Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 229

Posts Tagged ‘riccardo muti’

Riccardo Muti all’università di Parma

Posted by fidest press agency su domenica, 14 ottobre 2018

Parma Venerdì 26 ottobre il Maestro Riccardo Muti, Direttore musicale della Chicago Symphony Orchestra, sarà all’Università di Parma. Il grande direttore d’orchestra sarà l’ospite d’onore di “Pietro Barilla e Ingegneria, una storia lunga 30 anni”, evento speciale organizzato dall’Ateneo e dal Gruppo Barilla in occasione del trentesimo anniversario dell’inaugurazione della Sede didattica di Ingegneria, che fu costruita tra 1987 e 1988 (appena istituita la facoltà di Ingegneria a Parma) proprio grazie a una generosa donazione di Pietro Barilla.
“Pietro Barilla e Ingegneria, una storia lunga 30 anni” si terrà a partire dalle 10.45 all’Auditorium del Plesso Polifunzionale del Campus Scienze e Tecnologie (Parco Area delle Scienze 59/A).L’appuntamento si aprirà con i saluti del Rettore dell’Università Paolo Andrei, che conferirà una speciale onorificenza ai primi sei laureati in Ingegneria a Parma dell’a.a. 1989/1990. Seguirà un intervento di Luca Barilla, Vicepresidente del Gruppo Barilla, che introdurrà il Maestro Riccardo Muti. Studenti e tutta la cittadinanza potranno godere di un momento di straordinaria intensità in cui il Maestro Muti sarà il grande protagonista.
L’evento è aperto a studenti, docenti e a tutti gli interessati. Per partecipare è necessario compilare un form online sul sito web dell’Università di Parma, all’indirizzo https://www.unipr.it/node/22442.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Riccardo Muti: un concerto fuori programma per LuganoMusica

Posted by fidest press agency su domenica, 28 maggio 2017

mutiLugano Domenica 4 giugno alle 20.30 LuganoMusica propone al LAC di Lugano un concerto fuori programma con uno dei più grandi direttori al mondo: Riccardo Muti. In modo inatteso ma con grande gioia, LuganoMusica è riuscita infatti a intercettare una data nel fitto calendario del Maestro, che dopo molti anni di assenza ritornerà in concerto a Lugano. Vent’anni di direzione musicale alla Scala – la più lunga nella storia del glorioso teatro milanese -, quasi mezzo secolo di frequentazione del Festival di Salisburgo, dove ha riportato alla luce i tesori del Settecento napoletano; gli incarichi prestigiosi alla testa delle orchestre di Philadelphia e Chicago, la liaison con i Wiener Philharmoniker…. Nella sua lunga carriera, Muti ha anche riservato uno spazio importante a progetti segnati da un profondo impegno civile, portando la musica in luoghi simbolo, da Beirut a Gerusalemme, da Sarajevo a Damasco. Autentico anche il suo interesse per le giovani generazioni, concretizzato a Ravenna nella realizzazione della Riccardo Muti Italian Opera Academy per giovani direttori d’orchestra, maestri collaboratori e cantanti e, fin dal 2004 , nella fondazione dell’Orchestra Giovanile “Luigi Cherubini”, con cui si esibirà proprio a LuganoMusica. Il programma, dal grande impatto tecnico ed emotivo, è incentrato sul repertorio che ha visto Muti affermarsi su scala internazionale. Da un lato la grande tradizione operistica italiana – con la celebre Sinfonia che apre il Nabucco di Giuseppe Verdi, un autore cui Muti ha dedicato un lunghissimo lavoro di ricerca, contribuendo al recupero in tempi moderni di titoli ingiustamente considerati minori. Dall’altro la forma sinfonica classica con due intense pagine del Romanticismo: la Sinfonia n. 4 Tragica di Franz Schubert e la Sinfonia n. 5 in mi minore di Pëtr Il’ič Čajkovskij. Opera giovanile di Schubert, la Quarta Sinfonia risente, fin dalla scelta della tonalità di do minore, dell’ammirazione del suo autore verso il modello titanico della Quinta beethoveniana, e può essere considerata l’emblema di un Romanticismo ancora in boccio, laddove la Quinta Sinfonia di Čajkovskij, datata 1888, rappresenta un frutto maturo della stessa stagione artistica.
orchestraAccanto a Muti saliranno sul palco del LAC i giovani strumentisti dell’Orchestra “Luigi Cherubini”, una delle creature più riuscite del maestro. Fondata nel 2004 con il preciso scopo di raccogliere attorno a sé i migliori talenti sotto i trent’anni, la “Cherubini” riunisce intorno ai suoi leggii rappresentanti di tutte le regioni italiane, e prevede un turn over triennale, in modo da permettere a giovani sempre diversi di accedere ad un percorso formativo di altissimo livello, che funge poi spesso da trampolino di lancio verso altre prestigiose realtà orchestrali, per coloro che hanno terminato il triennio. Protagonista di progetti musicali di ampio respiro in Italia e nel mondo, la “Cherubini” è davvero un regalo del maestro Muti ai giovani, per trasmettere la sua sterminata esperienza ma soprattutto per condividere la gioia del far musica. (Biglietti: Fr 152-./20-, lunedì chiuso / nel caso di concerti serali apertura della biglietteria 90 minuti prima dell’inizio dello spettacolo Riduzioni per studenti e apprendisti; liceali e studenti del Conservatorio della Svizzera italiana hanno l’ingresso gratuito la sera del concerto, a seconda della disponibilità. Per gli spettatori con disabilità o mobilità ridotta è consigliata la prenotazione dei biglietti almeno 24 ore prima dell’inizio dello spettacolo.) (foto: muti, orchestra)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Riccardo Muti e residenza fiscale

Posted by fidest press agency su domenica, 27 novembre 2011

Riccardo Muti nach einer Opernaufführung der S...

Image via Wikipedia

“Ho la residenza in Italia e so che molti miei colleghi, direttori, registi e cantanti, non hanno la residenza in Italia; E’ una loro scelta e ognuno è libero di fare quello che vuole. Però non sopporto chi poi polemizza contro la politica e i ministri. Non si può tenere la residenza fuori dall’Italia e poi sputare sul proprio paese”. Lo ha detto ai microfoni di Armando Torno per Radio 24 il maestro Riccardo Muti parlando del premio a lui conferito Premio “Paolo Borsellino, eroe italiano”, “per gli altissimi meriti artistici e morali”. Stasera Muti inaugurerà la stagione dell’Opera di Roma dirigendo il verdiano Macbeth, trasposizione in musica della tragedia scespiriana sulla tirannide che cade grazie all’eroismo del popolo insorto, al Teatro dell’Opera di Roma che qualche mese fa ha nominato Muti «direttore onorario a vita del teatro». “E’ chiaro che questo premio verrà tassato, (Paolo Borsellino, ndr) ma sono comunque contento di avere la residenza fiscale in Italia” conclude il direttore a Radio 24. (Chioda Maria Luisa)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Muti: il Birgit Nilsson

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 ottobre 2011

Riccardo Muti nach einer Opernaufführung der S...

Image via Wikipedia

«Faccio le mie più vive congratulazioni e quelle della giunta capitolina al direttore Riccardo Muti, che domani riceverà il prestigiosissimo Premio svedese Birgit Nilsson. Un riconoscimento che conferma l’importante modello che Muti rappresenta per la musica in tutto il mondo. Questa ulteriore onorificienza testimonia il grande valore artistico di un uomo che vive con passione e dedizione il proprio lavoro». Lo afferma il sindaco di Roma, Gianni Alemanno.

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nabucco al Teatro dell’Opera

Posted by fidest press agency su mercoledì, 16 marzo 2011

Roma 17 marzo 2011, alle ore 20,30, al Teatro dell’Opera di Roma, il sindaco Gianni ALEMANNO, e il presidente del Consiglio dei Ministri, Silvio BERLUSCONI, alla presenza del Presidente della Repubblica Giorgio NAPOLITANO,  assistono alla rappresentazione del “Nabucco” di Giuseppe Verdi diretta dal maestro Riccardo Muti in occasione delle cerimonie per la ricorrenza dei 150 anni dell’Unità d’Italia.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Grammy a Muti

Posted by fidest press agency su lunedì, 14 febbraio 2011

«Al maestro Muti le nostre più sentite congratulazioni per l’importante premio, l’ennesimo nella sua carriera, che gli è stato tributato questa notte dalla giuria dei Grammy Award a Los Angeles».
Lo dichiara il sindaco di Roma, Gianni Alemanno. «Suo è infatti il miglior Album classico dell’anno, la Messa da Requiem di Verdi nell’esecuzione della Chicago Symphony Orchestra, sia per la performance complessiva dell’orchestra sia per quella, in particolare, del Coro. Il Maestro – afferma Alemanno – continua a dare lustro alla professionalità, al talento e alla cultura italiana in tutto il mondo, ed è per noi motivo di vero orgoglio poter contare sulla sua esperienza e preparazione al Teatro dell’Opera di Roma, dove averlo sul podio più importante è un vero e proprio fiore all’occhiello di questa Istituzione. Ringrazio Muti per il suo instancabile impegno, che lo ho portato anche a ricevere i primi Grammys della sua carriera, insieme all’augurio di ristabilirsi completamente per riprendere con serenità il lavoro che ama e per il quale è a sua volta amato e ammirato da pubblico e critica».

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Muti al teatro grande degli scavi di Pompei

Posted by fidest press agency su martedì, 18 maggio 2010

Pompei 10 giugno (ore 21.15 replica l’11 alla stessa ora)  Teatro Grande degli Scavi di Pompei, Dopo l’imponente restauro il Teatro di San Carlo rilancia il sito archeologico sede prestigiosa di kermesse internazionali. Riccardo Muti e l’Orchestra Giovanile “Luigi Cherubini” inaugurano, il rinato grazie al restauro e alla riqualificazione della struttura realizzati in 15 mesi dal Commissario per l’emergenza dell’area archeologica di Napoli e Pompei, Marcello Fiori dopo anni di degrado e di abbandono che ne hanno resa episodica e discontinua l’attività. Evento unico ed esclusivo, organizzato e curato dal Teatro di San Carlo, per celebrare il ritorno del grande spettacolo  nell’area archeologica, il concerto di Muti è il preludio  di una stagione  ricca  realizzata  in  collaborazione con le principali istituzioni culturali del Mezzogiorno, che oltre  alla Fondazione Teatro di San Carlo  vede la partnership della Fondazione Campania dei Festival. Autorizzato ad accogliere circa 1800 spettatori (in età augustea ne poteva ospitare circa 5.000) il teatro edificato nel II sec. a.C. sfrutta il pendio naturale per la costruzione delle gradinate (cavea), a ferro di cavallo, distinte in tre zone, di cui quella inferiore (ima cavea), rivestita di marmo, era riservata ai decurioni ed ai cittadini importanti. Palcoscenico e scena – adorna di marmi e statue –  in opera laterizia, risalgono al restauro del 62 d.C., dopo il terremoto. Nell’antichità vi si rappresentavano le Atellanae, ma anche le commedie di Plauto e Terenzio, i mimi e pantomimi. Il concerto del maestro Muti  propone un programma di musiche  del grande repertorio classico:  dall’ Ouverture-Fantasia ‘Romeo e Giulietta’ di Čajkovskij,  all’Uccello di Fuoco di  Stravjnskij (Suite 1919).  Chiusa grandiosa  con la Quinta Sinfonia in do minore, op.67 di Beethoven.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma: stampa internazionale plaude alla scelta di Muti

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 agosto 2009

Grande rilievo sulla stampa internazionale all’accordo raggiunto con il Maestro Riccardo Muti per assumere la direzione dell’Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma. La notizia diffusa in via preliminare dalla “Associated Press” è stata ripresa dal “New York Times”, che evidenzia come l’accordo sia stato raggiunto dopo l’incontro a Salisburgo tra il Sindaco di Roma, Gianni Alemanno, e il direttore d’orchestra, che terrà la direzione anche della Chicago Symphony Orchestra a partire dalla stagione 2010-2011, dopo aver assunto ufficialmente la guida dell’Orchestra del Teatro dell’ Opera di Roma nel Dicembre del 2010.  Proprio sul doppio incarico si sofferma il “Chicago Tribune” che, alla stregua del “Washington Post”, sottolinea le motivazioni della scelta del Sindaco Alemanno come “una necessità della Capitale di alzare il suo profilo musicale perseguendo l’eccellenza, un tentativo che nel caso della lirica ha avuto successo”. Anche l’agenzia di stampa tedesca Apa ha diffuso la notizia precisando che il maestro dirigerà due titoli a stagione più due concerti, dopo un “corteggiamento” delle istituzioni romane durato otto mesi.  Lo precisa una nota del Campidoglio.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »