Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Posts Tagged ‘riciclo’

Riciclo dell’organico e del compost in Italia

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 giugno 2021

Il settore del riciclo dell’organico è sempre più strategico sia per il raggiungimento degli obiettivi stabiliti dall’Europa volti alla transizione al modello di economia circolare sia per il percorso verso la decarbonizzazione del nostro paese.Parte da questa premessa il libro “BIOWASTE tra Ripresa e Resilienza” a cura di Massimo Centemero, Agronomo e Direttore del Consorzio Italiano Compostatori (CIC) con la collaborazione di Elisabetta Bottazzoli, esperta di Sostenibilità ed Economia Circolare. Edito da Edizioni Ambiente, il libro è la seconda edizione della collana Organic Biorecycling ed è disponibile nelle librerie fisiche e digitali.Basti pensare, come sottolineato dal Rapporto annuale del Consorzio Italiano Compostatori ripreso all’interno del libro, che in Italia il compost ha superato la produzione di due milioni di tonnellate l’anno: “Sia il compost che il digestato dal 2022 potranno essere liberamente commercializzati tra gli stati membri europei in virtù dello status di End of Waste (rifiuto cessato) a seguito dell’adozione del Regolamento Fertilizzanti”, spiega Centemero. “A questi si aggiunge il biometano che, prodotto soprattutto dagli impianti che trattano il rifiuto organico proveniente dalle nostre raccolte differenziate, sta procedendo verso quote che si avvicinano ai duecento milioni di metri cubi l’anno”. Numeri che pongono l’Italia in una posizione di forte vantaggio rispetto ad altri stati membri europei che, per posizione geografica, abitanti, reddito pro capite e stili di vita, si avvicinano al nostro Paese e con i quali ci confrontiamo tutti i giorni, come ad esempio Francia, Spagna e Germania.Ora, a seguito del recepimento delle direttive e dell’adozione dei regolamenti europei, il CIC sottolinea anche nel libro la necessità di avere politiche a sostegno della produzione di fertilizzanti organici, con cui contrastare i cambiamenti climatici e mantenere la fertilità dei suoli, e di biometano che, dopo l’iniziale fase di supporto economico generato dalla riduzione dei carburanti di origine fossile (che, quindi, non genera sovraccosti per la bolletta dei cittadini), necessita di una proroga alla luce dei nuovi target obiettivo di produzione di carburanti avanzati.In questo scenario, il libro “BIOWASTE tra Ripresa e Resilienza” illustra le conclusioni di una ricerca condotta da Prometeia e CIC sulle ricadute economiche e occupazionali del settore dell’organico, e sul contributo che quest’ultimo può dare ai percorsi di mitigazione ai cambiamenti climatici.Spazio inoltre alle esperienze del Consorzio Italiano Compostatori e alle proposte per migliorare l’efficienza e la qualità del riciclo dei rifiuti organici, dai singoli cittadini fino ai sistemi di raccolta e agli impianti industriali, con un’attenzione particolare agli sviluppi e alle innovazioni possibili.Numerosi infine esperti e rappresentanti del settore, studiosi e giornalisti che hanno offerto il loro contributo per il libro “BIOWASTE tra Ripresa e Resilienza”: Arianna Lovera (Senior Programme Officer presso il Forum per la Finanza Sostenibile); Lorenzo Forni (Segretario nazionale Prometeia); Michele Burattoni e Michele Catalano (Senior specialist di Prometeia); Mario Bonaccorso (Direttore tecnico Cluster Spring per la chimica verde); Annalisa Corrado (Responsabile attività tecniche del Kyoto Club, co-ideatrice e coordinatrice del progetto GreenHeroes); Giulia Lucertini (ricercatrice e docente a contratto in pianificazione e valutazione del territorio all’Università Iuav di Venezia); Francesco Musco (Professore ordinario di pianificazione urbanistica e delegato del Rettore alla ricerca all’Università Iuav di Venezia); Luca Montanarella (Commissione europea, Joint Research Centre); Letizia Palmisano (Giornalista ambientale); Gianni Silvestrini (Direttore scientifico di Kyoto Club e KeyEnergy); Luca Zorloni (Responsabile economia e attualità di WIRED); Flavio Bizzoni (Presidente del CIC); Matteo Nardi (Giornalista ambientale).Questa edizione contiene anche la “testimonianza” di Lella Miccolis che descrive la propria esperienza di donna, imprenditrice del settore e in territorio del sud Italia, tanto carente di infrastrutture produttive anche nel settore del compostaggio.Tutti gli autori hanno collaborato pro bono alla realizzazione del libro, di cui parte dei proventi della vendite sono stati devoluti all’Associazione Pane Quotidiano, un’organizzazione laica, apolitica e no profit, fondata a Milano nel 1898 il cui obiettivo è quello di assicurare, ogni giorno e gratuitamente, generi alimentari di prima necessità a chi ne ha bisogno.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nasce l’Associazione UNIRAU per la raccolta, riuso e riciclo degli abiti usati

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 Maggio 2021

Si è costituita all’interno di FISE UNICIRCULAR (l’Associazione che rappresenta “le industrie dell’economia circolare”) UNIRAU, l’Associazione delle aziende e delle cooperative che svolgono le attività di raccolta e valorizzazione della frazione tessile dei rifiuti urbani.UNIRAU costituisce un’evoluzione della storica sigla CONAU, il “consorzio” nato nel 2008 e che, durante la propria attività ultradecennale, ha ottenuto importanti risultati per il settoreNegli scorsi giorni l’Assemblea di CONAU ha deciso di compiere un ulteriore passo avanti sul fronte della rappresentanza, trasformando il consorzio in associazione, in considerazione della forte accelerazione verso la conversione del settore tessile in senso “circolare”, impressa dal pacchetto di direttive europee e dal nuovo piano d’azione UE sull’economia circolare, nonché dalla pubblicazione (prevista entro l’anno) della strategia europea sul tessile.“L’obiettivo”, ha dichiarato il Presidente UNIRAU Andrea Fluttero, “è di riorganizzare ed ampliare la base associativa, coinvolgendo gli operatori della raccolta, del commercio, dell’intermediazione e della selezione, anelli indispensabili alla valorizzazione delle raccolte, puntando anzitutto alla preparazione per il riuso dei capi e degli accessori di abbigliamento tal quali e, in via secondaria, al riciclo di materia delle frazioni che non possono essere destinate direttamente al riutilizzo. La trasformazione in Associazione nasce inoltre dall’esigenza, in considerazione della probabile nascita di un regime di EPR (responsabilità estesa del produttore) e della conseguente costituzione di ‘Consorzi di produttori’, di evitare la possibile confusione dei rispettivi ruoli in ragione della definizione di ‘Consorzio’ che caratterizzava il CONAU”.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Riciclo e smaltimento rifiuti tecnologici

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 gennaio 2021

Da qualche giorno nel centro commerciale del Ring Center a Offenbach am Main, in Germania è spuntata una nuova macchina del “futuro”.Con il nuovissimo ecoATM, i vecchi telefoni cellulari possono essere smaltiti in modo ecologico e sostenibile.Il meccanismo è semplice: il cellulare che si intende vendere viene semplicemente riposto in un vano della macchina che ha le sembianze di un comune distributore automatico, lo sportellino si chiude e il telefonino viene valutato nel più breve tempo possibile e subito dopo fatta un’offerta.Quindi, il venditore che si dichiara d’accordo col prezzo riceve un pagamento immediato.Un’idea geniale nel difficile campo dello smaltimento dei rifiuti tecnologici che per Giovanni D’Agata presidente dello “Sportello dei Diritti”, non solo dovrebbe essere replicata in ogni dove ma potrebbe essere utilizzata anche per altri tipi di strumenti elettronici che i cittadini non vogliono tenere più in casa o in ufficio e di cui vogliono liberarsene.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Giornata Mondiale del Riciclo

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 marzo 2020

Si apre anche quest’anno con una nota di ottimismo. «Secondo le prime stime CONAI, nel 2019 l’Italia ha avviato a riciclo il 71,2% dei rifiuti di imballaggio, una quantità superiore a 9 milioni e mezzo di tonnellate. Se pensiamo che la richiesta dell’Europa è quella di raggiungere il 65% entro il 2025, possiamo dirci molto soddisfatti e guardare con ottimismo al futuro dell’economia circolare nel nostro Paese». Ad affermarlo è Giorgio Quagliuolo, presidente del Consorzio Nazionale Imballaggi, che persegue in Italia gli obiettivi di recupero e riciclo dei materiali di imballaggio.Nel dettaglio, sui primi dati 2019 (il consolidato arriverà a giugno), CONAI stima che in Italia siano state complessivamente avviate a riciclo 390.000 tonnellate di acciaio, 52.000 tonnellate di alluminio, 4 milioni e 14mila tonnellate di carta, 1 milione e 995mila tonnellate di legno, 1 milione e 79mila tonnellate di plastica e 2 milioni e 10mila tonnellate di vetro.I numeri crescono se si considerano tutti gli imballaggi che, nel 2019, hanno evitato la discarica, sommando ai numeri del riciclo quelli del recupero energetico: un totale di 11 milioni e 49mila tonnellate, ossia l’82,4% dell’immesso al consumo. Una crescita di quasi due punti percentuali rispetto al 2018.Fiducia e soddisfazione, quindi, nonostante il 2019 sia stato caratterizzato da un crollo del valore delle materie prime seconde, macero in primis.Se si analizza solo la quota parte di imballaggi gestita direttamente da CONAI e dai suoi Consorzi di filiera (RICREA, CIAL, COMIECO, RILEGNO, COREPLA e COREVE), infatti, si nota come siano state quasi 600mila le tonnellate di materiale in più proveniente dalla raccolta differenziata, non assorbite dal mercato, e rientrate in convenzione con il sistema consortile. Imballaggi per i quali CONAI, nel suo ruolo di sussidiarietà al mercato, ha direttamente garantito lo sbocco a riciclo.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’Italia migliora la propria performance di riciclo delle pavimentazioni stradali

Posted by fidest press agency su giovedì, 27 febbraio 2020

E’ passata in 4 anni dal 20% (2014) al 25% (2018) del recupero di fresato, ma rimane indietro rispetto ai principali paesi europei (la media è del 60%). Burocrazia, complesso e non uniforme regime delle autorizzazioni e pregiudizio frenano lo sviluppo del riciclo. Ogni anno il totale recupero delle pavimentazioni stradali rimosse potrebbe portare a un risparmio di materie prime pari a 1.200 mln di euro, senza contare la riduzione di emissioni inquinanti equivalenti a quelle generate da 3 raffinerie di medie dimensioni e all’inquinamento prodotto dalla circolazione continua di 330.000 autocarri sul territorio nazionale.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Decima edizione del Rapporto L’Italia del Riciclo

Posted by fidest press agency su martedì, 10 dicembre 2019

Fotografa l’andamento del settore del riciclo negli ultimi 10 anni: lo sviluppo e le criticità delle 18 filiere del riciclo, un’analisi sui quantitativi di materie prime riciclate che il settore del riciclo fornisce all’industria nazionale. Questi gli highlights del Rapporto e in allegato il comunicato stampa e le schede di sintesi sulle singole filiere:
· L’Italia si conferma avanguardia dell’industria europea del riciclo, attestandosi per il recupero degli imballaggi al terzo posto (con un tasso di riciclo al 67%), dopo Germania (71%) e Spagna (70%).
· Diverse filiere degli imballaggi (carta, vetro, plastica, legno, alluminio e acciaio) hanno già superato, o sono a un passo dal farlo, i nuovi obiettivi previsti a livello europeo per il 2025, altre (RAEE, veicoli fuori uso) crescono più lentamente.
· Il settore del riciclo si conferma strategico per un Paese, il nostro, povero di materie prime e che ogni anno dal riciclo riceve 12 milioni di tonnellate di materie prime per l’industria nazionale.
La versione integrale del Rapporto sarà online sul sito http://unicircular.org/

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Presentazione Rapporto L’Italia del Riciclo

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 dicembre 2019

Roma, 6 dicembre ore 9:30, Sala Nazionale Spazio Eventi, Via Palermo 10 verrà presentata la decima edizione del Rapporto L’Italia del Riciclo che quest’ anno contiene tutti i trend del settore nell’ultimo decennio ed evidenzia le principali criticità affrontate dal comparto in questi dieci anni. Complessivamente il riciclo dei rifiuti in Italia in questi anni ha continuato a fare passi avanti importanti per le quantità di rifiuti trattate, per i miglioramenti intervenuti negli impianti e nelle tecnologie di trattamento e il sistema è, in generale, pronto a raggiungere gli obiettivi delle nuove Direttive. Come ogni anno, il Report presenta l’aggiornamento sull’andamento di tutte le filiere.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sul corretto riciclo dei Pneumatici Fuori Uso

Posted by fidest press agency su sabato, 30 novembre 2019

Giunto alla sua VIII° edizione il concorso ha coinvolto i ragazzi siciliani nel realizzare un video con un messaggio legato alle buone pratiche per il corretto recupero dei PFU, i Pneumatici Fuori Uso. Una giuria di esperti, composta da rappresentanti di Legambiente, Ecopneus, Ministero dell’Istruzione e Ministero dell’Ambiente ha valutato tutti i lavori e stilato la classifica.
In Sicilia nel 2018 Ecopneus ha raccolto 17.800 tonnellate di Pneumatici Fuori Uso. La raccolta prosegue in linea anche nel 2019, con 14.398 tonnellate raccolte nei primi 10 mesi del 2019. A livello provinciale 1.337 t raccolte ad Agrigento, 995 t nella provincia di Caltanissetta, 3.583 t a Catania, 785 t a Enna, 2.308 t a Messina, 876 t a Palermo, 1.470 a Ragusa, 1.494 a Siracusa e 1.510 t nella Provincia di Trapani.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Rapporto: L’Italia del Riciclo

Posted by fidest press agency su giovedì, 28 novembre 2019

Roma, 6 dicembre, ore 9.30 – Sala Nazionale Spazio Eventi, via Palermo, 10 verrà presentata la decima edizione del Rapporto L’Italia del Riciclo che quest’ anno contiene tutti i trend del settore nell’ultimo decennio ed evidenzia le principali criticità affrontate dal comparto in questi dieci anni. Complessivamente il riciclo dei rifiuti in Italia in questi anni ha continuato a fare passi avanti importanti per le quantità di rifiuti trattate, per i miglioramenti intervenuti negli impianti e nelle tecnologie di trattamento e il sistema è, in generale, pronto a raggiungere gli obiettivi delle nuove Direttive. Come ogni anno, il Report presenta l’aggiornamento sull’andamento di tutte le filiere.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Appello al Governo e al Parlamento per sbloccare il riciclo dei rifiuti”

Posted by fidest press agency su domenica, 21 luglio 2019

Roma giovedì 25 luglio a Roma (ore 11.00, Centro congressi ROMA EVENTI – Piazza di Spagna, VIA ALIBERT, 5 A – Sala Michelangelo) FISE Assoambiente e FISE Unicircular, insieme ad oltre 40 sigle associative, promuovono la Conferenza Stampa di presentazione di un “Appello al Governo e al Parlamento per sbloccare il riciclo dei rifiuti”.
Dopo una Sentenza del Consiglio di Stato dello scorso anno, l’intervento normativo contenuto nella legge n. 55 del 14 giugno 2019 di conversione del Decreto “Sblocca cantieri” in materia di cessazione della qualifica di rifiuto (End of Waste) non ha risolto questa grave situazione, limitandosi a salvaguardare le tipologie e le attività di riciclo previste e regolate dal DM 5 febbraio 1998 e successivi. Rimangono escluse quindi le numerose tipologie, provenienze, caratteristiche di rifiuti, attività di recupero e dei materiali che nel frattempo sono stati sviluppati. Il blocco del riciclo si è così creato investe la maggior parte delle tipologie di rifiuti e di attività di riciclo, con un grave ostacolo allo sviluppo dell’economia circolare e generando concreti rischi, in diverse località, anche per la gestione di importanti quantità di rifiuti.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Andrea Fluttero alla guida del settore del riciclo rifiuti in FISE

Posted by fidest press agency su giovedì, 8 dicembre 2016

flutteroAndrea Fluttero, esperto di Economia Circolare e già segretario della Commissione Ambiente del Senato nella XVI Legislatura è il nuovo Presidente di UNIRE, l’Unione Imprese del Recupero che aderisce a FISE, Federazione Imprese dei Servizi.Ad eleggerlo, all’unanimità, è stata l’Assemblea dell’Associazione. Fluttero succede ad Anselmo Calò cui l’Assemblea e il neo Presidente hanno tributato un ringraziamento per l’operato svolto negli ultimi anni trascorsi alla guida dell’Associazione.UNIRE rappresenta a livello nazionale e comunitario le imprese che gestiscono attività di raccolta, trasporto, selezione, trattamento, stoccaggio, recupero e riciclaggio dei rifiuti. In una parola le vere “Fabbriche dell’Economia Circolare”.
“Nei prossimi mesi l’attività dell’Associazione”, ha evidenziato il Presidente Fluttero, il cui nuovo mandato durerà due anni, “avrà come principali obiettivi: favorire i processi di aggregazione nell’ambito delle diverse filiere del recupero al fine di rafforzarne la rappresentatività e ampliare la base associativa attraendo imprese di qualità”. Altrettanto importante ha concluso il Presidente Fluttero sarà “stringere accordi con il mondo della ricerca per supportare le PMI dei diversi comparti nel processo di innovazione dei loro processi di recupero e riciclo”.
Andrea Fluttero nato a Chivasso (To) il 17/02/1958, diplomato Perito industriale grafico è stato fino al 1998 Imprenditore nel settore graficoDal 1985 al 1995 ha ricoperto diversi ruoli amministrativi locali. Dal 1997 al 2005 è stato Sindaco di Chivasso (To), mentre dal 2006 al 2013 è stato Senatore della Repubblica con il ruolo di Segretario della Commissione Ambiente nella XVI Legislatura, con una importante attività legislativa e convegnistica nei settori Green Economy, Energia, gestione rifiuti, chimica bio based, riciclo e recupero di materia.Dal 2013 è Consulente libero professionista e si occupa di Relazioni istituzionali e comunicazione nel settore Green Economy.Dal febbraio 2015 è anche Presidente di UNIRIGOM, l’Unione Recuperatori Italiani della Gomma. (foto: fluttero)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Riciclo plastica

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 Maggio 2012

Le mille vite della plastica, ricorda Rocco Tiso il Presidente della Confeuro, oggi poggiano saldamente su 657mila tonnellate di materiale raccolto. Con prospettive molto buone se è vero che la quantità e la qualità della raccolta differenziata e del riciclo sono in continuo aumento. Secondo il bilancio del Corepla crescono infatti quantità e qualità. Nel 2011 sono state raccolte 657.216 tonnellate di imballaggi in plastica, ossia il 7% in più sul 2010, quasi 11 kg pro capite. La media di quasi 11 chili pro capite in realtà nasconde una forte differenziazione da regione a regione. È il caso del “virtuoso” Veneto che con 18,3 chili è la regione con la più alta quota procapite e casi che invece dimostrano che persone non fanno la raccolta differenziata. Ma ciò che è più importante però è che all’aumento della quantità corrisponde anche l’aumento del riciclo. Un elemento che testimonia il miglioramento della qualità del rifiuto. Grazie a questo è stato possibile produrre nuovi materiali, generando nel contempo valore economico per la collettività. Per la precisione sono state avviate a recupero energetico 225mila tonnellate di materiale da raccolta differenziata. Resta però ancora molto da fare, afferma infine il Presidente della Confeuro. È necessario dunque favorire l’ulteriore crescita della qualità, la continua innovazione per migliorare le opportunità di riciclo e la creazione di un vero mercato di combustibili alternativi.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rifiuti elettronici: nuovi obiettivi di raccolta e riciclo

Posted by fidest press agency su domenica, 15 gennaio 2012

Bruxelles Dibattito: mercoledì 18 gennaio Votazione: giovedì 19 gennaioIn Europa si gettano più frigoriferi, telefoni e altri dispositivi che mai, spesso senza ne siano recuperati pezzi di valore, secondo l’allarme lanciato dai deputati in un progetto di risoluzione che sarà votato giovedì. Il testo è frutto di un accordo con gli Stati membri e mira a migliorare la raccolta e riciclo di prodotti elettrici ed elettronici e a ridurre l’onere amministrativo a carico dei produttori, responsabili finanziariamente della gestione dei rifiuti. La modifica alla direttiva del 2003 sulla gestione dei rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (Waste Electrical and Electronic Equipment – WEEE), una volta formalmente approvata da Parlamento e Consiglio, introdurrà nuovi obiettivi di raccolta. Entro il 2019,
la maggior parte degli Stati membri dovrà raccogliere il 65% dei beni presenti sul mercato, calcolato sul peso medio dei prodotti, o, alternativamente, l’85% dei rifiuti generati, figure più o meno equivalenti. L’obiettivo di riciclo sarà invece aumentato, per alcuni prodotti, fino all’80%. Per far sì che tutti facciano la propria parte, i deputati, guidati dal relatore Karl-Heinz Florenz (PPE, DE) hanno chiesto e ottenuto che sia inserito nella legislazione europea l’obbligo per i negozi di articoli elettronici di taglia media o grande (sopra i 400 m2) di accettare la restituzione di articoli di piccole dimensioni (massimo 25 cm). I produttori, d’altro canto, beneficeranno di una semplificazione degli obblighi d’informazione e di misure mirate a evitare la doppia imputazione di tasse. Infine, i deputati hanno negoziato un giro di vite sulle spedizioni illegali verso paesi in cui questo tipo di rifiuti è trattato in condizioni pericolose per i lavoratori e l’ambiente.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gli italiani e il riciclo doni

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 dicembre 2011

Secondo

Image by Mc-Q via Flickr

Un soprammobile kitsch, un maglione dai colori sgargianti, un profumo dalle note troppo forti. La lettera a Babbo Natale non è proprio arrivata a destinazione per l’80% degli italiani che quest’anno dichiara di aver ricevuto doni sgraditi o banalmente doppi. Secondo un sondaggio online condotto da sito di annunci Vivastreet.it su un campione di più di 6.000 utenti, sotto l’albero il regalo sbagliato è ormai una certezza che si ripete tutti gli anni. Da uno a tre le brutte sorprese per il 74% degli intervistati. Regali sbagliati, sempre da uno a tre, anche per i vicini francesi (53.1%) e inglesi (46.2%). Liberarsi di un dono inutile o sgradito non sarà forse un gesto elegante ma per il popolo del Belpaese è ormai una vera consuetudine che si ripete da diversi anni. Gli italiani risultano essere i più esperti d’Europa nell’arte del riciclo dei doni: ben il 64% degli intervistati infatti afferma di aver venduto regali non graditi negli ultimi 5 anni contro il 45.4% degli inglesi e il 27% dei francesi.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Ti riciclo e mi diverto!”

Posted by fidest press agency su sabato, 19 febbraio 2011

Cervia “Ti riciclo e mi diverto!” è il titolo del laboratorio  artistico che si è tenuto il 19 febbraio al museo del sale cervese e che ha previsto l’utilizzo di materiali di recupero. Si tratta infatti di attività artistiche che includono l’uso di  materiali riciclati quali  bottoni, perline, pezzetti di carta,   cartoncino e conchiglie.  In questa occasione i piccoli  hanno potuto dare sfogo alla loro fantasia e creatività imparando anche ad  apprezzare  l’uso di materiali normalmente utilizzati per altre attività.  Si offre inoltre ai bambini l’occasione di  sviluppare  interesse  per il riciclo e per la salvaguardia dell’ambiente. L’iniziativa è curata  dalla associazione culturale Cervia Incontra l’Arte  La pineta accanto alle saline è stata, ed è, uno degli elementi che più fortemente caratterizzano il territorio. Non siamo in grado di datarne l’origine ma è legata nei primi cenni documentari, al patrimonio della Chiesa cervese che già nel XV secolo la affida in gestione alla Comunità di Cervia. Questa rassegna di immagini e documenti ripercorre, in modo parziale, alcuni passaggi del lungo rapporto che ha legato il bosco pineto agli abitanti del nostro territorio. La pineta è  stata infatti il luogo della religiosità popolare con la fondazione della chiesetta della Madonna del Pino, è stata risorsa economica per la comunità con lo sfruttamento dei suoi prodotti (il legname, i pinoli e prodotti del sottobosco), è stata salvezza e calore nei lunghi inverni per la popolazione che dalla pineta ricavava legna e aghi di pino per scaldarsi e cucinare. E’ stata infine anche elemento fondamentale per il rilancio e il rinnovamento dell’economia locale quando un gruppo di milanesi ha visto nella pineta la possibilità di edificare una città nuova, una città giardino in cui rifugiarsi e tonificarsi a contatto con la natura dopo lunghi mesi vissuti nelle città industriali del nord. La mostra resterà  allestita fino al 3 aprile ed è  realizzata dall’Archivio Storico.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Conferenza riciclo rifiuti

Posted by fidest press agency su giovedì, 3 febbraio 2011

Pomigliano d’Arco ( NA) 5 Febbraio, alle ore 11 e 30, presso la sede dell’Enam in Via Nazionale delle Puglie 161 tutti i dettagli della nuova raccolta differenziata saranno illustrati durante la conferenza stampa in programma. L’Ecopagella sarà il cuore di “Riciclando” il programma educativo previsto nell’ambito della Campagna di Comunicazione sulla raccolta differenziata ideata dalla Fondazione Willy Brandt (FWB ) e messa in atto dall’Enam Spa , società che tra gli altri gestisce anche il servizio di igiene urbana della città di Pomigliano d’Arco
La FWB è un Ente Morale riconosciuto dal Ministero degli Affari Interni e opera per lo sviluppo delle relazioni internazionali e della cooperazione tra i popoli promuovendo i valori e gli ideali dell’integrazione socio – culturale ma è molto attiva e apprezzata in ambito nazionale ed internazionale, soprattutto per la cooperazione nei campi della ricerca, training e formazione ambientale con particolare attenzione ai temi dello sviluppo sostenibile, energie alternative, riduzioni delle emissioni dei gas climalteranti, gestione del ciclo dei rifiuti solidi urbani ed industriali, bonifica e recupero di aree contaminate. Nell’ultimo triennio la Fondazione Willy Brandt ha promosso in Italia e all’estero numerosi incontri, seminari e workshop sulle migliori pratiche di gestione dei rifiuti illustrate da esperti  di livello internazionale.  L’Ecopagella non sarà l’unica protagonista della campagna di sensibilizzazione della differenziata a Pomigliano d’Arco.
Infopoint nei luoghi di aggregazione, incontri  nelle scuole, nelle parrocchie, lungo piazze, strade, nelle fabbriche, una campagna di comunicazione con l’uso di un linguaggio diversificato in grado di parlare a tutti, dal ragazzo all’adulto e dunque una festa – gioco per i bambini con il coinvolgimento dei genitori, delle famiglie ma anche uno spettacolo teatrale sui rifiuti, scritto, ideato dai ragazzi delle scuole che metteranno in campo le loro capacità, la loro fantasia, la loro voglia di esserci.
C’è una sfida da vincere: incrementare i livelli della differenziata nella nostra regione. “Questa sfida la deve vincere la Campania che dovrà raggiungere il 50% entro fine 2011 – ha concluso Di Raffaele – e dunque la dovrà vincere Pomigliano d’Arco raggiungendo questa percentuale entro il primo semestre dell’anno. Oggi la differenziata è al  32%  mentre portiamo ancora 13.948.260 Kg di rifiuti indifferenziati negli Stabilimenti di Tritovagliatura ed Imballaggio Rifiuti, ben il 68%. Dunque dobbiamo fare di più”.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Riciclo della plastica

Posted by fidest press agency su martedì, 25 gennaio 2011

A conti fatti, nel 2010 la raccolta differenziata dei rifiuti di imballaggi in plastica in Toscana arriverà a sfiorare le 40.000 tonnellate, con una crescita rispetto al 2009 del17% e una contribuzione economica da parte di COREPLA a Comuni ed operatori di raccolta toscani a copertura dei maggiori costi sostenuti per lo svolgimento dei servizi stimabile in circa 10.000.000 di Euro. Un risultato importante, che cade in un momento di forte richiesta di imballaggi in plastica selezionati a valle della raccolta differenziata (bottiglie, flaconi, film) da parte dell’industria del riciclo, che compra da COREPLA i semilavorati tramite aste telematiche e li trasforma in nuove materie prime.
Una quota significativa della raccolta, tuttavia, costituita da plastiche miste molto eterogenee o di piccole dimensioni (il 15/20% del totale), fatica a trovare collocazione sul mercato del riciclo, per cui è necessario sviluppare la ricerca di nuove applicazioni ed interventi di incentivazione non assistenziali. In questa ottica si inserisce il nuovo accordo sottoscritto oggi dalla Regione Toscana con COREPLA,  Revet SpA, Pont-Tech, ANCI e ANCI Toscana, specifico per la filiera regionale del riciclo delle plastiche miste da raccolta differenziata, insieme ad uno di carattere generale con il Consorzio Nazionale Imballaggi CONAI e ad uno dedicato alla filiera del vetro. Questo nuovo accordo sviluppa una collaborazione già molto viva grazie ad un primo protocollo firmato da COREPLA, Regione e Revet un anno fa, che ha  dato come suoi primi fruttuosi esiti le componenti per scooter e le barriere fonoassorbenti presentate nel mese di novembre dello scorso anno e realizzate con “plasmix” rispettivamente per Piaggio e per la Società Autostrada Toscana.
La Regione destinerà  il 15% del gettito dell’ecotassa sui conferimenti in discarica, stimabile in un milione di Euro, al finanziamento di acquisti di manufatti in plastica riciclata da parte dei comuni (principalmente arredo urbano), mentre COREPLA e Revet si impegneranno per sviluppare ulteriormente la ricerca sui filoni di applicazione delle plastiche miste già individuati ed avvivati (arredi per esterni, pannelli fonoassorbenti, profilati cavi per prefabbricati, componentistica per auto motive, pallet), oltre che per attivare nuove iniziative nel settore “consumer” degli articoli casalinghi (secchi, scope, spazzoloni, ecc.), che potranno godere anche di un finanziamento di circa 75.000 Euro da parte della Regione Toscana.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Museo del Riciclo

Posted by fidest press agency su lunedì, 1 novembre 2010

Rimini mercoledì 3 novembre alle 10,.Hall Sud, Fiera di  Rimini si inaugura la quattordicesima edizione di Ecomondo.  Al taglio del nastro è previsto l’intervento del ministro dell’Ambiente, della Tutela del territorio e del mare, Stefania Prestigiacomo.
Ecolight – Costituito nel 2004, è uno dei maggiori sistemi collettivi per la gestione dei Raee, delle Pile e degli Accumulatori. Il consorzio Ecolight, che raccoglie oltre 1.200 aziende, è il terzo a livello nazionale per quantità di immesso e il primo per numero di consorziati. È stato inoltre il primo sistema collettivo in Italia ad avere le certificazioni di qualità ISO 9001 e ISO 14001. Rappresentando più del 90 per cento del settore, è punto di riferimento per la grande distribuzione (Gdo) e per i produttori di apparecchi di illuminazione. Tratta tutte le tipologie di Raee. http://www.ecolight.it.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’Italia del Riciclo, 15 settori sotto osservazione

Posted by fidest press agency su martedì, 26 ottobre 2010

Roma il 28 ottobre prossimo nella Sala Conferenze di Montecitorio a partire dalle ore 10. Tutte le tendenze e le dinamiche in atto nei 15 settori merceologici del riciclo dei rifiuti sono contenute nel Rapporto annuale “L’Italia del Riciclo”, elaborato da Fise Unire e dalla Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile. Il quadro offerto dal Rapporto consente di disporre di una conoscenza sia dettagliata sia d’ insieme dei diversi settori, in particolare per quanto riguarda gli effetti della grande recessione 2008-2009 sul mercato delle materie prime e riciclate. Il Rapporto offre anche indicazioni per prevenire gli effetti negativi della crisi sul mercato del riciclo e per rafforzare le positive tendenze della ripresa. Tra le novità contenute nel Rapporto di quest’ anno c’è una maggiore attenzione riservata agli aspetti internazionali e la segnalazione delle imprese del riciclo che si sono dimostrate più innovative.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rapporto “L’Italia del Riciclo 2010”

Posted by fidest press agency su lunedì, 18 ottobre 2010

Roma 28 ottobre 2010 ore 10.00 presso la Sala delle Conferenze di Piazza di Montecitorio 123/A convegno sullo studio concentrato in particolare sulle potenzialità e sulle problematiche derivate dall’applicazione della nuova Direttiva quadro sui rifiuti 2008/98/CE, in fase di recepimento nell’ordine nazionale, verrà presentato nel corso del  Il Rapporto fornisce una fotografia puntuale sullo stato di salute del settore del recupero rifiuti nell’attuale fase di difficoltà dei mercati internazionali, analizzando trend in corso nei singoli comparti che lo compongono: carta, vetro, gomma, plastica, acciaio, alluminio, veicoli fuori uso, inerti, RAEE, frazione organica, oli minerali esausti, oli grassi vegetali, pile e accumulatori, abiti usati, legno.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »