Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 30 n° 340

Posts Tagged ‘ricerca scientifica’

Apertura del Ciclo Classi Aperte alla Scuola del Patrimonio del Mibac

Posted by fidest press agency su sabato, 20 ottobre 2018

Roma. Ieri presso la Sala della Crociera al MIBAC, si è tenuto il primo appuntamento del ciclo di Classi Aperte promosso nell’ambito del Corso Scuola del Patrimonio 2018-2020, organizzato dalla Fondazione Scuola dei Beni e delle Attività Culturali. Dopo un’introduzione alle ore 10.00 di Carla Di Francesco, Direttore della Fondazione, e di Carla Barbati, membro del Consiglio Scientifico della Fondazione e Presidente del CUN Consiglio Universitario Nazionale, alle ore 10.30 il giurista e costituzionalista Michele Ainis ha affrontato l’Articolo 9 della Costituzione Italiana, che così recita: La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica. Tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione.
Come anche i successivi appuntamenti del ciclo di Classi Aperte – che vedranno la presenza, tra gli altri, di Silvia Costa, Salvatore Settis, Fabrizio Barca, Francesco Bandarin – è stata questa l’occasione per affrontare un tema di particolare rilevanza, che la Fondazione ha il piacere di condividere con una platea di ospiti e addetti ai lavori, oltre che con i partecipanti del Corso Scuola del Patrimonio 2018-2020.
La Fondazione Scuola dei Beni e delle Attività Culturali sperimenta una formazione finalizzata a costruire una comune cultura della responsabilità direttiva di chi opera nel settore del patrimonio culturale. A tal fine, il programma del Corso Scuola del Patrimonio prevede una decisa integrazione fra competenze tradizionali, competenze innovative legate ai mutamenti in atto nelle società contemporanee e negli specifici settori di riferimento, competenze trasversali come la gestione e amministrazione della tutela, della ricerca e della valorizzazione del patrimonio culturale. La Fondazione agisce nella convinzione che solo sul nucleo solido delle conoscenze tecnico-scientifiche, acquisito grazie alla formazione universitaria di livello avanzato (Scuola di Specializzazione o Dottorato di Ricerca), possano innestarsi sia saperi ulteriori provenienti da discipline e ambiti diversi, sia la trasmissione delle conoscenze maturate nel contesto concreto della ricerca, della tutela, dell’amministrazione, della gestione e della valorizzazione nel settore del patrimonio culturale.Come ha sottolineato Marco Cammelli, Presidente della Fondazione Scuola dei Beni e delle Attività Culturali, “la Scuola si pone tre macro-obiettivi tra loro connessi: alta formazione, ricerca, diffusione di esperienze. Alla base dei vari Corsi attivati dalla Scuola o in attesa di attivazione (Corso Scuola del Patrimonio, International School of Cultural Heritage, Corsi di Formazione continua), c’è in particolare la necessità di portare l’offerta formativa oltre i tradizionali ambiti disciplinari, che certo sono il punto di partenza ma non quello di arrivo”. Due principi ispirano la Scuola: essere aperta a diverse discipline e a differenti orientamenti culturali e scientifici, e essere dotata di particolare autonomia. Opera infatti nell’area delle attribuzioni del Ministero dei beni e delle attività culturali, ma è gestita da una Fondazione di diritto privato cui potranno partecipare altri soggetti pubblici e privati. Carla Di Francesco, Direttore della Fondazione Scuola dei Beni e delle Attività Culturali e già Segretario Generale MIBAC, durante il suo discorso di benvenuto agli studenti del Corso Scuola del Patrimonio, ha voluto porre l’accento sul “manifestarsi, in un momento di così importanti e rapidi mutamenti, di esigenze del tutto nuove nei contesti della gestione del patrimonio culturale, che comportano il bisogno di nuovi saperi e approcci trasversali, la sperimentazione di soluzioni, l’aggiornamento e l’integrazione delle competenze esistenti”.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Un giornalista alle prese con la medicina

Posted by fidest press agency su venerdì, 24 agosto 2018

Una signora australiana, che al suo paese fa il coroner, venendo a trovarmi si sente dire, a proposito della mia vena di scrittore, che ho scritto diversi libri dove parlo di medicina e di ricerca scientifica. Mi guarda stupita e la prima cosa che le viene da chiedermi: Ma tu sei un medico? e io di rimando le rispondo con un secco No. Dopo un attimo di esitazione mostra nell’espressione del volto, prima ancora delle parole, tutta la sua contrarietà.
Io la guardo e rimango interdetto. Non so decidermi se affrontare o meno una conversazione sull’argomento avendo dinanzi una interlocutrice che non conosce bene la lingua italiana mentre da parte mia non saprei di certo farlo in lingua inglese.
Restiamo per un momento in silenzio poi lei si decide di spiegarmi la ragione del suo disappunto richiamandosi a una sua esperienza professionale nella quale per avere un parere medico qualificato aveva pensato bene d’incontrare alcuni specialisti e con il risultato che si è trovata davanti a giudizi non tutti collimanti tra loro. A questo punto mi è parso d’aver capito la morale di tutto ciò: la medicina è una professione che richiede molta conoscenza e lunghi studi e non può essere affidata, sia pure a un narratore quale sono, il compito di parlarne. Non obietto e cerco di passare a un altro argomento. Lei per un po’ traccheggia ma poi capisce l’antifona e mi asseconda nelle mie divagazioni.
L’argomento, tuttavia, diventa, con il senno di poi, motivo di una mia personale riflessione critica e non cerco solo di trovare una “pezza d’appoggio” a quello che ho fatto un mio “lavoro”. In effetti la medicina se la vedo attraverso il web devo convenire che è affrontata non sempre con competenza e accortezza per evitare che nel pubblico, dei non addetti ai lavori, s’ingenerasse indebita aspettativa salvifica o, al contrario, giudizi sommari per taluni pur gravi malanni. C’è da chiedersi, a questo punto, nell’era del Web 2.0, come deve adeguarsi il modo di comunicare dei professionisti dell’informazione su temi fondamentali come quello della salute? E ancora come la comunicazione giornalistica in ambito medico-scientifico possa rispondere ancora ai bisogni dei suoi fruitori? Per discutere questi ed altri aspetti, ci pensò la Merck Serono S.p.A., affiliata italiana di Merck, convocando a Milano esperti del settore in occasione dell’incontro “Biotecnologie ed Innovazione in Medicina sul Web 2.0. Fonti di informazione, fruitori, linguaggi”. Obiettivo dell’iniziativa fu quello di offrire spunti di riflessione sull’impatto che i nuovi media hanno sull’attività di quanti sono chiamati ad informare, in maniera corretta e referenziata, l’opinione pubblica sui temi della salute e del progresso scientifico. “L’incontro – è stato scritto in un comunicato reso ai media – con i professionisti dell’informazione sul tema della corretta comunicazione giornalistica sulle biotecnologie e l’innovazione scientifica è oramai diventato un appuntamento fisso: è infatti il terzo anno che Merck Serono S.p.A. promuove questa iniziativa – ha sotto-lineato Antonio Tosco, allora Direttore Health Outcomes & Market Access di Merck Serono S.p.A. – Siamo convinti che fare cultura ed alimentare la discussione su questi temi sia più che mai necessario, soprattutto in un momento storico in cui l’avvento di nuovi media digitali altamente interattivi e particolarmente pervasivi, impone a tutti coloro che fanno comunicazione nell’ambito della salute di riflettere sul proprio modus operandi. La necessità di una ridefinizione del modo di relazionarsi con il proprio target non riguarda quindi solo i professionisti dell’informazione, ma coinvolge tutti gli attori del settore healthcare”. (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Campidoglio e Fondazione Telethon insieme per la ricerca scientifica

Posted by fidest press agency su domenica, 17 dicembre 2017

campidoglioRoma Capitale e Fondazione Telethon insieme per la ricerca scientifica per la cura delle malattie genetiche rare. È stato sottoscritto in Campidoglio dalla Sindaca Virginia Raggi e dal Direttore Generale di Fondazione Telethon Francesca Pasinelli un protocollo di intesa, della durata triennale, che impegna l’Amministrazione capitolina a collaborare nella raccolta fondi per il finanziamento delle attività di Fondazione Telethon. L’accordo prevede la sensibilizzazione e il coinvolgimento dei dipendenti capitolini attraverso una raccolta interna. Inoltre, in occasione di grandi eventi promossi da Roma Capitale, Fondazione Telethon potrà realizzare iniziative finalizzate alla sensibilizzazione sul tema della ricerca scientifica, alla comunicazione delle attività svolte e alla raccolta fondi. La collaborazione sarà estesa anche ai soggetti o alle società a partecipazione capitolina.“Roma Capitale affiancherà le iniziative di promozione delle azioni di Fondazione Telethon, con una partecipazione attiva. Fondazione Telethon rappresenta da anni un punto di riferimento e un’eccellenza per la ricerca medico-scientifica, in particolar modo investendo risorse in progetti per la cura di malattie genetiche rare. Una realtà consolidata e che ha già prodotto risultati importanti, dando speranza a tante famiglie”, dichiara Raggi.“Ringraziamo le Istituzioni di Roma Capitale per il loro supporto alla missione di Fondazione Telethon nella ricerca di cure e terapie per le persone che vivono con una malattia genetica rara e per le loro famiglie – ha dichiarato il Direttore Generale di Fondazione Telethon Francesca Pasinelli – Attraverso questo protocollo d’intesa, l’Amministrazione Comunale ha dimostrato la sua grande sensibilità, contribuendo in maniera importante al coinvolgimento dei cittadini romani nel sostegno alla ricerca scientifica sulle malattie genetiche rare”.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | 1 Comment »

Libertà di Ricerca Scientifica: Italia 30esima nel mondo

Posted by fidest press agency su lunedì, 3 luglio 2017

ricercatoreBelgio, Olanda e Stati Uniti tra i paesi più virtuosi al mondo per la libertà di ricerca scientifica, Italia 30esima preceduta da Vietnam, Singapore, Sud Africa, India e Israele.
Questa la graduatoria presentata a Ginevra dall’Associazione Luca Coscioni alle Nazioni Unite, nel corso del dibattito “Il diritto a godere del progresso scientifico, e la libertà indispensabile alla ricerca scientifica”, in cui sono intervenuti la Dr. Flavia Bustreo, vicedirettrice generale dell’Organizzazione Mondiale della Sanità; S.E. Amb. Maurizio Serra, Rappresentante dell’Italia presso ONU di Ginevra; Filomena Gallo, Segretario dell’Associazione Luca Coscioni; Marco Cappato, già Europarlamentare, Tesoriere dell’Associazione Luca Coscioni, Prof. Yvonne Donders, Università di Amsterdam, Prof. Andrea Boggio, Bryant University, Dr. Stephen Minger, SLM Blue Skies Innovation Ltd, D.ssa Vittoria Brambilla, Università di Milano e Marco Perduca, già Senatore, Associazione Luca Coscioni. La relazione presentata all’Onu sulla libertà di ricerca comprende dunque una classifica costruita su scala globale con metodo empirico. E’ stata elaborata dal Professor Andrea Boggio della Bryant University, sulla base dell’indice di “libertà e autodeterminazione” (Self Determination Index – SDI), attraverso il monitoraggio e l’analisi di fonti pubbliche disponibili dal 2009 a oggi relative all’avanzamento della ricerca legata ai quattro temi che qualificano l’evoluzione:
– Tecnologie di riproduzione assistita
– Ricerca sulle cellule staminali embrionali umane
– Decisioni di fine vita
– Aborto e contraccezione
“L’indice elaborato dal Professor Boggio è uno strumento necessario per valutare il grado di attuazione del diritto alla scienza nei 46 paesi (su 193) dai quali è stato possibile ottenere dati”, sottolinea Marco Perduca, “Per il futuro dovremo ampliare non solo le fonti di informazioni ma anche la gamma di temi monitorati a partire dall’editing del genoma e gli OGM”.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ricerca scientifica e terremoto sono solo delle priorità a parole

Posted by fidest press agency su lunedì, 17 ottobre 2016

luca-coscioniDichiarazione di Marco Cappato, Tesoriere dell’Associazione Luca Coscioni e Presidente di Radicali italiani: “Nella retorica politica e mediatica gli investimenti in ricerca scientifica e nel riassetto idrogeologico del Paese sarebbero da molti anni la priorità assoluta.
Quando però si arriva a discutere di conti veri, come si fa in queste ore, scopriamo che le priorità non sono più tali e che nessuno più ne parla. Come risultato, le scarse risorse sono disperse a pioggia sulle varie categorie sociali, senza una reale possibilità di incidere sul benessere economico di medio periodo. Invece di prepararsi a commentare -con la consueta indignazione- i prossimi dati umilianti sulla cosiddetta fuga dei cervelli o sulla mancata messa in sicurezza del territorio a fronte della prossima catastrofe naturale, Governo e Parlamento dovrebbero concentrare le risorse in investimenti per la ricerca scientifica di base e per la prevenzione del rischio idrogeologico”. (foto: luca coscioni)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“I Volti dell’Alzheimer”

Posted by fidest press agency su domenica, 4 settembre 2016

AlzheimerCesena, sabato 17 settembre alle 15, presso la Sala Conferenze Roverella P.T. (via Ancona, 290) un convegno per conoscere e capire la malattia di Alzheimer. In occasione della XXIII Giornata Mondiale Alzheimer, la Cooperativa Sociale Società Dolce, in collaborazione con il Centro di Ricerca e Formazione Scientifica, Cerifos, e con il Poliambulatorio Giano, ha organizzato il convegno “I volti dell’Alzheimer”. L’appuntamento sarà così l’occasione per offrire ai familiari dei malati, agli operatori del settore e a tutti coloro che desiderano conoscere e capire l’Alzheimer, un quadro aggiornato sullo stato dell’arte degli approcci diagnostico-terapeutici di questa malattia.
Gli esperti, tra cui diversi dell’èquipe di Cerifos, che si alterneranno sul palco spiegheranno infatti al pubblico come interventi sempre più individualizzati e multidisciplinari possano tradursi in un immediato vantaggio per il paziente, basandosi sui più recenti sviluppi delle neuroscienze e della neuropsicologia conflittuale. A moderare l’incontro sarà Stella Coppola, responsabile Area Centro Cooperativa Sociale Società Dolce.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

7 Award dalla Società Italiana di Neurologia per sostenere la ricerca scientifica

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 luglio 2016

neuroneLa Società Italiana di Neurologia (SIN) conferma il suo impegno nel sostenere l’attività di ricerca sulle malattie neurologiche promuovendo 7 premi destinati a contributi scientifici pubblicati da giovani neurologi italiani, per un valore complessivo di 34.000 euro.“La ricerca scientifica in campo neurologico sta facendo enormi progressi – afferma il Prof. Leandro Provinciali, Presidente SIN – e i neurologi italiani stanno contribuendo significativamente: il nostro Paese si posiziona ai primi posti nel mondo per numero di pubblicazioni sulle principali riviste scientifiche neurologiche di rilievo internazionale. Con gli Award, la SIN persegue il suo obiettivo di sostenere la ricerca e di promuovere la formazione di ricercatori altamente qualificati che contribuiscano al miglioramento degli strumenti diagnostici e terapeutici nell’ambito delle patologie neurologiche, ancora molto diffuse. Inoltre, la ricerca risulta indispensabile per l’avanzamento delle conoscenze necessarie a ridurre il peso, in termini umani e sociali, delle malattie responsabili del maggior carico di disabilità della popolazione e per migliorare la qualità di vita dei pazienti e dei caregiver”.Gli Award SIN di quest’anno verranno assegnati in occasione della Cerimonia di Apertura del Congresso Nazionale di Venezia e premieranno i migliori contributi scientifici di interesse neurologico pubblicati su riviste internazionali peer rewied, tra il 1° agosto 2015 e il 1° agosto 2016. Possono concorrere all’assegnazione dei premi i cittadini italiani con età inferiore a 40 anni che compaiano come primo autore o corresponding author e che siano regolarmente iscritti alla Società Italiana di Neurologia.Anche in questa edizione verrà utilizzato l’Impact Factor quale sistema di valutazione delle divulgazioni scientifiche. L’Impact Factor misura il valore di una rivista sulla base del numero di citazioni che gli articoli pubblicati hanno ricevuto in un dato periodo.
In particolare la SIN promuove:
· n. 1 premio da 10.000 euro per articoli pubblicati su riviste con Impact Factor superiore a 20,01
· n. 3 premi da 5.000 euro ciascuno per articoli pubblicati su riviste con Impact Factor da 10,01 a 20
· n. 3 premi da 3.000 euro ciascuno per articoli pubblicati su riviste con Impact Factor da 4 a 10

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Ministro visita Ospedale San Pietro a Roma

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 maggio 2009

Il Ministro Brunetta ha visitato l’Ospedale San Pietro dei Fatebenefratelli a Roma, dove è stato accolto dal Padre Provinciale fra Pietro, dal dott. Cicinelli e dal Padre Superiore fra Michele Montemurri. Il ministro, accompagnato dal Direttore Scientifico Ercole Brunetti, ha visitato il laboratorio di ricerca di base e il centro di genetica per la diagnosi di alterazioni genetiche pre e post natale. Infine si è recato nei reparti di pediatria e neonatologia diretti dal dottor Giovanni Roberti e dalla dottoressa Rosalia Fiore. L’Ospedale, che è  in attesa di essere riconosciuto come IRCCS (Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico) per il settore Materno Infantile, è fortemente impegnato nella ricerca scientifica la cui ricaduta clinica migliora i percorsi diagnostici e i trattamenti terapeutici dell’assistenza. Il Ministro ha incluso l’Ospedale nel progetto “smart inclusion” che prevede la possibilità, per i centri di degenza pediatrica di lunga durata, di effettuare collegamenti multimediali e internet con le scuole. In questo modo i bambini in cura possono seguire a distanza le lezioni e avere anche un collegamento quotidiano con la propria famiglia.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mancata protezione della Posidonia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 maggio 2009

Bruxelles, Greenpeace ha presentato una denuncia formale alla Commissione europea, chiedendo l’applicazione delle norme comunitarie per la protezione del posidonieto e delle praterie di piante marine. Greenpeace ha presentato le prove che Italia, Francia, Grecia e Spagna hanno violato la Direttiva Habitat (Reg. CE/92/43) che elenca queste praterie tra gli habitat a protezione prioritaria. “Quando si distrugge una prateria di posidonia perdiamo un elemento importante della vita del Mediterraneo- spiega Alessandro Giannì, Responsabile delle Campagne di Greenpeace Italia. “La posidonia ospita migliaia di specie, produce ossigeno e difende le coste e le spiagge”.
La Posidonia oceanica è probabilmente la singola specie più importante della fascia costiera del Mediterraneo: un solo metro quadro di posidonieto produce 14 litri di ossigeno al giorno, e nella prateria possono trovare rifugio, nutrimento e riprodursi, oltre 1.200 specie animali e vegetali. Nonostante questo, e sebbene sia protetto dalla Direttiva Habitat quale “habitat a protezione prioritaria”, la prateria di posidonia è quasi ovunque in regressione, a causa degli impatti dell’inquinamento, della pesca (spesso illegale), dell’arrivo di sedimenti causati dall’urbanizzazione del litorale, degli ancoraggi delle imbarcazioni.  Un problema particolarmente grave in Italia è quello del trapianto di posidonia, utilizzato senza alcuna base scientifica solida, come misura di compensazione per consentire la distruzione di praterie in buona salute in occasione della costruzione di infrastrutture costiere. Greenpeace denuncia in particolare l’Italia per aver violato l’Articolo 6(4) della Direttiva Habitat che prevede il parere obbligatorio della Commissione Europea che non è mai stata informata di questi “trapianti” realizzati anche in danno di Siti di Importanza Comunitaria, ad esempio a Civitavecchia. Il Mediterraneo ha urgente bisogno di reale protezione e non di Leggi inapplicate, come la Direttiva Habitat, o di “Parchi di carta” come il Santuario dei Cetacei. C’è bisogno di realizzare subito una rete di Riserve Marine, utilizzando sia la Rete Natura 2000 promossa dalla Direttiva Habitat sia le “Aree di Pesca Protetta” del Regolamento Pesca del Mediterraneo (Reg. CE/1967/2006). Le Riserve Marine ci servono per aumentare la resistenza dell’ecosistema Mediterraneo al cambiamento climatico e per ripristinare le popolazioni ittiche, ormai al collasso. Greenpeace chiede che la rete di Riserve Marine tuteli il 40% del Mediterraneo, in accordo con le indicazioni della ricerca scientifica.

Posted in Diritti/Human rights, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Ricerca scientifica e alte tecnologie

Posted by fidest press agency su lunedì, 25 maggio 2009

Torino 26 maggio 2009, dalle ore 21.00, presso la sala convegni dell’Hotel Holiday Inn Turin (Piazza Massaua, 21) si svolgerà la Tavola rotonda sul tema “Ricerca scientifica e alte tecnologie. L’Italia e l’Europa di fronte alle sfide dello sviluppo e dell’innovazione nel mercato globale”. Organizzano il Partito Democratico del Piemonte, l’Associazione Spazio per lo Sviluppo e l’Innovazione ed il Forum Università e Ricerca del PD del Piemonte. Intervengono Gianluca Susta (Parlamentare europeo, membro Commissione Commercio Internazionale, candidato PD alle Elezioni europee), Giovanni Bignami (Docente universitario, ricercatore in astrofisica, scienze e tecnologie dello spazio, candidato PD alle Elezioni europee),  Sergio Chiamparino (Sindaco Città di Torino) ed Andrea Bairati (Assessore regionale all’Innovazione, Università e Ricerca della Regione Piemonte).

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’Oréal Italia Per le Donne e la Scienza

Posted by fidest press agency su lunedì, 25 maggio 2009

La ricercatrice pavese Anna Olivieri ha vinto una delle cinque Borse di Studio annuali “L’Oréal Italia Per le Donne e la Scienza”. Ogni anno L’Oreal Italia in collaborazione con la Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO bandisce cinque borse di studio, dell’importo lordo di 15.000,00 euro (quindicimila euro) ciascuna, da assegnare a giovani e promettenti ricercatrici per favorire il perfezionamento della loro formazione professionale nei campi delle Scienze della Vita e della Materia. La Commissione Giudicatrice delle Borse di Studio “L’Oréal Italia Per le Donne e la Scienza” è presieduta dal Professor Umberto Veronesi. Le borse di studio, destinate a persone che rivestano il ruolo di Ricercatore Universitario, hanno durata di 10 mesi lavorativi e dovranno essere utilizzate per condurre un’attività di ricerca scientifica presso istituzioni di ricerca italiane che abbiano manifestato il proprio interesse allo svolgimento dell’attività suddetta. Anna Olivieri, 28 anni, genetista, laureata nel 2005 in Scienze Biologiche e Dottore di Ricerca in Scienze Genetiche e Biomolecolari, è attualmente assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Genetica e Microbiologia dell’Università degli Studi di Pavia. La sua attività di ricerca è rivolta allo studio della variabilità di sequenza del DNA mitocondriale umano e animale, al fine di chiarire, nel primo caso, l’origine e l’evoluzione delle popolazioni umane moderne, mentre per quanto riguarda gli animali, uno degli obiettivi è quello di definire gli eventi associati alla domesticazione dei grandi mammiferi.  Ha vinto con un progetto volto a chiarire modi, tempi e luoghi di domesticazione del cavallo, dal titolo “La domesticazione del cavallo: la prospettiva al femminile del DNA mitocondriale.” La ricerca sarà condotta presso il Dipartimento di Genetica e Microbiologia dell’Università degli Studi di Pavia.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Giornata nazionale per l’Epilessia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 22 aprile 2009

Roma 27 aprile – ore 15 – sala Arazzi – sede RAI Viale Giuseppe Mazzini 14  Giornata nazionale per l’Epilessia – l’AICE, con autorizzazione e patrocinio del Segretariato Sociale RAI, promuovono la campagna “Accendi il cuore per l’epilessia – aiuta 300mila italiani ad uscire dall’ombra” I cardini della campagna sono: da una parte il sostegno alla ricerca scientifica sulla farmaco-resistenza, il 30% dei casi. dall’altra la rimozione delle norme discriminanti che gravano ancora su questa patologia come ad es. la negazione del riconoscimento dei casi di guarigione. Alla conferenza stampa parteciperanno: il Responsabile del Segretariato Sociale RAI Carlo Romeo, il Presidente AICE Giovanni Battista Pesce ed il Presidente FISH Pietro Vittorio Barbieri. Lo stato ed i bisogni della Ricerca scientifica saranno illustrati dai professori Giuliano Avanzini (ist. C. Besta MI), Raffaele Canger (osp. S. Paolo MI) e Federico Vigevano (osp. Bambino del Gesù Roma); L’onorevole Barbara Saltamartini e l’onorevole Livia Turco illustreranno la bipartisan PdL 2060/09 sottoscritta, con prima firmataria la Saltamartini, da 77 Deputati di tutto l’Arco Costituzionale per dare Piena Cittadinanza ai 300mila italiani con epilessia.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | 102 Comments »

Festival dello spazio

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 marzo 2009

Bari il 29 Marzo 2009, dalle ore 9:00 alle 21:00 nel Conference Center Sheraton Nicolaus Hotel con ingresso gratuito e accesso libero. si tiene il Festival dello spazio. E’ un tributo che si offre alle ricerche scientifiche  per il loro prezioso  contribuito  all’ampliamento del sapere umano ed allo sviluppo delle tecnologie che, ogni giorno, ci aiutano a migliorare la qualità della nostra vita. Tali conoscenze, perciò, costituiscono un bagaglio culturale importantissimo per tutti i Paesi progrediti, in quanto il sapere rappresenta il mezzo attraverso il quale l’uomo può migliorare non solo se stesso ma anche, e soprattutto, la società in cui vive. Per contribuire a tale sviluppo, però, è necessario spingere le nuove generazioni verso le attività di ricerca, dissipando quel velo di inaccessibilità che spesso, per via della complessità degli argomenti trattati, circonda tali materie. Il “Festival Science Award Commission”, presieduta dal ricercatore Domenico Licchelli, èassegna all’Illustrissimo Prof. Dott. Luciano Guerriero il “Premio Divulghiamo la Scienza – Galileo Galilei 2009” quale: simbolo lampante dell’ingegno italiano in patria e nel mondo..Il Premio verrà assegnato tramite cerimonia solenne nel corso del “Festival dello Spazio” (www.festivaldellospazio.it). (foto festival spazio)

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »