione del libro di J. Savulescu e I. Persson, Inadatti al futuro. L’esigenza di un potenziamento morale, Rosenberg & Sellier, 2019. La necessità di potenziarsi moralmente per evitare catastrofi planetarie, ne parlano J. Savulescu, A. Lavazza e M. Reichlin.
· Sabato 18 maggio dalle 9:00 alle 13:00 presso IRCCS – Fondazione Don Carlo Gnocchi Milano (via don Palazzolo, 21) si terrà un evento scientifico divulgativo dal titolo La compromissione cognitiva: verso una nuova assistenza ecologica. Il modello della RSA aperta e l’etica della cura. Le emergenze create dal diffondersi di malattie neurodegenerative. Il metodo nuovo per affrontarle (con M. Mozzanica, G. Fumagalli, F. Giunco, S. Inglese).
http://www.societadineuroetica.it.
La Società italiana di neuroetica e filosofia delle neuroscienze (SINe) è nata nel 2013 e riunisce studiosi di diverse discipline, interessati alle nuove conoscenze sul cervello, alle loro ricadute etiche, filosofiche, sociali e legali. Tra i soci, neuroscienziati, medici, filosofi, psicologi e giuristi. La SINe promuove attività scientifica, convegni e iniziative di divulgazione intorno alla nuova disciplina, nata agli inizi degli anni Duemila. L’attuale presidente è Michele Di Francesco, rettore dello IUSS di Pavia, vicepresidente è Massimo Reichlin, professore ordinario di filosofia morale alla Università Vita-Salute San Raffaele, dove ha sede la Società. Il convegno 2019 è organizzato in collaborazione con la Società internazionale di neuroetica (INS), che ha sede negli Stati Uniti.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Corso di rianimazione cardiopolmonare per 140 alunni

Posted by fidest press agency su giovedì, 26 aprile 2018

Fabio Perini S.p.A., azienda leader nel settore della produzione di macchine per il tissue, insieme alla Onlus Mirco Ungaretti, ha organizzato oggi corsi di rianimazione cardiopolmonare per alunni, circa 140, e insegnanti della Scuola Primaria della Pieve San Paolo. Inoltre, durante una piccola cerimonia alla presenza di Oswaldo Cruz, CEO Fabio Perini, del preside Tina Centoni con Roberta Lena coordinatrice del complesso della Scuola Primaria della Pieve San Paolo, di tutti i docenti e dell’Assessore politiche educative del comune di Capannori Francesco Cecchetti, l’azienda ha donato all’istituto scolastico un defibrillatore semi automatico. I corsi di manovre salvavita per gli studenti sono stati tenuti dai volontari dell’Associazione, fondata da Stefano Ungaretti dipendente della Fabio Perini S.p.A. “Nel 2009 la mia vita ha preso completamente una svolta: mi sono sposato a giugno e, il giorno dopo il matrimonio, è morta una delle persone a me più care: mio fratello Mirco” – spiega Stefano Ungaretti – Una tragedia famigliare dovuta a un Killer silenzioso chiamato Arresto Cardiaco Improvviso. A Mirco è dedicata la Onlus che da circa 6 anni porta il suo nome”.Lo scopo del progetto si può riassumere, dunque, con due parole: sensibilizzazione e informazione. Infatti, ciò che è necessario per l’Associazione Mirco Ungaretti è riuscire a portare avanti una campagna di consapevolezza e divulgazione delle principali manovre di rianimazione cardiopolmonare con l’utilizzo del defibrillatore, soprattutto nelle scuole. Si può notare come la morte per arresto cardiaco improvviso sia una delle principali cause di morte nel mondo occidentale. Prendendo consapevolezza di questi dati, diventa rilevante capire l’importanza dell’insegnamento nelle scuole di questa materia.Ad oggi l’Associazione ha formato gratuitamente oltre 2600 studenti maggiorenni delle scuole della Provincia di Lucca che hanno, peraltro, ricevuto l’Attestato da Soccorritore BLSD (Basic Life Support with Defibrillator), e più di 13mila studenti minorenni che hanno imparato le principali tecniche di rianimazione.“La prevenzione per questo tipo di patologie è fondamentale – dichiara Oswaldo Cruz, CEO di Fabio Perini S.p.A. – Allo stesso modo la formazione delle persone per intervenire in situazioni così critiche può essere decisiva e aiutare a salvare numerose vite”.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Testamento biologico

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 gennaio 2011

Il Tribunale di Firenze si è espresso positivamente in merito al testamento biologico. Nel caso concreto, i giudici hanno accolto la richiesta di un settantenne in buona salute di nominare un “amministratore di sostegno”, una sorta di tutore legale, a cui viene affidato un compito preciso in caso di perdita di coscienza: impedire ai medici di procedere con la rianimazione o anche con alimentazione e idratazione artificiale. Quindi, se il cittadino perdesse la facoltà di comunicare o la coscienza, l’amministratore può presentarsi dai sanitari con l’ordinanza del giudice e chiedere di sospendere tutti i trattamenti che la persona stessa, quando era in buona salute, aveva esplicitamente escluso. La responsabile per la Toscana dell’Italia Dei Diritti, Emanuela Ferrari si trova in pieno accordo con la decisione presa dal Tribunale fiorentino e aggiunge:“La libertà di scegliere a quali trattamenti sanitari essere sottoposti è garantita da numerose norme costituzionali e eventuali leggi che non rispettassero tali norme sarebbero prima incostituzionali, oltre che non democratiche”. L’esponente del movimento extraparlamentare guidato da Antonello De Pierro conclude affermando che “lo strumento per garantire la liberta di scelta è  fornito dalla legge sull’amministrazione di sostegno. La sentenza della Magistratura ripropone la visione laica ed egualitaria  del  rispetto dei diritti e delle libertà individuali che connotano la nostra amata Costituzione Italiana”.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Rianimazione e Terapia Intensiva

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 ottobre 2010

Parma sino a sabato 16 ottobre Farmaci analgesici dedicati a un utilizzo mirato ed esclusivo per via intramidollare nel liquor spinale (anziché per la normale via sistemica orale o endovenosa), stimolatori sempre più miniaturizzati impiantati nella colonna vertebrale, in grado di dialogare con i computer del centro medico. Queste le ultime novità high-tech per la stimolazione e la modulazione delle vie del dolore. “Negli ultimi vent’anni la terapia del dolore  cronico ha visto affacciarsi, dapprima timidamente poi sempre più decisamente, innovazioni tecnologiche che hanno favorito il trattamento di quelle forme che non rispondono ai farmaci”, dice Cesare Bonezzi, Responsabile Unità Operativa di Medicina del Dolore, Fondazione Salvatore Maugeri, Pavia.
“Oggi, la tecnologia farmaceutica ha reso disponibili farmaci analgesici, il cui capostipite è il ziconotide, destinati a una via di somministrazione del tutto innovativa ed esclusiva – spiega. Ziconotide, estratto dal veleno della conchiglia marina Cunus Magus, è stato studiato per essere iniettato direttamente là dove agisce ovvero nel liquor e da qui nel midollo spinale. E’ il primo e l’unico di questa classe, un analgesico potente e differente dagli oppiacei sin qui utilizzati, per effetti collaterali e dipendenza, ma presto ne avremo a disposizione altri”, dice ancora Bonezzi.
Questo farmaco viene iniettato con un piccolissimo catetere impiantato con un ago vicino al midollo spinale e collegato a una pompa sottocutanea che permette somministrazioni controllate in base al dolore e al tipo di paziente. Il principio è quello della neuromodulazione, cioè la riattivazione del sistema nervoso, la cui attività è alterata dalla malattia, con farmaci portati a diretto contatto delle strutture nervose. “Prima dello ziconotide, si poteva intervenire iniettando con la medesima modalità i farmaci analgesici classici – gli oppiacei, dalla morfina all’idromorfone – a dosaggi estremamente ridotti rispetto a quelli che si dovrebbero assumere per via orale o endovenosa, riducendo i potenziali effetti collaterali, ma offrendo nel contempo una potentissima e durevole analgesia”, aggiunge Bonezzi.
Ma grandi passi in avanti sono stati compiuti anche nel campo della neurostimolazione: impulsi elettrici di bassa intensità inviati al sistema nervoso da un apparecchio detto appunto neurostimolatore.  Anche in questo campo l’evoluzione tecnologica degli ultimi anni è stata sorprendente. “Infine – conclude Bonezzi – un’ulteriore innovazione di questi ultimi anni è stata quello di poter stimolare anche i nervi periferici, si pensi che oggi possiamo intervenire nelle cefalee, nei dolori traumatici e in quelle devastanti forme di dolore che interessano gli organi genitali. In pratica la stimolazione sta diventando uno strumento antalgico efficiente e indispensabile in numerosi casi di pazienti altrimenti non trattabili”.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pazienti con tumore

Posted by fidest press agency su martedì, 23 febbraio 2010

Roma 24 febbraio ore 11.30 Grand Hotel de La Minerve sala Cavour piazza della Minerva Il dolore episodico intenso (Breakthrough cancer pain) colpisce tra il 40 e l’80 percento dei pazienti con tumore. È un dolore violento, improvviso, spesso imprevedibile che può colpire più volte al giorno. I trattamenti finora disponibili non rispondevano alle caratteristiche di questo tipo di dolore.  Da oggi, una nuova formulazione di fentanyl offre ai pazienti un trattamento adeguato, ad azione rapida, in grado di bloccare il dolore tempestivamente e dare sollievo ai pazienti con tumore migliorandone la qualità della vita.   Il dolore oncologico, la sua gestione e le novità terapeutiche saranno al centro dell’incontro che vedrà riuniti: Prof. Consalvo Mattia Direttore UOC Anestesia, Rianimazione, Medicina del Dolore ICOT – Polo Pontino, Dipartimento Scienze Anestesiologiche – Università La Sapienza, Roma Prof. Sebastiano Mercadante Direttore dell’Unità di terapia del dolore e cure palliative, Dipartimento Oncologico La Maddalena – Palermo Prof. Giustino Varrassi Ordinario di Anestesia e Rianimazione, Università degli Studi dell’Aquila e Presidente Efic (Federazione europea delle società scientifiche che studiano il dolore) Prof. Furio Zucco  Direttore del Dipartimento Gestionale di Anestesia Rianimazione Terapia del Dolore e Cure Palliative – Azienda Ospedaliera G.Salvini, Garbagnate Milanese  Modera Manuela Lucchini

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Solidarietà ed egoismi nelle epidemie

Posted by fidest press agency su venerdì, 2 ottobre 2009

Il primo caso di ricovero in rianimazione di un neonato di tre mesi per complicazioni polmonari dovute virus A/H1N1 scatenerà certamente allarme in migliaia di madri di bambini che tempesteranno di domande i loro pediatri sui modi di prevenire la nuova influenza. Recentemente il Consiglio Superiore di Sanità, organo di consulenza del Ministero del Lavoro, salute e politiche sociali e l’EMEA, l’autorità europea in materia di licenze di farmaci, hanno dato parere favorevole sull’utilizzo del vaccino in età pediatrica. Il nostro Ministero sta ultimando la definizione delle categorie di soggetti che andranno vaccinati per primi. Tra questi, oltre al personale sanitario, vi sono soggetti, tra cui i bambini, con malattie croniche che potrebbero facilmente avere una malattia severa e complicanze serie nel caso venissero infettati dal virus A/H1N1.  Avremo certamente a che fare nelle prossime settimane con richieste e pretese di vaccinazione prioritaria di determinate categorie professionali, come è già avvenuto per i taxisti. Ciò può creare disordine organizzativo ed allarmismo. E’ bene , al contrario, che, in situazioni di emergenza, i cittadini abbiano fiducia nello Stato nelle scelte dell’ Autorità sanitaria che opera nell’interesse della salute pubblica grazie alle competenze di cui dispone e al confronto con gli altri Stati. I sentimenti di appartenenza civile e di solidarietà devono prevalere sugli egoismi che in tutti gli eventi epidemici della storia hanno avuto grande rilevanza, come ricordava il Boccaccio.,nell’introduzione del Decamerone riferendosi alla peste del 137-50:”Era con sì fatto spavento questa tribolazione entrata nè petti degli uomini e delle donne, che l’un fratello l’altro abbandonava. E il zio il nipote,e la sorella il fratello, e spesse volte la moglie il marito; e che maggior cosa è e quasi non credibile, li padri e le madri i figlioli, quasi loro non fossero, di visitare e di servire schifavano. Per la qualcosa a coloro de’ quali era la moltitudine inestimabile, e maschi e femmine, che infermavano, niuno altro sussidio rimase che o la carità degli amici ( e di questi fuor pochi) o l’avarizia dei serventi.” (Dr. Walter Pasini Direttore Centro di Global Health)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rianimazione, un lavoro di squadra

Posted by fidest press agency su lunedì, 23 marzo 2009

I difetti nel procedimento di formazione di team medici appositi influenzano negativamente la tempistica durante la rianimazione cardiopolmonare e la rapidità della defibrillazione. L’arresto cardiaco viene di solito gestito da team medici piuttosto che da un singolo individuo, e di solito questi team si formano appositamente durante l’evento in quanto diversi operatori sanitari si uniscono alla prima persona presente. Recenti indagini dimostrano che l’aderenza alle linee guida in questo campo può essere men che ottimale, che deviazioni dagli algoritmi terapeutici sono associate ad una diminuzione dei tassi di sopravvivenza e che i deficit nella performance sono associati a difetti nel processo di formazione dei team operativi. La manifestazione di autorità viene osservata meno nei team che si formano ad-hoc che in quelli preformati, ma non sono state rilevate differenze in questo senso fra i medici generici e quelli ospedalieri. Sono necessarie ulteriori ricerche per valutare in che modo i medici possano migliorare le proprie capacità nella formazione di team, ed inoltre questo problema andrebbe affrontato sia in sede educativa che nelle future linee guida sulla rianimazione cardiopolmonare. (BMC Emerg Med online 2009, pubblicato il 18/3)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »