Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 316

Posts Tagged ‘riccardo pacifici’

Caso Priebke, lo Stato chiede il rimborso delle spese processuali a Pacifici e Vecellio

Posted by fidest press agency su lunedì, 7 ottobre 2019

Il caso Priebke continua a far parlare di sé. Condannato all’ergastolo per l’eccidio delle Fosse Ardeatine, il nazista è tornato a occupare le prime pagine dei giornali anche dopo la sua morte avvenuta l’11 ottobre 2013.Nel 1996 Erich Priebke querelò il futuro presidente della Comunità Ebraica di Roma Riccardo Pacifici e il giornalista del Tg2 Valter Vecellio con l’accusa di essere i mandanti del suo sequestro di persona.I due sono stati assolti in tutti i gradi di giudizio.C’è un però. Secondo la legge italiana, infatti, se una delle due parti risulta essere nullatenente, le spese processuali sono a carico dell’altra parte, anche se vincitrice.Il caso ha voluto che il boia nazista Erich Priebke sia risultato nullatenente e quindi lo Stato italiano ha chiesto che le spese per il processo sia pagate da Pacifici e Vecellio, che ha commentato così l’accaduto:“È una vicenda assurda e kafkiana, resa ancora più odiosa nel caso specifico: un criminale nazista si dichiara vittima di un reato giudicato inesistente, si riconosce che due cittadini sono stati ingiustamente chiamati in giudizio e si sono dovuti difendere per qualcosa che non hanno fatto; per beffa e oltraggio, uno Stato che non ha saputo farsi rimborsare chiede loro di pagare al posto del condannato”.In merito a questa grottesca vicenda, la presidente della Comunità ebraica di Roma, Ruth Dureghello, ha scritto una lettera alla Federazione Nazionale della Stampa Italiana, in cui si legge:“Voglio far giungere al dott. Vecellio la solidarietà e la vicinanza della Comunità EBRAICA di Roma in questa assurda vicenda che lo vede condannato al pagamento delle spese processuali insieme a Riccardo Pacifici nel procedimento contro il criminale nazista Erik Priebke. Un epilogo assurdo ed inaccettabile di un processo che ha aggiunto infinita sofferenza al dramma patito dalla Comunità ebraica e dalla città di Roma e che ha visto impegnata la società civile per far condannare il responsabile dell’eccidio delle Fosse Ardeatine. Sono stati anni difficilissimi in cui, a partire da Giulia Spizzichino che lo ha rintracciato in Sud America, agli avvocati che ci hanno accompagnato in quel processo, si è cercato di rendere giustizia per le oltre 335 vittime di quel massacro assurdo e spietato. Giustizia è quello che abbiamo sempre chiesto, non certo per vendetta, ma per restituire dignità alla memoria di quegli uomini e delle loro famiglie. Oggi questa vicenda assume ancora una volta dei contorni assurdi, con un’ennesima beffa che si aggiunge al danno di non aver visto il carnefice scontare realmente la pena dovuta. Mi auguro sinceramente che le istruzioni le autorità sappiano comprendere quanto gravi possono essere gli effetti e le ricadute di questa stortura giudiziaria e riportare nei giusti canali il messaggio che la memoria di una società democratica e civile deve diffondere. Per questa ragione ci siamo offerti di pagare noi le spese, affinché diventi ancora più evidente l’assurdità di questa decisione”.
Può vigere in Italia una legge che in questo caso “protegge” un boia nazista? Come si può far questo quando lo stesso Erich Priebke non ha mostrato alcune pentimento per le barbarie commesse?Nel suo testamento, infatti, l’ex ufficiale delle Schutzstaffeln scrisse:“La fedeltà al proprio passato è qualche cosa che a che fare con le nostre convinzioni si tratta del mio modo di vedere il mondo, i miei ideali e ha a che fare con il senso dell’amor proprio e dell’onore”.Ma non solo, perché Priebke sostenne anche: “Nei campi le camere a gas non si sono mai trovate, salvo quella costruita a guerra finita dagli americani a Dachau”.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Notte della cabbalà

Posted by fidest press agency su lunedì, 19 settembre 2011

Una folla di oltre 500 persone, a partire dalle 20.00 di ieri notte, davanti all’ingresso del Tempio di Adriano, in piazza di Pietra, ha atteso fino alle 21.00 lo scrittore israeliano A. B. Yehoshua. Ad accoglierlo per dare il via alla Notte della Cabbalà anche il Sindaco di RomaGiovanni Alemanno, il Presidente della Comunità Ebraica di Roma Riccardo Pacifici e l’Assessore alle Politiche Culturali e Centro Storico di Roma Capitale Dino Gasperini. L’assessore ha sottolineato di aver assistito a: «un grande e caloroso abbraccio tra due culture, all’insegna di un rinnovato “Noi”. Gli straordinari numeri confermano la volontà di un vero approfondimento e di una più profonda conoscenza della cultura ebraica. Questa “sete” di conoscenza coinvolge tutti gli aspetti della cultura: dalla letteratura alla poesia, dalla musica al teatro. Abbiamo dato a tutti l’opportunità di conoscere meglio un patrimonio inestimabile, in un luogo ricco di storia. Per farlo abbiamo scelto la formula della “Notte”, dello street party, perché è un linguaggio moderno, capace di coinvolgere tutti. Il numero di persone che hanno preso parte all’iniziativa è il risultato straordinario di una nostra felice intuizione.»
Molto atteso anche l’incontro “Dialoghi sulla Cabbalà” con la scrittrice e studiosa di mistica ebraica e di arte sacra ebraica Yarona Pinhas, la studiosa di Cabbalà, terapeuta e psicologa, Daniela Abravanel e il Rabbino Benedetto Carucci. Fino a mezzanotte una lunga fila di persone ha aspettato in fila per visitare la Sinagoga e il Museo ebraico di Roma. La musica si è susseguita per tutta la notte sui tre palchi al Teatro di Marcello, a Largo 16 ottobre 1943 e nel cortile del Palazzo della Cultura. Si sono esibiti, tra gli altri, il cantante napoletano Raiz, Evelina Meghnagi, I Mishmash e la Klezmerata fiorentina. Anche danza e teatro sono stati protagonisti della la Notte della Cabbalà, grazie alle coreografie di Mario Piazza e al monologo di Alessio De Caprio. A fare da sfondo a queste notti del Festival, la facciata del Palazzo della Cultura, un telone di pietra per le proiezioni di video art realizzati dai migliori giovani talenti artistici di Israele, usciti dall’Accademia di Haifa e dall’Hamidrasha School of Art del Beit Berl College.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Dialogo con le religioni

Posted by fidest press agency su domenica, 22 Maggio 2011

“Ho molto apprezzato le parole pronunciate del Presidente della Comunità Ebraica di Roma Riccardo Pacifici ieri mattina in Piazza del Campidoglio durante la cerimonia del premio Stefano Gaj Tachè, giovane ucciso nel 1982 nell’attento alla Sinagoga di Roma. Aprirsi al dialogo con il mondo islamico per combattere ogni forma di fanatismo e per abbattere le differenze, è un invito al dialogo molto importante che tutti noi dobbiamo raccogliere. Queste parole giungono a pochi giorni dall’inizio della settimana della cultura islamica promossa da Roma Capitale che il Sindaco Gianni Alemanno presenterà quest’oggi. Roma ha la forza, il ruolo e le peculiarità per rilanciare il tavolo per il dialogo interreligioso, un percorso che va ripreso e che può trovare a Roma la sua sede ideale. Da sempre la nostra città rappresenta il luogo di incontro, sottolineo pacifico, tra culture, tradizioni e religioni diverse, per questo dobbiamo dar vita ad un nuovo corso basato sul dialogo e il rispetto delle differenza affinchè esse siano momento di confronto e non di scontro, solo così potremo gettare le basi per una pacifica convivenza e lottare insieme contro ogni forma di fanatismo e intolleranza”. Questo quanto dichiara Federico Rocca Consigliere del PdL di Roma Capitale.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Agenda sindaco di Roma

Posted by fidest press agency su venerdì, 20 Maggio 2011

Roma 20/5/2011 Ore 10.30: Piazza del Campidoglio Il sindaco, Gianni ALEMANNO, insieme all’assessore alla Famiglia, all’Educazione e ai Giovani, Gianluigi DE PALO, partecipa alla premiazione dell’annuale edizione del “Premio Stefano Gaj Taché”. Intervengono Riccardo PACIFICI, presidente della Comunità Ebraica di Roma, Raffaele PACE, presidente dell’Associazione Ebraismo e Dintorni, il coro della Scuola della Comunità Ebraica di Roma. Presenta il Premio Euridice AXEN.
• Ore 11: Casina Vignola Boccapaduli – piazzale di Porta Capena Il sindaco, Gianni ALEMANNO, il vicesindaco Mauro CUTRUFO, e il sottosegretario ai Beni Culturali Francesco GIRO, inaugurano la Casina Vignola Boccapaduli restaurata. Seguirà la firma del protocollo per lo sviluppo del Secondo Polo Turistico con il sindaco di Fiumicino, Mario CANAPINI.
• Ore 12: Campidoglio – Sala delle Bandiere Il sindaco, Gianni ALEMANNO, e il direttore del centro Islamico Culturale d’Italia, Abdellah REDOUANE, presentano alla stampa la prima edizione de “La settimana della cultura islamica”, in programma a Roma dal 23 al 31 maggio.
• Ore 18: Parco di Roma Golf and Country Club, via Due Ponti 110 Il sindaco, Gianni ALEMANNO, premia i vincitori della II edizione del torneo di golf “Memorial Marcello Arrigo”

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Comunità ebraica romana: rielezioni Pacifici

Posted by fidest press agency su martedì, 12 aprile 2011

Roma. Congratulazioni a Riccardo Pacifici, per la conferma dell’incarico di Presidente della comunità ebraica di Roma, arrivano dal vicesindaco di Roma, sen. Mauro Cutrufo. «Una personalità autorevole – commenta Cutrufo – che ha sempre promosso la via del dialogo e del confronto nella rappresentanza della comunità ebraica romana, la più antica del mondo occidentale e parte essenziale di questa città».

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »