Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Posts Tagged ‘ricettario’

La mozzarella di bufala campana

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 febbraio 2012

Mozzarella, Italian food.

Image via Wikipedia

Milano da domenica 5 a martedì 7 febbraio negli spazi del MiCo-Centro Congressi (FieraMilanoCity). Giunto alla ottava edizione, il Congresso Internazionale di Cucina d’Autore si conferma come il palcoscenico più accreditato, e gradito, dai più importanti chef italiani ed esteri. Saranno 80 quelli che si alterneranno nei diversi incontri per raccontare e spiegare le più attuali tendenze in cucina. E in un simile contesto non poteva non avere un ruolo da protagonista la Mozzarella di Bufala Campana DOP, uno dei prodotti simbolo del made in Italy di qualità. “Veniamo da un biennio di grandi successi – sottolinea Domenico Raimondo, Presidente del Consorzio di Tutela – con una produzione record sia dal punto di vista qualitativo che quantitativo. Nonostante il periodo di contrazione economica che ha colpito tutti i Paesi, il nostro prodotto ha fatto registrare numeri di assoluto rilievo tanto nel consumo interno che nell’export. E per il 2012 abbiano in calendario tutta una serie di iniziative atte a promuovere sempre più la conoscenza di questa eccellenza del paniere agroalimentare italiano”. Una delle prime iniziative dell’anno è appunto la partecipazione a Identità Golose, dove il Consorzio della Mozzarella di Bufala Campana DOP sarà presente con uno stand nel quale i visitatori potranno non solo degustare il prodotto ma anche ricevere in omaggio un prezioso ricettario contenente numerose ricette a base di Mozzarella di Bufala DOP “create” da importanti chef. Del resto nella tre giorni milanese saranno diversi gli artisti dell’alta cucina che proporranno, nelle loro esibizioni, piatti “bufalini”.
A partire da Viviana Varese che per l’occasione offrirà un assaggio di “Omaggio a Sofia”, una pizza fritta con Mozzarella di Bufala Campana DOP, Bavarese di Pomodorini Confit e Salsa di Basilico dedicata alla grande Sofia Loren, altra leggenda italiana. A lei si aggiungeranno Enzo Coccia e Nino Di Costanzo, mentre Franco Pepe esporrà una treccia di Mozzarella di Bufala Campana DOP sul proprio tavolo, insieme ad altri prodotti simbolo del territorio. Nell’ambito della sua partecipazione a Identità Golose, il Consorzio della Mozzarella di Bufala Campana DOP terrà anche una conferenza stampa nel corso della quale verrà presentato e distribuito il ricettario. L’appuntamento è per martedì 7 febbraio, ore 11.30, presso la Sala Gialla 1.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il cuoco galante

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 aprile 2009

Di Vincenzo Corrado (Napoli, 1793) a cura di: Lejla Mancusi Sorrentino, Grimaldi e C. Editori – Distribuzione Bardi  Pagine: XXIV – 218 + (16) Codice ISBN: 88-89879-20-3 Prezzo (di copertina): 30,00 Euro. Il testo è ricco di circa 1350 ricette; tra i capitoli più interessanti è il Vitto Pitagorico, basato su erbe fresche, radiche, fiori, frutta, semi e tutto ciò che la terra produce. Viene riproposto in raffinata ristampa anastatica su carta pesante con elegante astuccio rigido telato. Utilissimo glossario napoletano/italiano, con due belle stampe fuori testo che mostrano l’apparecchio della tavola secondo l’etichetta del tempo. Dopo un secolo di predominio assoluto della cucina francese sulle tavole italiane, nel 1793 vide la luce a Napoli un ricettario destinato a dare una nuova impronta alla nostra gastronomia, Il Cuoco Galante di Vincenzo Corrado. Convinto assertore della fantasia, dell’eleganza e della novità a tavola, il merito del Corrado fu proprio quello di interrompere la monotonia e la supremazia della cucina d’oltralpe, e di introdurre sulle mense signorili alcuni elementi tipici italiani, rivendicando alla cucina nazionale un ruolo di primo piano, perduto ormai da alcuni secoli. Rimaneggiando classiche preparazioni alla moda francese mediante il sapiente utilizzo di erbe e sapori, egli si rese fautore di una cucina raffinata, leggera e profumata, proponendo anche l’uso di alcuni nuovi ingredienti, quali la patata e il pomodoro, fino allora poco o niente presi in considerazione. Tra i capitoli più interessanti è il Vitto Pitagorico, basato su erbe fresche, radiche, fiori, frutta, semi e tutto ciò che la terra produce, che, secondo una teoria propugnata da alcuni illustri esponenti della Scienza Medica dell’epoca, riavvicinando l’uomo alla natura, rappresentava il cibo più giovevole alla salute e più idoneo per un’aspettativa di vita lunga e sana. Il libro ebbe subito vasta eco sia nel Regno di Napoli che all’estero, attirando l’interesse e la curiosità persino di un illustre uomo politico come l’Abate Ferdinando Galiani che ne commentò la pubblicazione in una lettera a Madame d’Epinay. Il testo, ricco di circa 1350 ricette e impreziosito da due belle tavole fuori testo che mostrano l’apparecchio della tavola secondo l’etichetta del tempo, viene riproposto in anastatica, completato da una nota che inquadra la vita e l’opera dell’Autore nella sfarzosa società settecentesca, da un’analisi delle ricette e delle tendenze gastronomiche dell’epoca e da un glossario, tutti a cura di Lejla Mancusi Sorrentino. http://www.archimagazine.com/bookshop/lmcuocogalante.htm

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »