Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 19

Posts Tagged ‘ricerca clinica’

L’etica della ricerca clinica

Posted by fidest press agency su martedì, 21 Maggio 2019

Parma Mercoledì 22 maggio, alle 16.30, nell’Aula Magna della Sede Centrale dell’Ateneo, si terrà il quarto incontro del ciclo di letture magistrali Bioetica/Scenari – terza edizione, curato dal Centro Universitario di Bioetica diretto dal prof. Antonio D’Aloia, con la Lecture del prof. Silvio Garattini L’etica della ricerca clinica.
L’incontro sarà aperto dai saluti del prof. Antonio D’Aloia, che introdurrà e modererà l’incontro.Silvio Garattini è medico e libero docente in Chemioterapia e Farmacologia. Fondatore nel 1961 e Direttore dell’Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri, e dal luglio scorso Presidente dello stesso, è stato membro di diversi organismi tra cui il Comitato di Biologia e Medicina del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), la Commissione della Presidenza del Consiglio dei Ministri per la politica della ricerca in Italia, la Commissione Unica del Farmaco (CUF) del Ministero della Salute. Ha ricoperto numerose cariche anche a livello internazionale e ricevuto moltissimi premi e onorificenze. È autore di centinaia di lavori scientifici pubblicati e di numerosi volumi nel campo della farmacologia. Fa parte del gruppo dei ricercatori italiani altamente citati nella letteratura scientifica internazionale. In oltre cinquant’anni di attività, l’Istituto Mario Negri, sotto la sua direzione, ha prodotto oltre 13.000 pubblicazioni scientifiche, tra cui si segnala Fa bene o male. Salute, ricerca e farmaci: tutto quello che dovete sapere (2013) e Lunga Vita. Quello che devi sapere su salute, vaccini, dieta e farmaci (2017).È da poco più di 20 anni che nel paese va crescendo la presa di coscienza sulla necessità di valutare con attenzione gli aspetti etici di ogni attività scientifica, ma già dal 1947, con il Codice di Norimberga, poi ripreso nella Dichiarazione di Helsinki (1964), ci si era posti il problema etico connesso alla sperimentazione clinica. La complessità del problema è evidenziata dal fatto che dalla seconda metà del Novecento ad oggi sono stati redatti oltre trecento codici etici e linee-guida bioetiche, e molti riguardano la sperimentazione clinica sull’uomo; il che ha portato negli anni ’80 all’istituzione dei comitati etici nelle strutture ospedaliere. Ad oggi molti sono i nodi problematici della questione, primo fra tutti la mancanza di indipendenza nella sperimentazione clinica dei farmaci, effettuata dalle industrie farmaceutiche e non da soggetti indipendenti, a cui si collega una indisponibilità di dati. L’etica è dunque una componente essenziale della ricerca scientifica: la ricerca clinica che non osserva le regole della scienza non è etica.Le passate edizioni delle Letture magistrali Bioetica/Scenari hanno visto la partecipazione di Carlo Alberto Redi, Guido Barilla, Stefano Canestrari, Roberto Cingolani, Carlos Maria Romeo Casabona e Guido Barbujani; la terza edizione si è aperta con la Lecture di Angela Spinelli, tenutasi il 27 novembre 2018.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La migliore ricerca clinica dell’anno al dr. Aliberti

Posted by fidest press agency su mercoledì, 4 aprile 2018

premio targa aliberti.jpgLos Angeles. Il Dr. Camillo Aliberti direttore dell’Unità Operativa Complessa di Radiologia dell’Azienda Ospedaliera di Padova, nel corso di una cerimonia tenutasi a LOS Angeles nell’ambito del Congresso annuale della Society of Interventional Radiology (SIR), è stato insignito del premio quale migliore ricerca clinica dell’anno.
Tale prestigioso ed ambito riconoscimento, da tempo non attribuito ad un gruppo di lavoro italiano, arriva a coronare un impegno durato 4 anni che è stato condotto, oltre che dal Dr. Camillo Aliberti e dal Dr. Riccardo Carandina, Radiologo Interventista dello IOV, dal Prof. Umberto Cillo – coautore – direttore dell’UOC Chirurgia Epatobiliare A.O. Padova, nonchè dalla sua equipe.
Ha riguardato 421 pazienti affetti da epato carcinoma trattati con terapie locoregionali intrarteriose epatiche ablazioni e resezioni parte dei quali trapiantati.
Il lavoro che vanta la casistica più ampia al mondo per un singolo centro, ha dimostrato come l’approccio vincente per il trattamento di questa tipologia sia quello integrato sinergico e combinato tra Chirurgo Epato Biliare e Radiologo con il coinvolgimento ed il supporto clinico (epatologo-oncologo). I risultati sono stati pubblicati sulla rivista JVIR – Journal of Vascular and Interventional Radiology che ha avuto un elevatissimo numero di link e citazioni da cui l’attribuzione del prestigioso riconoscimento consegnato a Padova.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Workshop internazionale sul consenso information e ricerca clinica”

Posted by fidest press agency su lunedì, 19 febbraio 2018

Roma Dal 21 al 23 febbraio 2018,Via degli Aldobrandeschi 190, Ateneo pontificio Regina Apostolorum la Cattedra UNESCO in Bioetica e Diritti Umani terrà il suo sesto workshop internazionale per discutere le questioni del consenso informato e della ricerca clinica. Facendo parte del consorzio i-Consent (progetto finanziato dall’Unione Europea – Horizon 2020), la riflessione etica del workshop si concentrerà sulla dimensione multiculturale e interdisciplinare dei requisiti etici del consenso informato applicato alla ricerca trasnazionale/clinica e vaccinazione. La discussione si svolgerà nell’Aula Master dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum e dell’Università Europea di Roma, in Via degli Aldobrandeschi, 190 a Roma (ingresso riservato). Molti gli interventi autorevoli (in allegato il programma dettagliato).
“Teniamo molto a questa importante giornata di studio e di dialogo su un tema così importante – dichiara Alberto Garcia, direttore della Cattedra – perché nella ricerca scientifica troviamo brecce, barriere e pratiche nel processo di richiesta del consenso informato. Troppo spesso non si prendono in considerazione pienamente la persona umana e i suoi diritti fondamentali, e la diversità culturale e religiosa dei soggetti di sperimentazione biomedica. Vogliamo studiare e riempire questa mancanza come risposta all’asset principale del progetto lanciato dall’Unione Europea”. “Il consenso informato è un tema non solo medico, – spiega Mirko Garasic, ricercatore della Cattedra – ma che investe la cultura e la religione della persona. Dare per scontato che tutte le tradizioni mondiali siano disposte ad accettare come non eticamente questionabile l’approccio individuo-centrico dell’autonomia alla base del consenso informato è miope e controproducente. Per questo motivo il nostro workshop è importante: abbiamo bisogno di partire dai valori comuni che i vari credi interpellati condividono, per analizzare insieme le differenze e adattare (anche) le politiche sanitarie a realtà più complesse e meno monolitiche”.
“È importante discutere e confrontarci sul limite tra autonomia e relazione nel consenso informato; – continua P. Joseph Tham, L.C. professore di Bioetica – insieme alla Prof.ssa Marie Letendre abbiamo analizzato come nel tempo la percezione dell’autonomia del paziente nel consenso informato stia cambiando. Si sta passando da un concetto di processo decisionale autonomo a un rapporto più articolato e relazionale tra paziente-dottore. Per tanto abbiamo voluto dimostrare lo spostamento da una forma individualista a una più relazionale che aiuti a comprendere l’autonomia nel dare il consenso, senza tralasciare gli aspetti culturali ed etici nel sistema sanitario”.
Il tavolo dei relatori e tutta la platea hanno carattere internazionale e multiculturale; saranno presenti contributi scientifici e riflessioni di autorevoli esponenti di vari religioni (Buddismo, Confucianesimo, Cristianesimo, Ebraismo, Induismo, Islam).(Dott.ssa Emiliana Alessandrucci)

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Medicina: Facilitare la gestione del paziente e ridurre i costi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 22 giugno 2011

Il software, sviluppato da Genomedics e Millennium, ha conquistato il consenso dei camici bianchi e si candida a strumento di eccellenza nei processi di Clinical governance nelle Cure primarie
Si chiama MilleGPG, il software di ultima generazione sviluppato da Genomedics e Millennium su indicazioni della SIMG (Società Italiana di Medicina Generale) per supportare i medici di famiglia nel Governo clinico delle Cure primarie. Lanciato ufficialmente da pochi mesi, è già stato scelto da un’ampia platea di generalisti che continua ad allargarsi giorno dopo giorno. E al SANIT 2011, ospitato al Palazzo dei Congressi di Roma-Eur dal 14 al 17 giugno, sono stati presentati i primi esempi applicativi dello strumento, il cui principale pregio è quello di offrire un vero e proprio “cruscotto informatico” orientato all’eccellenza professionale. “MilleGpg – sottolinea Claudio Cricelli, presidente della SIMG – servirà alla medicina generale di domani non soltanto per indirizzare la qualità delle cure ma anche per misurare questa qualità. Siamo alla vigilia di una rivoluzione che vedrà l’applicazione dei costi standard nel governo economico della Sanità, noi disponiamo già oggi di uno strumento che aiuta a identificare l’appropriatezza delle prestazioni in termini di risultati percepiti dai cittadini”. “Il software – spiega Gerardo Medea, responsabile per la SIMG del progetto MilleGPG – offre un’ampia gamma di opportunità: il medico può fare audit, può svolgere ricerca clinica in tempo reale – attraverso il collegamento in rete con gli altri medici che usano lo strumento – può migliorare l’appropriatezza terapeutica con effetti positivi sulla sicurezza del paziente e sull’efficienza del sistema, infine può dialogare con gli amministratori sanitari in una nuova modalità di analisi dei comportamenti clinico-prescrittivi che certamente è più gradita ai generalisti rispetto ai vecchi report economici”. In sostanza, MilleGPG è lo strumento con cui i medici di famiglia possono finalmente prendere in mano la governance delle Cure primarie e dell’assistenza sul territorio. “Le esperienze maturate finora – afferma Ovidio Brignoli, vicepresidente della SIMG – dimostrano che quando i singoli medici e i gruppi di medici effettuano una valutazione continua dei propri comportamenti rispetto agli indicatori forniti dalla letteratura internazionale si genera una spinta della professione al miglioramento: i pazienti vengono assistiti meglio, migliorano le scelte rispetto all’uso delle risorse diagnostico-terapeutiche, in sostanza migliora la qualità delle cure e il livello di impiego delle risorse”. In questo percorso verso l’eccellenza nella governance, medicina generale e MilleGPG possono avvalersi del sostegno di Teva Italia, produttore leader nel comparto dei farmaci generici. “La nostra azienda – sottolinea Marco Grespigna, Head of Business Unit retail di Teva – cerca da sempre di portare benefici ai sistemi sanitari attraverso la produzione di ‘off patent’, grazie ai quali si possono liberare risorse da destinare allo sviluppo di farmaci innovativi, che attualmente contribuiscono per il 30-40% al fatturato mondiale del gruppo”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La ricerca clinica in Italia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 giugno 2011

L’azienda israeliana, leader mondiale nel settore dei farmaci equivalenti, biotecnologici biosimilari e di molecole innovative in ambito neurologico, è l’unica farmaceutica con ben 6 siti produttivi in Italia. Per la ricerca lavora con 60 centri italiani. Con la collaborazione del Dipartimento di Neurologia e Istituto di Neurologia Sperimentale dell’Università Vita-Salute San Raffaele, Milano, è stato realizzato lo sviluppo clinico di una nuova molecola contro la sclerosi multipla. Gli esperti ne parlano al “The Italian-Israeli Business Forum -Partners in Innovation” in corso a palazzo Mezzanotte a Milano, organizzato da Promos-Camera di Commercio di Milano.
Grazie all’aiuto di oltre 60 prestigiosi centri di ricerca italiani, oltre che per la cura della sclerosi multipla, Teva è attiva nella ricerca di molecole per il trattamento della malattia di Parkinson, in ambito oncologico, della salute della donna e per patologie neurologiche peculiari quali l’atrofia multisistemica, la sclerosi laterale amiotrofica e la malattia di Alzheimer. L’azienda israeliana investe in ricerca il 7% del fatturato mondiale, che nel 2010 è stato di 16 miliardi di dollari.
“Teva è il massimo produttore mondiale di principi attivi farmaceutici e fornisce diverse aziende farmaceutiche multinazionali. – spiega Stefano Lombardi, Direttore Generale di Teva API Italia – È presente in Italia con 6 siti produttivi, dislocati nel Nord Italia, dove vengono prodotti circa 80 principi attivi, con un totale di 600 dipendenti, di cui il 10% ricercatori. Nessuna azienda del settore farmaceutico è presente in Italia con un numero così alto di stabilimenti di produzione.
Teva Pharmaceutical Industries Ltd. (Nasdaq: TEVA) è una delle prime 15 aziende farmaceutiche mondiali. È impegnata nell’accrescere l’accesso ad un’assistenza sanitaria di qualità attraverso lo sviluppo, la produzione e la commercializzazione di farmaci generici a prezzi accessibili, ma anche cure innovative e principi attivi. Con sede in Israele, Teva è il più grande produttore di farmaci generici al mondo, con un portfolio di prodotti globale di oltre 1.450 molecole e una presenza diretta in circa 60 paesi. Il prodotto innovativo di punta di Teva è Copaxone®, il farmaco più prescritto nel trattamento della sclerosi multipla recidivante-remittente. Teva impiega circa 40.000 persone in tutto il mondo e ha registrato un fatturato a livello mondiale di 16,1 miliardi di dollari in vendite nette nel 2010.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Master in Agopuntura

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 aprile 2009

Bologna  Mercoledì 8 aprile 2009, ore 14,30-18,30 Via Zaccherini Alvisi 4, Seminario nazionale di agopuntura La ricerca clinica su agopuntura e cefalee: il punto sulle prove di efficacia. Dopo il saluto diGiancarlo Pizza, presidente del convegno e l’introduzione di Paolo Roberti di Sarsina Presentazione del Master di Agopuntura: Prof. Gian Franco Gensini, Preside della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Firenze; Direttore del Master in Agopuntura La relazione sarà tenuta da Giovanni Battista Allais, co-autore delle Revisioni Cochrane 2009 Acupuncture for tension-type headache e Acupuncture for migraine prophylaxis Discussants: Gian Franco Gensini, Alfredo Vannacci, Renato Crepaldi, Bruno Silvestrini Presentazione del Centro AgopunturaEBM e del Progetto “Reazioni avverse e interazioni con farmaci dei fitoterapici della Medicina Tradizionale Cinese. Uno studio di farmacoepidemiologia, farmacogenetica e farmacovigilanza”, Bando Giovani Ricercatori del Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali: Alfredo Vannacci Agopuntura vera e agopuntura falsa: limiti terapeutici e di ricerca: Carlo Maria Giovanardi Presentazione del libro: “Le Peculiarità Sociali delle Medicine Non Convenzionali”: Bruno Silvestrini Le conclusioni saranno presentate da Giancarlo Pizza.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »