Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘ricostruzione’

Sblocca Cantieri: Accelerare ricostruzione aeree terremotate

Posted by fidest press agency su venerdì, 31 Mag 2019

Roma Il Vice Ministro dell’Economia e delle Finanze, Laura Castelli, sulla cronica carenza dei Segretari Comunali dichiara: “Per noi i Segretari Comunali sono un elemento cardine degli Enti Locali, una figura indispensabile per garantire la direzione apicale e la tutela della legalità dell’azione amministrativa. Una figura che è stata ingiustamente mortificata dai Governi di centro-sinistra negli ultimi anni.I troppi posti vacanti stanno rallentando il lavoro degli Enti Locali in molte Regioni italiane ed in particolare nelle aree terremotate, con il rischio di compromettere il corretto funzionamento degli organi istituzionali.È un problema che va risolto, nell’immediato, con misure concrete che possano rendere il reclutamento più veloce e rapido, senza perdere nulla in termini di requisiti professionali dirigenziali richiesti.
Voglio rassicurare i Sindaci e cittadini, stiamo affrontando con determinazione la questione, anche per accelerare la ricostruzione nelle aree terremotate e gli investimenti locali. Abbiamo individuato una soluzione è l’abbiamo tradotta in un emendamento che è stato presentato in sede di conversione del Decreto Sblocca Cantieri”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | 1 Comment »

Chi è Elisabetta Trenta, il nuovo ministro della Difesa

Posted by fidest press agency su sabato, 2 giugno 2018

Nata a Roma nel 1967, docente universitaria ed esperta di sicurezza ed intelligence, è capitano della riserva selezionata dell’Esercito, compirà 51 anni il prossimo 4 giugno e milita nei Cinque Stelle del 2013 (Qui il suo curriculum vitae).Dal maggio 2016 al giugno 2017 ha collaborato con il Cemiss – Centro Militare di Studi Strategici, come ricercatrice in materia di relazioni internazionali, sicurezza e difesa. Analista nei temi della difesa e della sicurezza, attualmente è vice direttore del Master in “Intelligence and Security” della Università Link Campus e docente nel master di Cooperazione internazionale e sui Fondi Strutturali.Per nove mesi, su incarico del ministero degli Affari esteri, è stata Political Advisor dei Comandanti della ITJTF in Iraq. Ha rivestito anche il ruolo di esperta in governance nell’Unità di assistenza alla Ricostruzione di Thi Qar. Dal 1998 è stata responsabile di molti progetti di sviluppo e assistenza alla governance sia in Italia sia all’estero, dove ha coordinato interventi come quello per l’assistenza ai City Council della provincia di Thi Qar (Iraq) o quello per il rafforzamento delle competenze del Ministero dell’Interno in Libano. Sempre nel Paese dei cedri è stata Country Advisor per il ministero della Difesa nell’ambito della missione Leonte dell’UNIFIL (United Nations Interim Force in Lebanon).Esperta anche di cyber security il 20 febbraio sui social scriveva: «Oggi il campo di battaglia non è più su un fronte lontano da noi, ma è nelle città e non penso solo al rischio terrorismo, ma anche agli attacchi cyber, che potrebbero colpire infrastrutture essenziali per il Paese, o ai disastri ambientali, agli incidenti industriali che, seppur riguardanti la safety, hanno imminenti ricadute sulla security».Elisabetta Trenta è sposata con un colonnello dei Carabinieri ai vertici di Segredifesa, ufficio della Difesa che, accorpato alla direzione nazionale armamenti, si occupa di tutti i contratti delle forze armate. Alla presentazione della squadra di Di Maio, disse che avrebbe puntato a «investire nel personale e nella tecnologia per assicurare al Paese forze armate più moderne e più capaci di fronteggiare le nuove minacce». Militante del M5s dal 2013, il fratello Paolo corre per il M5s a Velletri alle Comunali del 10 giugno 2018. (riprendiamo l’articolo apparso su Grnet.it per rilevare l’importanza che il nuovo governo annette ai nuovi scenari militari nello scacchiere internazionale che l’attuale società è chiamata ad affrontare e che assegnano alle forze armate un ruolo importante ma anche impegnativo e tecnologicamente evoluto).

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Luxor: Acs ricostruirà la cattedrale distrutta da un incendio

Posted by fidest press agency su sabato, 22 luglio 2017

cattedrale egitto«Una ferita aperta nel cuore della diocesi». Così Monsignor Emmanuel Bishay, vescovo copto cattolico di Luxor in Egitto, descrive ad Aiuto alla Chiesa che Soffre le condizioni in cui versa ancora oggi la Cattedrale di San Giorgio, distrutta da un incendio il 21 aprile 2016. In questi giorni ACS ha lanciato una campagna di raccolta fondi per la ricostruzione della chiesa.Il rogo, le cui cause sono tuttora sconosciute, rappresenta l’ennesimo dolore per i fedeli di questa diocesi dell’Alto Egitto. Nell’agosto del 2013 quando i sostenitori del deposto presidente Mohammed Morsi hanno sfogato la loro ira sui cristiani, Luxor è stata tra le diocesi più colpite e i manifestanti sono giunti fino alle porte del vescovado urlando «morte ai cristiani!».Poi il 27 dicembre 2015, la morte improvvisa di monsignor Johannes Zakaria, vescovo di Luxor sin dal 1994. Infine il 10 giugno 2016, i circa 20mila fedeli della diocesi non hanno potuto neanche assistere all’ordinazione di monsignor Bishay nella Cattedrale di San Giorgio, perché questa era già stata arsa dalle fiamme.I periti hanno giudicato totalmente inagibile l’edificio, che andrà dunque ricostruito. «Ogni giorno i miei fedeli mi chiedono quando potranno avere nuovamente la loro cattedrale», afferma monsignor Bishay spiegando come la chiesa rappresenti il fulcro della diocesi. È qui infatti che avvenivano le riunioni diocesane, gli incontri con le famiglie, la pastorale giovanile, la formazione dei catechisti e ovviamente le celebrazioni liturgiche. «È l’unica chiesa in grado di accogliere 4500 fedeli – spiega il vescovo – Ora cattedrale egitto1siamo costretti a celebrare le funzioni in una sala vicina che tuttavia ha soltanto un terzo della capienza di San Giorgio. Alle messe di Natale e di Pasqua, in tanti non sono venuti perché sapevano che non avrebbero trovato posto».Una priorità assoluta dunque ricostruire la cattedrale così come ha scritto, appoggiando la richiesta del vescovo, il Patriarca copto cattolico Ibrahim Sidrak, che ha invitato i benefattori di ACS ad essere generosi.La restituzione dell’edificio di culto donerà forza ad una comunità provata dai recenti attentati e dalle conseguenze economiche da essi provocate. «Luxor – afferma monsignor Bishay – vive principalmente di turismo ed ogni volta che si verificano attacchi come quello dei giorni scorsi a Hurgada o i due attentati della Domenica delle Palme, moltissime prenotazioni vengono cancellate. È dalle rivolte del 2011 che non c’è più stabilità, e le famiglie cristiane che vivono di turismo sono ormai disperate».«I cristiani in Egitto sono sotto attacco – afferma il direttore di ACS-Italia, Alessandro Monteduro – vittime di attentati a ripetizione anche durante le Sante Messe. Per ACS è prioritario sostenerli, anche restituendo ai cristiani di Luxor e ai 27 sacerdoti e le 67 religiose che animano la comunità, un luogo degno in cui pregare». (foto: cattedrale egitto)

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Solidarietà all’Italia: 1,2 miliardi di fondi UE per contribuire alla ricostruzione dopo i terremoti

Posted by fidest press agency su sabato, 24 giugno 2017

terremotoBruxelles. La Commissione propone di mobilitare 1,2 miliardi di euro a titolo del Fondo di solidarietà dell’UE a seguito dei terremoti che hanno colpito l’Italia centrale nel 2016 e nel 2017. Si tratta della somma più alta mai stanziata in un’unica tranche.
© European Union 2017. Sin dal primo giorno la Commissione ha offerto il suo sostegno per affrontare l’immediata situazione di emergenza e si è impegnata a restare a fianco dell’Italia durante tutto il processo di ricostruzione. La proposta odierna concretizza ulteriormente tale promessa.
Jean-Claude Juncker, Presidente della Commissione europea, ha dichiarato: “Non abbiamo dimenticato. Per la sua resilienza, il suo indomabile coraggio e la sua determinazione ad andare avanti, il popolo italiano merita tutta la nostra ammirazione. Avevamo promesso di non lasciare l’Italia da sola ad affrontare questa tragedia e ora onoriamo tale impegno. L’UE sosterrà l’opera di ricostruzione nelle quattro regioni colpite e contribuirà a finanziare il restauro della Basilica di San Benedetto a Norcia. Lavoreremo insieme al governo e alle autorità locali affinché le persone che vivono in queste regioni possano chiudere questo doloroso capitolo della loro storia e costruire un nuovo futuro”.
Corina Crețu, Commissaria per la Politica regionale, ha dichiarato: “Questa somma eccezionale proveniente dal Fondo di solidarietà dell’UE aiuterà l’Umbria, il Lazio, le Marche e l’Abruzzo a sanare le ferite e a riprendersi completamente. Nel corso della mia visita in Umbria a febbraio ho ribadito la solidarietà della Commissione europea nei confronti delle persone che hanno perso tutto a causa dei terremoti e la nostra disponibilità a sostenere il processo di ricostruzione. Dalle macerie sorgeranno nuove case e nuove scuole e l’attività economica riprenderà slancio. E l’UE sarà al fianco dell’Italia lungo tutto questo cammino.”
Il Fondo di solidarietà dell’UE sosterrà le operazioni di ricostruzione e la ripresa dell’attività economica nelle regioni colpite. Il denaro può essere impiegato anche per coprire i costi dei sevizi di emergenza, degli alloggi temporanei, delle operazioni di risanamento e delle misure di protezione del patrimonio culturale, in modo da alleviare l’onere economico già sostenuto dalle autorità italiane.
Una prima tranche di aiuti per un valore di 30 milioni di euro è già stata erogata nel dicembre 2016. L’importo proposto deve ora essere approvato dal Parlamento europeo e dal Consiglio.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ricostruzione post terremoto: Parlamento europeo chiede di svincolare la spesa dal calcolo del deficit

Posted by fidest press agency su sabato, 3 dicembre 2016

terremotoEscludere gli investimenti per la ricostruzione post terremoto in Italia dal calcolo del deficit nazionale previsto dal Patto di Stabilità “alla luce del carattere gravissimo ed eccezionale della situazione” e utilizzare tutti i Fondi UE a disposizione per aiutare le zone colpite dai sismi: queste alcune delle richieste approvate dal Parlamento europeo giovedì.Nella risoluzione sulla situazione post terremoto in Italia, approvata per alzata di mano, il Parlamento chiede alla Commissione di adottare misure urgenti per facilitare una rapida ricostruzione dei Paesi distrutti durante i terremoti che hanno colpito l’Italia il 24 agosto, il 26 e il 30 ottobre scorsi.
Il Parlamento ha anche approvato un’altra risoluzione, redatta dall’italiano Salvatore Cicu (PPE), sulla riforma del Fondo di solidarietà UE con 589 voti a favore, 13 contrari e 42 astensioni.Durante il suo intervento al dibattito di mercoledì sera, il relatore ha dichiarato che “in casi come questi, le Istituzioni europee devono essere sensibili, devono capire che la loro credibilità, la loro autorevolezza, dipendono anche dalla capacità di essere presenti in questi momenti e di trasferire un messaggio, appunto, di capacità di gestione”. Ha poi chiesto alla Commissione di migliorare l’utilizzo del Fondo di solidarietà UE, riducendo i tempi di mobilitazione e aumentando la soglia dei pagamenti anticipati.Il Parlamento chiede pertanto di escludere le spese relative agli interventi di ricostruzione, compresi quelli che prevedono la partecipazione dei fondi strutturali e di investimento europei (ESI) – dal calcolo del deficit nazionale, “alla luce del carattere gravissimo ed eccezionale della situazione”. I deputati, inoltre, esprimono profonda solidarietà a tutte le persone colpite a vario titolo dagli eventi sismici: vittime, familiari, sfollati e tutte le autorità coinvolte nelle operazioni di soccorso.
I deputati, in considerazione dell’elevata sismicità di alcune aree geografiche come quella mediterranea e del sud-est dell’Europa, invitano tutti gli Stati membri ad accelerare la ricerca in questo campo, attraverso le azioni previste dal Programma Orizzonte 2020 e ad applicare tutti gli strumenti utili alla prevenzione di vittime e danni, così da ridurre al minimo la portata potenzialmente devastante di tali eventi naturali.Il Parlamento sollecita tutte le autorità, nazionali, regionali e locali, a prestare la massima attenzione al rispetto delle norme antisismiche in fase di rilascio dei permessi di costruzione.Nel documento, si sottolinea, inoltre, l’importanza di utilizzare tutti gli strumenti disponibili e di garantire che le risorse siano utilizzate nel modo più efficace possibile, in collaborazione con le autorità nazionali e regionali. Per questo, si ricorda anche la possibilità di utilizzare il Fondo europeo per lo sviluppo rurale (FEASR) per sostenere le aree rurali e le attività agricole colpite dal sisma.La Commissione europea ha annunciato mercoledì sera una prima erogazione di aiuti del valore di 30 milioni di euro dal Fondo di solidarietà. La mobilitazione del finanziamento totale richiede un voto del Parlamento per essere effettiva.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Giornata internazionale per la consapevolezza sulla ricostruzione mammaria

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 ottobre 2016

tumore-al-senoPalermo 18 ottobre 2016, ore 11.00, Sala congressi IEMEST, Via Michele Miraglia, 20 verranno illustrati ai giornalisti le più importanti tecniche chirurgiche che possono rappresentare una svolta per quello che rappresenta la problematica di diverse pazienti afflitte da tumore al seno. Verrà presentato anche l’evento, “BRA DAY e Medicina di Genere, giornata internazionale per la consapevolezza sulla ricostruzione mammaria: ricostruirsi belle dopo il tumore alla mammella” che si terrà mercoledì 19 ottobre a partire dalle ore 17.00 sempre presso lo IEMEST di Palermo. Durante l’incontro si discuterà della patologia sia dal punto di vista socio-sanitario che da quello psicologico. L’iniziativa a Palermo è organizzata in occasione del BRA DAY (Breast Reconstruction Awareness Day) ITALY 2016, giornata internazionale per la consapevolezza sulla ricostruzione mammaria. Il BRA Day Italy 2016 è un evento che ha l’obiettivo di divulgare informazioni corrette e complete sulla ricostruzione del seno, per offrire alle donne la piena conoscenza riguardo lo sviluppo delle tecniche di chirurgia ricostruttiva. Una donna informata è una donna consapevole delle proprie scelte: con questi propositi viene organizzato il BRA DAY, che vuole essere un evento internazionale organizzato in più di dieci Paesi, una vera e propria festa per l’informazione e la consapevolezza femminile. Di tutto questo si discuterà con: Benedetto Di Trapani, vice-presidente A.I.D.O.P. ONLUS (Associazione Italiana Disfunzione Organi Pelvici – ONLUS), Chirurgo Generale e ricercatore IEMEST, Giuseppe Cuccia, Chirurgo Plastico, responsabili scientifici dell’evento, Valeria Sorrentino, Psicologa e Presidente Aspic Palermo, Fedele Termini Psicologo Vice Direttore Scientifico IEMEST, Giuseppina Bonura Psicologa Casa di Cura Torina, Laura Dell’Eva Dermopigmentatrice, Bartolo Sammartino, Presidente IEMEST (Istituto Euro-mediterraneo di Scienza e Tecnologia). All’incontro con la stampa interverranno anche alcune pazienti che testimonieranno le loro case-stories.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Consapevolezza sulla Ricostruzione del Seno

Posted by fidest press agency su domenica, 20 ottobre 2013

Il BRA DAY è un evento internazionale organizzato contemporaneamente in più di 10 Nazioni, una festa per l’informazione, che ha come obiettivo la divulgazione e l’informazione corretta e completa sulla ricostruzione mammaria dopo l’asportazione del tumore al seno.La manifestazione Italiana, promossa dai centri di Chirurgia Oncoplastica della Mammella, a Palermo è organizzata dalla Dr.ssa Naida Faldetta (Responsabile del Centro di Riferimento Regionale di Chirurgia Oncoplastica della Mammella).Dopo l’evento di ieri alla Fondazione “Vito Fazio Allmayer”, domani 18 Ottobre 2013 a partire dalle 8:30 si svolgerà la giornata di chiusura presso l’Aula Magna del Presidio Ospedaliero “V. Cervello”.
Si susseguiranno una serie di interventi volti all’informazione sulla chirurgia oncoplastica della mammella, aspetti e fattori psicopedagogici. Successivamente verrà presentato il Concorso Nazionale di Poesia a tema BRA DAY e verranno premiate le prime tre poesie classificate.La giornata sarà intervallata da momenti musicali eseguiti da pazienti, familiari ed operatori, uno spazio verrà riservando alle esperienze di volontariato ed alle testimonianze di alcune pazienti.
Per concludere “in dolcezza”, sarà adibito uno stand che accoglierà il laboratorio culinario con l’obiettivo di far condividere i prodotti dolciari realizzati dalle pazienti.Alle giornate parteciperanno anche gli studenti dell’ultimo anno delle scuole superiori che hanno aderito all’iniziativa: Liceo Classico “G. Garibaldi”, I.T.T. “Marco Polo”, I.T.T. “Einaudi”, Istituto Magistrale “Finocchiaro Aprile”, Liceo Linguistico “Cassarà”, Istituto I.P.S.S.A.R. “Cascino”. Tutti gli insegnanti e gli studenti verranno insigniti della carica di Ambasciatori BRA DAY.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ricostruzione Libia, missione ItalAfrica con 14 aziende nazionali

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 Mag 2012

Saranno 14 le aziende italiane che, organizzate dalla Camera di Commercio ItalAfrrica Centrale, parteciperanno alla fiera “Libya Build 2012” in programma a Tripoli dal 20 al 24 maggio.La delegazione partirà il 20 maggio dall’aeroporto di Roma Fiumicino.“La Libia va ricostruita sia nella sua parte infrastrutturale che nei rapporti con le aziende occidentali. Andiamo a Tripoli consapevoli di trovare un Paese ferito, ancora lontano dalla normalità, non sereno ma anche desideroso di costruire sulle macerie una nuova fase di sviluppo e di crescita sociale”, spiega l’ing. Alfredo Cestari, Presidente della Camera di Commercio ItalAfrica Centrale. “In questo momento di crisi economica e di incertezza ritengo più che positiva la risposta delle nostre imprese. Significativa proprio oggi che, attraverso certosine azioni di diplomazia, alcuni tra i maggiori Governi europei stanno facilitando l’interscambio e la cooperazione tra la Libia ed i settori privati dei rispettivi Paesi. Gli interessi sono enormi: vittima delle scelte sbagliate dell’ex Governo, il sistema delle PMI italiane, fino ad un anno fa il maggiore partner commerciale di Tripoli, deve velocemente recuperare terreno nel rapporto con la Libia. Perciò la Camera di Commercio ItalAfrica Centrale ha immediatamente colto le sollecitazioni giunte da alcuni associati ed ha organizzato questa partecipazione alla fiera strutturandola, però, come una vera e propria missione imprenditoriale”.Pur impegnato nella organizzazione delle elezioni democratiche di giugno, il Governo libico in carica ha stabilito le priorità per la ricostruzione del Paese. “Innanzitutto le infrastrutture” continua Cestari. “In generale però, in questo momento di start up, la Libia chiede alla comunità internazionale l’esportazione di know-how e tecnologie per lo sviluppo in tutti i settori: edilizia e costruzioni, opere pubbliche e ingegneria, energia elettrica, trasporti e comunicazioni, sanità, acqua e ambiente. Per il piano di generale ricostruzione un primo stanziamento riguarda i 100 miliardi di dollari scongelati all’estero al termine del conflitto.
Nelle prossime settimane la Camera di Commercio ItalAfrica Centrale aprirà un ufficio a Tripoli il cui compito sarà facilitare alle imprese italiane la internazionalizzazione in Libia delle proprie attività”.
La missione sarà articolata, oltre che sulle ordinarie attività in fiera, anche su incontri settoriali appositamente organizzati dalla Camera di Commercio ItalAfrica.Organizzate da ItalAfrica, saranno presenti le seguenti aziende:
Sembenelli Consulting Srl (Progettazioni grandi opere – Sedi: Milano/Roma);
Mobilferro Srl (Progettazione e arredamento spazi destinati all’educazione – Sede: Trecenta, RO);
Winfly Srl (Compagnia aerea; aviazione generale, voli executive; aviazione civile, voli di linea – Sede: Salerno);
Finance&Planning International Group (assistenza tecnica e finanziaria a soggetti economici privati e ad Enti Pubblici in Italia, in Europa e nei Paesi ACP – Sedi: Napoli/Bruxelles)
Simar Srl (Produzioni infissi, porte, finestre ed interni in PVC –Sede Viggiano PZ);
Leoplast Srl (produzione box doccia, complementi d’arredo, avvolgibili, porte a soffietto in PVC – Sede: Atena Lucana, SA).
Benelligru Srl (Costruzione, installazione, consegna e assistenza gru idrauliche per autocarro e piattaforme aeree per sollevamento persone – Sede: Poviglio, RE)
Elettromena Srl (Produzione di energia da fonti rinnovabili; analisi, studio, progettazione e realizzazione impianti– Sede: Napoli)
Arte&D Srl (sedie ufficio ergonomiche e poltrone per ufficio di alta qualità – Sede: Monselice PD).
Tecno Edil Sistem Spa (Produzione, commercializzazione macchine intonacatrici –Sede: Salerno);
Trivellazioni D’Auria Vittorio Srl (Trivellazioni, discariche – Sede: Teverola, CE);
Terra Srl – Ricerca e Sviluppo (Produzione humus naturale per agricoltura biologica – Sede teverola CE);
ICIE Srl (costruzione, montaggio, esecuzione di attività di installazione di impianti energetici alternativi – eolico, fotovoltaico e produzioni da biomasse. Impiantistica civile, industriale, infrastrutturale – Sede: Assemini, CA).
Studio Ippoliti (consulenze tecnico-economiche, progettazioni, direzione, contabilità e coordinamento lavori di ingegneria ed architettura – Sede: Salerno). (Ing. Alfredo Cestari)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Caso marò: ricostruzione tecnica

Posted by fidest press agency su domenica, 8 aprile 2012

Sri lanka Navy

Sri lanka Navy (Photo credit: Wikipedia)

Il St. Antony potrebbe essere stato mitragliato per aver sconfinato in acque dello Sri Lanka. E’ quanto emerge
dall’accurata analisi tecnica realizzata dall’ingegnere Luigi Di Stefano (e pubblicata in rete all’indirizzo
http://www.seeninside.net/piracy/), le cui conclusioni sono state oggi al centro di una conferenza stampa a CasaPound. Nel corso dell’incontro, Di Stefano, che è stato tra l’altro perito di parte civile nell’inchiesta sulla Strage di Ustica (1995/1999), ha illustrato alla stampa le prove che a suo avviso scagionano senza
ombra di dubbio i due fucilieri del Reggimento San Marco che erano imbarcati sulla petroliera Enrica Lexie e che sono ancora agli arresti in India con l’accusa di aver ucciso i due pescatori Valentine Jalstine e Ajesh Pinki.
Sono due, in particolare, le novità principali che emergono dalla perizia. Sul fronte della balistica, Di Stefano ha dimostrato che ilcalibro del proiettile usato è incompatibile con le armi in dotazione ai nostri militari e ha individuato chi nella zona utilizza la cartuccia 7,62x54R: ‘’Si tratta appunto – spiega – dei barchini ‘Arrows Boat’ della Guardia costiera dello Sri Lanka’’, paese che con l’India, sottolinea l’esperto, ‘’si contende le zone di pesca’’. Inoltre, aggiunge, ‘’dall’analisi del contesto, viene fuori che i
tempi di rientro del St. Antony nel porto di Neekandara sono completamente sballati, sia per la posizione indicata dal capitano Freddy Bosco sia per la posizione indicata dalla Guardia Costiera indiana: mancano all’appello infatti circa 4 ore’’. Insomma, sottolinea Di Stefano, ‘’prende sempre più corpo l’ipotesi che il St. Antony sia stato mitragliato perchè sconfinato in acque dello Sri Lanka’’.
Quanto alla Enrica Lexie, a bordo della quale si trovavano i due militari italiani Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, la perizia dimostra che ‘’nel momento in cui il peschereccio St. Antony è stato colpito la petroliera italiana si trovava 27 miglia più a nord’’. Per questo, conclude Di Stefano, ‘’gli autori dell’omicidio dei due pescatori vanno ricercati altrove, piuttosto che nel personale imbarcato sulla Enrica Lexie. E credo di poter dire che esaminando i tracciati radar non potranno venire che nuove conferme in questo senso’’.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Cristiani e musulmani, una sola mano

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 gennaio 2012

Un libro di Elisa Ferrero Esce a marzo il libro Cristiani e musulmani, una sola mano. Un diario che racconta gli aspetti inedi­ti e sottaciuti della «rivoluzione d’Egit­to», scoppiata in piazza Tahrir al Cairo un anno fa e di nuovo accesasi lo scorso novembre. La cosiddetta “primavera araba” ha dato il via a un nuovo tipo di convivenza e cittadinan­za, all’insegna del pluralismo religioso e del confronto dialettico con l’opinio­ne dell’altro. Le immagini del Corano accostato alla croce cristiana, durante le manifestazioni, hanno riempito il web e le pagine dei giornali. Molti hanno ritenuto che si trattasse di un’astuta mossa propagandistica, ma l’autrice respinge l’idea e mostra, con i fatti vissuti e narrati, come gli atti simbolici, seppur usati con consapevolezza mediatica, siano scaturiti dal desiderio di riaffermare l’unità tra cristiani e musulmani, contro la politica del divide et impera attuata dal regime di Mubarak che, paventando il pericolo islamista, manteneva in silenzio l’intera popolazione sotto lo scacco della paura.
Le scene dei musulmani in preghiera protetti dai cristiani e dei cristiani protetti dai musulmani non sono state altro che i segni esteriori di questa nuova consapevolezza. Il libro ha origine dal desiderio di rendere pubblico un “diario della rivoluzione” nato in maniera spontanea, dall’invio di notizie a decine di persone interessate, diventate poi centinaia quindi migliaia, unite in una catena umana che diffondeva informazioni in tempo reale. Il racconto dei fatti si caratterizza così per l’immediatezza: pur abbracciando la cronaca e l’analisi, le «lettere» del diario sono vive e spontanee, perché scritte sull’onda degli eventi e con il sentimento di partecipazione di chi è legato ai luoghi e alle persone coinvolte. L’autrice ha raccolto le testimonianze e i commenti degli amici egiziani, attraverso telefono, posta elettronica, sms, Twitter e Facebook: gli stessi mezzi di comunicazione che sono stati usati dai giovani per organizzare la rivolta. E poi notizie da tv e giornali arabi, integrate dando notizie e testimonianze della propria esperienza di vita in Egitto. Il diario copre l’intero 2011, dall’inizio della rivoluzione a fine novembre, con gli ultimi scontri e la prima tornata elettorale. Cristiani e musulmani, una sola mano è ricco di approfondimenti: tra le pagine del diario, i blocchetti di approfondimento, aggiunti in fase di lavorazione, spiegano termini e passaggi della storia recente egiziana utili alla piena comprensione del testo. La domanda cruciale che l’autrice si pone nel capitolo finale è quanto, di questo spirito di unione, si sia trasferito al resto della società egiziana, oltre piazza Tahrir, nella fase della ricostruzione. Il quadro non è ancora chiaro, ma qualunque sia l’evolversi degli eventi, l’esperienza di piazza Tahrir resterà un momento imprescindibile della storia egiziana, che avrà formato la coscienza politica di un’intera generazione di giovani.Il libro fa parte della collana Parole non crociate diretta da Paolo Naso, la postfazione è di Wael Farouq, presidente del Centro Tawasul del Cairo.
Elisa Ferrero: piemontese, collabora con il Centro Culturale Tawasul del Cairo ed è autrice di una newsletter sulla rivoluzione egiziana, regolarmente pubblicata

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Natale di Roma: Corteo

Posted by fidest press agency su lunedì, 18 aprile 2011

Boom di adesioni al Gruppo Storico Lavinium in occasione del tradizionale corteo per il Natale di Roma, lungo il Circo Massimo, Piazza Venezia, Via dei Fori Imperiali, Colosseo. Tante nuove persone hanno deciso di partecipare attivamente alla promozione culturale che, con l’attività di ricostruzione storica, dà spazio anche a momenti divertenti ed emozionanti. Così, tra i 1600 rievocatori giunti da tutto il mondo, ben 60 erano del gruppo di Pomezia che si occupa di far conoscere e valorizzare il nostro territorio attraverso le storie ed i personaggi dell’Eneide. Decine di migliaia gli spettatori (tra i quali tantissimi i turisti stranieri) che hanno applaudito e fotografato i figuranti. Tutti hanno riconosciuto i personaggi alle origini della storia di Roma: da Enea a re Latino, da Lavinia a Turno, da Fauno a Giuturna, da Amata alle Vestali, ecc. chiedendo quale territorio veniva rappresentato, dimostrando che queste occasioni sono una grande veicolo promozionale di sviluppo culturale e turistico.

Posted in Roma/about Rome, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Risorgimento scomunicato”

Posted by fidest press agency su sabato, 16 aprile 2011

In libreria: Vittorio Gorresio, “Risorgimento scomunicato”, Prefazione di Gianni Vattimo, Edizioni La Zisa, pp. 200, euro 16,90 Pubblicato la prima volta nel 1958 dall’editore fiorentino Parenti, “Risorgimento scomunicato” raccoglie gli scritti di Vittorio Gorresio per “Il Mondo”, una serie storica di articoli dal titolo “Processo al clero dopo il ‘60”. Storico appassionato, intransigente documentatore, Gorresio traccia una puntuale e puntigliosa ricostruzione delle origini dei contrastati rapporti tra Stato e Chiesa che resero tanto drammatico il Risorgimento. La descrizione dell’intransigentismo clericale rispetto alla progressiva laicizzazione dello Stato italiano ci è fornita dall’autore attraverso la meticolosa raccolta di missive tra membri del governo ed esponenti del clero, cui si aggiungono le dettagliate ricostruzioni degli episodi salienti e del profilo dei personaggi che di questo travagliato periodo storico si resero protagonisti. Vengono descritte, in sequenza, le vicende di una Chiesa, scomunicante e punitiva, addirittura iettatoria, di là dalla trasformazione che, negli anni a seguire, la renderà refrattaria, incapace di stare al passo con la storia, cioè con l’evoluzione della coscienza morale e politica dei cittadini laici. L’attualità del pensiero di Gorresio sta, infatti, tutta nella rilettura storica e cognitiva degli eventi che hanno prodotto il presente, come cita Gianni Vattimo nella sua prefazione: “Se la Chiesa si riduce oggi a una multinazionale […] ciò è anche il risultato dell’uso che essa stessa ha fatto dei suoi strumenti spirituali”.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | 2 Comments »

L’Aquila a due anni dal sisma

Posted by fidest press agency su venerdì, 1 aprile 2011

Si svolgerà il prossimo 4 aprile nella piazza centrale de L’Aquila il dibattito aperto organizzato dall’Unione Sindacale di Base che vedrà i lavoratori del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco a confronto con i cittadini aquilani. Parteciperanno comitati dei cittadini, parlamentari, esponenti sindacali, giornalisti, documentaristi. A due anni dal sisma si intende riflettere sulle drammatiche fasi del soccorso, sulla controversa ricostruzione e sulla militarizzazione imposta alle zone terremotate, che ha trasformato L’Aquila in una “zona rossa” privando i cittadini dei loro diritti ed escludendoli dalle scelte politiche sul loro futuro. Per i Vigili del Fuoco la sorte non è stata migliore: da anni costretti ad operare sotto gli standard minimi di soccorso a causa dei tagli generalizzati dei vari governi, sono stati spogliati dei loro diritti personali e sindacali e trasformati in un ulteriore soggetto impegnato nella sicurezza. Come testimonia la recente emergenza nella provincia di Taranto, in cui i Vigili del Fuoco sono stati obbligati, dopo ore di soccorso, a rinunciare al riposo e partire da tutta Italia per montare le tende a Manduria, dove da sei giorni rimangono in pessime condizioni logistiche e igienico-sanitarie, senza sapere per quanti giorni si protrarrà il loro lavoro o quando verrà inviato personale per il cambio. I Vigili del Fuoco della USB ed il popolo aquilano discuteranno insieme di come uscire dalla militarizzazione, di come riappropriarsi delle zone rese “inaccessibili” e di come il Corpo Nazionale debba essere messo nelle condizioni di svolgere il ruolo sociale che gli compete, alla guida del sistema di Protezione Civile. Interverranno:Franca Biondelli – Senatrice PDManuele Bonaccorsi – giornalista Left Avvenimenti, autore del libro “Potere assoluto”Un rappresentante del Comitato Casa dello studente, Fondazione 6 AprilePiero De Santis – ARA, Associazione Ricostruzione L’AquilaSamantha Di Persio – Scrittrice, autrice del libro “Ju tarramuto”Cristiano Fiorentini – Esecutivo USB Pubblico ImpiegoAntonio Jiritano – USB P.I. VVFAlberto Puliafito – giornalista e documentarista, autore del film “Comando e controllo”Sara Vegni – Comitato 3e32

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La ricostruzione del seno

Posted by fidest press agency su venerdì, 25 marzo 2011

Per la prima volta a Roma e nel Lazio presso l’Ospedale Fatebenefratelli all’Isola Tiberina di Roma è stata eseguita – in sala operatoria – una lipoaspirazione assistita ad acqua (water assisted liposuction) tramite apparecchiatura medicale Body Jet. In un circuito completamente sterile il tessuto adiposo è stato aspirato ed elaborato dal macchinario: il tessuto ottenuto, di qualità finissima e ricco di cellule staminali è stato reinnestato in due pazienti, mediante una apposita cannula, per ricostruire e riempire deficit ghiandolari post quadrantectomia mammaria e post mastectomia. Tale procedura – ha dichiarato il Dr. Carlo Magliocca, Chirurgo Plastico del Dipartimento di Chirurgia diretto dal Prof. Ernesto Maria Caliente – può essere brillantemente utilizzata anche per la bonifica di aree dove è stata eseguita una radioterapia o per facilitare la guarigione di ferite difficili, piaghe da decubito od ulcere diabetiche.  Permesso unico lavoratoriI lavoratori extracomunitari che si trovano in Europa dovrebbero avere gli stessi diritti dei cittadini europei, secondo il progetto di legge sul “permesso unico” adottato `giovedì dal Parlamento. L’obiettivo della direttiva è di semplificare le procedure per gli immigrati e per i datori di lavoro attraverso una procedura unica per il permesso di residenza e di lavoro. Tale legislazione garantirebbe inoltre agli immigrati una serie di diritti sociali, paragonabili a quelli dei cittadini comunitari, su questioni quali gli orari di lavoro, le ferie, la sicurezza sul posto di lavoro e l’accesso alla sicurezza sociale. Secondo il testo approvato, i governi nazionali avranno la possibilità di restringere l’accesso alla sicurezza sociale nazionale solo ai lavoratori extracomunitari che lavorano o hanno lavorato per almeno 6 mesi e che sono registrati come disoccupati. Per il sostegno familiare, i governi nazionali potrebbero scegliere di garantirlo solo ai lavoratori in possesso di un permesso di lavoro valido per più di sei mesi. I lavoratori extracomunitari avranno il diritto di ricevere la pensione una volta rientrati nel proprio paese alle stesse condizioni e tassi dei cittadini europei. I lavoratori possono anche richiede sgravi fiscali nello Stato membri di residenza; tuttavia, i familiari potrebbero beneficiarne solo se risiedono nello stesso paese UE. I lavoratori extracomunitari, sempre secondo il testo emendato dal Parlamento, avranno anche l’accesso ai servizi pubblici quali alloggi sociali, lasciando ai governi nazionali la possibilità di limitare tale diritto ai soli immigrati che hanno già un’occupazione. Il diritto alla formazione professionale e all’istruzione potrebbe essere limitato solo ai lavoratori stranieri che hanno o hanno avuto un lavoro, cosi da escludere chi è nell’UE per motivi di studio. I lavoratori che chiedono di conseguire un diploma in un settore non direttamente collegato al proprio lavoro potrebbero dover dimostrare una corretta conoscenza della lingua nazionale. Le nuove regole europee, se approvate in via definitiva, si applicheranno agli extracomunitari che richiedono un permesso di residenza e di lavoro in uno Stato membro o che già vi risiedono legalmente. Gli emendamenti adottati dai deputati saranno ora vagliati dai ministri di giustizia dei paesi UE. Secondo il Trattato di Lisbona, il Parlamento e il Consiglio hanno pari poteri legislativi sui temi legati all’immigrazione. La Gran Bretagna, la Danimarca e l’Irlanda non prenderanno parte all’adozione della direttiva sul permesso unico.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

“Ottobrata romana nella Valle dei Casali”

Posted by fidest press agency su domenica, 10 ottobre 2010

Roma 10 ottobre alle 18,30 alla “Ottobrata romana nella Valle dei Casali”, patrocinata dall’Assemblea Capitolina e organizzata dall’associazione “Casale Europa. L’inizio della manifestazione, in vicolo Papa Leone 131, nella splendida cornice della Valle dei Casali, tra Monte Cucco e viale Newton, con la lettura di scritti e poesie romanesche interpretati dai membri dell’Accademia “Gioacchino Belli”. Seguirà un concerto del cantante Giorgio Onorato, le sfilate dei legionari della XIII Gemina, in una ricostruzione storica ideata dall’associazione “Civiltà Romana” e la proiezione del filmato sulla Capitale firmato dal maestro Franco Zeffirelli. Una cena tradizionale, a base di vino e porchetta, concluderà l’appuntamento. “Sarà una giornata dedicata a Roma come indiscussa protagonista, alla faccia di chi da mesi utilizza il suo nome per denigrarla rozzamente a scopi propagandistici, illudendosi che un piatto di granturco macinato mescolato alla coda alla vaccinara possa cancellare un’arroganza per la quale attendiamo le uniche scuse ancora possibili e cioè quelle supportate dai fatti” – conclude Santori.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Festa medievale

Posted by fidest press agency su lunedì, 9 agosto 2010

Borgo di Pratica di Mare sabato 28 Agosto 2010 dalle ore 17.00 alle 20.00 Grande Festa Medievale. L’iniziativa intende ricordare un gravissimo episodio di storia locale avvenuto l’8 maggio 1588. Oltre cento tra attori e figuranti si alterneranno nelle diverse iniziative (musica, teatro, gastronomia, danza, ricostruzioni storiche, combattimenti, sorprese, poesia, pittura, giochi medievali per bambini, ecc.) che si alterneranno nel corso della giornata. La Pro Loco di Pomezia ha promosso l’iniziativa con il Patrocinio della Regione Lazio. Ad organizzare l’evento c’è l’Associazione Culturale Tyrrhenum, il Gruppo Storico Lavinium, il Consorzio “Parchi Letterari Virgilio”, la Compagnia d’Arme Sant’Eramo, la Compagnia Teatrale Talia, più una lunga serie di associazioni invitate.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Terremoto Abruzzo: ricostruzione in ritardo

Posted by fidest press agency su domenica, 13 giugno 2010

“La risposta del ministro Matteoli è del tutto insoddisfacente, burocratica e formale. Non entra nel merito della questione sollevata nella nostra interrogazione parlamentare. Dimostra solo una cosa: il governo è immobile di fronte alle difficoltà burocratiche riscontrate dalle pmi del settore edilizio impegnate nella ricostruzione post-terremoto in Abruzzo” lo dichiarano in una nota congiunta gli onorevoli Piffari e Scilipoti, rispettivamente capogruppo e membro Italia dei Valori in Commissione Ambiente alla Camera. “La confusa stratificazione nella legislazione in materia antisismica ha creato uno stato di smarrimento totale tra gli addetti al settore edilizio e provocato ritardi enormi nelle operazioni di protocollo delle documentazioni rese dalle imprese. Per non parlare dei tempi di attesa per il rilascio delle certificazioni di idoneità, che hanno lasciato gli operatori del settore in una condizione di difficile sopravvivenza, aggravata da una crisi economica spaventosa” spiegano i parlamentari di Italia dei Valori. “Noi avevamo chiesto al ministro Matteoli cosa intendesse fare per assicurare in tempi certi alle pmi del settore edilizio l’uscita da questa grave situazione di empasse. La risposta del ministro è stata stupefacente. Tra le iniziative intraprese per mitigare le difficoltà risulta un emendamento al mille proroghe ed  un generico impegno “ad impegnarsi”. Peccato che l’emendamento in questione sia stato bocciato e che dei generici impegni “ad impegnarsi servono poco anzi per niente alle pmi che rischiano il collasso” concludono Piffari e Scilipoti

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Haiti: programma aiuti

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 febbraio 2010

Roma. Si è svolto alla Casa del Cinema  il seminario “AGIRE in trasparenza”, nel corso del quale sono stati presentati al pubblico e discussi i programmi di intervento delle organizzazioni non governative associate per rispondere all’emergenza di Haiti.  Grazie ai fondi donati dagli italiani, pari a 13,6 milioni di euro, le ONG di AGIRE gestiscono la distribuzione di oltre 1.3 milioni di razioni alimentari, l’allestimento di 7.600 rifugi temporanei nei campi profughi per dare riparo ad oltre 40.000 persone, il reinserimento nei processi educativi di 21.000 bambine e bambini, la ricostruzione di almeno 15 strutture comunitarie (scuole, orfanotrofi e centri sanitari) e la realizzazione di 1.360 latrine pubbliche.  Il Comitato Etico di AGIRE e le ONG hanno discusso con il pubblico in sala, le istituzioni e una rappresentanza di donatori (invitati tramite mail, social network e sito web) le modalità di suddivisione e assegnazione dei fondi e i programmi di intervento cui sono destinati,  quelli di prima emergenza già realizzati fino ad oggi e quelli in programma nei prossimi mesi. Al termine della valutazione, i progetti delle ONG sono stati formalmente approvati dal Comitato Etico. A 5 settimane dal sisma, i numeri esprimono chiaramente la gravità della situazione: 222 mila le vittime accertate, 300 mila le persone ancora gravemente ferite, circa 100 mila gli edifici completamente distrutti e 190 mila quelli danneggiati. Quasi seicentomila persone hanno lasciato la capitale Port-au-Prince, spingendosi nei distretti circostanti e nelle zone meno colpite del paese. Anche se una parte delle infrastrutture essenziali (porto, aeroporto, rete elettrica, collegamenti telefonici, strade principali)  permette oggi alle operazioni umanitarie di raggiungere con più facilità le popolazioni colpite, la minaccia delle piogge stagionali e il rischio uragani incombono sul destino di centinaia di migliaia di haitiani.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Burkina Faso, solidarietà per la ricostruzione

Posted by fidest press agency su sabato, 30 gennaio 2010

L’Associazione Progetto Famiglia  sostiene il progetto di ricostruzione promosso dalla Santa Sede, dopo le devastanti alluvioni che hanno colpito lo scorso settembre diverse regioni del Burkina Faso. La Chiesa, attenta anche alle emergenze che hanno una scarsa eco mediatica, ha promosso un progetto per la ricostruzione di abitazioni ad Ouagadougou, capitale del Burkina Faso, dopo le inondazioni che lo scorso settembre hanno messo in ginocchio uno dei paesi più poveri del mondo. Da un primo bilancio diffuso dal Governo emerge una situazione drammatica: nella capitale sono 150mila le persone che dopo il disastro sono rimaste senza una casa.  Mons. Vito Rallo, Nunzio apostolico in Burkina Faso e in Niger, a nome della Santa Sede, ha cercato di dare una risposta a questa emergenza, promuovendo, oltre alla ricostruzione, l’edificazione ex novo di 35 casette destinate ai lebbrosi. Il progetto, che prevede una spesa complessiva di 47mila euro, è stato accolto con  fervore dall’Associazione Progetto Famiglia che ha effettuato una donazione di 2mln di F Cfa (circa 3mila euro). Lo sviluppo del progetto è affidato a padre Vincenzo Luise, camilliano napoletano.  Don Silvio Longobardi coordinatore delle attività di cooperazione di Progetto Famiglia commenta: “è davvero il caso di dire che in Burkina piove sul bagnato! Un paese già martoriato da un’allucinante miseria non può risollevarsi da solo dopo simili catastrofi. Per questo, come associazione, abbiamo accolto l’iniziativa sostenuta da Mons. Rallo donando un nostro piccolo contributo”. Progetto Famiglia, presente in Burkina Faso dal 2003, oltre a far fronte alle emergenze causate dalla fame e dalle malattie, porta avanti una serie di progetti di sviluppo integrale in diversi villaggi del Paese.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Giorno della Memoria 2010

Posted by fidest press agency su domenica, 17 gennaio 2010

Roma Istituto Centrale per i Beni Sonori ed Audiovisivi  26 – 27 gennaio 2010 via Michelangelo Caetani, 32 Teatr’Arteria vicolo Scavolino, 64/A – l’Edificio Scenico 31 gennaio 2010Auditorium Sala Casella – via Flaminia 118 da un’idea di Vittorio Pavoncello. Memoria e Storia lungi dall’essere dei sinonimi, come osserva lo storico Pierre Nora, vivono forti opposizioni: la memoria è la vita, un legame realizzato nell’eterno presente da gruppi di donne e uomini. Memoria è racconto di un vissuto in permanente evoluzione e può essere utilizzato in molti modi e a volte manipolato. La Storia di contro è ricostruzione sempre problematica e incompleta di ciò che non c’è più e in quanto operazione intellettuale e laicizzante, richiede analisi e discorso critico. “La Shoah e l’Yishuv” propone di cercare e ricercare quelli che sono stati i rapporti fra l’Europa degli Stati, ma anche quella delle comunità ebraiche, con l’allora nascente Stato d’Israele, chiamato prima della sua proclamazione ufficiale nel 1948, Yishuv. E’ passando di continuo dall’una all’altra, Memoria e Storia, che si snoda il programma ideato e curato dal regista e autore Vittorio Pavoncello, e da Anna Foa, storica della Shoah, membri dell’associazione Ecad (Ebraismo Culture Arti Drammatiche). Si comincia martedì 26 gennaio presso l’Istituto Centrale per i beni sonori e audiovisvi con una tavola rotonda, coordinata da Anna Foa. La serata del 26 gennaio vedrà protagonista la musica, presso l’Auditorium Sala Casella, il concerto Wing – Le ali del cuore ebraico, il soprano Valeria Fubini e la pianista Sonia Mazar ci conducono in una regione musicale nuova e affascinante: quella di musicisti ebrei che nella prima metà del Novecento hanno composto musiche  sotto la scure dell’antisemitismo e delle persecuzioni naziste o si sono rifugiati in Terra d’Israele amalgamando la loro educazione musicale europea con il recupero delle più antiche tradizioni. Si prosegue mercoledì 27 gennaio con alcune letture sulle Anime del sionismo a cura di Anna Foa seguite dall’incontro con la scrittrice Nava Semel, famosa ed apprezzata autrice di libri per ragazzi in cui affronta senza falsi pudori temi difficili come quelli del confronto tra la necessità del ricordo della Shoah e la spinta verso un futuro che per prendere forma sembra dover per forza dimenticare. Alle 17 si passa dalla letteratura della Semel alla voce di Carla Tatò che Nella lingua dei sogni darà voce a poeti della Shoah e israeliani. Alle 18 in anteprima nazionale la proiezione del film Il cielo come destino un ritratto di Enzo Sereni di Vittorio Pavoncello. La figura di Enzo Sereni, per molti aspetti eroica, ma anche avvolta di mistero per quanto riguarda le modalità che ne fecero concludere la vita da Eretz Israel a Dachau è mostrata in modo insolito. Il programma si conclude domenica 31 gennaio presso lo spazio Teatr’Arteria con Europauschwitz, un pomeriggio di arte e suoni con installazioni di Jannis Kounellis, musiche klezmer e yiddish di Marco Valbrega, la mostra Vuoti di Memoria di Vittorio Pavoncello, le poesie di Paul Celan e Roberto Piperno, l’Intervista aziendale del 1968 di Primo Levi e Carlo Quartucci ed altri eventi curati da Donatella Orecchia.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »